B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Apocalisse di Giovanni
  > Libro: Apocalisse di Giovanni, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22  

(Testo TILC)

16
1Quindi udii una voce potente venire dal santuario, e dire ai sette angeli: 'Andate a versare sulla terra le sette coppe del terribile castigo di Dio'.
2Il primo angelo and˛ a versare la sua coppa sulla terra: su tutti gli uomini che avevano il marchio del mostro e avevano adorato la sua immagine, si form˛ una piaga dolorosa e maligna.
3Il secondo angelo vers˛ la sua coppa sul mare: l'acqua del mare divent˛ come il sangue dei cadaveri, e tutti gli animali che erano nel mare morirono.
4Il terzo angelo vers˛ la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti: la loro acqua si trasform˛ in sangue, 5e udii le parole dell'angelo che ha potere sulle acque:
'Signore santo, che sei e che eri,
ti sei mostrato giusto giudice:
6a quanti hanno sparso il sangue di quelli che ti appartengono
e dei profeti che parlavano per tuo incarico
tu hai dato loro sangue da bere.
Hanno avuto quel che si meritavano'.
7Quindi udii dall'altare queste parole: 'Sý, o Signore, Dio dominatore universale, hai giudicato con veritÓ e giustizia'.
8Il quarto angelo vers˛ la sua coppa sul sole, che si fece cosý ardente, da tormentare gli uomini con il suo calore. 9Tutti furono bruciati dalla sua vampa, ma non cambiarono vita e non lodarono Dio, anzi pronunziarono parole oltraggiose contro di lui, perchÚ tiene in suo potere flagelli di questo genere.
10Il quinto angelo vers˛ la sua coppa sul trono del mostro e il regno del mostro piomb˛ nell'oscuritÓ. La gente si mordeva la lingua per il dolore, 11e cominci˛ a bestemmiare contro il Dio del cielo a causa dei dolori e delle piaghe, per˛ non smise di fare il male.
12Il sesto angelo vers˛ la sua coppa sul gran fiume Eufrate: il fiume si prosciug˛ e si form˛ una strada, pronta per i re dell'oriente.
13Poi vide tre spiriti immondi, che saltavano come rane dalla bocca del drago, dalla bocca del mostro e dalla bocca del falso profeta. 14Erano spiriti di dem˛ni, che facevano sfoggio di miracoli e andavano da tutti i re della terra a radunarli per la battaglia del gran giorno di Dio, dominatore universale.
15State attenti per˛: il Signore dice: 'Io vengo all'improvviso, come un ladro'. Beato chi Ŕ sveglio e ha i suoi vestiti a portata di mano! Non gli toccherÓ andare in giro nudo e vergognarsi davanti alla gente.
16I tre spiriti immondi radunarono i re della terra in un luogo che in ebraico si chiama 'Armaghed˛n'.
17Il settimo angelo vers˛ la sua coppa nell'aria, e dal santuario del cielo uscý una voce tonante che veniva dal trono, ed esclam˛: '╚ fatto!'.
18Allora si videro lampi seguiti da scoppi di tuono e ci fu un violento terremoto. Da quando gli uomini esistono sulla terra non si era avuto un terremoto cosý violento.
19La grande cittÓ fu spaccata in tre, e le cittÓ del mondo intero crollarono al suolo. Dio si ricord˛ anche di Babilonia, la grande cittÓ, per farle bere la coppa del vino che rappresenta il suo terribile castigo.
20Tutte le isole scomparvero, e le montagne non si videro pi¨.
21Poi cominci˛ a grandinare, con chicchi enormi che cadevano sopra la gente; e gli uomini maledirono Dio per il flagello della grandine che li colpiva con terribile violenza.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Apocalisse di Giovanni, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22  
inizio pagina