LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 8 Gennaio 2023 <

Venerdì 6 Gennaio 2023

Sabato 7 Gennaio 2023

Domenica 8 Gennaio 2023

Lunedì 9 Gennaio 2023

Martedì 10 Gennaio 2023

Mercoledì 11 Gennaio 2023

Giovedì 12 Gennaio 2023

Venerdì 13 Gennaio 2023

Sabato 14 Gennaio 2023

Domenica 15 Gennaio 2023

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:







  BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: FESTA
Colore liturgico: Bianco
Scheda Agiografica: BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO A)
AO010 ;

Gesù chiede a Giovanni di battezzarlo, ma non ha bisogno alcuno di tale battesimo di penitenza perché, dall’inizio, tutto si realizzi e perché si manifesti la Santa Trinità che egli è venuto a rivelare. Giovanni invitava il popolo a prepararsi alla venuta imminente del Messia. A lui è concesso di contemplare ciò a cui aspira ogni uomo che prega e che contempla: Giovanni percepisce e insieme accoglie il mistero di Dio, quello del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Giovanni vede il Figlio, il Verbo eterno di Dio, e lo indica già come il Salvatore. Sente il Padre, che nessuno riesce a vedere, testimoniare e attestare che quello è davvero suo Figlio (Gv 5,36-37). Percepisce poi la presenza dello Spirito che si posa sulla superficie dell’acqua, madre di ogni vita (Gen 1,2). È lo Spirito che è sceso su Maria, generando in lei la vita umana e divina (Lc 1,35). È lo Spirito che scenderà un giorno sugli apostoli perché fecondino la terra e le diano vita eterna(At 2,4). E, pur avendo avuto un altro battesimo, altrimenti efficace (Mc 10,39), anche noi siamo stati battezzati “nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” (Mt 28,19). E, secondo la promessa, la Santa e Divina Trinità pone in noi la sua dimora (Gv 14,23). Essa trasforma la nostra vita, affidandola a Dio e attirandoci verso di lui con la forza di attrazione della risurrezione.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Battezzato il Signore, si aprirono i cieli
e come una colomba lo Spirito discese su di lui,
e la voce del Padre disse:
«Questi è il mio Figlio, l’amato:
in lui ho posto il mio compiacimento». (Cf. Mt 3,16-17)


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
che dopo il battesimo nel fiume Giordano
proclamasti il Cristo tuo amato Figlio
mentre discendeva su di lui lo Spirito Santo,
concedi ai tuoi figli di adozione,
rinati dall’acqua e dallo Spirito,
di vivere sempre nel tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure:
O Padre, il tuo Figlio unigenito
si è manifestato nella nostra carne mortale: concedi a noi,
che lo abbiamo conosciuto come vero uomo,
di essere interiormente rinnovati a sua immagine.
Egli è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure:
Padre santo,
che nel battesimo del tuo amato Figlio
hai manifestato la tua bontà per gli uomini,
concedi a coloro che sono stati rigenerati
nell’acqua e nello Spirito
di vivere con pietà e giustizia in questo mondo
per ricevere in eredità la vita eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Is 42,1-4.6-7
Ecco il mio servo di cui mi compiaccio.

Dal libro del profeta Isaìa

Così dice il Signore:
«Ecco il mio servo che io sostengo,
il mio eletto di cui mi compiaccio.
Ho posto il mio spirito su di lui;
egli porterà il diritto alle nazioni.
Non griderà né alzerà il tono,
non farà udire in piazza la sua voce,
non spezzerà una canna incrinata,
non spegnerà uno stoppino dalla fiamma smorta;
proclamerà il diritto con verità.
Non verrà meno e non si abbatterà,
finché non avrà stabilito il diritto sulla terra,
e le isole attendono il suo insegnamento.
Io, il Signore, ti ho chiamato per la giustizia
e ti ho preso per mano;
ti ho formato e ti ho stabilito
come alleanza del popolo
e luce delle nazioni,
perché tu apra gli occhi ai ciechi
e faccia uscire dal carcere i prigionieri,
dalla reclusione coloro che abitano nelle tenebre».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 28

Il Signore benedirà il suo popolo con la pace.

Date al Signore, figli di Dio,
date al Signore gloria e potenza.
Date al Signore la gloria del suo nome,
prostratevi al Signore nel suo atrio santo.

La voce del Signore è sopra le acque,
il Signore sulle grandi acque.
La voce del Signore è forza,
la voce del Signore è potenza.

Tuona il Dio della gloria,
nel suo tempio tutti dicono: «Gloria!».
Il Signore è seduto sull’oceano del cielo,
il Signore siede re per sempre.

>

Seconda lettura

At 10,34-38
Dio consacrò in Spirito Santo Gesù di Nazaret.

Dagli Atti degli Apostoli

In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: «In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga.
Questa è la Parola che egli ha inviato ai figli d’Israele, annunciando la pace per mezzo di Gesù Cristo: questi è il Signore di tutti.
Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui».

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mc 9,9)
Alleluia, alleluia.
Si aprirono i cieli e la voce del Padre disse:
«Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!».
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Mt 3,13-17
Appena battezzato, Gesù vide lo Spirito di Dio venire su di lui.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
(Dall'Orazionale CEI 2020)
Al Padre, che nel Battesimo del suo Figlio Gesù ha rivelato a tutti i popoli l’unico salvatore del mondo, eleviamo con fiducia la nostra preghiera.
Preghiamo insieme e diciamo: Confermaci nel tuo Spirito, o Padre.

1. Per la santa Chiesa: purificata dal sangue di Cristo, Agnello senza macchia, sia fedele alla missione di illuminare i popoli con la luce del Vangelo. Preghiamo.
2. Per i pastori, i religiosi e gli animatori della catechesi, della liturgia e della carità: collaborino in unità di intenti alla crescita delle comunità cristiane. Preghiamo.
3. Per tutti i battezzati, per i genitori e i padrini: professino gioiosamente la fede in Dio Padre che ci ha creati, nel Figlio che ci ha redenti, nello Spirito che ci ha santificati. Preghiamo.
4. Per i confermati nella santa Cresima con il dono dello Spirito: crescano nella somiglianza a Cristo e corrispondano con carità operosa alla grazia dei Sacramenti. Preghiamo.
5. Per coloro che soffrono nel corpo e nello spirito: immersi nel mistero di Cristo vi attingano forza per sostenere le prove della vita. Preghiamo.

O Padre, che nell’acqua del Battesimo e nell’unzione dello Spirito fai risuonare la tua voce che invita a seguire Cristo tuo Figlio, trasformaci in testimoni luminosi della tua gloria. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Accogli, o Padre, i doni che la Chiesa ti offre
celebrando la manifestazione del tuo amato Figlio,
e trasformali per noi nel sacrificio perfetto
che ha lavato il mondo da ogni colpa.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
Consacrazione e missione di Gesù

È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Nel battesimo di Cristo al Giordano
tu hai operato segni prodigiosi
per manifestare il mistero del nuovo lavacro:
dal cielo hai fatto udire la tua voce,
perché il mondo credesse
che il tuo Verbo abitava in mezzo a noi;
con lo Spirito che si posava su di lui come colomba
hai consacrato Cristo tuo Servo
con olio di letizia,
perché gli uomini riconoscessero in lui il Messia,
inviato a portare ai poveri il lieto annuncio.
E noi, uniti alle potenze dei cieli,
con voce incessante proclamiamo la tua lode: Santo, ...


Antifona alla comunione
Questa è la testimonianza di Giovanni:
«Ho contemplato lo Spirito discendere e rimanere su di lui:
egli è il Figlio di Dio». (Cf. Gv 1,32.34)

Oppure:
Giovanni disse:
«Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te,
e tu vieni da me?».
«Lascia fare per ora – rispose Gesù –
Perché conviene che adempiamo ogni giustizia». (Mt 3,14-15)


Preghiera dopo la comunione
Padre misericordioso,
che ci hai saziati con il tuo dono,
concedi a noi di ascoltare fedelmente
il tuo Figlio unigenito,
per chiamarci ed essere realmente tuoi figli.
Per Cristo nostro Signore.



O M E L I E
a cura di
Qumran2.net


    padre Antonio Rungi       (Omelia del 08-01-2023)
Dal Battesimo di Cristo al valore del nostro Battesimo
La solennità del Battesimo di Gesù che si celebra nella domenica successiva all'Epifania ci fa fare un salto temporale di 30 anni. Dalla grotta di Betlemme dove arrivarono ad adorare il Bambino Gesù i sapienti venuti dall'Oriente si passa direttamente al fiume Giordano, dove Giovanni Battista, il precursore esercita il suo ministero con l'insegnamento e con ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 08-01-2023)
Commento al Vangelo del 8 gennaio
...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 08-01-2023)
Battesimo: segno di umiltà e solidarietà!
Quello amministrato da Giovanni, era un atto penitenziale, un gesto che invitava all'umiltà di fronte a Dio, invitava ad un nuovo inizio: immergendosi nell'acqua, il penitente riconosceva di avere peccato, implorava da Dio la purificazione dalle proprie colpe ed era invitato a cambiare i comportamenti sbagliati, quasi morendo nell'acqua e risorgendo a una nu ...
(continua)

 
    Omelie.org - autori vari       (Omelia del 08-01-2023)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Alvise Bellinato Tra gli aneddoti relativi alla vita di P. Pio da Pietrelcina ce n'è uno veramente curioso. Un giorno il santo frate udì una persona che bestemmiava e prontamente le assestò un potente ceffone in piena faccia "con quanta forza aveva nel braccio" riferiscono i testimoni. L'episodio è ben imm ...
(continua)

 
    Omelie.org (bambini)       (Omelia del 08-01-2023)

Buona domenica ragazzi! Con la festa di oggi si conclude il tempo di Natale. Un tempo bello, ricco di gioia, di amicizia tra le persone. Ma il vero motivo che ci rende felici è la nascita di Gesù. Infatti il Natale è il segno, proprio attraverso la vita di Gesù, che il Padre Dio ha a cuore la nostra amicizia, la nostra salvezza. Certo ragazzi, perché non d ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 08-01-2023)
Album di famiglia
La frase chiave di tutto il Vangelo e della nostra vita è questa: «Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento». Il Padre si compiace del Figlio perché quel figlio riconosce che la sua vita è un dono e un'opportunità di collaborare col Padre e non sceglie di vivere a modo proprio, ma seguendo la volontà del Padre nonostante a vol ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 08-01-2023)
Tiriamo avanti le lancette della Chiesa!
"Secondo noi, questa cosa andrebbe fatta così: però è lei il parroco, lei è sacerdote, decida lei!". Sfido qualsiasi mio confratello sacerdote a dirmi di non essersi mai sentito rivolgere da qualche parrocchiano una frase simile a questa, riguardo a qualsiasi cosa: dalle più banali (come quelle relative alla posizione di una statua in chiesa) a quelle più pr ...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 08-01-2023)
Fra Epifania e Pasqua c'è Battesimo
Non a torto alcuni commentatori rilevano che la giornata di oggi può essere considerata un prolungamento dell'Epifania e per ciò stesso dell'intero Tempo di Natale che abbiamo appena celebrato. A mio giudizio si tratta di un anello di congiunzione che prolunga il Natale e che da' anche un preludio alla Pasqua perché oggi è il giorno dell'ulteriore manifestaz ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 08-01-2023)
Dio si manifesta come Trinità d'amore
È molto importante l'umiltà, perché è verità, è la verità della propria vita. Così ha testimoniato Giovanni Battista quando Gesù va al Giordano per farsi battezzare da lui. "Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?" Cos'è avvenuto in quel giorno? Gesù si mette in fila coi peccatori, non perché avesse bisogno di purificazione e di p ...
(continua)

 
    don Antonino Sgrò       (Omelia del 08-01-2023)
Generati dall'amore del Padre
I Padri della Chiesa hanno letto il gesto dell'immersione nel Giordano come un atto di solidarietà di Colui che era senza peccato con tutti i peccatori, perché Gesù si mette in fila come uno di loro, ultimo tra gli ultimi; a partire da questo primo "abbassamento", il Figlio dell'Altissimo continuerà a chinarsi sull'uomo mediante una serie di azioni inedite c ...
(continua)

 
    don Roberto Rossi       (Omelia del 08-01-2023)
Tu da me?
...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 08-01-2023)
Commento su Matteo 3,13-17
All'inizio dell'Avvento vi ho avvertiti che ciò che avrei detto a modo di bilancio preventivo, lo avrei ripetuto dopo Natale, quale bilancio consuntivo... Ci serva a combattere la tentazione di archiviare troppo in fretta il Natale... Calato il sipario sui fatti della nascita, facciamo un salto di 30anni e arriviamo sulle rive del Giordano dove Giovanni ...
(continua)

 
    Monaci Benedettini Silvestrini       (Omelia del 08-01-2023)

La festa del Battesimo di Gesù conclude il tempo liturgico del Natale. Domani iniziamo il tempo ordinario dell'anno liturgico. Al riguardo di questa festa tanti credenti e meno credenti si fanno un sacco di domande: Qual è il significato del Battesimo di Gesù? Perché Gesù, pur essendo senza peccato, riceve comunque il Battesimo da Giovanni? Quali sono i Vang ...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 08-01-2023)
Commento su Matteo 3,13-17
La prima domenica del tempo ordinario ci allieta della festa del Battesimo del Signore. Il colore dell'abito del celebrante è il bianco e non può non ricordare la vestina candida che si fa indossare ai neonati quando, per loro e con loro, i genitori e i padrini vanno a chiedere alla Chiesa il primo sacramento dell'iniziazione cristiana. Un giorno coronato da ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 08-01-2023)
Battesimo di Gesù Cristo (Mt 3,13-17)
...
(continua)

 
    don Roberto Seregni       (Omelia del 08-01-2023)
In lui ho posto il mio compiacimento
Ogni volta che leggo e medito il racconto del Battesimo di Gesù, rimango sempre sorpreso. Dopo trent'anni di silenzio e normalità, il Figlio di Dio atteso dalle genti non inizia il suo ministero pubblico con un solenne discorso nella piazza centrale di Gerusalemme o con un miracolo portentoso per lasciare tutti a bocca aperta, ma si mette in fila con i pecca ...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 08-01-2023)
Immersi nell'amore del Padre
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 08-01-2023)

Il tempo di Natale si conclude con la festa di oggi, Battesimo del Signore. Un episodio profondo, da comprendere e da non banalizzare. Gesù, il Figlio dell'Altissimo, si sottopone al battesimo di Giovanni, che serviva a manifestare la volontà di cambiare vita, disponendosi ad accogliere il Messia. Era un rito che non purificava dai peccati né infondeva lo Sp ...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 08-01-2023)

Oggi festeggiamo il battesimo del Signore. Si svolge nel punto più basso della Terra Santa, vicino al Mar Morto. Gesù ha fatto un lungo pellegrinaggio da casa sua per arrivare fin qui. L'ha fatto per ascoltare Giovanni Battista. Proviamo a metterci per un attimo nei suoi panni: Gesù è il Messia, ma non l'ha mai fatto. Come comincio? Cosa faccio? Vado a Ger ...
(continua)

 
    don Michele Cerutti       (Omelia del 08-01-2023)
Questo è il mio figlio prediletto nel quale mi sono compiaciuto
Il Dio incarnato che abbiamo contemplato in questi giorni nel presepe di Betlemme inizia i suoi primi passi nel ministero pubblico. Non sappiamo molto della sua infanzia tornato dall'Egitto dove è stato costretto a scappare ancora in fasce per fuggire dalla perfidia di Erode, il Vangelo ci offre una icona quando Maria e Giuseppe lo vedono a Gerusalemme, into ...
(continua)

 
    don Alfonso Giorgio Liguori       (Omelia del 08-01-2023)
Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento
La Gioia del Vangelo Riflessioni dell'assistente spirituale nazionale del Movimento Apostolico Ciechi ...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 08-01-2023)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo (Mt 3,13-17)
...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 08-01-2023)
Il Battesimo, l'immergersi in un oceano d'amore
Tramonto a Patmos, l'isola dell'Apocalisse. Stavamo seduti davanti al fondale magico delle isole dell'Egeo, in contemplazione silenziosa del sole che calava nel mare, un monaco sapiente e io. Il monaco ruppe il silenzio e mi disse: lo sai che i padri antichi chiamavano questo mare «il battistero del sole»? Ogni sera il sole scende, si immerge nel grande baci ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 08-01-2023)
Lasciati fare
Tu vieni da me?, si chiede stupito Giovanni il profeta. È lui che deve essere battezzato, purificato dal Messia, è lui che cerca, lui che, inquieto, ha consumato la sua vita cercando la salvezza. Ed invece è il Messia che viene a farsi battezzare. È lui, il salvatore, a venirgli incontro. A venirci incontro. Tu vieni da me?, non si capacita il più grande ...
(continua)

 
    padre Maurizio De Sanctis       (Omelia del 08-01-2023)
Immersi nell'infinito amore... per essere Chiese ambulanti!
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 08-01-2023)
Commento su Mt 3,13-17
Il vangelo di questa domenica ci porta al Giordano, con Giovanni che battezza, la fila di persone che chiedono il perdono, la possibilità di ricominciare una vita nuova e Gesù che arriva .. E qui nasce il problema: Giovanni non vuole battezzare Gesù, anzi vuole proprio impedirlo. Troppo grande la realtà che vede in Gesù: il Giusto, il Messia di Israele, atte ...
(continua)

 
    Frati Minori Cappuccini       (Omelia del 08-01-2023)
Commento su Matteo 3,13-17
...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 08-01-2023)
Non smettere di meravigliarti e stupirti
...
(continua)

 
    padre Fernando Armellini       (Omelia del 08-01-2023)
Videocommento su Mt 3,13-17
...
(continua)

 
    Paolo De Martino       (Omelia del 08-01-2023)
La fonte della serenità
Sono trascorsi trent'anni e il piccolo Gesù è diventato un uomo. Dopo anni di silenzio vissuti fra trucioli e pialle, decide di uscire allo scoperto. E' giunto il tempo di rivelare il vero volto di Dio. Dopo millenni di attesa cosa fa? Si mette in fila con i peccatori! Dio ama stupire, sempre. E come primo pulpito della sua manifestazione cosa sceglie? Una s ...
(continua)

 
    Wilma Chasseur       (Omelia del 12-01-2020)
Audio commento alla liturgia - Mt 3,13-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)

 
    Paolo Curtaz       (Omelia del 12-01-2020)
Video commento a Mt 3,13-17
...
(continua)

 
    Sulla strada - TV2000       (Omelia del 12-01-2020)
Commento su Matteo 3,13-17
...
(continua)

 
    Luca Rubin       (Omelia del 12-01-2020)
Un battesimo per due
Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasci&o ...
(continua)

 
    don Lucio D'Abbraccio       (Omelia del 12-01-2020)
Lo Spirito Santo è sceso su di lui
Termina oggi, con la festa del Battesimo di Gesù, il tempo delle manifestazioni di Cristo Signore. A Natale si è manifestato ai poveri, rappresentati dai pastori; all'Epifania si è manifestato ai Magi, che rappresentano tutti i popoli; oggi, ricevendo da Giovanni l'immersione nel Giordano, egli si manifesta al popolo di Israele. Secondo il racconto dell'eva ...
(continua)

 
    don Alberto Brignoli       (Omelia del 12-01-2020)
?Immersi? nella tenerezza di Dio
A quanto pare, alle prime comunità cristiane il battesimo di Gesù poneva qualche difficoltà. Come testimonia il dialogo tra Gesù stesso e il Battista riportato dal Vangelo di Matteo, ci si interrogava sul senso di un battesimo come "perdono dei peccati" amministrato al Figlio di Dio, colui che la prossima domenica lo stesso Giovanni Battista ci presenterà co ...
(continua)

 
    don Domenico Bruno       (Omelia del 12-01-2020)
Dio come ti amo!
Una volta, appena un bambino nasceva c'era la fretta di battezzarlo. Spesso questo momento molto importante per la vita di un cristiano è stato ritenuto, e lo è tutt'oggi, un rito propiziatorio, ben augurale... In realtà ha un significato molto più alto, anzi soprannaturale. Il Battesimo (che significa immersione) è il momento in cui noi nasciamo alla ver ...
(continua)

 
    fr. Massimo Rossi       (Omelia del 12-01-2020)
Commento su Matteo 3,13-17
La profezia di Isaia che abbiamo ascoltato in questo ultimo giorno del tempo di Natale, verrà utilizzata dal Signore, per rispondere alla domanda dei discepoli di Giovanni, se fosse lui il Messia. Il Vangelo di Matteo, che ascolteremo durante tutto quest'anno liturgico, ci informa che tra Giovanni Battista e Gesù non c'erano particolari affinità elettive e, ...
(continua)

 
    don Mario Simula       (Omelia del 12-01-2020)
"Chi è questo figlio? L'Amato"
Chi è questo Sconosciuto che si mischia tra la folla dei penitenti, aspettando il suo turno, per essere battezzato da Giovanni? Sembra l'ultimo degli ultimi. Sembra il peccatore che si mette in coda perché vuole che tutti gli passino avanti. Come se volesse dire: "Io sono ". Se lo fissiamo con amore, facciamo una scoperta unica: è Gesù di Nazareth. E' il ba ...
(continua)

 
    don Fabio Rosini       (Omelia del 12-01-2020)
Commento al Vangelo del 12 gennaio
...
(continua)

 
    mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola       (Omelia del 12-01-2020)
Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?
...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 12-01-2020)

Il Battesimo di Gesù segna l'inizio della sua missione. Giovanni Battista annunciava che veniva uno più forte di lui, s'aspettava un'altra salvezza con la venuta di Gesù, gloriosa, potente e quando si trova Gesù di fronte a lui in mezzo ad una fila di peccatori, quasi confuso dice: ma io ho bisogno di essere battezzato e tu viene a me? Giovanni Battista che ...
(continua)

 
    Missionari della Via       (Omelia del 12-01-2020)
La prossimità di Dio
...
(continua)

 
    padre Paul Devreux       (Omelia del 12-01-2020)

Giovanni Battista è un uomo che ha molto amato il suo popolo. Vede le cose che non vanno e capisce che Dio deve intervenire per portare giustizia e pace ai poveri, a quelli che soffrono. Una volta capito questo, pensa che tutti devono convertirsi per invogliare Dio a venire, perché la mentalità religiosa comune era che Dio si tiene lontano dai peccatori, pe ...
(continua)

 
    don Alessandro Farano       (Omelia del 12-01-2020)
Lectio Divina - Battesimo del Signore - Anno A
...
(continua)

 
    don Gaetano Luca (Amore)       (Omelia del 12-01-2020)
Commento su Matteo 3,13-17
...
(continua)

 
    padre Ermes Ronchi       (Omelia del 12-01-2020)
Battesimo: immergersi in un oceano d'amore
La scena grandiosa del battesimo di Gesù, con il cielo squarciato, con il volo ad ali aperte dello Spirito sulle acque del Giordano, con la dichiarazione d'amore di Dio, è accaduta anche al mio battesimo e accade ancora a ogni quotidiana ripartenza. La Voce, la sola che suona in mezzo all'anima, ripete a ciascuno: tu sei mio figlio, l'amato, in te ho posto i ...
(continua)

 
    don Luciano Cantini       (Omelia del 12-01-2020)
Uscì dall'acqua
Per farsi battezzare da lui Nell'immaginario dei giudei la figura del Messia è quella di un uomo forte, Giovanni Battista afferma che colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali (Mt 3,11). Il battesimo praticato al Giordano era un gesto penitenziale, ci si immergeva nell'acqua carichi dei propri peccati invocand ...
(continua)

 
    padre Antonio Rungi       (Omelia del 12-01-2020)
Un singolare Battesimo al fiume Giordano
Oggi, seconda domenica dell'anno 2020, celebriamo la festa del battesimo di Gesù al Giordano. Si tratta di un singolare e speciale battesimo, rispetto a tutti coloro che si facevano battezzare da Giovanni Battista con le acque purificatrici di questo fiume della Palestina. L'evangelista Matteo nel breve brano della descrizione del celebre fatto biblico ci d ...
(continua)

 
    diac. Vito Calella       (Omelia del 12-01-2020)
Conviene che adempiamo ogni giustizia
«Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia» (Mt 3,15). Gesù, dialogando con Giovanni, prima di immergersi nelle acque del Giordano, dà questa risposta al precursore. Il dialogo tra i due si trova esclusivamente nel Vangelo di Matteo. Risalta la necessità di «compiere ogni giustizia». Si tratta di portare a compimento «la giustizia» s ...
(continua)

 
    mons. Roberto Brunelli       (Omelia del 12-01-2020)
Gesù al fiume Giordano
Il vangelo secondo Matteo, quello che di norma si leggerà nelle Messe di quest'anno, dopo il resoconto di quanto avvenuto intorno alla nascita di Gesù passa di colpo al Gesù adulto, quando egli (i biblisti ritengono avesse trentatré o trentaquattro anni) diede inizio alla sua vita pubblica, conclusa dopo tre anni con la sua morte e risurrezione. Il primo epi ...
(continua)

 
    don Domenico Luciani       (Omelia del 12-01-2020)
Lectio Divina. Come il Figlio compiacimento del Padre
...
(continua)

 
    Agenzia SIR       (Omelia del 12-01-2020)
Commento su Matteo 3,13-17
"Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?". Queste parole di Giovanni Battista spiegano in modo sublime il grande mistero del Battesimo cristiano. Anche Gesù si fece battezzare da Giovanni Battista: secondo il racconto dei Vangeli, all'uscire di Gesù dall'acqua si aprirono i cieli, ed egli "vide lo Spirito di Dio scendere come una ...
(continua)

 
    don Roberto Fiscer       (Omelia del 12-01-2020)
#StradeDorate - Commento su Matteo 3,13-17
...
(continua)

 
    Diocesi di Vicenza       (Omelia del 12-01-2020)
La Parola - Commento al Vangelo di Matteo (Mt 3,13-17)
...
(continua)

 
    padre Gian Franco Scarpitta       (Omelia del 12-01-2020)
Il preambolo della gioia pasquale
Dopo la nascita di Gesù nella carne quasi improvvisamente l'attenzione si sposta sul suo Battesimo al fiume Giordano. Un contesto legato ancora al Natale, ma che a mio giudizio costituisce anche un preambolo della Pasqua, perché contiene in sé due elementi concomitanti che nell'una e nell'altra occasione si rendono presenti nella persona di Gesù: la sua umil ...
(continua)

 
    frate Attilio Gueli       (Omelia del 12-01-2020)
Il Battesimo di Gesù
...
(continua)

 
    don Claudio Luigi Fasulo       (Omelia del 12-01-2020)
Audio commento a Mt 3,13-17
...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 12-01-2020)
Commento su Is 42,1-4.6-7; Sal 28; At 10,34-38; Mt 3,13-17
Con la festività odierna, il Battesimo di Gesù, termina la serie delle manifestazioni del Signore. Il 25 dicembre Gesù si è manifestato ai poveri (Maria, Giuseppe, i Pastori); il 6 di gennaio si è manifestato alle gentilmente oggi, sulle rive del Giordano si manifesta al popolo di Israele. Colui che si presenta al giordano per farsi battezzare da Giovanni Ba ...
(continua)

 
    CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)       (Omelia del 12-01-2020)
Commento su Is 42,1-4.6-7; Sal 28; At 10,34-38; Mt 3,13-17
Nell'odierna liturgia Dio ci invita a contemplare la sua grandezza e la bellezza del creato. Ci permette così di scoprire la sua presenza nella storia degli uomini, ci fa sentire di esserci vicino e ci chiede, in maniera decisiva, di fare la nostra scelta fra luce e tenebre, chiedendoci di scegliere la luce per non essere avvolti, per sempre, dalle tenebre. ...
(continua)

 
    don Nicola Salsa       (Omelia del 12-01-2020)
Battesimo di Gesù
...
(continua)

 
    frate Attilio Gueli       (Omelia del 06-01-2020)
Il Battesimo di Gesù
...
(continua)

 
    a cura dei Carmelitani       (Omelia del 12-01-2008)
Prova
l'alter ego di Eva, perché se da una donna, oggetto di giochi "demoniaci", l'Umanità ha peccato conseguendo la morte, da una donna, Maria, "soggetto di progettualità divina", l'Umanità ha la strada per la salvezza eterna. Maria diventa lo spartiacque femminile tra l'antico e il nuovo testamento, tra la Genesi e l'Apocalisse, tra la morte terrena e la vita ...
(continua)

 
    don Giovanni Berti       (Omelia del 00-00-0000)
Fede Full Immersion
Clicca qui per la vignetta della settimana. "Full immersion" è una espressione inglese che letteralmente significa "totale immersione" e che si usa per indicare un'esperienza che coinvolge totalmente in termini di tempo ed energie. Se per esempio dico che faccio un corso di lingua straniera "full immersion" significa che nel poco tempo che ho devo dedicar ...
(continua)