B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Levitico
  > Libro: Levitico, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27  

(Testo TILC)

6
Prescrizioni per i sacerdotiIl sacrificio completo

1Il Signore disse a Mosè 2di comunicare ad Aronne e ai suoi figli questi ordini:
'Ecco le regole per il sacrificio completo: Questo sacrificio deve bruciare per tutta la notte sull'altare in cui si terrà acceso il fuoco. 3Il sacerdote, indossata la tunica di lino e i calzoni di lino, toglie dall'altare le ceneri grasse del sacrificio completo e le depone a fianco dell'altare. 4Poi cambia i vestiti e porta le ceneri in un luogo puro, fuori dell'accampamento. 5Il fuoco che brucia sull'altare non deve spegnersi: ogni mattina il sacerdote metterà legna sulla quale depone il sacrificio completo, prima di bruciarvi le parti grasse dei sacrifici per il banchetto sacro. 6Un fuoco perpetuo deve bruciare sull'altare, senza mai spegnersi.

L'offerta di vegetali

7'Ecco le regole per l'offerta di vegetali: Tocca ai figli di Aronne presentarla al Signore davanti all'altare. 8Uno dei sacerdoti prende una manciata di farina mescolata con olio e l'incenso, e brucia sull'altare questa parte dell'offerta chiamata, 'memoriale'. Il Signore l'accetta volentieri. 9Quel che resta può essere consumato da Aronne e dai suoi figli, ma essi devono mangiarlo senza aggiungervi lievito, nel recinto della tenda dell'incontro, che è un luogo santo. 10Non si dovrà cuocere il resto con lievito. Infatti, la parte che il Signore assegna loro proviene dalle offerte che gli sono presentate: è una parte altrettanto sacra quanto quella che è loro riservata da un sacrificio per il perdono o da un sacrificio di riparazione. 11Soltanto i discendenti maschi di Aronne possono consumarla, perché questa parte delle offerte presentate al Signore è riservata a loro per sempre. Ogni altra persona che entra in contatto con essa subirà gravi conseguenze'.
12Il Signore disse a Mosè: 13'Dal giorno in cui saranno consacrati, Aronne e i suoi figli dovranno offrire al Signore due chili di farina al giorno, una metà al mattino e l'altra metà alla sera. 14La farina deve essere mescolata con olio, e la pasta così ottenuta deve essere cotta sulla teglia. Poi, questa schiacciata va divisa in pezzi, prima di essere offerta al Signore. Il Signore accetterà volentieri quest'offerta.
15'Se un discendente di Aronne sarà consacrato sommo sacerdote, dovrà osservare la stessa regola: questa è un'offerta perpetua, integralmente bruciata in onore del Signore. 16Infatti ogni offerta di vegetali fatta da un sacerdote deve essere totale: non se ne deve mangiare nulla'.

Il sacrificio per il perdono

17Il Signore disse a Mosè 18di comunicare ad Aronne e ai suoi figli anche questi ordini: 'Ecco le regole riguardanti il sacrificio per il perdono dei peccati: Si deve sgozzare l'animale davanti al Signore, nel luogo in cui si sgozzano gli animali offerti, come sacrificio completo. Questa è un'offerta santissima, 19e il sacerdote che l'offrirà non può mangiarla che in un luogo santo, cioè nel recinto della tenda dell'incontro. 20Tutto quel che entrerà in contatto con la carne di quel sacrificio ne subirà le conseguenze: se una parte del sangue schizza su un vestito, la parte macchiata deve essere lavata in luogo santo; 21se si cuoce la carne in un recipiente di terra, bisogna poi rompere il recipiente; se si cuoce in un recipiente di bronzo, si dovrà strofinarlo e sciacquarlo con acqua. 22Soltanto gli uomini delle famiglie sacerdotali possono mangiare di questa carne, perché è santissima. 23Tuttavia, se il sangue di un animale sacrificato è stato portato all'interno della tenda dell'incontro e utilizzato nel santuario per una cerimonia di perdono, la carne di quell'animale non deve essere mangiata, ma gettata nel fuoco.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Levitico, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27  
inizio pagina