B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Numeri
  > Libro: Numeri, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36  

(Testo CEI74)

18
1Il Signore disse ad Aronne: “Tu, i tuoi figli e la casa di tuo padre con te porterete il peso delle iniquità commesse nel santuario; tu e i tuoi figli porterete il peso delle iniquità commesse nell'esercizio del vostro sacerdozio. 2Anche i tuoi fratelli, la tribù di Levi, la tribù di tuo padre, farai accostare a te, perché ti siano accanto e ti servano quando tu e i tuoi figli con te sarete davanti alla tenda della testimonianza. 3Essi staranno al tuo servizio e al servizio di tutta la tenda; soltanto non si accosteranno agli arredi del santuario né all'altare, perché non moriate gli uni e gli altri. 4Essi saranno accanto a te e saranno addetti alla custodia della tenda del convegno per tutto il servizio della tenda e nessun estraneo si accosterà a voi. 5Voi sarete addetti alla custodia del santuario e dell'altare, perché non vi sia più ira contro gli Israeliti. 6Quanto a me, ecco, io ho preso i vostri fratelli, i leviti, tra gli Israeliti; dati al Signore, essi sono rimessi in dono a voi per prestare servizio nella tenda del convegno. 7Tu e i tuoi figli con te eserciterete il vostro sacerdozio per quanto riguarda l'altare ciò che è oltre il velo; compirete il vostro ministero. Io vi dò l'esercizio del sacerdozio come un dono; l'estraneo che si accosterà sarà messo a morte”.

La parte dei sacerdoti

8Il Signore disse ancora ad Aronne: “Ecco, io ti dò il diritto a tutte le cose consacrate dagli Israeliti, cioè a quelle che mi sono offerte per elevazione: io le dò a te e ai tuoi figli, come diritto della tua unzione, per legge perenne. 9Questo ti apparterrà fra le cose santissime, fra le loro offerte consumate dal fuoco: ogni oblazione, ogni sacrificio espiatorio e ogni sacrificio di riparazione che mi presenteranno; sono tutte cose santissime che apparterranno a te e ai tuoi figli. 10Le mangerai in luogo santissimo; ne mangerà ogni maschio; le tratterai come cose sante. 11Questo ancora ti apparterrà: i doni che gli Israeliti presenteranno con l'elevazione e tutte le loro offerte fatte con il rito di agitazione; io le dò a te, ai tuoi figli e alle tue figlie con te per legge perenne. Chiunque sarà mondo in casa tua ne potrà mangiare. 12Ti dò anche tutte le primizie che al Signore offriranno: il meglio dell'olio, il meglio del mosto e del grano. 13Le primizie di quanto produrrà la loro terra che essi presenteranno al Signore saranno tue. Chiunque sarà mondo in casa tua ne potrà mangiare. 14Quanto sarà consacrato per voto di sterminio in Israele sarà tuo. 15Ogni essere che nasce per primo da ogni essere vivente, offerto al Signore, così degli uomini come degli animali, sarà tuo; però farai riscattare il primogenito dell'uomo e farai anche riscattare il primo nato di un animale immondo. 16Quanto al riscatto, li farai riscattare dall'età di un mese, secondo la stima di cinque sicli d'argento, in base al siclo del santuario, che è di venti ghera. 17Ma non farai riscattare il primo nato della vacca, né il primo nato della pecora, né il primo nato della capra; sono cosa sacra; verserai il loro sangue sull'altare e brucerai le loro parti grasse come sacrificio consumato dal fuoco, soave profumo per il Signore. 18La loro carne sarà tua; sarà tua come il petto dell'offerta che si fa con la agitazione rituale e come la coscia destra. 19Io dò a te, ai tuoi figli e alle tue figlie con te, per legge perenne, tutte le offerte di cose sante che gli Israeliti presenteranno al Signore con il rito dell'elevazione. E' un'alleanza inviolabile, perenne, davanti al Signore, per te e per la tua discendenza con te”.

La parte dei leviti

20Il Signore disse ad Aronne: “Tu non avrai alcun possesso nel loro paese e non ci sarà parte per te in mezzo a loro; io sono la tua parte e il tuo possesso in mezzo agli Israeliti. 21Ai figli di Levi io dò in possesso tutte le decime in Israele per il servizio che fanno, il servizio della tenda del convegno. 22Gli Israeliti non si accosteranno più alla tenda del convegno per non caricarsi di un peccato che li farebbe morire. 23Ma il servizio nella tenda del convegno lo faranno soltanto i leviti; essi porteranno il peso della loro responsabilità; sarà una legge perenne, di generazione in generazione; non possiederanno nulla tra gli Israeliti; 24poiché io dò in possesso ai leviti le decime che gli Israeliti presenteranno al Signore come offerta fatta con il rito di elevazione; per questo dico di loro: Non possiederanno nulla tra gli Israeliti”.

Le decime

25Il Signore disse a Mosè: 26“Parlerai inoltre ai leviti e dirai loro: Quando riceverete dagli Israeliti le decime che io vi dò per conto loro in vostro possesso, ne preleverete un'offerta secondo la rituale elevazione da fare al Signore: una decima della decima; 27l'offerta che avrete prelevata vi sarà calcolata come il grano che viene dall'aia e come il mosto che esce dal torchio. 28Così anche voi preleverete un'offerta per il Signore da tutte le decime che riceverete dagli Israeliti e darete al sacerdote Aronne l'offerta che avrete prelevato per il Signore. 29Da tutte le cose che vi saranno concesse preleverete tutte le offerte per il Signore; di tutto ciò che vi sarà di meglio preleverete quel tanto che è da consacrare. 30Dirai loro: Quando ne avrete prelevato il meglio, quel che rimane sarà calcolato come il provento dell'aia e come il provento del torchio. 31Lo potrete mangiare in qualunque luogo, voi e le vostre famiglie, perché è il vostro salario in cambio del vostro servizio nella tenda del convegno. 32Così non sarete rei di alcun peccato, perché ne avrete messa da parte la parte migliore; non profanerete le cose sante degli Israeliti; così non morirete”.

(Testo TILC)

18

1Il Signore disse ad Aronne: 'Tu, i tuoi discendenti e la tribù, sarete considerati responsabili delle colpe contro il santuario. Inoltre tu e i tuoi discendenti sarete responsabili delle colpe che commetterete nell'esercizio delle vostre funzioni di sacerdoti. 2Tu farai venire accanto a te i tuoi fratelli leviti. Quando vi recherete davanti alla tenda, dove sono custoditi gli insegnamenti del Signore, essi si uniranno a te e ai tuoi discendenti come aiutanti: 3resteranno al tuo servizio e al servizio della tenda sacra. Ma non dovranno avvicinarsi agli oggetti sacri o all'altare; così, né voi, né loro, correrete il rischio di morire. 4Essi saranno i tuoi aiutanti nella tenda dell'incontro sia per le funzioni sacre, sia per i lavori da fare, e a nessun altro sarà consentito avvicinarsi a voi. 5Il servizio nel santuario e all'altare lo eserciterete esclusivamente voi; così eviterete di provocare di nuovo il mio sdegno contro gli Israeliti. 6Io ho scelto i vostri fratelli della tribù di Levi tra gli altri Israeliti: essi mi appartengono, e io li assegno al vostro servizio per eseguire i lavori necessari alla tenda dell'incontro. 7Ma soltanto tu, Aronne, e i tuoi discendenti, potrete esercitare le funzioni di sacerdoti all'altare e nel luogo santissimo dietro il tendaggio di separazione. Sono io ad assegnarvi in dono questo ministero; se qualcun altro eserciterà funzioni riservate a voi, sarà messo a morte!'.
8Il Signore disse ancora ad Aronne: 'Ecco, affido a te l'amministrazione di tutte le offerte che gli Israeliti mi consacrano. Io le assegno a te: saranno la parte riservata a te e ai tuoi discendenti. Questa disposizione resterà valida per sempre. 9Brucerai nel fuoco la parte destinata a me. Tra le offerte molto sante a te spetterà questo: tutto quel che gli Israeliti presenteranno a me come offerta di elementi vegetali, sacrifici per il perdono e sacrifici di riparazione. Queste parti molto sacre saranno riservate a te e ai tuoi discendenti. 10Saranno il vostro cibo, ma potranno mangiarle soltanto gli uomini e i ragazzi, perché sono cibi molto sacri. 11Spetterà a te anche una parte delle offerte portate dagli Israeliti, che tu presenterai a me con il gesto rituale: io le assegno a te e ai tuoi discendenti per sempre. Questi cibi potranno mangiarli gli uomini e le donne della tua famiglia, se sono in stato di purità rituale. 12Inoltre assegno a te anche i primi frutti della campagna: l'olio fresco, il vino nuovo e i cereali che gli Israeliti mi consacrano. 13Così tutte le primizie dei raccolti portati a me dagli Israeliti apparterranno a te; potranno mangiarle tutti i componenti della tua famiglia, se sono in stato di purità rituale. 14Inoltre ti apparterrà quel che gli Israeliti mi consacrano in modo definitivo. 15Ti apparterranno tutti i figli primogeniti e i primi parti degli animali che verranno offerti a me; però tu farai riscattare i figli primogeniti e i primi parti degli animali ritualmente impuri. 16Il prezzo del riscatto di un bambino sarà pagato al termine di un mese dalla nascita. Tu lo fisserai in modo che sia equivalente alla somma di cinque monete d'argento, secondo la moneta ufficiale del santuario, della quale il peso è di dieci grammi. 17Un vitello, un agnello o un capretto di primo parto non potrà essere riscattato: questi animali appartengono esclusivamente a me. Verserete il loro sangue sull'altare e farete bruciare le parti grasse come sacrificio completo: io lo accetterò volentieri. 18Invece spetterà a te la carne magra di questi animali, così come ti è riservato il petto e la coscia destra di quel che presenterai a me con il gesto rituale. 19Inoltre assegno a voi quel che gli Israeliti presenteranno a me come offerte sante. Apparterranno per sempre a te e ai tuoi discendenti, maschi e femmine: è un impegno irrevocabile, come un'alleanza sigillata con il pasto del sale, che io, il Signore, prendo con te e con la tua discendenza'.
20Il Signore aggiunse rivolto ad Aronne: 'Tu non riceverai in possesso un territorio nella terra che darò agli Israeliti. Sono io il tuo patrimonio e la tua fonte di sostentamento in mezzo agli altri Israeliti'.
21Il Signore disse: 'Ecco il compenso che do ai leviti per il servizio svolto nella tenda dell'incontro: diventerà loro proprietà la decima parte dei raccolti della terra d'Israele. 22Gli altri Israeliti non dovranno più avvicinarsi alla tenda sacra, altrimenti si renderebbero colpevoli e dovrebbero morire. 23Soltanto i leviti dovranno svolgere il servizio alla tenda; perciò saranno responsabili delle proprie colpe. Questa disposizione resterà valida in futuro per tutte le generazioni. I leviti non riceveranno in possesso un territorio come le altre tribù di Israele. 24In cambio io do loro in possesso le decime che gli Israeliti mi offriranno. Per questo ho detto loro che, a differenza delle altre tribù d'Israele, non avranno un proprio territorio'.
25Il Signore disse a Mosè 26di comunicare ai leviti queste prescrizioni: 'Quando gli Israeliti vi porteranno la decima, che vi ho assegnata in possesso, voi dovrete prelevare da essa la decima parte per offrirmela. 27Questo corrisponderà per voi a quel che gli altri Israeliti preleveranno dal raccolto dei cereali o dal vino nuovo o dall'olio fresco per offrirmelo. 28Così anche voi mi porterete la vostra offerta; la metterete da parte, da tutte le decime che riceverete dagli altri Israeliti: essa è la parte riservata a me. La consegnerete al sacerdote Aronne. 29Da tutte le offerte che riceverete, toglierete integralmente la parte migliore, che sarà consacrata a me. 30Dopo aver tolto quella parte, terrete per voi il resto, come gli altri Israeliti tengono per sé il resto dei cereali, del vino nuovo o dell'olio. 31Potrete consumare questi cibi in qualunque posto e con tutta la vostra famiglia, perché è la vostra paga, il compenso per il servizio che fate nella tenda dell'incontro. 32Una volta separata e riservata a me la parte migliore, non ci sarà più per voi il pericolo di rendervi colpevoli; non profanerete quindi le offerte sante degli Israeliti e non correrete il rischio di morire'.

(Testo CEI2008)

18
1 Il Signore disse ad Aronne: «Tu, i tuoi figli e la casa di tuo padre con te porterete il peso delle colpe commesse nel santuario; tu e i tuoi figli con te porterete il peso delle colpe commesse nell'esercizio del vostro sacerdozio. 2Anche i tuoi fratelli, la tribù di Levi, la tribù di tuo padre, farai accostare a te, perché si aggiungano a te e ti assistano quando tu e i tuoi figli con te sarete davanti alla tenda della Testimonianza. 3Essi staranno al tuo servizio e al servizio di tutta la tenda; soltanto non si accosteranno agli arredi del santuario né all'altare, perché non moriate né loro né voi. 4Essi si aggiungeranno a te e presteranno servizio alla tenda del convegno per tutto il servizio della tenda, e nessun profano si accosterà a voi. 5Voi sarete addetti alla custodia del santuario e dell'altare, e non vi sarà più ira contro gli Israeliti. 6Quanto a me, ecco, io ho preso i vostri fratelli, i leviti, tra gli Israeliti; dati al Signore, essi sono resi in dono a voi, per prestare servizio nella tenda del convegno. 7Tu e i tuoi figli con te eserciterete il vostro sacerdozio per tutto ciò che riguarda l'altare e ciò che è oltre il velo, e presterete il vostro servizio. Io vi do l'esercizio del sacerdozio come un dono. Il profano che si accosterà sarà messo a morte».
8Il Signore parlò ancora ad Aronne: «Ecco, io ti do il diritto su tutto ciò che si preleva per me, cioè su tutte le cose consacrate dagli Israeliti; le do a te e ai tuoi figli, a motivo della tua unzione, per legge perenne. 9Questo ti apparterrà fra le cose santissime, fra le loro offerte destinate al fuoco: ogni oblazione, ogni sacrificio per il peccato e ogni sacrificio di riparazione che mi presenteranno; sono tutte cose santissime che apparterranno a te e ai tuoi figli. 10Le mangerai in luogo santissimo; ne mangerà ogni maschio. Le tratterai come cose sante. 11Questo ancora ti apparterrà: i doni che gli Israeliti presenteranno come tributo prelevato e tutte le loro offerte fatte con il rito di elevazione. Io le do a te, ai tuoi figli e alle tue figlie con te, per legge perenne. Chiunque sarà puro in casa tua ne potrà mangiare. 12Ti do anche tutte le primizie che offriranno al Signore: il meglio dell'olio nuovo, il meglio del mosto e del grano. 13Le primizie di quanto produrrà la loro terra, che essi porteranno al Signore, saranno tue. Chiunque sarà puro in casa tua ne potrà mangiare. 14Quanto in Israele sarà consacrato per voto di sterminio sarà tuo. 15Ogni essere che nasce per primo da ogni essere vivente, offerto al Signore, sia degli uomini sia degli animali, sarà tuo; però farai riscattare il primogenito dell'uomo e farai anche riscattare il primo nato dell'animale impuro. 16Il tuo riscatto, lo effettuerai dall'età di un mese, secondo la stima di cinque sicli d'argento, conformi al siclo del santuario, che è di venti ghera. 17Ma non farai riscattare il primo nato della mucca, né il primo nato della pecora, né il primo nato della capra: sono cosa sacra. Verserai il loro sangue sull'altare e farai bruciare le loro parti grasse come sacrificio consumato dal fuoco, profumo gradito al Signore. 18La loro carne sarà tua; sarà tua come il petto dell'offerta che si fa con il rito di elevazione e come la coscia destra. 19Io do a te, ai tuoi figli e alle tue figlie con te, per legge perenne, tutte le offerte di cose sante che gli Israeliti preleveranno per il Signore. È un'alleanza inviolabile, perenne, davanti al Signore, per te e per la tua discendenza con te».
20Il Signore disse ad Aronne: «Tu non avrai alcuna eredità nella loro terra e non ci sarà parte per te in mezzo a loro. Io sono la tua parte e la tua eredità in mezzo agli Israeliti. 21Ai figli di Levi io do in possesso tutte le decime in Israele, in cambio del servizio che fanno, il servizio della tenda del convegno. 22Gli Israeliti non si accosteranno più alla tenda del convegno, per non caricarsi di un peccato che li farebbe morire. 23Ma il servizio nella tenda del convegno lo faranno soltanto i leviti; essi porteranno il peso della loro colpa. Sarà una legge perenne, di generazione in generazione. Non possederanno eredità tra gli Israeliti, 24poiché io do in possesso ai leviti le decime che gli Israeliti preleveranno come contributo per il Signore; per questo ho detto di loro: «Non avranno possesso ereditario tra gli Israeliti»».
25Il Signore parlò a Mosè e disse: 26«Parlerai inoltre ai leviti dicendo loro: «Quando prenderete dagli Israeliti la decima che io ho dato a voi da parte loro come vostra eredità, preleverete un'offerta come contributo al Signore: una decima dalla decima. 27Il vostro prelevamento vi sarà calcolato come quello del grano che viene dall'aia e come il mosto che esce dal torchio. 28Così anche voi preleverete un'offerta per il Signore da tutte le decime che riceverete dagli Israeliti e darete al sacerdote Aronne l'offerta che avrete prelevato per il Signore. 29Da tutte le cose che vi saranno concesse preleverete tutte le offerte per il Signore; di tutto ciò che vi sarà di meglio preleverete la parte sacra». 30Dirai loro: «Quando ne avrete prelevato il meglio, quel che rimane sarà calcolato per i leviti come il provento dell'aia e come il provento del torchio. 31Lo potrete mangiare in qualunque luogo, voi e le vostre famiglie, perché è il vostro salario, in cambio del vostro servizio nella tenda del convegno. 32Dal momento che ne avrete prelevato la parte migliore, non sarete gravati da alcun peccato; non profanerete le cose sante degli Israeliti e non morirete»».



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Numeri, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36  
inizio pagina