LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 7 Gennaio 2024 <

Venerdì 5 Gennaio 2024

Sabato 6 Gennaio 2024

Domenica 7 Gennaio 2024

Lunedì 8 Gennaio 2024

Martedì 9 Gennaio 2024

Mercoledì 10 Gennaio 2024

Giovedì 11 Gennaio 2024

Venerdì 12 Gennaio 2024

Sabato 13 Gennaio 2024

Domenica 14 Gennaio 2024

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:








  BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: FESTA
Colore liturgico: Bianco
Scheda Agiografica: BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO B)
BO010 ;

L’evangelista Marco racconta il battesimo di Gesù con la sua abituale sobrietà. Non ha parlato (e non parlerà) della nascita di Gesù, e nemmeno della sua infanzia. Per lui, tutto ha inizio col battesimo di Gesù. I pochi versetti dedicati alla missione di Giovanni richiamano e riassumono in breve la lunga attesa, da parte dell’umanità, della venuta del Salvatore. La missione del Salvatore comincia con il far passare in secondo piano il precursore, il quale, potendo proporre soltanto un battesimo d’acqua, lascia il posto a colui che battezzerà nello Spirito Santo. Comincia una nuova era, una creazione assolutamente nuova. Il Creatore prende il posto della creatura. Il Salvatore scende nel Giordano come un peccatore, il giudice di questo mondo fa la parte di un nuovo Adamo. Gesù esce dall’acqua e intraprende la propria missione, come all’inizio l’uomo fu plasmato dal fango, mentre un flutto risaliva dalla terra e bagnava la superficie del suolo (Gen 2,6). Gesù riceve lo Spirito Santo come già un tempo: “Dio... soffiò nelle sue narici un alito di vita” (Gen 2,7). E Gesù, secondo Marco, diviene l’uomo nuovo, proprio come di Adamo si dice: “E l’uomo divenne un essere vivente” (Gen 2,7). L’umanità ricomincia allora, col battesimo di Gesù, su basi nuove. Dovrà ancora passare attraverso l’esperienza della morte ed entrare quindi nella gloria della risurrezione. Dovrà ancora, e deve tuttora, trasformarsi lentamente in ogni uomo, aspettando il giorno in cui “vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi... Ed egli... riunirà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo” (Mc 13,26-27). Allora non ci sarà più battesimo (At 21,23-27).

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Battezzato il Signore, si aprirono i cieli
e come una colomba lo Spirito discese su di lui,
e la voce del Padre disse:
«Questi è il mio Figlio, l’amato:
in lui ho posto il mio compiacimento». (Cf. Mt 3,16-17)


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
che dopo il battesimo nel fiume Giordano
proclamasti il Cristo tuo amato Figlio
mentre discendeva su di lui lo Spirito Santo,
concedi ai tuoi figli di adozione,
rinati dall’acqua e dallo Spirito,
di vivere sempre nel tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure:
O Padre, il tuo Figlio unigenito
si è manifestato nella nostra carne mortale: concedi a noi,
che lo abbiamo conosciuto come vero uomo,
di essere interiormente rinnovati a sua immagine.
Egli è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure:
Padre santo,
che nel battesimo del tuo amato Figlio
hai manifestato la tua bontà per gli uomini,
concedi a coloro che sono stati rigenerati
nell’acqua e nello Spirito
di vivere con pietà e giustizia in questo mondo
per ricevere in eredità la vita eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Is 55,1-11
Venite all’acqua: ascoltate e vivrete.

Dal libro del profeta Isaìa

Così dice il Signore:
«O voi tutti assetati, venite all’acqua,
voi che non avete denaro, venite;
comprate e mangiate; venite, comprate
senza denaro, senza pagare, vino e latte.
Perché spendete denaro per ciò che non è pane,
il vostro guadagno per ciò che non sazia?
Su, ascoltatemi e mangerete cose buone
e gusterete cibi succulenti.
Porgete l’orecchio e venite a me,
ascoltate e vivrete.
Io stabilirò per voi un’alleanza eterna,
i favori assicurati a Davide.
Ecco, l’ho costituito testimone fra i popoli,
principe e sovrano sulle nazioni.
Ecco, tu chiamerai gente che non conoscevi;
accorreranno a te nazioni che non ti conoscevano
a causa del Signore, tuo Dio,
del Santo d’Israele, che ti onora.
Cercate il Signore, mentre si fa trovare,
invocatelo, mentre è vicino.
L’empio abbandoni la sua via
e l’uomo iniquo i suoi pensieri;
ritorni al Signore che avrà misericordia di lui
e al nostro Dio che largamente perdona.
Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri,
le vostre vie non sono le mie vie. Oracolo del Signore.
Quanto il cielo sovrasta la terra,
tanto le mie vie sovrastano le vostre vie,
i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri.
Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo
e non vi ritornano senza avere irrigato la terra,
senza averla fecondata e fatta germogliare,
perché dia il seme a chi semina
e il pane a chi mangia,
così sarà della mia parola uscita dalla mia bocca:
non ritornerà a me senza effetto,
senza aver operato ciò che desidero
e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Da Is 12

Attingeremo con gioia alle sorgenti della salvezza.

Ecco, Dio è la mia salvezza;
io avrò fiducia, non avrò timore,
perché mia forza e mio canto è il Signore;
egli è stato la mia salvezza.

Rendete grazie al Signore e invocate il suo nome,
proclamate fra i popoli le sue opere,
fate ricordare che il suo nome è sublime.

Cantate inni al Signore, perché ha fatto cose eccelse,
le conosca tutta la terra.
Canta ed esulta, tu che abiti in Sion,
perché grande in mezzo a te è il Santo d’Israele.

>

Seconda lettura

1Gv 5,1-9
Lo Spirito, l’acqua e il sangue.

Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo

Carissimi, chiunque crede che Gesù è il Cristo, è stato generato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato. In questo conosciamo di amare i figli di Dio: quando amiamo Dio e osserviamo i suoi comandamenti. In questo infatti consiste l’amore di Dio, nell’osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. Chiunque è stato generato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede.
E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Egli è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con l’acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che dà testimonianza, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che danno testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è superiore: e questa è la testimonianza di Dio, che egli ha dato riguardo al proprio Figlio.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Gv 1,29)
Alleluia, alleluia.
Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse:
«Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!».
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Mc 1,7-11
Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento.


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Giovanni proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, subito, uscendo dall’acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Accogliamo nella preghiera il dono dello Spirito Santo, che ci permette di vivere nella fede, nella speranza e nella carità.
Preghiamo insieme e diciamo: Guidaci, o Signore, con la forza del tuo Spirito.

1. Per la Chiesa, nata dall'acqua del Battesimo e guidata dalla Spirito, perché segua il suo Signore, manifestandone l'opera di liberazione e riconciliazione, preghiamo.
2. Per la società civile, perché favorisca i ruoli e i compiti che sono a servizio della promozione delle persone, soprattutto le più deboli, preghiamo.
3. Per i credenti che si dedicano al volontariato, perché nel loro impegno di riconciliazione e di promozione umana trovino in Gesù il modello della loro azione, preghiamo.
4. Per noi che oggi abbiamo compreso che siamo chiamati a seguire il Messia e a testimoniare il suo messaggio, perché lo Spirito Santo ci faccia capire come possiamo mettere i nostri carismi a servizio del Vangelo, preghiamo.

O Padre, che a tutti offri la tua grazia, concedi a noi tutti il dono dello Spirito Santo, per essere segno della tua presenza e del tuo amore nella vita di ogni giorno. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Accogli, o Padre, i doni che la Chiesa ti offre
celebrando la manifestazione del tuo amato Figlio,
e trasformali per noi nel sacrificio perfetto
che ha lavato il mondo da ogni colpa.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
Consacrazione e missione di Gesù

È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Nel battesimo di Cristo al Giordano
tu hai operato segni prodigiosi
per manifestare il mistero del nuovo lavacro:
dal cielo hai fatto udire la tua voce,
perché il mondo credesse
che il tuo Verbo abitava in mezzo a noi;
con lo Spirito che si posava su di lui come colomba
hai consacrato Cristo tuo Servo
con olio di letizia,
perché gli uomini riconoscessero in lui il Messia,
inviato a portare ai poveri il lieto annuncio.
E noi, uniti alle potenze dei cieli,
con voce incessante proclamiamo la tua lode: Santo, ...


Antifona alla comunione
Questa è la testimonianza di Giovanni:
«Ho contemplato lo Spirito discendere e rimanere su di lui:
egli è il Figlio di Dio». (Cf. Gv 1,32.34)

Oppure:
Io vi ho battezzato con acqua,
ma egli vi battezzerà in Spirito Santo. (Mc 1,8)


Preghiera dopo la comunione
Padre misericordioso,
che ci hai saziati con il tuo dono,
concedi a noi di ascoltare fedelmente
il tuo Figlio unigenito,
per chiamarci ed essere realmente tuoi figli.
Per Cristo nostro Signore.



O M E L I E
a cura di
Qumran2.net


    Casa di Preghiera San Biagio FMA       (Omelia del 07-01-2024)
Commento su Mc 1,7-11
Come vivere questa Parola? Il battesimo di Gesù è la prima informazione storicamente attestata da fonti extrabibliche. È un racconto che nessun cristiano avrebbe osato inventare, perché compromette l'altissima considerazione che avevano del loro maestro. Se non avessero creduto nella sua importanza, l'avrebbero sicuramente dimenticato. Da qui anche la neces ...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 07-01-2024)
Tu sei il Figlio mio, l' amato
...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 07-01-2024)
Realizziamo il progetto di salvezza che con il Battesimo si è compiuto nelle nostre vite!
Le parole che l'evangelista Marco riporta all'inizio del suo Vangelo: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento» ci introducono nel cuore dell'odierna festa del Battesimo del Signore, con cui si conclude il tempo di Natale. Il ciclo delle solennità natalizie ci fa meditare sulla nascita di Gesù annunciata dagli angeli circonfusi dal ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 07-01-2024)
In Gesù sei figlio anche tu
Visita www.annunciatedaitetti.it La nostra missione continua con altri formati anche su: Instagram Facebook Telegram dove troverai anteprime e contenuti esclusivi. Abbiamo anche una WebTv Ascolta tutti i nostri podcast e gli altri progetti: clicca qui  Per ascoltare il commento qui sotto, clicca play! SE QUESTO SERVIZIO AL VANGELO CREDI SIA U ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 07-01-2024)
Il battesimo, qualcosa di più che tradizione e identità
La Festa del Battesimo del Signore ci richiama a considerare il battesimo come sacramento degli inizi della nostra storia di fede. I battesimi, anche nelle nostre comunità, sono numericamente in forte calo, vuoi anche per la diminuzione del tasso di natalità tra i cristiani nel nostro paese e in generale nelle Chiese di antica tradizione cristiana. È altrett ...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 07-01-2024)
Che bisogno aveva Gesù di ricevere il Battesimo?
...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 07-01-2024)
Missionari come Gesù
Col il battesimo nel Giordano Gesù inizia la sua missione pubblica Il battesimo di Gesù, realizzato da Giovanni Battista nel fiume Giordano, è la celebrazione inaugurale della sua missiona pubblica, dopo i lunghi anni di silenzio e di vita semplice e quotidiana, trascorsi a Nazareth, con la santa educazione ricevuta da Maria e Giuseppe e dall'ascolto fedele ...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 07-01-2024)
Commento su Is 55,1-11; Da Is 12; 1Gv 5,1-9; Mc 1,7-11
Il brano di oggi è un condensato di tutto il messaggio del vangelo, riassume la buona notizia: Gesù nostro fratello! Gesù solidale con noi, si mette in fila con i peccatori al Giordano, si immerge nell'acqua come tutti gli altri uomini... E' questo il segno che è Figlio di Dio! Gesù solidale con tutti fratelli è il segno che è il Figlio, l'amato! Non un Di ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 07-01-2024)
Il battesimo, nuova Epifania
Il battesimo che oggi Gesù riceve, sebbene avvenga almeno trent'anni dopo la sua nascita a Betlemme e la successiva visita di pastori e magi, ha un legame strettissimo con le due Solennità suddette. Se nel fascino del Natale Dio si rivela nell'umiltà di un Bambino che converte tante persone, fra queste persone impure e rozze come i pastori, peccatori convenu ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 07-01-2024)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Gigi Avanti Per capire e gustare meglio il brano di oggi che narra del battesimo di Gesù è opportuno ricordare che tutto il narrare dell'evangelista Marco è apprezzato per la sua vivacità e originalità e che occorre saper scovare in alcuni particolari quanto possa veramente essere di nutrimento per la nostra anim ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 07-01-2024)

Cari bambini e bambine, ragazzi e ragazze, ben trovati a tutti! E già finito il Natale è oggi ci godiamo l'ultimo giorno di vacanza. L'ultimo sì, ma non per questo il più triste! Oggi festeggiamo il Battesimo di Gesù. Forse questo è il primo e il più eclatante gesto che ci fa simili a Lui. Infatti esso ci permette di entrare a far parte della Chiesa. Ciò ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 07-01-2024)
Quella voce dal cielo: «Tu sei mio Figlio»
«E subito, uscendo dall'acqua vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere come una colomba». Sento tutta la bellezza e la potenza del verbo: si squarciano i cieli, si lacerano, si strappano sotto la pressione di Dio, sotto l'impazienza di Adamo e dei poveri. Si spalancano, come le braccia dell'amata per l'amato. Noi siamo figli di un cielo lacerato per ...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 07-01-2024)
Marco 1,7-11 - Dio, se potesse, si stimerebbe di te con i suoi amici!
2minutiDiVangelo Mc 1,7-11 Nel Battesimo, diventiamo figli di Dio. E come ogni buon Padre, anche Lui si stima di noi figli. Commento al Vangelo - Omelia a cura di don Marco Scandelli Il testo di oggi è composto dai versetti 7-11 del capitolo 1 di San Marco. È la più antica narrazione che ancora oggi abbiamo sul c.d. battesimo di Gesù. Il brano si a ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 07-01-2024)
#StradeDorate - Commento su Marco 1,7-11
...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 07-01-2024)
Commento al Vangelo del 7 gennaio
...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 07-01-2024)
Questi è il mio figlio prediletto nel quale mi sono compiaciuto
Con la liturgia odierna si conclude il Tempo del Natale e si apre davanti a noi il Tempo Ordinario. Nell'icona del battesimo di Gesù mi colpisce sempre questa espressione del Padre: Questi è il Figlio mio prediletto nel quale mi sono compiaciuto. Guardo le foto del mio battesimo con i colori sbiaditi nel tempo e penso che proprio in quel giorno anche per ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 07-01-2024)
È apparsa la grazia di Dio
...
(continua)

 
    don Gianfranco Calabrese       (Omelia del 07-01-2024)
Video commento su Marco 1,7-11
...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 07-01-2024)

"Tu sei il mio Figlio... in te mi sono compiaciuto" (dal Vangelo di Marco) - 7 Gennaio 2024 Siamo al culmine del tempo di Natale e contempliamo la teofania nel Giordano, lì dove il Battista indica Gesù come colui che viene a battezzarci in Spirito Santo e fuoco e la voce dal Cielo mostra al mondo il Messia e la sua Missione. Nella teofania del Giordano in ...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 07-01-2024)
Tu sei figlio mio, l' amato
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 07-01-2024)

Eccoci nella festa del battesimo del Signore. A noi questo episodio potrebbe sembrare semplice, invece è mirabile, "scandaloso": ci presenta il mistero profondo di Dio e, in modo molto concentrato, abbiamo già tutto il Vangelo! Da una parte ci viene presentata l'umanità di Gesù che rivela chi è Dio, la sua solidarietà con noi, il suo farsi carico del nostro ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 07-01-2024)

Oggi contempliamo Gesù che si mette in cammino. Lascia casa sua, i suoi cari, e va' sul Giordano, a cercare Giovanni Battista. Non sappiamo quale coscienza ha di se, ma possiamo supporre che l'andare ad ascoltare Giovanni Battista, è segno di una ricerca. Ascoltando Giovanni, Gesù decide di lasciarsi battezzare da lui. Si lascia immergere nel Giordano. ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 07-01-2024)
Il Battesimo di Dio (Mc 1,7-11)
...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 07-01-2024)
Tu sei amato
Ancora un piccolo sforzo per fare in modo che questo Natale in bilico fra strazianti eventi di guerra e piccole beghe italiote, segni profondamente la nostra piccola vita. Una vita inquieta, stanca, a tratti rassegnata e arrabbiata. Con millemila ragioni per staccare la spina mentale, per rimanere nella piccola bolla che ci siamo costruiti per sopravviere ...
(continua)

 
    don Giampaolo Centofanti       (Omelia del 07-01-2024)

Giovanni, il più grande dei profeti, indica l'agnello di Dio, colui sul quale lo Spirito scende delicatamente, come una colomba, e rimane come nel suo nido naturale. La carne, l'umanità, di Gesù e in Gesù, via di comprensione dello Spirito autentico, che non calpesta ma fa fiorire l'umanità stessa. Nel battesimo di Gesù si sono aperti i cieli e Dio si è f ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 07-01-2024)
La Parola - Commento al Vangelo di Marco (Mc 1,7-11)
...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 07-01-2024)
Figli amati gratuitamente
Gesù è cresciuto ed è diventato un uomo. Dopo anni di normalità, finalmente decide di uscire allo scoperto. Ci saremmo aspettati una rivelazione potente e inconfondibile (guarigioni di massa e miracoli a ripetizione!) e invece si mette in fila tra i peccatori. Sceglie una via diversa e scandalosa, una via a cui rimarrà fedele per tutta la sua vita e che lo ...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 07-01-2024)
Video commento su Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    don Giovanni Berti       (Omelia del 10-01-2021)

Clicca qui per la vignetta della settimana. Quelli della mia generazione non possono non ricordare il tenente Colombo. Era il protagonista dell'omonima serie televisiva poliziesca tra anni 70 e 80, interpretato in modo unico dall'attore americano Peter Falk. La particolarità di ogni episodio della serie era che il colpevole del delitto gli spettatori lo c ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 10-01-2021)

La festa del Battesimo di Gesù, che oggi celebriamo, conclude il tempo liturgico del Natale. I Padri della Chiesa insegnano che Gesù, scendendo nelle acque del Giordano, ha idealmente santificato le acque di tutti i Battisteri; dal più semplice e moderno, posto all'ingresso delle nostre Parrocchie, a quelli che si innalzano maestosi nelle più grandi e vetust ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 10-01-2021)
Il cristiano non finisce mai di diventare cristiano!
«Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio»: così comincia il vangelo di Marco, che salta in questo modo i circa trent'anni di vita che intercorrono tra la nascita di Gesù e l'inizio della sua vita pubblica. Lo abbiamo appena festeggiato bambino qualche settimana fa; lo abbiamo visto circondato dai pastori - i quali sono stati i primi testimoni della ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 10-01-2021)
Cristiani reali o solo di fatto?
Oggi la liturgia commemora il Battesimo di Gesù nel fiume Giordano. Ma Gesù aveva forse bisogno di essere battezzato come noi? Certamente no! Egli volle, con quel gesto, mostrare che si era fatto uno di noi in tutto. Egli, dice san Girolamo, «viene battezzato da un suo servo (il Battista); viene a immergersi fra pubblicani, meretrici e peccatori; Giovanni gl ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 10-01-2021)
Commento al Vangelo del 10 gennaio
...
(continua)

 
    don Luca Garbinetto       (Omelia del 10-01-2021)
Il vero volto di Dio
Le feste del Natale sono feste di rivelazione. È tempo di manifestazione, di epifania. È tempo per lasciarci introdurre alla scoperta del vero volto di Dio. E sembra che, nel nostro tempo di confusione e di manipolazione, di abuso e di offesa del nome di Dio, sia più che mai urgente tornare a guardare a Lui, per chiedergli umilmente: ?chi sei, tu, o Dio?'. ...
(continua)

 
    mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola       (Omelia del 10-01-2021)
Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni
...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 10-01-2021)
Commento su Marco 1,7-11
Il respiro universalistico è ancora la nota distintiva di queste letture... La profezia di Isaia, cap.55, è un centone di citazioni conosciute, spero anche da voi. Compare il tema del perdono, non così frequente nell'AT, così come nei Vangeli, e tuttavia tema molto amato dal grande profeta dell'esilio e dai suoi colleghi che animarono la riflessione teol ...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 10-01-2021)
Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto
...
(continua)

 
    don Mario Simula       (Omelia del 10-01-2021)
Adesso ho visto con i miei occhi chi sei
La scena è austera e solenne. Tremenda e affascinante. Come ogni rivelazione del Signore. Il fiume Giordano è popolato di penitenti che, con sincerità e con dolore autentico, ascoltano la "voce" di colui che grida nel deserto: "Preparate le vie del Signore". Una voce che invita a cambiare modo di vivere. Devono essere abbattute le colline dell'orgoglio, d ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 10-01-2021)
Le cose non torneranno più come prima: e menomale!
"Le cose non torneranno più come prima": è una delle frasi più gettonate, per non dire abusate, di questo periodo nel quale siamo stati costretti a cambiare molte delle nostre abitudini di vita. In alcuni programmi televisivi, o su alcuni articoli di giornale, oppure attraverso qualche post su uno dei tanti social network, i "Re Magi" dell'attualità, quei gr ...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 10-01-2021)
#2minutiDiVangelo - Battesimo del Signore: lo sai che Dio non solo ti ama ma è anche orgoglioso di te? Sì, proprio di te!
Commento al Vangelo del Battesimo del Signore - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Mc 1 7-11 Guardate che le cose raccontate nel Vangelo di oggi - che noi pensiamo siano possibili solo a Gesù - in realtà anche noi possiamo viverle. Anzitutto anche di noi Dio ha detto e continuamente dice che siamo suoi figli e che di noi Lui è o ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 10-01-2021)
Dio grida che ci ama!
Se pensiamo all'acqua è spontaneo il pensiero della vita. Perché tutti abbiamo bisogno di bere per vivere, ogni cosa ha bisogno dell'acqua: l'agricoltore senz'acqua non può irrigare, ogni bevanda ha una base di acqua, anche il muratore ha bisogno dell'acqua per impastare il cemento e la casalinga per pulire... E come non pensare al fatto che il corpo umano s ...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 10-01-2021)
Lectio Divina - Domenica del Battesimo del Signore - Anno B
...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 10-01-2021)
Battezzati nella Trinità, santificati nell'amore
Cosa vuol dire: essere cristiani oggi? Certamente vuol dire molte cose. Porto nel cuore la testimonianza di un giovane, Antonio, che in questi giorni è stato chiamato all'eternità, alla sola età di 18 Anni. Tra le tante cose belle della sua vita c'è il segno della sua catenina al collo con l'immagine di Gesù e di Maria, dono della mamma quando era ancora pic ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 10-01-2021)
Commento su Marco 1,7-11
Oggi parliamo del battesimo di Gesù che è una seconda Epifania, una nuova manifestazione del Signore. Giovanni Battista è l'uomo che invita i suoi contemporanei a tornare nel deserto, al di la del Giordano, perché si rende conto che le cose non vanno bene. Vivono nella terra promessa, terra delle libertà, ma l'hanno usata male. Si sono tolti tante soddisfaz ...
(continua)

 
    Michele Antonio Corona       (Omelia del 10-01-2021)
Il battesimo: ponte tra il Giordano e il Golgota
Nei primi secoli del cristianesimo il battesimo degli adulti era la prassi consueta nella Chiesa sia perché era un popolo spesso di convertiti, sia perché si richiedeva il responsabile assenso dell'individuo. Oggi è davvero straordinario il battesimo di persone avanti negli anni. Piuttosto si attua il fenomeno opposto: lo sbattezzo. Pratica nata in alcuni pa ...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 10-01-2021)
Sono disceso perché ti amo
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 10-01-2021)

Questa domenica celebriamo il Battesimo del Signore, rito al quale liberamente Gesù si sottopone non perché ne avesse bisogno, ma per manifestare la sua solidarietà con l'umanità. Egli non è venuto a salvarci "dall'alto", lanciando invettive dal cielo o dando istruzioni versione "Google Maps", ma scendendo, mettendosi al nostro livello, facendosi uno di noi ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 10-01-2021)
Il battesimo, la Trinità, la vita dell'uomo
...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 10-01-2021)
Video commento a Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 10-01-2021)
Video commento a Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 10-01-2021)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Nella Chiesa di Rito Bizantino la festa del battesimo di Gesù è quella maggiore dopo quella della Pasqua e della Pentecoste. Il calendario liturgico della Chiesa Bizantina gli dedica una preparazione ed una successione per cui la festa stessa comincia il 2 gennaio e termina il 14, con il suo c ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 10-01-2021)

Oggi è la festa del battesimo di Gesù, una festa grandissima perché ci fa capire, ancora una volta, quanto grande è il Suo amore per noi. Il Vangelo di oggi inizia proprio con l'annuncio, da parte di Giovanni il Battista, dell'arrivo di Gesù: "Viene dopo di me colui che è più forte di me". L'annuncio è sorprendente e inimmaginabile per tutti i presenti. T ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 10-01-2021)
#StradeDorate - Commento su Marco 1,7-11
...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 10-01-2021)
La Parola - Commento al Vangelo di Marco(Mc 1,7-11)
...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 10-01-2021)
Un amore così grande che squarcia anche i cieli
Sulle rive del Giordano, il Padre presenta Gesù al mondo, lo strappa all'anonimato dei trent'anni. Gesù non aveva alcun bisogno di farsi battezzare, è come se avesse lui invece battezzato il Giordano, santificato per contatto la creatura dell'acqua. Lo sa e lo ripete il celebrante nella preghiera eucaristica terza: «Tu che fai vivere e santifichi l'universo» ...
(continua)

 
    Frati Minori Cappuccini       (Omelia del 10-01-2021)
Commento su Marco 1,7-11
...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 10-01-2021)
Una Chiesa cosí...
Sono passati trent'anni dalla visita dei magi d'oriente e il piccolo Gesù è cresciuto ed è diventato un uomo. Il racconto del Battesimo, che Marco presenta all'inizio del suo racconto, anticipa uno dei tratti fondamentali che caratterizzerà tutta la vita del maestro. Lui, l'atteso delle genti, cantato dagli angeli nel cielo di Betlemme e adorato dai magi d'o ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 10-01-2021)
Per «Chi» viviamo? Due risposte correlate
Il primo "per Chi": per essere popolo «servo di JHWH», che regna come onorato da Dio (Isaia 55,1-11). L'esortazione finale del libro della consolazione del profeta Isaia, rivolta agli esiliati di Babilonia, mette al centro l'invito alla conversione. «Cercate il Signore, mentre si fa trovare, invocatelo, mentre è vicino. L'empio abbandoni la sua via e l'uomo ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 10-01-2021)
Chiamati a novitàdi vita
Giovanni Battista sta predicando e amministrando un battesimo di penitenza tipico dei Giudei, avente come atto esteriore l'immersione in acqua, secondo un rito esistente anche in ambito pagano. Si tratta di un battesimo per la remissione dei peccati, che accoglie tutti coloro che hanno compreso e ammesso di aver mancato verso Dio e che vogliono cambiare vita ...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 10-01-2021)
L'Epifania del battesimo
Concludiamo oggi la celebrazione della nascita di Gesù, con gli eventi ad essa connessi. Allora nessuno avrebbe immaginato che di quel fatto ci si sarebbe ricordati ancora, duemila anni dopo; allora quella nascita poteva apparire come una delle innumerevoli destinate all'anonimato. Quel figlio di povera gente, nato in un qualunque villaggio di un paese perso ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 10-01-2021)
Che grande dono il battesimo: essere immersi in Dio tutta la vita
...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 10-01-2021)
Battesimo di Gesù (Mc 1,7-11)
...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 10-01-2021)
Figli amati gratuitamente
Sono passati trent'anni dalla visita dei maghi. Gesù è cresciuto ed è diventato un uomo. Dopo anni di normalità, finalmente Gesù decide di uscire allo scoperto. Ci saremmo aspettati una rivelazione potente e inconfondibile (guarigioni di massa e miracoli a ripetizione!). E invece si mette in fila tra i peccatori! Sceglie una via diversa e scandalosa, una v ...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 10-01-2021)
Videocommento su Mt 2,1-121,7-11
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 10-01-2021)
Commento su Is 55,1-11; Da Is 12; 1Gv 5,1-9; Mc 1,7-11
Questa domenica ci offre lo spunto per due riflessioni: 1) che cosa ci dice di Gesù questo evento; 2) che cosa ci dice a noi questo evento. La prima riflessione ci dice chiaramente che l'incarnazione di Dio nell'Uomo non finisce con la nascita di Gesù, con l'adorazione dei Magi, con la presentazione al Tempio, con la vita quotidiana nel nascondimento del ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 07-01-2018)
Audio commento alla liturgia del 7 gennaio 2018
...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 07-01-2018)
Audio commento al Vangelo - Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    Sulla strada - TV2000       (Omelia del 07-01-2018)
Commento su Marco 1,7-11
...
(continua)

 
    don Luciano Cantini       (Omelia del 07-01-2018)
Ricreazione
Viene Il testo di Marco è essenziale, di poche parole, proprio per questo ogni parola ha una valenza maggiore. La prima affermazione del Battista riportata da Marco è «viene», al presente, non c'è attesa né prospettiva, è già una realtà; non dice neppure chi è che viene ma ne descrive la forza. L'espressione è paradossale: «dopo di me» definisce il servo, ...
(continua)

 
    don Maurizio Prandi       (Omelia del 07-01-2018)
Il cammino dell'uomo
Raccolgo alcune idee che vengono dalle omelie di Benedetto XVI e di Francesco. Le trovo belle e mi piace condividerle con voi: entrambi notano come Dio, attraverso il profeta Isaia, rivolga al suo popolo come un educatore. - Benedetto XVI. Mettendo in guardia gli Israeliti dal pericolo di cercare di dissetarsi e di sfamarsi alle fonti sbagliate (ciò che no ...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 07-01-2018)

Eccoci nella festa del battesimo del Signore, collocata dopo l'Epifania perché è da sempre considerata come la manifestazione di Gesù, Figlio prediletto del Padre. In questo brano, molto concentrato, abbiamo già tutto il Vangelo: ci viene presentata l'umanità di Gesù che rivela chi è Dio, la sua solidarietà con noi, il suo farsi carico del nostro male per l ...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 07-01-2018)
Come la pioggia e la neve...
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 07-01-2018)
Video commento a Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 07-01-2018)
Video commento a Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 07-01-2018)
Si squarciarono i cieli
La Festa di oggi conclude il tempo di Natale e ci apre al Tempo Ordinario. Da una parte, sentiamo ancora la gioia, le luci, il calore del Natale; dall'altra, abbiamo già a che fare con un Gesù adulto pronto a iniziare la sua vita pubblica. Le coincidenze di calendario di quest'anno ci hanno portato più volte a passare da una festa a un'altra, o a contemplare ...
(continua)

 
    don Roberto Farruggio       (Omelia del 07-01-2018)
Commento alle letture - Battesimo di Gesù (Anno B)
...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 07-01-2018)
Chi è Gesù? Chi è il discepolo di Gesù?
Chi è Gesù? Chi è il discepolo di Gesù? Il Vangelo di Marco è il primo dei quattro vangeli ad essere stato scritto e vuole rispondere alla necessità di preparare i catecumeni a celebrare degnamente i sacramenti dell'Iniziazione Cristiana, Battesimo, unzione con crisma ed Santa Comunione. Due domande accompagnano tutto il Vangelo di Marco: Chi è Gesù? Chi ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 07-01-2018)
Dalla Grotta di Betlemme al Fiume Giordano: sempre con Cristo sulla via della conversione.
Dalla Grotta di Betlemme, ovvero dalla nascita del Redentore e Rivelazione della sua missione a tutti i Popoli, al Fiume Giordano nel momento del Battesimo di Cristo, un'altra Epifania del Figlio di Dio. Nella liturgia è possibile fare questi salti spirituali, e non temporali, che ci rapportano continuamente al mistero di Cristo. Ieri, 6 gennaio, abbiamo ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 07-01-2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Eduard Patrascu ?Tu sei il mio figlio prediletto, in cui mi sono compiaciuto" Immagino non esista alcuna persona umana su questa terra la quale non abbia mai visto un bimbo da poco nato. Davanti a tale bimbo, normalmente, tutti proviamo tenerezza, ammirazione nei suoi confronti, ma anche nei confronti dei su ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 07-01-2018)

Buongiorno ragazzi e buona domenica! Il Vangelo che oggi la liturgia ci presenta è davvero interessante. Il racconto è semplice. Ci viene raccontato che Gesù, un giorno, decide di andare al fiume Giordano dove Giovanni battezzava le persone che avevano deciso di cambiare vita e di ritornare a Dio. Se però ci fermiamo solo al racconto dei fatti, rischiamo di ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 07-01-2018)
Battesimo, nascere di nuovo e con un Dna divino
Il racconto di Gesù al Giordano ci riporta alla Genesi, all'in principio, alle prime immagini della Bibbia, quando lo spirito di Dio aleggiava sulle acque (Genesi 1,2) di un mare gonfio di vita inespressa. L'origine del creato, come quella di ognuno di noi, è scritta sull'acqua, nelle acque di un grembo materno. Il rito del Battesimo porta impresso questo s ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 07-01-2018)
Commento su Marco 1,7-11
Giovanni Battista è un profeta che grida! Non per sobillare la folla ma per concentrare chi gli sta vicino sul mistero che ha scoperto: "Ecco l'agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!". Quando Gesù lo incontra per scendere nelle acque qualche cosa muta. Nel rito del Battesimo di Giovanni Battista si introduce una novità, non una parola, ...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 07-01-2018)
Commento su Is 55,1-11; Da Is 12; 1Gv 5,1-9; Mc 1,7-11
Diceva S. Agostino: è dentro di te che devi cercare la verità. Rientrare in se stessi, per cercare la verità, è il pellegrinaggio più breve e anche il più fruttuoso che noi possiamo fare. Oggi lo possiamo fare andando indietro nel tempo per ricordare il significa del nostro battesimo per cercare di capire le difende che sussistono tra il battesimo di Giovann ...
(continua)

 
    Casa di Preghiera San Biagio FMA       (Omelia del 07-01-2018)
Commento su Mc 1,9-11
"...Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzareth di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E subito, uscendo dall'acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento». Mc 1,9-11 Come vivere questa Parola? E' fini ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 07-01-2018)
#StradeDorate - Commento su Marco 1,7-11
...
(continua)

 
    dom Luigi Gioia       (Omelia del 07-01-2018)
Una via finalmente riaperta
Giovanni il Battista annuncia nel Vangelo di oggi: Viene uno dopo di me che non vi battezzerà semplicemente nell'acqua (Mc 1,7), cioè la cui azione non si limiterà a stimolarvi alla conversione dal di fuori, ma vi battezzerà nello Spirito Santo (Mc 1,7), cioè vi permetterà di cambiare dal di dentro versando nei vostri cuori l'amore stesso di Dio (Cf. Rm 5,5) ...
(continua)

 
    don Domenico Luciani       (Omelia del 07-01-2018)
Video commento su Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 07-01-2018)
Rivolgersi a Dio chiamandolo Padre
Si concludono con oggi le celebrazioni centrate sulla nascita di Gesù. Allora nessuno avrebbe immaginato che di quel fatto ci si sarebbe ricordati ancora, duemila anni dopo; allora quella nascita poteva apparire come una delle innumerevoli destinate all'anonimato. Quel figlio di povera gente, nato in un qualunque villaggio di un paese perso nel mare magno de ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 07-01-2018)
La Parola - Commento al Vangelo Marco (Mc 1,7-11)
...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 07-01-2018)
Battesimo e novità di vita
Non è la prima volta che Giovanni Battista e Gesù si incontrano e (anche sotto differenti sfumature) gioiscono insieme l'uno per l'altro. All'arrivo di Maria nel del villaggio montano di Aim Karim dove vive Elisabetta, il bambino che questa reca in grembo comincia ad esultare e i due nascituri, anche assieme alle madri incinte si trovano a gioire e a condivi ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 07-01-2018)
Commento su Marco 1,7-11
E con la solennità odierna, anche quest'anno il tempo di Natale è archiviato: a parte colesterolo e trigliceridi in esubero per i troppi panettoni, che cosa è rimasto di questo Natale? Il Vangelo di oggi, ci fa fare un salto di trent'anni, rispetto a quello di ieri, e ci riporta sulle rive del fiume Giordano, dove troviamo Gesù ormai adulto, in fila con i p ...
(continua)

 
    Carla Sprinzeles       (Omelia del 07-01-2018)
Commento su Isaia 55,1-11; Marco 1,14-20
Amici, con questa domenica finisce il tempo del Natale. Abbiamo detto che il senso di questo evento oggi è che Dio ci chiede di rendergli possibile attraverso le tue parole e i tuoi gesti di raggiungere ogni essere umano, per dire quanto lo ama. Attraverso di te, di me, Dio sfama gratuitamente, fa conoscere un'energia nuova; accarezza e dona affetto al deser ...
(continua)

 
    don Giorgio Zevini       (Omelia del 07-01-2018)
Video commento a Mc 1,7-11
...
(continua)

 
    padre Giuseppe De Nardi       (Omelia del 06-01-2018)
Sulla Tua Parola - Lc 3, 21-22
...
(continua)