B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
hai cercato Mese
  la ricerca ha riportato 234 risultati  

(Testo TILC)

Gen 7,11 Quando Noè compiva seicento anni, il giorno diciassette del secondo mese, le acque sotterranee uscirono con violenza da tutte le sorgenti e le riserve del cielo si spalancarono.
Gen 8,4 e il diciassettesimo giorno del settimo mese l'arca si posò su un monte della catena dell'Ararat.
Gen 8,5 Le acque continuarono a calare fino al decimo mese: il primo giorno di quel mese apparvero le cime dei monti.

Gen 8,13 Il primo giorno del primo mese, quando Noè aveva seicentun anni, le acque si erano ritirate dal suolo. Noè tolse il tetto dell'arca, guardò intorno e vide che la superficie della terra stava asciugandosi.
Gen 8,14 Il ventisettesimo giorno del secondo mese la terra era completamente asciutta.

Gen 10,2 I figli di Iafet: Gomer, Magog, Madai, Iavan, Tubai, Mesech e Tiras.

Gen 29,14 Allora Labano gli disse: 'Tu sei davvero uno dei nostri! Del nostro stesso sangue!'.
Giacobbe rimase da Labano un mese intero.

Es 11,18 Dalla sera del quattordici del primo del mese fino alla sera del ventuno voi dovrete mangiare pane non lievitato.
Es 12,2 “Questo mese sarà per voi il primo dei mesi, segnerà l'inizio dell'anno.
Es 12,3 Date a tutta la comunità degli Israeliti queste istruzioni: il dieci di questo mese ognuno si procuri un agnello per la famiglia, un agnello per casa.
Es 12,6 Lo terrete da parte fino al quattordici di questo mese. Allora tutta l'assemblea della comunità d'Israele lo sgozzerà verso sera.
Es 12,18 Dalla sera del quattordici del primo del mese fino alla sera del ventuno voi dovrete mangiare pane non lievitato
Es 13,4 Il giorno della tua liberazione è nel mese di Abib.
Es 13,5 Quando il Signore ti avrà fatto entrare nella terra dei Cananei, degli Ittiti, degli Amorrei, degli Evei e dei Gebusei (la terra che egli ha giurato ai tuoi padri di dare a te, una terra dove scorre latte e miele) allora, proprio in questo mese, dovrai celebrare con una festa il ricordo di questo fatto.

Es 16,1 Tutta la comunità degli Israeliti levò l'accampamento da Elim e arrivò al deserto di Sin, tra Elim e il Sinai. Era il giorno quindici del secondo mese, da quando erano usciti dall'Egitto.

Es 19,1-2 Gli Israeliti lasciarono Refidim. Due mesi dopo la loro uscita dall'Egitto, il primo giorno del mese, entrarono nel deserto del Sinai e si accamparono nel deserto, davanti al monte Sinai.

Es 23,15 'Osserva la festa dei Pani non lievitati: nella ricorrenza del mese di Abib, il mese in cui sei uscito dall'Egitto, devi mangiare per sette giorni pane non lievitato, come io ti ho comandato.
'Nessuno osi presentarsi al mio santuario a mani vuote.
Es 34,18 'Osservate la festa degli Azzimi: nella ricorrenza del mese di Abib, il mese in cui siete usciti dall'Egitto, dovete mangiare per sette giorni pane non lievitato, come vi ho comandato.

Es 40,2 'Il primo giorno del mese alzerai I'Abitazione, ossia la tenda dell'incontro.
Es 40,17 a un anno esatto dalla partenza dall'Egitto, nel primo giorno del mese alzò la tenda dell'Abitazione.

Lv 16,29 'Questa sarà per voi una prescrizione che dovete osservare in ogni tempo: il dieci del settimo mese, digiunate e interrompete ogni lavoro, sia voi Israeleiti sia gli stranieri che soggiornano presso di voi.
Lv 23,5 'Il quattordici del primo mese dell'anno, fin dalla sera, celebrerete in mio onore la festa di Pasqua.

Lv 23,6 'Il quindici dello stesso mese, comincerà la festa dei Pani senza lievito. Per sette giorni, il pane che voi mangiate sarà senza lievito.
Lv 23,24 di comunicare agli Israeleiti le seguenti prescrizioni: 'Il primo giorno del settimo mese osserverete un giorno di riposo, giorno di ricordo celebrato con grida di gioia e caratterizzato da una riunione in mio onore.
Lv 23,27 'Il dieci del settimo mese sarà il grande giorno del perdono dei peccati. Vi riunirete, digiunerete e mi presenterete un'offerta che dev'essere consumata dal fuoco in mio onore.
Lv 23,32 Sarà per voi un giorno di riposo simile al sabato, e digiunerete. Osserverete questo riposo sabbatico dalla sera del nove del mese fino alla sera del giorno dopo'.

Lv 23,34 di comunicare agli Israeleiti le seguenti prescrizioni:
'A partire dal quindici del settimo mese, si celebrerà in mio onore, per una settimana, la festa delle Capanne.
Lv 23,39 'Il quindici del settimo mese, dopo aver raccolto i prodotti della terra, comincerete a celebrare una festa di una settimana in mio onore. Il primo e l'ottavo giorno saranno giorni di riposo.
Lv 23,41 Ogni anno celebrerete questa festa in mio onore per una settimana, nel corso del settimo mese. Osserverete questa prescrizione in ogni tempo.
Lv 25,9 Poi, il dieci del settimo mese, nel grande giorno del perdono dei peccati, farete risuonare in tutta la vostra terra il suono del corno accompagnato da grida di gioia.
Lv 27,6 'Per un bambino da un mese a cinque anni: cinque pezzi per un bambino, tre pezzi per una bambina.

Nm 1,1 L'anno dopo che gli Israeliti avevano lasciato l'Egitto, il primo giorno del secondo mese il Signore parlò a Mosè nella tenda dell'incontro, nella regione desertica del Sinai. Gli disse:
Nm 1,18 e il primo giorno del secondo mese radunarono tutta la comunità. Compilarono l'elenco dei nomi di tutti gli Israeliti, dall'età di vent'anni in su, uno per uno, divisi secondo il loro gruppo e la loro famiglia,
Nm 3,15 'Fa' il censimento della tribù di Levi per gruppi e per famiglie; registra tutti i maschi, da un mese di vita in su'.

Nm 3,22 Al loro censimento i maschi, da un mese di vita in su, erano settemilacinquecento.
Nm 3,28 Al loro censimento i maschi, da un mese di vita in su, erano ottomilaseicento. Essi erano incaricati della cura degli oggetti sacri.
Nm 3,34 Al loro censimento i maschi, da un mese di vita in su, erano seimiladuecento.
Nm 3,39 Il totale dei leviti maschi, da un mese di vita in su, registrati nel censimento era dunque ventiduemila. Il censimento fu fatto gruppo per gruppo, da Mosè e da Aronne, per ordine del Signore.

Nm 3,40 Il Signore disse a Mosè: 'Fate il censimento di tutti i figli primogeniti degli Israeliti da un mese di vita in su. Compilate un elenco con tutti i loro nomi.
Nm 3,43 da un mese di vita in su. Il loro totale, dalle liste dei nomi, fu di ventiduemiladuecentosettantatré.

Nm 9,1 Il primo mese dell'anno dopo che gli Israeliti avevano lasciato l'Egitto, il Signore parlò a Mosè nella regione desertica del Sinai. Gli disse:
Nm 9,3 La celebrerete dunque il giorno quattordici di questo mese verso sera e seguirete le leggi e le norme che la riguardano'.

Nm 9,5 Essi celebrarono la Pasqua alla sera del quattordici del primo mese, nel deserto del Sinai. Gli Israeliti seguirono con cura le indicazioni che il Signore aveva dato a Mosè.

Nm 9,11 essi potranno celebrare ugualmente la festa, ma lo dovranno fare la sera del quattordici del secondo mese dell'anno: mangeranno l'agnello del sacrificio pasquale con il pane senza lievito e con le erbe amare.
Nm 9,22 ma se essa restava sulla Abitazione per un paio di giorni o per un mese oppure ancora più a lungo, gli Israeliti facevano tappa e aspettavano a mettersi in marcia fino a quando la nube si alzava.
Nm 10,10 Nei giorni di festa, il primo giorno di ogni mese e nelle altre solennità, voi suonerete le trombe quando offrirete sacrifici completi e sacrifici per il banchetto sacro: così io mi ricorderò di voi. Io sono il Signore vostro Dio'.

Nm 10,11 Il venti del secondo mese del secondo anno dopo che gli Israeliti avevano lasciato l'Egitto, la nube si alzò sopra I'Abitazione, dove erano custoditi gli insegnamenti del Signore.
Nm 11,20 ma per un mese intero, finché ne avrete nausea, tanto che vi uscirà dal naso! Così sarete puniti, perché avete rifiutato il Signore che abita in mezzo a voi, e vi siete lamentati con lui di aver lasciato l'Egitto.

Nm 11,21 Mosè esclamò:
- Il popolo in marcia con me conta non meno di seicentomila uomini. E tu prometti di dar loro da mangiare carne per un mese?
Nm 18,16 Il prezzo del riscatto di un bambino sarà pagato al termine di un mese dalla nascita. Tu lo fisserai in modo che sia equivalente alla somma di cinque monete d'argento, secondo la moneta ufficiale del santuario, della quale il peso è di dieci grammi.
Nm 20,1 Durante il primo mese dell'anno tutta Ia comunità degli Israeliti giunse nel deserto di Zin e si stabilì a Kades. Là morì Miriam e fu sepolta.
Nm 26,62 Il totale dei maschi leviti, da un mese di vita in su, registrati nel censimento, fu di ventitremila. Essi non avevano preso parte al censimento degli altri Israeliti, perché, a differenza di loro, non dovevano ricevere in proprietà nessun territorio.

Nm 28,11 'Il primo giorno di ogni mese offrirete al Signore, in sacrificio completo, due tori, un montone e sette agnelli di un anno, tutti senza difetti.
Nm 28,14 L'offerta di vino sarà di tre litri per ogni toro, di due litri per il montone e di un litro e mezzo per ogni agnello. Questi sono i sacrifici che dovranno essere offerti all'inizio di ogni mese dell'anno.
Nm 28,16 'Il quattordici del primo mese dell'anno celebrerete la Pasqua in onore del Signore.
Nm 28,17 Il quindici dello stesso mese inizierà la festa di sette giorni: durante questi giorni mangerete pane senza lievito.
Nm 29,1 'Il primo giorno del settimo mese vi radunerete in assemblea sacra e non farete nessun lavoro, perché è il Giorno dell'acclamazione.
Nm 29,6 Tutti questi sacrifici dovranno essere offerti in aggiunta al sacrificio completo quotidiano, ai sacrifici completi del primo giorno del mese e alle offerte di farina e di vino che devono accompagnarli. Il Signore accetterà volentieri questi sacrifici consumati dal fuoco in suo onore.

Nm 29,7 'Il dieci del settimo mese vi radunerete in assemblea sacra, farete digiuno e non compirete nessun lavoro.
Nm 29,12 'Il quindici del settimo mese vi radunerete in assemblea sacra e non farete nessun lavoro. Per sette giorni vi sarà festa in onore del Signore.
Nm 33,3 Il quindici del primo mese dell'anno, il giorno seguente la prima Pasqua, gli Israeliti lasciarono Ramses; partirono sotto gli occhi di tutti gli Egiziani come uomini liberi.
Nm 33,38-39 Per ordine del Signore il sacerdote Aronne salì sulla cima del monte Or. Morì lassù, all'età di centoventitré anni, il primo giorno del quinto mese, quarant'anni dopo che gli Israeliti avevano lasciato l'Egitto.
Dt 1,3 Nel quarantesimo anno, il primo giorno dell'undicesimo mese, Mosè riferì agli Israeliti le istruzioni che il Signore gli aveva dato per loro.
Dt 16,1 'Nel mese di Abib ricordatevi di celebrare la Pasqua in onore del Signore, vostro Dio: in una notte del mese di Abib egli vi ha fatto uscire dall'Egitto.
Dt 21,13 si cambierà il vestito che aveva quando fu presa, e abiterà in casa di quell'uomo. Per un mese essa potrà far lutto per suo padre e sua madre, e solo dopo l'uomo potrà sposarla e avere rapporti con lei.
Dt 33,14 con messi abbondanti maturate dal sole
e con nuovi raccolti ogni mese;

Gs 4,19 Quando il popolo salì dal Giordano era il dieci del primo mese. Si accamparono in Galgala, a est di Gerico.

Gs 5,10 Gli Israeliti si accamparono in Galgala e celebrarono la Pasqua nella pianura di Gerico il quattordici del mese, verso sera.

1Sam 11,1 Circa un mese dopo, Nacas, re degli Ammoniti, assediò una città degli Israeliti, Iabes, nella regione di Galaad. Allora gli abitanti di Iabes gli proposero:
- Fa' un trattato di pace con noi, e ti saremo sottomessi.

1Re 4,7 Inoltre Salomone aveva dodici prefetti, uno per ogni regione d'Israele. Ciascuno di loro aveva il compito di provvedere al mantenimento del re e della sua corte per un mese all'anno.
1Re 5,7 I dodici prefetti, un mese ciascuno, fornivano il necessario per mantenere Salomone e tutti quelli della sua corte. Non facevano mai mancare niente.
1Re 5,28 Ogni mese Salomone mandava in Libano una squadra di diecimila uomini. Così lavoravano un mese in Libano e poi potevano tornare due mesi a casa loro. Adoniram era il sovrintendente ai lavori obbligatori.
1Re 6,1 Salomone diede inizio alla costruzione del tempio nel quarto anno di regno, nel secondo mese, il mese di Ziv. Erano passati quattrocentottant'anni da quando gli Israeliti erano usciti dall'Egitto.
1Re 6,37 Le fondamenta del tempio del Signore furono gettate nel quarto anno di regno di Salomone, nel secondo mese, il mese di Ziv.
1Re 6,38 Salomone impiegò sette anni a costruire il tempio. Esso fu terminato in ogni particolare, secondo il progetto, nel suo undicesimo anno di regno, nell'ottavo mese, il mese di Bul.

1Re 8,2 Tutti gli Israeliti si riunirono in presenza del re per la festa che si celebra nel settimo mese, il mese di Etanim.
1Re 12,32 Istituì poi una nuova festa, simile a una che si celebrava nel territorio di Giuda. Essa aveva luogo il quindici dell'ottavo mese. Quando offriva sacrifici al vitello d'oro di Betel, saliva egli stesso all'altare. Mandò anche a Betel alcuni sacerdoti che aveva scelto per i santuari sulle colline.
1Re 12,33 Il quindici dell'ottavo mese, - aveva scelto lui a suo piacere questa data, - Geroboamo andò all'altare che aveva fatto costruire a Betel e celebrò la festa per gli abitanti d'Israele. Andò personalmente a presentare offerte d'incenso.

2Re 15,13 Sallum, figlio di labes, divenne re d'Israele. Era il trentanovesimo anno di regno di Ozia, re di Giuda. Regnò in Samaria solo un mese.
2Re 25,1 Nel nono anno del regno di Sedecia, il giorno dieci del decimo mese, Nabucodonosor arrivò sotto Gerusalemme con tutto il suo esercito. Le truppe si accamparono di fronte alla città e le costruirono attorno dei terrapieni.
2Re 25,3 In quell'anno si esaurirono le scorte di viveri della città, e la fame divenne insopportabile per la popolazione. Il giorno nove del quarto mese,
2Re 25,8 Nell'anno diciannovesimo del regno di Nabucodonosor re di Babilonia, il giorno sette del quinto mese, Nabuzardan ministro del re di Babilonia e comandante delle guardie entrò in Gerusalemme.
2Re 25,25 Nel settimo mese dello stesso anno, Ismaele figlio di Netania e nipote di Elisa, imparentato con la famiglia reale, si recò a Mizpa con dieci uomini e uccise Godolia, insieme con i Babilonesi e gli abitanti di Giuda che si trovavano lì con lui.
2Re 25,27 Trentasette anni dopo la deportazione di loiachin re di Giuda, Evil-Merodach diventò re di Babilonia. Il ventisette del dodicesimo mese di quell'anno, Evil-Merodach liberò loiachin dalla prigione.
1Cr 1,5 Figli di Iafet: Gomer, Magor, Media, Iavan, Tubal, Mesech e Tiras.
1Cr 1,17 Figli di Sem: Elam, Assur, Arpacsad, Lud, Aram, Uz, Ul, Gheter e Mesech.
1Cr 9,21 Zaccaria, figlio di Meselemia, custodiva l'ingresso della tenda dell'incontro.
1Cr 12,16 Una volta questi guerrieri attraversarono il Giordano durante le piene del primo mese, anche se le acque avevano allagato tutti i terreni circostanti. Poi cacciarono tutti gli abitanti della valle sia a est sia a ovest.
1Cr 26,1 Si formano anche i gruppi dei portinai. Gruppo dei discendenti di Core: Meselemia, figlio di Core della famiglia di Ebiasaf.
1Cr 26,2 Figli di Meselemia: primogenito Zaccaria, secondo Iediael, terzo Zebadia, quarto Iatniel, quinto Elam, sesto Giovanni, settimo Elioenai.
1Cr 26,9 l figli e i parenti di Meselemia erano in tutto diciotto uomini molto validi.
1Cr 27,1 Gli Israeliti prestavano servizio al re. Questa è la lista dei capi delle famiglie, dei capi delle unità di mille e di cento uomini e degli ufficiali responsabili dei turni per il servizio degli Israeliti. Essi erano suddivisi in gruppi di ventiquattromila uomini che prestavano servizio, uno ogni mese, per tutti i mesi dell'anno.

1Cr 27,2-3 Primo mese: primo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Iasobeam figlio di Zabdiel dei discendenti di Perez, capo degli ufficiali dell'esercito per il primo mese.
1Cr 27,4 Secondo mese: secondo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Dodai del villaggio di Acoch, aiutato dal comandante Miklot.
1Cr 27,5 Terzo mese: terzo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Benaia figlio del sommo sacerdote Ioiada.
1Cr 27,7 Quarto mese: quarto gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Asael fratello di Ioab, poi il comando passò a suo figlio Zebadia.
1Cr 27,8 Quinto mese: quinto gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Samehut discendente di Zerach.
1Cr 27,9 Sesto mese: sesto gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Ira figlio di Ikkes del villaggio di Tekoa.
1Cr 27,10 Settimo mese: settimo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Chelez dei discendenti di Efraim del villaggio di Pelon.
1Cr 27,11 Ottavo mese: ottavo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Sibbecai dei discendenti di Zerach del villaggio di Cusa.
1Cr 27,12 Nono mese: nono gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Abiezer dei discendenti di Beniamino.
1Cr 27,13 Decimo mese: decimo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Marai dei discendenti di Zerach del villaggio di Netofa.
1Cr 27,14 Undicesimo mese: undicesimo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Benaia dei discendenti di Efraim del villaggio di Piraton.
1Cr 27,15 Dodicesimo mese: dodicesimo gruppo di ventiquattromila uomini. Comandante: Cheldai dei discendenti di Otniel del villaggio di Netofa.

2Cr 2,3 Ho infatti in animo di costruire un tempio per il Signore mio Dio. In questo luogo santo si brucerà incenso profumato, si presenterà con regolarità l'offerta dei pani e si bruceranno sacrifici: mattino e sera, ogni sabato, all'inizio di ogni mese e in tutte le feste del Signore nostro Dio, come è stabilito per sempre in Israele.
2Cr 3,1-2 Salomone cominciò la costruzione del tempio di Gerusalemme nel secondo mese del suo quarto anno di regno. L'area era già stata predisposta da suo padre Davide nella fattoria di Ornan il Gebuseo, sul colle di Moria, là dove il Signore era apparso a Davide.
2Cr 5,3 Tutti gli Israeliti si riunirono in presenza del re per la festa che si celebra nel settimo mese.
2Cr 7,10 Alla fine, il ventitré del settimo mese, Salomone rimandò il popolo a casa. Erano tutti lieti e contenti per il bene che Dio aveva fatto a Davide, a Salomone e a Israele suo popolo.

2Cr 8,13 Secondo le disposizioni di Mosè, egli faceva offrire sacrifici ogni giorno, al sabato, all'inizio del mese e nelle tre grandi feste dell'anno: quella dei Pani non lievitati, quella delle Settimane e quella delle Capanne.
2Cr 15,10 Si radunarono a Gerusalemme nel terzo mese del quindicesimo anno del regno di Asa.
2Cr 29,3 Nel primo anno del suo regno, proprio nel primo mese, Ezechia fece restaurare e riaprire le porte del tempio.
2Cr 29,17 Il lavoro cominciò il primo giorno del primo mese dell'anno; l'ottavo giorno cominciò la purificazione della sala principale del tempio e durò otto giorni. Il sedici del mese era tutto finito.
2Cr 30,2 Il re, d'accordo con le autorità e l'assemblea degli abitanti di Gerusalemme, stabilì di celebrare la Pasqua nel secondo mese dell'anno.
2Cr 30,3 Non era stato possibile celebrarla nel primo mese sia perché i sacerdoti non si erano ancora purificati in numero sufficiente sia perché il popolo non si era radunato a Gerusalemme.
2Cr 30,13 Nel secondo mese dell'anno moltissime persone vennero a Gerusalemme per celebrare la festa dei Pani non lievitati. Era un'assemblea numerosissima.
2Cr 30,15 Il giorno quattordici del secondo mese furono uccisi gli agnelli per la Pasqua. I sacerdoti e i leviti si vergognarono di non essere ancora purificati e, dopo averlo fatto, poterono offrire nel tempio i sacrifici completi.
2Cr 31,3 Il re destinò una parte del bestiame di sua proprietà per i sacrifici completi del mattino e della sera, del sabato, dell'inizio del mese e delle feste principali, come è prescritto nella legge del Signore.
2Cr 31,7 La consegna delle offerte cominciò nel terzo mese e finì nel settimo.
2Cr 35,1 Giosia celebrò a Gerusalemme la Pasqua in onore del Signore. Il quattordici del primo mese furono uccisi gli agnelli.
Esd 3,1 Nel settimo mese dell'anno gli Israeliti si erano ormai sistemati nelle diverse città e poterono convocare un assemblea generale a Gerusalemme.
Esd 3,5-6 Da allora in poi continuarono a offrire i vari sacrifici ogni giorno, all'inizio del mese, nelle feste del Signore, e ogni volta che qualcuno faceva offerte volontarie al Signore. Cominciarono il primo giorno del settimo mese, ma le fondamenta del tempio non erano ancora state poste.

Esd 6,14-15 In tal modo i capi dei rimpatriati poterono proseguire con successo l'opera di ricostruzione, sostenuti dalla parola del profeta Aggeo e di Zaccaria figlio di Iddo. Finalmente, il ventitré del mese di Adar del sesto anno del regno di Dario, la ricostruzione del tempio fu condotta a termine, secondo la volontà del Dio d'Israele, e gli ordini dei re persiani Ciro, Dario e Artaserse
Esd 6,19 I rimpatriati celebrarono la Pasqua il quattordici del primo mese dell'anno.
Esd 7,8-9 Era partito il primo giorno del primo mese e riuscì a raggiungere Gerusalemme il primo giorno del quinto mese dello stesso anno, perché Dio lo proteggeva.
Esd 8,31 Il dodici del primo mese siamo partiti dal fiume Aava verso Gerusalemme. Il nostro Dio continuava a proteggerci lungo il cammino e ci ha liberati dagli attacchi dei nemici e dei briganti.
Esd 10,9 Tutti gli uomini delle tribù di Giuda e di Beniamino si radunarono a Gerusalemme entro il termine fissato. Era il venti del nono mese. Tutto il popolo prese posto sul piazzale davanti al tempio. La gente tremava, sia perché la situazione era grave, sia perché pioveva a dirotto.
Esd 10,16 Gli altri rimpatriati fecero come era stato proposto. Il sacerdote Esdra scelse un rappresentante per ogni gruppo di famiglie discendenti dallo stesso antenato e indicò i loro nomi, il primo giorno del decimo mese cominciarono le riunioni per esaminare la questione.
Esd 10,17 L'inchiesta su quelli che avevano sposato donne straniere ebbe termine il primo giorno del primo mese dell'anno seguente.

Ne 1,1b Era l'anno ventesimo del regno di Artaserse e io mi trovavo nella cittadella di Susa. Nel mese di Casleu
Ne 2,1 Un giorno del mese di Nisan nel ventesimo anno del regno di Artaserse, durante un banchetto, venne il momento di servirgli il vino. Mentre glielo versavo, il re si accorse che il mio volto non era sereno come al solito.

Ne 6,15 La ricostruzione delle mura fu completata il venticinque del mese di Elul, dopo cinquantadue giorni di lavoro.
Ne 8,1 Nel settimo mese tutti gli abitanti della Giudea partirono dalle loro città e si radunarono tutti a Gerusalemme nella piazza davanti alla porta delle Acque. Esdra, esperto nella legge data agli Israeliti dal Signore, fu incaricato di portare il libro della legge di Mosè.
Ne 8,2 Il sacerdote Esdra lo portò davanti all'assemblea, composta di uomini, donne e bambini in grado di capire. Era il primo giorno del settimo mese.
Ne 8,14 che Dio aveva dato al popolo per mezzo di Mosè. Nella legge trovarono scritto che gli Israeliti dovevano abitare in capanne durante la festa delle Capanne che si celebra nel settimo mese.
Ne 9,1-2 Il ventiquattro dello stesso mese tutti gli Israeliti si radunarono per un pubblico digiuno. Si isolarono da tutti gli stranieri; indossarono vestiti di tela di sacco e si sparsero
polvere sul capo. In questo modo riconobbero i loro peccati e quelli dei loro antenati.
Ne 10,22 Mesezabeel, Zadok, laddua,
Ne 10,34 Questo contributo servirà per l'offerta dei pani, per i vari sacrifici quotidiani, per quelli del sabato, dell'inizio del mese e delle feste, per le altre offerte sacre, per i sacrifici fatti per ricevere il perdono dei peccati del popolo e per le altre spese del tempio.
Ne 11,24 Petachia - figlio di Mesezabeel, dei discendenti di Zerach, della tribù di Giuda - era il rappresentante del popolo alla corte del re di Persia.

Tb 2,12 Alla consegna dei lavori, i suoi padroni la pagavano secondo il dovuto. Il giorno sette del mese di Distros, Anna terminò una pezza e la consegnò ai suoi padroni. Essi le diedero la paga dovuta e in più le regalarono un capretto da mangiare.
Gdt 2,1 Nel diciottesimo anno del suo regno, il ventidue del primo mese, il re degli Assiri Nabucodonosor decise di effettuare le sue minacce e diede ordine nel suo palazzo di far vendetta di tutti quei popoli.
Gdt 3,10 Oloferne pose l'accampamento tra le città di Gebe e di Scitopoli e restò là un mese, per rifornire il suo esercito.


Gdt 15,11 Per il popolo d'Israele ci volle un mese intero per portar via tutto il bottino preso nell'accampamento assiro. A Giuditta regalarono la tenda di Oloferne, tutta la sua argenteria, i suoi letti, i servizi da tavola e tutti gli oggetti che gli appartenevano. Giuditta andò a prenderli. Caricò quanto poté sulla sua mula, il resto sui carri: fece un bel carico.
Est 2,16 Ester fu condotta alla corte del re Assuero nel settimo anno del regno, nel decimo mese, o mese di Tebet.
Est 3,7 Nel dodicesimo anno del regno di Assuero, nel primo mese, cioè nel mese di Nisan, Aman fece tirare a sorte la data dello sterminio, mese e giorno. Risultò il dodicesimo mese, cioè il mese di Adar, e il giorno tredici.
Est 3,12 Il giorno tredici del primo mese, il mese di Nisan, furono chiamati i segretari di corte e Aman dettò un ordine per tutti i governatori reali, i prefetti delle province e i capi delle varie popolazioni. I segretari scrissero a ogni provincia a nome del re Assuero, usando la scrittura locale e la lingua materna di ogni popolazione, poi sigillarono ufficialmente la lettera con l'anello del re.
Est 3,13 Le lettere furono spedite per mezzo di corrieri alle province dell'impero. Contenevano l'ordine di sterminare, uccidere, eliminare tutti gli Ebrei, giovani e vecchi, donne e bambini, tutti in un sol giorno, il tredici del dodicesimo mese, il mese di Adar. I loro beni dovevano essere confiscati.
Est 4,11 'Chiunque, uomo o donna, osa presentarsi al re nel suo palazzo, senza esservi chiamato, sarà messo a morte. Questa è la legge: lo sanno tutti i funzionari di corte e anche la gente delle province. Perché abbia salva la vita bisogna che il re stenda verso di lui il suo scettro d'oro. Quanto a me, è già un mese che il re non mi manda a chiamare'.
Est 8,9 Senza perdere tempo, il ventitré del terzo mese, il mese di Sivan, Mardocheo chiamò i segretari di corte e dettò gli ordini per tutti gli Ebrei, per i governatori, i prefetti e i funzionati delle centoventisette province dell'impero, dai confini dell'India fino all'Etiopia. Le lettere furono scritte nella lingua e con la scrittura di ogni popolazione. Agli Ebrei furono mandate dappertutto lettere nella loro lingua e scrittura.
Est 8,12 Queste disposizioni valevano per tutte le province dell'impero, ma solo per il giorno tredici del dodicesimo mese, o mese di Adar.
Est 9,1 Venne il tredici del dodicesimo mese, il mese di Adar. In quel giorno doveva essere eseguito il precedente decreto del re, e i nemici degli Ebrei speravano di averli in loro potere. Ma accadde tutto il contrario: gli Ebrei ebbero la rivincita sui loro nemici.
Est 9,15 Il quattordici del mese di Adar gli Ebrei di Susa si radunarono ancora e uccisero altri trecento uomini, ma non saccheggiarono i loro beni.
Est 9,16 Nelle province, il tredici del mese gli Ebrei si erano organizzati per difendersi, e si erano liberati dai loro nemici: ne uccisero in tutto settantacinquemila, però non toccarono i loro beni.
Est 9,21 Ordinava che ogni anno il 14 e il 15 del mese di Adar fossero giorni di festa.
Est 9,22 Quelli, infatti, erano i giorni in cui gli Ebrei avevano messo fine agli attacchi dei loro nemici. In quel mese il loro dolore si era mutato in gioia, i giorni di lutto erano diventati giorni di letizia. Tutti perciò dovevano far festa, organizzare pranzi, scambiarsi regali e fare doni ai poveri.
1Mac 1,54 Il 15 del mese di Casleu, nell'anno 145 dell'èra greca, il re Antioco fece costruire un idolo sull'altare dei sacrifici: fu questo l'orribile sacrilegio, questa fu la desolazione. Anche nelle vicine città della Giudea si costruirono altari pagani,
1Mac 1,58 Così i pagani trattavano con violenza gli Ebrei, e questo succedeva ogni mese quando si facevano ispezioni nelle città e qualcuno veniva sorpreso ad agire contro l'ordine del re.
1Mac 1,59 Il 25 di ogni mese si dovevano offrire sacrifici sopra il piccolo altare che era stato costruito sopra il grande altare dei sacrifici.
1Mac 4,52 Il 25 del nono mese, cioè del mese di Casleu, dell'anno 148 dell'èra greca, si alzarono di buon mattino
1Mac 4,59 Giuda, i suoi fratelli e tutta l'assemblea d'Israele decisero che la festa della dedicazione dell'altare si celebrasse con grande gioia ogni anno, per otto giorni, a partire dal 25 del mese di Casleu.
1Mac 7,43 Il 13 del mese di Adar i due eserciti cominciarono a combattere. L'esercito di Nicanore fu sconfitto e lui stesso cadde per primo in combattimento.
1Mac 7,49 Poi decisero di celebrare ogni anno quella festa il 13 del mese di Adar.
1Mac 9,3 Nel primo mese dell'anno 152 posero il loro accampamento contro Gerusalemme.
1Mac 9,54 Nel secondo mese dell'anno 153, il sommo sacerdote Alcimo ordinò di demolire il muro che circondava il tempio. Voleva distruggere quello che i profeti avevano costruito. Ma appena diede inizio all'opera di demolizione
1Mac 10,21 Gionata si mise le insegne sacerdotali nel settimo mese dell'anno 160, nella festa delle Tende. Poi si fece un esercito e iniziò la corsa agli armamenti.

1Mac 13,51 Il 23 del secondo mese dell'anno 171 entrarono nell'Acra portando rami di palme tra canti di lode e al suono di cetre, cembali e arpe. Tutti acclamavano e cantavano perché Israele era riuscito a cacciare via da Gerusalemme un grande nemico.
1Mac 14,27 Il testo del documento è questo:
'Era il giorno 18 del mese di Elul dell'anno 172 che corrisponde al terzo anno di Simone, sommo sacerdote. In Asaramel,
1Mac 16,14 In quel tempo Simone stava visitando le città della regione, preoccupato della loro amministrazione, e andò a Gerico con i suoi figli Mattatia e Giuda. Era l'anno 177, il penultimo mese, cioè il mese di Sebat.
2Mac 1,9 Ora, nell'anno 188 dell'èra greca, vi scriviamo perché anche voi celebriate la festa delle Tende nel mese di Casleu.

2Mac 1,18 'È il giorno 25 del mese di Casleu, e noi stiamo celebrando la festa della purificazione del tempio. Abbiamo pensato bene di informarvi, perché anche voi celebriate la festa delle Tende e del Fuoco. Noi ricordiamo così il tempo nel quale Neemia ricostruì il tempio e l'altare e offrì sacrifici.
2Mac 6,7 Ogni mese, quando il re celebrava il giorno della sua nascita, tutti venivano costretti a mangiare le vittime dei sacrifici. Nella festa del dio Dioniso, c'era l'obbligo di partecipare ai cortei, portando corone d'edera.
2Mac 10,5 Il tempio fu purificato proprio nell'anniversario del giorno in cui i pagani lo avevano profanato. Difatti era il 25 del mese chiamato Casleu.
2Mac 11,21 'State bene!'.
La lettera era datata il 24 del mese di Dioscoro dell'anno 148.

2Mac 11,30 Ebbene, tutti quelli che torneranno in patria entro il trenta del mese di Xantico, saranno sicuri della mia protezione.
2Mac 11,33 'State bene!'. La lettera era datata il 15 del mese di Cantico dell'anno 48.

2Mac 11,38 'State bene!'.
Questa lettera era datata il 15 del mese di Xantico dell'anno 148.


2Mac 15,36 E infine, riuniti in assemblea, decisero con voto unanime, di non dimenticare quella data, ma di celebrarla in futuro come giorno di festa. Era il 13 dei dodicesimo mese, che è detto in aramaico mese di Adar, la vigilia cioè della festa dei Purim.

Sal 81,4 Suonate la tromba per l'inizio del mese!
Per la luna piena celebrate la festa!

Pro 7,20 Ha portato con sé il sacchetto del denaro,
quindi non tornerà prima della metà
del mese'.

Sir 43,6 Anche il mese prende il nome dalla luna
che cresce in modo meraviglioso e ha fasi
diverse;
essa, che brilla nel firmamento,
è come un segnale per tutto quel che si
muove in cielo.

Is 47,13 Hai cercato fino a stancarti
il consiglio degli indovini!
Si presentino ora a salvarti
quelli che osservano le stelle
e consultano la mappa del cielo,
per dirti ogni mese quel che accadrà.

Ger 1,3 Il Signore gli parlò di nuovo quando era re loiakim figlio di Giosia, fino al termine dell'undicesimo anno di regno di un altro figlio di Giosia, Sedecia. Nel quinto mese di quell'anno, gli abitanti di Gerusalemme furono condotti in esilio.

Ger 28,1 Si era ancora all'inizio del regno di Sedecia re di Giuda, e precisamente nell'anno quarto del suo regno. Un giorno del quinto mese, il profeta Anania, figlio di Azzur originario di Gabaon, incontrò Geremia nel tempio, e davanti ai sacerdoti e a tutta la gente gli disse:
Ger 28,17 Il profeta Anania morì nel settimo mese di quello stesso anno.


Ger 36,9 Si era già nel quinto anno del regno di loiakim figlio di Giosia e re di Giuda. Nel nono mese di quell'anno tutto il popolo fu invitato a digiunare per ottenere i favori del Signore. Le popolazioni delle città di Giuda vennero a Gerusalemme per fare il digiuno insieme con gli abitanti di quella città.
Ger 39,1 Il re di Babilonia Nabucodonosor aveva schierato tutto il suo esercito per assediare la città. Era il decimo mese del nono anno del regno di Sedecia re di Giuda.
Ger 39,2 Dopo un anno e mezzo, nell'anno undicesimo del regno di Sedecia, nel giorno nove del quarto mese, i Babilonesi aprirono una breccia nelle mura della città.
Ger 41,1 Nel settimo mese dello stesso anno, Ismaele figlio di Natania e nipote di Elisama, imparentato con la famiglia reale e uno dei grandi ufficiali del re, si recò a Mizpa da Godolia con dieci uomini. Mentre mangiavano tutti insieme,
Ger 52,4 Nel nono anno del regno di Sedecia, il giorno dieci del decimo mese Nabucodonosor arrivò sotto Gerusalemme con tutto il suo esercito. Le truppe si accamparono di fronte alla città, le costruirono attorno dei terrapieni
Ger 52,6 In quell'anno si esaurirono le scorte di viveri della città e la fame divenne insopportabile per la popolazione. Il giorno nove del quarto mese
Ger 52,12 Nell'anno diciannovesimo del regno di Nabucodonosor, il dieci del quinto mese entro in Gerusalemme il comandante generale Neburadan, personaggio molto influente alla corte del re di Babilonia.
Ger 52,31 Trentasette anni dopo la deportazione di loiachin re di Giuda, diventò re di Babilonia Evil-Merodach. Il venticinque del dodicesimo mese di quell'anno, Evil-Merodach concesse la grazia a loiachin e lo fece uscire dalla prigione.
Bar 1,2 il sette del mese, cinque anni dopo che i Babilonesi conquistarono Gerusalemme e l'incendiarono.
Bar 1,8 In precedenza il dieci del mese di Sivan, Baruc aveva recuperato i vasi sacri rubati al tempio, per riportarli nella terra di Giuda. Erano quei vasi d'argento che aveva fatto fare il re di Giuda, Sedecia figlio di Giosia,
Ez 1,1-3 Io, Ezechiele sacerdote, figlio di Buzi, vivevo fra i deportati ebrei sulle rive del fiume Chebar in Babilonia. Nel trentesimo anno, il quinto giorno del quarto mese, il cielo si aprì e Dio mi mandò una visione. Era anche il quinto anno dalla deportazione del re loiachin. Lì, lungo il fiume Chebar, il Signore mi afferrò con la sua potenza e mi parlò.
Ez 8,1 Era il sesto anno dalla deportazione, il quinto giorno del sesto mese. Io stavo in casa mia, seduto insieme agli anziani dei deportati di Giuda, quando Dio, il Signore, mi afferrò con la sua potenza.
Ez 20,1 Nel settimo anno dalla deportazione, il decimo giorno del quinto mese, alcuni anziani d'Israele vennero a consultarmi per conoscere la volontà di Dio.
Ez 24,1 Nel nono anno dalla deportazione, il decimo giorno del decimo mese, il Signore mi disse:
Ez 26,1 Nell'undicesimo anno dalla deportazione, il primo giorno del mese, il Signore mi parlò:
Ez 27,13 I popoli di Grecia, di Tubal e di Mesech commerciavano con te e, in cambio dei tuoi prodotti, offrivano schiavi e oggetti di bronzo.
Ez 29,1 Nel decimo anno dalla deportazione, il dodicesimo giorno del decimo mese, il Signore mi disse:
Ez 29,17 Nel ventisettesimo anno dalla deportazione, il primo giorno del primo mese, il Signore mi parlò:
Ez 30,20 Nell'undicesimo anno dalla deportazione, il settimo giorno del primo mese il Signore mi parlò:
Ez 31,1 Nell'undicesimo anno dalla deportazione, il primo giorno del terzo mese, il Signore mi disse:
Ez 32,1 Nel dodicesimo anno dalla deportazione, il primo giorno del dodicesimo mese il Signore mi parlò:
Ez 32,17 Nel dodicesimo anno dalla deportazione, il quindicesimo giorno del dodicesimo mese, il Signore mi parlò:
Ez 32,26 'I re di Mesech e di Tubal sono laggiù con il loro esercito, in mezzo alle tombe dei loro soldati. Quegli incirconcisi sono morti in battaglia, loro che seminavano il terrore sulla terra dei vivi!
Ez 33,21 Nel dodicesimo anno dalla nostra deportazione, il quinto giorno del decimo mese, un uomo da Gerusalemme venne ad annunziarmi che la città era caduta in mano ai nemici.
Ez 38,2 'Ezechiele, rivolgiti verso Gog, capo supremo dei popoli di Mesech e di Tubal della regione di Magog. Pronunzia il mio messaggio contro di lui.
Ez 38,3 Riferiscigli quel che io, Dio, il Signore, dichiaro: Agirò contro di te, Gog, capo supremo dei popoli di Mesech e di Tubal.
Ez 39,1 Il Signore continuò: 'Ezechiele, riferisci a Gog le minacce che io, Dio, il Signore, pronunzio contro di lui: Agirò contro di te, Gog, capo supremo dei popoli di Mesech e di Tubal.
Ez 40,1 All'inizio del venticinquesimo anno dalla nostra deportazione, il dieci del mese, quattordici anni esatti dopo la caduta di Gerusalemme, Dio il Signore mi afferrò con la sua potenza e mi portò lontano:
Ez 45,18 'Io, il vostro Dio, il Signore, ordino ancora: Il primo giorno del primo mese, offrirete in sacrificio un toro senza difetti per purificare il santuario.
Ez 45,20 Al sette del mese, rifarete la stessa cosa per chi ha commesso peccato senza volerlo o senza saperlo. Così purificherete il tempio.
Ez 45,21 'Il quattordici del primo mese comincerete a celebrare la festa di Pasqua. Durerà sette giorni e mangerete pane senza lievito.
Ez 45,25 'Per la festa che ha inizio il quindici del settimo mese il principe seguirà le stesse norme della festa di Pasqua. Ogni giorno per sette giorni, offrirà gli stessi sacrifici per il perdono dei peccati, gli stessi sacrifici completi e le stesse offerte di grano e di olio'.


Ez 47,12 Su entrambe le rive del torrente cresceranno alberi da frutta di ogni tipo. Non smetteranno mai di produrre frutti e le loro foglie non appassiranno mai. Anzi daranno un raccolto al mese perché sono irrigati dall'acqua che scorre dal santuario. I loro frutti serviranno da cibo e le loro foglie saranno usate come medicine'.

Dn 10,4 Il giorno ventiquattro del primo mese mi trovavo sulla riva del grande fiume, il Tigri.
Ag 1,1 Nel secondo anno del regno di Dario, il primo giorno del sesto mese, il Signore parlò per mezzo del profeta Aggeo. Il messaggio era rivolto al governatore di Giuda, Zorobabele figlio di Sealtiel, e al sommo sacerdote Giosuè, figlio di Iozedak.
Ag 1,15 Era il ventiquattresimo giorno del sesto mese nel secondo anno del regno di Dario.


Ag 2,1 Il ventunesimo giorno del settimo mese dello stesso anno, il Signore parlò di nuovo per mezzo del profeta Aggeo.
Ag 2,10 Il ventiquattresimo giorno del nono mese del secondo anno del regno di Dario, il Signore, Dio dell'universo, si rivolse ancora al profeta Aggeo,
Ag 2,18 Da oggi in avanti fate bene attenzione. Questo giorno, il giorno in cui si sono poste le fondamenta del mio tempio, è il ventiquattresimo del nono mese. Fate bene attenzione.
Ag 2,20 Lo stesso giorno, il ventiquattro del mese, il Signore si rivolse una seconda volta ad Aggeo
Zc 1,1 Nel secondo anno del regno di Dario, durante l'ottavo mese, il Signore parlò al profeta Zaccaria, figlio di Barachia e nipote di Iddo.
Zc 1,7 Nel secondo anno del regno di Dario, il ventiquattresimo giorno dell'undicesimo mese, il mese di Sebat, il Signore diede un messaggio al profeta Zaccaria, figlio di Barachia e nipote di Iddo. Questo è il racconto di Zaccaria.
Zc 7,1 Nel quarto anno del regno di Dario, il quarto giorno del nono mese, il mese di Casleu, il Signore mi diede un messaggio.
Zc 7,2-3 Gli abitanti di Betel avevano mandato Sarezer e Reguem-Melek con una delegazione al tempio del Signore dell'universo per implorare la sua benedizione e per rivolgere una domanda ai sacerdoti e ai profeti: 'Dobbiamo continuare a piangere e a digiunare durante il quinto mese, come negli anni passati?'.
Zc 7,5 di riferire la sua risposta agli abitanti della regione e ai sacerdoti: 'Sono settant'anni che digiunate e vi lamentate durante il quinto e il settimo mese, ma non lo fate per onorare me.
Zc 8,19 'Io, il Signore dell'universo, vi annunzio che i digiuni che osservate nel quarto, quinto, settimo e decimo mese dell'anno diventeranno per il popolo di Giuda grandi feste, piene di gioia e allegria. Ma voi dovete amare la pace e la verità!
Zc 11,8 In un solo mese eliminai tre pastori, ma mi adirai con le pecore perché non volevano più saperne di me.
Lc 1,26 Quando Elisabetta fu al sesto mese Dio mandò l'angelo Gabriele a Nàzaret, un villaggio della Galilea.
Lc 1,36 Vedi: anche Elisabetta, tua parente, alla sua età aspetta un figlio. Tutti pensavano che non potesse avere bambini, eppure è già al sesto mese.
Ap 9,15 I quattro angeli, preparati proprio per quell'ora, quel giorno, quel mese, quell'anno, furono liberati per uccidere un terzo degli uomini.

Ap 22,2 In mezzo alla piazza della città, da una parte e dall'altra del fiume, cresceva l'albero che dà la vita. Esso dà i suoi frutti dodici volte all'anno, ogni mese il suo frutto. Il suo fogliame guarisce le nazioni.




  la ricerca ha riportato 234 risultati  
inizio pagina