B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Siracide
  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  

(Testo TILC)

23
1O Signore, padre che guidi la mia vita,
non abbandonarmi ai capricci
della mia lingua,
non farmi rovinare a causa loro.
2Chi userà la frusta per guidare i miei
pensieri?
Chi imporrà alla mia volontà una saggia
disciplina
senza guardare ai miei errori e peccati?
3I miei errori sarebbero meno numerosi,
i miei peccati meno frequenti,
e io non cadrei davanti ai miei avversari,
e non riderebbero di me i miei nemici
4Signore, padre e Dio che mi dai la vita,
fa' che io non diventi arrogante,
5allontana da me ogni desiderio cattivo,
6e io non rimanga schiavo dei sensi
e prigioniero di istinti crudeli.
Misura le tue parole

7Figli miei, imparate a misurare le parole,
perché chi sa controllarsi non sarà colto in
fallo.
8Il peccatore quando parla si prepara una
trappola
e quando insulta con arroganza inciampa
nelle sue parole.
9Non prendere l'abitudine di far giuramenti
e di nominare Dio che è santo.
10Un servo strettamente sorvegliato
non potrà evitare le percosse.
Così chi giura e tira sempre in ballo il
nome di Dio
non potrà evitare il peccato.
11Chi giura troppo spesso accumula peccati
e attira il castigo di Dio sulla sua famiglia.
Se non mantiene il giuramento, dovrà
subirne le conseguenze;
se giura a vanvera pecca due volte;
se infine giura apposta il falso, non ci
saranno scuse per lui
e la disgrazia si abbatterà sulla sua
famiglia.

Evita i discorsi sconvenienti

12Un certo modo di parlare merita la morte:
ma ciò non sia mai ammesso nel popolo di
Israele.
Infatti chi ama Dio non fa simili discorsi
e non si trova implicato in questo genere
di peccati.
13Non abituarti a far discorsi rozzi e
volgari,
perché portano al peccato.
14Ricordati di tuo padre e di tua madre
quando vai a una riunione di gente
importante;
così ti comporterai bene davanti a loro
e non dirai sciocchezze, anche se ci sei
abituato.
Altrimenti rimpiangerai di essere nato
e maledirai il giorno che sei venuto al
mondo.
15Insomma: un tipo abituato a certi discorsi
è incorreggibile e continuerà così per tutta
la vita.

Schiavi del sesso

16Due categorie di persone commettono
peccati su peccati,
ma ce n'è una terza che provoca reazione
di Dio:
uno ha una passione che brucia come il
fuoco
e che non si spegne finché tutto non è
consumato;
c'è poi chi è completamente schiavo della
sensualità
e non trova pace finché è bruciato dalle
sue fiamme;
17ma siccome gli va bene tutto quanto nutre
le sue brame,
camminerà su questa strada fino alla
morte.
18C'è infine l'uomo che tradisce sua moglie
e pensa dentro di sé: 'Chi mi può vedere?
Ormai è notte e le pareti mi nascondono;
e se nessuno può vedermi, perché
preoccuparmi?
L'Altissimo non terrà conto dei miei
peccati'.
19Costui ha soltanto paura che gli altri lo
vedano,
ma non pensa che lo sguardo del Signore
è mille volte più luminoso del sole.
Il Signore vede ogni passo che l'uomo fa
e scruta fin negli angoli più segreti.
20Dio conosceva tutte le cose sia prima di
crearle,
sia dopo averle portate a compimento.
21Quest'uomo sarà punito in pubblico,
perché lo sorprenderanno quando meno se
lo aspetta.

L'adultera

22Lo stesso capiterà alla donna che tradisce
suo marito
e gli porta in casa un erede, figlio di un
altro uomo.
23In primo luogo disubbidisce alla legge
dell'Altissimo,
poi fa torto a suo marito.
infine si prostituisce nell'adulterio
e mette al mondo figli con un altro.
24Per questo la porteranno davanti
all'assemblea
e faranno un'inchiesta per sapere di chi
sono i suoi figli.
25Essi saranno come piante senza radici,
e come rami senza frutti.
26Chi ricorderà questa donna, la maledirà
per il triste ricordo che ha lasciato.
27Così i posteri capiranno
che è meglio amare il Signore
ed è bello osservare i suoi comandamenti.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  
inizio pagina