LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 18 Febbraio 2024 <

Venerdì 16 Febbraio 2024

Sabato 17 Febbraio 2024

Domenica 18 Febbraio 2024

Lunedì 19 Febbraio 2024

Martedì 20 Febbraio 2024

Mercoledì 21 Febbraio 2024

Giovedì 22 Febbraio 2024

Venerdì 23 Febbraio 2024

Sabato 24 Febbraio 2024

Domenica 25 Febbraio 2024

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:








  I DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola
BQ010 ;

Il Vangelo di Marco comincia con una semplice affermazione: “Inizio del Vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio”.
Giovanni Battista, che aveva annunciato la sua venuta come imminente, battezzò Gesù nel Giordano e in quell’occasione lo Spirito diede testimonianza di Gesù. Marco accenna soltanto al periodo nel deserto e alla tentazione. È il preludio all’inizio del ministero pubblico di nostro Signore. Il suo primo richiamo, che ci viene ripetuto questa domenica, è: “Convertitevi e credete al vangelo”. Egli comincia proprio da quello che era stato il punto centrale dell’insegnamento di Giovanni Battista.
La Quaresima è soprattutto un periodo di riflessione sui misteri della nostra redenzione, al cui centro sono l’insegnamento e la persona di Gesù Cristo. Il Salvatore ha assunto forma umana, cioè quella che è la nostra condizione, e non è nemmeno stato risparmiato dall’esperienza della tentazione. Nella sua natura umana, Gesù ha vissuto in prima persona cosa significhi respingere Satana e porre al primo posto le cose divine. Il nostro Signore e il nostro Dio è in tutto nostra guida e modello.
Cercare di conoscere Cristo significa anche prendere coscienza di quel nostro bisogno di cambiamento di vita che chiamiamo “pentimento”. In particolare è mediante la liturgia della Chiesa che ci avviciniamo a Cristo e facciamo esperienza della sua presenza in mezzo a noi.
Nella liturgia, diventiamo “uno” con Cristo nel mistero grazie al quale egli ha riscattato il mondo.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Mi invocherà e io gli darò risposta;
nell’angoscia io sarò con lui, lo libererò e lo renderò glorioso.
Lo sazierò di lunghi giorni e gli farò vedere la mia salvezza. (Sal 90,15-16)

Non si dice il Gloria.


Colletta
O Dio, nostro Padre,
con la celebrazione di questa Quaresima,
segno sacramentale della nostra conversione,
concedi a noi tuoi fedeli
di crescere nella conoscenza del mistero di Cristo
e di testimoniarlo con una degna condotta di vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure (Anno B):
Dio paziente e misericordioso,
che rinnovi la tua alleanza con tutte le generazioni,
disponi i nostri cuori all’ascolto della tua parola,
perché in questo tempo di grazia
sia luce e guida verso la vera conversione.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Gen 9,8-15
L’alleanza fra Dio e Noè liberato dalle acque del diluvio.

Dal libro della Gènesi

Dio disse a Noè e ai suoi figli con lui: «Quanto a me, ecco io stabilisco la mia alleanza con voi e con i vostri discendenti dopo di voi, con ogni essere vivente che è con voi, uccelli, bestiame e animali selvatici, con tutti gli animali che sono usciti dall’arca, con tutti gli animali della terra. Io stabilisco la mia alleanza con voi: non sarà più distrutta alcuna carne dalle acque del diluvio, né il diluvio devasterà più la terra».
Dio disse:
«Questo è il segno dell’alleanza,
che io pongo tra me e voi
e ogni essere vivente che è con voi,
per tutte le generazioni future.
Pongo il mio arco sulle nubi,
perché sia il segno dell’alleanza
tra me e la terra.
Quando ammasserò le nubi sulla terra
e apparirà l’arco sulle nubi,
ricorderò la mia alleanza
che è tra me e voi
e ogni essere che vive in ogni carne,
e non ci saranno più le acque per il diluvio,
per distruggere ogni carne».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 24

Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà.

Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.

Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore, che è da sempre.
Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via.

>

Seconda lettura

1Pt 3,18-22
Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi.

Dalla prima lettera di san Pietro apostolo

Carissimi, Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nel corpo, ma reso vivo nello spirito. E nello spirito andò a portare l’annuncio anche alle anime prigioniere, che un tempo avevano rifiutato di credere, quando Dio, nella sua magnanimità, pazientava nei giorni di Noè, mentre si fabbricava l’arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate per mezzo dell’acqua.
Quest’acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi; non porta via la sporcizia del corpo, ma è invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo. Egli è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 4,4)
Lode a te, o Cristo, re di eterna gloria!
Non di solo pane vivrà l’uomo,
ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.
Lode a te, o Cristo, re di eterna gloria!

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Mc 1,12-15
Gesù, tentato da satana, è servito dagli angeli


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
(Dall'Orazionale CEI 2020)
Fratelli e sorelle, con fede viva rivolgiamo al Signore la nostra preghiera, e presentiamo a lui il desiderio di giustizia e di pace che sale a Dio dal cuore di tutti gli uomini di buona volontà.
Preghiamo insieme e diciamo: Donaci la tua sapienza, Signore.

1. La Chiesa, docile all’azione dello Spirito, si lasci avvolgere dalla luce del Padre per illuminare il cammino degli uomini e delle donne del nostro tempo. Preghiamo.
2. I catecumeni, animati dal desiderio di appartenere a Cristo, si aprano a ricevere con sincera fede i sacramenti della vita cristiana per divenire figli della luce. Preghiamo.
3. Le donne e gli uomini poveri e bisognosi siano circondati di compassione evangelica e serviti umilmente con le opere di misericordia. Preghiamo.
4. I popoli umiliati e oppressi siano condotti da governanti retti e illuminati, rispettosi della dignità umana. Preghiamo.
5. A noi qui riuniti per spezzare il pane eucaristico sia dato di riconoscere negli esclusi la presenza del Signore, e di condividere i beni della terra con cuore fraterno. Preghiamo.

O Padre, la luce della tua verità ci faccia avanzare sulla via della conversione e ci doni di non trascurare anche una sola delle tue parole. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Si rinnovi, o Signore, la nostra vita
e con il tuo aiuto si ispiri sempre più
al sacrificio che santifica l’inizio della Quaresima,
tempo favorevole per la nostra salvezza.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
Le tentazioni del Signore

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo Signore nostro.
Astenendosi per quaranta giorni dagli alimenti terreni,
egli dedicò questo tempo quaresimale
all’osservanza del digiuno
e, vincendo tutte le insidie dell’antico tentatore,
ci insegnò a dominare le suggestioni del male,
perché, celebrando con spirito rinnovato il mistero pasquale,
possiamo giungere alla Pasqua eterna.
E noi, uniti alla moltitudine degli angeli e dei santi,
cantiamo senza fine l’inno della tua lode: Santo, ...


Antifona alla comunione
Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete nel Vangelo. (Mc 1,15)


Preghiera dopo la comunione
Ci hai saziati, o Signore, con il pane del cielo
che alimenta la fede,
accresce la speranza e rafforza la carità:
insegnaci ad aver fame di Cristo, pane vivo e vero,
e a nutrirci di ogni parola che esce dalla tua bocca.
Per Cristo nostro Signore.

Orazione sul popolo
Scenda, o Signore, sul tuo popolo
l’abbondanza della tua benedizione,
perché cresca la sua speranza nella prova,
sia rafforzato il suo vigore nella tentazione
e gli sia donata la salvezza eterna.
Per Cristo nostro Signore.



O M E L I E
a cura di
Qumran2.net


    Casa di Preghiera San Biagio FMA       (Omelia del 18-02-2024)
Commento su Mc 1, 12-15
Come vivere questa Parola? La duplice chiamata dei discepoli, ravvicinata, sembra indicare il significato profondo del termine "Vangelo": è l'opportunità sorprendente di poter riprendere a camminare, a sognare, a sperare, a immaginare. È soprattutto accorgersi di essere notati da Qualcuno durante la routine quotidiana. Lo sguardo di Gesù è quello dell'amore ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 18-02-2024)
Non abbandonarci alla tentazione!
In questa prima domenica di Quaresima, incontriamo Gesù che subisce la tentazione nel deserto. La narrazione di san Marco è concisa, priva di dettagli, non si dilunga sulle tentazioni di Gesù, come leggiamo negli altri due Vangeli di Matteo e di Luca. L'evangelista Marco risolve tutto in due parole: «Gesù... nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Sat ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 18-02-2024)
Nel rumore segui l' amore di Dio
Visita www.annunciatedaitetti.it La nostra missione continua con altri formati anche su: Instagram Facebook Telegram dove troverai anteprime e contenuti esclusivi. Abbiamo anche una WebTv Ascolta tutti i nostri podcast e gli altri progetti: clicca qui  Per ascoltare il commento qui sotto, clicca play! SE QUESTO SERVIZIO AL VANGELO CREDI SIA U ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 18-02-2024)
Pensare di fare a meno di Dio? Pericolosissimo!
Il cammino domenicale di Quaresima inizia, come da antica tradizione, con la lettura del Vangelo delle Tentazioni. E quest'anno lo leggiamo nella versione di Marco, che ce le presenta - secondo il suo stile scarno ed essenziale - con pochissime parole, in meno di due versetti. Nelle narrazioni di Luca e di Matteo, l'episodio è raccontato in maniera più elabo ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 18-02-2024)
Commento su Marco 1,12-15
"Convertitevi e credete al Vangelo" (dal Vangelo di Marco) Entriamo in Quaresima, con il capo ancora impolverato di cenere, iniziamo il nostro percorso di digiuno e penitenza. Siamo in cammino verso la Pasqua. In tutta la liturgia di oggi siamo sollecitati alla purificazione e al cambiamento. Dobbiamo aprire il cuore allo Spirito Santo che vuole aiutarci ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 18-02-2024)
Commento su Marco 1,12-15
Il Vangelo di oggi ci parla di tentazioni: molti fedeli non sanno che cosa significhi essere tentati - da chi, o da che cosa? -; e che non conoscano il valore della tentazione si intuisce perché se ne confessano come di un peccato. La tentazione non è peccato, non ancora, almeno! La tentazione può inclinare al peccato. La tentazione è una delle condizioni ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 18-02-2024)
Dai sassi la Vita
Gesù stava con loro... Impariamo con lui a stare lì, a guardarle in faccia, le nostre belve. A nominarle. Non le devi né ignorare né temere, non le devi neppure uccidere, ma dar loro un nome, e poi una direzione. Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e vi rimase quaranta giorni, tentato da Satana. La tentazione? Una scelta tra due amori, scegliere la stell ...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 18-02-2024)
Convertitevi
Pochi giorni fa abbiamo iniziato il cammino della Quaresima con l'imposizione delle Ceneri. E oggi, nuovamente, nelle parole del Vangelo risuona con forza l'invito di Gesù alla conversione, uno dei temi centrali di questi quaranta giorni. Leggendo il brano di oggi mi sorprende l'annotazione di Marco: è lo Spirito, subito dopo il battesimo, che sospinge Gesù ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 18-02-2024)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Rocco Pezzimenti 1. Il brano evangelico di Marco è estremamente sintetico e ci presenta l'episodio di Gesù che si ritira nel deserto per quaranta giorni, dove sarà tentato da Satana. Qui subirà le tentazioni che, nel passo odierno, non vengono menzionate, ma sulle quali dobbiamo riflettere in apertura della nostr ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 18-02-2024)

Siete pronti per andare nel deserto? Avete preparato l'occorrente? Sicuramente tanta acqua e del cibo perché ci verrà fame. Qualcosa per coprirsi perché, se di giorno fa molto caldo, di notte nel deserto fa molto freddo! Mi raccomando, non portate cose inutili, solo le cose davvero necessarie altrimenti lo zaino sarà troppo pesante da portare in spalla e ci ...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 18-02-2024)
Il tuo deserto fiorirà...
...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 18-02-2024)

...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 18-02-2024)
#2minutiDiVangelo Marco 1,12-15 - Il deserto: il luogo in cui si ascolta meglio la voce di Dio
2minutiDiVangelo Mc 1,12-15 Il deserto: il luogo in cui si ascolta meglio la voce di Dio Commento al Vangelo - Omelia a cura di don Marco Scandelli Il breve testo di oggi è tratto dal I capitolo di San Marco, versetti dal 12esimo al 15esimo. Pur tuttavia, in esso sono contenuti ben due temi diversi: quello della tentazione di Gesù ad opera di Sat ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 18-02-2024)
Conversione, necessario cambiamento per tutti
Anche a prescindere dalla spiritualità e dalla religione è evidente, specialmente in questi ultimi decenni, come diventi fondamentale che gli uomini debbano rientrare in se stessi per autoidentificarsi, poiché, complice il progresso della tecnologia, della robotica e della scienza in generale, si sta perdendo la propria identità di soggetti umani. Fra tutte ...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 18-02-2024)
Senso e necessità della Quaresima
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 18-02-2024)

In questo tempo di Quaresima ci associamo a Gesù che, nel deserto per quaranta giorni, viene tentato dal maligno. Questo tempo di ascesi è un tempo di grazia che ci è offerto per aiutarci a superare le nostre mancanze di fede e resistenze nel seguire Gesù. Anche noi siamo chiamati a riscoprire il deserto come dimensione essenziale per l'anima, digiunando un ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 18-02-2024)

Con le ceneri abbiamo cominciato la quaresima, che è il tempo più interessante di tutto l'anno liturgico, perché ci aiuta a capire e contemplare il grande dono che è la Passione per noi. Più contempliamo la Passione, più capiamo che è una buona notizia più bella della stessa risurrezione di Gesù. In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel des ...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 18-02-2024)
Vade retro, Satana
Si apre il tempo di Quaresima con un episodio del Vangelo ben conosciuto. Il diavolo tenta Gesù dopo un periodo segnato da digiuno e deserto. Il Padre lo spinge in questo luogo inospitale e gli fa sperimentare la fame per provarlo e per ritrovare nel raccoglimento la forza di iniziare il suo ministero pubblico. Il contesto è segnato dal terrore in tutta l ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 18-02-2024)
#StradeDorate - Commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    don Gianfranco Calabrese       (Omelia del 18-02-2024)
Video commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 18-02-2024)
Deserti
Quaresima. No dai, non scherziamo. Quaresima proprio anche no, grazie. Da mesi e mesi passiamo da un deserto all'altro. Si sono disseccate le speranze di un mondo costruito sulla pace e sulla tolleranza, e inaridite molte comunità cristiane stanche e litigiose, e arse le relazioni, sempre più tossiche e problematiche. Quaresima anche no, saltiamo subito al ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 18-02-2024)
La vita cristiana è una lotta già vinta dal Cristo risuscitato
Il tempo della quaresima è l'opportunità offerta ai catecumeni per prepararsi a celebrare con fede e gioia i sacramenti dell'iniziazione cristiana nella vigilia pasquale del sabato santo; serve a noi tutti, che abbiamo già celebrato il battesimo e la cresima, perseverando nella fedeltà alla celebrazione domenicale dell'eucaristia, per rinnovare la nostra spe ...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 18-02-2024)
Convertitevi e credete al Vangelo
LA GIOIA DEL VANGELO ...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 18-02-2024)
In cammino nel deserto
Dopo aver fatto l'esperienza della vicinanza di Dio con il Battesimo, Gesù fa una nuova esperienza: quaranta giorni di deserto. E' lo Spirito a spingere Gesù nel deserto (letteralmente, lo "gettò fuori nel deserto"). Carico di significati e ricordi della storia di Israele, il deserto è di volta in volta luogo della prova, dell'intimità con Dio, del tradiment ...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 18-02-2024)
In cammino nel deserto
Dopo aver fatto l'esperienza della vicinanza di Dio con il Battesimo, Gesù fa una nuova esperienza: quaranta giorni di deserto. E' lo Spirito a spingere Gesù nel deserto (letteralmente, lo "gettò fuori nel deserto"). Carico di significati e ricordi della storia di Israele, il deserto è di volta in volta luogo della prova, dell'intimità con Dio, del tradiment ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 18-02-2024)
La Parola - Commento al Vangelo di Marco (Mc 1,12-15)
...
(continua)

 
    Giancarlo Airaghi       (Omelia del 18-02-2024)
Via Amoris 1 - La fame
Prima tappa di un percorso quaresimale in 7 parole, con 7 amici, per entrare nella Pasqua di Gesù. Oggi, ad accompagnarci, sarà l'amico Fabio Maroldi, diacono della Diocesi di Milano, che svolge il suo servizio presso la Casa delle Carità di Lecco. Grazie Fabio! Buon ascolto e buon cammino a ciascuno di voi! ...
(continua)

 
    don Giampaolo Centofanti       (Omelia del 18-02-2024)

Dopo la grande grazia del Battesimo per Gesù ancora non è venuto il momento di annunciare agli altri tutto questo bene. Lo Spirito lo sospinge nel deserto perché accolga profondamente l'amore ricevuto dal Padre, facendolo proprio, maturandolo, nella carne. Gesù non è venuto a fare cose buone ma ad essere segno dell'amore del Padre, tutto unito a lui. Gesù ne ...
(continua)

 
    don Antonino Sgrò       (Omelia del 18-02-2024)
Lotta e conversione per amore
«E poi c'è questo di fianco che ha chiuso gli occhi, non li apre più; è da due giorni che dorme che pare non respiri: non ho mai visto nessuno dormire così tanto. Ho chiesto a mamma e ha detto che era proprio stanco» (Mirkoeilcane). Il testo di una canzone descrive con gli occhi di un bambino il dramma della traversata del mare dei profughi; quello che al pi ...
(continua)

 
    padre Ezio Lorenzo Bono       (Omelia del 18-02-2024)
"EFFETTO LUCIFERO"
I. Negli anni 70 all'università di Stanford fu fatto un esperimento dal Prof. Zimbardo e la sua equipe, per studiare il comportamento umano in situazioni di potere e autorità. Furono selezionati 24 studenti universitari, furono divisi in due gruppi, uno di carcerati e l'altro di guardie e furono messi in una prigione simulata. L'esperimento che doveva durat ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 18-02-2024)
Gesù nei deserti dell' anima (Mc 1,12-15)
...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 18-02-2024)
L' essenziale è invisibile
...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 18-02-2024)
Video commento su Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 18-02-2024)
Domenica - I settimana di Quaresima - Anno B - Commento al Vangelo
segui la WebTv o iscriviti al MONASTERO INVISIBILE su www.ilcenacolowebtv.it ...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 18-01-2024)
Video commento su Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 21-02-2021)
Commento su Gen 9,8-15; Sal 24; 1Pt 3,18-22; Mc 1,12-15
La liturgia di domenica scorsa ci proponeva il problema dell'emarginazione sociale che ancora oggi esiste nel mondo. Gesù ha compassione del lebbroso che presentatosi a lui gli chiede di purificarlo. Gesù sconvolge la logica di allora, accoglie il lebbroso, lo tocca e lo risana, lo reintegra nella vita sociale, lo fa ritornare ad essere una persona. I mir ...
(continua)

 
    don Giovanni Berti       (Omelia del 21-02-2021)
Gesù Nel Deserto Dei Deserti
Clicca qui per la vignetta della settimana. Come in quelle trame di film di fantascienza dove i protagonisti entrano in un loop temporale che li riporta indietro nel tempo, anche la liturgia di questa prima domenica di Quaresima ci riporta di nuovo all'inizio del Vangelo di Marco. Con Domenica scorsa eravamo quasi "usciti" dal capito primo, ma l'episodio ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 21-02-2021)
Video commento a Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    Bella prof! - don Gianmario Pagano       (Omelia del 21-02-2021)
Perché Gesù affronta la prova nel deserto?
...
(continua)

 
    don Luca Garbinetto       (Omelia del 21-02-2021)
Chiamati all'armonia degli opposti
Scarno ed essenziale, il racconto delle tentazioni di Marco ci presenta tutte le contraddizioni che in Gesù trovano armonia. Pochi versetti, per mostrarci in Lui ciò che siamo noi, e allo stesso tempo indicarci una meta per il nostro cammino di uomini assetati di felicità. Gesù ha appena ricevuto la visita dirompente dello Spirito nel Battesimo, riconoscend ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 21-02-2021)

La prima Domenica di Quaresima apre la riflessione sul tema delle tentazioni e del combattimento spirituale. Il Vangelo di Marco apre la sua narrazione descrivendo la particolare situazione in cui si trova Gesù nel deserto: "Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano". Questa condizione, che spesso passa inosservata o poco meditata, rappresenta ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 21-02-2021)
Quaresima: tempo di conversione e silenzio
Nel vangelo abbiamo ascoltato che si parla delle tentazioni di Gesù, dei quaranta giorni vissuti nel deserto digiunando, pregando, meditando, lottando, prima che iniziasse la vita pubblica. Tutto questo in profonda solitudine e silenzio. L'evangelista Marco non presenta in dettaglio le tentazioni di Gesù, come fanno Matteo (4,1-11) e Luca (4,1-13). Gesù non ...
(continua)

 
    Monaci Benedettini Silvestrini       (Omelia del 21-02-2021)
Convertitevi e credete al Vangelo
Sono i due imperativi scandita da Cristo Gesù per noi e che la Chiesa, come Madre premurosa, ripete a tutti. Accende così nella nostra memoria un triste passato, il nostro primo peccato e quelli poi perpetrati personalmente da ciascuno di noi. Sono i tristi eventi con cui abbiamo rotto più volte la preziosa nostra alleanza con Dio sperimentando in noi e into ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 21-02-2021)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Gianmarco Paris Un altro tipo di "quarantena" L'inizio della quaresima dell'anno scorso segnava l'inizio della pandemia, il blocco di quasi tutte le attività lavorative e comunitarie. Dall'anno scorso ad oggi è cambiato il mondo! Abbiamo perso tanti amici, tanti hanno perso il lavoro, trovandosi in condizi ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 21-02-2021)

"Lo Spirito lo sospinse nel Deserto... tentato da Satana" Carissimi bambini, oggi è la prima domenica di Quaresima. La Quaresima è il tempo in cui tutti insieme ci prepariamo a vivere la grande festa della Pasqua. Questo tempo si chiama così perché ricorda proprio i quaranta giorni in cui Gesù andò nel deserto a combattere con le tentazioni e con Satana pe ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 21-02-2021)
Una nuova Alleanza
Il cammino domenicale di Quaresima si apre come ogni anno con la narrazione delle tentazioni di Gesù, il cui sostare per quaranta giorni nel deserto diviene "icona" del cammino penitenziale della Quaresima, fatto appunto di quaranta giorni. Se il racconto di questo episodio è tradizionalmente legato a questa domenica - nota appunto come "Domenica delle Tenta ...
(continua)

 
    don Mario Simula       (Omelia del 21-02-2021)
Nel deserto a scuola di amore
Con Gesù la storia raggiunge il suo culmine, scopre la sua "pienezza". Non si può più parlare di tempo "cronologico", passaggio di giorni, di mesi e di anni, ma di un tempo come "grazia", come "salvezza". Gesù è con noi. Ormai "la salvezza" è in mezzo a noi. Il dono maturo dell'amore di Dio ci viene offerto da Gesù. A noi è chiesta la disposizione ad accogli ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 21-02-2021)
L'amore orienta il cammino
Il deserto (Mc 1,12-15) evoca tante immagini e altrettanti significati. Sicuramente all'inizio provoca smarrimento: il deserto richiama l'idea del vuoto. Nel deserto bisogna sapersi muovere, avere un buon senso dell'orientamento e mai avventurarsi senza esperienza. Nel deserto non si può portare tutto, ma solo l'essenziale per non appesantire il viaggio. ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 21-02-2021)
Lavacro, purificazione e conversione in Cristo Signore
Da mercoledì scorso, con la sacre Ceneri, è iniziata la Quaresima 2021, il tempo liturgico di 40 giorni che ci prepara alla Pasqua. Si tratta di un periodo penitenziale abbastanza lungo che impegna ogni cristiano a vivere questi giorni nella preghiera, nella penitenza, nella carità e nella lotta ad ogni forma di male che può annidarsi nel cuore di ogni uomo. ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 21-02-2021)
Quaresima: tempo forte e favorevole
Nella nostra vita ci sono momenti di solitudine, di fatica, di sacrifici, di tentazioni. Ma ci sono anche i momenti in cui abbiamo bisogno di silenzio, di riflessione, di pace interiore, abbiamo bisogno di preghiera, come vera ricerca di Dio. E' quello che possiamo coltivare nel cammino della quaresima come risposta e sostegno nelle nostre azioni e nei nostr ...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 21-02-2021)
Lectio Divina - I Domenica di Quaresima - Anno B
...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 21-02-2021)
#2minutiDiVangelo 1 Domenica di Quaresima - Chiamati a pentirci: il principale compito del cristiano
Commento al Vangelo della I Domenica di Quaresima - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Mc 1 12-15 ---- Noi pensiamo sempre al deserto come a un periodo di prova, di difficoltà, un periodo da evitare. Ma se siete stati bene attenti, è stato lo Spirito a "sospingere" Gesù in quella condizione. Infatti, prima ancora che un luogo ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 21-02-2021)
#StradeDorate - Commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 21-02-2021)
Il tempo favorevole della quaresima
...
(continua)

 
    don Gaetano Luca (Amore)       (Omelia del 21-02-2021)

...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 21-02-2021)
Commento al Vangelo del 21 febbraio
...
(continua)

 
    don Giacomo Falco Brini       (Omelia del 21-02-2021)
Con Gesù tutto è cambiato
Nella 1a domenica di quaresima Marco evangelista racconta alla sua maniera, cioè con poche e scarne parole, la volontaria sottoposizione del Signore Gesù alle tentazioni. Marco, a differenza degli altri sinottici, non si sofferma tanto sulla tipologia delle tentazioni descritte nella triade dialogica con satana (cfr. Mt 4 e Lc 4). Vuole sottolineare questa e ...
(continua)

 
    Michele Antonio Corona       (Omelia del 21-02-2021)
La salvezza di Gesù è più luminosa dell'arcobaleno
Le tentazioni di Gesù narrate da Marco sono incentrate sulla definitiva novità portata dal Regno di Dio, giunto ormai a compimento attraverso la bellezza di una nuova creazione messianica e salvifica. Nei tempi forti (Avvento, Natale, Quaresima, Pasqua) la liturgia propone prima e seconda lettura sotto la chiave tematica del vangelo. Pertanto, la pagina di ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 21-02-2021)
La tentazione ti spinge a scegliere la tua bussola
Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e vi rimase quaranta giorni, tentato da Satana. La tentazione? Una scelta tra due amori. Vivere è scegliere. La tentazione ti chiede di scegliere la bussola, la stella polare per il tuo cuore. Se non scegli non vivi, non a pieno cuore. Al punto che l'apostolo Giacomo, camminando lungo questo filo sottile ma fortissimo, ci ...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 21-02-2021)
Convertitevi
Non mi stanco mai di leggerlo: il Regno di Dio è vicino, convertitevi e credete nel Vangelo! Che bello iniziare questo tempo di Quaresima ricordando che il Regno è vicino, che Dio è vicino. Siamo stremati dal dolore e dall'incertezza, sembra che molte cose non saranno mai piú come prima, ma Gesù ci rassicura: coraggio, il Regno è vicino! Pochi minuti fa mi ...
(continua)

 
    Frati Minori Cappuccini       (Omelia del 21-02-2021)
Commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 21-02-2021)

Il tempo di Quaresima giunge inesorabile in ogni anno liturgico e ci rimanda alla meta a cui tutti dobbiamo giungere ovvero alla Pasqua. Un tempo questo in cui ci viene chiesto di aumentare il nostro impegno di fede con gli strumenti della preghiera, la carità e il digiuno che ci riconducono all'essenziale della nostra esistenza. La Parola ci presenta un Di ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 21-02-2021)
Il «deserto» vissuto come «giardino»
La scelta fondamentale per tracciare il sentiero della vita nel «deserto» delle prove. All'inizio della quaresima, facciamo nostra la preghiera del salmo «Fammi conoscere, Signore, le tue vie, insegnami i tuoi sentieri. Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi, perché sei tu il Dio della mia salvezza» (Sal 25,4-5). Se la nostra vita è come un sentiero tutto ...
(continua)

 
    mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola       (Omelia del 21-02-2021)
Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 21-02-2021)
Come avviene la tentazione?
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 21-02-2021)

Sta scritto che Gesù viene sospinto dallo Spirito nel deserto, e qui affronta prove e tentazioni. Perché deve affrontarle? Egli le affronta da uomo; Egli scende nel nostro punto più basso, più misero, più infimo, perché ogni cosa va risolta alla radice, come un tumore da estirpare completamente. Egli scende nel nostro punto più basso perché noi non ci scorag ...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 21-02-2021)
Convertitevi, e credete nel Vangelo!
...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 21-02-2021)
La Parola - Commento al Vangelo di Marco (Mc 1,12-15)
...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 21-02-2021)
Il segno delle Ceneri
La liturgia, guida della vita cristiana, dallo scorso mercoledì, il mercoledì delle Ceneri, ci ha introdotto nel tempo detto della quaresima, come vengono chiamati i quaranta giorni che preparano alla Pasqua. Il numero dei giorni corrisponde a quello trascorso da Gesù nel deserto, prima di dare inizio alla fase finale della sua missione. Il vangelo della pri ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 21-02-2021)
Occasione o tentazione?
...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 21-02-2021)
In cammino nel deserto
Con Gesù ci inoltriamo nel deserto per quaranta giorni per verificare dove stiamo andando e riprogrammare il cammino dietro a Lui. Entriamo anche noi nel deserto per metterci in ascolto della Sua Parola, di noi stessi, per (ri)scoprire il silenzio e per dare una gerarchia ai nostri mille impegni. Facciamo un po' di vuoto e di silenzio intorno a noi per rit ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 21-02-2021)

In questa prima domenica di quaresima, merita porre l'accento anche sulla prima lettura, che racconta l'alleanza tra Dio e il suo popolo, dopo il diluvio (Genesi, capitolo 9). Ricordiamo che lo scopo del racconto, dove sembra che Dio voglia separare i buoni dai cattivi, salvando i buoni con l'arca di Noè e affogando i cattivi, è costruito proprio per arrivar ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 21-02-2021)
Quaresima e battesimo. Che c'entra?
L'acqua del Diluvio Universale, del quale leggiamo il seguito nella Prima Lettura di oggi dalla Genesi, distrugge il mondo peccaminoso per poterlo poi riedificare, purificando il sordido e l'impuro e richiamando il mondo a vita nuova. Sia in questo episodio sia in altri della Bibbia l'acqua quindi è elemento di salvezza, perché rinnova e rigenera distruggend ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 21-02-2021)
Commento su Marco 1,12-15
Prima domenica di quaresima; iniziamo il cammino verso la Pasqua di risurrezione, accomunati da più di un sentimento: incertezza, paura, dolore e rabbia da una parte; dall'altra, tanta voglia di ricominciare, di ripartire, di riprendere un discorso interrotto più di un anno fa. Abbiamo perduto un fratello, il marito, la moglie, un genitore, un amico, un col ...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 21-02-2021)
Riduciamo in cenere il nostro peccato
Anche quest'anno, così diverso da tutti gli altri anni, torna puntualmente la Quaresima che inizia col mercoledì delle ceneri. Meno male che l'anno liturgico non sa niente del virus, delle varie restrizioni in atto e dei colori delle varie zone: rosso, arancione, giallo ma conosce solo il grigio-cenere, unico colore che ci introdurrà poi nella zona celeste! ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 21-02-2021)
Gesù nel deserto (Mc 1,12-15)
...
(continua)

 
    don Gianfranco Calabrese       (Omelia del 21-02-2021)
Video commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 18-02-2018)
Commento su 2Cr 36,14-16.19-23; Sal 136; Ef 2,4-10; Gv 3,14-21
E subito lo Spirito lo sospinse nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». Se nella vita " ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 18-02-2018)

"Credete nel Vangelo": parole di Gesù che chiudono il brano evangelico di questa domenica. "Vangelo" significa letteralmente "buona notizia". Quale buona notizia? La risposta la troviamo nei testi della Messa. Il brano della Genesi ci riporta ai giorni successivi al diluvio universale; "Io stabilisco la mia alleanza con voi...": eccola la "buona notizia". ...
(continua)

 
    Casa di Preghiera San Biagio FMA       (Omelia del 18-02-2018)
Commento s Gen. 9, 12
"Pongo il mio arco sulle nubi, perché sia il segno dell'alleanza tra me e la terra" Gen. 9, 12 Come vivere questa Parola? Bellissima la pagina di Genesi che la liturgia ci offre in questo inizio della Quaresima. La parola di un Dio che nell'arcobaleno, (fenomeno naturale che segna il passaggio da un tempo temporalesco a uno di rasserenante quiete) trova m ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 18-02-2018)
Audio commento al Vangelo - Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    Sulla strada - TV2000       (Omelia del 18-02-2018)
Commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 18-02-2018)
Audio commento alla liturgia - Mc 1,12-15
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 18-02-2018)
Video commento - prima domenica quaresima B
...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 18-02-2018)
Video commento a Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    dom Luigi Gioia       (Omelia del 18-02-2018)
Il ponte ristabilito
Nella sua descrizione dei quaranta giorni di Gesù nel deserto, l'evangelista Marco racchiude in solte tre righe tutta l'esperienza del popolo di Dio dell'Antico Testamento. Da una parte, lo presenta come il tempo della prova quando afferma che lo Spirito sospinse Gesù nel deserto, dove rimase quaranta giorni (come i quarant'anni del popolo nel deserto) per e ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 18-02-2018)
Video commento a Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    don Giovanni Berti       (Omelia del 18-02-2018)
Gesù in campagna elettorale
Clicca qui per la vignetta della settimana. In Italia siamo entrati in piena campagna elettorale. Tra poche settimane sapremo (forse) a chi andrà in mano il governo nella nostra nazione. E così assistiamo ad un aumento dei proclami, promesse, presentazioni da parte di chi vuole essere eletto, il tutto accompagnato ovviamente da critiche agli "avversari" p ...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 18-02-2018)
La Messa è come la nostra casa-l'ingresso
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    don Maurizio Prandi       (Omelia del 18-02-2018)
Cose da uomini, cose da Dio!
Per quello che riguarda la prima domenica, la porta di ingresso al tempo di Quaresima è l'immagine che la prima lettura ci consegna, ed un'immagine, un simbolo di pace! Dio ha un arco e lo depone sulle nubi... l'arco di Dio non serve per colpire, nemmeno per difendersi. Nelle mani di Dio le armi diventano segnali di pace, dell'arco Dio fa un arcobaleno. Non ...
(continua)

 
    don Luca Garbinetto       (Omelia del 18-02-2018)
Tra belve e angeli: la corte celeste abita il deserto
Nel libro di Giobbe, parabola coraggiosa che affronta le dure domande di senso di fronte al dramma della morte e del male, si racconta di un Dio seduto nel cielo e attorniato dalla sua corte celeste. Accanto a Lui vi sono i ?figli di Dio', riconoscibili negli angeli, e fra di loro si insinua Satana, che vuole mettere in difficoltà l'uomo, creatura amata da D ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 18-02-2018)
Audio commento alla liturgia del 18 febbraio 2018
...
(continua)

 
    don Marco Pozza       (Omelia del 18-02-2018)
Satana a Cristo: ?mi fai due capriole??
Il mondo era tutt'intento ad auto-celebrarsi, quando Dio si fece uomo. Divenne uomo, tra i mille sogni che lo spinsero ad un carriera così ricca di prestigio, per un recondito desiderio d'ammaestrare il mondo a governare con la gioia: poiché a governare con la paura sono capaci in tanti, la sua rivoluzione Lui volle farla a colpi di stupore, di libertà, di f ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 18-02-2018)
Rimase nel deserto
Finché è la società che ti lascia solo, o perché non si preoccupa del tuo benessere e della tua salute, o perché non tutela i tuoi diritti, o perché ti esclude dal mondo del lavoro perché troppo giovane e quindi inesperto, oppure troppo vecchio e quindi non più ricollocabile...te la puoi anche prendere, ma alla fine ti rassegni, e se non lo accetti, quanto m ...
(continua)

 
    Gaetano Salvati       (Omelia del 18-02-2018)

L'incontro con Cristo risorto deve compiersi mediante una profonda preparazione spirituale, da attuare in gesti d'amore e nell'annuncio della liberazione dal male. La liturgia della Parola ci offre la possibilità di sfruttare il tempo di Quaresima. Innanzitutto, il vangelo: san Marco, descrivendo due episodi della vita di Gesù (la permanenza nel deserto e la ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 18-02-2018)
Vivere il battesimo nel "deserto" dell'esistenza
L'annuncio pasquale accompagni la nostra vita quotidiana. Una delle cose più belle e più sagge è custodire nel cuore e nella mente l'annuncio pasquale, cioè il centro della nostra fede, il perno attorno a cui ogni nostra azione vorrebbe ruotare, ispirarsi, riferirsi. Nei libri del Nuovo Testamento sono registrati alcuni "annunci pasquali" che erano usciti d ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 18-02-2018)
La Parola - Commento al Vangelo Marco (Mc 1,12-15)
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 18-02-2018)

Con il Mercoledì delle Ceneri è iniziata la Quaresima, un tempo di grazia forte, per rivedere la nostra vita e riscoprire la bellezza di aver aderito a Cristo con il battesimo. Dopo il battesimo lo Spirito Santo spinge Gesù, lo trascina nel deserto; questo ci dice che Gesù non ci va per caso, non è un incidente di percorso; lì vi rimane 40 giorni, digiunand ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 18-02-2018)
La tentazione è sempre una scelta fra due amori
La prima lettura racconta di un Dio che inventa l'arcobaleno, questo abbraccio lucente tra cielo e terra, che reinventa la comunione con ogni essere che vive in ogni carne. Questo Dio non ti lascerà mai. Tu lo puoi lasciare, ma lui no, non ti lascerà mai. Il Vangelo di Marco non riporta, a differenza di Luca e Matteo, il contenuto delle tentazioni di Gesù, ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 18-02-2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Tentati da Satana, sorretti dal Padre! Parlare pubblicamente di satana, diavolo, demonio, oggi può significare essere presi per persone poco serie, affabulatori di infima categoria se non addirittura una sorta di romanzieri. E' un pericolo serio e seriamente va preso e considerato in barba ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 18-02-2018)

Ricordo che da bambina la Quaresima era per me un tempo lunghissimo, nell'attesa della festa per eccellenza: la Pasqua. Solo crescendo sto imparando a trascorrere questo tempo come un momento in cui ci si mette un po' in "stand by" ma con la connessione sempre attiva, proprio come un computer che sta caricando dati per ripartire con una potenza nuova su cui ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 18-02-2018)
#StradeDorate - Commento su Marco 1,12-15
...
(continua)

 
    don Luciano Cantini       (Omelia del 18-02-2018)
Dal deserto al paradiso
Subito dopo Mentre Matteo e Luca si dilungano nella descrizione delle tentazioni nel deserto di Gesù con dovizia di particolari, di dialoghi e di luoghi, Marco nella sua essenzialità è particolarmente incisivo. I racconti degli altri sinottici ripercorrono le tentazioni dell'antico Israele, e quelle degli uomini di ogni tempo e mettono nella bocca di Gesù l ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 18-02-2018)
Quaresima: acqua, deserto e penitenza
La parola di Dio di questa prima domenica di Quaresima 2018 è incentrata nel presentarci il significato della Quaresima, attingendo da due testi biblici, il primo dal Libro della Genesi, relativo al diluvio universale, il secondo dal Vangelo di Marco, riguardante il periodo di isolamento di Cristo nel deserto. Acqua, deserto e penitenza sono le tre parole ch ...
(continua)

 
    don Domenico Luciani       (Omelia del 18-02-2018)
Video commento su Mc 1,12-15
...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 18-02-2018)
Come vincere il maligno
Gesù sospinto nel deserto! La prima domenica di Quaresima ci parla di una realtà invisibile ma onnipresente nella nostra vita, come fu presente anche nella vita di Gesù: quella del tentatore. La nostra battaglia, oltre che contro il mondo e la carne, è contro gli spiriti del male. Da quando furono precipitati e ridotti a strisciare non sopportano di vedere q ...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 18-02-2018)
Prima domenica dopo le Ceneri
(Facoltà dell'U) Da mercoledì, il mercoledì delle Ceneri, i cristiani sono entrati nel tempo detto della quaresima, cioè nei quaranta giorni che preparano la Pasqua. Il numero dei giorni corrisponde a quello trascorso da Gesù nel deserto, prima di dare inizio alla fase finale della sua missione. Il vangelo della prima domenica, come ogni anno, parla appunto ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 18-02-2018)
Distruggere per rinnovare
Distruggere per ricostruire. E' una logica che appartiene alle strategie di mercato, un sottile procedimento speculativo voluto anche da Kant e non di rado anche un processo che si vede nel corso della storia. In tanti avvenimenti occorsi nei secoli si è riscontrato non di rado come si sia pervenuti a soluzioni congeniali abbattendo situazioni precedenti per ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 18-02-2018)
Commento su Marco 1,12-15
Mercoledì è iniziata la Quaresima: abbiamo a disposizione quaranta giorni - ora solo più 36... - per fare un bilancio sulla nostra relazione col Buon Dio, per riconoscere gli aspetti che funzionano e quelli che non funzionano, rispetto alla fede. E visto che parliamo di funzionamento, un primo elemento da tenere presente, e sul quale forse è necessario conve ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 18-02-2018)
Commento su Marco 1,12-15
"Credete nel Vangelo": parole di Gesù che chiudono il brano evangelico di questa domenica. "Vangelo" significa letteralmente "buona notizia". Quale buona notizia? La risposta la troviamo nei testi della Messa. Il brano della Genesi ci riporta ai giorni successivi al diluvio universale; "Io stabilisco la mia alleanza con voi...": eccola la "buona notizia". ...
(continua)

 
    Carla Sprinzeles       (Omelia del 18-02-2018)
Commento su Genesi 9,8-15; Marco 1,12-15
Come passa il tempo! Mi sembrava ieri Natale e oggi inizia la Quaresima. Proprio perché il tempo vola, vorrei capire, insieme a voi cos'è la Quaresima. L'invito di Gesù: "Convertitevi e credete al Vangelo" a chi è rivolto? Gesù, all'inizio della predicazione, aveva colto l'esigenza, l'urgenza per i suoi contemporanei di assecondare il cammino della stori ...
(continua)