B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 

Proverbi
  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  

(Testo CEI74)

31
VIII. PAROLE DI LEMUEL

1Parole di Lemuèl, re di Massa,
che sua madre gli insegnò.
2E che, figlio mio! E che, figlio delle mie viscere!
E che, figlio dei miei voti!
3Non dare il tuo vigore alle donne,
né i tuoi costumi a quelle che corrompono i re.
4Non conviene ai re, Lemuèl,
non conviene ai re bere il vino,
né ai principi bramare bevande inebrianti,
5per paura che, bevendo, dimentichino i loro decreti
e tradiscano il diritto di tutti gli afflitti.
6Date bevande inebrianti a chi sta per perire
e il vino a chi ha l'amarezza nel cuore.
7Beva e dimentichi la sua povertà
e non si ricordi più delle sue pene.
8Apri la bocca in favore del muto
in difesa di tutti gli sventurati.
9Apri la bocca e giudica con equità
e rendi giustizia all'infelice e al povero.

IX. LA PERFETTA PADRONA DI CASA

10Una donna perfetta chi potrà trovarla?
Ben superiore alle perle è il suo valore.
11In lei confida il cuore del marito
e non verrà a mancargli il profitto.
12Essa gli dà felicità e non dispiacere
per tutti i giorni della sua vita.
13Si procura lana e lino
e li lavora volentieri con le mani.
14Ella è simile alle navi di un mercante,
fa venire da lontano le provviste.
15Si alza quando ancora è notte
e prepara il cibo alla sua famiglia
e dà ordini alle sue domestiche.
16Pensa ad un campo e lo compra
e con il frutto delle sue mani pianta una vigna.
17Si cinge con energia i fianchi
e spiega la forza delle sue braccia.
18E' soddisfatta, perché il suo traffico va bene,
neppure di notte si spegne la sua lucerna.
19Stende la sua mano alla conocchia
e mena il fuso con le dita.
20Apre le sue mani al misero,
stende la mano al povero.
21Non teme la neve per la sua famiglia,
perché tutti i suoi di casa hanno doppia veste.
22Si fa delle coperte,
di lino e di porpora sono le sue vesti.
23Suo marito è stimato alle porte della città
dove siede con gli anziani del paese.
24Confeziona tele di lino e le vende
e fornisce cinture al mercante.
25Forza e decoro sono il suo vestito
e se la ride dell'avvenire.
26Apre la bocca con saggezza
e sulla sua lingua c'è dottrina di bontà.
27Sorveglia l'andamento della casa;
il pane che mangia non è frutto di pigrizia.
28I suoi figli sorgono a proclamarla beata
e suo marito a farne l'elogio:
29«Molte figlie hanno compiuto cose eccellenti,
ma tu le hai superate tutte!».
30Fallace è la grazia e vana è la bellezza,
ma la donna che teme Dio è da lodare.
31Datele del frutto delle sue mani
e le sue stesse opere la lodino alle porte della città.

(Testo TILC)

31

1Questi sono i consigli per il re Lemuel,
gli insegnamenti impartiti
da sua madre:
2'Figlio mio carissimo,
tu sei la risposta alle mie preghiere.
3Non consumare le tue energie
in avventure amorose,
non rovinarti l'esistenza con donne
che possono corrompere anche i re.
4Ascolta, Lemuel;
un re non deve darsi al vino,
un principe non deve rendersi schiavo
di bevande inebrianti.
5Se si ubriacano, dimenticano le leggi
e trascurano i diritti dei poveri.
6Bevande inebrianti fanno bene
a chi viene meno
e il vino a chi è amareggiato:
7bevono e dimenticano le loro miserie,
non ricordano più le loro tribolazioni.
8Parla tu a favore di chi non può difendersi,
sostieni i diritti di chi è senza aiuto.
9Parla per loro e sii un giudice giusto;
difendi i diritti del povero e del bisognoso'.

La donna di carattere

10Com'è difficile trovare una donna
di carattere!
Essa vale molto di più delle perle di corallo.
11Suo marito ha piena fiducia in lei
e non sarà mai un miserabile.
12Per tutta la vita gli dà felicità,
mai dispiaceri.
13Si procura lana e lino
e li lavora volentieri con le sue mani.
14Fa venire da lontano le sue provviste,
simile ad una nave mercantile.
15Si alza prima dell'alba,
prepara il cibo alla sua famiglia
e ordina alle sue serve quel che devono fare.
16Investe il denaro, frutto del suo lavoro,
comprando un terreno coltivato a vigna.
17Lavora con grande energia,
le sue braccia non sono mai stanche.
18Controlla che i suoi affari vadano bene,
la sua lucerna resta accesa
fino a tarda notte.
19Mette mano alla lana da filare
e gira il fuso con le sue dita.
20È generosa con i poveri
e aiuta i bisognosi.
21Quando nevica non ha preoccupazioni,
perché tutti i suoi familiari
hanno vestiti di lana.
22Si fa coperte per i letti
e splendidi vestiti di lino rosso porpora.
23Alle riunioni degli anziani del luogo
suo marito è molto stimato.
24Ella confeziona vestiti e cinture
e le vende ai mercanti.
25È forte, gode la stima di tutti,
non ha paura dell'avvenire.
26Parla sempre con sapienza
e dà consigli pieni di bontà.
27Non è mai pigra né indolente,
si preoccupa dell'andamento della sua casa.
28I suoi figli ne sono orgogliosi
e suo marito ne fa l'elogio.
29Egli dice: 'Molte donne sono straordinarie,
ma nessuna è come te!'.
30La grazia femminile è ingannevole,
la bellezza non dura,
ma una donna che rispetta il Signore
è degna di lode.
31Dàtele credito per tutto quel che fa:
tutta la città le deve rispetto
per il suo lavoro.

(Testo CEI2008)

31
Insegnamenti di Lemuèl

1Parole di Lemuèl, re di Massa, che apprese da sua madre.
2Che mai, figlio mio! Che mai, figlio del mio grembo!
Che mai, figlio dei miei voti!
3Non concedere alle donne il tuo vigore,
né i tuoi fianchi a quelle che corrompono i re.
4Non conviene ai re, Lemuèl,
non conviene ai re bere il vino,
né ai prìncipi desiderare bevande inebrianti,
5per paura che, bevendo, dimentichino ciò che hanno decretato
e tradiscano il diritto di tutti gli infelici.
6Date bevande inebrianti a chi si sente venir meno
e il vino a chi ha l'amarezza nel cuore:
7beva e dimentichi la sua povertà
e non si ricordi più delle sue pene.
8Apri la bocca in favore del muto,
in difesa di tutti gli sventurati.
9Apri la bocca e giudica con equità,
rendi giustizia all'infelice e al povero.

ELOGIO DELLA DONNA VIRTUOSA
E' la felicità del marito

10Una donna forte chi potrà trovarla?
Ben superiore alle perle è il suo valore.
11In lei confida il cuore del marito
e non verrà a mancargli il profitto.
12Gli dà felicità e non dispiacere
per tutti i giorni della sua vita.

E' intrapredente e laboriosa

13Si procura lana e lino
e li lavora volentieri con le mani.
14È simile alle navi di un mercante,
fa venire da lontano le provviste.
15Si alza quando è ancora notte,
distribuisce il cibo alla sua famiglia
e dà ordini alle sue domestiche.
16Pensa a un campo e lo acquista
e con il frutto delle sue mani pianta una vigna.
17Si cinge forte i fianchi
e rafforza le sue braccia.
18È soddisfatta, perché i suoi affari vanno bene;
neppure di notte si spegne la sua lampada.
19Stende la sua mano alla conocchia
e le sue dita tengono il fuso.
20Apre le sue palme al misero,
stende la mano al povero.
21Non teme la neve per la sua famiglia,
perché tutti i suoi familiari hanno doppio vestito.
22Si è procurata delle coperte,
di lino e di porpora sono le sue vesti.
23Suo marito è stimato alle porte della città,
quando siede in giudizio con gli anziani del luogo.
24Confeziona tuniche e le vende
e fornisce cinture al mercante.
25Forza e decoro sono il suo vestito
e fiduciosa va incontro all'avvenire.
26Apre la bocca con saggezza
e la sua lingua ha solo insegnamenti di bontà.
27Sorveglia l'andamento della sua casa
e non mangia il pane della pigrizia.

E' lodata dai figli

28Sorgono i suoi figli e ne esaltano le doti,
suo marito ne tesse l'elogio:
29«Molte figlie hanno compiuto cose eccellenti,
ma tu le hai superate tutte!».
30Illusorio è il fascino e fugace la bellezza,
ma la donna che teme Dio è da lodare.
31Siatele riconoscenti per il frutto delle sue mani
e le sue opere la lodino alle porte della città.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  
inizio pagina