B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Proverbi
  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  

(Testo CEI74)

13
1Il figlio saggio ama la disciplina,
lo spavaldo non ascolta il rimprovero.
2Del frutto della sua bocca
l'uomo mangia ciò che è buono;
l'appetito dei perfidi si soddisfa con i soprusi.
3Chi sorveglia la sua bocca conserva la vita,
chi apre troppo le labbra incontra la rovina.
4Il pigro brama, ma non c'è nulla per il suo appetito;
l'appetito dei diligenti sarà soddisfatto.
5Il giusto odia la parola falsa,
l'empio calunnia e disonora.
6La giustizia custodisce chi ha una condotta integra,
il peccato manda in rovina l'empio.
7C'è chi fa il ricco e non ha nulla;
c'è chi fa il povero e ha molti beni.
8Riscatto della vita d'un uomo è la sua ricchezza,
ma il povero non si accorge della minaccia.
9La luce dei giusti allieta,
la lucerna degli empi si spegne.
10L'insolenza provoca soltanto contese,
la sapienza si trova presso coloro che prendono consiglio.
11Le ricchezze accumulate in fretta diminuiscono,
chi le raduna a poco a poco le accresce.
12Un'attesa troppo prolungata fa male al cuore,
un desiderio soddisfatto è albero di vita.
13Chi disprezza la parola si rovinerà,
chi rispetta un comando ne avrà premio.
14L'insegnamento del saggio è fonte di vita
per evitare i lacci della morte.
15Un aspetto buono procura favore,
ma il contegno dei perfidi è rude.
16L'accorto agisce sempre con riflessione,
lo stolto mette in mostra la stoltezza.
17Un cattivo messaggero causa sciagure,
un inviato fedele apporta salute.
18Povertà e ignominia a chi rifiuta l'istruzione,
chi tien conto del rimprovero sarà onorato.
19Desiderio soddisfatto è una dolcezza al cuore,
ma è abominio per gli stolti staccarsi dal male.
20Và con i saggi e saggio diventerai,
chi pratica gli stolti ne subirà danno.
21La sventura perseguita i peccatori,
il benessere ripagherà i giusti.
22L'uomo dabbene lascia eredi i nipoti,
la proprietà del peccatore è riservata al giusto.
23Il potente distrugge il podere dei poveri
e c'è chi è eliminato senza processo.
24Chi risparmia il bastone odia suo figlio,
chi lo ama è pronto a correggerlo.
25Il giusto mangia a sazietà,
ma il ventre degli empi soffre la fame.

(Testo TILC)

13

1Un figlio saggio ascolta i consigli
del padre,
un insensato non vuol sentir rimproveri.
2L'uomo giusto gusta i frutti
delle sue parole,
i malvagi vivono di violenza.
3Controlla la tua lingua
e proteggerai la tua vita;
chi parla senza freno si prepara una rovina.
4Il pigro desidera molto, ma nulla ottiene;
i desideri dei laboriosi diventano realtà.
5Il giusto odia le bugie,
il cattivo sparge calunnie e disonore.
6La giustizia protegge l'onesto,
il peccato rovina il malvagio.
7C'è chi fa il ricco e non ha nulla,
c'è chi fa il povero e possiede ricchezze.
8La ricchezza può salvarti la vita,
ma il povero non teme minacce.
9La luce dei giusti risplenderà,
la lampada dei cattivi si spegnerà.
10L'orgoglio non provoca che litigi,
la sapienza è di chi si fa consigliare.
11La ricchezza rubata svanisce d'un soffio,
ma chi ammassa piano piano si fa ricco.
12Una speranza che non si realizza fa soffrire,
un desiderio che si adempie
dà la gioia di vivere.
13Chi disprezza i comandi si rovinerà,
chi osserva i precetti sarà ricompensato.
14 L'insegnamento dei saggi
è una sorgente di vita,
per sfuggire ai lacci della morte.
15Il buon senso procura stima e rispetto,
la via dei malvagi porta alla rovina.
16Chi è prudente riflette prima di agire,
chi è stolto manifesta la sua ignoranza.
17Un cattivo messaggero cadrà in disgrazia,
un messaggero fidato è come una medicina.
18Miseria e disonore a chi non vuol consigli,
stima e rispetto a chi ascolta i rimproveri.
19Desiderio realizzato dà grande
soddisfazione,
gli stolti non vogliono affatto
fuggire il male.
20Chi va con i sapienti diventa sapiente,
chi va con gli stolti finirà male.
21La disgrazia insegue i peccatori,
pace e bene è la ricompensa dei giusti.
22Chi è buono trasmette l'eredità ai nipoti,
il peccatore dovrà lasciare i suoi beni
ai giusti.
23I campi dei poveri danno cibo
in abbondanza,
ma c'è chi muore perché non è giusto.
24Chi non usa il bastone non ama suo figlio,
ma chi l'ama si affretta a rimproverarlo.
25I giusti hanno da mangiare a sazietà,
i malvagi soffrono la fame.

(Testo CEI2008)

13
Ricchezza e povertà

1Il figlio saggio ama la correzione del padre,
lo spavaldo non ascolta il rimprovero.
2Con il frutto della bocca ci si nutre di beni,
ma l'appetito dei perfidi si ciba di violenza.
3Chi sorveglia la bocca preserva la sua vita,
chi spalanca le sue labbra va incontro alla rovina.
4Il pigro brama, ma non c'è nulla per il suo appetito,
mentre l'appetito dei laboriosi sarà soddisfatto.
5Il giusto odia la parola falsa,
l'empio disonora e diffama.
6La giustizia custodisce chi ha una condotta integra,
la malvagità manda in rovina il peccatore.
7C'è chi fa il ricco e non ha nulla,
c'è chi fa il povero e possiede molti beni.
8Riscatto della vita d'un uomo è la sua ricchezza,
ma il povero non avverte la minaccia.
9La luce dei giusti porta gioia,
la lampada dei malvagi si spegne.
10L'insolenza provoca litigi,
ma la sapienza sta con chi accetta consigli.
11La ricchezza venuta dal nulla diminuisce,
chi la accumula a poco a poco, la fa aumentare.
12Un'attesa troppo prolungata fa male al cuore,
un desiderio soddisfatto è albero di vita.
13Chi disprezza la parola si rende debitore,
chi rispetta un ordine viene ricompensato.
14L'insegnamento del saggio è fonte di vita
per sfuggire ai lacci della morte.
15Il senno procura favore,
ma il contegno dei perfidi porta alla rovina.
16La persona avveduta prima di agire riflette,
lo stolto mette in mostra la sua stupidità.
17Un cattivo messaggero causa sciagure,
un inviato fedele porta salute.
18Povertà e ignominia a chi rifiuta la correzione,
chi tiene conto del rimprovero sarà onorato.
19Desiderio appagato è dolcezza per l'anima;
fa orrore agli stolti evitare il male.
20Va' con i saggi e saggio diventerai,
chi pratica gli stolti ne subirà danno.
21La sventura insegue i peccatori,
il bene è la ricompensa dei giusti.
22L'uomo buono lascia eredi i figli dei figli,
è riservata al giusto la ricchezza del peccatore.
23Vi è cibo in abbondanza nei campi dei poveri,
ma può essere sottratto per mancanza di giustizia.
24Chi risparmia il bastone odia suo figlio,
chi lo ama è pronto a correggerlo.
25Il giusto mangia fino a saziarsi,
ma il ventre dei malvagi resta vuoto.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  
inizio pagina