B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Zaccaria
  > Libro: Zaccaria, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  

(Testo CEI74)

8
Prospettive di salvezza messianica

1Questa parola del Signore degli eserciti mi fu rivolta: 2«Così dice il Signore degli eserciti:

Sono acceso di grande gelosia per Sion,
un grande ardore m'infiamma per lei.

3Dice il Signore: Tornerò a Sion e dimorerò in Gerusalemme. Gerusalemme sarà chiamata Città della fedeltà e il monte del Signore degli eserciti Monte santo». 4Dice il Signore degli eserciti: «Vecchi e vecchie siederanno ancora nelle piazze di Gerusalemme, ognuno con il bastone in mano per la loro longevità. 5Le piazze della città formicoleranno di fanciulli e di fanciulle, che giocheranno sulle sue piazze». 6Dice il Signore degli eserciti: «Se questo sembra impossibile agli occhi del resto di questo popolo in quei giorni, sarà forse impossibile anche ai miei occhi?» - dice il Signore degli eserciti -.

7Così dice il Signore degli eserciti:
«Ecco, io salvo il mio popolo
dalla terra d'oriente e d'occidente:
8li ricondurrò ad abitare in Gerusalemme;
saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio,
nella fedeltà e nella giustizia».

9Dice il Signore degli eserciti: «Riprendano forza le vostre mani. Voi in questi giorni ascoltate queste parole dalla bocca dei profeti; oggi vien fondata la casa del Signore degli eserciti con la ricostruzione del tempio.

10Ma prima di questi giorni
non c'era salario per l'uomo,
né salario per l'animale;
non c'era sicurezza alcuna
per chi andava e per chi veniva
a causa degli invasori:
io stesso mettevo gli uomini l'un contro l'altro.
11Ora invece verso il resto di questo popolo
io non sarò più come sono stato prima
- dice il Signore degli eserciti -.
12E' un seme di pace:
la vite produrrà il suo frutto,
la terra darà i suoi prodotti,
i cieli daranno la rugiada:
darò tutto ciò al resto di questo popolo.

13Come foste oggetto di maledizione fra le genti, o casa di Giuda e d'Israele, così quando vi avrò salvati, diverrete una benedizione. Non temete dunque: riprendano forza le vostre mani».

14Così dice il Signore degli eserciti: «Come decisi di affliggervi quando i vostri padri mi provocarono all'ira - dice il Signore degli eserciti - e non mi lasciai commuovere, 15così invece mi darò premura in questi giorni di fare del bene a Gerusalemme e alla casa di Giuda; non temete. 16Ecco ciò che voi dovrete fare: parlate con sincerità ciascuno con il suo prossimo; veraci e sereni siano i giudizi che terrete alle porte delle vostre città. 17Nessuno trami nel cuore il male contro il proprio fratello; non amate il giuramento falso, poiché io detesto tutto questo» - oracolo del Signore -.

Risposta alla domanda del digiuno

18Mi fu ancora rivolta questa parola del Signore degli eserciti: 19«Così dice il Signore degli eserciti: Il digiuno del quarto, quinto, settimo e decimo mese si cambierà per la casa di Giuda in gioia, in giubilo e in giorni di festa, purché amiate la verità e la pace».

Prospettive di salvezza messianica

20Dice il Signore degli eserciti: «Anche popoli e abitanti di numerose città si raduneranno 21e si diranno l'un l'altro: Su, andiamo a supplicare il Signore, a trovare il Signore degli eserciti; ci vado anch'io. 22Così popoli numerosi e nazioni potenti verranno a Gerusalemme a consultare il Signore degli eserciti e a supplicare il Signore».

23Dice il Signore degli eserciti: «In quei giorni, dieci uomini di tutte le lingue delle genti afferreranno un Giudeo per il lembo del mantello e gli diranno: Vogliamo venire con voi, perché abbiamo compreso che Dio è con voi».

(Testo TILC)

8
Promessa di pace e di benessere

1Il Signore dell'universo mi diede questo messaggio:
2'Io amo tanto Gerusalemme,
ho una passione ardente per lei.
3Per questo io, il Signore, annunzio:
tornerò a Gerusalemme,
ed essa sarà chiamata 'Città fedele';
abiterò di nuovo a Sion,
e il monte del Signore dell'universo
sarà chiamato 'Montagna santa'.
4Gli anziani, uomini e donne,
torneranno a sedersi nelle piazze
di Gerusalemme,
ciascuno con il bastone in mano
per la loro età molto avanzata.
Lo affermo io, il Signore dell'universo.
5Bambini e bambine numerosi
giocheranno nelle piazze.
6Questo potrà sembrare impossibile
ai sopravvissuti del popolo d'Israele,
ma non lo è per me, il Signore dell'universo.
Io annunzio che salverò il mio popolo
disperso nei paesi d'oriente e d'occidente.
8Da quelle regioni lo ricondurrò a Gerusalemme
dove abiterà.
Sarà il mio popolo,
e io sarò il suo Dio,
con fedeltà e giustizia.

9Io, il Signore dell'universo, vi dico:
riprendete forza e coraggio!
Voi ascoltate adesso le mie parole
che i profeti hanno già riferito
quando furono poste le fondamenta
per la ricostruzione del mio tempio.
10Prima di allora nessuno pagava
il lavoro degli uomini e degli animali.
Non si poteva viaggiare sicuri
a causa dei nemici.
Io stesso mettevo gli uomini
gli uni contro gli altri.
11Ma ora, io, il Signore dell'universo,
affermo:
non tratterò più come prima
i sopravvissuti di questo popolo.
12Diffonderò la pace,
nelle vigne crescerà l'uva,
la terra darà i suoi frutti,
il cielo regalerà la pioggia.
Darò tutto questo
ai sopravvissuti del mio popolo.
13Gente di Giuda e d'Israele,
le nazioni ti hanno considerata
un popolo maledetto.
Ma ora io ti salvo
e sarai un popolo benedetto.
Non aver paura! Riprendi forza e coraggio!

14Io, il Signore dell'universo, vi dico:
quando i vostri antenati
mi avevano fatto adirare
decisi di punirvi e non cambiai idea.
15Anche oggi la mia decisione è una sola:
vi farò del bene,
abitanti di Gerusalemme
e della regione di Giuda.
Quindi non abbiate più paura!
16 D'ora in poi vi comporterete così:
ognuno dirà la verità al suo prossimo,
in tribunale i giudizi dovranno essere
veri e giusti,
per ristabilire la pace.
17 Non dovrete progettare di fare il male
gli uni agli altri.
Non giurerete il falso,
perché io, il Signore,
odio tutte queste cose'.

I giorni del digiuno diventeranno giorni di festa

18Il Signore mi incaricò di riferire questo suo messaggio: 19'Io, il Signore dell'universo, vi annunzio che i digiuni che osservate nel quarto, quinto, settimo e decimo mese dell'anno diventeranno per il popolo di Giuda grandi feste, piene di gioia e allegria. Ma voi dovete amare la pace e la verità! 20Io, il Signore, vi dico che gli abitanti di molte città straniere verranno a Gerusalemme. 21Gli abitanti di una città diranno a quelli di un'altra: 'Andiamo a implorare la benedizione del Signore dell'universo, a cercare la sua presenza'. Essi risponderanno: 'Sì, veniamo anche noi'. 22Molti popoli e nazioni potenti verranno a Gerusalemme per implorare la mia benedizione, per cercare la mia presenza. 23In quei giorni ogni abitante di Giuda sarà preso per il lembo del mantello da dieci stranieri, di lingue diverse, che gli diranno: 'Vogliamo venire insieme a voi, perché abbiamo compreso che Dio è con voi''.

(Testo CEI2008)

8
Promessa per Gerusalemme

1 La parola del Signore degli eserciti fu rivolta in questi termini: 2«Così dice il Signore degli eserciti:

Sono molto geloso di Sion,
un grande ardore m'infiamma per lei.

3Così dice il Signore: Tornerò a Sion e dimorerò a Gerusalemme. Gerusalemme sarà chiamata «Città fedele» e il monte del Signore degli eserciti «Monte santo».
4Così dice il Signore degli eserciti: Vecchi e vecchie siederanno ancora nelle piazze di Gerusalemme, ognuno con il bastone in mano per la loro longevità. 5Le piazze della città formicoleranno di fanciulli e di fanciulle, che giocheranno sulle sue piazze.
6Così dice il Signore degli eserciti: Se questo sembra impossibile agli occhi del resto di questo popolo in quei giorni, sarà forse impossibile anche ai miei occhi? Oracolo del Signore degli eserciti.

7Così dice il Signore degli eserciti:
Ecco, io salvo il mio popolo
dall'oriente e dall'occidente:
8li ricondurrò ad abitare a Gerusalemme;
saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio,
nella fedeltà e nella giustizia.

Invito a confidare nel Signore

9Così dice il Signore degli eserciti: Riprendano forza le vostre mani. Voi in questi giorni ascoltate queste parole pronunciate dai profeti quando furono poste le fondamenta della casa del Signore degli eserciti per la ricostruzione del tempio.

10Ma prima di questi giorni
non c'era salario per l'uomo
né salario per l'animale;
non c'era sicurezza alcuna
per chi andava e per chi veniva,
a causa degli invasori:
io stesso mettevo gli uomini l'uno contro l'altro.
11Ora invece verso il resto di questo popolo
io non sarò più come sono stato prima.
Oracolo del Signore degli eserciti.
12Ecco il seme della pace:
la vite produrrà il suo frutto,
la terra darà i suoi prodotti,
i cieli daranno la rugiada:
darò tutto ciò al resto di questo popolo.

13Come foste oggetto di maledizione fra le nazioni, o casa di Giuda e d'Israele, così, quando vi avrò salvati, diverrete una benedizione. Non temete dunque: riprendano forza le vostre mani.

Dio ha deciso il bene per Giuda

14Così dice il Signore degli eserciti: Come decisi di affliggervi quando i vostri padri mi provocarono all'ira - dice il Signore degli eserciti - e non volli ravvedermi, 15così mi darò premura in questi giorni di fare del bene a Gerusalemme e alla casa di Giuda: Non temete! 16Ecco ciò che voi dovrete fare: dite la verità ciascuno con il suo prossimo; veraci e portatori di pace siano i giudizi che pronuncerete nei vostri tribunali. 17Nessuno trami nel cuore il male contro il proprio fratello; non amate il giuramento falso, poiché io detesto tutto questo». Oracolo del Signore.

Risposta alla domanda sul digiuno

18Mi fu rivolta questa parola del Signore degli eserciti: 19«Così dice il Signore degli eserciti: Il digiuno del quarto, quinto, settimo e decimo mese si cambierà per la casa di Giuda in gioia, in giubilo e in giorni di festa, purché amiate la verità e la pace.

Salvezza per le nazioni

20Così dice il Signore degli eserciti: Anche popoli e abitanti di numerose città si raduneranno 21e si diranno l'un l'altro: «Su, andiamo a supplicare il Signore, a trovare il Signore degli eserciti. Anch'io voglio venire». 22Così popoli numerosi e nazioni potenti verranno a Gerusalemme a cercare il Signore degli eserciti e a supplicare il Signore.
23Così dice il Signore degli eserciti: In quei giorni, dieci uomini di tutte le lingue delle nazioni afferreranno un Giudeo per il lembo del mantello e gli diranno: «Vogliamo venire con voi, perché abbiamo udito che Dio è con voi»».



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Zaccaria, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  
inizio pagina