B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Sapienza
  > Libro: Sapienza, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19  

(Testo TILC)

8
1Domina su tutta la faccia della terra
e governa l'universo
in modo impagabile.
Salomone si innamora della sapienza

2Fin da giovane l'ho amata e cercata
perché la volevo come compagna della mia
vita.
Mi sono lasciato sedurre dalla sua
bellezza.
3La sapienza manifesta la sua nobile
origine,
perché condivide la vita di Dio
ed è la prediletta del Signore del mondo;
4partecipa alla conoscenza stessa di Dio
e alle sue decisioni.
5Se nella vita la ricchezza è desiderabile,
c'è forse ricchezza più grande della
sapienza
da cui ogni cosa deriva?
6Se uno vuol fare un lavoro in modo
intelligente,
niente è meglio della sapienza che è
artefice di tutto.
7Se uno vuol essere onesto,
sappia che la sapienza genera virtù,
perché insegna autocontrollo e saggezza,
giustizia e coraggio,
e queste sono le cose più importanti nella
vita dell'uomo.
8Se uno vuole approfondire le sue
esperienze,
sappia che la sapienza conosce il passato e
prevede il futuro,
conosce le sottigliezze dei discorsi e le
soluzioni degli enigmi,
prevede fenomeni strani e prodigiosi,
la successione delle epoche e dei tempi.
9Perciò ho deciso di sposare la sapienza e
di stare con lei;
sapevo che mi poteva consigliare bene,
confortarmi nei momenti di tristezza e di
preoccupazione.
10Grazie a lei, in mezzo alla gente potrò
farmi un nome,
anche se sono giovane, sarò onorato tra
gli anziani.
11Diranno che giudico con acutezza
e susciterò l'ammirazione di altri sovrani.
12Se tacerò, essi aspetteranno,
se prenderò la parola staranno attenti
e se parlerò a lungo mi ascolteranno
ammirati.
13La sapienza mi darà una gloria
immortale
e potrò lasciare ai miei successori un
ricordo duraturo.
14Governerò i popoli
e le nazioni mi resteranno sottomesse.
15Sovrani terribili avranno paura,
quando sentiranno parlare di me.
Sarò buono con il mio popolo e
coraggioso in guerra.
16Poi, rientrato in casa, mi riposerò accanto
a lei,
perché la sua compagnia non procura
amarezze
e l'intimità con lei non provoca tristezza,
ma solo piacere e felicità.

17Ho ripensato tutte queste cose
nel mio cuore e ho capito
che vivere unito alla sapienza mi assicura
l'immortalità;
18che nella sua tenerezza c'è un godimento
sincero
e nelle sue mani una ricchezza inesauribile.
Ho capito anche che stare con lei ti fa
diventare intelligente,
parlare con lei ti rende famoso.
Perciò mi sono affannato per prenderla e
farla mia.
19Ero un giovane bello
e avevo ricevuto in sorte un animo buono,
20o meglio, perché ero buono,
ero entrato in un corpo senza difetti.
21Sapevo che non potevo avere la sapienza,
se Dio non me la regalava
ed è già un segno di saggezza sapere da
chi viene un dono.
Perciò mi sono rivolto al Signore
e l'ho pregato di tutto cuore con queste
parole:



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Sapienza, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19  
inizio pagina