B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Proverbi
  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  

(Testo CEI74)

1
Titolo generale

1Proverbi di Salomone, figlio di Davide, re d'Israele,
2per conoscere la sapienza e la disciplina,
per capire i detti profondi,
3per acquistare un'istruzione illuminata,
equità, giustizia e rettitudine,
4per dare agli inesperti l'accortezza,
ai giovani conoscenza e riflessione.
5Ascolti il saggio e aumenterà il sapere,
e l'uomo accorto acquisterà il dono del consiglio,
6per comprendere proverbi e allegorie,
le massime dei saggi e i loro enigmi.
7Il timore del Signore è il principio della scienza;
gli stolti disprezzano la sapienza e l'istruzione.

I. PROLOGO
RACCOMANDAZIONI DELLA SAPIENZA
Il saggio: Fuggire la compagnia dei giovani cattivi

8Ascolta, figlio mio, l'istruzione di tuo padre
e non disprezzare l'insegnamento di tua madre,
9perché saranno una corona graziosa sul tuo capo
e monili per il tuo collo.
10Figlio mio, se i peccatori ti vogliono traviare,
non acconsentire!
11Se ti dicono: «Vieni con noi,
complottiamo per spargere sangue,
insidiamo impunemente l'innocente,
12inghiottiamoli vivi come gli inferi,
interi, come coloro che scendon nella fossa;
13troveremo ogni specie di beni preziosi,
riempiremo di bottino le nostre case;
14tu getterai la sorte insieme con noi,
una sola borsa avremo in comune»,
15figlio mio, non andare per la loro strada,
tieni lontano il piede dai loro sentieri!
16I loro passi infatti corrono verso il male
e si affrettano a spargere il sangue.
17Invano si tende la rete
sotto gli occhi degli uccelli.
18Ma costoro complottano contro il proprio sangue,
pongono agguati contro se stessi.
19Tale è la fine di chi si dà alla rapina;
la cupidigia toglie di mezzo colui che ne è dominato.

La Sapienza: Arringa agli sprovveduti

20La Sapienza grida per le strade
nelle piazze fa udire la voce;
21dall'alto delle mura essa chiama,
pronunzia i suoi detti alle porte della città:
22«Fino a quando, o inesperti, amerete l'inesperienza
e i beffardi si compiaceranno delle loro beffe
e gli sciocchi avranno in odio la scienza?
23Volgetevi alle mie esortazioni:
ecco, io effonderò il mio spirito su di voi
e vi manifesterò le mie parole.
24Poiché vi ho chiamato e avete rifiutato,
ho steso la mano e nessuno ci ha fatto attenzione;
25avete trascurato ogni mio consiglio
e la mia esortazione non avete accolto;
26anch'io riderò delle vostre sventure,
mi farò beffe quando su di voi verrà la paura,
27quando come una tempesta vi piomberà addosso il terrore,
quando la disgrazia vi raggiungerà come un uragano,
quando vi colpirà l'angoscia e la tribolazione.
28Allora mi invocheranno, ma io non risponderò,
mi cercheranno, ma non mi troveranno.
29Poiché hanno odiato la sapienza
e non hanno amato il timore del Signore;
30non hanno accettato il mio consiglio
e hanno disprezzato tutte le mie esortazioni;
31mangeranno il frutto della loro condotta
e si sazieranno dei risultati delle loro decisioni.
32Sì, lo sbandamento degli inesperti li ucciderà
e la spensieratezza degli sciocchi li farà perire;
ma chi ascolta me vivrà tranquillo
e sicuro dal timore del male».

(Testo TILC)

1

1Proverbi di Salomone,
figlio di Davide e re d'Israele.

Introduzione

2Questi proverbi fanno conoscere
la vera sapienza
e capire i detti più profondi.
3Insegnano a vivere in modo intelligente,
a essere giusti, onesti e leali.
4Danno agli inesperti l'accortezza,
insegnano ai giovani
riflessione e discernimento.
5Anche il saggio, con questi proverbi,
può accrescere la sapienza,
la persona colta ricevere consigli:
6e così possono capire
i significati dei proverbi
e i problemi dei sapienti.
7Rispettare il Signore
è fondamento del conoscere;
gli stolti disprezzano la sapienza
e rifiutano di imparare.

Occorre guardarsi dalle cattive compagnie

8Ascolta, figlio mio, i consigli di tuo padre,
non disprezzare
gli insegnamenti di tua madre.
9I loro insegnamenti ti saranno preziosi
e ti adorneranno
come una corona sul capo
e una collana al collo.
10Figlio mio, non lasciarti corrompere
dalle cattive compagnie.
11Potrebbero dirti: 'Vieni con noi,
cerchiamo di uccidere qualcuno,
e, per divertirci, attacchiamo l'innocente.
12Inghiottiamolo vivo come fa il mondo dei morti,
tutt'intero, come chi scende nella fossa.
13Troveremo ogni specie di tesori,
riempiremo con il bottino le nostre case.
14Vieni con noi, e divideremo tra noi
tutto quel che ruberemo'.
15Figlio mio, sta' lontano da quella gente,
non andare con loro.
16I loro piedi corrono verso il male,
le loro mani sempre pronte ad uccidere.
17È inutile tendere una rete
se gli uccelli la vedono.
18Ma quella gente tende a se stessa una
trappola,
mette in pericolo la sua stessa vita.
19Così va a finire ogni ladro;
la violenza fa morire chi la commette.

La Sapienza chiama

20Per le strade e sulle piazze
la Sapienza lancia i suoi appelli;
21dall'alto delle mura e alla porta della città
essa chiama e proclama:
22'O popolo di stolti! Fino a quando amerete
l'ignoranza?
O gente arrogante! Fino a quando
sarete scettici?
O schiera di sciocchi! Fino a quando
non vorrete imparare?
23Ascoltate quel che v'insegno:
vi darò buoni e saggi consigli,
vi farò diventare sapienti.
24Vi ho chiamato e avete rifiutato l'invito,
vi sono venuta incontro, ma nessuno
m'ha guardata,
25avete ignorato tutti i miei consigli,
non avete accolto i miei insegnamenti.
26Anch'io riderò delle vostre sventure,
mi farò beffe della vostra paura,
27quando il terrore vi piomberà addosso
come una tempesta,
quando la disgrazia vi travolgerà
come un uragano,
quando sarete in preda all'angoscia
e alla miseria.
28Allora mi chiamerete, ma non risponderò,
mi cercherete, ma non mi troverete.
29Voi avete sempre odiato la sapienza,
avete sempre rifiutato di ubbidire
al Signore.
30Voi non avete mai accettato i miei consigli,
avete disprezzato le mie esortazioni.
31Ebbene, ora raccoglierete il frutto
della vostra condotta,
vi sazierete dei vostri progetti malvagi.
32Gli inesperti moriranno per la loro stupidità
gli sciocchi saranno rovinati dalla loro stoltezza.
33Ma chi ascolta me, vivrà in pace,
sarà sicuro e non avrà nulla da temere'.

(Testo CEI2008)

1
INTRODUZIONE

1 Proverbi di Salomone, figlio di Davide, re d'Israele,
2per conoscere la sapienza e l'istruzione,
per capire i detti intelligenti,
3per acquistare una saggia educazione,
equità, giustizia e rettitudine,
4per rendere accorti gli inesperti
e dare ai giovani conoscenza e riflessione.
5Il saggio ascolti e accrescerà il sapere,
e chi è avveduto acquisterà destrezza,
6per comprendere proverbi e allegorie,
le massime dei saggi e i loro enigmi.
7Il timore del Signore è principio della scienza;
gli stolti disprezzano la sapienza e l'istruzione.

LA SAPIENZA E I SUOI CONSIGLI
Non accettare gli inviti dei malvagi

8Ascolta, figlio mio, l'istruzione di tuo padre
e non disprezzare l'insegnamento di tua madre,
9perché saranno corona graziosa sul tuo capo
e monili per il tuo collo.
10Figlio mio, se i malvagi ti vogliono sedurre,
tu non acconsentire!
11Se ti dicono: «Vieni con noi,
complottiamo per spargere sangue,
insidiamo senza motivo l'innocente,
12inghiottiamoli vivi come fa il regno dei morti,
interi, come coloro che scendono nella fossa;
13troveremo ogni specie di beni preziosi,
riempiremo di bottino le nostre case,
14tu tirerai a sorte la tua parte insieme con noi,
una sola borsa avremo in comune»,
15figlio mio, non andare per la loro strada,
tieniti lontano dai loro sentieri!
16I loro passi infatti corrono verso il male
e si affrettano a spargere sangue.
17Invano si tende la rete
sotto gli occhi di ogni sorta di uccelli.
18Ma costoro complottano contro il proprio sangue,
pongono agguati contro se stessi.
19Tale è la fine di chi è avido di guadagno;
la cupidigia toglie di mezzo colui che ne è dominato.

La sapienza invita a seguirla

20La sapienza grida per le strade,
nelle piazze fa udire la voce;
21nei clamori della città essa chiama,
pronuncia i suoi detti alle porte della città:
22«Fino a quando, o inesperti, amerete l'inesperienza
e gli spavaldi si compiaceranno delle loro spavalderie
e gli stolti avranno in odio la scienza?
23Tornate alle mie esortazioni:
ecco, io effonderò il mio spirito su di voi
e vi manifesterò le mie parole.
24Perché vi ho chiamati ma avete rifiutato,
ho steso la mano e nessuno se ne è accorto.
25Avete trascurato ogni mio consiglio
e i miei rimproveri non li avete accolti;
26anch'io riderò delle vostre sventure,
mi farò beffe quando su di voi verrà la paura,
27quando come una tempesta vi piomberà addosso il terrore,
quando la disgrazia vi raggiungerà come un uragano,
quando vi colpiranno angoscia e tribolazione.
28Allora mi invocheranno, ma io non risponderò,
mi cercheranno, ma non mi troveranno.
29Perché hanno odiato la sapienza
e non hanno preferito il timore del Signore,
30non hanno accettato il mio consiglio
e hanno disprezzato ogni mio rimprovero;
31mangeranno perciò il frutto della loro condotta
e si sazieranno delle loro trame.
32Sì, lo smarrimento degli inesperti li ucciderà
e la spensieratezza degli sciocchi li farà perire;
33ma chi ascolta me vivrà in pace
e sarà sicuro senza temere alcun male».



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  
inizio pagina