B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Siracide
  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  

(Testo TILC)

15
La sapienza fa dolce compagnia

1Se uno teme il Signore si comporta
come si deve,
chi ama la legge raggiungerà la sapienza:
2essa gli verrà incontro come una madre,
lo accoglierà come fa una giovane sposa,
3per cibo gli darà il pane dell'intelligenza
e per bevanda l'acqua che dona saggezza.
4Egli allora si appoggerà su di lei e non
sarà più in pericolo,
e aggrappandosi a lei potrà stare al sicuro.
5La sapienza infatti lo farà sedere al posto
d'onore tra i suoi compagni
e gli darà coraggio per parlare
nell'assemblea.
6Sarà incoronato in mezzo a un tripudio di
gioia,
e il suo nome non sarà mai scordato.
7Invece gli stupidi non potranno mai
possedere la sapienza,
e i peccatori non riusciranno a vederla
neanche di sfuggita,
8perché lei se ne sta alla larga dai superbi,
e a mille miglia dai pensieri dei bugiardi.
9La sua lode è fuori posto in bocca ai
malvagi
perché a loro non l'ha concessa il Signore.
10Solo chi è saggio può lodarla,
perché il Signore stesso lo ispira.

Libero e responsabile

11Non pensare: 'È per colpa del Signore che
ho sbagliato',
perché il Signore non fa quello che lui
detesta.
12Come puoi dire: 'Il Signore mi ha fatto
sbagliare?'.
Lui non tratta con il peccatore.
13Anzi, il Signore odia ogni genere di vizio,
e chi crede nel Signore fa come lui.
14Quando in principio Dio creò l'uomo
lo ha lasciato libero nelle sue decisioni.
15Se vuoi, puoi certo ubbidire ai suoi
comandi,
e restargli fedele dipende solo da te.
16Egli ti ha messo davanti sia il fuoco che
l'acqua:
a te deciderti o per l'uno o per l'altra.
17Davanti all'uomo ha messo la vita e la
morte,
e darà a ciascuno quello che ciascuno si
sceglie,
18egli infatti è molto sapiente, la sua forza è
immensa,
egli vede ogni cosa,
19conosce le azioni di tutti
e guarda con amore quelli che lo amano.
20A nessuno ha mai comandato di fare il
male,
a nessuno ha detto: 'Ti permetto di
peccare'.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Siracide, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51  
inizio pagina