B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Salmi
  > Libro: Salmi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150  

(Testo CEI74)

74
Lamento dopo il saccheggio del tempio

1Maskil. Di Asaf.

O Dio, perché ci respingi per sempre,
perché divampa la tua ira
contro il gregge del tuo pascolo?
2Ricordati del popolo
che ti sei acquistato nei tempi antichi.
Hai riscattato la tribù che è tuo possesso,
il monte Sion, dove hai preso dimora.

3Volgi i tuoi passi a queste rovine eterne:
il nemico ha devastato tutto nel tuo santuario.

4Ruggirono i tuoi avversari nel tuo tempio,
issarono i loro vessilli come insegna.
5Come chi vibra in alto la scure
nel folto di una selva,
6con l'ascia e con la scure
frantumavano le sue porte.

7Hanno dato alle fiamme il tuo santuario,
hanno profanato e demolito la dimora del tuo nome;
8pensavano: «Distruggiamoli tutti»;
hanno bruciato tutti i santuari di Dio nel paese.
9Non vediamo più le nostre insegne,
non ci sono più profeti
e tra di noi nessuno sa fino a quando...

10Fino a quando, o Dio, insulterà l'avversario,
il nemico continuerà a disprezzare il tuo nome?
11Perché ritiri la tua mano
e trattieni in seno la destra?
12Eppure Dio è nostro re dai tempi antichi,
ha operato la salvezza nella nostra terra.

13Tu con potenza hai diviso il mare,
hai schiacciato la testa dei draghi sulle acque.
14Al Leviatàn hai spezzato la testa,
lo hai dato in pasto ai mostri marini.
15Fonti e torrenti tu hai fatto scaturire,
hai inaridito fiumi perenni.
16Tuo è il giorno e tua è la notte,
la luna e il sole tu li hai creati.
17Tu hai fissato i confini della terra,
l'estate e l'inverno tu li hai ordinati.

18Ricorda: il nemico ha insultato Dio,
un popolo stolto ha disprezzato il tuo nome.
19Non abbandonare alle fiere la vita di chi ti loda,
non dimenticare mai la vita dei tuoi poveri.
20Sii fedele alla tua alleanza;
gli angoli della terra sono covi di violenza.

21L'umile non torni confuso,
l'afflitto e il povero lodino il tuo nome.
22Sorgi, Dio, difendi la tua causa,
ricorda che lo stolto ti insulta tutto il giorno.
23Non dimenticare lo strepito dei tuoi nemici;
il tumulto dei tuoi avversari cresce senza fine.

(Testo TILC)

74
(73) Lamento sulle rovine del tempio

1Poema cantato di Asaf.

Perché, o Dio, ci hai respinti per sempre?
Perché, o Pastore, fai pesare la tua collera
sul gregge?
2Ricordati della tua comunità:
l'hai creata nel tempo antico.
Ricordati del popolo che hai liberato
per farne il tuo possesso.
Ricordati di questo monte Sion,
dove hai stabilito la tua dimora.

3 Sali anche tu fino a queste rovine desolate,
al santuario che il nemico ha devastato.
4I tuoi avversari ruggivano come leoni,
nel tuo tempio hanno esposto
le loro insegne.
5Davano grandi colpi di scure
come taglialegna nel folto del bosco;
6e, a colpi di scure e d'accetta,
spaccavano tutti gli intarsi!
7Poi hanno dato fuoco al tuo santuario,
hanno demolito e profanato
la tua santa dimora.
8Si son detti: 'Distruggiamo tutto!'
e hanno bruciato ogni santuario nel paese.

9Non si vede più un segno della tua presenza,
non un profeta, non uno che sappia
quando finirà.
10Fino a quando, o Dio, ti lascerai insultare?
Fino a quando il nemico offenderà
il tuo nome?
11Perché non mostri la tua forza?
Stendi la tua mano e distruggili!

12O Dio, tu sei il mio sovrano da sempre.
Tu porti salvezza sulla terra,
13hai diviso il mare con la tua forza,
hai spaccato il capo ai mostri delle acque,
14hai schiacciato le teste al dragone
e l'hai dato in pasto a tribù del deserto,
15 hai fatto scaturire fiumi e sorgenti,
hai prosciugato fiumi perenni.
16 A te appartengono il giorno e la notte,
tu hai creato la luna ed il sole,
17 tu hai fissato i confini della terra,
hai stabilito l'estate e l'inverno.

18Ricorda, o Signore: un nemico ti offende,
un popolo stolto insulta il tuo nome.
19La tua colomba...
non darla in pasto alle bestie;
non dimenticare mai la vita dei tuoi poveri.
20 Considera e mantieni le tue promesse:
molti sono i covi di violenza
nascosti nel paese.

21Fa' che l'oppresso non sia mai deluso,
il misero e il povero lodino il tuo nome!
22Alzati, o Dio, a giudicare la tua causa:
ricordati che gli stolti ti insultano
ogni giorno.
23 Non dimenticare il tumulto
dei tuoi avversari,
le urla che salgono senza fine contro di te!

(Testo CEI2008)

74
Supplica per il tempio distrutto

1 Maskil. Di Asaf.

O Dio, perché ci respingi per sempre,
fumante di collera
contro il gregge del tuo pascolo?

2 Ricòrdati della comunità
che ti sei acquistata nei tempi antichi.

Hai riscattato la tribù che è tua proprietà,
il monte Sion, dove hai preso dimora.

3 Volgi i tuoi passi a queste rovine eterne:
il nemico ha devastato tutto nel santuario.

4 Ruggirono i tuoi avversari nella tua assemblea,
issarono le loro bandiere come insegna.

5 Come gente che s'apre un varco verso l'alto
con la scure nel folto della selva,

6 con l'ascia e con le mazze
frantumavano le sue porte.

7 Hanno dato alle fiamme il tuo santuario,
hanno profanato e demolito la dimora del tuo nome;

8 pensavano: «Distruggiamoli tutti».
Hanno incendiato nel paese tutte le dimore di Dio.

9 Non vediamo più le nostre bandiere,
non ci sono più profeti
e tra noi nessuno sa fino a quando.

10 Fino a quando, o Dio, insulterà l'avversario?
Il nemico disprezzerà per sempre il tuo nome?

11 Perché ritiri la tua mano
e trattieni in seno la tua destra?

12 Eppure Dio è nostro re dai tempi antichi,
ha operato la salvezza nella nostra terra.

13 Tu con potenza hai diviso il mare,
hai spezzato la testa dei draghi sulle acque.

14 Tu hai frantumato le teste di Leviatàn,
lo hai dato in pasto a un branco di belve.

15 Tu hai fatto scaturire fonti e torrenti,
tu hai inaridito fiumi perenni.

16 Tuo è il giorno e tua è la notte,
tu hai fissato la luna e il sole;

17 tu hai stabilito i confini della terra,
l'estate e l'inverno tu li hai plasmati.

18 Ricòrdati di questo:
il nemico ha insultato il Signore,
un popolo stolto ha disprezzato il tuo nome.

19 Non abbandonare ai rapaci la vita della tua tortora,
non dimenticare per sempre la vita dei tuoi poveri.

20 Volgi lo sguardo alla tua alleanza;
gli angoli della terra sono covi di violenza.

21 L'oppresso non ritorni confuso,
il povero e il misero lodino il tuo nome.

22 Àlzati, o Dio, difendi la mia causa,
ricorda che lo stolto ti insulta tutto il giorno.

23 Non dimenticare il clamore dei tuoi nemici;
il tumulto dei tuoi avversari cresce senza fine.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Salmi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150  
inizio pagina