B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Siracide
  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  

(Testo TILC)

42
1Vergognati di dire in giro
quel che hai sentito
e di spifferare un segreto.
Se avrai vergogna di tutte queste cose,
sarai rispettato dagli altri.

Invece non vergognarti di altre cose
e non renderti schiavo della mentalità
comune
fino a peccare.
2Non vergognarti della legge dell'Altissimo
e della sua alleanza con noi.
Non vergognarti
di assolvere uno straniero, se è innocente,
3di dividere le spese con i compagni di
lavoro e di viaggio.
Non vergognarti
di spartire un'eredità con gli altri,
4di essere preciso quando si tratta di pesi e
di bilance.
Non vergognarti
di commerciare all'ingrosso o al minuto
5e di trarre profitto nella vendita.
Non vergognarti
di impegnarti molto per l'educazione dei
figli,
né di frustare a sangue uno schiavo
cattivo.
6Non vergognarti
di usare serrature se non puoi fidarti di
tua moglie,
di chiudere a chiave là dove ci sono molte
mani,
7di far contare e pesare quel che lasci in
deposito presso qualcuno,
di registrare tutto quello che dai e ricevi.
8Non vergognarti
di essere severo con lo stupido e
l'imbecille
e con il vecchio accusato di adulterio.
Così sapranno che la tua educazione è
seria
e tutti avranno stima di te.

Come educare la propria figlia

9Chi ha una figlia ha dentro di sé una
preoccupazione
che non lo lascia dormire:
quando è ragazza, perché non resti zitella,
e quando è sposata, perché suo marito
non la trascuri.
10Quando è giovane, perché non venga
sedotta
e resti incinta in casa di suo padre;
quando ha marito perché non lo tradisca
o rimanga senza figli.
11Con una figlia sfrontata, apri bene gli
occhi,
perché potresti diventare la favola del
villaggio:
la gente sparla di te e i nemici ridono alle
tue spalle.
Sì, tua figlia potrebbe disonorarti agli
occhi di tutti.

Fare attenzione alle donne

12Non lasciarti incantare dalla bellezza
e non intrattenerti con donne,
13perché come escono le tarme da un
vestito,
così da una donna la cattiveria.
14Un uomo cattivo è meglio di una donna
compiacente:
essa potrebbe procurarti vergogna e
insulti.

Dio è grande nelle sue opere

15Voglio ricordare le opere del Signore
e proclamare quello che ho visto.
Con la sua parola il Signore ha creato il
mondo
16Il sole che brilla illumina tutte le cose,
così il Signore riempie l'universo con la
sua presenza.
17Nemmeno agli angeli ha dato la
possibilità
di raccontare tutte le cose stupende che ha fatto.
Il Signore onnipotente ha reso stabile il
mondo
e con la sua presenza sorregge le sue
creature.
18Egli scruta la profondità degli oceani e il
cuore umano,
conosce a fondo i progetti degli uomini.
L'Altissimo conosce tutto,
riesce a decifrare anche i segni del futuro.
19Egli rivela il passato e annunzia il futuro
e ci mette sulle tracce di quel che ancora è
nascosto.
20Tu non puoi nascondergli i tuoi pensieri
e nessuna delle tue parole può sfuggirgli.
21Con sapienza ha disposto le sue opere
meravigliose
lungo il corso della storia,
ma egli è da sempre e rimane per sempre.
Non ha avuto bisogno di consiglieri
e non c'è nulla da aggiungere o da togliere
alla sua opera.
22Quanto sono belle le sue opere,
anche la più piccola è stupenda.
23Tutto quello che ha fatto è stabile e utile
e realizza sempre lo scopo che il Signore
ha fissato.
24Tutte le cose sono a due a due
e si corrispondono l'una all'altra.
25Ogni cosa contribuisce al bene dell'altra
e se ti metti a contemplare l'opera di Dio
non finisci mai
perché il Signore non ha lasciato nulla di
incompleto.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  
inizio pagina