B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Isaia
  > Libro: Isaia, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66  

(Testo TILC)

40
Seconda parte
Parole di conforto

1'Confortate, confortate il mio popolo!',
dice il vostro Dio.
2 'Fate coraggio agli abitanti
di Gerusalemme,
e annunziate loro:
La vostra schiavitù è finita,
la vostra colpa perdonata;
il Signore vi ha fino in fondo
fatto pagare per tutti i vostri peccati'.
3Una voce grida:
'Preparate nel deserto
una via per il Signore,
tracciate nella steppa
una strada per il nostro Dio!
4Riempite le valli,
spianate monti e colline.
Il terreno accidentato e scosceso
diventi una grande pianura.
5Allora il Signore
manifesterà la sua presenza gloriosa
e tutti potranno vederla.
Il Signore stesso lo ha detto'.

6Una voce grida:
'Annunzia un messaggio!';
e io domando: 'Che cosa devo
annunziare?'.
'Annunzia che ogni uomo è come l'erba;
e la sua consistenza è come il fiore del
campo:
7secca l'erba, il fiore appassisce
quando il Signore
fa soffiare il vento su di essi.
Sì, l'uomo è come l'erba:
8secca l'erba e il fiore appassisce;
ma la parola del nostro Dio
dura per sempre'.

9Salì sulla cima del monte
e proclama a Sion la bella notizia.
Alza forte la voce!
Annunzia la bella notizia a Gerusalemme,
grida senza nessuna paura,
di' a tutte le città di Giuda:
'Arriva il nostro Dio!
10Dio, il Signore, viene con tutta la sua
potenza
e mostra il suo dominio.
Egli porta con sé, come segno di vittoria,
il popolo che ha liberato.
11Come un pastore conduce il suo gregge:
prende in braccio gli agnellini,
li porta sul petto
e ha cura delle pecore che partoriscono,
così Dio provvede per il suo popolo'.

Il Signore non ha paragoni

12Chi può misurare
con il cavo della mano l'acqua del mare
o il cielo con il palmo?
Chi può raccogliere tutta la polvere
della terra
con un secchio,
o pesare le montagne e le colline
con la bilancia?
13Chi ha guidato lo spirito del Signore
e gli ha suggerito quel che deve fare?
14Dio non ha bisogno di consigli
per sapere come agire rettamente.
Nessuno è in grado di insegnargli qualcosa
o di esortarlo a operare con saggezza.
15Per lui, i popoli,
sono come una goccia in un secchio,
come la polvere su una bilancia:
per lui le popolazioni lontane
pesano meno di un granello di sabbia.
16Per un sacrificio degno di Dio
non bastano tutti gli animali del Libano,
né i suoi alberi per alimentare il fuoco.
17Di fronte a Dio
tutti i popoli sono come un nulla,
per lui non valgono niente,
non sono che ombre.

18A chi volete paragonare Dio,
con quale immagine raffigurano?
19Non è una statua che un artista modella,
che l'orefice ricopre d'oro
e poi fissa con catene d'argento!
20Per chi non è molto ricco
basta prendere un legno che non marcisce
e cercare un abile artista
che gli costruisca una statua ben ferma.
21Non lo sapete? Non lo avete sentito?
Non vi è già noto fin dall'inizio?
Non avete capito come è stato fondato
il mondo?
22Dio siede sulla cupola che copre la terra,
di lassù gli uomini sembrano formiche;
egli distende il cielo come un velo,
lo dispiega come una tenda dove abitarvi.
23Toglie la forza ai potenti
e annienta i prìncipi della terra.
24Sono come pianticelle
trapiantate o appena seminate;
hanno piccole radici nella terra;
se Dio manda il vento contro di loro
essi seccano e volano via come paglia.

25'A chi volete paragonarmi?
Chi potrebbe essere uguale a me?',
domanda Dio che è santo.
26Alzate gli occhi e osservate:
chi ha creato le stelle?
Solo uno, il Forte e Potente.
Egli le conosce una per una;
le chiama tutte per nome
e nessuna manca all'appello.

27Israeliti, discendenti di Giacobbe,
perché continuate a ripetere:
'Il Signore non conosce la nostra
condizione,
non si interessa delle ingiustizie
che soffriamo'?
28Voi non sapete, non avete udito
che il Signore è Dio per sempre?
Egli ha creato il mondo
e non si stanca mai.
Nessuno può capire a fondo
la sua intelligenza.
29Egli dà energia a chi è affaticato
e rende forte il debole.
30Perfino i giovani si stancano,
anche i più forti vacillano e cadono;
31ma tutti quelli che confidano nel Signore
ricevono forze sempre nuove:
camminano senza affannarsi,
corrono senza stancarsi,
volano con ali di aquila.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Isaia, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66  
inizio pagina