B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Sapienza
  > Libro: Sapienza, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19  

(Testo CEI74)

6
II. SALOMONE E LA RICERCA DELLA SAPIENZA
I re devono ricercare la sapienza

1Ascoltate, o re, e cercate di comprendere;
imparate, governanti di tutta la terra.
2Porgete l'orecchio, voi che dominate le moltitudini
e siete orgogliosi per il gran numero dei vostri popoli.
3La vostra sovranità proviene dal Signore;
la vostra potenza dall'Altissimo,
il quale esaminerà le vostre opere
e scruterà i vostri propositi;
4poiché, pur essendo ministri del suo regno,
non avete governato rettamente,
né avete osservato la legge
né vi siete comportati secondo il volere di Dio.
5Con terrore e rapidamente egli si ergerà contro di voi
poiché un giudizio severo si compie
contro coloro che stanno in alto.
6L'inferiore è meritevole di pietà,
ma i potenti saranno esaminati con rigore.
7Il Signore di tutti non si ritira davanti a nessuno,
non ha soggezione della grandezza,
perché egli ha creato il piccolo e il grande
e si cura ugualmente di tutti.
8Ma sui potenti sovrasta un'indagine rigorosa.
9Pertanto a voi, o sovrani, sono dirette le mie parole,
perché impariate la sapienza e non abbiate a cadere.
10Chi custodisce santamente le cose sante sarà santificato
e chi si è istruito in esse vi troverà una difesa.
11Desiderate, pertanto, le mie parole;
bramatele e ne riceverete istruzione.

La sapienza si lascia trovare

12La sapienza è radiosa e indefettibile,
facilmente è contemplata da chi l'ama
e trovata da chiunque la ricerca.
13Previene, per farsi conoscere, quanti la desiderano.
14Chi si leva per essa di buon mattino non faticherà,
la troverà seduta alla sua porta.
15Riflettere su di essa è perfezione di saggezza,
chi veglia per lei sarà presto senza affanni.
16Essa medesima va in cerca di quanti sono degni di lei,
appare loro ben disposta per le strade,
va loro incontro con ogni benevolenza.
17Suo principio assai sincero è il desiderio d'istruzione;
la cura dell'istruzione è amore;
18l'amore è osservanza delle sue leggi;
il rispetto delle leggi è garanzia di immortalità
19e l'immortalità fa stare vicino a Dio.
20Dunque il desiderio della sapienza conduce al regno.
21Se dunque, sovrani dei popoli,
vi dilettate di troni e di scettri,
onorate la sapienza, perché possiate regnare sempre.

Salomone si accinge a descrivere la sapienza

22Esporrò che cos'è la sapienza e come essa nacque;
non vi terrò nascosti i suoi segreti.
Seguirò le sue tracce fin dall'origine,
metterò in luce la sua conoscenza,
non mi allontanerò dalla verità.
23Non mi accompagnerò con l'invidia che consuma,
poiché essa non ha nulla in comune con la sapienza.
24L'abbondanza dei saggi è la salvezza del mondo;
un re saggio è la salvezza di un popolo.
25Lasciatevi dunque ammaestrare dalle mie parole
e ne trarrete profitto.

(Testo TILC)

6
La sapienza serve per governare bene

1Ascoltate dunque, o re, e imparate,
lasciatevi istruire, voi che comandate
su tutto il mondo.
2Ascoltate bene, voi che siete a capo di
molti popoli
e siete fieri di governare su tante nazioni.
3Il vostro potere discende dall'unico
Signore,
la vostra autorità viene da Dio,
l'Altissimo.
Egli esaminerà le vostre azioni
e indagherà sui vostri progetti.
4Vedrà se voi, ministri del suo regno,
avete giudicato rettamente,
se avete rispettato la legge
e agito seguendo i suoi voleri.
5Dio allora comparirà dinanzi a voi
all'improvviso con aspetto terribile,
perché è particolarmente severo con chi
sta in alto.
6Chi non conta niente merita pietà e può
essere perdonato,
i potenti invece saranno giudicati con
rigore.
7Il sovrano del mondo non si arresterà
davanti a nessuno,
non terrà conto di chi è al potere:
egli ha creato i piccoli e i grandi
e di tutti si prende cura alla stessa
maniera.
8Ma per i potenti l'inchiesta sarà più
severa.
9Per questo, o sovrani, a voi mi rivolgo:
mettetevi alla scuola della sapienza e non
sbaglierete.
10Chi docilmente osserva i comandi di Dio
sarà da lui approvato,
e chi è stato educato alla sua legge
vi troverà una difesa.
11Fate dunque tesoro delle mie parole,
cercatele con passione e imparerete.

La sapienza si fa trovare

12Luminosa è la sapienza e il suo splendore
non viene meno;
si lascia trovare facilmente da chi le vuol
bene
e la cerca con ardente desiderio.
13Quando uno ama la sapienza,
è lei che si fa conoscere per prima.
14Chi si alza presto per cercarla non dovrà
faticare,
la troverà seduta alla porta di casa.
15Se ti innamori di lei, raggiungi le vette
della saggezza,
se stai sveglio per lei
i tuoi affanni finiranno presto.
16Perché la sapienza stessa va in giro
alla ricerca di quelli che la meritano,
la incontri per strada tutta sorridente
e ti corteggia con mille stratagemmi.

La sapienza ti fa strada

17La sapienza comincia proprio allora
quando uno desidera essere istruito da lei.
18Applicarsi a questo studio vuoi dire amare
la sapienza,
amarla significa osservare le sue leggi.
Ubbidire ad essa è garanzia di vivere per
sempre
19e questa vita ti permette di stare vicino a
Dio.
20Così, se desideri la sapienza puoi giungere
fin sul trono.
21Dunque se vi piace governare, o sovrani,
rendete omaggio alla sapienza e regnerete
per sempre.

Parliamo della sapienza

22Che cos'è la sapienza? Qual è la sua
origine?
Vi dirò i suoi segreti:
voglio risalire alle sue origini
e parlarvi di lei in modo chiaro e lineare.
Non mi scosterò certo dalla verità,
23non terrò niente per me
come fa l'invidioso che non cessa di
rodersi:
un tipo così non ha niente a che fare con
la sapienza.
24Ma se i saggi diventano tanti, salvano il
mondo
e un sovrano sapiente assicura la felicità
del suo popolo.
25Lasciatevi dunque istruire dalle mie parole
e ne ricaverete profitto.

(Testo CEI2008)

6
LA RICERCA DELLA SAPIENZA
Il giudizio del Signore su chi esercita il potere

1 Ascoltate dunque, o re, e cercate di comprendere;
imparate, o governanti di tutta la terra.
2Porgete l'orecchio, voi dominatori di popoli,
che siete orgogliosi di comandare su molte nazioni.
3Dal Signore vi fu dato il potere
e l'autorità dall'Altissimo;
egli esaminerà le vostre opere e scruterà i vostri propositi:
4pur essendo ministri del suo regno,
non avete governato rettamente
né avete osservato la legge
né vi siete comportati secondo il volere di Dio.
5Terribile e veloce egli piomberà su di voi,
poiché il giudizio è severo contro coloro che stanno in alto.
6Gli ultimi infatti meritano misericordia,
ma i potenti saranno vagliati con rigore.
7Il Signore dell'universo non guarderà in faccia a nessuno,
non avrà riguardi per la grandezza,
perché egli ha creato il piccolo e il grande
e a tutti provvede in egual modo.
8Ma sui dominatori incombe un'indagine inflessibile.
9Pertanto a voi, o sovrani, sono dirette le mie parole,
perché impariate la sapienza e non cadiate in errore.
10Chi custodisce santamente le cose sante
sarà riconosciuto santo,
e quanti le avranno apprese vi troveranno una difesa.
11Bramate, pertanto, le mie parole,
desideratele e ne sarete istruiti.

La sapienza si lascia trovare

12La sapienza è splendida e non sfiorisce,
facilmente si lascia vedere da coloro che la amano
e si lascia trovare da quelli che la cercano.
13Nel farsi conoscere previene coloro che la desiderano.
14Chi si alza di buon mattino per cercarla non si affaticherà,
la troverà seduta alla sua porta.
15Riflettere su di lei, infatti, è intelligenza perfetta,
chi veglia a causa sua sarà presto senza affanni;
16poiché lei stessa va in cerca di quelli che sono degni di lei,
appare loro benevola per le strade
e in ogni progetto va loro incontro.
17Suo principio più autentico è il desiderio di istruzione,
l'anelito per l'istruzione è amore,
18l'amore per lei è osservanza delle sue leggi,
il rispetto delle leggi è garanzia di incorruttibilità
19e l'incorruttibilità rende vicini a Dio.
20Dunque il desiderio della sapienza innalza al regno.
21Se dunque, dominatori di popoli, vi compiacete di troni e di scettri,
onorate la sapienza, perché possiate regnare sempre.

Descrizione della sapienza

22Annuncerò che cos'è la sapienza e com'è nata,
non vi terrò nascosti i suoi segreti,
ma fin dalle origini ne ricercherò le tracce,
metterò in chiaro la conoscenza di lei,
non mi allontanerò dalla verità.
23Non mi farò compagno di chi si consuma d'invidia,
perché costui non avrà nulla in comune con la sapienza.
24Il gran numero di sapienti è salvezza per il mondo,
un re prudente è la sicurezza del popolo.
25Lasciatevi dunque ammaestrare dalle mie parole
e ne trarrete profitto.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Sapienza, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19  
inizio pagina