B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Geremia
  > Libro: Geremia, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52  

(Testo CEI74)

40
Ancora la sorte di Geremia

1Questa parola fu rivolta a Geremia dal Signore, dopo che NabuzaradÓn, capo delle guardie, lo aveva rimandato libero da Rama, avendolo preso mentre era legato con catene in mezzo a tutti i deportati di Gerusalemme e di Giuda, i quali venivano condotti in esilio a Babilonia. 2Il capo delle guardie prese Geremia e gli disse: źIl Signore tuo Dio ha predetto questa sventura per questo luogo; 3il Signore l'ha mandata, compiendo quanto aveva minacciato, perchÚ voi avete peccato contro il Signore e non avete ascoltato la sua voce; perci˛ vi Ŕ capitata una cosa simile. 4Ora ecco, ti sciolgo queste catene dalle mani. Se preferisci venire con me a Babilonia, vieni; io veglier˛ su di te. Se invece preferisci non venire con me a Babilonia, rimani. Vedi, tutta la regione sta davanti a te; vÓ pure dove ti piace e ti Ŕ comodo andare. 5Torna pure presso Godolia figlio di AchikÓm, figlio di SafÓn, che il re di Babilonia ha messo a capo delle cittÓ di Giuda. Rimani con lui in mezzo al popolo oppure vÓ dove ti piace andare╗.

Il capo delle guardie gli diede provviste di cibo e un regalo e lo licenzi˛. 6Allora Geremia and˛ in MizpÓ da Godolia figlio di AchikÓm, e si stabilý con lui in mezzo al popolo che era rimasto nel paese.

Godolia governatore: suo assassinio

7Tutti i capi dell'esercito, che si erano dispersi per la regione con i loro uomini, vennero a sapere che il re di Babilonia aveva messo a capo del paese Godolia figlio di AchikÓm, e gli aveva affidato gli uomini, le donne, i bambini e i poveri del paese che non erano stati deportati a Babilonia. 8Si recarono allora da Godolia in MizpÓ Ismaele figlio di Natania, Giovanni figlio di KÓreca, SeraiÓ figlio di Tanc¨met, i figli di Ofi di Netofa e IezaniÓ figlio del Maacatita con i loro uomini. 9Godolia figlio di AchikÓm, figlio di SafÓn, giur˛ a loro e ai loro uomini: źNon temete i funzionari caldei; rimanete nel paese e state soggetti al re di Babilonia e vi troverete bene. 10Quanto a me, ecco, io mi stabilisco in MizpÓ come vostro rappresentante di fronte ai Caldei che verranno da noi; ma voi fate pure la raccolta del vino, delle frutta e dell'olio, riponete tutto nei vostri magazzini e dimorate nelle cittÓ da voi occupate╗.

11Anche tutti i Giudei che si trovavano in Moab, tra gli Ammoniti, in Edom e in tutte le altre regioni, seppero che il re di Babilonia aveva lasciato una parte della popolazione in Giuda e aveva messo a capo di essa Godolia figlio di AchikÓm, figlio di SafÓn. 12Tutti questi Giudei ritornarono da tutti i luoghi nei quali si erano dispersi e vennero nel paese di Giuda presso Godolia a MizpÓ. Raccolsero vino e frutta in grande abbondanza.

13Ora Giovanni figlio di KÓreca e tutti i capi delle bande armate che si erano dispersi per la regione, si recarono da Godolia in MizpÓ 14e gli dissero: źNon sai che Baalýs re degli Ammoniti ha mandato Ismaele figlio di Natania per toglierti la vita?╗. Ma Godolia figlio di AchikÓm non credette loro.

15Allora Giovanni figlio di KÓreca parl˛ segretamente con Godolia in MizpÓ: źIo andr˛ a colpire Ismaele figlio di Natania senza che alcuno lo sappia. PerchÚ egli dovrebbe toglierti la vita, cosý che vadano dispersi tutti i Giudei che si sono raccolti intorno a te e perisca tutto il resto di Giuda?╗. 16Ma Godolia figlio di AchikÓm rispose a Giovanni figlio di KÓreca: źNon commettere una cosa simile, perchÚ Ŕ una menzogna quanto tu dici di Ismaele╗.

(Testo TILC)

40
Geremia rimane in terra di Giuda

1Il Signore parl˛ ancora a Geremia dopo che Nabuzaradan, comandante generale, lo aveva rimandato libero dalla cittÓ di Rama, dove l'aveva trovato in catene. Era con un gruppo di abitanti di Gerusalemme e di Giuda che stavano per essere condotti in esilio a Babilonia. 2Il comandante generale aveva preso da parte Geremia per dirgli: 'Il Signore tuo Dio l'aveva detto che sarebbe venuta sulla regione questa disgrazia. 3Ora ha eseguito quel che aveva predetto. Tutto questo vi Ŕ accaduto perchÚ avete peccato contro il Signore e gli avete disubbidito. 4Adesso ti faccio togliere le catene dai polsi e ti rimetto in libertÓ. Se preferisci venire con me a Babilonia, fallo pure e io avr˛ cura di te. Se invece non vuoi, rimani qui. Guarda, tutto questo territorio Ŕ a tua disposizione: va' dove vuoi, fermati dove ti pare'. 5PoichÚ Geremia non rispondeva, Nabuzaradan continu˛: 'PerchÚ non torni presso Godolia, figlio di Achikam e nipote di Safan? Il re di Babilonia lo ha incaricato di governare le cittÓ di Giuda. Rimani con lui in mezzo alla gente. Comunque, sei libero di andare dove ti piace'. Il comandante generale lo riforný di viveri, gli fece un regalo e lo lasci˛ partire. 6Allora Geremia and˛ a Mizpa presso Godolia figlio di Achikam, e si ferm˛ con lui fra la gente rimasta nella regione.

Godolia governatore del territorio di Giuda
(vedi 2 Re 25, 22-24)

7Nelle campagne si aggiravano ancora gruppi di soldati e di ufficiali sbandati. Essi vennero a sapere che il re di Babilonia aveva incaricato Godolia figlio di Achikam di governare la regione e gli aveva affidato uomini, donne, bambini e tutta la gente pi¨ povera non deportata in Babilonia. 8Allora alcuni ufficiali con i loro uomini andarono da Godolia a Mizpa. Essi erano: Ismaele figlio di Natania, Giovanni e Gionata figli di Kareca, Seraia figlio di Tancumet, i figli di Ofi di Netofa e Iezania di Maaca. 9Godolia dichiar˛ davanti a tutti: 'Vi do la mia parola che non c'Ŕ da aver paura ad arrendersi ai Babilonesi. Rimanete in questa regione, riconoscete l'autoritÓ del re di Babilonia e vi troverete bene. 10Io stesso mi stabilisco a Mizpa per essere il vostro rappresentante presso i Babilonesi che vengono da noi. Voi intanto fate provviste di vino, di cereali e di olio, tenetele in recipienti adatti e tornate ad abitare nelle cittÓ che avete occupato'. 11Molti abitanti di Giuda erano fuggiti nei territori di Moab, Ammon, Edom e in altre regioni. Tutti costoro vennero a sapere che il re di Babilonia aveva lasciato in Giudea parte della popolazione e che aveva affidato l'incarico di governatore a Godolia, figlio di Achikam e nipote di Safan. 12Allora questa gente ritorn˛ nel territorio di Giuda dalle localitÓ dove si era rifugiata e si radun˛ attorno a Godolia in Mizpa, dove fecero grandi provviste di vino e di cereali.

Godolia assassinato
(vedi 2 Re 25, 25-26)

13Un giorno Giovanni figlio di Kareca e gli altri capi delle bande armate che si aggiravano ancora nelle campagne andarono a Mizpa da Godolia 14e gli dissero:
- Ti hanno giÓ informato che Baalis re degli Ammoniti ha mandato Ismaele figlio di Natania ad ucciderti?
Ma Godolia non volle crederci.
15Allora Giovanni si incontr˛ segretamente con Godolia a Mizpa e gli confid˛:
- Se sei d'accordo, andr˛ ad ammazzare Ismaele figlio di Natania. Nessuno lo saprÓ. Bisogna impedirgli di ucciderti, altrimenti la gente che si Ŕ raccolta attorno a te sarÓ di nuovo sbandata e quel che Ŕ rimasto del regno di Giuda, scomparirÓ.
16Ma Godolia rispose:
- Non Ŕ vero quel che dici nei confronti di Ismaele. Ti proibisco di fare quanto hai detto.

(Testo CEI2008)

40
Riorganizzazione dei Giudei rimasti nel paese

1 Questa parola fu rivolta a Geremia dal Signore, dopo che NabuzaradÓn, capo delle guardie, lo aveva rimandato libero da Rama, avendolo preso mentre era legato con catene in mezzo a tutti i deportati di Gerusalemme e di Giuda, che venivano condotti in esilio a Babilonia. 2Il capo delle guardie prese Geremia e gli disse: źIl Signore, tuo Dio, ha predetto questa sventura per questo luogo. 3Il Signore l'ha mandata, compiendo quanto aveva minacciato, perchÚ voi avete peccato contro il Signore e non avete ascoltato la sua voce; perci˛ vi Ŕ capitata una cosa simile. 4Ora ecco, oggi ti sciolgo queste catene dalle mani. Se vuoi venire con me a Babilonia, vieni: io veglier˛ su di te. Se invece preferisci non venire con me a Babilonia, rimani. Vedi, tutto il paese sta davanti a te: va' pure dove ti pare opportuno. 5Torna pure presso Godolia, figlio di AchikÓm, figlio di Safan, che il re di Babilonia ha messo a capo delle cittÓ di Giuda. Rimani con lui in mezzo al popolo oppure va' dove ti pare opportuno╗. Il capo delle guardie gli diede provviste di cibo e un regalo e lo licenzi˛. 6Allora Geremia and˛ a Mispa da Godolia, figlio di AchikÓm, e si stabilý con lui tra il popolo che era rimasto nel paese.
7Tutti i capi delle bande armate, che si erano dispersi per la regione con i loro uomini, vennero a sapere che il re di Babilonia aveva messo a capo del paese Godolia, figlio di AchikÓm, e gli aveva affidato gli uomini, le donne, i bambini e i poveri del paese che non erano stati deportati a Babilonia. 8Si recarono allora da Godolia, a Mispa, Ismaele, figlio di Netania, Giovanni e Gi˛nata, figli di KarŔach, SeraiÓ, figlio di Tanc¨met, i figli di EfÓi, il Netofatita, e Iezania, figlio del Maacatita, con i loro uomini. 9Godolia, figlio di AchikÓm, figlio di Safan, giur˛ a loro e ai loro uomini: źNon temete gli ufficiali dei Caldei; rimanete nella terra e servite il re di Babilonia e vi troverete bene. 10Quanto a me, ecco, io mi stabilisco a Mispa come vostro rappresentante di fronte ai Caldei che verranno da noi; ma voi fate pure la raccolta del vino, della frutta e dell'olio, riponete tutto nei vostri magazzini e dimorate nelle cittÓ da voi occupate╗.
11Anche tutti i Giudei che si trovavano in Moab, tra gli Ammoniti, in Edom e in tutte le altre regioni, seppero che il re di Babilonia aveva lasciato un resto di Giuda e vi aveva messo a capo Godolia, figlio di AchikÓm, figlio di Safan. 12Tutti questi Giudei ritornarono da tutti i luoghi nei quali si erano dispersi e vennero nel paese di Giuda presso Godolia a Mispa. Raccolsero vino e frutta in grande abbondanza.

Uccisione di Godolia

13Ora Giovanni, figlio di KarŔach, e tutti i capi delle bande armate che si erano dispersi per la regione, si recarono da Godolia a Mispa 14e gli dissero: źNon sai che Baalýs, re degli Ammoniti ha mandato Ismaele, figlio di Netania, per toglierti la vita?╗. Ma Godolia, figlio di AchikÓm, non credette loro. 15Allora Giovanni, figlio di KarŔach, disse segretamente a Godolia, a Mispa: źIo andr˛ a colpire Ismaele, figlio di Netania, senza che nessuno lo sappia. PerchÚ egli dovrebbe toglierti la vita? Si disperderebbero allora tutti i Giudei che si sono raccolti intorno a te e perirebbe il resto di Giuda!╗. 16Ma Godolia, figlio di AchikÓm, rispose a Giovanni, figlio di KarŔach: źNon commettere una cosa simile, perchÚ Ŕ una menzogna quanto tu dici di Ismaele╗.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Geremia, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52  
inizio pagina