LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 27 Agosto 2023 <

Venerdì 25 Agosto 2023

Sabato 26 Agosto 2023

Domenica 27 Agosto 2023

Lunedì 28 Agosto 2023

Martedì 29 Agosto 2023

Mercoledì 30 Agosto 2023

Giovedì 31 Agosto 2023

Venerdì 1 Settembre 2023

Sabato 2 Settembre 2023

Domenica 3 Settembre 2023

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:








  XXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
AO210 ;

Quando Gesù chiese ai suoi discepoli: “La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?”, le loro risposte rispecchiarono le diverse teorie e speculazioni riguardo Gesù diffuse nella loro cultura.
Se la stessa domanda fosse posta da Gesù oggi, le risposte sembrerebbero forse più colte, ma sarebbero molto simili. Invece di evocare Elia, Giovanni Battista o Geremia, si evocherebbero forse le speculazioni dell’ultimo convegno sulla cristologia, oppure ancora i risultati di un recente sondaggio. Possiamo immaginare che Gesù ascolterebbe gentilmente, forse sorridendo. Poi però giunge la vera e propria domanda: “Voi chi dite che io sia?”. Non possiamo più rifugiarci dietro ad opinioni di altri, siano essi teologi o conduttori di dibattiti televisivi. Gesù vuole la nostra risposta personale. Dobbiamo prendere posizione personalmente nei suoi confronti.
È quello che succede con l’atto di fede. Gesù lancia una sfida a ogni uomo e a ogni donna direttamente e personalmente: “Tu, chi dici che io sia?”.
La nostra risposta possa essere quella di Pietro: “Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente”. La nostra risposta possa essere quella della Chiesa, che fu fondata da Cristo su Pietro come su una pietra, affinché il “credo” diventasse un “crediamo”: Crediamo in Dio, Padre onnipotente..., in un solo Signore Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio..., per opera dello Spirito Santo... incarnato nel seno della Vergine Maria.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Signore, tendi l'orecchio, rispondimi.
Tu, mio Dio, salva il tuo servo, che in te confida.
Pietà di me, o Signore, a te grido tutto il giorno. (Sal 85,1-3)


Colletta
O Dio, che unisci in un solo volere le menti dei fedeli,
concedi al tuo popolo di amare ciò che comandi
e desiderare ciò che prometti,
perché tra le vicende del mondo
là siano fissi i nostri cuori dove è la vera gioia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure (Anno A):
O Padre, fonte di sapienza,
che sulla solida fede dell'apostolo Pietro
hai posto il fondamento della tua Chiesa,
dona a quanti riconoscono in Gesù di Nazaret
il Figlio del Dio vivente
di diventare pietre vive
per l'edificazione del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Is 22,19-23
Gli porrò sulla spalla la chiave della casa di Davide.

Dal libro del profeta Isaìa

Così dice il Signore a Sebna, maggiordomo del palazzo:
«Ti toglierò la carica,
ti rovescerò dal tuo posto.
In quel giorno avverrà
che io chiamerò il mio servo Eliakìm, figlio di Chelkìa;
lo rivestirò con la tua tunica,
lo cingerò della tua cintura
e metterò il tuo potere nelle sue mani.
Sarà un padre per gli abitanti di Gerusalemme
e per il casato di Giuda.
Gli porrò sulla spalla la chiave della casa di Davide:
se egli apre, nessuno chiuderà;
se egli chiude, nessuno potrà aprire.
Lo conficcherò come un piolo in luogo solido
e sarà un trono di gloria per la casa di suo padre».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 137

Signore, il tuo amore è per sempre.

Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore:
hai ascoltato le parole della mia bocca.
Non agli dèi, ma a te voglio cantare,
mi prostro verso il tuo tempio santo.

Rendo grazie al tuo nome per il tuo amore e la tua fedeltà:
hai reso la tua promessa più grande del tuo nome.
Nel giorno in cui ti ho invocato, mi hai risposto,
hai accresciuto in me la forza.

Perché eccelso è il Signore, ma guarda verso l’umile;
il superbo invece lo riconosce da lontano.
Signore, il tuo amore è per sempre:
non abbandonare l’opera delle tue mani.

>

Seconda lettura

Rm 11,33-36
Da lui, per mezzo di lui e per lui sono tutte le cose.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

O profondità della ricchezza, della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto insondabili sono i suoi giudizi e inaccessibili le sue vie!
Infatti,
chi mai ha conosciuto il pensiero del Signore?
O chi mai è stato suo consigliere?
O chi gli ha dato qualcosa per primo
tanto da riceverne il contraccambio?
Poiché da lui, per mezzo di lui e per lui sono tutte le cose. A lui la gloria nei secoli. Amen.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 16,18)
Alleluia, alleluia.
Tu sei Pietro e su questa pietra
edificherò la mia Chiesa
e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa.
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Mt 16,13-20
Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti».
Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».
E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».
Allora ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che egli era il Cristo.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
(Dall'Orazionale CEI 2020)
Facendoci voce di ogni creatura, dal cuore della Chiesa eleviamo con fiducia al Padre la nostra comune preghiera.
Preghiamo insieme e diciamo: Ascoltaci, Signore.

1. Per la santa Chiesa: saldamente unita alla croce di Cristo, testimoni al mondo che solo in essa è la vera salvezza. Preghiamo.
2. Per il papa e tutti i ministri del Vangelo: sostenuti dalla preghiera e dalla carità dei fedeli, possano compiere efficacemente il loro servizio di amore. Preghiamo.
3. Per tutti i popoli: si aprano gli uni agli altri in spirito di collaborazione e rendano possibile una pace duratura. Preghiamo.
4. Per i disabili: siano rimossi ovunque barriere e ostacoli che impediscono o rendono difficoltoso il libero accesso e l’incontro tra le persone. Preghiamo.
5. Per noi qui convocati: questa celebrazione ci insegni a offrire con libertà e con gioia il nostro culto spirituale. Preghiamo.

Nella tua immensa bontà accordaci, o Padre, quanto ti abbiamo chiesto con fede e resta sempre con noi, perché abbiamo la forza di compiere il bene. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
O Signore, che ti sei acquistato
una moltitudine di figli
con l'unico e perfetto sacrificio di Cristo,
concedi a noi, nella tua Chiesa,
il dono dell'unità e della pace.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona alla comunione
Con il frutto delle tue opere si sazia la terra, o Signore;
tu trai il cibo dalla terra:
vino che allieta il cuore dell'uomo,
pane che sostiene il suo cuore. (Cf. Sal 103, 13-15)

Oppure:
«Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue
ha la vita eterna
e io lo risusciterò nell'ultimo giorno», dice il Signore. (Gv 6,54)

Oppure (Anno A):
«Voi, chi dite che io sia?».
«Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». (Mt 16,15-16)


Preghiera dopo la comunione
Porta a compimento in noi, o Signore,
l'opera risanatrice della tua misericordia
e fa' che, interiormente rinnovati,
possiamo piacere a te in tutta la nostra vita.
Per Cristo nostro Signore.



O M E L I E
a cura di
Qumran2.net


    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 27-08-2023)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo (Mt 16,13-20)
...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 27-08-2023)
Chi è Gesù per te? Chi sei tu per Gesù?
...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 27-08-2023)

I sondaggi di opinione, in una società dove le persone sono diventate un prodotto di consumo e gli sviluppi nella comunicazione digitale hanno cambiato le interazioni umane con gli influencer in prima linea in questo progresso, si sprecano. Non passa giorno che tv, quotidiani e social non pubblichino i risultati di indagini di ogni genere. Ma quello di Ge ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 27-08-2023)
Commento su Matteo 16,13-20
Il Vangelo di oggi è stato oggetto di attenzione un paio di domeniche fa, ricordate, quando riflettemmo insieme sull'episodio di Gesù che cammina sulle acque... È di scena la professione di fede di Pietro: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente!". L'occasione per dare la sua bella testimonianza, gliela dà lo stesso Signore, quando interroga a bruci ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 27-08-2023)
E io chi dico che lui sia?
Domenica che potremmo definire "ecclesiologica" quella di oggi, con un particolare riferimento a chi sovrintende la comunità cristiana, il pontefice successore di Pietro. L'argomento però è molto più vasto e coinvolge dal punto di vista vocazionale. Procedendo con ordine, rileviamo un Gesù abbastanza ricercato e inviso, attorniato sempre più dalla folla non ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 27-08-2023)
Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente!
Il Vangelo di questa domenica ci riporta un passaggio-chiave nel cammino di Gesù con i suoi discepoli: il momento in cui Egli vuole verificare a che punto è la loro fede in Lui. Prima vuole sapere che cosa pensa di Lui la gente: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?»; e i discepoli, annota l'evangelista, rispondono: «Alcuni dicono Giovanni il Batt ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 27-08-2023)
Le chiavi del Regno dei cieli
"A te darò le chiavi del regno dei cieli". Le chiavi aprono, ma possono anche chiudere. Così la nostra mente e il nostro cuore possono aprirsi o chiudersi. In base a cosa può accadere questo? In base a quanto accogliamo Gesù. Continua a leggere su www.annunciatedaitetti.it La nostra missione continua con altri formati anche su: Instagram Facebook Tel ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 27-08-2023)
Conoscere, amare, servire
Conoscere, amare, servire Dio: riducendo all'osso (e di parecchio!) il pensiero teologico e spirituale di uno tra i più grandi teologi medioevali, San Bonaventura da Bagnoregio, queste possono essere considerate le tappe del cammino di perfezione del credente per giungere a un totale rapporto di intimità con Dio. Si comincia con la conoscenza di Dio, che pu ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 27-08-2023)
La verità di essere e riconoscere
IL VANGELO PER CONOSCERE MEGLIO DIO E L'UOMO Il vangelo di questa domenica abita 2 domande fondamentali per la nostra esistenza: "Chi dicono che sia Gesù?" e "Chi è Gesù per te?" GESU' INFATTI CHIEDE "CHI SONO IO?" Questa domanda Gesù la pone ai suoi discepoli ma in 2 modi diversi: Il primo chiedendo chi è lui per gli altri; il secondo chiedendo chi è l ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 27-08-2023)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato «O Chiave di Davide, scettro della casa d'Israele, che apri, e nessuno può chiudere, chiudi e nessuno può aprire: vieni, libera l'uomo prigioniero, che giace nelle tenebre e nell'ombra di morte». È questa una delle antifone maggiori dell'Avvento (o anche antifone O, perché cominciano tutte ...
(continua)

 
    Frati Minori Cappuccini       (Omelia del 27-08-2023)
Commento su Matteo 16,13-20
...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 27-08-2023)
Commento al Vangelo del 27 agosto
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 27-08-2023)
Le chiavi del regno dei cieli
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 27-08-2023)

L'episodio di oggi si articola in due atti: nel primo viene riportato il sondaggio d'opinione effettuato da Gesù che sfocia nell'intervento di Pietro sull'identità del Messia (vv. 13-16); nel secondo la parola di Gesù delinea il futuro compito ecclesiale di Pietro (vv. 17 -20). Noi ci soffermiamo su tre punti. 1. Chi è Gesù per me? Anzitutto Gesù parte dal ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 27-08-2023)
La professione di fede di Pietro a Cesarea di Filippi
Il vangelo di questa XXI Domenica del tempo ordinario ultima del mese di agosto 2023 ci offre l'opportunità di riflettere sulla nostra fede e sul nostro rapporto spirituale che ci lega a Gesù nostro Salvatore. San Matteo nel brano odierno ci racconta ciò che avvenne a Cesarea di Filippo tra Gesù e i suoi discepoli. Curioso di sapere cosa la gente pensasse ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 27-08-2023)

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo. Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti». Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». La pr ...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 27-08-2023)
Gesù per gli altri e Gesù per me
Il cristiano, il discepolo di Gesù, lo sappiamo è come ci dice il Maestro stesso colui che è chiamato a essere sale della terra ovvero colui che non si separa dal resto ma cerca di dare sapore all'esistenza. Per farlo deve sapere bene l'ambiente in cui è chiamato a dare gusto. Per questo Gesù in una realtà pagana, come è Cesarea di Filippi, esorta i disce ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 27-08-2023)
Smettila di chiederti chi è Gesù per te (Mt 16,13-20)
...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 27-08-2023)
Tu, Gesù, sei per me...
...
(continua)

 
    don Antonino Sgrò       (Omelia del 27-08-2023)
Lasciarsi scavare da una domanda
«Beato sei tu» che hai riconosciuto Gesù come «il Figlio del Dio vivente»; beato perché ti sei lasciato interrogare e hai fatto parlare il cuore, hai dato un volto all'amore e ricevuto un nome nuovo. Chiamata e risposta, visione e riconoscimento sono per Pietro frutto di una grazia di rivelazione proveniente dal «Padre che è nei cieli». Senza tale dono dall' ...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 27-08-2023)
La fede sulla roccia...
...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 27-08-2023)
#2minutiDiVangelo Matteo 16,13-20
Mt 16,13-20 Chi è per te Gesù? Commento al Vangelo - Omelia a cura di don Marco Scandelli 2minutiDiVangelo ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 27-08-2023)
È solo Cristo che rende appassionata la mia vita
Dopo due anni e mezzo passati con Gesù, in cammino per sentieri e villaggi, i discepoli vengono coinvolti in una sorta di sondaggio d'opinione: cosa si dice in giro di me? L'opinione della gente è bella: Rabbi, sei uno che allarga i cuori, uno bravo, un innamorato di Dio, uno che guarisce la vita. Gesù lancia una seconda provocazione, stringe il cerchio: ma ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 27-08-2023)
Tre inviti
Un invito a valutare la nostra fede in Gesù Cristo Due domeniche fa abbiamo ascoltato la bella professione di fede della comunità degli apostoli. Essi, riuniti tutti insieme nella stessa barca, con Gesù, in mezzo al lago di Galilea, divenuto di nuovo calmo dopo il forte vento e le onde contrarie, si prostrarono davanti a Gesù dicendo: «Veramente tu sei il F ...
(continua)

 
    don Giampaolo Centofanti       (Omelia del 27-08-2023)

Gesù certo non si preoccupa delle chiacchiere su di lui ma invece orienta ad ascoltare gli altri, a cogliere la grazia, il bene, di ciascuno, a comprendere le visuali, i cammini, i bisogni integrali, degli altri. Ma orienta anche ad essere consapevoli dei condizionamenti della mentalità, della cultura e a cercare il riferimento fontale per discernere in lui, ...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 27-08-2023)
La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?
LA GIOIA DEL VANGELO Riflessioni dell'assistente spirituale nazionale del Movimento Apostolico Ciechi ...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 27-08-2023)
Videocommento su Mt 16,13-20
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 23-08-2020)
Commento su Is 22,19-23; Sal 137; Rm 11,33-36; Mt 16,13-20
Le letture della liturgia di questa settimana ci invitano a riflettere principalmente sul posto che Gesù occupa nella nostra vita. Dopo una domanda, quasi da sondaggio elettorale: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?» e risposte che rimandano al passato - Giovanni Battista, il giustiziere, o Elia, l'uomo che vuole portare gli uomini a Dio con la ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 23-08-2020)
Chi dice la gente che io sia?
La liturgia della parola di Dio di questa XXI domenica del tempo ordinario è tutta incentrata sulla professione di fede di Pietro. Da questa professione parte una nuova visione di Chiesa e una nuova missione del mondo. Il testo del vangelo, infatti, ci ricorda quello che avvenne a Cesarea di Filippo e come Gesù sia vivamente interessato a sapere che cosa pen ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 23-08-2020)
Audio commento a Mt 16,13-20
...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 23-08-2020)
Commento al Vangelo del 23 agosto
...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 23-08-2020)
Chi è Gesù per noi?
Nel brano del Vangelo che la liturgia odierna ci ha fatto proclamare abbiamo ascoltato che «Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: "La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?"». Certamente con il titolo di «Figlio dell'uomo» Gesù intende riferirsi a quella figura di Salvatore profetizzata da Daniele (cf Dn 7,13-14) ...
(continua)

 
    don Giampaolo Centofanti       (Omelia del 23-08-2020)

È importante essere consapevoli che la mentalità del mondo in cui viviamo ci può influenzare in tanti modi. Importante anche cercare di riconoscere e accogliere tutto il buono da ovunque provenga. Ma è nella Chiesa, pur con i suoi limiti ed il suo bisogno di crescere, che Cristo dona la fede virtualmente piena. Dunque pur tenendo conto delle possibilità di e ...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 23-08-2020)
#2minutiDiVangelo - Domenica 23/08 - Riconoscere Gesù per scoprire il vero senso di morte e vita!
Commento al Vangelo di domenica 23 agosto 2020 - XXI Domenica del Tempo Ordinario - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Matteo 16 13-20 Chi dite che io sia? La grande domanda che Gesù pone ai discepoli prima di incamminarsi definitivamente verso Gerusalemme dove poi sarebbe stato messo a morte. Gesù, prima di svelare ai suoi amici quale ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 23-08-2020)
Figlio di Davide o del Dio vivente?
Non sempre la Liturgia fa scelte azzeccate nella scansione della lettura continuata dei Vangeli domenicali, e queste due domeniche (l'odierna e la prossima) lo dimostrano. Non si può, infatti, comprendere a fondo il brano di Matteo che abbiamo letto questa domenica (la confessione di Pietro) senza il brano che leggeremo domenica prossima (il rimprovero di Ge ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 23-08-2020)
Tu sei il Cristo, da Te la Chiesa
Vorrei chiedere a un giovane o una ragazza, ad es. di 18 anni, a un uomo o una donna di 30 o a qualcuno più adulto: qual è la tua esperienza religiosa, la tua dimensione spirituale? Come ti senti con Gesù Cristo? Come ti senti con la Chiesa? E lo senti Gesù Cristo, hai qualche rapporto con lui? Oppure è fuori dei tuoi pensieri, delle tue giornate, della tua ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 23-08-2020)
La chiave di Dio
La chiave di Dio Non è difficile trovare gente che non ama Dio o che non frequenta i sacramenti o che non capisca quello che Dio vuole o perché permetta certe cose. Persone così ce ne sono tante, significa che hanno il cuore chiuso, concentrato sulle proprie cose, sulla propria vita e non riescono a guardare oltre il proprio naso. Nella prima lettura d ...
(continua)

 
    don Mario Simula       (Omelia del 23-08-2020)
Il mistero delle Chiavi
Il credente, l'orante, ogni persona che con umiltà cerca di fissare gli occhi di Dio, non può evitare di trovarsi davanti ad un'immensità che non può essere scandagliata, davanti ad una profondità che dà le vertigini. Insondabili sono, soprattutto, i giudizi del cuore di Dio e inaccessibili le sue vie. La sua sapienza supera infinitamente i nostri limiti. ...
(continua)

 
    don Gianfranco Calabrese       (Omelia del 23-08-2020)
Video commento su Matteo 16,13-20
...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 23-08-2020)
Tu sei il Cristo, da te la chiesa
...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 23-08-2020)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato Potremmo chiamare questa Domenica "Domenica dell'autorità" perché il tema principale di tutte e tre le letture è che Dio è la fonte di ogni autorità. Dio condivide la sua autorità con i governanti civili eletti per servire il popolo, con ogni cristiano, con il Papa e gli altri pastori dell ...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 23-08-2020)
Scavare nel cuore
Gesù era un maestro completamente diverso da suoi colleghi del tempo, almeno su questo punto i dodici erano d'accordo. La sua persona, le sue parole e la sua vita erano avvolte da un fascino indecifrabile e sorprendente. Non tanto e non solo per i suoi miracoli, ma per la sua simpatia per gli ultimi, i poveri, gli ammalati e gli esclusi. Gli altri maestri st ...
(continua)

 
    don Gaetano Luca (Amore)       (Omelia del 23-08-2020)

...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 23-08-2020)
Umili e uniti come Pietro, corresponsabili al servizio dell'unità del nostro papa
Umiltà e unità in Simon Pietro. Custodiamo nella mente e nel cuore la confessione di fede di Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente» (Mt 16,16). Chiediamo al Cristo, il Figlio del Dio vivente di aiutarci ad essere suoi testimoni, gioiosi di professare con parole ed azioni la fede dell'apostolo. Gesù rimane meravigliato e dice: «Beato te ...
(continua)

 
    Bella prof! - don Gianmario Pagano       (Omelia del 23-08-2020)
Che cosa sono le chiavi di Pietro?
...
(continua)

 
    don Luca Garbinetto       (Omelia del 23-08-2020)
Vogliamo bene al Papa
Questo è il vangelo del gran Suggeritore: il Padre. Si serve certamente dell'azione dello Spirito, e si fa ispiratore di Simone, figlio di Giona, e pure di Gesù, figlio del Padre, appunto. Al primo rivela l'identità del Maestro, per riconoscerlo Messia e Figlio di Dio vivente (cfr. v. 16) e svelarlo anche ai suoi compagni, che ascoltano smarriti la domanda p ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 23-08-2020)
La domanda con cui Gesù getta in noi un amo
Ogni anno, verso la fine dell'estate, la liturgia ripropone la bellissima domanda di Gesù, ogni anno con un evangelista diverso: ma voi chi dite che io sia? Inizia con un «ma», una avversativa, quasi in opposizione a ciò che dice la gente, perché non si crede per sentito dire, né per tradizione o per allinearsi alla maggioranza. Come un amo da pesca (la for ...
(continua)

 
    mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola       (Omelia del 23-08-2020)
Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 23-08-2020)
Gesù e la Chiesa per me...
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 23-08-2020)

Gesù e i suoi discepoli giungono a Cesarea di Filippo, l'attuale Banyas, ai piedi del monte Hermon. Già da tempo lo seguono e Gesù pone loro una domanda: «La gente chi dice che io sia?». I discepoli fanno un collage delle varie opinioni udite su Gesù. Un po' come oggi c'è chi vede in Lui un profeta, un rivoluzionario, un sognatore, un fondatore di religioni. ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 23-08-2020)

Gesù è giunto nella regione di Cesarèa di Filippo. Posto bellissimo, ricco di acque, a Nord d'Israele, e domanda ai discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?». Che è come dire: cosa dicono di me? E i discepoli fanno a gara per rispondere. E' un chiacchierare dove ognuno dice volentieri la sua. «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Eli ...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 23-08-2020)
Pietro, la roccia
Prima del vangelo, sarà opportuno uno sguardo alla seconda lettura di oggi (Romani 11,33-36) che si apre con una celebrazione della superiore sapienza divina: "O profondità della ricchezza, della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto insondabili sono i suoi giudizi!" E un esempio della sapienza divina è dato dall'episodio del vangelo (Matteo 16,13-20), ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 23-08-2020)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo (Mt 16,13-20)
...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 23-08-2020)
Chi dite che io sia?
...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 23-08-2020)
L'importanza di Pietro
Un pastore evangelico amico di un Confratello del mio Ordine, che poi diventerà sacerdote cattolico, in una certa occasione ebbe a dire che (almeno nella sua esperienza) la mancanza di un orientamento comune, di una centralità e di un solo riferimento per tutti nella fede e nel sentire religioso dei protestanti è una realtà molto sofferta, anche se non sempr ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 23-08-2020)
Commento su Matteo 16,13-20
Una componente fondamentale dell'informazione pubblica, ai giorni nostri, è costituita dai cosiddetti sondaggi di opinione: giornalisti muniti di telecamera e microfono, scendono in strada, camminano tra la gente, sostano davanti a uffici e negozi, entrano nei locali pubblici e rivolgono domande a persone scelte a caso - o forse non a caso - sui temi più div ...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 23-08-2020)
Il cristianesimo è il mio rapporto con Gesù,
È una delle pagine più famose del Vangelo, quella di Pietro che scopre di essere papa. In realtà è molto di più: è la manifestazione dell'immenso rispetto che Dio ha per ciascuno di noi. E che noi, troppe volte, non abbiamo di lui. "La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?" Facile: Giovanni Battista, Elia, Geremia o qualcuno dei profeti... Certo, t ...
(continua)

 
    don Giovanni Berti       (Omelia del 27-08-2017)
Chiavi per aprire
Clicca qui per la vignetta della settimana. Le chiavi servono per aprire o per chiudere? Domanda banale? A me quando qualcuno in parrocchia chiede le chiavi non è per chiudere qualche locale o salone ma per poter al contrario aprire le porte ed entrarci. "Don, mi puoi dare le chiavi per il salone?... Don, dove sono le chiavi per portare i pacchi ...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 27-08-2017)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)

 
    Sulla strada - TV2000       (Omelia del 27-08-2017)
Commento su Matteo 16,13-20
...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 27-08-2017)
Audio commento alla liturgia - Mt 16,13-20
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 27-08-2017)
Il Messia è l'unico che ha le chiavi
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    don Maurizio Prandi       (Omelia del 27-08-2017)
Commento su Matteo 16,13-20
La prima lettura ci parla di un malinteso senso del potere. I doni di Dio sono per il servizio e invece Sebna (il sovrintendente del palazzo), li usa per il suo tornaconto personale, per poter, con le proprie forze (tagliando fuori Dio quindi), trionfare. C'è poi una cosa fatta da Sebna che viene vista come il massimo della superbia: ha preteso che gli venis ...
(continua)

 
    don Marco Pozza       (Omelia del 27-08-2017)
Vivo di risposte-senza-chiamata: «Pronto, chi sono io per te?»
Domande caricate come fucili. Lui è il grande interrogatore, Colui al quale i cuori gli obbediscono. Loro, invece, sono solamente uomini: Dodici, uomini non più uomini, costituiti apposta dall'Albero-Maestro perché stessero con Lui. Poi - ma solamente dopo - perché andassero a predicare ciò che avevano vissuto: senza vissuto, cos'avrebbero narrato? Più giust ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 27-08-2017)
Pietro, tu sei pietra...Gesù, invece, no...
Ricordo la nostra storica professoressa di greco e latino del classico che, di fronte a versioni di Cicerone, Seneca o Tacito, ci diceva di non tradurre mai letteralmente in italiano parola per parola o frase per frase, ma di cercare innanzitutto di capire il senso della versione, di comprendere il brano nella sua completezza, e poi di tradurre non secondo c ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 27-08-2017)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura delle Clarisse di Via Vitellia «Tu sei il Cristo...», «Tu sei Pietro...»: il vangelo di questa domenica ci fa entrare in un momento importante di reciproco riconoscimento tra Gesù e Pietro, il primo discepolo chiamato a condividere il cammino di annuncio del Regno. Altri compagni, nel frattempo, sono stati chiamati ...
(continua)

 
    don Roberto Farruggio       (Omelia del 27-08-2017)
Commento alle letture con i giovanissimi - XXI Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)
...
(continua)

 
    don Roberto Farruggio       (Omelia del 27-08-2017)
Commento alle letture - XXI Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)
...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 27-08-2017)
«Chi sono io per te?». Se Gesù ci interroga nel profondo
Oggi il Vangelo propone due delle centinaia di domande che intessono il testo biblico: Cosa dice la gente? E voi che cosa dite? Gesù, riferiscono gli evangelisti, «non parlava alla gente se non con parabole» (Mt 13,34) e con domande. Gesù ha scelto queste due forme particolari di linguaggio perché esse compongono un metodo di comunicazione generativo e coinv ...
(continua)

 
    dom Luigi Gioia       (Omelia del 27-08-2017)
Una fiducia mai cieca
Nella prima lettura, il profeta Isaia descrive un Dio che cambia i leader del suo popolo, ne rovescia uno e ne mette al suo posto un altro: Ti toglierò la carica e ti rovescerò dal tuo posto. Dio punisce Sebna per aver amministrato il potere iniquamente. E a questo Dio che interviene così attivamente nella storia, il salmo risponde: Ti rendo grazie, Signore, ...
(continua)

 
    dom Luigi Gioia       (Omelia del 27-08-2017)
Una fiducia mai cieca
Nella prima lettura, il profeta Isaia descrive un Dio che cambia i leader del suo popolo, ne rovescia uno e ne mette al suo posto un altro: Ti toglierò la carica e ti rovescerò dal tuo posto. Dio punisce Sebna per aver amministrato il potere iniquamente. E a questo Dio che interviene così attivamente nella storia, il salmo risponde: Ti rendo grazie, Signore, ...
(continua)

 
    don Luciano Cantini       (Omelia del 27-08-2017)
Il Figlio del Dio vivente
Domandò ai suoi discepoli Gesù si è interrogato su se stesso, si è messo totalmente nelle mani del Padre e percepisce che la sua vita sta avendo una svolta sostanziale. Purtroppo il testo della liturgia si ferma prima dell'annuncio della sua passione, dell'intervento a gamba tesa di Pietro, e il rimprovero del Signore, che è molto più di un rimprovero: Da ...
(continua)

 
    don Domenico Luciani       (Omelia del 27-08-2017)
Video commento su Mt 16,13-20
...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 27-08-2017)
Gesù, anche per noi, come per Pietro, Tu sei il Figlio del Dio vivente, il nostro Redentore e Salvatore
La XXI domenica del tempo ordinario, ci mette di fronte alla grande domanda che pone Gesù anche a noi oggi: "Io chi sono per te?". E' la stessa domanda, che ha posto agli apostoli per sapere quale idea si erano fatti di lui, sia come gente comune, sia come discepoli ed apostoli. La riposta data, dopo un'indagine demoscopica, condotta dagli apostoli, è quell ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 27-08-2017)
Chi sei, chi sono
Penso che succeda a tutti. Anche a te, amico lettore. A me succede spesso. Nonostante e forse a causa degli anni che passano e le esperienze che si accumulano, ci sono momenti in cui, con onestà, devi fare i conti con ciò che sei e con ciò che fai. In quei momenti ti chiedi chi sei veramente. Ti pesi. Ti misuri. Non chi pensi di essere o come gli altri ti ...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 27-08-2017)
Commento su Is 22,19-23; Sal 137; Rm 11,33-36; Mt 16,13-20
Commento Giunti verso la fine dell'estate e delle tanto desiderate vacanze, molti noi provano quasi un senso di disagio nel sentire il Vangelo di questa domenica: "voi chi dite che io sia?" Questa semplice domanda -di cui conosciamo il lato umano, da Adamo in poi: "tu non sai chi sono io!"- scatena una valanga di pensieri che partono dalla considerazione ch ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 27-08-2017)
Commento su Matteo 16,13-20
...
(continua)

 
    don Giorgio Zevini       (Omelia del 27-08-2017)
Video Commento a Mt 16, 13-20
...
(continua)

 
    padre Giuseppe De Nardi       (Omelia del 27-08-2017)
Sulla Tua Parola - Mt 16,13-19
...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 27-08-2017)
Quando il Maestro interroga
Altro spostamento di Gesù: dopo un breve giro all'estero ecco che ritorna in patria e precisamente a Cesarea di Filippo situata alle falde orientali del mone Hermon, là dove nasce il fiume Giordano. Qui vediamo che cambia solo zona; l'altra volta vi avevo chiesto se poteva addirittura cambiare idea. Cosa ne dite? Io vi posso solo dire che a me ha fatto cambi ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 27-08-2017)
Commento su Matteo 16,13-20
Ecco il famoso segreto messianico, ormai lo sappiamo: il Signore proibisce ai Dodici di dire ad alcuno che Egli è il Cristo, perché non era ancora giunta la sua ora, l'ora del Calvario, l'ora in cui sarebbe diventato a pieno titolo il Cristo. Questo non lo diciamo solo di Gesù, lo diciamo di tutti, anche di noi! Nell'ultimo istante di esistenza terrena, noi ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 27-08-2017)
Un cuor solo e un'anima sola
Coltivare la nostra fede individuale nel Signore a prescindere dagli ausili normativi della Chiesa, pregare rivolgendosi a lui direttamente e meditando la sua Parola con premura individuale è ciò che si raccomanda spesso ed è anche all'origine della nostra edificazione spirituale. Vivere la propria spiritualità nella sfera individuale è molto importante, sop ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 27-08-2017)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 27-08-2017)

Domenica scorsa le letture bibliche della Messa hanno annunciato che il progetto di salvezza di Dio è per tutti gli uomini. Ma questi devono restare in un rapporto solo personale con Gesù, oppure devono diventare comunità, popolo nuovo di Dio? Una prima risposta è nel brano di Isaia: vi è detto che il Signore si preoccupa per il suo popolo - che è ancora qu ...
(continua)

 
    Carla Sprinzeles       (Omelia del 27-08-2017)
Commento su Isaia 22,19-23; Matteo 16,13-20
Siamo quasi a fine estate e oggi le letture ci mettono di fronte ad una rivelazione molto importante per la nostra felicità. Gesù ci rivela chi è Lui e se noi abbiamo deciso di seguirlo scopriamo chi siamo noi. E' bene che vi mettiate comodi, non è un'impresa da poco! "Chi ha mai potuto conoscere il pensiero del Signore?" Le vie di Dio non sono le vie dell' ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 27-08-2017)
#StradeDorate - Commento su Matteo 16,13-20
...
(continua)

 
    don Gianfranco Calabrese       (Omelia del 27-08-2017)
Video commento su Matteo 16,13-20
...
(continua)