B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
hai cercato Santuario
  la ricerca ha riportato 220 risultati  

(Testo TILC)

Es 23,15 'Osserva la festa dei Pani non lievitati: nella ricorrenza del mese di Abib, il mese in cui sei uscito dall'Egitto, devi mangiare per sette giorni pane non lievitato, come io ti ho comandato.
'Nessuno osi presentarsi al mio santuario a mani vuote.
Es 23,17 'In queste tre feste annuali gli uomini si presenteranno a me, il Signore vostro Dio, nel mio santuario.

Es 30,13 Chiunque verrà sottoposto al censimento darà un pezzo d'argento di circa 5 grammi, ossia la metà dell'unità di peso conservata nel santuario. Questa offerta sarà prelevata in mio onore.
Es 30,24 cinque chili di cassia - il tutto secondo l'unità di peso del santuario.
Procurati anche sei litri di olio d'uliva.
Es 34,20 AI posto del primogenito dell'asina dovete offrire un agnello. Se non volete sostituire l'asino, gli spezzerete il collo. In ogni caso dovete sacrificare un animale al posto di ogni maschio primogenito dei vostri figli. Nessuno osi presentarsi al mio santuario a mani vuote.

Es 34,24 Nessuno oserà impadronirsi della vostra terra, quando verrete al mio santuario al tempo di queste tre feste annuali, perché io scaccerò molti popoli davanti a voi e farò ingrandire i vostri confini.

Es 36,1 'Perciò Bezaleel, Ooliab e tutti gli altri artigiani che il Signore ha dotato di abilità, di intelligenza e di capacità, per eseguire i lavori della costruzione del santuario, faranno ogni cosa secondo gli ordini del Signore'.

Es 36,4 Allora tutti gli artigiani che lavoravano per il santuario, lasciarono il lavoro
Es 38,24 Totale dell'oro offerto dagli Israeliti e impiegato per la costruzione del santuario: dieci quintali e venti chili, secondo il peso ufficiale del santuario.

Es 38,25 L'argento raccolto in occasione del censimento della comunità pesava trentacinque quintali e ventitré chili secondo il peso ufficiale del santuario.
Es 38,27 Trentacinque quintali d'argento furono usati per fondere le cento basi delle colonne del santuario e delle colonne della tenda: ossia trentacinque chili per ogni base.
Es 39,41 gli abiti liturgici per il culto nel santuario, gli abiti sacri per Aronne e i suoi figli, da indossare quando esercitavano il loro ministero.

Lv 1,5 Poi sgozza l'animale davanti al santuario. Un sacerdote, uno dei discendenti di Aronne, prende del sangue dell'animale ucciso e lo sparge sui lati dell'altare che sta all'ingresso della tenda.
Lv 1,11 lo sgozza stando sul lato nord dell'altare che è all'ingresso del santuario. Poi i sacerdoti spargono il sangue dell'animale sui lati dell'altare.
Lv 2,8 'Le offerte preparate secondo queste regole devono essere portate al santuario e consegnate al sacerdote, che le depone sull'altare.
Lv 3,1 'Se uno offre, come sacrificio per il banchetto sacro, un capo di bestiame grosso, deve scegliere un toro o una vacca senza difetti: lo porterà al santuario,
Lv 3,7 Se è un montone, lo porta al santuario;
Lv 3,12 'Se uno offre una capra, deve portarla al santuario;
Lv 4,4 Porta il toro al santuario, all'ingresso della tenda dell'incontro; posa la mano sulla testa dell'animale e lo sgozza in quel luogo, davanti al Signore.
Lv 4,6 intinge un dito nel sangue e, per sette volte, davanti al Signore, tocca con il sangue la parte visibile del tendaggio di separazione dal santuario.
Lv 4,7 Così pure mette del sangue sugli angoli sporgenti dell'altare su cui si brucia il profumo, nel santuario; poi versa il resto del sangue alla base dell'altare dei sacrifici, che si trova all'ingresso della tenda.
Lv 4,17 poi intinge un dito nel sangue e, per sette volte, davanti al Signore, tocca con il sangue la parte visibile del tendaggio di separazione del santuario.
Lv 4,18 Mette anche un po' di sangue sugli angoli sporgenti dell'altare che si trova nel santuario; poi versa il resto del sangue alla base dell'altare dei sacrifici, che si trova all'ingresso della tenda.
Lv 5,15 'Se qualcuno, per errore, commette una grave mancanza riguardo alle offerte consacrate al Signore, si comporterà così: deve offrire al Signore, in riparazione, un montone senza difetti, che costi un certo numero di monete d'argento, secondo l'unità di peso in vigore presso il santuario: questo animale servirà per il sacrificio di riparazione.
Lv 5,16 Quella persona deve inoltre risarcire il danno fatto al santuario, aggiungendo a questo compenso un quinto del suo valore, e consegnando tutto al sacerdote. Così il sacerdote compie per il colpevole il sacrificio di un montone per il perdono dei peccati, e questi riceve il perdono di Dio.

Lv 6,23 Tuttavia, se il sangue di un animale sacrificato è stato portato all'interno della tenda dell'incontro e utilizzato nel santuario per una cerimonia di perdono, la carne di quell'animale non deve essere mangiata, ma gettata nel fuoco.

Lv 10,4 Mosè chiamò Misael e Alsafan, figli di Uziel, zio di Aronne, e ordinò loro di andare a prendere i cadaveri dei loro cugini, che giacevano davanti al santuario, per portarli fuori dell'accampamento.
Lv 10,18 Il sangue dell'animale non era stato portato all'interno del santuario; voi avreste dovuto mangiarne la carne in un luogo santo, come io avevo ordinato.

Lv 12,4 Poi dovranno passare ancora trentatré giorni, prima che la madre sia purificata dal sangue perduto durante il parto; essa non deve toccare nessuna cosa santa, né recarsi al santuario, finché questo periodo di purificazione non sarà terminato.

Lv 15,31 'Voi ordinerete agli Israeleiti di tenersi lontani dal santuario quando sono in stato di impurità; così non rischieranno di morire per aver resa impura la mia Abitazione in mezzo a loro'.

Lv 16,3 'Aronne si recherà al santuario, prendendo con sé un toro destinato a un sacrificio per invocare il perdono di Dio, e un montone destinato a un sacrificio completo.
Lv 16,12 Riempie un braciere con braci tolte dall'altare che è nel santuario, prende due manciate d'incenso in polvere, e porta tutto al di là della tenda di separazione.
Lv 16,27 Il toro e il capro offerti per il perdono, e il cui sangue è stato usato nel santuario per la cerimonia di purificazione, devono essere trasportati fuori del campo, dove la loro pelle è bruciata nel fuoco, insieme con la carne e gli escrementi.
Lv 19,30 Osservate il riposo del sabato, e trattate il mio santuario con rispetto. Io sono il Signore.

Lv 20,3 perché io stesso interverrò contro quest'uomo; Io escluderò dal popolo d'Israele, perché ha offerto uno dei suoi figli a Moloc, cosa che rende impuro il mio santuario e disonora il mio santo nome.
Lv 21,12 Gli è proibito di lasciare i luoghi sacri per non profanare il mio santuario. In effetti, egli è stato consacrato al mio servizio mediante l'unzione con olio santo. Io sono il Signore.

Lv 21,23 ma a causa della sua infermità, non deve avvicinarsi al tendaggio del santuario, né arrivare fino all'altare. È necessario che egli non profani il mio santuario: perché Io sono il Signore, e sono io che consacro i sacerdoti al mio servizio'.

Lv 26,2 'Osservate il riposo del sabato e trattate con rispetto il mio santuario. Io sono il Signore.

Lv 27,3-4 secondo le seguenti tariffe:
'Per una persona dai venti ai sessant'anni: cinquanta pezzi d'argento per un uomo, trenta pezzi per una donna - secondo la moneta ufficiale del santuario.

Lv 27,25 'Ogni stima sarà fatta in base alla moneta del santuario, il cui pezzo base pesa dieci grammi.

Nm 3,32 Il capo supremo responsabile dei leviti era Eleazaro, figlio del sacerdote Aronne: egli sorvegliava tutti gli addetti al servizio del santuario.

Nm 3,38 Mosè, Aronne e i suoi figli si accampavano di fronte all'ingresso della tenda dell'incontro, a est. Erano incaricati del servizio del santuario, in nome degli Israeliti. Se qualcun altro avesse voluto compiere le loro funzioni, sarebbe stato messo a morte.

Nm 3,47 Per ciascuno di loro fisserai la tariffa di cinque pezzi d'argento, conformi alla moneta ufficiale del santuario, la cui unità di base è di dieci grammi.
Nm 3,50 Dai primogeniti del popolo d'Israele raccolse in tutto milletrecentosessantacinque monete d'argento, conformi alla moneta ufficiale del santuario.
Nm 4,12 Raccoglieranno tutti gli oggetti usati per il servizio nel santuario e li avvolgeranno in una stoffa viola; copriranno tutto con una coperta di pelli di tasso e caricheranno ogni cosa su una portantina.
Nm 7,12-83 Essi si presentarono in quest'ordine:
il primo giorno Nacason, figlio di Amminadab, della tribù di Giuda.
Il secondo giorno Netaneel, figlio di Zuar, della tribù di Issacar.
Il terzo giorno Eliab, figlio di Chelon, della tribù di Zabulon.
Il quarto giorno Elizur, figlio di Sedeur, della tribù di Ruben.
Il quinto giorno Selumiel, figlio di Zurisaddai, della tribù di Simeone.
Il sesto giorno Eliasaf, figlio di Deuel, della tribù di Gad.
Il settimo giorno Elisama, figlio di Ammiud, della tribù di Efraim.
L'ottavo giorno Gamliel, figlio di Pedazur, della tribù di Manasse.
Il nono giorno Abidan figlio di Ghideoni, della tribù di Beniamino.
Il decimo giorno Achiezer, figlio di Ammisaddai, della tribù di Dan.
L'undicesimo giorno Paghiel, figlio di Ocran, della tribù di Aser.
Il dodicesimo giorno Achira, figlio di Enan della tribù di Neftali.
Ciascuno portò questi doni:
- un piatto d'argento del peso di un chilo e trecento grammi, conforme all'unità di peso ufficiale del santuario, e un vassoio d'argento del peso di settecento grammi. Questi recipienti erano pieni di farina mescolata con olio destinata all'offerta;
- una coppa d'oro, del peso di cento grammi, piena di incenso;
- un toro, un montone e un agnello di un anno, per sacrifici completi;
- un capro destinato al sacrificio, per ottenere il perdono;
- un paio di vitelli, cinque montoni, cinque capri e cinque agnelli di un anno, destinati al sacrificio per il banchetto sacro.

Nm 7,85 Ciascun piatto pesava un chilo e trecento grammi; ciascun vassoio settecento grammi; il loro peso complessivo era di ventiquattro chilogrammi d'argento, conformi al peso ufficiale del santuario.
Nm 8,19 e li metto completamente a disposizione di Aronne e dei suoi figli, come rappresentanti degli altri Israeliti. Essi eserciteranno il loro ministero al servizio degli altri Israeliti nella tenda dell'incontro e compiranno perciò in loro favore il sacrificio per il perdono. Così, io non dovrò più punire quegli Israeliti che venissero troppo vicino al santuario'.

Nm 18,1 Il Signore disse ad Aronne: 'Tu, i tuoi discendenti e la tribù, sarete considerati responsabili delle colpe contro il santuario. Inoltre tu e i tuoi discendenti sarete responsabili delle colpe che commetterete nell'esercizio delle vostre funzioni di sacerdoti.
Nm 18,5 Il servizio nel santuario e all'altare lo eserciterete esclusivamente voi; così eviterete di provocare di nuovo il mio sdegno contro gli Israeliti.
Nm 18,16 Il prezzo del riscatto di un bambino sarà pagato al termine di un mese dalla nascita. Tu lo fisserai in modo che sia equivalente alla somma di cinque monete d'argento, secondo la moneta ufficiale del santuario, della quale il peso è di dieci grammi.
Nm 19,20 Ma se una persona impura non si purifica, dovrà essere esclusa dalla comunità d'Israele, perché profana il santuario del Signore. Poiché non si è aspersa con l'acqua della purificazione, resta impura.

Nm 28,7 L'agnello del mattino sarà accompagnato da un'offerta di un litro e mezzo di vino, che sarà presentato al Signore nel santuario.
Dt 14,25 allora porterete al santuario del Signore il valore corrispondente in denaro.
Dt 16,16 'Tre volte all'anno gli uomini si presenteranno al Signore, vostro Dio, nel luogo che egli avrà scelto: per la festa degli Azzimi, per la festa delle Settimane e per la festa delle Capanne. Nessuno osi presentarsi al santuario del Signore a mani vuote,
Dt 19,17 i due contendenti si presenteranno al santuario del Signore. Esporranno il caso ai sacerdoti e ai giudici in carica a quel tempo.
Dt 26,10 Per questo offro le primizie della terra, che il Signore mi ha dato. 'Quell'uomo metterà davanti al santuario le offerte e si inchinerà fino a terra per adorare il Signore, vostro Dio.
Gs 24,26 Giosuè scrisse questi comandamenti nel libro della legge di Dio. Poi prese una grossa pietra e la rizzò sotto la quercia che si trova vicino al santuario del Signore a Sichem.
Gdc 11,11 Iefte andò con loro. Il popolo lo fece comandante e capo. Al santuario di Mizpa, alla presenza del Signore, Iefte confermò l'accordo.

Gdc 17,5 Mica aveva un santuario: si era costruito un efod e degli idoli. Aveva dato l'incarico di sacerdote a uno dei suoi figli.
Gdc 18,17 I cinque andarono direttamente nel santuario di Mica e presero la statua ricoperta d'argento, gli altri idoli e l'efod; intanto il sacerdote era sulla soglia con i seicento uomini armati.
Gdc 18,18 Quando vide che i cinque entrati nel santuario avevano preso gli oggetti sacri, il sacerdote domandò:
- Che cosa fate?

Gdc 18,31 La statua di Mica restò là per tutto il tempo che il santuario di Dio rimase a Silo.


Gdc 19,18 Egli rispose:
- Veniamo da Betlemme di Giudea e dobbiamo andare fino al centro della zona montuosa di Efraim: io sono di quelle parti. Sono stato a Betlemme in Giudea e ora sto tornando al santuario del Signore. Ma nessuno vuole ospitarci in casa sua.
1Sam 1,3 Ogni anno Elkana partiva dalla sua città e andava al santuario di Silo per adorare il Signore degli eserciti d'Israele, e offrirgli sacrifici. In quel santuario erano sacerdoti i due figli di Eli: Ofni e Finees.
1Sam 1,7 Così, ogni anno, quando Anna si recava al santuario del Signore si ripeteva la stessa scena. Quel giorno Anna si mise a piangere e non voleva mangiare.
1Sam 1,9 Alla fine del banchetto sacro nel santuario del Signore a Silo, Anna si alzò. In quel momento il sacerdote Eli era seduto sulla sua seggiola all'ingresso del santuario.
1Sam 1,22 Questa volta Anna non lo accompagnò, ma gli disse:
- Quando il bambino sarà svezzato, allora lo porterò io al santuario, e sarà presentato davanti al Signore; poi rimarrà là per sempre.
1Sam 1,24 Subito dopo portò il bambino, ancora piccolo, al santuario del Signore a Silo. Prese con sé un vitello di tre anni, un sacco di farina e un otre di vino.
1Sam 2,29 Perché, dunque, trattate senza rispetto i sacrifici e le offerte che ho ordinato di fare nel santuario? E tu, perché hai più riguardo dei tuoi figli che di me, e permetti loro di ingrassarsi con la parte migliore delle offerte del mio popolo, Israele?

1Sam 2,32 Vedrai un tuo rivale nel santuario, e tutto il bene che farà a Israele, ma nessuno della tua famiglia arriverà alla vecchiaia.
1Sam 3,3 La lampada del santuario di Dio non era ancora spenta, e Samuele dormiva nel santuario dove c'era l'arca di Dio.
1Sam 3,15 Samuele restò a letto fino al mattino, poi si alzò e aprì le porte del santuario. Ma non aveva il coraggio di raccontare a Eli la visione.
1Sam 3,21 Il Signore continuò a manifestarsi a Samuele: nel santuario di Silo gli rivelava la sua parola.


1Sam 4,18 Quando udì nominare l'arca di Dio, Eli cadde all'indietro dalla seggiola a lato della porta del santuario, batté la testa e morì, perché era vecchio e pesante. Aveva guidato il popolo d'Israele per quarant'anni.

1Sam 5,2 la introdussero nel santuario di Dagon e la deposero presso la sua statua.
1Sam 5,5 È per questo che ancor oggi i sacerdoti di Dagon e tutti quelli che entrano nel suo santuario ad Asdod evitano di mettere i piedi sulla soglia.
1Sam 9,12 Sì, c'è, - risposero le ragazze; - è arrivato poco prima di voi. È venuto oggi nella nostra città, perché la popolazione offre un sacrificio nel santuario sulla collina. Se vi sbrigherete
1Sam 9,14 Saul e il servo si diressero verso la città. Stavano per entrarvi, quando incontrarono Samuele che usciva per salire al santuario.
1Sam 9,19 Sono io il veggente, - rispose Samuele; - precedimi al santuario. Oggi mangerete con me, e domattina ti lascerò andare dopo aver risposto a tutte le tue domande.
1Sam 9,25 Poi, dal santuario, scesero in città. Samuele s'intrattenne con Saul sul terrazzo della casa.

1Sam 10,3 Samuele continuò: 'Tu prosegui il cammino fino alla quercia di Tabor. Là incontrerai tre uomini che salgono al santuario di Betel, uno con tre capretti, l'altro con tre pani rotondi e il terzo con un otre di vino.
1Sam 10,5 Poi arriverai a Gabaa di Dio, dove c'è una guarnigione dei Filistei. Appena entrato in città, troverai un gruppo di profeti che scendono dal santuario preceduti da suonatori di arpa e tamburello, flauto e cetra. Saranno in piena esaltazione profetica.
1Sam 10,13 Quando ebbe finito di danzare e di gridare, Saul tornò al santuario sulla collina.

1Sam 10,17 Samuele convocò il popolo davanti al Signore, al santuario di Mizpa,
1Sam 11,15 Tutto il popolo andò a Galgala e là, nel santuario, proclamò re Saul. Poi fecero un banchetto sacro davanti al Signore. Fu un momento di grande gioia per Saul e per tutti gli uomini d'Israele.


1Sam 15,33 Ma Samuele gli disse: 'La tua spada ha tolto i figli a molte donne, ora anche tua madre sarà una donna privata dei figlio'. E lo uccise davanti ai santuario di Galgala.

1Sam 21,8 Nel santuario c'era quel giorno un uomo al servizio di Saul, che compiva un suo dovere religioso. Si chiamava Doeg e veniva da Edom, era il più bravo dei pastori di Saul.

2Sam 12,20 Allora Davide si alzò da terra, si lavò, si profumò e si cambiò gli abiti. Andò nel santuario del Signore a pregare, poi tornò a casa, ordinò il pranzo e mangiò.
2Sam 15,25 Il re Davide disse a Zadok: 'Riporta in città l'arca di Dio. Se il Signore mi tratterà con bontà, mi farà ritornare e potrò rivedere l'arca e il suo santuario.
1Re 2,27 Salomone tolse a Ebiatar il suo incarico di sacerdote. Così si realizzò la maledizione che il Signore aveva pronunziata contro i discendenti di Eli nel santuario di Silo.

1Re 6,5 Si costruì un edificio a tre piani che circondava il tempio da tre lati. Era addossato alle pareti della sala principale e del santuario.
1Re 6,16 Nella parte più interna del tempio, a dieci metri dal fondo, si costruì una parete di tavole di cedro alta fino al soffitto. Lo spazio così ottenuto era il santuario del tempio, detto luogo santissimo.
1Re 6,19 Il santuario in fondo al tempio era stato fatto per custodirvi l'arca dell'alleanza del Signore.
1Re 6,20-22 Il santuario era lungo dieci metri, largo dieci e alto dieci e tutto rivestito d'oro puro. L'altare di cedro del santuario era rivestito d'oro, come anche tutto l'interno del tempio. All'interno del santuario, anch'esso rivestito d'oro, furono poste catene d'oro.
1Re 6,23 Nel santuario furono collocate due figure alate di cherubini, scolpite in legno di ulivo, alte cinque metri.

1Re 6,27 I due cherubini furono collocati nel santuario, uno di fianco all'altro, con le ali aperte. Le punte delle ali più esterne sfioravano le pareti, mentre le altre due si toccavano in corrispondenza del centro della stanza.
1Re 6,31 All'ingresso del santuario fu posta una porta con due battenti di legno d'ulivo. Il frontone e gli stipiti formavano una figura a cinque lati.
1Re 7,49 dieci candelabri che stavano davanti al santuario, cinque a destra e cinque a sinistra; inoltre fiori, lampade, spegnitoi,
1Re 8,6 Poi i sacerdoti introdussero l'arca dell'alleanza del Signore nel santuario del tempio, nel luogo santissimo, e la collocarono sotto le ali dei cherubini.
1Re 9,2 il Signore gli apparve una seconda volta, com'era già accaduto al santuario di Gabaon.
1Re 11,7 Costruì persino un santuario in onore di Camos, l'abominevole dio dei Moabiti, sul monte di fronte a Gerusalemme, e un altro in onore di Moloc, l'abominevole dio degli Ammoniti.
2Re 11,18 Tutto il popolo si recò al santuario del dio Baal; lo demolì e fece a pezzi gli altari e le statue; uccise Mattan, il sacerdote di Baal, davanti all'altare. Il sacerdote Ioiada mise alcuni ufficiali a sorvegliare il tempio.
2Re 23,15 Giosia demolì anche l'altare del santuario sulla collina a Betel, fatto costruire da Geroboamo figlio di Nebat, quello che fece peccare gli Israeliti. Distrusse altare e santuario, poi bruciò e ridusse tutto in cenere, anche il palo sacro della dea Asera.
2Re 23,20 Sugli altari di ogni santuario fece uccidere i sacerdoti e bruciò ossa umane. Infine rientrò a Gerusalemme.

1Cr 6,33 Agli altri leviti erano affidati tutti i diversi incarichi nel luogo del santuario di Dio.

1Cr 16,27 attorno a lui splendore e maestà,
nel suo santuario potenza ed esultanza.

1Cr 21,29 A quel tempo, infatti, l'Abitazione del Signore costruita da Mosè nel deserto e l'altare per offrire i sacrifici si trovavano nel santuario di Gabaon sulla collina.
1Cr 22,19 Perciò è l'ora di pensare al Signore vostro Dio e di impegnarsi a cercare la sua volontà con tutto il cuore. Dovete mettervi al lavoro per costruire il santuario del Signore Dio. Quando avrete costruito il tempio del Signore, vi collocherete l'arca dell'alleanza del Signore e tutti gli oggetti per il culto di Dio'.


1Cr 28,2 Il re Davide si alzò in piedi e pronunziò questo discorso:
'Miei fratelli e mio popolo, ascoltatemi! Ho sempre avuto ferma intenzione di costruire un santuario definitivo per l'arca dell'alleanza dalla quale regna il Signore nostro Dio. Ero pronto per la costruzione.
2Cr 1,3 Salomone radunò quest'assemblea a Gabaon, al santuario sulla collina, perché là vi era la tenda dell'incontro con Dio, che Mosè aveva costruito quando erano nel deserto.
2Cr 1,13 Salomone partì dal santuario di Gabaon, dove si trovava la tenda del convegno, tornò a Gerusalemme e cominciò a regnare su Israele.

2Cr 4,20 i candelabri d'oro fino, con le loro lampade,
che dovevano essere accese,
secondo le prescrizioni,
davanti al santuario;

2Cr 5,7 Quindi i sacerdoti introdussero l'arca dell'alleanza del Signore, nel santuario del tempio, nel Luogo santissimo, e la collocarono sotto le ali dei cherubini.
2Cr 23,17 Poi tutti andarono al santuario del dio Baal. Lo demolirono, fecero a pezzi gli altari e le statue; uccisero Mattan, il sacerdote di Baal, davanti all'altare.
2Cr 29,7 Hanno chiuso le porte del tempio, hanno lasciato spegnere la lampada, hanno smesso di offrire l'incenso e i sacrifici nel santuario del nostro Dio.
2Cr 29,21 Furono portati sette tori, sette arieti e sette agnelli, oltre a sette capri per il perdono dei peccati. Il re ordinò ai sacerdoti di offrirli in sacrificio sull'altare del Signore, per il bene del regno, del santuario e del popolo.
Ne 6,11 Gli risposi:
- Un uomo come me non corre a nascondersi. Potrei forse entrare nel santuario e aver salva la vita? Non lo farò mai!

Ne 7,69 Molti capi famiglia avevano fatto offerte volontarie per la ricostruzione del tempio. Il governatore aveva donato al santuario 6 chili d'oro, 50 vasi per le cerimonie, 30 vesti sacerdotali e 500 pezzi d'argento.
1Mac 10,44 Le spese per i lavori di ricostruzione e di restauro del santuario saranno a carico del re.
1Mac 13,3 - Voi sapete bene quello che io, i miei fratelli e tutta la mia famiglia abbiamo fatto per difendere le leggi e il santuario. Voi siete al corrente delle guerre e delle difficoltà che abbiamo affrontato.
2Mac 1,15 Quando egli si presentò nel tempio con poche persone, i sacerdoti del tempio di Nanea gli mostrarono le ricchezze. Ma appena Antioco fu entrato, chiusero il santuario.
2Mac 4,33 Onia lo venne a sapere. Si rifugiò presso Antiochia, nel santuario di Dafne, che era un luogo sicuro e di li lanciò la sua denunzia contro Menelao.
2Mac 12,26 Poi Giuda tornò a Camion, dove si trovava un santuario della dea Astarte, chiamato Atergateo. Lo attaccò e uccise venticinquemila persone.

Sal 3,5 Se grido al Signore, mi risponde
dal monte del suo santuario.

Sal 5,8 Ma grande, Signore, è la tua bontà:
io sono accolto nella tua casa
con fede ti adoro nel tuo santuario.


Sal 11,4 Il Signore è nel suo santuario,
il Signore ha il suo trono nel cielo:
volge sul mondo il suo sguardo,
i suoi occhi scrutano l'uomo.

Sal 20,3 Ti mandi aiuto dal suo santuario;
ti soccorra dal monte Sion.

Sal 24,3 Chi è degno di salire al monte del Signore?
Chi entrerà nel suo santuario?

Sal 28,2 Ascolta il mio grido di supplica,
quando ti chiedo aiuto,
quando tendo le mani in preghiera
verso il tuo santuario.


Sal 43,3 Manda la tua verità e la tua luce,
siano esse mia guida,
mi conducano al monte del tuo santuario,
fino alla tua presenza.

Sal 60,8 Dio ha parlato dal suo santuario:
'Trionferò! Spartirò la città di Sichem,
distribuirò le terre nella valle di Succot.

Sal 63,3 Così ti ho cercato nel tuo santuario
per conoscere la tua forza e la tua gloria.


Sal 65,5 Beato chi scegli e porti accanto a te
per farlo abitare nel tuo santuario.
Godremo i beni della tua casa,
la santità del tuo tempio.

Sal 68,25 Guardate il corteo del mio Dio,
la processione del mio re verso il santuario.

Sal 68,36 Terribile è Dio nel suo santuario
il Dio d'Israele dà forza e potenza
al suo popolo.
Sia benedetto Dio!


Sal 73,17 Ho capito quale sarà la loro fine
quando sono andato al santuario di Dio.

Sal 74,3 Sali anche tu fino a queste rovine desolate,
al santuario che il nemico ha devastato.

Sal 74,7 Poi hanno dato fuoco al tuo santuario,
hanno demolito e profanato
la tua santa dimora.

Sal 74,8 Si son detti: 'Distruggiamo tutto!'
e hanno bruciato ogni santuario nel paese.


Sal 78,69 Costruì il suo santuario come gli alti cieli,
eterno come le fondamenta della terra.

Sal 96,6 attorno a lui splendore e maestà,
nel suo santuario potenza e bellezza.


Sal 102,20 Dall'alto del suo santuario, dal cielo,
il Signore ha guardato la terra,

Sal 108,8 Dio ha parlato nel suo santuario:
'Trionferà! Spartirà la città di Sichem,
distribuirà le terre nella valle di Succot.

Sal 132,5 finché non avrò fatto un santuario
al Signore,
una dimora per Dio,
il Potente di Giacobbe'.


Sal 134,2 Innalzate le vostre mani
verso il suo santuario
e lodate il Signore.


Sal 150,1 Alleluia, gloria al Signore!

Lodate Dio nel suo santuario,
lodatelo nel cielo, sua salda dimora.

Is 1,12 Quando venite a rendermi culto
chi vi ha chiesto tutte queste cose
e la confusione che fate nel mio
santuario?

Is 8,14 Io sono un santuario, ma anche una pietra di inciampo per il popolo, un laccio, un trabocchetto per i regni di Giuda e d'Israele e per chi abita in Gerusalemme.
Is 15,2 La gente di Dibon è salita sulle colline
per piangere nel santuario.
La gente di Moab piange
sulle città di Nebo e di Madaba;
si sono rasati le teste e le barbe
in segno di lutto.

Is 43,28 Perciò ho condannato
i responsabili del mio santuario;
ho abbandonato Israele, mio popolo,
allo sterminio;
i discendenti di Giacobbe agli oltraggi'.


Ger 7,12 Come primo luogo per farmi costruire un santuario, io avevo scelto Silo. Ora andate a vedere che cosa ne ho fatto, a causa dei peccati del mio popolo Israele.
Ger 48,13 Allora gli abitanti di Moab si vergogneranno di aver avuto fiducia nel loro dio Camos, come gli abitanti d'Israele si sono vergognati della loro fiducia nel santuario di Betel'.

Ger 51,51 Voi dite: 'Abbiamo provato
una profonda vergogna,
siamo stati umiliati e coperti d'insulti
perché gli stranieri sono entrati
nel santuario del Signore'.

Lam 2,7 Il Signore ha abbandonato il suo altare,
detesta il suo santuario.
Ha consegnato nelle mani dei nemici
le mura delle sue fortezze.
Essi urlavano nel tempio
come in un giorno di festa.

Ez 5,11 'Io, il Signore, il Dio vivente, giuro che vi sterminerò senza pietà perché avete contaminato il mio santuario con i vostri riti disgustosi e i vostri idoli abominevoli. Non risparmierò nessuno.
Ez 8,6 E il Signore mi disse: 'Vedi che cosa succede? Gli Israeliti si danno a pratiche abominevoli. Mi costringono ad abbandonare il mio santuario. Ma vedrai azioni ancora più disgustose'.
Ez 8,16 Poi il Signore mi trasportò nel cortile interno del tempio. All'entrata del santuario, tra il porticato e l'altare, c'erano circa venticinque uomini. Con le spalle al santuario e il viso rivolto a oriente si inchinavano fino a terra per adorare il sole.
Ez 9,6 Sterminate vecchi, giovani, bambini, ragazze e donne, ma non avvicinatevi a chi ha il segno della T sulla fronte. Iniziate dal mio santuario'. Essi allora cominciarono dagli anziani che stavano davanti al tempio.
Ez 11,16 Ma tu riferisci ai tuoi compagni di deportazione queste mie parole: Io vi ho dispersi lontano in mezzo a paesi e popoli stranieri, ma anche fra voi sono presente come in un santuario. Lo dico io, il vostro Dio, il Signore!
Ez 23,38 E non solo! Nello stesso giorno hanno anche profanato il mio santuario e il giorno del sabato, dedicato a me.
Ez 23,39 Lo stesso giorno in cui hanno sacrificato i propri figli ai loro idoli, sono entrati nel mio santuario e l'hanno profanato. Si sono comportate così proprio nella mia casa.
Ez 24,21 riferire a voi Israeliti queste sue parole: Io, Dio, il Signore, lascerò profanare il mio santuario di cui andate orgogliosi: è la gioia dei vostri occhi, speranza della vostra vita. Ma i vostri figli e le vostre figlie rimasti a Gerusalemme saranno uccisi in guerra.
Ez 24,25 Il Signore disse: 'Ora, Ezechiele, io toglierò loro il santuario, rifugio, orgoglio e speranza, la gioia dei loro occhi. Prenderò i loro figli e le figlie.
Ez 37,26 Farò con loro una alleanza valida per sempre, che assicurerà la pace. Li insedierò stabilmente e li renderò molto numerosi. Stabilirò il mio santuario in mezzo a loro per sempre.
Ez 37,28 Quando avrò messo il mio santuario in mezzo a loro per sempre, allora le nazioni riconosceranno che io sono il Signore e che ho consacrato Israele al mio servizio'.


Ez 40,46 mentre quella rivolta a nord era riservata ai sacerdoti che servivano all'altare. Questi erano i discendenti di Zadok, i soli tra i membri della tribù di Levi che potevano arrivare fino al santuario per servire il Signore.

Ez 42,14 Inoltre i sacerdoti che sono entrati nel santuario non possono andare direttamente nel cortile esterno. Devono lasciare in quelle sale le vesti sacre portate per servire il Signore, e indossare altri abiti prima di raggiungere, fuori, l'area dove sta il popolo'.

Ez 43,21 Poi farai portare il toro offerto in sacrificio in un luogo riservato e lo brucerai fuori dell'area del santuario.
Ez 44,1 L'uomo mi condusse alla porta esterna situata a est del santuario: era chiusa.
Ez 44,8 Voi non vi siete preoccupati di servirmi nel mio santuario ma ne avete dato l'incarico a stranieri.
Ez 44,9 E io, il vostro Dio, il Signore, dichiaro che nessuno straniero incirconciso e che non mi ubbidisce, entrerà più nel mio santuario, anche se abita fra gli Israeliti.

Ez 44,11 Essi potranno solamente fare i custodi alle porte del tempio e presteranno servizio nel santuario. Sgozzeranno gli animali per i sacrifici completi e per gli altri sacrifici, e saranno a disposizione del popolo.
Ez 44,15 'Invece, i sacerdoti leviti, discendenti di Zadok, hanno continuato ad osservare le regole del mio santuario anche quando gli Israeliti si sono allontanati da me, il Signore. Per questo solo essi potranno avvicinarsi per servirmi e offrirmi il grasso e il sangue dei sacrifici. Lo dichiaro io, Dio, il Signore.
Ez 44,16 Solo essi potranno entrare nel mio santuario e accostarsi al tavolo consacrato al mio servizio. Osserveranno le regole che io ho dato.
Ez 44,27 Soltanto dopo potrà andare di nuovo nel cortile interno del santuario per servirmi e mi offrirà un sacrificio per il perdono dei peccati. Lo ordino io, il vostro Dio, il Signore.
Ez 45,3 Inoltre tu delimiterai la metà di quel territorio, una porzione lunga dodici chilometri e mezzo e larga cinque. Lì si costruirà il santuario, il luogo santissimo.
Ez 45,4 Questa parte del territorio sarà santa e riservata ai sacerdoti che possono avvicinarsi al Signore e servirlo nel santuario. Questo luogo conterrà le loro case e l'area sacra destinata al tempio.
Ez 45,18 'Io, il vostro Dio, il Signore, ordino ancora: Il primo giorno del primo mese, offrirete in sacrificio un toro senza difetti per purificare il santuario.
Ez 46,19 Allora, per l'entrata vicina alla porta, l'uomo che mi guidava mi condusse nelle sale del santuario rivolte a nord e destinate ai sacerdoti. Mi mostrò in fondo, ad ovest, un ambiente riservato
Ez 47,1 L'uomo mi riportò all'entrata del tempio. Allora vidi acqua scaturire da sotto l'entrata e scorrere verso est; infatti la facciata del santuario era rivolta ad est. L'acqua discendeva dal lato sud del tempio e passava a sud dell'altare.
Ez 47,12 Su entrambe le rive del torrente cresceranno alberi da frutta di ogni tipo. Non smetteranno mai di produrre frutti e le loro foglie non appassiranno mai. Anzi daranno un raccolto al mese perché sono irrigati dall'acqua che scorre dal santuario. I loro frutti serviranno da cibo e le loro foglie saranno usate come medicine'.

Ez 48,8 'Lungo la parte di Giuda, dalla frontiera orientale fino al mar Mediterraneo ad ovest, riserverete un territorio lungo quanto ogni altra parte data alle tribù e larga dodici chilometri e mezzo. Al centro sorgerà il santuario.
Ez 48,10 Di questo settore una parte sarà riservata ai sacerdoti: da est a ovest sarà lunga dodici chilometri e mezzo e larga cinque da nord a sud. Al centro sorgerà il mio santuario.
Ez 48,21 Il resto sarà lasciato al principe. La sua parte sarà da un lato e dall'altro del settore riservato al Signore e di quello destinato all'insediamento della città. Questa sua parte sarà larga dodici chilometri e mezzo e lunga quanto le altre, dalla frontiera orientale fino al mar Mediterraneo a ovest, compreso il settore consacrato al Signore con il santuario. Essi saranno così al centro di tutta questa parte del territorio.
Dn 8,11 Assalì anche il Capo degli esseri celesti, soppresse il sacrificio che gli veniva offerto ogni giorno e profanò il suo santuario.
Dn 8,13 'Sentii allora un angelo santo che parlava e un altro che gli domandava: 'Quanto tempo dureranno gli avvenimenti annunziati in questa visione? Per quanto tempo sarà abolito il sacrificio quotidiano, trionferà l'ingiustizia, il santuario e gli esseri celesti saranno calpestati?'.
Dn 8,14 Il primo angelo gli rispose: 'Dovranno passare duemilatrecento sere e mattine. Poi il santuario verrà di nuovo consacrato'.

Dn 9,17 Ascolta, Signore, nostro Dio, la mia preghiera e la mia supplica. Per amor tuo, guarda con bontà il tuo santuario devastato.
Dn 9,26 Al termine di questi sessantadue periodi, un uomo consacrato sarà eliminato senza che alcuno lo difenda. Poi verrà un condottiero con il suo esercito per distruggere la città e il santuario. La fine arriverà come un torrente in piena. Sino alla fine ci sarà una guerra di devastazione, com'è stato deciso da Dio. '
Os 4,15 'Anche se tu, popolo d'Israele, mi sei infedele, almeno il popolo di Giuda non si renda colpevole della stessa cosa.
Non andate al santuario di Galgala,
non salite al santuario di Bet-Aven,
e non fate giuramenti
in nome del Dio vivente.

Gl 2,17 I sacerdoti che servono il Signore,
piangano nel tempio tra I'altare
e il santuario
e rivolgano la loro supplica a Dio:
'Signore, pietà del tuo popolo.
Noi apparteniamo a te.
Non permettere che le altre nazioni
ridano di noi e dicano:
'Dov'è il vostro Dio?''.

Am 4,4 Dio, il Signore, dice: 'Israeliti, andate pure al santuario di Betel e peccate! Andate a Galgala e peccate ancora di più! Il mattino dopo l'arrivo portate i vostri animali da sacrificare, e il giorno seguente le vostre decime.
Am 5,5 Ma non cercatemi al santuario di Betel, non andate a Galgala,
non recatevi a Bersabea,
perché gli abitanti di Galgala
saranno esiliati,
perché Betel sarà distrutta.

Am 7,13 Non profetizzare più a Betel. Questo è il santuario dei re, il tempio della nazione!

Mt 23,35 Così ricadrà su di voi il sangue di tutti i delitti compiuti contro persone innocenti dall'uccisione di Abele il giusto fino all'uccisione di Zaccaria, figlio di Barachia, che voi avete assassinato tra il santuario e l'altare.
Lc 1,9 Secondo l'uso dei sacerdoti, quella volta a lui toccò in sorte di entrare nel santuario del Signore per offrire l'incenso.
Lc 1,10 Nell'ora in cui si bruciava l'incenso egli si trovava all'interno del santuario e tutta la folla dei fedeli stava fuori a pregare.
Lc 1,21 Intanto, fuori del santuario, il popolo aspettava Zaccaria e si meravigliava che restasse là dentro tanto tempo.
Lc 1,22 Quando poi Zaccaria uscì e si accorsero che non poteva parlare con loro, capirono che nel santuario egli aveva avuto una visione. Faceva loro dei segni con le mani, ma non riusciva a dire neppure una parola.

Lc 6,4 Come sapete, Davide entrò nel santuario del Tempio e prese quei pani che erano offerti a Dio. Ne mangiò lui e ne diede anche a quelli che erano con lui. Eppure la Legge dice che i soli sacerdoti possono mangiarli.

Lc 11,51 dall'uccisione di Abele fino a quella di Zaccaria che è stato assassinato tra l'altare e il santuario. Ve lo ripeto: Dio chiederà conto a questa gente di tutti questi misfatti!

Eb 6,19 Tale speranza è come l'àncora della nostra vita: è sicura e robusta e, attraverso il velo del tempio celeste, penetra fino al santuario di Dio.
Eb 8,2 Egli svolge la sua funzione nel santuario vero costruito dal Signore, non nella tenda dell'alleanza costruita dagli uomini.
Eb 9,1 Anche la prima alleanza aveva alcune norme per il culto a Dio, e aveva un santuario.
Eb 9,8 A questo modo lo Spirito Santo fa capire che, fino a quando rimane la prima tenda, non è ancora aperta la strada verso il vero santuario.
Eb 9,12 Di lì Cristo è passato una volta per sempre nel vero santuario, dove non ha offerto il sangue di capri e di vitelli, ma ci ha liberati per sempre dai nostri peccati, offrendo il suo sangue per noi.

Eb 9,24 Infatti Cristo non è entrato in un santuario costruito dagli uomini, che sarebbe solo un'immagine del santuario vero. Egli è entrato proprio nel cielo, e ora si presenta davanti a Dio per noi.

Eb 9,25 Il sommo sacerdote entra nel santuario ogni anno per offrire sangue di animali. Cristo, invece, non è entrato per offrire se stesso molte volte:
Eb 10,21 Adesso abbiamo un sommo sacerdote a capo del vero santuario di Dio.
Ap 7,15 Per questo stanno di fronte al trono di Dio, e gli prestano servizio giorno e notte nel suo santuario, e Dio che siede sul trono sarà sempre vicino a loro.
Ap 11,1 Poi mi fu data una canna adatta a misurare, con questo ordine: 'Àlzati, misura il santuario di Dio e l'altare, e conta le persone che adorano nel santuario;
Ap 11,2 il cortile esterno del santuario, però, non misurarlo, perché è stato lasciato per i nemici di Dio. Per quarantadue mesi essi calpesteranno Gerusalemme, la città santa,
Ap 13,6 Il mostro cominciò a parlare e a offendere Dio, a maledire il suo nome e il suo santuario, e insultare tutti quelli che sono nel cielo;
Ap 15,5 Dopo queste cose vidi aprirsi nel cielo il santuario della Tenda dell'incontro.
Ap 15,6 Dal santuario uscirono i sette angeli con gli ultimi sette flagelli. Avevano vesti di lino candido, splendente, e avevano una cintura d'oro intorno al petto.

Ap 15,8 Il santuario si riempì di fumo, segno della gloria e della potenza di Dio. Nessuno poteva entrare nel santuario, prima che fossero finiti i sette flagelli portati dai sette angeli.


Ap 16,1 Quindi udii una voce potente venire dal santuario, e dire ai sette angeli: 'Andate a versare sulla terra le sette coppe del terribile castigo di Dio'.

Ap 16,17 Il settimo angelo versò la sua coppa nell'aria, e dal santuario del cielo uscì una voce tonante che veniva dal trono, ed esclamò: 'È fatto!'.

Ap 21,22 Non vidi nessun santuario nella città, perché il Signore Dio Onnipotente e l'Agnello sono il suo santuario.





  la ricerca ha riportato 220 risultati  
inizio pagina