B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Siracide
  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  

(Testo TILC)

32
Ancora sui banchetti

1Se sei capotavola non darti delle arie
e comportati come tutti gli altri:
prima preoccupati di loro e poi siedi pure.
2Quando hai compiuto il tuo dovere puoi
accomodarti
per far festa con loro
e ricevere una corona come premio per
quel che hai fatto.

3Prendi la parola, tu che sei anziano,
perché spetta a te,
di' esattamente quel che pensi, senza
disturbare musiche e canti;
4durante queste esecuzioni non perderti in
chiacchiere
e non mettere in mostra quel che sai
perché non è il momento.
5La musica durante un banchetto
è come un rubino su un anello d'oro;
6e un canto armonioso unito alla dolcezza
del vino
è come uno smeraldo incastonato su un
gioiello.

7Prendi la parola anche tu che sei giovane,
se devi dire qualcosa,
parla non più di due volte, ma solo se sei
interrogato;
8parla per sommi capi, di' molte cose in
poche parole,
fa' come chi è competente e non sprecare
parole per niente.
9Quando ti trovi con uomini importanti
non metterti al loro livello,
e non chiacchierare quando altri parlano.
10Come il lampo precede il tuono,
così la stima fa strada all'uomo modesto.
11Quando è il momento, alzati e non tirare
per le lunghe,
corri a casa senza indugiare:
12qui puoi divertirti e fare quel che ti piace,
ma non fino a peccare con parole
arroganti.
13Poi ringrazia Dio che ti ha creato
perché è lui che ti colma con tutti i suoi
doni.

Il tuo rapporto con Dio e la sua legge

14Chi si affida al Signore accetta di essere
educato da lui
e chi lo cerca fin dall'aurora è a lui
gradito.
15Se uno si dedica alla legge vi troverà
soddisfazione,
ma se non è sincero troverà in essa solo
inciampo.
16Quelli che amano il Signore scopriranno
ciò che è giusto
e il loro impegno per la giustizia splenderà
come il sole;
17al contrario, il malvagio non accetta
critiche
e trova sempre scuse per fare i suoi
comodi.
18Chi vuol dare buoni consigli non trascura
la riflessione,
invece l'empio, che è pieno di se stesso,
non ha paura di sbagliare.
19Ma tu non far niente senza pensarci prima
e alla fine non te ne pentirai
20Non metterti su una strada piena di
ostacoli,
se non vuoi inciampare nei sassi;
21ma non fidarti nemmeno di una strada
troppo comoda.
22e sta' attento a dove metti i piedi
23In tutto quel che fai, sii coerente con te
stesso,
perché la legge di Dio comanda anche
questo.
24Per essere fedele alla legge, bisogna
osservare i comandamenti
e chi si fida del Signore non ha nulla da
temere;



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  
inizio pagina