B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
hai cercato Sabato
  la ricerca ha riportato 144 risultati  

(Testo TILC)

Es 16,23 ed egli disse loro: 'È proprio questo che ha detto il Signore! Domani e sabato, giorno di riposo assoluto e consacrato al Signore. Cuocete quel che dovete cuocere e fate bollire quel che avete da bollire, e conservate fino a domani mattina quel che avanza'.

Es 16,25 Allora Mosè disse: 'Mangiatelo oggi, perché è sabato, il giorno del Signore: oggi non lo troverete per terra.
Es 16,26 Per sei giorni potete raccoglierne, ma al settimo giorno non ve ne sarà, perché è sabato'.

Es 16,29 Io vi ho comandato di riposare al sabato e, per questo, al sesto giorno vi do pane per due giorni. Ciascuno deve restare al proprio posto e al settimo giorno non deve uscire dal luogo dove si trova!'.

Es 20,8 'Ricordati di consacrarmi il giorno di sabato:
Es 20,10 ma il settimo giorno è il sabato consacrato al Signore, tuo Dio: in esso non farai nessun lavoro: né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bestiame e neppure il forestiero che abita presso di te.
Es 20,11 E farai così perché io, il Signore, ho fatto in sei giorni il cielo, la terra e il mare e tutto quel che contengono, ma poi mi sono riposato il settimo giorno; per questo ho benedetto il giorno di sabato e voglio che sia consacrato a me.

Es 31,13 'Rivolgiti agli Israeliti e di' loro: Dovrete rispettare il sabato: è un segno del legame che c'è tra me e voi per tutte le generazioni; così riconoscerete che sono stato io a scegliervi.
Es 31,14 Rispettate dunque il sabato perché per voi è un giorno sacro. Chi non lo rispetterà e lavora in giorno di sabato, sarà escluso dalla comunità e messo a morte.
Es 31,15 Per sei giorni si può lavorare, ma il settimo giorno è sabato, giorno di riposo consacrato a me. Chi lavora in giorno di sabato sarà messo a morte.
Es 31,16 Gli Israeliti dovranno rispettare il riposo del sabato per tutte le generazioni; si tratta infatti di un impegno per sempre.
Es 35,2 Ci sono sei giorni per lavorare, ma il settimo è il sabato, giorno di riposo consacrato a me. Chiunque lavorerà in giorno di sabato sarà messo a morte.
Es 35,3 In giorno di sabato è proibito anche accendere il fuoco nelle vostre case'.

Lv 19,3 'Ciascuno di voi deve rispettare suo padre e sua madre, ciascuno deve osservare il riposo del sabato. io sono il Signore vostro Dio.

Lv 19,30 Osservate il riposo del sabato, e trattate il mio santuario con rispetto. Io sono il Signore.

Lv 23,3 'Ci sono sei giorni durante la settimana per lavorare. Il settimo giorno è sabato, il giorno di riposo messo a parte, perché voi vi riuniate in assemblea in mio onore. Non dovete fare nessun lavoro nel giorno di sabato, ma dovete consacrarmi questo giorno, qualunque sia il luogo in cui abitate.

Lv 23,11 Il sacerdote me lo presenterà solennemente il giorno dopo il sabato, perché voi otteniate il mio favore.
Lv 23,15 'Conterete sette settimane complete, a partire dal giorno dopo il sabato in cui avrete offerto solennemente il primo covone.
Lv 23,16 Questo periodo di cinquanta giorni si estenderà dunque fino all'indomani del settimo sabato, giorno in cui mi presenterete una nuova offerta:
Lv 23,32 Sarà per voi un giorno di riposo simile al sabato, e digiunerete. Osserverete questo riposo sabbatico dalla sera del nove del mese fino alla sera del giorno dopo'.

Lv 23,38 Questi sacrifici si aggiungono a quelli che mi sono offerti nei giorni di sabato, e a tutti i doni e sacrifici che voi potete offrirmi per adempiere i voti e come doni spontanei.

Lv 24,8 'Ogni giorno di sabato, per sempre, si dovranno disporre davanti a me tali focacce. Gli Israeleiti saranno tenuti sempre a quest'obbligo.
Lv 26,2 'Osservate il riposo del sabato e trattate con rispetto il mio santuario. Io sono il Signore.

Nm 15,32 Mentre gli Israeliti si trovavano nel deserto, sorpresero un uomo a raccogliere legna in giorno di sabato.
Nm 28,9 'Nel giorno del sabato saranno sacrificati due agnelli di un anno, senza difetti, insieme a un'offerta di quattro chili di farina mescolata con olio e a un'offerta di vino.
Nm 28,10 Questo sacrificio completo sarà offerto ogni sabato, in aggiunta al sacrificio quotidiano e all'offerta di vino che l'accompagna.

Dt 5,12 'Rispetta il giorno di sabato e consacralo a me, come io, il Signore, tuo Dio, ti ho comandato:
Dt 5,14 ma il settimo giorno è il sabato consacrato al Signore, tuo Dio. Non farai nessun lavoro né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bue, né il tuo asino e nessuna delle tue bestie, e neppure il forestiero che abita presso di te. Così il tuo schiavo e la tua schiava potranno riposarsi come te.

Dt 5,15 'Ricordati che sei stato schiavo in Egitto, e che io, il Signore, tuo Dio, ti ho fatto uscire di là con la mia potenza grande e straordinaria; per questo io, il Signore, tuo Dio, ti ordino di osservare il giorno di sabato.

2Re 4,23 Il marito le chiese:
- Perché ci vai proprio oggi? Non è la festa della luna nuova e neppure un sabato!
- Non ti preoccupare!, - gli rispose la moglie.

2Re 11,5 Poi diede degli ordini: 'Ecco quel che dovete fare. Quelli fra voi che entrano in servizio al sabato,
2Re 11,6 un terzo a guardia della reggia, un terzo alla porta di Sur e un terzo alla porta dietro la caserma, faranno invece la guardia al tempio. Anche gli altri due gruppi di voi che lasciano il servizio di sabato, faranno la guardia al tempio, accanto al re.
2Re 16,18 Per far piacere al re d'Assiria, Acaz tolse il 'Portico del Sabato', costruito all'interno del tempio, e 'l'Ingresso esterno del Re'.
1Cr 9,32 Invece altri leviti del gruppo di Keat si occupavano dei pani che si ponevano nel tempio, come offerta, ogni sabato.
1Cr 23,30-31 Dovevano presentarsi per lodare e celebrare il Signore ogni mattina e ogni sera e tutte le volte che si bruciavano offerte al Signore: al sabato, nella festa della luna nuova e nelle altre feste solenni. Essi dovevano presentarsi davanti al Signore ogni volta nel numero stabilito per sempre.
2Cr 2,3 Ho infatti in animo di costruire un tempio per il Signore mio Dio. In questo luogo santo si brucerà incenso profumato, si presenterà con regolarità l'offerta dei pani e si bruceranno sacrifici: mattino e sera, ogni sabato, all'inizio di ogni mese e in tutte le feste del Signore nostro Dio, come è stabilito per sempre in Israele.
2Cr 8,13 Secondo le disposizioni di Mosè, egli faceva offrire sacrifici ogni giorno, al sabato, all'inizio del mese e nelle tre grandi feste dell'anno: quella dei Pani non lievitati, quella delle Settimane e quella delle Capanne.
2Cr 23,4 Agirete divisi in tre gruppi. I sacerdoti e i leviti che faranno servizio di sabato staranno di guardia agli ingressi del tempio,
2Cr 23,8 I leviti e tutto il popolo fecero come aveva ordinato il sacerdote Ioiada. Ogni comandante radunò i suoi uomini: sia quelli che finivano il turno sia quelli che cominciavano il nuovo, perché Ioiada aveva sospeso il congedo a chi finiva il servizio in quel sabato.
2Cr 31,3 Il re destinò una parte del bestiame di sua proprietà per i sacrifici completi del mattino e della sera, del sabato, dell'inizio del mese e delle feste principali, come è prescritto nella legge del Signore.
Ne 9,14 Hai insegnato a rispettare il sabato,
il giorno a te consacrato.
Per mezzo di Mosè, tuo servo,
hai consegnato loro
comandamenti, insegnamenti e leggi.

Ne 10,32 'In giorno di sabato e negli altri giorni di festa non compreremo né grano né altre merci che mercanti non Israeliti mettono in vendita. 'Ogni sette anni sospenderemo la coltivazione della terra e cancelleremo ogni debito.
Ne 10,34 Questo contributo servirà per l'offerta dei pani, per i vari sacrifici quotidiani, per quelli del sabato, dell'inizio del mese e delle feste, per le altre offerte sacre, per i sacrifici fatti per ricevere il perdono dei peccati del popolo e per le altre spese del tempio.
Ne 13,15 In quel tempo mi accorsi anche di altri fatti: alcuni, in Giudea, pigiavano l'uva in giorno di sabato; altri, sempre in giorno di sabato, trasportavano a dorso d'asino grano, vino, uva, fichi e altra merce fino a Gerusalemme. Io li avvertii che non era il giorno per vendere e comprare.
Ne 13,16 Anche gente di Tiro, che abitava a Gerusalemme, si procurava pesce e altre merci per venderle in giorno di sabato agli abitanti della città e della Giudea.
Ne 13,17 Intervenni presso le autorità della Giudea e dissi loro: 'Vi rendete conto del male che fate? Voi non rispettate il carattere sacro del sabato.
Ne 13,18 Anche i vostri padri hanno agito così, ma Dio ha fatto venire su di noi e la nostra città tutti i mali che ben ricordate. Se non rispettate il sabato voi attirate castighi sugli Israeliti'.
Ne 13,19 Diedi l'ordine di chiudere le porte di Gerusalemme al tramonto prima del sabato e di non riaprirle fino alla sera successiva. Inoltre misi di guardia alcuni miei collaboratori perché non entrasse in città nessun carico in giorno di sabato.
Ne 13,21 Ma diedi loro questo avviso: 'Se passate ancora la notte sotto le mura della città, vi farò arrestare'. Da allora, di sabato, non vennero più mercanti.
Ne 13,22 Poi ordinai ai leviti di purificarsi e di mettersi di guardia alle porte per far rispettare il sabato.

'O mio Dio, ricordati anche di questo e, nella tua bontà infinita, trattami con benevolenza'.


Gdt 8,6 Da quando aveva perso il marito digiunava tutti i giorni, eccetto il sabato e la vigilia del sabato, i giorni di luna nuova e quelIo precedente, le giornate di festa e nelle ricorrenze liete del popoIo d'Israele.
Gdt 10,2 Giuditta si alzò in piedi e chiamò una serva. Scese in casa, dove era solita trascorrere i giorni di sabato e le giornate festive.
1Mac 1,43 e anche molti Ebrei accettarono la sua religione. Offrivano sacrifici agli idoli e non osservavano quello che è prescritto per il giorno di sabato.
1Mac 1,45 di abolire nel tempio ogni genere di sacrifici e di non riconoscere più i giorni di sabato e delle feste.
1Mac 2,32 Molti soldati li inseguirono, li raggiunsero, si schierarono contro di loro e si prepararono ad attaccarli il giorno di sabato.
1Mac 2,34 Ma quelli risposero:
- Nessuno di noi si muoverà di qui e tanto meno eseguirà l'ordine del re. Non profaneremo mai il giorno di sabato.

1Mac 2,38 Dato che era di sabato, quando li assalirono, si lasciarono uccidere con le loro donne, i loro bambini e il loro bestiame: erano in tutto mille persone.

1Mac 2,41 In quello stesso giorno presero questa decisione: 'Se ci attaccheranno di sabato noi combatteremo. Non ci lasceremo uccidere come i nostri fratelli che si erano rifugiati nel deserto'.

1Mac 9,34 Bacchide però ne ebbe notizia e, in giorno di sabato, attraversò il fiume Giordano con tutto il suo esercito.
1Mac 9,43 Bacchide venne a conoscenza di tutti questi fatti e in giorno di sabato andò fino alle rive del fiume Giordano con un grande esercito.
2Mac 5,25 Arrivato a Gerusalemme, Apollonio fece finta di avere intenzioni pacifiche e aspettò fino al giorno santo del sabato. Così sorprese gli Ebrei in riposo e comandò ai suoi soldati di sfilare armati.
2Mac 6,6 Nel giorno di sabato non si potevano tenere le pratiche religiose. Era proibito osservare le feste tradizionali, e anche solo dichiarare di essere ebreo.
2Mac 6,11 Altri Ebrei si radunarono nelle grotte vicino a Gerusalemme, per celebrare in segreto il giorno di sabato. Denunziati a Filippo, furono bruciati vivi, senza che tentassero di difendersi, per rispetto alla santità del sabato.

2Mac 8,26 ed era la vigilia del sabato. Perciò non continuarono l'inseguimento,
2Mac 8,27 ma si limitarono a raccogliere le armi e i bagagli dei nemici. Poi passarono il sabato benedicendo più che mai il Signore. Lo lodarono perché in quell'occasione aveva fatto scendere su di loro, come rugiada, le prime gocce della sua misericordia.
2Mac 12,38 In seguito, Giuda radunò l'esercito e raggiunse la città di Odollam. Stava per iniziare il settimo giorno della settimana. Perciò si purificarono secondo l'usanza e là celebrarono il
sabato.
2Mac 15,1 Intanto Nicanore venne a sapere che Giuda e i suoi uomini si trovavano nella regione della Samaria. Decise di attaccarli di sabato, il giorno di riposo degli Ebrei, per non correre il minimo rischio.
2Mac 15,3 Ma quel gran maledetto domandò:
- In cielo c'è davvero questo sovrano che ha ordinato di celebrare il sabato?

2Mac 15,4 Gli risposero:
- sì, c'è! E il Signore vivente stesso, e ha comandato di osservare il giorno di sabato!

Sal 92,1 Salmo. Canto per il sabato.


Is 1,13 Le vostre offerte sono inutili.
L'incenso che bruciate mi dà nausea.
Non posso sopportare le feste
della nuova luna,
le assemblee e il giorno di sabato,
perché sono accompagnati
dai vostri peccati.

Is 56,2 Beato l'uomo che tiene in considerazione e mette in pratica le mie parole, che rispetta il giorno di sabato ed evita di compiere il male'.
Is 56,6 'Agli stranieri che mi hanno accettato per onorarmi, amarmi e servirmi io annunzio: Se gli stranieri rispettano il sabato e rimangono fedeli alla mia alleanza,
Is 58,13 Il Signore aggiunge: 'Se rinunzi a lavorare di sabato, il mio santo giorno; se lo consideri come un giorno di gioia da rispettare perché è consacrato a me; se l'onori rinunziando a metterti in cammino e a fare contratti,
Is 66,23 A ogni festa di luna nuova
e ad ogni sabato
tutti verranno ad inchinarsi
davanti a me.

Ger 17,21 Dirai così: Se ci tenete alla vostra vita, non trasportate nessun peso nel giorno di sabato, non fate passare niente attraverso le porte di Gerusalemme.
Ger 17,22 Non portate nessun oggetto fuori delle vostre case in giorno di sabato e non fate nessun lavoro. Il sabato lo dovete dedicare tutto a me, come ho comandato ai vostri antenati.
Ger 17,24 'Ma voi, dice il Signore, ascoltatemi bene: non fate passare nessun carico attraverso le porte di questa città in un giorno di sabato; invece, dedicate a me questo giorno e astenetevi da ogni lavoro.
Ger 17,27 Ma voi dovrete ascoltarmi e dedicare a me il giorno di sabato senza trasportare pesi e introdurli attraverso le porte di Gerusalemme. Se non lo farete, darò fuoco alle porte della città e le fiamme bruceranno i suoi bei palazzi. Nessuno potrà spegnere l'incendio'.


Lam 2,6 Ha ridotto il suo tempio a un giardino
devastato,
ha demolito il luogo dove incontrava
il suo popolo.
Il Signore ha fatto dimenticare in Sion
le feste e il sabato.
Nell'indignazione della sua collera
ha ripudiato re e sacerdoti.

Ez 20,12 Io ho istituito il giorno del sabato come segno della relazione che esiste fra me e loro, perché si ricordassero che io, il Signore, li ho consacrati al mio servizio.
Ez 20,13 Gli Israeliti però si sono rivoltati contro di me anche nel deserto. Hanno disubbidito ai miei ordini, hanno disprezzato le mie leggi che fanno vivere chi le pratica, e hanno profanato gravemente il giorno del sabato. Avevo deciso quindi di sfogare la mia collera contro di loro nel deserto e di distruggerli.
Ez 20,16 Ho fatto quel giuramento, perché avevano rifiutato di osservare le mie leggi, di ubbidire ai miei ordini, di rispettare il giorno del sabato tanto erano attaccati ai loro sporchi idoli.
Ez 20,20 Consacrate a me il giorno del sabato come segno della relazione che vi unisce a me. Vi ricorderà che io sono il Signore, vostro Dio!
Ez 20,21 Anch'essi però si sono ribellati contro di me. Hanno disubbidito ai miei ordini, hanno rifiutato di osservare le mie leggi che fanno vivere chi le pratica. Hanno violato il giorno del sabato. Avevo deciso quindi di sfogare tutta la mia collera nel deserto.
Ez 20,24 Ho fatto tale giuramento perché avevano rifiutato di osservare le mie leggi, avevano disprezzato i miei ordini, profanato il giorno del sabato e adorato gli sporchi idoli dei padri.
Ez 22,8 Si disprezzano i luoghi consacrati a me, si profana il giorno del sabato, dedicato a me.
Ez 22,26 I loro sacerdoti violano le mie leggi, profanano i luoghi consacrati a me, confondono il sacro con il profano. Non insegnano la differenza tra puro e impuro e si rifiutano di rispettare il giorno del sabato. In conclusione non hanno nessun rispetto per me.
Ez 23,38 E non solo! Nello stesso giorno hanno anche profanato il mio santuario e il giorno del sabato, dedicato a me.
Ez 44,24 Saranno i giudici nei processi e renderanno giustizia secondo le mie leggi. Celebreranno le feste religiose secondo le regole e le prescrizioni che ho dato. Sorveglieranno che il giorno del sabato sia consacrato a me.
Ez 45,17 Infatti lui deve fornire il necessario per i sacrifici completi, le offerte di grano e di vino, durante le feste solenni, come quella della luna nuova, i giorni di sabato e le altre feste religiose del popolo d'Israele. Egli dovrà assicurare le offerte, i sacrifici completi, quelli per il banchetto sacro e altri sacrifici per il perdono dei peccati del popolo d'Israele.
Ez 46,1 'Io il vostro Dio, il Signore, ordino: La porta orientale del cortile interno rimarrà chiusa durante i sei giorni lavorativi, ma sarà aperta il sabato e durante la festa della luna nuova.
Ez 46,3 Ogni sabato e ogni luna nuova la popolazione verrà ad inchinarsi fino a terra davanti alla porta per adorare me, il Signore.
Ez 46,4 'Nel giorno del sabato, il principe offrirà a me in sacrificio completo sei agnelli e un montone senza difetti.
Ez 46,12 'Quando il principe per suo desiderio vorrà offrire al Signore un sacrificio completo o un sacrificio per il banchetto sacro, si dovrà aprirgli la porta est. L'offrirà come nel giorno del sabato; ma appena andrà via, si chiuderà subito la porta.
Os 2,13 Farò cessare tutte le sue feste; quelle annuali e quelle mensili, le celebrazioni del sabato e tutte le sue solenni riunioni religiose.
Am 8,5 Proprio voi che dite: 'Quant'è lungo il sabato! Ma quando finisce la festa della luna nuova? Noi dobbiamo vendere il nostro grano! Possiamo aumentare i prezzi, falsificare le misure e truccare le bilance.
Mt 12,1 Un giorno Gesù passava attraverso i campi di grano. Era sabato, e i suoi discepoli strapparono alcune spighe e le mangiarono perché avevano fame.
Mt 12,5 Oppure non avete letto nei libri della legge di Mosè che cosa fanno i sacerdoti? Quando è sabato, essi nel Tempio non rispettano la legge del riposo, eppure non sono colpevoli.

Mt 12,8 Infatti, il Figlio dell'uomo è padrone del sabato.

Mt 12,10 Tra la gente c'era un uomo che aveva una mano paralizzata. Alcuni farisei, che cercavano il modo di accusare Gesù, gli fecero questa domanda:
- La nostra Legge permette di guarire un uomo in giorno di sabato?

Mt 12,11 Gesù rispose:
- Se uno di voi ha soltanto una pecora e questa, in giorno di sabato, va a cadere in un fosso, certo la afferra e la tira fuori.
Mt 12,12 E un uomo non vale molto più di una pecora? Perciò la Legge permette di fare del bene a qualcuno anche se è sabato.

Mt 24,20 Pregate di non dover fuggire d'inverno o in giorno di sabato.
Mt 27,62 Il giorno dopo era sabato. I capi dei sacerdoti e i farisei andarono insieme da Pilato
Mc 1,21 Giunsero intanto alla città di Cafàrnao e quando fu sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare.
Mc 2,23 Un giorno che era sabato Gesù stava passando attraverso alcuni campi di grano. Mentre camminavano, i suoi discepoli si misero a cogliere spighe.
Mc 2,27 Poi Gesù disse ancora:
- Il sabato è stato fatto per l'uomo, e non l'uomo per il sabato.
Mc 2,28 Per questo il Figlio dell'uomo è padrone anche del sabato.


Mc 3,2 Alcuni dei presenti stavano a vedere se Gesù lo guariva in giorno di sabato, perché poi volevano denunziarlo.

Mc 3,4 Rivolto poi agli altri chiese:
- Che cosa è permesso fare in un giorno di sabato? Fare del bene o fare del male? Salvare la vita di un uomo o lasciarlo morire?
Ma essi non rispondevano.

Mc 6,2 Quando fu sabato, cominciò a insegnare nella sinagoga. Molti di quelli che lo ascoltavano si meravigliavano e dicevano: 'Dove ha imparato tutte queste cose? Chi gli ha dato tutta questa sapienza? Come mai è capace di compiere miracoli così grandi?
Mc 15,42 Quel giorno, vigilia del sabato, era di preparazione alla festa, ed era già sera.
Mc 16,1 Passato il sabato, Maria Maddalena, Maria, madre di Giacomo, e Salome comprarono olio e profumi per andare a ungere il corpo di Gesù.
Lc 4,16 Poi Gesù andò a Nàzaret, il villaggio nel quale era cresciuto. Era sabato, il giorno del riposo. Come al solito Gesù entrò nella sinagoga e si alzò per fare la lettura della Bibbia.

Lc 4,31 Allora Gesù andò a Cafàrnao, un'altra città della Galilea. Anche qui, in giorno di sabato, insegnava alla gente che si era radunata nella sinagoga.
Lc 6,1 Un sabato Gesù stava passando attraverso i campi di grano. I suoi discepoli strapparono qualche spiga, la sgranavano con le mani e ne mangiavano i chicchi.

Lc 6,5 Gesù concluse:
- Il Figlio dell'uomo è padrone del sabato.

Lc 6,6 Un altro sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. C'era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata.

Lc 6,7 I farisei e i maestri della Legge stavano a vedere se Gesù lo guariva in giorno di sabato, per avere così un pretesto di accusa contro di lui.

Lc 6,9 Poi Gesù chiese agli altri: 'Ho una domanda da farvi: che cosa è permesso fare in giorno di sabato? Fare del bene o fare del male? Salvare la vita di un uomo o lasciarlo morire?'.

Lc 13,10 Una volta Gesù stava insegnando in una sinagoga ed era sabato.
Lc 13,14 Ma il capo della sinagoga era indignato perché Gesù aveva fatto quella guarigione di sabato. Si rivolse alla folla e disse:
- In una settimana ci sono sei giorni per lavorare: venite dunque a farvi guarire in un giorno di lavoro e non di sabato!

Lc 13,15 Ma il Signore gli rispose:
- Siete ipocriti! Anche di sabato voi slegate il bue o l'asino dalla mangiatoia per portarli a bere, non è così?
Lc 13,16 Ebbene, questa donna è discendente di Abramo; Satana la teneva legata da diciotto anni: non doveva dunque essere liberata dalla sua malattia, anche se oggi è sabato?

Lc 14,1 Un giorno Gesù era a pranzo in casa di un capo dei farisei. I presenti lo osservavano attentamente perché era sabato.
Lc 14,3 Rivolgendosi ai maestri della Legge e ai farisei Gesù chiese: 'È permesso o no, in giorno di sabato, guarire un malato?'.

Lc 14,5 E disse loro: 'Se a uno di voi cade nel pozzo un figlio o un bue, voi lo tirate fuori subito, anche se è sabato, non è vero?'.
Lc 23,54 Era la vigilia del giorno di festa, già stava per cominciare il sabato.
Gv 5,9 In quell'istante l'uomo tornò sano, e andava in giro con la coperta sotto il braccio.
Il paralitico era stato guarito di sabato.
Gv 5,10 Perciò alcuni Ebrei gli dissero:
- È sabato. La Legge non permette, di sabato, di trasportare una coperta.

Gv 5,18 Per questo cercavano ancor più decisamente di toglierlo di mezzo: infatti, non solo non rispettava il sabato, ma diceva pure che Dio era suo padre, facendosi uguale a Dio.

Gv 7,22 Voi però circoncidete anche in giorno di sabato, perché Mosè vi ha dato la legge della circoncisione veramente essa non viene da Mosè ma dai patriarchi).
Gv 7,23 Dunque, per rispettare questa legge di Mosè uno può venir circonciso anche di sabato! E allora, perché vi arrabbiate con me che di sabato ho guarito completamente un uomo?
Gv 9,14-15 I farisei chiesero di nuovo a quell'uomo in che modo aveva cominciato a vedere.
Egli rispose:
- Mi ha messo un po' di fango sugli occhi. Poi mi sono lavato e ora vedo.
Il giorno che Gesù gli aveva aperto gli occhi con il fango era un sabato.
Gv 9,16 Alcuni farisei dissero:
- Quell'uomo non viene da Dio, perché non rispetta il sabato.
Altri obiettavano:
- Non è possibile che un peccatore faccia miracoli così straordinari.
Non tutti dunque erano dello stesso parere.

At 13,14 Essi invece partirono da Perge e arrivarono ad Antiòchia, capitale della Pisidia. Quando fu sabato, Paolo e Bàrnaba entrarono nella sinagoga e si sedettero.
At 13,27 'Gli abitanti di Gerusalemme e i loro capi non hanno capito che Gesù era il Salvatore. Eppure, condannando Gesù, senza saperlo, hanno realizzato quelle profezie che si leggono ogni sabato.
At 13,42 Mentre Paolo e Bàrnaba uscivano dalla sinagoga, qualcuno chiese loro di riprendere questo discorso il sabato seguente.
At 13,44 Il sabato seguente quasi tutti gli abitanti di Antiòchia si riunirono per ascoltare la parola del Signore.
At 15,21 Queste norme, date da Mosè, fin dai tempi antichi sono conosciute in ogni città. Infatti dappertutto ci sono uomini che, ogni sabato, nelle sinagoghe leggono e predicano la legge di Mosè'.

At 16,13 Un sabato uscimmo dalla città per andare a pregare: pensavamo infatti che lungo il fiume ci fosse un luogo di preghiera. Arrivati là, ci sedemmo e ci mettemmo a parlare alle donne che si erano già riunite.

At 18,4 Ogni sabato però andava nella sinagoga, si metteva a discutere, e cercava di convincere tutti, Ebrei e Greci.

Col 2,16 Nessuno dunque vi condanni più a causa di quello che mangiate e bevete, o perché non osservate certi giorni di festa, di sabato o di luna nuova.




  la ricerca ha riportato 144 risultati  
inizio pagina