B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Daniele
  > Libro: Daniele, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  

(Testo TILC)

3
L'ordine di adorare la statua d'oro

1Il re Nabucodonosor fece costruire una statua d'oro alta trenta metri e larga tre e la fece collocare nella pianura di Dura, nella provincia di Babilonia. 2Poi il re mandò messaggeri a convocare tutti i più alti funzionari della provincia: i satrapi, i prefetti, i governatori, i consiglieri, i tesorieri, i giudici e i magistrati. Li invitava alla inaugurazione della statua d'oro che egli aveva fatto collocare. 3Tutti questi alti funzionari vennero dunque all'inaugurazione e si radunarono dinanzi alla statua per la cerimonia ufficiale. 4Un banditore gridò ad alta voce: 'Gente di ogni popolo, lingua e nazione, ascoltate questo ordine: 5Appena sentirete il suono della tromba, del flauto, della cetra, dell'arpa, del salterio, della zampogna e degli altri strumenti musicali, vi inchinerete fino a terra per adorare la statua d'oro che il re Nabucodonosor ha fatto collocare. 6Chiunque si rifiuta di inchinarsi per adorarla verrà subito gettato in una fornace ardente'. 7Perciò, appena la gente di ogni popolo, lingua e nazione sentì suonare la tromba, il flauto, la cetra, l'arpa, il salterio, la zampogna e gli altri strumenti musicali, si inchinò fino a terra e adorò la statua d'oro che il re Nabucodonosor aveva fatto collocare.

Gli amici di Daniele restano fedeli a Dio

8Subito dopo alcuni Babilonesi vennero a denunziare gli Ebrei. 9Si rivolsero al re Nabucodonosor e gli dissero: 'Lunga vita a te, maestà! 10Tu stesso, re, hai dato quest'ordine: Tutti dovranno inchinarsi fino a terra per adorare la statua d'oro appena sentiranno suonare la tromba, il flauto, la cetra, l'arpa, il salterio, la zampogna e gli altri strumenti. 11Chiunque si rifiuta di inchinarsi per adorare la statua, verrà subito gettato in una fornace ardente. 12Ora, maestà, gli Ebrei Sadrach, Mesach e Abdenego a cui hai affidato l'amministrazione della provincia di Babilonia non hanno rispettato il tuo ordine: si rifiutano di servire i tuoi dèi e di adorare la statua d'oro che tu hai fatto collocare'.
13Allora il re si sdegnò e diede l'ordine di condurre alla sua presenza Sadrach, Mesach e Abdenego. Appena giunsero, 14domandò loro: - Sadrach, Mesach e Abdenego, è vero che vi rifiutate di servire i miei dèi e di adorare la statua d'oro che io ho fatto collocare? 15Quando sentirete di nuovo suonare la tromba, il flauto, la cetra, l'arpa, il salterio, la zampogna e gli altri strumenti, sarete pronti a inchinarvi fino a terra per adorare la statua che io ho costruito? Se vi rifiutate vi farò subito gettare in una fornace ardente. Quale dio potrà sottrarvi al mio potere?
16Ma Sadrach, Mesach e Abdenego risposero al re:
- Maestà, non abbiamo bisogno di giustificarci. 17Sappi comunque che il nostro Dio, quel Dio che noi serviamo è capace di salvarci. Sì, maestà, egli ci libererà dalla fornace ardente e dal tuo potere. 18E anche se non lo facesse, sappi, maestà, che noi ci rifiutiamo di servire ai tuoi dèi e di adorare la statua d'oro che tu hai fatto collocare.
19Nabucodonosor si infuriò violentemente con Sadrach, Mesach e Abdenego e ordinò di aumentare il fuoco della fornace sette volte più del solito. 20Comandò poi ad alcuni soldati tra i più forti del suo esercito di legare Sadrach, Mesach e Abdenego e di gettarli nella fornace ardente. 21E subito, così com'erano vestiti, con i mantelli, i calzari, le tuniche e i turbanti furono gettati nella fornace ardente. 22Secondo l'ordine severo del re, la fornace era stata accesa al massimo. Perciò, appena i soldati andarono per gettare nel fuoco Sadrach, Mesach e Abdenego, essi stessi morirono bruciati dalle fiamme. 23Sadrach, Mesach e Abdenego caddero, tutti e tre, legati, nella fornace ardente.

I tre amici salvati dalla fornace

24Allora il re Nabucodonosor balzò in piedi meravigliato e domandò ai suoi ministri:
- Non abbiamo gettato tre uomini legati in mezzo al fuoco?
Essi risposero:
- Certo, maestà!
25Il re continuò:
- Eppure io vedo quattro uomini, sciolti, camminare in mezzo al fuoco. Non sono bruciati e il quarto poi somiglia a un essere divino.
26Nabucodonosor si avvicinò alla bocca della fornace ardente e gridò: 'Sadrach, Mesach e Abdenego, servi del Dio Altissimo, uscite fuori!'.
E subito essi uscirono dalla fornace. 27l satrapi, i prefetti, i governatori e i ministri del re si radunarono per vederli: i loro corpi non avevano alcun segno del fuoco, neppure i capelli erano stati bruciati, né i loro vestiti danneggiati, e non avevano nessun odore di bruciato.
28Il re gridò: 'Lode al Dio di Sadrach, di Mesach e di Abdenego! Egli ha mandato il suo angelo a salvare i suoi servi che, confidando in lui, hanno trasgredito i miei ordini. Hanno preferito mettere in pericolo la loro vita piuttosto che servire e adorare altri dèi. 29Perciò io ordino: Se qualcuno, a qualsiasi popolo, lingua o nazione appartenga, reca offesa al Dio di Sadrach, di Mesach e di Abdenego sarà tagliato a pezzi e la sua casa trasformata in un letamaio. Nessun altro Dio può compiere una simile liberazione'. 30In seguito il re affidò a Sadrach, Mesach e Abdenego incarichi di maggiore responsabilità nella provincia di Babilonia.

Il messaggio del re

31Il re Nabucodonosor inviò questo messaggio alla gente di ogni popolo, nazione e lingua che abita nel mondo intero:
'Vi auguro una pace perfetta!
32'Mi è sembrato opportuno farvi conoscere i prodigi e i miracoli che il Dio Altissimo ha compiuto in mio favore:
33Grandi sono i suoi prodigi. Straordinari i suoi miracoli. Questo Dio regnerà per sempre, il suo dominio non avrà mai fine!



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Daniele, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  


inizio pagina