B I B B I A .net   > Bibbia CEI 2008 > Bibbia CEI 1974 > La Bibbia TILC

Antico Gen Es Lv Nm Dt - Gios Gdc Rut 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Nee Tob Gdt Est 1Mac 2Mac
Testam. Gb Sal Prv Qo Cant Sap Sir - Is Ger Lam Bar Ez Dan Os Gioe Am Abd Gion Mich Naum Abac Sof Agg Zacc Mal

NuovoT. Mt Mc Lc Gv - At - Rom 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tit Flm Ebr - Giac 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd - Ap

(Versione sperimentale)
Ricerca per citazione:
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     

Ricerca per parola:
cerca all'interno di
CEI 2008:   CEI 74:   TILC:    Mostra N.Versetto:     
 
Isaia
  > Libro: Isaia, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66  

(Testo TILC)

15
Il Signore distruggerà Moab

1Questo messaggio riguarda il popolo di
Moab:
'Le città di Ar e di Kir, nella terra di Moab,
sono state distrutte in una sola notte,
e il silenzio copre le loro rovine.
2La gente di Dibon è salita sulle colline
per piangere nel santuario.
La gente di Moab piange
sulle città di Nebo e di Madaba;
si sono rasati le teste e le barbe
in segno di lutto.
3Nelle strade la gente, vestita di sacco, grida;
si lamenta nelle piazze e sulle terrazze.
4Gli abitanti di Chesbon e di Eleale urlano,
e si sentono fino alla città di Iaaz.
Anche i soldati tremano:
hanno perso il coraggio.
5Il mio cuore soffre per Moab.
La gente è scappata fin nella città di Zoar,
è fuggita fino a Eglat-Selisia.
Alcuni piangono e salgono verso Luchit,
altri scappano a Coronaim
e mandano grida strazianti.
6Il torrente di Nimrin è asciutto,
l'erba dei prati è seccata;
non ci sono più pascoli verdi.
7La gente attraversa la valle dei Salici,
cerca di fuggire con le sue provviste.
8Per tutto il territorio di Moab
non si sentono che lamenti
che risuonano fino a Eglaim e a Beer-Elim.
9Nella città di Dibon
il fiume si è arrossato di sangue,
ma il Signore sta per colpire con disgrazie
ancora peggiori!
Sì, tutti quelli che resteranno in Moab
verranno dilaniati da bestie feroci.

(Testo CEI2008)

15
Distruzione di Moab

1 Oracolo su Moab.
Sì, è stata devastata di notte,
Ar-Moab è stata distrutta;
è stata devastata di notte,
Kir-Moab è stata distrutta.
2È salita la gente di Dibon
sulle alture, per piangere;
sul Nebo e su Màdaba
Moab innalza un lamento;
ogni testa è rasata,
ogni barba è tagliata.
3Nelle sue strade si indossa il sacco,
sulle sue terrazze e nelle sue piazze
ognuno fa il lamento
e si scioglie in lacrime.
4Emettono urla Chesbon ed Elalè,
la loro eco giunge fino a Iaas.
Per questo gli armati di Moab alzano lamenti,
e il loro animo freme.
5Il mio cuore geme per Moab;
i suoi fuggiaschi giungono fino a Soar.
Piangendo, salgono la salita di Luchìt.
Sulla via di Coronàim
mandano grida strazianti.
6Le acque di Nimrìm sono un deserto,
l'erba si è seccata, finita è la pastura;
non c'è più nulla di verde.
7Per questo fanno provviste,
trasportano le loro riserve
al di là del torrente dei Salici.
8Risuonano grida
per tutto il territorio di Moab;
il suo urlo giunge fino a Eglàim,
fino a Beer-Elìm il suo urlo.
9Le acque di Dimon sono piene di sangue,
eppure colpirò Dimon con altri mali:
un leone per i fuggiaschi di Moab
e per il resto della regione.



> Cerca omelie su questo capitolo

  > Libro: Isaia, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66  
inizio pagina