B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Siracide
  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  

(Testo CEI74)

1
I. RACCOLTA DI SENTENZE
L'origine della sapienza

1Ogni sapienza viene dal Signore
ed è sempre con lui.
2La sabbia del mare, le gocce della pioggia
e i giorni del mondo chi potrà contarli?
3L'altezza del cielo, l'estensione della terra,
la profondità dell'abisso chi potrà esplorarle?
4Prima di ogni cosa fu creata la sapienza
e la saggia prudenza è da sempre.
5A chi fu rivelata la radice della sapienza?
Chi conosce i suoi disegni?
6Uno solo è sapiente, molto terribile,
seduto sopra il trono.
7Il Signore ha creato la sapienza;
l'ha vista e l'ha misurata,
l'ha diffusa su tutte le sue opere,
8su ogni mortale, secondo la sua generosità,
la elargì a quanti lo amano.

Il timore di Dio

9Il timore del Signore è gloria e vanto,
gioia e corona di esultanza.
10Il timore del Signore allieta il cuore
e dà contentezza, gioia e lunga vita.
11Per chi teme il Signore andrà bene alla fine,
sarà benedetto nel giorno della sua morte.
12Principio della sapienza è temere il Signore;
essa fu creata con i fedeli nel seno materno.
13Tra gli uomini essa ha posto il nido, fondamento perenne;
resterà fedelmente con i loro discendenti.
14Pienezza della sapienza è temere il Signore;
essa inebria di frutti i propri devoti.
15Tutta la loro casa riempirà di cose desiderabili,
i magazzini dei suoi frutti.
16Corona della sapienza è il timore del Signore;
fa fiorire la pace e la salute.
17Dio ha visto e misurato la sapienza;
ha fatto piovere la scienza e il lume dell'intelligenza;
ha esaltato la gloria di quanti la possiedono.
18Radice della sapienza è temere il Signore;
i suoi rami sono lunga vita.

Pazienza e controllo di sé

19La collera ingiusta non si potrà giustificare,
poiché il traboccare della sua passione sarà la sua rovina.
20Il paziente sopporterà per qualche tempo;
alla fine sgorgherà la sua gioia;
21per qualche tempo terrà nascoste le parole
e le labbra di molti celebreranno la sua intelligenza.

Sapienza e rettitudine

22Fra i tesori della sapienza sono le massime istruttive,
ma per il peccatore la pietà è un abominio.
23Se desideri la sapienza, osserva i comandamenti;
allora il Signore te la concederà.
24Il timore del Signore è sapienza e istruzione,
si compiace della fiducia e della mansuetudine.
25Non essere disobbediente al timore del Signore
e non avvicinarti ad esso con doppiezza di cuore.
26Non essere finto davanti agli uomini
e controlla le tue parole.
27Non esaltarti per non cadere
e per non attirarti il disonore;
28il Signore svelerà i tuoi segreti
e ti umilierà davanti all'assemblea,
29perché non hai ricercato il timore del Signore
e il tuo cuore è pieno di inganno.

(Testo TILC)

1
Dio è la fonte della sapienza

1Ogni dono della sapienza viene dal
Signore,
e soltanto lui la possiede in tutta la sua
pienezza.
2I granelli di sabbia sulle rive dei mari,
le gocce della pioggia,
i giorni di tutta la storia
chi mai potrà contarli?
3L'altezza del cielo,
l'estensione della terra,
la profondità degli abissi
chi mai potrà esplorarle?
4Prima di tutte le cose fu creata la
sapienza;
la capacità di scegliere e progettare
saggiamente
esiste dall'eternità
6Ma l'origine della sapienza a chi è stata
rivelata?
e i suoi segreti chi li potrà scoprire ?
8Uno solo possiede la sapienza: il Signore,
e bisogna riconoscerlo.
Egli è come un re seduto sul trono.
9Lui, il Signore stesso, ha creato la
sapienza,
l'ha conosciuta e l'ha pesata.
Lui l'ha diffusa su tutte le sue opere.
10Siccome il Signore è generoso, l'ha data
ad ogni uomo;
ma a quelli che lo amano l'ha donata in
abbondanza.

Ama e onora il Signore

11Il timore di Dio è motivo di onore e di
fierezza;
chi teme di offendere Dio è un uomo
felice
e gusta la gioia di un vincitore.
12Chi si fida del Signore ha il cuore pieno di
gioia,
è soddisfatto e vivrà a lungo.
13Chi ama il Signore, riuscirà sempre bene
in tutto,
sarà fortunato anche al momento della
morte.
14Il principio della sapienza è il timore di
Dio.
Egli la dona ai credenti fin dal seno
materno.
15La sapienza ha costruito tra gli uomini un
nido stabile,
e sarà sempre per loro una compagna fedele.
16 Chi onora il Signore raggiunge il più alto
grado della sapienza:
essa lo sazia con i suoi frutti,
17ricolma la sua casa di ogni bene
e i suoi magazzini riempie di grano.
18Sì, il timore del Signore è il culmine della
sapienza,
fa rifiorire la pace e la buona salute in chi
la possiede
19e come pioggia abbondante riversa
scienza, intelligenza
e gloria infinita.
20La radice della sapienza sta nel
riconoscere il Signore,
i suoi frutti sono una vita lunga.

Sappi dominarti

22Uno che si arrabbia per niente non ha
scuse,
e la sua ira scatenata finisce col rovinarlo.
23L'uomo paziente sa controllarsi fino al
momento giusto;
e più tardi, si sentirà ricompensato dalla
gioia.
24Se fino al momento buono terrà per sé i
suoi pensieri,
poi sentirà gli altri parlare del suo buon
senso.

Agisci come piace a Dio

25Tra i tesori della sapienza ci sono proverbi
molto istruttivi,
ma il peccatore ne prova nausea perché
non sa rispettare Dio.
26Se vuoi ottenere la sapienza, agisci sempre
come piace a Dio:
allora sta' sicuro, il Signore te la darà.
27Il timore del Signore rende l'uomo saggio
e lo istruisce a dovere;
a Dio piacciono fedeltà e dolcezza.
28Mostrati docile con il Signore,
non presentarti a lui con cuore bugiardo.
29Non essere sleale con gli altri,
controlla sempre le tue parole.
30Non crederti chissà chi, perché andrai
incontro a delusioni,
e gli altri finiranno col metterti da parte;
il Signore infatti svelerà quello che tu
nascondi,
e ti umilierà in mezzo all'assemblea,
perché non hai mai voluto riconoscere il
Signore
e sei stato ipocrita.

(Testo CEI2008)

1
LA SAPIENZA GUIDA LA VITA DELL'UOMO
La sapienza viene dal Signore

1 Ogni sapienza viene dal Signore
e con lui rimane per sempre.
2La sabbia del mare, le gocce della pioggia
e i giorni dei secoli chi li potrà contare?
3L'altezza del cielo, la distesa della terra
e le profondità dell'abisso chi le potrà esplorare?
4Prima d'ogni cosa fu creata la sapienza
e l'intelligenza prudente è da sempre.
5Fonte della sapienza è la parola di Dio nei cieli,
le sue vie sono i comandamenti eterni.
6La radice della sapienza a chi fu rivelata?
E le sue sottigliezze chi le conosce?
7Ciò che insegna la sapienza a chi fu manifestato?
La sua grande esperienza chi la comprende?
8Uno solo è il sapiente e incute timore,
seduto sopra il suo trono.
9Il Signore stesso ha creato la sapienza,
l'ha vista e l'ha misurata,
l'ha effusa su tutte le sue opere,
10a ogni mortale l'ha donata con generosità,
l'ha elargita a quelli che lo amano.
L'amore del Signore è sapienza che dà gloria,
a quanti egli appare, la dona perché lo contemplino.

Il timore del Signore conduce alla sapienza

11Il timore del Signore è gloria e vanto,
gioia e corona d'esultanza.
12Il timore del Signore allieta il cuore,
dà gioia, diletto e lunga vita.
Il timore del Signore è dono del Signore,
esso conduce sui sentieri dell'amore.
13Chi teme il Signore avrà un esito felice,
nel giorno della sua morte sarà benedetto.

14Principio di sapienza è temere il Signore;
essa fu creata con i fedeli nel seno materno.
15Ha posto il suo nido tra gli uomini con fondamenta eterne,
abiterà fedelmente con i loro discendenti.
16Pienezza di sapienza è temere il Signore;
essa inebria di frutti i propri fedeli.
17Riempirà loro la casa di beni desiderabili
e le dispense dei suoi prodotti.
18Corona di sapienza è il timore del Signore;
essa fa fiorire pace e buona salute.
L'una e l'altra sono doni di Dio per la pace
e si estende il vanto per coloro che lo amano.
19Egli ha visto e misurato la sapienza,
ha fatto piovere scienza e conoscenza intelligente,
ha esaltato la gloria di quanti la possiedono.
20Radice di sapienza è temere il Signore,
i suoi rami sono abbondanza di giorni.
21Il timore del Signore tiene lontani i peccati,
chi vi persevera respinge ogni moto di collera.

22La collera ingiusta non si potrà scusare,
il traboccare della sua passione sarà causa di rovina.
23Il paziente sopporta fino al momento giusto,
ma alla fine sgorgherà la sua gioia.
24Fino al momento opportuno terrà nascoste le sue parole
e le labbra di molti celebreranno la sua saggezza.

25Fra i tesori della sapienza ci sono massime sapienti,
ma per il peccatore è obbrobrio la pietà verso Dio.
26Se desideri la sapienza, osserva i comandamenti
e il Signore te la concederà.
27Il timore del Signore è sapienza e istruzione,
egli si compiace della fedeltà e della mansuetudine.
28Non essere disobbediente al timore del Signore
e non avvicinarti ad esso con cuore falso.
29Non essere ipocrita davanti agli uomini
e fa' attenzione alle parole che dici.
30Non esaltarti, se non vuoi cadere
e attirare su di te il disonore;
il Signore svelerà i tuoi segreti
e ti umilierà davanti all'assemblea,
perché non ti sei avvicinato al timore del Signore
e il tuo cuore è pieno d'inganno.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  
inizio pagina