LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 19 Febbraio 2023 <

Venerdì 17 Febbraio 2023

Sabato 18 Febbraio 2023

Domenica 19 Febbraio 2023

Lunedì 20 Febbraio 2023

Martedì 21 Febbraio 2023

Mercoledì 22 Febbraio 2023

Giovedì 23 Febbraio 2023

Venerdì 24 Febbraio 2023

Sabato 25 Febbraio 2023

Domenica 26 Febbraio 2023

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:







  VII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
AO070 ;

Gesù Cristo, Dio-con-noi e umanità nuova, insegna ai suoi discepoli il comandamento dell’amore, la nuova legge del
Vangelo che sostituisce per sempre la legge pagana del vecchio uomo: “Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico”.
Il nostro spirito trema sentendo le esigenze di questo nuovo comandamento. Non è forse più facile aggredire chi ci aggredisce e amare chi ci ama? Forse è a questo che ci spingerebbero i nostri sensi, è questa la voce dell’anima umiliata non ancora raggiunta dalla luce del Dio di Gesù Cristo, del solo vero Dio. Ecco perché l’amore di carità è un precetto insolito, che apre ad un nuovo orizzonte antropologico la civiltà antica e ogni civiltà umana possibile.
Visto da questo orizzonte, l’uomo, ogni uomo, appare creato a immagine e somiglianza di Dio e non più formato secondo una natura disuguale e arbitraria, come invece credevano i pagani. Liberato dai suoi peccati grazie all’azione redentrice di Cristo e rinnovato dall’azione dello Spirito, l’uomo, ogni uomo, è il tempio in cui risplende lo Spirito di Dio. Dio ama l’uomo per se stesso, a tal punto che consegna alla morte suo Figlio.
Dal momento che Dio ci ama in questo modo e ci ha fatti partecipi del suo amore, noi non possiamo che perdonare il nostro prossimo e aiutarlo perché viva e si sviluppi.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Io nella tua fedeltà ho confidato;
esulterà il mio cuore nella tua salvezza,
canterò al Signore, che mi ha beneficato. (Sal 12,6)


Colletta
Il tuo aiuto, Dio onnipotente,
ci renda sempre attenti alla voce dello Spirito,
perché possiamo conoscere ciò che è conforme alla tua volontà
e attuarlo nelle parole e nelle opere.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure (Anno A):
O Dio, che nel Vangelo del tuo Figlio
hai rivelato la perfezione dell'amore,
apri i nostri cuori all'azione del tuo Spirito,
perché siano spezzate le catene della violenza e dell'odio,
e il male sia vinto dal bene.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Lv 19,1-2.17-18
Ama il tuo prossimo come te stesso.

Dal libro del Levìtico

Il Signore parlò a Mosè e disse:
«Parla a tutta la comunità degli Israeliti dicendo loro: “Siate santi, perché io, il Signore, vostro Dio, sono santo.
Non coverai nel tuo cuore odio contro il tuo fratello; rimprovera apertamente il tuo prossimo, così non ti caricherai di un peccato per lui.
Non ti vendicherai e non serberai rancore contro i figli del tuo popolo, ma amerai il tuo prossimo come te stesso. Io sono il Signore”».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 102

Il Signore è buono e grande nell’amore.

Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tutti i suoi benefici.

Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue infermità,
salva dalla fossa la tua vita,
ti circonda di bontà e misericordia.

Misericordioso e pietoso è il Signore,
lento all’ira e grande nell’amore.
Non ci tratta secondo i nostri peccati
e non ci ripaga secondo le nostre colpe.

Quanto dista l’oriente dall’occidente,
così egli allontana da noi le nostre colpe.
Come è tenero un padre verso i figli,
così il Signore è tenero verso quelli che lo temono.

>

Seconda lettura

1Cor 3,16-23
Tutto è vostro, ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Fratelli, non sapete che siete tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi? Se uno distrugge il tempio di Dio, Dio distruggerà lui. Perché santo è il tempio di Dio, che siete voi.
Nessuno si illuda. Se qualcuno tra voi si crede un sapiente in questo mondo, si faccia stolto per diventare sapiente, perché la sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio. Sta scritto infatti: «Egli fa cadere i sapienti per mezzo della loro astuzia». E ancora: «Il Signore sa che i progetti dei sapienti sono vani».
Quindi nessuno ponga il suo vanto negli uomini, perché tutto è vostro: Paolo, Apollo, Cefa, il mondo, la vita, la morte, il presente, il futuro: tutto è vostro! Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (1Gv 2, 5)
Alleluia, alleluia.
Chi osserva la parola di Gesù Cristo,
in lui l’amore di Dio è veramente perfetto.
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Mt 5,38-48
Amate i vostri nemici.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle.
Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico”. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
(Dall'Orazionale CEI 2020)
La bontà del Padre ci ha inseriti, con il Battesimo, nel grande disegno della salvezza. Supplichiamo il Signore, perché ci aiuti a leggere gli eventi quotidiani alla luce della sua provvidenza.
Preghiamo insieme e diciamo: Padre, sia glorificato il tuo nome.

1. Per la Chiesa, popolo santo di Dio: sia per l’umanità una testimonianza di fede luminosa e trasparente, e germe fecondo di unità e di speranza. Preghiamo.
2. Per i pastori della Chiesa: raccolgano intorno al Signore l’intera famiglia dei suoi figli e la servano umilmente con la parola e con l’esempio. Preghiamo.
3. Per i responsabili delle nazioni e degli organismi internazionali: cerchino con coscienza retta ciò che giova al vero progresso dei popoli e non si lascino corrompere dalla seduzione del denaro e del potere. Preghiamo.
4. Per quanti si adoperano ad alleviare le sofferenze umane: riconoscano il Cristo nei piccoli e nei poveri e siano testimoni credibili della perenne novità del Vangelo. Preghiamo.
5. Per noi qui riuniti intorno all’altare: mettendo in pratica la Parola ascoltata, sappiamo collaborare, con i doni che abbiamo ricevuto, alla crescita del Regno. Preghiamo.

La tua sapienza, o Padre, ci aiuti a camminare nelle tue vie, perché nelle vicende del mondo siamo sempre rivolti alla speranza che splende in Cristo Signore. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
O Signore, in obbedienza al tuo comando
celebriamo questi misteri:
fa' che i doni offerti in onore della tua gloria
ci conducano alla salvezza eterna.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona alla comunione
Annuncerò tutte le tue meraviglie. In te gioisco ed esulto,
canto inni al tuo nome, o Altissimo. (Cf. Sal 9,2-3)

Oppure:
O Signore, io credo che tu sei il Cristo,
il Figlio del Dio vivente,
colui che viene nel mondo. (Cf. Gv 11,27)

Oppure (Anno A):
«Se amate quelli che vi amano,
quale merito ne avete?», dice il Signore. (Cf. Mt 5,46)


Preghiera dopo la comunione
Dio onnipotente,
il pegno di salvezza ricevuto in questi misteri
ci conduca alla vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.



O M E L I E
a cura di
Qumran2.net


    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 19-02-2023)
Commento su Mt 5,38-48
Il senso di queste letture sta tutto racchiuso nella frase di Genesi 1,27: "Dio creò l'uomo a sua immagine" ribadito dalla seconda riga: "a immagine di Dio lo creò" Spesso abbiamo interpretato questo versetto nel senso orgoglioso di essere investiti di divinità, di superiorità sopra gli altri esseri creati sì da Lui ma senza il sigillo di "qualità", di ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 19-02-2023)
Amore, perdono e non vendetta!
Nel Vangelo di questa domenica Gesù mostra la via della vera giustizia mediante la legge dell'amore che supera quella del taglione, cioè «occhio per occhio, dente per dente» (cf Es 24,24; Lv 24,20). Questa antica regola imponeva di infliggere ai trasgressori pene equivalenti ai danni arrecati: la morte a chi aveva ucciso, l'amputazione a chi aveva ferito qua ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 19-02-2023)
Quel che conta è l'amore
"La lettera uccide, lo Spirito vivifica"(2Cor 3,6). Con questa espressione Paolo delinea il suo passaggio dalle convinzioni legalistiche del Giudaismo dalle prescrizioni ferree e tassative alla concezione più ampia e disinvolta del cristianesimo, che apporta un rinnovato sistema di rapporti verso i codici, le normative e le prescrizioni, in base alla legge d ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 19-02-2023)
Commento su Matteo 5,38-48
Nel contesto, ampio e articolato, del discorso della montagna, affrontiamo oggi alcuni detti del Signore: "Non apponetevi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pòrgigli anche l'altra. (...) Amate i vostri nemici, pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli. Se amate quelli c ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 19-02-2023)

In questa settima domenica del tempo ordinario, alle soglie della Quaresima, il Vangelo proietta una scandalosa aurora sugli occhi dei cristiani, uno scorcio di quel "non ancora" che illumina e provoca il "già" di chi ascolta. Chi è venuto a dare compimento alle parole di Mosè le sta, via via, rendendo perfette liberandole dai limiti che la paura ha sinora i ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 19-02-2023)
Va bene tutto, però...
È vero che domenica scorsa il Vangelo ci aveva detto che "si può dare di più", che non bisogna conformarsi con una morale minimalista - sia pur perfetta, impeccabile - come quella che scribi e farisei portavano avanti osservando alla lettera i precetti della Legge di Mosè: però adesso pare che il nostro Maestro stia "calcando un po' la mano"... un po' troppo ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 19-02-2023)

Almeno una volta nella vita abbiamo fatto esperienza di avere qualche nemico. Ma che significa? Amici sono quelli con cui abbiamo qualcosa in comune, con cui condividiamo interessi e stima. Invece, i nemici, cioè i ne-amici, non amici, sono quelli che non hanno nulla in comune con noi, anzi sono proprio diversi e spesso li avvertiamo come una minaccia. ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 19-02-2023)
Ama anche il tuo nemico (Mt 5,38-48)
...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 19-02-2023)
Chiamati alla santità individuale e comunitaria
L'ascolto orante della parola di Dio di questa domenica può suscitare due domande, che sono le seguenti: «Cosa voglio nella mia vita? Perché voglio perseverare nella mia comunità cristiana?» Cosa voglio dalla mia vita? Voglio essere santo. Dio parla a ciascuno di noi attraverso l'apostolo Paolo, e ci ricorda che questa nostra corporeità vivente è già dimor ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 19-02-2023)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo (Mt 5,38-48)
...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 19-02-2023)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Rocco Pezzimenti 1. Anche in ambito cristiano, molti continuano a ripetere che il sommo comandamento è, dopo aver amato il Signore al di sopra di ogni altra cosa, "amerai il prossimo come te stesso". In realtà dimentichiamo che questo dice la legge, o il Vecchio Testamento. Per noi vale il nuovo comandamento: "Am ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 19-02-2023)

Bambini avete compreso il Vangelo di oggi? Questi versetti che abbiamo letto sono i più difficili da vivere di tutta la Bibbia. Vediamo insieme cosa richiede il Signore da noi. "Avete inteso che fu detto: occhio per occhio e dente per dente,... ma io vi dico di non opporvi al malvagio" Ai tempi di Gesù una persona che aveva subito un qualsiasi torto potev ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 19-02-2023)
Commento al Vangelo del 19 febbraio
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 19-02-2023)
Cosa fate di straordinario?
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 19-02-2023)
Commento su Matteo 5,38-48
Il Vangelo di questa domenica riguarda un punto centrale e altissimo della vita cristiana: l'amore per i nemici. E «anche se la sapienza umana contesta Gesù e dice che amare i nemici è impossibile. Gesù contesta la sapienza umana dicendoci: amatevi altrimenti vi distruggerete. Perché la notte non si sconfigge con altra tenebra; l'odio non si batte con altro ...
(continua)

 
    Frati Minori Cappuccini       (Omelia del 19-02-2023)
Commento su Matteo 5,38-48
...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 19-02-2023)
Siate perfetti
Leggendo i testi di queste ultime due domeniche, possiamo contemplare da vicino la forza della Parola di Gesù e l'esigenza della proposta evangelica. Il maestro ci chiama alla perfezione, e il modello di questo cammino di conversione è il Padre del Cielo. Perfetti, certo. Perfetti nell'amore, nella misericordia, nella pazienza. Queste pagine del Vangelo di ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 19-02-2023)
Una storia nuova
Tutto è nostro: Paolo, Apollo, Cefa, il mondo, la vita, la morte, il presente, il futuro. Papa Francesco, o Papa Benedetto, il movimento che mi ha accompagnato a Cristo, quel maestro di vita spirituale, quella straordinaria esperienza in parrocchia, il mio cammino di fede, diremmo oggi. Tutto è nostro, ma noi siamo di Cristo e Cristo è di Dio. Questo poss ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 19-02-2023)
Noi vi ameremo ancora, vi ameremo sempre
...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 19-02-2023)
Porgere l'altra guancia è un atto per disarmare
Da tre domeniche camminiamo sui crinali da vertigine del discorso della montagna. Vangeli davanti ai quali non sappiamo bene come stare: se tentare di edulcorarli, oppure relegarli nel repertorio delle pie illusioni. Ci soccorre un elenco di situazioni molto concrete che Gesù mette in fila: schiaffo, tunica, miglio, denaro in prestito. E le soluzioni che pro ...
(continua)

 
    don Antonino Sgrò       (Omelia del 19-02-2023)
L'Amore oltre ogni limite
C'è un limite a tutto, si dice abitualmente. C'è un limite al dolore sopportato, alle offese subite, alla generosità elargita. Ma è davvero così? Parlare del limite significa alludere a qualcosa che non bisogna superare, ed è vero che non si deve andare oltre certe cose, dal momento che la nostra vita si regge su equilibri da mantenere per custodire la seren ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 19-02-2023)
Porgere l'altra guancia, quella dell'amore e del perdono
Uno degli insegnamenti più difficili da accettare da parte di noi uomini e cristiani è quello che oggi ci viene ricordato nel testo del Vangelo di Matteo della settima domenica del tempo ordinario e che ci prepara al cammino quaresimale che inizia mercoledì prossimo, 22 febbraio 2023, con il rito delle ceneri. La ricerca della perfezione dell'amore di Dio e ...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 19-02-2023)
La grazia del perdono
Gemma Calabresi, nel 50ennale della morte del marito il Commissario Luigi, rilasciò una intervista, per presentare il suo libro, alla Famiglia Cristiana, che mi ha sempre colpito e può essere utilizzata benissimo per la omelia di questa domenica: «Quella mattina del 17 maggio dopo che spararono a Gigi arrivò a casa il signor Federico, un amico di papà che a ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 19-02-2023)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: "Occhio per occhio e dente per dente". Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu porgigli anche l'altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagn ...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 19-02-2023)
E se il nemico fossi tu?
...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 19-02-2023)
Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre celeste
La gioia del Vangelo Riflessioni dell'assistente spirituale nazionale don Alfonso Giorgio sul Vangelo di domenica 19 febbraio 2023 ...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 19-02-2023)
Perfetti nell'amore
Il brano riguarda le ultime due antitesi di Gesù. Riguardano le nostre relazioni. Il Signore non ci chiede perfezione nei codici, nei cavilli o nei regolamenti. Ci vuole perfetti, certo, ma nell'amore. Taglione La quinta antitesi riguarda "legge del taglione" si trova in Es 21,24 e in altri due testi del Pentateuco. Era una legge di per sé molto saggia. In ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 19-02-2023)
Solo l'amore ci fa vivere bene la vita
...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 19-02-2023)
Videocommento su Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    Sulla strada - TV2000       (Omelia del 23-02-2020)
Commento su Matteo 5,38-48
...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 23-02-2020)
Audio commento alla liturgia - Mt 5,38-48
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    don Giovanni Berti       (Omelia del 23-02-2020)
Quale Maschera Scegliamo?
Clicca qui per la vignetta della settimana. "In questo mondo tutti sono orrendi... Sono tutti lì a urlare uno contro l'altro, nessuno è più educato, nessuno più si mette nei panni dell'altro!". È quello che dice al culmine della sua pazzia Arthur Fleck che diventato Joker si macchia di orrendi delitti nella metropoli di Gotham-City. La storia di fantasia ...
(continua)

 
    don Claudio Doglio       (Omelia del 23-02-2020)
Video commento a Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 23-02-2020)
Video commento a Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    don Luca Garbinetto       (Omelia del 23-02-2020)
Il disarmo del cuore
Disarmare. È forse questa l'azione più efficace che Gesù propone nei paradossi della Nuova Alleanza. Disarmare il potere del male, spogliarne di efficacia le strategie, svuotarne il contenuto. Il male esiste, e la cosiddetta ?legge del taglione', l'occhio per occhio, dente per dente ne aveva da secoli smussato la gravità. Oggi verrebbe da desiderare che alme ...
(continua)

 
    don Fabio Zaffuto       (Omelia del 23-02-2020)
Anche quando fa shopping Dio è diverso! Video commento su Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    don Fabio Zaffuto       (Omelia del 23-02-2020)
Vuoi vincere il Giro d'Italia? Video commento su Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 23-02-2020)
Amate i vostri nemici!
Amare è difficile! Noi contraccambiamo, spesso, non l'amore, ma l'amicizia, con chi ci accetta, con chi la pensa come noi e con chi non ci dà troppo fastidio. Però, nel brano evangelico proposto oggi dalla liturgia, abbiamo ascoltato che Gesù chiede ai suoi discepoli qualcosa di decisamente scomodo, difficile da comprendere e accettare: «Amare i nemici». Com ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 23-02-2020)
Esplosione d'amore
A causa di un recente passato in cui la nostra nazione è stata campo centrale di battaglia di una delle più efferate azioni belligeranti della storia - parlo, ovviamente, della Seconda Guerra Mondiale - spesso siamo ancora oggetto di attenzione da parte degli artificieri, che vengono chiamati solitamente da ignari lavoratori edili, sorpresi da inattesi ritro ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 23-02-2020)
Amare per sradicare il male
Se vuoi essere una persona migliore, sradica il male che c'è in te. Nel tempo, le relazioni, le circostanze e la vita ci hanno portati ad esse più maliziosi, meno spontanei e meno genuini. Sulla terra, la presenza di persone buone che rteniamo essere un modello di vita, sono l'esempio di chi nonostante il comune modo di fare del mondo, hanno avuto il cora ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 23-02-2020)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Lucia Piemontese Dopo aver proclamato le beatitudini sul monte, il Signore rilegge - secondo il primo Vangelo - le prescrizioni della Legge, non per abolirla ma per darle compimento (cf. Mt 5,17), Essa, infatti, resta valida ma viene portata alla sua perfezione nella presenza e nella vita stessa di Gesù. C'è un o ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 23-02-2020)

Cari bambini e ragazzi, ben trovati! Siamo ormai alle porte della Quaresima e questa domenica le letture sono meravigliose... perciò non perdiamoci in chiacchiere e tuffiamoci subito nella Parola. Si parla immediatamente di santità: il Levitico ci chiede di essere santi come è santo il Signore. Cioè il nostro scopo nella vita è essere santi. Ogni volta c ...
(continua)

 
    Luca Rubin       (Omelia del 23-02-2020)
Perfetto, come chi taglia il traguardo
Hai presente quando ti si prospetta un qualcosa più grande di te, oltre le tue reali possibilità? Ansia, momenti di panico, vertigini, e anche a voler essere positivi ti manca un po' il respiro, e ti senti togliere la terra sotto i piedi. Ecco, la pagina di vangelo che stiamo leggendo ed esplorando è proprio evocatrice di tutto questo. S ...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 23-02-2020)
Lectio Divina - VII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A
...
(continua)

 
    don Roberto Farruggio       (Omelia del 23-02-2020)
Commento alle letture - VII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)
...
(continua)

 
    don Mario Simula       (Omelia del 23-02-2020)
"Amore non amore"
Quanto è grande l'amore di Dio? Quanto dista l'oriente dall'occidente, quanto è grande e incondizionata la tenerezza di un padre verso i figli. Dio Amore si lascia toccare con mano tutti i giorni della nostra esistenza. Egli perdona tutte le nostre colpe. Guarisce le nostre ferite. Ci circonda di bontà e di misericordia. E' pietoso; è lento all'ira; è gr ...
(continua)

 
    Bella prof! - don Gianmario Pagano       (Omelia del 23-02-2020)
Porgere l'altra guancia? Il più efficace metodo di lotta
...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 23-02-2020)
Commento al Vangelo del 23 febbraio
...
(continua)

 
    don Luciano Cantini       (Omelia del 23-02-2020)
Perfetti?
Avete inteso Oggi ci troviamo davanti ad una pagina tra le più difficili, e nello stesso tempo tra le più sublimi, del Vangelo. In una società come la nostra in cui la conflittualità è la norma le parole di Gesù sono per la mentalità dell'uomo moderno come irreali, impossibili, e persino ingenue. Facciamo fatica a vivere serenamente le relazioni, in una soc ...
(continua)

 
    don Gaetano Luca (Amore)       (Omelia del 23-02-2020)
Commento su Matteo 5,38-48
...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 23-02-2020)
Amate i vostri nemici
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 23-02-2020)
Amare i nemici. Con Gesù si può
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 23-02-2020)

Gesù ci sta portando nel cuore dei comandamenti, che è l'amore al nemico. Ci chiediamo subito: "È possibile mettere in pratica un'esigenza come questa? No. allora Gesù ci chiede l'impossibile? Neanche. La risposta è che Gesù non ci dà solo il comandamento di amare i nemici, ma ci dà anche la grazia, cioè la capacità di farlo. Se si fosse limitato a darci il ...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 23-02-2020)
Porgi l'altra guancia: disinnesca il male
Una serie di situazioni molto concrete: schiaffo, tunica, miglio. E soluzioni in sintonia: l'altra guancia, il mantello, due miglia. La semplicità del vangelo! «Gesù parla della vita con le parole proprie della vita» (C. Bobin). Niente che un bambino non possa capire, nessuna teoria astratta e complicata, ma la proposta di gesti quotidiani, la santità di og ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 23-02-2020)
Le nuove regole dell'amore e della comunione
Alla vigilia dell'inizio della Quaresima 2020, la parola di Dio di questa VII domenica del tempo ordinario ci detta delle regole di comportamento molto chiare. Sia nel brano della prima lettura che nel Vangelo si parla appunto di tutto quello che ci compete fare per camminare sulla strada della santità. Nel libro del Levitico sono esplicitate queste norme d ...
(continua)

 
    mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola       (Omelia del 23-02-2020)
Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano
...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 23-02-2020)
Amare cosí
Il brano di vangelo di domenica scorsa ci ha spinto a dare di piú, a dare il meglio di noi. Oggi mettiamo la ciliegina sulla torta. Questi ultimi due insegnamenti, infatti, sono ancora piú radicali e sorprendenti. Gesù ci chiama alla perfezione dell'amore. Nascosto in noi, impastato nelle fibre piú profonde del nostro essere, c'è il DNA di Dio. Che è amore. ...
(continua)

 
    don Domenico Luciani       (Omelia del 23-02-2020)
Lectio Divina. La grazia dell'impossibile
...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 23-02-2020)
Commento su Matteo 5,38-48
"Che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?". Con queste domande si conclude il Vangelo di Matteo di questa VII settimana Domenica del tempo ordinario. Un invito chiaro e inequivocabile a superare il minimo dovuto per fare della nostra vita qualcosa di "straordinario", cioè di non comune, al di la della normalità. Gesù di fatto sembra far ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 23-02-2020)
#StradeDorate - Commento su Matteo 5,38-48
...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 23-02-2020)
Gratitudine e gratuità, ovvero: diaconia
Gratitudine Il primo atteggiamento, di fronte al Cristo risorto che ci ha parlato, è quello della gratitudine. La nostra gratitudine nasce dallo stupore per l'esuberanza del dono immeritato dell'amore misericordioso del Padre verso ciascuno di noi. Il Padre ha fiducia di noi e ci accoglie così come siamo qui ed ora, vulnerabili e peccatori. Il salmo 102, ...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 23-02-2020)
La rivoluzione della non-violenza
In questa domenica che precede l'inizio della quaresima, continuando il discorso della montagna il vangelo (Matteo 5,38-48) spiega quella beatitudine che proclama "Beati i miti", cioè quanti non usano violenza, neppure nell'intento di affermare un proprio presunto diritto. Nell'antico Israele (prima lettura, Levitico 19) era già raccomandato l'amore del pro ...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 23-02-2020)
Audio commento a Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 23-02-2020)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo(Mt 5,38-48)
...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 23-02-2020)
Un nemico da perdonare
...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 23-02-2020)
L'amore che tutto vince
Si prosegue con le esortazioni della scorsa Domenica intorno alla "legge della libertà" che supera la norma scritta, per la quale qualsiasi normativa o disposizione vigente, anche in ordine civile e sociale, va ottemperata senza vincoli oggettivi e senza lo sprone derivato dal timore delle pene, ma piuttosto in rapporto alla verità che ci rende liberi di agi ...
(continua)

 
    frate Attilio Gueli       (Omelia del 23-02-2020)
La Mitezza: commento al Vangelo Mt 5,38-48
...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 23-02-2020)
Commento su Matteo 5,38-48
...E, con questa domenica, il tempo ordinario consegna il testimone al tempo forte di Quaresima: ci attendono sette settimane all'insegna della penitenza, per giungere a Pasqua finalmente riconciliati con noi stessi, con il prossimo e con Dio. C'è molto lavoro da fare: chi ha qualche questione seria in sospeso, chi invece deve mettere mano ad un lavoro anco ...
(continua)