B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Siracide
  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  

(Testo CEI74)

43
Il sole

1Orgoglio dei cieli è il limpido firmamento,
spettacolo celeste in una visione di gloria!
2Il sole mentre appare nel suo sorgere proclama:
«Che meraviglia è l'opera dell'Altissimo!».
3A mezzogiorno dissecca la terra,
e di fronte al suo calore chi può resistere?
4Si soffia nella fornace per ottenere calore,
il sole brucia i monti tre volte tanto;
emettendo vampe di fuoco,
facendo brillare i suoi raggi, abbaglia gli occhi.
5Grande è il Signore che l'ha creato
e con la parola ne affretta il rapido corso.

La luna

6Anche la luna sempre puntuale nelle sue fasi
regola i mesi e determina il tempo.
7Dalla luna dipende l'indicazione delle feste,
luminare che decresce fino alla sua scomparsa.
8Da essa il mese prende nome,
mirabilmente crescendo secondo le fasi.
E' un'insegna per le milizie nell'alto
splendendo nel firmamento del cielo.

Le stelle

9Bellezza del cielo la gloria degli astri,
ornamento splendente nelle altezze del Signore.
10Si comportano secondo gli ordini del Santo,
non si stancano al loro posto di sentinelle.

L'arcobaleno

11Osserva l'arcobaleno e benedici colui che l'ha fatto,
è bellissimo nel suo splendore.
12Avvolge il cielo con un cerchio di gloria,
l'hanno teso le mani dell'Altissimo.

Le meraviglie della natura

13Con un comando invia la neve,
fa guizzare i fulmini del suo giudizio.
14Così si aprono i depositi
e le nubi volano via come uccelli.
15Con potenza condensa le nubi,
che si polverizzano in chicchi di grandine.
16aAl suo apparire sussultano i monti;
17ail rumore del suo tuono fa tremare la terra.
16bSecondo il suo volere soffia lo scirocco,
17bcosì anche l'uragano del nord e il turbine di vento.
18Fa scendere la neve come uccelli che si posano,
come cavallette che si posano è la sua discesa;
l'occhio ammira la bellezza del suo candore
e il cuore stupisce nel vederla fioccare.
19Riversa sulla terra la brina come il sale,
che gelandosi forma come tante punte di spine.
20Soffia la gelida tramontana,
sull'acqua si condensa il ghiaccio;
esso si posa sull'intera massa d'acqua,
che si riveste come di corazza.
21Inaridisce i monti e brucia il deserto;
divora l'erba come un fuoco.
22Il rimedio di tutto, un annuvolamento improvviso,
l'arrivo della rugiada ristora dal caldo.
23Dio con la sua parola ha domato l'abisso
e vi ha piantato isole.
24I naviganti parlano dei pericoli del mare,
a sentirli con i nostri orecchi restiamo stupiti;
25là ci sono anche cose singolari e stupende,
esseri viventi di ogni specie e mostri marini.
26Per lui il messaggero cammina facilmente,
tutto procede secondo la sua parola.
27Potremmo dir molte cose e mai finiremmo;
ma per concludere: «Egli è tutto!».
28Come potremmo avere la forza per lodarlo?
Egli, il Grande, al di sopra di tutte le sue opere.
29Il Signore è terribile e molto grande,
e meravigliosa è la sua potenza.
30Nel glorificare il Signore esaltatelo
quanto potete, perché ancora più alto sarà.
Nell'innalzarlo moltiplicate la vostra forza,
non stancatevi, perché mai finirete.
31Chi lo ha contemplato e lo descriverà?
Chi può magnificarlo come egli è?
32Ci sono molte cose nascoste più grandi di queste;
noi contempliamo solo poche delle sue opere.
33Il Signore infatti ha creato ogni cosa,
ha dato la sapienza ai pii.

(Testo TILC)

43
Il sole

1Il firmamento tutto limpido
è un vero splendore
e guardare il cielo è uno spettacolo
affascinante.
2Il sole, quando spunta all'orizzonte,
proclama a tutti
che l'opera dell'Altissimo è stupenda.
3A mezzogiorno brucia la terra
e niente può resistere al suo calore.
4Per certi lavori ci vuole il fuoco di una
fornace,
ma il sole sui monti scalda tre volte di più:
manda vampe infuocate
e accieca con i suoi raggi di fuoco.
5Ma il Signore, che ha creato il sole, è
ancora più grande
e con la sua parola dirige il corso del
sole.

La luna

6La luna, col suo ciclo, stabilisce le stagioni
ed è il punto di riferimento per calcolare il
tempo.
6Anche il mese prende il nome dalla luna
che cresce in modo meraviglioso e ha fasi
diverse;
essa, che brilla nel firmamento,
è come un segnale per tutto quel che si
muove in cielo.

Le stelle

7Per fissare la data delle feste si ricorre alla
luna
che prima cresce e poi cala.
9Le stelle, con la loro luce, fanno più bello
il firmamento
e con il loro splendore adornano il cielo
dove il Signore abita.
10Esse ubbidiscono a Dio che è santo,
stanno dove le ha collocate
e non abbandonano il loro posto di veglia.

L'arcobaleno

11Ammira l'arcobaleno e loda chi lo ha
fatto:
com'è bello nel suo splendore.
12Nel cielo traccia un arco di colori,
l'ha teso il Signore con le sue mani.

Dio agisce nella natura

13Il Signore fa cadere la neve,
scaglia i fulmini ed essi fanno quel che lui
vuole;
14apre i serbatoi del cielo
e le nuvole volano fuori come uccelli.
15Egli è forte e fa condensare le nubi
che poi si sbriciolano in chicchi di
grandine.
16-17Al fragore del tuono la terra soffre
come una partoriente.
Quando il tuono rimbomba, le montagne
si scuotono;
e quando il Signore vuole si scatena il
vento del sud,
l'uragano che viene da nord e soffiano i
venti impetuosi.
Dio fa cadere i fiocchi di neve,
come uccelli che si posano sulla terra,
e così la neve copre la terra
come uno sciame di cavallette.
18Il suo candore è perfetto e l'occhio ne
gode,
e vederla cadere è un vero piacere.
19Sulla terra il Signore sparge la brina, come
se fosse sale:
quando gela, essa somiglia a punte di
spine.
20Quando soffia il vento gelido del nord,
sull'acqua si forma come un cristallo di
ghiaccio
che ricopre tutta la superficie dell'acqua
e la riveste come una corazza.
21Invece il vento d'oriente
brucia il deserto, divora l'erba sui monti,
e, proprio come il fuoco, distrugge tutto il
verde.
22Poi, quando il cielo si copre, subito torna
la vita;
dopo il caldo del giorno viene la rugiada:
porta ristoro e gioia.
23Il Signore ha domato le correnti degli
oceani
e vi ha piantato le isole come aveva
progettato.
24I marinai raccontano i pericoli del mare
e, ad ascoltarli, restiamo a bocca aperta.
25Ci parlano di cose strane e incredibili,
di animali di ogni genere e di mostri
marini.
26Ma il Signore fa navigare tranquillo il suo
messaggero,
gli basta una parola per regolare tutto.
27Potrei dire ancora molte cose senza
esaurire l'argomento,
ma la conclusione è questa:
'Il Signore è tutto'.
28Dove troveremo la forza di lodarlo?
Egli è grande, più grande di tutte le sue
opere.
29Sì, il Signore è terribilmente grande
e la sua potenza ci riempie di stupore.
30Lodate il Signore con tutte le vostre forze,
la vostra lode non sarà mai a lui
proporzionata.
Lodate il Signore con tutte le vostre
energie,
non stancatevi mai perché non sarà mai
abbastanza.
31Chi mai ha visto il Signore e potrebbe
dirci com'è fatto?
È così grande che nessuno può lodarlo
come si merita.
32Infatti noi vediamo solo una piccola parte
delle sue opere,
ma ce ne sono di ancora più grandi che
noi non conosciamo.
33Il Signore ha fatto tutte le cose
e dà la sapienza a chi lo ama.

(Testo CEI2008)

43
Le meraviglie di Dio nel creato: il sole

1 Vanto del cielo è il limpido firmamento,
spettacolo celeste in una visione di gloria.
2Il sole, quando appare nel suo sorgere, proclama:
«Che meraviglia è l'opera dell'Altissimo!».
3A mezzogiorno dissecca la terra
e di fronte al suo calore chi può resistere?
4Si soffia nella fornace nei lavori a caldo,
ma il sole brucia i monti tre volte tanto;
emettendo vampe di fuoco,
facendo brillare i suoi raggi, abbaglia gli occhi.
5Grande è il Signore che lo ha creato
e con le sue parole ne affretta il corso.

La luna

6Anche la luna, sempre puntuale nelle sue fasi,
regola i mesi e indica il tempo.
7Viene dalla luna l'indicazione di ogni festa,
fonte di luce che decresce fino a scomparire.
8Da essa il mese prende nome,
mirabilmente crescendo secondo le sue fasi.
È un'insegna per le schiere in alto,
splendendo nel firmamento del cielo.

Le stelle

9Bellezza del cielo è la gloria degli astri,
ornamento che brilla nelle altezze del Signore.
10Stanno agli ordini di colui che è santo, secondo il suo decreto,
non abbandonano le loro postazioni di guardia.

L'arcobaleno

11Osserva l'arcobaleno e benedici colui che lo ha fatto:
quanto è bello nel suo splendore!
12Avvolge il cielo con un cerchio di gloria,
lo hanno teso le mani dell'Altissimo.

La potenza del Signore

13Con il suo comando fa cadere la neve
e fa guizzare i fulmini secondo il suo giudizio:
14per esso si aprono i tesori celesti
e le nubi volano via come uccelli.
15Con la sua potenza egli condensa le nuvole
e si sminuzzano i chicchi di grandine.
16e al suo apparire sussultano i monti;
secondo il suo volere soffia lo scirocco,
17aIl rumore del suo tuono fa tremare la terra,
17bcosì anche l'uragano del settentrione e il turbine dei venti.
Egli sparge la neve come uccelli che discendono,
come locusta che si posa è la sua caduta.
18L'occhio ammira la bellezza del suo candore
e il cuore stupisce nel vederla fioccare.
19Riversa sulla terra la brina come sale,
che gelandosi forma punte di spine.
20Soffia la gelida tramontana,
sull'acqua si condensa il ghiaccio;
esso si posa sull'intera massa d'acqua,
che si riveste come di corazza.
21Egli divora i monti e brucia il deserto;
come fosse fuoco, inaridisce l'erba.
22Rimedio di tutto è un annuvolamento improvviso,
l'arrivo della rugiada ristora dal caldo.

23Con la sua parola egli ha domato l'abisso
e vi ha piantato le isole.
24I naviganti del mare ne descrivono i pericoli,
a sentirli con i nostri orecchi restiamo stupiti;
25là ci sono opere singolari e stupende,
esseri viventi di ogni specie e mostri marini.
26Per lui il suo messaggero compie un felice cammino,
e per la sua parola tutto sta insieme.

27Potremmo dire molte cose e mai finiremmo,
ma la conclusione del discorso sia: «Egli è il tutto!».
28Come potremmo avere la forza per lodarlo?
Egli infatti, il Grande, è al di sopra di tutte le sue opere.
29Il Signore è terribile e molto grande,
meravigliosa è la sua potenza.
30Nel glorificare il Signore, esaltatelo
quanto più potete, perché non sarà mai abbastanza.
Nell'esaltarlo moltiplicate la vostra forza,
non stancatevi, perché non finirete mai.
31Chi lo ha contemplato e lo descriverà?
Chi può magnificarlo come egli è?
32Vi sono molte cose nascoste più grandi di queste:
noi contempliamo solo una parte delle sue opere.
33Il Signore infatti ha creato ogni cosa
e ha dato la sapienza ai suoi fedeli.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  
inizio pagina