B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Primo libro delle Cronache
  > Libro: Primo libro delle Cronache, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29  

(Testo TILC)

26
Lista dei leviti portinai

1Si formano anche i gruppi dei portinai. Gruppo dei discendenti di Core: Meselemia, figlio di Core della famiglia di Ebiasaf. 2Figli di Meselemia: primogenito Zaccaria, secondo Iediael, terzo Zebadia, quarto Iatniel, quinto Elam, sesto Giovanni, settimo Elioenai. 4Figli di Obed-Edom: primogenito Semaia, secondo Iozabad, terzo laoch, quarto Sacar, quinto Netaneel, 5sesto Ammiel, settimo Issacar, ottavo Peulletai. Obed-Edom ebbe otto figli perché Dio lo benedisse. 6A suo figlio Semaia nacquero dei figli che furono guerrieri ed ebbero grande potere nella loro parentela. 7Essi sono: Otni, Raffaele, Ebed, Elzabad e i loro due fratelli più valorosi Eliu e Semachia. 8Questi figli di Obed-Edom, insieme con i loro figli e parenti, in tutto sessantadue persone, erano uomini di valore molto impegnati nel loro servizio. 9l figli e i parenti di Meselemia erano in tutto diciotto uomini molto validi. 10Gruppo dei discendenti di Merari: figli di Cosa: primo Simri, che il padre aveva costituito capo anche se non era il primogenito, 11secondo Chelkia, terzo Tebalia, quarto Zaccaria. I figli e i parenti di Cosa erano in tutto tredici. 12Tutti questi costituivano i gruppi dei portinai: erano addetti, con i loro capigruppo, al servizio del tempio come gli altri leviti. 13Stabilirono per sorteggio, famiglia per famiglia, a quale porta dovevano far servizio sia i giovani sia gli adulti. 14La porta orientale toccò in sorte a Selemia, quella settentrionale a suo figlio Zaccaria, un uomo saggio nel dare consigli. 15La porta meridionale toccò ad Obed-Edom, ai suoi figli toccò la custodia dei magazzini. 16Suppim e Cosa ebbero l'incarico di custodire il lato occidentale dove c'era la porta chiamata Sallechet che dava sulla strada più alta. I turni di guardia erano organizzati così: 17ogni giorno sei leviti erano di guardia sul lato orientale, quattro su quello settentrionale e quattro su quello meridionale; vi erano poi le due guardie per ognuno dei due magazzini. 18Sul lato occidentale quattro uomini erano di guardia alla strada e due alla piazza. 19Questi erano i gruppi di portinai composti dai discendenti di Core e di Merari.

Leviti con incarichi speciali

20Altri leviti, loro fratelli, custodivano il tesoro del tempio e gli oggetti preziosi offerti a Dio. 21Il loro capifamiglia erano discendenti di Iechieli, figlio di Ladan, figlio di Gherson. 22I figli di Iechieli, cioè Zetan e Gioele suo fratello, furono i custodi del tesoro del tempio.
23I discendenti di Amram, Isear, Ebron e Uzziel avevano pure incarichi; 24Subael, discendente di Ghersom figlio di Mosè, era il sovrintendente al tesoro. 25Suo parente era Selomit, che discendeva da Zikri, Ioram, Isaia, Recabia ed Eliezer. 26Selomit con i suoi parenti custodiva tutti gli oggetti preziosi che erano stati offerti a Dio dal re Davide, dai capi famiglia, dai comandanti delle unità di cento e di mille soldati e dagli ufficiali dell'esercito. 27Erano offerte provenienti dal bottino di guerra destinate al mantenimento del tempio. 28Selomit e i suoi parenti avevano in custodia anche i doni consacrati dal profeta Samuele, da Saul figlio di Kis, da Abner figlio di Ner e da Ioab figlio di Zeruia. 29Chenania e i suoi figli, discendenti di Isear, erano addetti a compiti amministrativi in Israele come scribi e giudici. 30Fra i discendenti di Ebron, Casabia e i suoi parenti, in tutto millesettecento uomini molto validi, controllavano l'amministrazione civile e religiosa del territorio d'Israele a occidente del Giordano. 31Altri discendenti di Ebron avevano come capo, secondo le loro genealogie, Ieria. Nel quarantesimo anno del regno di Davide furono fatte ricerche su di loro e si trovarono persone molto valide abitanti a Iazer, nel territorio di Galaad. 32Il re Davide affidò a duemilassettecento di loro, capifamiglia molto capaci, l'amministrazione civile e religiosa nel territorio a est del Giordano, abitato dalle tribù di Ruben, di Gad e dalla metà orientale della tribù di Manasse.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Primo libro delle Cronache, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29  
inizio pagina