B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
hai cercato Pane
  la ricerca ha riportato 246 risultati  

(Testo TILC)

Gen 3,19 Ti procurerai il pane
con il sudore del tuo volto,
finché tornerai alla terra
dalla quale sei stato tratto:
perché tu sei polvere
e alla polvere tornerai'.

Gen 14,18 In quell'occasione il re di Salem, Melchisedek, portò pane e vino. Egli era sacerdote del Dio Altissimo.
Gen 21,14 Allora Abramo si alzò di buon mattino, prese del pane e un otre d'acqua, li pose sulle spalle di Agar, le diede pure il figlio e la mandò via. Essa se ne andò e si smarrì nel deserto di Bersabea.
Gen 25,34 Soltanto allora Giacobbe diede al fratello pane e minestra di lenticchie. Egli mangiò e bevve. Poi si alzò da tavola e se ne andò. Così Esaù non attribuì alcun valore ai suoi diritti di primogenito.

Gen 27,17 Poi gli mise in mano la carne e il pane che aveva preparati.
Gen 40,1 Qualche tempo dopo due importanti funzionari del re commisero una mancanza contro di lui: si trattava del capo dei coppieri, responsabile della cantina del re, e del capo dei panettieri.
Gen 40,5 Una notte questi due uomini, il capo dei coppieri e il capo dei panettieri del re, sempre in prigione, fecero ognuno un sogno che aveva un significato particolare.
Gen 40,16 Visto che Giuseppe aveva dato un'interpretazione favorevole, il capo dei panettieri gli disse:
- Anch'io ho fatto un sogno. Avevo sul capo tre ceste di pane bianco.
Gen 40,20 Infatti tre giorni dopo il faraone festeggiò il suo compleanno e fece preparare un banchetto per i suoi ministri. Si occupò anche del capo dei coppieri e del capo dei panettieri:
Gen 40,22 ma fece impiccare il capo dei panettieri, proprio come aveva predetto Giuseppe.
Gen 41,10 Un giorno Vostra Maestà era andato in collera contro i suoi servitori e mi aveva fatto rinchiudere nella casa del comandante delle guardie insieme al capo dei panettieri.
Gen 41,45 Il faraone diede a Giuseppe il nome egiziano di Zafnat-Paneach e gli fece sposare Asenat, figlia di Potifera, sacerdote di On. Poi Giuseppe cominciò a fare giri di ispezione nei territori dell'Egitto.
Gen 41,54 cominciarono i sette anni di carestia. Come Giuseppe aveva previsto vi fu fame dappertutto, ma il pane non mancava nel territorio egiziano.

Gen 45,23 E inviò a suo padre, per il viaggio, dieci asini carichi dei migliori prodotti dell'Egitto e dieci asine cariche di grano, pane e vettovaglie varie.
Es 7,29 Ce ne saranno anche nei forni e nei cesti del pane! Le rane salteranno addosso a te, al tuo popolo e ai tuoi ministri!'.

Es 11,15 Il Signore disse: 'Per sette giorni voi mangerete pane non lievitato. Già dal primo giorno farete sparire il lievito dalle vostre case: anzi, dal primo al settimo giorno, chiunque mangerà cibi lievitati verrà escluso dal popolo d'Israele.
Es 11,18 Dalla sera del quattordici del primo del mese fino alla sera del ventuno voi dovrete mangiare pane non lievitato.
Es 11,20 Durante questi giorni è assolutamente proibito mangiare cibi lievitati e dappertutto dove abiterete dovete mangiare soltanto pane non lievitato'.

Es 12,8 In quella notte mangeranno la carne dell'agnello: dopo che sarà stata arrostita sul fuoco, la mangeranno con pane non lievitato e con erbe amare.
Es 12,15 Il Signore disse: “Per sette giorni voi mangerete pane non lievitato. Già dal primo giorno farete sparire il lievito dalle vostre case: anzi, dal primo al settimo giorno, chiunque mangerà cibi lievitati verrà escluso dal popolo d'Israele.
Es 12,18 Dalla sera del quattordici del primo del mese fino alla sera del ventuno voi dovrete mangiare pane non lievitato
Es 12,20 Durante questi giorni è assolutamente proibito mangiare cibi lievitati e dappertutto dove abiterete dovete mangiare soltanto pane non lievitato”.

Es 13,6 'Per sette giorni mangerai pane non lievitato, e nel settimo ci sarà una festa in onore del Signore.
Es 13,7 Per sette giorni si mangerà pane non lievitato e non potrai conservare nulla di lievitato: in tutto il tuo territorio non ci deve essere lievito!

Es 16,4 Allora il Signore disse a Mosè: 'Io farò piovere per voi pane dal cielo. Ogni giorno il popolo dovrà raccogliere il necessario per quel giorno. Voglio metterlo alla prova per vedere se vive o no secondo la mia legge.
Es 16,8 Mosè aggiunse: 'Il Signore vi darà alla sera carne da mangiare e al mattino pane a volontà, perché egli ha sentito le vostre proteste contro di lui. Infatti voi non protestate contro di noi. ma contro il Signore'.
Es 16,12 'Ho ascoltato le proteste degli Israeliti. Parla loro così: Al tramonto mangerete carne e al mattino vi sazierete di pane; così saprete che io sono il Signore vostro Dio'.

Es 16,15 Gli Israeliti la videro e non sapevano che cosa era. Perciò si chiedevano l'un l'altro: 'Che cos'è?'.
Mosè disse loro: 'È il pane che il Signore vi ha dato da mangiare.
Es 16,22 Al sesto giorno essi raccolsero il doppio di quel pane, due misure a testa. Allora tutti i capi vennero a informare Mosè,
Es 16,29 Io vi ho comandato di riposare al sabato e, per questo, al sesto giorno vi do pane per due giorni. Ciascuno deve restare al proprio posto e al settimo giorno non deve uscire dal luogo dove si trova!'.

Es 16,32 Mosè disse: 'Il Signore ordina di conservarne una misura, perché i nostri discendenti possano vedere il pane che ci ha dato da mangiare nel deserto, quando ci ha fatti uscire dall'Egitto'.

Es 23,15 'Osserva la festa dei Pani non lievitati: nella ricorrenza del mese di Abib, il mese in cui sei uscito dall'Egitto, devi mangiare per sette giorni pane non lievitato, come io ti ho comandato.
'Nessuno osi presentarsi al mio santuario a mani vuote.
Es 23,18 'Il sangue dei sacrifici non puoi offrirlo insieme a pane lievitato, e il grasso degli animali che uccidi per la mia festa non potrai conservarlo fino al mattino seguente.

Es 23,25 'Se voi adorerete solo me, il Signore vostro Dio, io benedirò il vostro pane e la vostra acqua e terrò lontano da voi le malattie;
Es 28,33 'Farai sul suo orlo, tutt'intorno, una decorazione di melagrane di lana viola, rossa e scarlatta, e porrai anche campanelli d'oro:
Es 28,34 i campanelli si alterneranno con le melagrane tutt'intorno all'orlo del manto.
Es 28,35 Aronne indosserà questo manto quando compirà il suo servizio davanti a me. Si sentirà il suono dei campanelli quando egli entrerà nel luogo santo alla mia presenza e quando ne uscirà; così non rischierà di morire.

Es 29,23 Dalla cesta dei pani senza lievito posta davanti a me prendi un pane, una focaccia all'olio e una schiacciata.
Es 29,32 Aronne e i suoi figli la mangeranno con il pane contenuto nella cesta, all'ingresso della tenda dell'incontro.
Es 29,34 Nel caso che al mattino seguente ci sia ancora carne o pane, brucerai questi avanzi nel fuoco. Non potranno essere mangiati, perché sono cose sacre.

Es 34,18 'Osservate la festa degli Azzimi: nella ricorrenza del mese di Abib, il mese in cui siete usciti dall'Egitto, dovete mangiare per sette giorni pane non lievitato, come vi ho comandato.

Es 34,25 'Il sangue dei sacrifici non potete offrirlo insieme a pane lievitato, e l'animale sacrificato per la festa di Pasqua non potrete conservarlo fino al mattino seguente.
Es 39,25 Fecero campanelli d'oro puro e li misero in mezzo alle melagrane sull'orlo del manto:
Es 39,26 ogni campanello era alternato con una melagrana per tutto l'orlo del manto. Aronne l'indossava per esercitare il sacerdozio, come il Signore aveva ordinato a Mosè.

Lv 7,13 Oltre alle focacce, come offerta, si porterà pane lievitato, per accompagnare il sacrificio di lode.
Lv 8,32 Quel che avanza della carne e del pane gettatelo nel fuoco.
Lv 23,6 'Il quindici dello stesso mese, comincerà la festa dei Pani senza lievito. Per sette giorni, il pane che voi mangiate sarà senza lievito.
Lv 23,14 Non mangerete nessun prodotto di questa raccolta, né pane, né spighe abbrustolite, né grano nuovo, prima del giorno in cui mi offrirete il primo covone. Osserverete questa prescrizione in ogni tempo e in qualunque luogo abiterete.

Lv 23,17 mi porterete da casa vostra due pani, per offrirli solennemente; ogni pane sarà preparato con due chili di farina e cotto con lievito. Questa offerta mi sarà fatta come primizia dei raccolti di cereali.
Lv 24,7 Su ciascuna pila deporrai dell'incenso puro, che poi sarà consumato dal fuoco in mio onore, al posto del pane, come 'memoriale'.

Lv 26,26 Vi priverò di cibo; dieci donne potranno cuocere il vostro pane in un solo forno, ed esse ne trarranno porzioni così piccole che mangerete senza sfamarvi.

Nm 9,11 essi potranno celebrare ugualmente la festa, ma lo dovranno fare la sera del quattordici del secondo mese dell'anno: mangeranno l'agnello del sacrificio pasquale con il pane senza lievito e con le erbe amare.
Nm 15,19 e potrete mangiare pane fatto sul posto, dovrete prenderne una parte e offrirmela.
Nm 21,5 e si mise a protestare contro Dio e contro Mosè. Dicevano: 'Perché ci avete fatto lasciare l'Egitto? Per farci morire nel deserto? Siamo senza pane e senz'acqua, e ci è ormai venuta la nausea per la manna, un cibo da miseria!'.

Nm 28,17 Il quindici dello stesso mese inizierà la festa di sette giorni: durante questi giorni mangerete pane senza lievito.
Dt 8,3 'In quella situazione difficile ti ha fatto provare la fame; poi ti ha nutrito con la manna: tu non sapevi cos'era, e neppure i tuoi padri l'avevano mai conosciuta. Il Signore voleva farti capire che l'uomo non vive soltanto di pane, ma che egli vive della parola del Signore.
Dt 8,9 una terra dove mangerai pane a volontà e dove non ti mancherà nulla; una terra dove le pietre sono ricche di ferro, e dai suoi monti potrai estrarre il rame.
Dt 16,3 Nel banchetto di questo sacrificio non mangerete pane lievitato. Per sette giorni mangerete pane senza lievito: esso vi ricorda la vostra sofferenza quando siete usciti in fretta dall'Egitto. Così ricorderete per tutta la vostra vita il giorno in cui siete usciti dall'Egitto.
Dt 16,8 Per sei giorni mangerete pane non lievitato; il settimo vi riunirete in onore del Signore, vostro Dio, e non farete nessun lavoro.
Dt 23,5 Essi infatti non vi hanno aiutati con pane e acqua mentre eravate in cammino dopo essere usciti dall'Egitto. Anzi, hanno pagato Balaam, figlio di Beor, originario di Petor in Mesopotamia, per maledirvi.
Dt 28,5 I vostri cesti saranno pieni di frutti e le
vostre madie di pane.

Dt 29,5 Non avete avuto bisogno di mangiare pane, né di bere vino o birra. il Signore si è preso cura di voi, perché possiate comprendere che lui è il vostro Dio.
Gs 9,5 Calzarono sandali rotti e scuciti, indossarono vestiti logori e fecero provvista di pane secco e sbriciolato.
Gs 9,12 Guardate il nostro pane! Quando siamo partiti da casa era ancora caldo; ora è secco e sbriciolato.
Gdc 6,19 Gedeone entrò in casa, preparò un capretto, e con venti chili di farina fece del pane non lievitato. Mise la carne dentro a un cesto e il brodo in un recipiente, e poi li portò sotto l'albero e li offrì al Signore.
Gdc 6,20 L'angelo di Dio gli disse:
- Prendi la carne e il pane non lievitato, posali su questa pietra e versaci sopra il brodo. Gedeone ubbidì.
Gdc 6,21 Allora l'angelo del Signore tese il braccio e, con la punta del bastone che teneva in mano, toccò il pane e la carne. Dalla pietra sprigionò una fiamma, e il fuoco bruciò la carne e il pane non lievitato. Poi l'angelo del Signore scomparve.
Gdc 7,13 Gedeone raggiunse l'accampamento, mentre un soldato stava raccontando un sogno a un compagno:
- Sai che sogno ho fatto? Ho sognato una grossa forma di pane d'orzo che rotolava giù nel nostro accampamento. Arrivata a una tenda l'ha colpita, l'ha fatta rovesciare e l'ha sfasciata.

Gdc 7,14 Il suo compagno rispose:
- Non c'è dubbio: quel pane rappresenta la spada dell'israelita Gedeone, figlio di Ioas. Il Signore gli darà la vittoria su tutto l'accampamento.

Gdc 8,5 Giunsero alla città di Succot e Gedeone disse agli abitanti:
- Date del pane ai miei uomini. Sono stanchi perché stiamo inseguendo Zebach e Zalmunna, i re dei Madianiti.

Gdc 8,8 Proseguì fino a Penuel e di nuovo chiese del pane. Ma gli abitanti risposero di no, come quelli di Succot.
Gdc 19,19 Eppure abbiamo paglia e fieno per gli asini, pane e vino per me, la mia concubina e il mio servo. Non abbiamo quindi bisogno di nient'altro.

1Sam 2,5 Chi aveva cibo a sazietà
ora deve lavorare per un pezzo di pane.
Chi invece soffriva la fame
ora non deve più faticare.
La donna sterile genera molti figli,
quella che era feconda appassisce.


1Sam 2,36 I superstiti della tua famiglia dovranno buttarsi ai suoi piedi per avere una moneta d'argento e un pezzo di pane; per avere qualcosa da mangiare saranno costretti a mendicare un posto al servizio dei sacerdoti'.


1Sam 9,7 Sono d'accordo, - rispose Saul al servo; - ma come presentarci a mani vuote? Non abbiamo più pane nelle nostre borse, non abbiamo nessun dono da offrirgli.

1Sam 16,20 Iesse prese un asino, lo caricò di pane, di un otre di vino e di un capretto e disse a suo figlio Davide di portare tutto a Saul.
1Sam 21,5 - Non ho pane ordinario, - rispose il sacerdote Achimelech; - ma solo pani sacri. Posso darteli per i tuoi uomini, se essi non hanno avuto di recente rapporti con donne.

1Sam 22,13 - Perché tu e il figlio di lesse avete complottato contro di me? riprese Saul. - Tu gli hai dato del pane e una spada; hai anche interrogato Dio per spingere quell'uomo a sollevarsi contro di me e ora ad attentare alla mia vita.

1Sam 25,11 Dovrei dare il mio pane, l'acqua e la carne preparati per i miei tosatori a gente che non so di dove venga?'.
1Sam 28,22 Ora, ubbidisci anche tu a me: ti porterò un po' di pane, mangia e avrai forza per continuare la tua strada.

1Sam 28,24 La donna aveva in casa un vitello da ingrassare; subito lo uccise, prese un po' di farina, la impastò e fece cuocere pane non lievitato.
1Sam 30,11 Nella campagna trovarono un Egiziano e lo condussero a Davide. Gli diedero pane, acqua,
2Sam 3,35 Alla fine, poiché era ancora giorno, tutti insistettero perché Davide mangiasse qualcosa, ma egli giurò: 'Il Signore mi punisca severamente se mangerò un pezzo di pane o qualsiasi cibo prima del tramonto'.
2Sam 6,19 Distribuì viveri a tutto l'esercito e alla moltitudine degli Israeliti, uomini e donne: diede a ciascuno una focaccia di pane, una porzione di carne e una di uva secca. Poi ognuno ritornò a casa sua.
2Sam 12,3 Il povero aveva soltanto una pecorella che aveva comprato e allevato con cura. La pecorella era cresciuta in casa insieme con lui e con i suoi figli. Egli le dava bocconi del suo pane, la faceva bere alla sua tazza, la teneva a dormire accanto a sé. Per lui era come una figlia.
2Sam 16,1 Davide aveva appena superato la cima del monte, quando gli venne incontro Ziba, il servo di Mefibaal. Aveva con sé due asini sellati carichi di duecento forme di pane, cento grappoli di uva secca, un centinaio di frutti di stagione e un otre di vino.

2Sam 16,2 - Che fai con quella roba? - gli chiese Davide.
- Gli asini servono a voi per cavalcare, - rispose Ziba, - pane e uva sono per dar da mangiare ai tuoi uomini e il vino per bere quando saranno stanchi nel deserto.

1Re 17,6 Al mattino i corvi gli portavano pane e carne e ancora pane e carne la sera. Beveva l'acqua del torrente.
1Re 17,11 Mentre la donna andava a prendergli l'acqua, Elia gridò:
- Portami anche un pezzo di pane!
1Re 17,12 La donna gli rispose:
- Com'è vero che il Signore, il tuo Dio, vive, ti assicuro che non ho più pane! Ho soltanto un pugno di farina e un po' d'olio in una brocca. Adesso raccolgo due pezzi di legna e vado a cuocere una focaccia per me e mio figlio; mangeremo e poi non ci resterà che morire!

1Re 22,27 Ordinate loro di rinchiuderlo in prigione e di tenerlo a pane e acqua, finché non tornerò sano e salvo dalla guerra!

2Re 18,32 fino a quando non verrò a prendervi per portarvi in una terra simile alla vostra, una terra che produce frumento e mosto, che ha pane e vigne, ulivi e miele. Vi lascerò in vita e non sarete uccisi. Non date ascolto a Ezechia: egli vi inganna, dicendovi che il Signore vi libererà.
2Re 23,9 Ai sacerdoti che prima erano stati nei santuari sulle colline non fu permesso di avvicinarsi all'altare del Signore a Gerusalemme; insieme con i loro fratelli, cioè con gli altri sacerdoti, potevano soltanto mangiare il pane non lievitato.
1Cr 9,31 Il levita Mattatia figlio maggiore di Sallum, del gruppo di Korach, aveva l'incarico permanente di presiedere alla cottura del pane per le offerte.
1Cr 16,3 Distribuì viveri a tutti gli Israeliti, uomini e donne: diede a ciascuno una forma di pane, una porzione di carne e dell'uva secca.

2Cr 4,19 Gli oggetti d'oro che Salomone fece costruire per il tempio furono:
I'altare
le tavole su cui si metteva il pane
offerto al Signore;

2Cr 13,11 Ogni mattina e ogni sera essi offrono in onore del Signore sacrifici completi, bruciano incenso, depongono il pane dell'offerta sulla tavola sacra e ogni sera accendono la lampada sul candelabro d'oro. Nel culto noi rispettiamo tutte le norme del Signore nostro Dio. 'Voi, invece, avete abbandonato il Signore.
2Cr 18,26 Ordinate loro di rinchiuderlo in prigione e di tenerlo a pane e acqua, finché non tornerò sano e salvo dalla guerra!

2Cr 31,10 Rispose il sommo sacerdote Azaria, discendente di Zadok:
'Da quando è cominciata la raccolta di offerte nel tempio, abbiamo il pane assicurato. Inoltre avanza molta roba, perché il Signore ha dato benessere al suo popolo. Quel che vedi è quanto c'è in più'.
Esd 7,17 Dovrai usare scrupolosamente questo denaro per comprare tori, montoni, agnelli oltre al pane e al vino da offrire sull'altare del tempio del vostro Dio, a Gerusalemme.
Ne 9,15 Avevano fame: hai mandato pane dal cielo.
Avevano sete: hai fatto zampillare
acqua dalla roccia.
Li hai guidati al possesso della terra
che avevi giurato di donare a tutti loro.

Tb 1,17 Davo il mio pane a chi aveva fame, e i miei mantelli a chi non aveva da vestirsi. Se vedevo il cadavere di qualcuno dei nostri gettato dietro le mura di Ninive, accorrevo a sotterrarlo.
Tb 4,16 'Da' il tuo pane a chi ha fame e i tuoi mantelli a chi non ha da vestirsi. Distribuisci in elemosina tutto quello che hai, oltre i tuoi bisogni, e non rimpiangere quello che dài agli altri.
Tb 4,17 Distribuisci il tuo pane con generosità a chi piange la morte di un giusto, ma non dar niente quando muore un peccatore.
Tb 8,19 Raguel ordinò a sua moglie di fare una grande infornata di pane. Andò nella stalla, prese due vitelli e quattro montoni e li fece uccidere. Così i servi prepararono il banchetto.
Gdt 10,5 Poi diede alla serva un otre di vino e un fiasco d'olio. Prese una borsa e la riempì con farina d'orzo, frutta secca, pane e formaggio. Impacchettò con cura i suoi recipienti e li consegnò alla serva.
2Mac 1,8 Hanno incendiato il portale del tempio e hanno ucciso persone innocenti. Ma noi abbiamo pregato il Signore, ed egli ci ha ascoltati. Abbiamo offerto un sacrificio e fior di farina, abbiamo acceso le lampade e presentato il pane a Dio'.
Gb 22,7 Non hai dato da bere a chi era assetato,
pane a chi era affamato.

Gb 28,5 La terra che di fuori produce il pane,
di dentro è messa sottosopra,
devastata come da un incendio.

Gb 31,16 Io non mi sono tenuto il pane dei poveri,
né ho fatto piangere le vedove;

Gb 31,17 non ho mangiato il mio pane da solo,
ma l'ho diviso con l'orfano,

Sal 14,4 Ma non hanno giudizio questi malfattori?
Mangiano il pane a spese del mio popolo
e non si curano del Signore.

Sal 37,25 Né da giovane, né ora da vecchio,
ho mai visto un giusto abbandonato,
o i suoi figli costretti a mendicare il pane.

Sal 41,10 Mi fidavo del mio amico più caro,
con lui dividevo il mio pane:
ora anche lui è contro di me!

Sal 42,4 Le lacrime sono il mio pane,
di giorno e di notte,
mentre tutti continuano a dirmi:
'Dov'è il tuo Dio?'.

Sal 53,5 Ma non hanno giudizio, questi malfattori!
Mangiano il pane a spese del mio popolo
e non si curano di Dio.

Sal 78,20 È vero, ha colpito la roccia
e sgorgarono le acque,
traboccarono i torrenti;
ma sarà capace di darci il pane
e di provvedere la carne per tutti?'.


Sal 78,24 fece piovere la manna per nutrirli,
e dal cielo donò pane al suo popolo.

Sal 78,25 Diede loro cibo in abbondanza,
gli uomini mangiarono il pane degli angeli.

Sal 80,6 Come pane ci hai dato sofferenza,
come bevanda, lacrime abbondanti.

Sal 102,10 Cenere e lutto sono il mio pane,
la mia bevanda è fatta di lacrime.

Sal 104,15 vino per renderlo allegro,
olio per far brillare il suo volto
e pane per ridargli vigore.

Sal 105,16 Il Signore fece venire la fame nel paese
e manca il pane per tutti

Sal 105,40 Essi implorarono: egli manda le quaglie
e li sazia con pane del cielo.

Sal 127,2 Invano vi alzate presto il mattino,
andate a riposare tardi la sera
e vi guadagnate il pane con fatica:
ai suoi amici il Signore lo dona
anche se dormono.


Sal 132,15 La benedirò e non le mancherà nulla;
sazierò di pane i suoi poveri.

Sal 146,7 difende la causa dei perseguitati.
Il Signore libera i prigionieri, dà il pane agli affamati;

Pro 4,17 la disonestà è il loro pane,
la violenza è la loro bevanda.

Pro 6,26 perché, la prostituta si accontenta
di un pezzo di pane,
l'adultera invece porta via
tutto quel che hai.

Pro 9,5 'Venite e mangiate il mio pane,
bevete il mio vino aromatizzato;

Pro 9,17 'L'acqua proibita è sempre più dolce
e il pane preso di nascosto è il più gustoso'.

Pro 12,11 Chi lavora il suo campo
ha pane in abbondanza,
chi insegue illusioni manca di buon senso.

Pro 17,1 Meglio un pezzo di pane secco
e la tranquillità,
che una casa dove si fanno banchetti e litigi.

Pro 22,9 Chi è generoso e dà il suo pane ai poveri
sarà benedetto.

Pro 28,3 Un uomo povero che opprime i deboli
è come una pioggia torrenziale: niente pane!

Pro 28,19 Chi coltiva il suo campo si sazierà di pane,
chi insegue i suoi sogni raccoglierà miseria.

Pro 28,21 È bello essere imparziali,
ma è facile lasciarsi corrompere
per un pezzo di pane.

Qo 9,7 Va', mangia serenamente il tuo pane
e bevi con gioia il tuo vino,
perché Dio è già contento di te.

Qo 9,11 Un'altra cosa ho visto in questo mondo:
in una corsa non vince sempre il più veloce,
in una battaglia non vince sempre
il più forte.
Non sempre i più sapienti hanno pane
né i più intelligenti sono ricchi.
Quelli che fanno carriera
non sono sempre i più capaci.
Può sempre capitare un imprevisto
e una sfortuna.

Sap 13,19 Per guadagnarsi il pane, per il successo e
per il lavoro delle sue mani,
chiede aiuto a chi non riesce nemmeno a
muovere una mano.
Sap 16,20 Al tuo popolo, invece, hai distribuito il
pane degli angeli.
Non era necessario il loro lavoro,
perché tu dal cielo davi loro un pane già
pronto:
poteva piacere a tutti e soddisfare ogni
palato.

Sir 12,5 Fai del bene al povero,
ma non a chi rifiuta il Signore:
negagli anche un pezzo di pane, non
darglielo,
egli potrebbe servirsi dei tuoi doni per
dominarti,
e così il danno per te sarebbe doppio,
in cambio del bene che gli hai fatto.

Sir 14,10 Egli è tirchio anche nel pane,
e lo fa mancare sulla sua tavola.

Sir 15,3 per cibo gli darà il pane dell'intelligenza
e per bevanda l'acqua che dona saggezza.

Sir 20,16 Solo lo stupido può dire: 'Non ho amici,
e con tutto il bene che faccio, nessuno mi
è riconoscente'.
Tanti mangiano il suo pane, ma sparlano
di lui,

Sir 27,30 Sdegno e collera sono cose orrende
eppure sono il pane quotidiano del
peccatore.


Sir 29,21 Per vivere ti bastano l'acqua, il pane, un
vestito
e quattro mura a protezione della tua
intimità.

Sir 33,25 Foraggio, pesi e bastonate per l'asino,
pane, lavoro e disciplina per lo schiavo.

Sir 34,25 perché un pezzo di pane permette a un
povero diavolo di campare
e portarglielo via significa ucciderlo.

Sir 45,9 Sul suo manto pose ornamenti di
melagrane
e attorno campanelli d'oro in gran
numero,
che tintinnavano ad ogni passo
e facevano sentire il loro suono nel
tempio
perché gli Israeliti si ricordassero di Dio.

Sir 45,20 Invece ad Aronne diede maggiori onori,
gli conferì un privilegio speciale:
ad Aronne spettavano i primi frutti, i
migliori,
e in primo luogo pane a sazietà.

Is 3,1 Ora il Signore, Dio dell'universo,
toglierà a Gerusalemme e a Giuda
ogni riserva di pane e di acqua
e ogni altro sostegno.

Is 36,17 fino a quando non verrò a prendervi per portarvi in una terra simile alla vostra, una terra che produce frumento e mosto, che ha pane e vigne.
Is 44,15 usa una parte dell'albero
per accendere il fuoco,
e una parte per costruire un idolo.
Mette la prima in un braciere
per riscaldarsi e cuocere il pane;
con l'altra invece fa la statua di un dio
e la adora con grande rispetto.

Is 44,19 Nessuno di loro riflette,
nessuno ha il buon senso
o l'intelligenza di dire:
Ho bruciato metà di un albero;
sulla brace ho cotto il pane
e arrostito la carne che mangio.
Dell'altra metà ho fatto un idolo inutile.
Mi prostro davanti a un pezzo di legno!

Is 47,14 Essi sono come paglia:
il fuoco li brucerà!
Non scamperanno alle fiamme.
Non resterà nemmeno un po' di brace
per cuocere il pane,
o un semplice fuoco per sedersi accanto.

Is 51,14 Presto i deportati saranno liberi,
non moriranno prigionieri,
e il pane non gli mancherà.

Is 58,7 Digiunare significa dividere il pane con chi ha fame, aprire la casa ai poveri senza tetto, dare un vestito a chi non ne ha, non abbandonare il proprio simile.
Ger 5,17 Divoreranno il vostro raccolto e il vostro pane, uccideranno i vostri figli e le vostre figlie, mangeranno tutto il vostro bestiame, distruggeranno le vostre vigne e i vostri fichi. Con le loro armi raderanno al suolo le vostre città fortificate che vi danno tanta sicurezza.
Ger 37,21 Allora il re Sedecia ordinò di rinchiudere Geremia nell'atrio della prigione e di dargli ogni giorno un pane. Così Geremia mentre era rinchiuso nell'atrio della prigione ricevette la sua razione di pane che gli veniva portata dalla via dei Fornai, finché in città non furono esaurite tutte le scorte.


Ger 38,9 - Re mio signore, - gli disse, - quegli uomini si sono comportati male con il profeta Geremia! L'hanno gettato nella cisterna e là dentro morirà di fame, perché non c'è più pane in città.

Ger 44,17 Anzi, faremo proprio quel che avevamo già deciso: bruceremo ancora sacrifici e offriremo vino ad Istar, regina del cielo. Lo abbiamo già fatto nelle città di Giuda e per le strade di Gerusalemme come avevano fatto i nostri antenati, i nostri re e i capi del popolo. A quei tempi avevamo pane in abbondanza, tutto ci andava bene e non ci capitava nessuna disgrazia.
Lam 4,4 La lingua dei lattanti
si è attaccata al palato per la sete.
I bambini chiedono pane,
ma nessuno gliene dà.

Ez 4,9 Ma prima prendi grano, orzo, fave, lenticchie, miglio e biada. Metti tutto in un recipiente e fanne pane. Questo sarà il tuo cibo durante i trecentonovanta giorni in cui rimarrai sdraiato su un fianco.
Ez 4,16 E aggiunse:
- Ezechiele, distruggerò tutte le riserve di pane di Gerusalemme. Con grande angoscia il popolo razionerà il cibo e l'acqua.
Ez 4,17 Poi anche il pane e l'acqua finiranno, essi si dispereranno e moriranno. Tutto questo accadrà per i loro peccati.


Ez 5,16 'Vi sterminerò mandandovi la carestia. Essa vi colpirà a morte come frecce dalla punta acuminata. Distruggerò ogni riserva di pane per farvi morire di fame.
Ez 12,18 'Ezechiele, quando mangi il tuo pane mettiti a tremare, e quando bevi l'acqua fatti vedere pieno di paura.
Ez 13,19 Voi mi disonorate davanti al mio popolo per qualche manciata d'orzo o qualche tozzo di pane. Raccontate menzogne al mio popolo credulone, e così fate morire chi non lo merita, mentre fate vivere chi dovrebbe morire.
Ez 14,13 'Ezechiele, se la popolazione di un paese pecca contro di me perché mi è infedele, io manifesterò contro di lei la mia potenza. Distruggerò le riserve di pane, la colpirò con la carestia e sterminerò sia gli uomini sia gli animali.
Ez 16,13 I tuoi gioielli erano d'oro e d'argento, i tuoi vestiti ricamati di lino e di seta. Hai mangiato pane della farina migliore, miele e olio d'uliva. Sei diventata bellissima e regina.
Ez 16,19 Anche il pane che ti ho dato, la farina migliore, l'olio e il miele con cui ti nutrivo, li hai offerti agli idoli come sacrificio dal profumo gradevole. Tutto questo lo dico io, il tuo Dio, il Signore.
Ez 24,17 Mantieni il tuo dolore per te, in silenzio, non fare lutto: tieni il turbante sul capo e i sandali ai piedi, non coprirti il viso e non mangiare il pane preparato dai vicini'.
Ez 24,22 Allora agirete come Ezechiele: non vi coprirete il viso e non mangerete il pane preparato dal vicino
Ez 27,33 Quando sbarcavi i tuoi prodotti
davi lavoro e pane a molti popoli.
L'abbondanza delle tue ricchezze
e del tuo commercio
ha reso ricchi i re della terra.

Ez 45,21 'Il quattordici del primo mese comincerete a celebrare la festa di Pasqua. Durerà sette giorni e mangerete pane senza lievito.
Os 9,4 Non faranno più offerte di vino al Signore. Egli non gradirà i loro sacrifici. Il loro pane renderà impuro chiunque lo mangerà, come il pane che si mangia nella casa dove c'è un morto. Potranno pure mangiarselo tutto il loro pane, perché esso non entrerà nel tempio del Signore.
Am 4,5 Offrite pure il vostro pane lievitato per il sacrificio di lode. Vantatevi delle vostre offerte spontanee. Sono queste le cose che vi piacciono!
Am 4,6 'Io ho mandato la carestia nelle vostre città e vi ho lasciati tutti senza pane, eppure non siete tornati a me', dice il Signore.
Am 7,12 Allora Amasia disse ad Amos:
- Visionario, vattene, ritorna nella terra di Giuda per guadagnarti il pane, e fai là il profeta.
Am 8,11 'Verranno giorni, - dice Dio, il Signore, - in cui io manderò la carestia in questa regione. Non di pane avranno fame, non di acqua avranno sete, ma di ascoltare la parola del Signore.
Abd 1,7 Tutti i tuoi alleati
ti cacciano dal tuo territorio.
Quelli che vivevano in pace con te
ti hanno ingannato;
quelli che hanno mangiato il tuo pane
ti hanno teso una trappola.
Essi dicono: 'Dov'è la sua astuzia?'

Ag 2,12 Supponiamo che un uomo porti in un lembo del suo vestito carne offerta al Signore. Se il vestito tocca pane, cibo cotto, vino, olio o qualsiasi altro alimento, questi alimenti sono forse da ritenersi consacrati al Signore?
- No, - risposero i sacerdoti alla domanda di Aggeo.

Mt 4,3 Allora il diavolo tentatore si avvicinò a lui e gli disse:
- Se tu sei il Figlio di Dio, comanda a queste pietre di diventare pane!

Mt 4,4 Ma Gesù rispose:
- Nella Bibbia è scritto:
Non di solo pane vive l'uomo, ma di ogni parola che viene da Dio.

Mt 6,11 Dacci oggi il nostro pane necessario.

Mt 7,9 'Chi di voi darebbe una pietra al figlio che gli chiede un pane?
Mt 15,26 Allora Gesù rispose:
- Non è giusto prendere il pane dei figli e buttarlo ai cagnolini.

Mt 15,33 I discepoli gli dissero:
- Come potremo qui, in un luogo deserto, trovare tanto pane per una folla così grande?

Mt 16,5 Prima di andare all'altra riva, i discepoli si erano dimenticati di prendere il pane.
Mt 16,7 E i discepoli si misero a discutere tra loro:
'Parla così perché ci siamo dimenticati di prendere il pane'.

Mt 16,8 Ma Gesù se ne accorse e disse: 'Uomini di poca fede, perché state a discutere che non avete pane?
Mt 16,11 Perché non capite che non stavo parlando di pane? Ho detto soltanto: state lontani dal lievito dei farisei e dei sadducei!'.

Mt 16,12 Allora i discepoli capirono che non aveva parlato del lievito del pane, ma voleva dire di non fidarsi dell'insegnamento dei farisei e dei sadducei.

Mt 26,26 Mentre stavano mangiando, Gesù prese il pane, fece la preghiera di benedizione, poi spezzò il pane, lo diede ai discepoli e disse: 'Prendete e mangiate; questo è il mio corpo'.

Mc 6,37 Ma Gesù rispose:
- Date voi qualcosa da mangiare a questa gente!
I discepoli dissero:
- Ma come? Dovremmo andare a comprare pane per un valore di duecento monete d'argento e dar da mangiare a tutti?

Mc 7,27 Gesù le disse:
- Lascia che prima i figli mangino, perché non è giusto prendere il pane dei figli e buttarlo ai cagnolini.

Mc 8,14 I discepoli avevano dimenticato di prendere il pane e nella barca avevano un solo pane.
Mc 8,16 E i discepoli si misero a discutere tra loro:
'Parla così perché non abbiamo pane'.

Mc 8,17 Gesù se ne accorse e disse:
- Ma perché state a discutere che non avete pane? Non capite ancora e non vi rendete conto di nulla? La vostra mente è bloccata?
Mc 8,20 E quando ho distribuito quei sette pani per quattromila persone, quante ceste di pane avete raccolto?
Risposero:
- Sette.

Mc 14,20 Gesù disse:
- È uno dei Dodici, uno che intinge con me il pane nel piatto.
Mc 14,22 Mentre stavano mangiando, Gesù prese il pane, fece la preghiera di benedizione, spezzò il pane, lo diede ai discepoli e disse: 'Prendete: questo è il mio corpo'.

Lc 4,3 Allora il diavolo gli disse:
- Se tu sei il Figlio di Dio comanda a questa pietra di diventare pane.

Lc 4,4 Ma Gesù gli rispose:
- No, perché nella Bibbia è scritto:
Non di solo pane vive l'uomo.

Lc 7,33 'Così fate anche voi: è venuto Giovanni il Battezzatore, che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: 'È un indemoniato!'.
Lc 9,3 Disse loro: 'Quando vi mettete in viaggio non prendete nulla: né bastone, né borsa, né pane, né denaro e non portate un vestito di ricambio.
Lc 11,3 Dacci ogni giorno il pane necessario,

Lc 11,8 Ebbene, io vi dico: se quel tale non si alzerà a dargli il pane perché gli è amico, lo farà dandogli tutto quel che gli occorre perché l'altro insiste.

Lc 22,19 Poi prese il pane, fece la preghiera di ringraziamento, spezzò il pane, lo diede ai suoi discepoli e disse: 'Questo è il mio corpo, che viene offerto per voi. Fate questo in memoria di me'.
Lc 24,30 Poi si mise a tavola con loro, prese il pane e pronunziò la preghiera di benedizione; lo spezzò e cominciò a distribuirlo.

Lc 24,35 A loro volta i due discepoli raccontarono quel che era loro accaduto lungo il cammino, e dicevano che lo avevano riconosciuto mentre spezzava il pane.

Gv 6,5 Poi si guardò attorno, e vide tutta la gente che era venuta. Allora disse a Filippo:
- Dove potremo comprare il pane necessario per sfamare questa gente?

Gv 6,7 Filippo rispose:
- Duecento monete d'argento non basterebbero neppure per dare un pezzo di pane a tutti.

Gv 6,11 Gesù prese il pane, fece una preghiera di ringraziamento, poi cominciò a distribuire a tutti pane e pesce a volontà.

Gv 6,23 Però da Tiberìade alcune barche arrivarono là dove il Signore aveva fatto la preghiera di ringraziamento e aveva dato da mangiare il pane a cinquemila persone.
Gv 6,26 Gesù rispose:
- Voi mi cercate, ma non per i segni miracolosi! Ve lo dico io: voi mi cercate solo perché avete mangiato il pane e vi siete levati la fame.
Gv 6,31 Gli risposero:
- Che cosa fai di straordinario, perché crediamo in te? I nostri antenati mangiarono la manna nel deserto; come dice la Bibbia: Ha dato loro da mangiare un pane venuto dal cielo. Tu, che opere fai?

Gv 6,32 Gesù disse loro:
- Ve lo assicuro: non è Mosè che vi ha dato il pane venuto dal cielo. È il Padre mio che vi dà il vero pane venuto dal cielo.
Gv 6,33 Il pane di Dio è quello che viene dal cielo e dà la vita al mondo.

Gv 6,34 La gente gli disse:
- Signore, dacci sempre questo pane!

Gv 6,35 Gesù disse: 'Io sono il pane che dà la vita. Chi si avvicina a me con fede non avrà più fame; chi mette la sua fiducia in me non avrà più sete.
Gv 6,41 Quegli Ebrei che parlavano con Gesù si misero a protestare perché aveva detto: 'Io sono il pane venuto dal cielo';
Gv 6,48 Io sono il pane che dà la vita.
Gv 6,50 invece, il pane venuto dal cielo è diverso: chi ne mangia non morirà.
Gv 6,51 Io sono il pane, quello vivo, venuto dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà per sempre. Il pane che io gli darò è il mio corpo, dato perché il mondo abbia la vita.

Gv 6,58 Questo è il pane venuto dal cielo. Non è come il pane che mangiarono i vostri antenati e morirono ugualmente; chi mangia questo pane vivrà per sempre.

Gv 13,18 Io non parlo per tutti voi: conosco gli uomini che ho scelto. Infatti devono realizzarsi queste parole della Bibbia: Colui che mangia il mio pane si è ribellato contro di me.
Gv 13,26 Gesù rispose:
- È quello al quale darò un pezzo di pane inzuppato.
Poi prese un boccone di pane, lo intinse nel piatto e lo diede a Giuda, figlio di Simone Iscariota.
Gv 13,27 Appena Giuda ebbe preso quel pezzo di pane, Satana entrò in lui. Allora Gesù gli disse: 'Quello che devi fare, fallo presto'.

Gv 13,30 Giuda dunque prese il pane e poi uscì subito. Era notte.

Gv 21,9 Quando scesero dalla barca, videro un fuocherello di carboni con sopra alcuni pesci. C'era anche pane.

Gv 21,13 Gesù si avvicinò, prese il pane e lo distribuì; poi distribuì anche il pesce.

At 2,46 Ogni giorno, tutti insieme, frequentavano il Tempio. Spezzavano il pane nelle loro case e mangiavano con gioia e semplicità di cuore.
At 20,11 Poi risalì nella sala, spezzò il pane e lo mangiò con gli altri. Parlò ancora a lungo e quando spuntò il sole partì.
At 27,35 Dopo queste parole Paolo prese il pane, rese grazie a Dio davanti a tutti, lo spezzò e incominciò a mangiare.
1Cor 5,8 Celebriamo dunque la nostra Pasqua senza il vecchio lievito del peccato e dell'immoralità. Serviamoci invece del pane non lievitato, immagine di purezza e di verità.

1Cor 10,16 Pensate al calice per il quale ringraziamo Dio: quando lo beviamo ci mette in comunione col sangue di Cristo; e il pane che spezziamo ci mette in comunione con il corpo di Cristo.
1Cor 10,17 Vi è un solo pane e quindi formiamo un solo corpo, anche se siamo molti, perché tutti insieme mangiamo quell'unico pane.

1Cor 11,23 Io ho ricevuto dal Signore quel che a mia volta vi ho trasmesso: nella notte in cui fu tradito, il Signore Gesù prese il pane,
1Cor 11,24 fece la preghiera di ringraziamento, spezzò il pane e disse: 'Questo è il mio corpo che è dato per voi. Fate questo in memoria di me'.
1Cor 11,26 Infatti, ogni volta che mangiate di questo pane e bevete da questo calice, voi annunziate la morte del Signore, fino a quando egli ritornerà.

1Cor 11,27 Perciò, chi mangia il pane del Signore o beve il suo calice in modo indegno, si rende colpevole verso il corpo e il sangue del Signore.
1Cor 11,28 Ciascuno perciò prima esamini se stesso, e poi mangi di quel pane e beva da quel calice.
1Cor 11,29 Perché, chi mangia del pane e beve dal calice senza riconoscere il corpo del Signore, mangia e beve la sua propria condanna.
2Cor 9,10 Dio dà il seme al seminatore e il pane per suo nutrimento. Egli darà anche a voi il seme di cui avete bisogno e lo moltiplicherà per farne crescere il frutto, cioè la vostra generosità.




  la ricerca ha riportato 246 risultati  
inizio pagina