LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 6 Agosto 2023 <

Venerdì 4 Agosto 2023

Sabato 5 Agosto 2023

Domenica 6 Agosto 2023

Lunedì 7 Agosto 2023

Martedì 8 Agosto 2023

Mercoledì 9 Agosto 2023

Giovedì 10 Agosto 2023

Venerdì 11 Agosto 2023

Sabato 12 Agosto 2023

Domenica 13 Agosto 2023

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:







  TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: FESTA
Colore liturgico: Bianco
Scheda Agiografica: TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE (ANNO A)
S0806A ;


NOTA: Quando questa festa ricorre in domenica, si proclamano le tre letture qui indicate; se la festa ricorre in settimana, si sceglie come prima lettura una delle due che precedono il Vangelo; il Salmo responsoriale è sempre lo stesso.

La Trasfigurazione non era destinata agli occhi di chiunque. Solo Pietro, Giacomo e Giovanni, cioè i tre discepoli a cui Gesù aveva permesso, in precedenza, di rimanere con lui mentre ridava la vita ad una fanciulla, poterono contemplare lo splendore glorioso di Cristo. Proprio loro stavano per sapere, così, che il Figlio di Dio sarebbe risorto dai morti, proprio loro sarebbero stati scelti, più tardi, da Gesù per essere con lui al Getsemani. Per questi discepoli la luce si infiammò perché fossero tollerabili le tenebre della sofferenza e della morte. Breve fu la loro visione della gloria e appena compresa: non poteva certo essere celebrata e prolungata perché fossero installate le tende! Sono apparsi anche Elia e Mosè, che avevano incontrato Dio su una montagna, a significare il legame dei profeti e della Legge con Gesù.
La gloria e lo splendore di Gesù, visti dai discepoli, provengono dal suo essere ed esprimono chi egli è e quale sarà il suo destino. Non si trattava solo di un manto esterno di splendore! La gloria di Dio aspettava di essere giustificata e pienamente rivelata nell’uomo sofferente che era il Figlio unigenito di Dio.

Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Nella nube luminosa apparve lo Spirito Santo e si udì la voce del Padre:
«Questi è il mio Figlio, l’amato:
in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo». (Cf. Mt 17,5)

Si dice il Gloria.


Colletta
O Dio, che nella gloriosa Trasfigurazione
del tuo Figlio unigenito
hai confermato i misteri della fede
con la testimonianza di Mosè ed Elia, nostri padri,
e hai mirabilmente preannunciato
la nostra definitiva adozione a tuoi figli,
fa’ che, ascoltando la parola del tuo amato Figlio,
diventiamo coeredi della sua gloria.
Egli è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Dn 7,9-10.13-14
La sua veste era candida come la neve.

Dal libro del profeta Danièle

Io continuavo a guardare,
quand’ecco furono collocati troni
e un vegliardo si assise.
La sua veste era candida come la neve
e i capelli del suo capo erano candidi come la lana;
il suo trono era come vampe di fuoco
con le ruote come fuoco ardente.
Un fiume di fuoco scorreva
e usciva dinanzi a lui,
mille migliaia lo servivano
e diecimila miriadi lo assistevano.
La corte sedette e i libri furono aperti.
Guardando ancora nelle visioni notturne,
ecco venire con le nubi del cielo
uno simile a un figlio d’uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui.
Gli furono dati potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano:
il suo potere è un potere eterno,
che non finirà mai,
e il suo regno non sarà mai distrutto.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 96

Il Signore regna, il Dio di tutta la terra.

Il Signore regna: esulti la terra,
gioiscano le isole tutte.
Nubi e tenebre lo avvolgono,
giustizia e diritto sostengono il suo trono.

I monti fondono come cera davanti al Signore,
davanti al Signore di tutta la terra.
Annunciano i cieli la sua giustizia,
e tutti i popoli vedono la sua gloria.

Perché tu, Signore,
sei l’Altissimo su tutta la terra,
eccelso su tutti gli dèi.

>

Seconda lettura

2Pt 1,16-19
Questa voce noi l’abbiamo udita discendere dal cielo.

Dalla seconda lettera di san Pietro apostolo

Carissimi, vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del Signore nostro Gesù Cristo, non perché siamo andati dietro a favole artificiosamente inventate, ma perché siamo stati testimoni oculari della sua grandezza.
Egli infatti ricevette onore e gloria da Dio Padre, quando giunse a lui questa voce dalla maestosa gloria: «Questi è il Figlio mio, l’amato, nel quale ho posto il mio compiacimento». Questa voce noi l’abbiamo udita discendere dal cielo mentre eravamo con lui sul santo monte.
E abbiamo anche, solidissima, la parola dei profeti, alla quale fate bene a volgere l’attenzione come a lampada che brilla in un luogo oscuro, finché non spunti il giorno e non sorga nei vostri cuori la stella del mattino.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 17,5c)
Alleluia, alleluia.
Questi è il Figlio mio, l’amato:
in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo.
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Mt 17,1-9
Il suo volto brillò come il sole.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui.
Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi essere qui! Se vuoi, farò qui tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli stava ancora parlando, quando una nube luminosa li coprì con la sua ombra. Ed ecco una voce dalla nube che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo».
All’udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: «Alzatevi e non temete». Alzando gli occhi non videro nessuno, se non Gesù solo.
Mentre scendevano dal monte, Gesù ordinò loro: «Non parlate a nessuno di questa visione, prima che il Figlio dell’uomo non sia risorto dai morti».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
(Dall'Orazionale CEI 2020)
Fratelli e sorelle, invochiamo Dio nostro Padre, che ci ha rivelato nel Figlio il servo fedele nel quale ha posto la sua compiacenza.
Preghiamo insieme e diciamo: Signore, nostra luce, ascoltaci.

1. Padre misericordioso, che in Cristo tuo Figlio ci hai detto e ci hai dato tutto, fa’ che la tua Chiesa cammini nella verità e nell’amore, per essere luce di salvezza al mondo intero. Noi ti preghiamo.
2. Dio giusto e santo, che hai chiamato l’umanità all’ascolto della tua parola vivente, fa’ che mediante la sapienza dello Spirito diveniamo veri discepoli del tuo Figlio. Noi ti preghiamo.
3. Dio paziente e ricco di grazia, che mai ti stanchi di cercare gli uomini dispersi a causa del peccato, fa’ che siano attenti a ogni segno della tua paternità, per essere trasfigurati a immagine del tuo Figlio. Noi ti preghiamo.
4. Dio di consolazione, che sulla croce hai glorificato il tuo Figlio, fa’ che ogni cristiano sappia rendere conto della beata speranza che porta nel cuore. Noi ti preghiamo.
5. Dio della gloria, che chiami ogni uomo a vivere alla tua presenza, fa’ che coltiviamo lo spirito di contemplazione, per pregustare la gioia che ci attende nel cielo. Noi ti preghiamo.

Ascolta la nostra preghiera, o Padre, e irradia su di noi la luce della santa montagna, perché siamo pienamente configurati a Cristo tuo Figlio, nel quale ci hai donato l’immagine splendente del tuo volto. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
Santifica queste offerte, o Padre,
per il mistero della gloriosa Trasfigurazione
del tuo Figlio unigenito,
e cancella i nostri peccati con lo splendore della sua luce.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.


PREFAZIO
Il mistero della Trasfigurazione

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo Signore nostro.
Dinanzi a testimoni da lui prescelti
egli rivelò la sua gloria,
e nella sua umanità, in tutto simile alla nostra,
fece risplendere una luce incomparabile,
per preparare il cuore dei discepoli
a sostenere lo scandalo della croce
e preannunciare il compimento,
nel corpo di tutta la Chiesa,
della gloria che rifulse in lui, suo capo.
E noi, uniti agli angeli e ai santi,
a te innalziamo sulla terra il nostro canto
e proclamiamo senza fine la tua gloria: Santo, ...


Antifona alla comunione
Quando Cristo si sarà manifestato, noi saremo simili a lui,
perché lo vedremo così come egli è. (1Gv 3,2)


Preghiera dopo la comunione
Il pane del cielo che abbiamo ricevuto
ci trasformi, o Padre, a immagine di Cristo,
che nella Trasfigurazione rivelò agli uomini
il mistero della sua gloria.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.



O M E L I E
a cura di
Qumran2.net


    Agenzia SIR       (Omelia del 06-08-2023)

L'evento della Trasfigurazione viene introdotto da un versetto, Mt 16,28, che lo lega al Regno di Dio ormai manifesto: In verità vi dico: vi sono alcuni tra i presenti che non morranno finché non vedranno il Figlio dell'uomo venire nel suo regno. Dobbiamo a Origene l'identificazione del monte con il Tabor che svetta dalla pianura di Izreel. Nel Vangelo ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 06-08-2023)
Siamo luce solo se ascoltiamo e mettiamo in pratica la Parola del Signore!
In questa domenica la liturgia celebra la festa della Trasfigurazione del Signore. L'evangelista Matteo, infatti, riferisce che «Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte» e, mentre pregava, «il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce». Mentre avveniva questa Tras ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 06-08-2023)
Lo svelamento di Gesù per noi
Sono tre i personaggi che assistono al fenomeno spettacolare della trasformazione gloriosa di Gesù. Gli stessi che poi presenzieranno al Getzemani all'agonia del loro Maestro e che erano stati scelti assieme ad Andrea dal gruppo dei pescatori (Mc 1, 6 - 20). Essi godono ciascuno di un primato: Pietro è infatti capo del collegio degli apostoli, Giacomo sarà i ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 06-08-2023)
Il figlio amato è più provato
Da questo Vangelo emergono tre consapevolezze che dobbiamo fare nostre e portare sempre con noi specie nei momenti più difficili... Continua a leggere su www.annunciatedaitetti.it La nostra missione continua con altri formati anche su: Instagram Facebook Telegram dove troverai anteprime e contenuti esclusivi. Abbiamo anche una WebTv Ascolta tutti i ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 06-08-2023)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Pino Pulcinelli * Ognuno di noi ha vissuto o vivrà momenti di festa, di contentezza, momenti di luce e di esaltazione... il giorno della nascita di un figlio, una festa di nozze, il giorno della laurea, un vecchio amico ritrovato. Quando ci succede qualcosa del genere, vorremmo poter fermare il tempo. Sono qu ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 06-08-2023)
Una nube luminosa
Per chi ama camminare in montagna, non c'è cosa più bella che alzarsi di buon mattino, sfruttare l'aria fresca all'ombra di un sole che ancora non fa sudare, mettersi in cammino, e giungere in vetta mentre il sole pittura l'aria, i monti e la natura tutta con lo splendore della sua luce. È una luce talmente bella, limpida e tersa che non ti fa pensare ad alt ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 06-08-2023)
Gesù, come il sole, come la luce
...
(continua)

 
    don Giampaolo Centofanti       (Omelia del 06-08-2023)

Molti nella loro vita hanno sperimentato la grazia di una vicinanza di Dio che parlava loro, li sosteneva, li consolava, scioglieva un nodo, apriva una strada... Si può aver sperimentato anche il venire portati nella preghiera, nella fiducia in Dio, anche dalla natura, dal paesaggio. Pensiamo a come ci accoglie su questo meraviglioso colle, in questa così do ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 06-08-2023)
Commento al Vangelo del 6 agosto
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 06-08-2023)
Trasfigurazione: la sua luce nel nostro buio
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 06-08-2023)

Questa domenica celebriamo la festa della Trasfigurazione del Signore. Matteo, a differenza di Luca, la colloca sei giorni dopo la professione di fede di Pietro (cf Mt 16,13-20) e il primo annuncio della passione, morte e risurrezione di Gesù (cf MT 16,21-28), evidenziandone il legame. Gesù conduce in disparte i suoi, «su un alto monte», che per tradizione b ...
(continua)

 
    don Giacomo Falco Brini       (Omelia del 06-08-2023)
La vita è metamorfosi
Nella festa della trasfigurazione di Gesù noi celebriamo un anticipo della nostra umanità divinizzata. È la festa della nostra umanità ritrovata in tutta la sua bellezza, persa a causa dell'antico peccato. Gesù decide di portare in disparte tre dei suoi discepoli (Mt 17,1). Se vogliamo riscoprire la nostra più profonda e autentica umanità, se vogliamo ritrov ...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 06-08-2023)

Nel turbinìo della ferialità affaccendati in 1000 questioni abbiamo bisogno di spazi e di svaghi, ma abbiamo anche bisogno di una boccata d'ossigeno spirituale che ci dia la bussola per muoverci senza indietreggiare per dare senso al nostro fare. Questa pagina evangelica che ci viene oggi offerta vuole proprio indicarci questo aspetto. Siamo uomini e donne ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 06-08-2023)
La Trasfigurazione del Signore: invito a contemplare il cielo
Celebriamo oggi la solennità della Trasfigurazione di nostro Signore Gesù Cristo sul Monte Tabor. A raccontarci questo momento glorioso e luminoso della vita del Signore e degli Apostoli è San Matteo nel suo Vangelo. Ecco come ci descrive questo momento e con quali sensazioni e riflessi sulla vita degli apostoli, che questa contemplazione del paradiso susc ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 06-08-2023)

Anche oggi la chiesa ci propone di contemplare il vangelo della trasfigurazione di Gesù, come abbiamo già fatto in quaresima. Ora siamo in tempo di vacanze e il salire sul monte con Gesù è già un'indicazione su come posso impostare la mia vacanza, affinché sia veramente un momento di riposo. Se non l'imposto bene, rischio di riscendere dal monte più stanco d ...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 06-08-2023)
#2minutiDiVangelo Matteo 17,1-9
Mt 17,1-9 Noi non apparteniamo alla morte Commento al Vangelo - Omelia a cura di don Marco Scandelli 2minutiDiVangelo ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 06-08-2023)
La stella del mattino sorga nei nostri cuori!
L'evento della trasfigurazione è ricordato anche nella seconda lettera di Pietro. L'autore sacro, immaginandosi l'apostolo Pietro, riassume quanto avvenne in cima al monte con le seguenti parole: «Gesù Cristo ricevette onore e gloria da Dio Padre» (2Pt 1,17a). Sottolinea in modo particolare l'ultimo atto di quella manifestazione divina dell'identità di Gesù ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 06-08-2023)
Al Dio grandissimo e bellissimo
Il cuore dell'estate, le città arroventate, l'estate che raggiunge lo zenit. Oggi celebriamo la Trasfigurazione del Signore, brano che leggiamo ogni anno in Quaresima e, più in sordina, all'inizio di Agosto. Quest'anno (ci voleva, con tutto l'immenso dolore che scuote il mondo) sostituisce la domenica e interrompe la serie delle parabole. Ironia della sort ...
(continua)

 
    Giancarlo Airaghi       (Omelia del 06-08-2023)
Domenica 6 agosto - se non solo Gesù...
...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 06-08-2023)
Volto di Gesù trasfigurato «Fiore di luce nel deserto»
La Trasfigurazione è una pagina di teologia per immagini: si tratta di vedere Gesù come il sole della nostra vita, e la vita sotto il sole di Dio. Gesù chiama di nuovo Pietro, Giovanni e Giacomo, i primi chiamati, e li porta con sé su un alto monte, là dove la terra s'innalza nella luce e dove lui stesso si veste di luce. Il suo volto brillò come il sole (17 ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 06-08-2023)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo (Mt 17,1-9)
...
(continua)

 
    don Antonino Sgrò       (Omelia del 06-08-2023)
L'ascolto lungo la via è la via della bellezza
Ho incontrato nella mia vita la bellezza? Esiste davvero o, anche se esiste, non è raggiungibile e devo accontentarmi di qualche suo sbiadito riflesso? E se esiste e l'ho incontrata, riesco a comunicarla o rimane un miraggio solo mio? La bellezza sembrerebbe essere luce che sta oltre noi e appalesarsi alla coscienza come nostalgia o anelito di essa. Ora, la ...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 06-08-2023)
Lui il sole noi la luna...
...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 06-08-2023)
Lui il sole noi la luna...
...
(continua)

 
    Frati Minori Cappuccini       (Omelia del 06-08-2023)
Commento su Matteo 17,1-9
...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 06-08-2023)
Alzatevi e non temete
Riflessioni dell'assistente spirituale nazionale del Movimento Apostolico Ciechi, don Alfonso Giorgio ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 06-08-2023)
E' bello per me stare qui!
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 06-08-2023)
Commento su Mt 17,1-9
Trasfigurazione del Signore Mt 17,1 - 9 La luce: sfolgorante; le vesti di Gesù diventano splendenti: in questa domenica che cade il 6 agosto il vangelo ci ricorda il mistero della Trasfigurazione. Interrompiamo per una domenica la lettura ricursiva del vangelo di Matteo per immergerci in questo mistero di luce. La luce: ci viene alla mente un salmo che si ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 06-08-2021)
Il nostro audio quotidiano
Ricevi ogni giorno il commento direttamente sul tuo telefono: unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti Resta aggiornato col sito: annunciatedaitetti.it Iscriviti anche al canale YouTube NOVITA': Ascolta raDioON la web radio dallo spirito divino. Clicca Qui oppure vai su www.rdon.it Ti aspettiamo anche su Instagram con tante immagini! Pe ...
(continua)

 
    don Carlo Occelli       (Omelia del 06-08-2021)
Commento al Vangelo 6 agosto 2021
...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 06-08-2021)
Nello splendore di Gesù Cristo (Mc 9,2-10)
...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 06-08-2021)
Trasfigurazione del Signore - Commento al Vangelo
...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 06-08-2020)
Ascoltiamo il Verbo di Dio
Celebriamo oggi la grande festa della Trasfigurazione del Signore, che i cristiani d'oriente chiamano «Pasqua dell'estate». L'evangelista scrive che «Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte». In questa occasione i tre discepoli più intimi di Gesù fanno un'esperienza singolarissima, vedono il vo ...
(continua)

 
    don Carlo Occelli       (Omelia del 06-08-2020)
Commento al Vangelo 6 agosto 2020
...
(continua)

 
    don Marco Scandelli       (Omelia del 06-08-2020)
#2minutiDiVangelo - Giovedì 06/08 - Gesù ci vuole a valle a lavorare perché il bene raggiunga tutti
Commento al Vangelo di giovedì 06 agosto 2020 - la Trasfigurazione - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Matteo 17,1-9 In un contesto balneare, appare interessante soffermarsi in questo Vangelo sull'esperienza vissuta da Pietro e confermata dalle sue parole: "Signore, è bello per noi stare qui". L'esperienza del riposo in Dio, nella sua ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 06-08-2020)
Trasfigurazione del Signore
...
(continua)

 
    don Giampaolo Centofanti       (Omelia del 06-08-2020)

Gesù non si nasconde per trent'anni per falsa modestia né si manifesta per superbia e vanitosità. È l'Amore nel Padre che lo guida. Qui si rivela nella sua gloria ad alcuni apostoli, ad alcuni pastori e dice loro di non comunicare ad altri questa visione finché non sia risorto dai morti. Fortifica dunque nella fede questi tre discepoli in vista dello scandal ...
(continua)