B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Secondo libro delle Cronache
  > Libro: Secondo libro delle Cronache, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36  

(Testo TILC)

28
Il regno di Acaz
(vedi 2 Re 16, 1-4)

1Acaz divenne re all'età di vent'anni e regnò a Gerusalemme sedici anni. A differenza del suo antenato Davide, egli andò contro la volontà del Signore. 2Si comportò come i re del regno d'Israele: fece perfino statue per onorare il dio Baal. 3Non solo bruciò incenso agli idoli nella valle di Benlnnom, ma bruciò in sacrificio anche i suoi figli. Seguì le pratiche vergognose di quelle popolazioni che il Signore aveva privato delle loro terre per far posto agli Israeliti. 4Offriva sacrifici e bruciava incenso nei santuari sulle colline, sulle alture e sotto i grandi alberi sacri.

Acaz viene sconfitto
(vedi 2 Re 16, 5)

5Il Signore suo Dio abbandonò Acaz in potere del re degli Aramei. Essi lo sconfissero e condussero a Damasco un gran numero di prigionieri. Acaz fu gravemente sconfitto anche dal re d'Israele, 6Pekach figlio di Romelia. In un sol giorno Pekach uccise centoventimila soldati del regno di Giuda, tutti buoni combattenti. Questo avvenne perché avevano abbandonato il Signore, Dio dei loro padri. 7Un combattente del regno d'Israele, di nome Zicri, uccise Maaseia, figlio del re Acaz, il maggiordomo Azrikam ed Elkana, braccio destro del re. 8Inoltre i soldati d'Israele fecero prigionieri molti loro fratelli: donne con figli e figlie, duecentomila persone. S'impadronirono anche di un grande bottino e trasportarono tutto a Samaria.

Gli Israeliti del nord trattano bene i prigionieri

9A Samaria viveva un profeta del Signore di nome Oded. Egli andò incontro ai soldati che entravano a Samaria e disse loro:
'Il Signore, Dio dei vostri padri, vi ha dato la vittoria sugli uomini del regno di Giuda perché era indignato contro di loro. Ma l'eco della crudeltà con cui li avete colpiti è giunta fino al cielo. 10Per di più, ora volete tenere come schiavi questi uomini e queste donne che avete preso a Gerusalemme e nel territorio di Giuda. Se fate così diventerete anche voi colpevoli davanti al Signore vostro Dio. 11Ascoltatemi: lasciate liberi questi vostri fratelli che avete preso prigionieri, altrimenti il Signore si sdegnerà anche contro di voi'. 12Anche alcune autorità del regno d'Israele disapprovarono il comportamento di quei soldati. Erano: Azaria figlio di Giovanni, Berechia figlio di Mesillemot, Ezechia figlio di Sallum e Amasa figlio di Caldai. 13Essi dissero: 'Non portate qui questi prigionieri. Noi siamo già in colpa di fronte al Signore e questo atto aggraverebbe il nostro peccato. Le nostre colpe sono già troppe e il Signore è già molto adirato con noi del regno d'Israele'.
14I soldati allora affidarono i prigionieri e il bottino all'assemblea e ai suoi capi. 15Alcuni uomini furono personalmente incaricati di occuparsi dei prigionieri. Presero dal bottino vestiti e calzature e li diedero a quelli che ne avevano bisogno; portarono a tutti da mangiare e da bere e medicarono i feriti. Caricarono su asini quelli che non erano in grado di camminare; poi condussero tutti nel regno di Giuda a Gerico, la città delle Palme. E tornarono a Samaria.

Acaz chiede aiuto all'Assiria
(vedi 2 Re 16, 7-20)

16In quel tempo il re Acaz chiese aiuti al re d'Assiria, perché 17gli Edomiti avevano invaso di nuovo il regno di Giuda e avevano preso molti prigionieri. 18Inoltre i Filistei avevano invaso le località della regione della Sefela e del deserto del Negheb appartenenti al regno di Giuda. Avevano occupato le città di Bet-Semes, Aialon, Ghederot e quelle di Soco, Timma e Ghimzo con i villaggi vicini. 19Il Signore colpiva con queste sconfitte il regno di Giuda, perché Acaz, il re, aveva lasciato che l'infedeltà si diffondesse nel regno e lui stesso aveva abbandonato il Signore. 20Il re d'Assiria, Tilgat-Pilneser, venne, ma, invece di aiutare Acaz, lo oppresse duramente. 21Infatti Acaz fu costretto a consegnargli le ricchezze del tempio, della reggia e dei prìncipi. E non ottenne nessun aiuto.

Le colpe di Acaz

22Anche nei momenti più difficili, Acaz continuava a trascurare il Signore. 23Una volta fu sconfitto dal re di Damasco e offrì un sacrificio agli dèi di quella città, perché diceva: 'Dato che quegli dèi aiutano i loro fedeli, offrirò anch'io un sacrificio ed essi mi aiuteranno'. Ma questo fatto provocò la rovina sua e di tutto Israele. 24Acaz prese anche gli arredi sacri del tempio e li fece distruggere; poi ordinò di chiudere il tempio e di costruire altari in ogni angolo di Gerusalemme. 25Anche in tutte le altre città fece costruire altari per bruciare incenso in onore di divinità straniere. Così provocò lo sdegno del Signore, Dio dei suoi padri. 26Tutti gli altri fatti della vita di Acaz sono raccontati nel libro 'I re di Giuda e d'Israele'. 27Quando morì, Acaz fu sepolto a Gerusalemme, ma non nella tomba dei re. Dopo di lui regnò suo figlio Ezechia.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Secondo libro delle Cronache, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36  
inizio pagina