B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Sofonia
  > Libro: Sofonia, Cap.: 1 2 3  

(Testo CEI74)

1
1Parola del Signore rivolta a Sofonìa figlio dell'Etiope, figlio di Godolia, figlio di Amaria, figlio di Ezechia, al tempo di Giosia figlio di Amon, re di Giuda.

I. IL GIORNO DEL SIGNORE IN GIUDA
Preludio cosmico

2Tutto farò sparire dalla terra.
Oracolo del Signore.
3Distruggerò uomini e bestie;
sterminerò gli uccelli del cielo e i pesci del mare,
abbatterò gli empi; sterminerò l'uomo dalla terra.
Oracolo del Signore.

Contro il culto degli dei stranieri

4Stenderò la mano su Giuda
e su tutti gli abitanti di Gerusalemme;
sterminerò da questo luogo gli avanzi di Baal
e il nome stesso dei suoi falsi sacerdoti;
5quelli che sui tetti si prostrano
davanti alla milizia celeste
e quelli che si prostrano davanti al Signore,
e poi giurano per Milcom;
6quelli che si allontanano dal seguire il Signore,
che non lo cercano, né si curano di lui.
7Silenzio, alla presenza del Signore Dio,
perchè il giorno del Signore è vicino,
perchè il Signore ha preparato un sacrificio,
ha mandato a chiamare i suoi invitati.

Contro gli alti dignitari della corte

8Nel giorno del sacrificio del Signore,
io punirò i prìncipi e i figli di re
e quanti vestono alla moda straniera;
9punirò in quel giorno chiunque salta la soglia,
chi riempie di rapine e di frodi
il palazzo del suo padrone.

Contro i commercianti di Gerusalemme

10In quel giorno - parola del Signore -
grida d'aiuto verranno dalla Porta dei pesci,
ululati dal quartiere nuovo
e grande fragore dai colli.
11Urlate, abitanti del Mortaio,
poichè tutta la turba dei trafficanti è finita,
tutti i pesatori d'argento sono sterminati.

Contro gli increduli

12In quel tempo
perlustrerò Gerusalemme con lanterne
e farò giustizia di quegli uomini
che riposando sulle loro fecce pensano:
«Il Signore non fa né bene né male».
13I loro beni saranno saccheggiati
e le loro case distrutte.
Hanno costruito case ma non le abiteranno,
hanno piantato viti, ma non ne berranno il vino.

Il giorno del Signore

14E' vicino il gran giorno del Signore,
è vicino e avanza a grandi passi.
Una voce: Amaro è il giorno del Signore!
anche un prode lo grida.
15«Giorno d'ira quel giorno,
giorno di angoscia e di afflizione,
giorno di rovina e di sterminio,
giorno di tenebre e di caligine,
giorno di nubi e di oscurità,
16giorno di squilli di tromba e d'allarme
sulle fortezze
e sulle torri d'angolo.
17Metterò gli uomini in angoscia
e cammineranno come ciechi,
perchè han peccato contro il Signore;
il loro sangue sarà sparso come polvere
e le loro viscere come escrementi.
18Neppure il loro argento, neppure il loro oro
potranno salvarli».
Nel giorno dell'ira del Signore
e al fuoco della sua gelosia
tutta la terra sarà consumata,
poichè farà improvvisa distruzione
di tutti gli abitanti della terra.

(Testo TILC)

1

1Questo è il messaggio che il Signore rivolse a Sofonia quando Giosia, figlio di Ammon, era re di Giuda. Sofonia era figlio di Cushi e nipote di Godolia, figlio di Amaria. Amaria era figlio di Ezechia.

Il giorno del Signore
Il Signore punirà la terra

2 Il Signore annunzia:
'Sto per distruggere sulla faccia della terra
ogni essere vivente.
3Annienterò gli uomini e gli animali,
gli uccelli e i pesci,
gli idoli e i loro adoratori;
farò sparire l'uomo dalla faccia della terra.

Il Signore punirà il regno di Giuda

4'Io agirò contro la gente di Giuda
e gli abitanti di Gerusalemme:
farò sparire da questo luogo
quel che resta del culto di Baal,
anche il ricordo dei sacerdoti
che lo servivano.
5Sterminerò quelli che salgono sui tetti,
per adorare le stelle,
quelli che mi rendono culto
con giuramenti di fedeltà a me,
e poi giurano in nome del dio Milcom.
6 Distruggerò chi si allontana
da me, il Signore,
chi non si rivolge più a me,
e non mi chiede consiglio'.

7Fate silenzio davanti a Dio, il Signore,
il giorno della sua collera è vicino:
il Signore si è preparato
come per un sacrificio,
ha già purificato i suoi invitati.

8Il Signore dichiara:
'Nel giorno del sacrificio
punirò i capi, i figli del re
e chi segue costumi stranieri.
9Punirò tutti quelli che entrano nel tempio
saltando la soglia come gli idolatri
e quelli che riempiono la casa
del loro padrone
con ricchezze frutto di violenza e di frode.
10In quel giorno, a Gerusalemme,
si sentiranno grida d'aiuto
dalla porta dei Pesci,
urla dal quartiere nuovo,
un grande fragore dalle colline.
11Urlate abitanti della città bassa,
tutti i commercianti saranno eliminati
e i trafficanti saranno annientati.
12 In quel giorno
prenderò una lampada
e cercherò in tutti gli angoli della città
quegli uomini che si sentono al sicuro.
Essi pensano tra sé:
'Il Signore non può farci nulla
né in bene né in male',
ma io li punirò.
13Le loro ricchezze saranno saccheggiate,
le loro case distrutte.
Hanno costruito case,
ma non le abiteranno.
Hanno piantato vigne,
ma non ne berranno il vino'.

La collera del Signore

14Il gran giorno della collera del Signore
sta per arrivare,
è vicino, è imminente.
Ascoltate il fragore
del giorno del Signore:
anche l'uomo forte griderà di paura.
15Sarà un giorno di collera,
un giorno di grande angoscia,
un giorno di completa distruzione,
un giorno di tenebre, di buio,
un giorno nero e nuvoloso.
16In quel giorno suonerà la tromba,
si sentiranno grida di guerra
contro le città fortificate e le loro torri.
17 Il Signore dichiara:
'Colmerò di angoscia gli uomini
tanto da farli camminare come ciechi,
perché hanno peccato contro di me.
Il loro sangue sarà sparso per terra
come polvere,
e i loro cadaveri come escrementi'.
18 Essi non potranno salvarsi
con l'argento e l'oro,
quando il Signore sfogherà la sua collera:
con la sua ira ardente
brucerà tutta la terra,
e ne sterminerà all'improvviso gli abitanti.

(Testo CEI2008)

1
IL GIORNO DEL SIGNORE
Titolo

1 Parola del Signore che fu rivolta a Sofonia, figlio di Cusì, figlio di Godolia, figlio di Amaria, figlio di Ezechia, al tempo di Giosia, figlio di Amon, re di Giuda.

Giudizio divino

2«Tutto farò sparire dalla terra.
Oracolo del Signore.
3Distruggerò uomini e bestie;
distruggerò gli uccelli del cielo e i pesci del mare,
farò inciampare i malvagi,
eliminerò l'uomo dalla terra.
Oracolo del Signore.
4Stenderò la mano su Giuda
e su tutti gli abitanti di Gerusalemme;
eliminerò da questo luogo quello che resta di Baal
e il nome degli addetti ai culti insieme ai sacerdoti,
5quelli che sui tetti si prostrano davanti all'esercito celeste
e quelli che si prostrano giurando per il Signore,
e poi giurano per Milcom,
6quelli che si allontanano dal seguire il Signore,
che non lo cercano né lo consultano».

Il giorno del Signore

7Silenzio, alla presenza del Signore Dio,
perché il giorno del Signore è vicino,
perché il Signore ha preparato un sacrificio,
ha purificato i suoi invitati.
8«Nel giorno del sacrificio del Signore,
io punirò i capi e i figli di re
e quanti vestono alla moda straniera;
9punirò in quel giorno chiunque salta la soglia,
chi riempie di rapine e di frodi
il palazzo del suo padrone.
10In quel giorno - oracolo del Signore -
grida d'aiuto verranno dalla porta dei Pesci,
ululati dal quartiere nuovo
e grande fragore dai colli.
11Urlate, abitanti del Mortaio,
poiché tutta la turba dei mercanti è finita,
tutti i pesatori dell'argento sono sterminati.
12In quel tempo
perlustrerò Gerusalemme con lanterne
e farò giustizia di quegli uomini
che, riposando come vino sulla feccia, pensano:
«Il Signore non fa né bene né male».
13I loro beni saranno saccheggiati
e le loro case distrutte.
Costruiranno case ma non le abiteranno,
pianteranno viti, ma non ne berranno il vino».
14È vicino il grande giorno del Signore,
è vicino e avanza a grandi passi.
Una voce: «Amaro è il giorno del Signore!».
Anche un prode lo grida.
15Giorno d'ira quel giorno,
giorno di angoscia e di afflizione,
giorno di rovina e di sterminio,
giorno di tenebra e di oscurità,
e giorno di nube e di caligine,
16giorno di suono di corno e di grido di guerra
sulle città fortificate
e sulle torri elevate.
17Metterò gli uomini in angoscia
e cammineranno come ciechi,
perché hanno peccato contro il Signore;
il loro sangue sarà sparso come polvere
e la loro carne come escrementi.
18Neppure il loro argento, neppure il loro oro
potranno salvarli.
Nel giorno dell'ira del Signore
e al fuoco della sua gelosia
tutta la terra sarà consumata,
poiché farà improvvisa distruzione
di tutti gli abitanti della terra.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Sofonia, Cap.: 1 2 3  
inizio pagina