B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Proverbi
  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  

(Testo TILC)

28
1Il malvagio fugge anche se nessuno
ma il giusto è sicuro di sé,
come un leone.
2In un paese in rivolta i capi
cambiano spesso;
regna l'ordine con un capo saggio
e intelligente.
3Un uomo povero che opprime i deboli
è come una pioggia torrenziale: niente pane!
4Chi trascura la Legge loda il malvagio;
chi osserva la Legge lo combatte.
5I cattivi non vedono quel che è giusto,
ma chi cerca il Signore capisce tutto.
6Val più un povero onesto
che un ricco disonesto.
7Chi osserva la Legge è un figlio assennato,
chi frequenta i viziosi è la vergogna
di suo padre.
8Chi accumula soldi facendo lo strozzino,
li dovrà lasciare a chi ha compassione
dei poveri.
9Se non ascolti la Legge,
persino la tua preghiera fa ribrezzo.
10Chi fa deviare i giusti per una cattiva strada,
cadrà lui stesso nel suo tranello;
ma agli uomini onesti andrà tutto bene.
11Il ricco si crede furbo,
ma il povero intelligente lo giudica
per quel che vale.
12Se comandano i giusti, tutti son contenti;
ma se vanno al potere i malvagi,
tutti si nascondono.
13Chi nasconde i suoi sbagli
non avrà successo;
chi li confessa e li abbandona
sarà perdonato.
14Felice l'uomo che tiene sempre
gli occhi aperti,
chi non sta attento finisce male.
15Come leone ruggente od orso affamato
è il malvagio che governa
un popolo povero.
16Un capo insensato fa molte ingiustizie,
chi non ruba vivrà a lungo.
17Chi è oppresso dal peso di un delitto
fuggirà fino alla morte: nessuno lo fermerà.
18Chi vive onestamente si salva,
chi ha una condotta cattiva
cadrà tutto d'un colpo.
19Chi coltiva il suo campo si sazierà di pane,
chi insegue i suoi sogni raccoglierà miseria.
20Un uomo onesto avrà tante benedizioni!
Chi ha fretta d'arricchirsi
non resterà senza colpe.
21È bello essere imparziali,
ma è facile lasciarsi corrompere
per un pezzo di pane.
22L'avaro corre dietro alla ricchezza,
e non sa che cadrà nella miseria.
23Chi sa correggere gli altri
trova più gratitudine che un adulatore.
24Chi ruba al padre e alla madre, e pensa
di non peccare,
diventa compagno degli assassini.
25Chi non è mai contento provoca litigi,
chi confida nel Signore sarà saziato.
26Chi confida in se stesso è uno stolto,
chi si comporta con saggezza sarà salvo.
27Se aiuti il povero, non finirai in miseria;
se non lo soccorri, sarai maledetto.
28Quando governano i malvagi,
il paese va in rovina;
se sono sconfitti, trionfano i giusti.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Proverbi, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31  
inizio pagina