LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 5 Dicembre 2021 <

Venerdì 3 Dicembre 2021

Sabato 4 Dicembre 2021

Domenica 5 Dicembre 2021

Lunedì 6 Dicembre 2021

Martedì 7 Dicembre 2021

Mercoledì 8 Dicembre 2021

Giovedì 9 Dicembre 2021

Venerdì 10 Dicembre 2021

Sabato 11 Dicembre 2021

Domenica 12 Dicembre 2021

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  II DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola
CA020 ;

La seconda domenica di Avvento presenta la figura di Giovanni Battista come segno della venuta della salvezza di Dio. La storia vive qui il suo culmine: il momento più atteso e più desiderato, il momento dell’annuncio del regno di Dio che comincia: il Messia sta per arrivare.
Nella tradizione dei grandi profeti dell’Antico Testamento, la parola di Dio è rivolta a Giovanni nel deserto. Giovanni - figlio di Zaccaria - diventa così profeta e precursore del Messia.
Malgrado le paure e il terrore che ispira, il deserto è, nella memoria religiosa del popolo di Israele, il luogo di riunione, dove Dio ha parlato al cuore del suo popolo, il luogo dove Dio è stato più che mai il pastore del suo gregge.
Del deserto Giovanni denuncia e ricorda l’identità religiosa più particolare del suo popolo: il Dio d’Israele è fedele al suo legame e mantiene le sue promesse di salvezza.
Convoca di nuovo i suoi nel deserto, per annunciare loro l’arrivo del Messia. Ma Dio si aspetta sempre dall’uomo un minimo di collaborazione ed esigerà da lui un battesimo di conversione, la purificazione dei suoi peccati, e lo sforzo di superare gli ostacoli che gli impediscono di vedere l’alba della salvezza.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Popolo di Sion, il Signore verrà a salvare le genti,
e farà udire la sua voce maestosa
nella letizia del vostro cuore. (cf. Is 30,19-30)

Non si dice il Gloria.


Colletta
Dio grande e misericordioso,
fa' che il nostro impegno nel mondo
non ci ostacoli nel cammino verso il tuo Figlio,
ma la sapienza che viene dal cielo
ci guidi alla comunione
con il Cristo, nostro Salvatore.
Egli è Dio, e vive e regna ...

Oppure:
O Dio, grande nell’amore,
che conduci gli umili alla luce gloriosa del tuo regno,
donaci di raddrizzare i sentieri e di appianare la via
per accogliere con fede la venuta del nostro Salvatore,
Gesù Cristo tuo Figlio.
Egli è Dio, e vive e regna con te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Bar 5,1-9
Dio mostrerà il tuo splendore a ogni creatura.

Dal libro del profeta Baruc

Deponi, o Gerusalemme, la veste del lutto e dell’afflizione,
rivèstiti dello splendore della gloria
che ti viene da Dio per sempre.
Avvolgiti nel manto della giustizia di Dio,
metti sul tuo capo il diadema di gloria dell’Eterno,
perché Dio mostrerà il tuo splendore
a ogni creatura sotto il cielo.
Sarai chiamata da Dio per sempre:
«Pace di giustizia» e «Gloria di pietà».
Sorgi, o Gerusalemme, sta’ in piedi sull’altura
e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti,
dal tramonto del sole fino al suo sorgere,
alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio.
Si sono allontanati da te a piedi,
incalzati dai nemici;
ora Dio te li riconduce
in trionfo come sopra un trono regale.
Poiché Dio ha deciso di spianare
ogni alta montagna e le rupi perenni,
di colmare le valli livellando il terreno,
perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio.
Anche le selve e ogni albero odoroso
hanno fatto ombra a Israele per comando di Dio.
Perché Dio ricondurrà Israele con gioia
alla luce della sua gloria,
con la misericordia e la giustizia
che vengono da lui.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 125

Grandi cose ha fatto il Signore per noi.

Quando il Signore ristabilì la sorte di Sion,
ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si riempì di sorriso,
la nostra lingua di gioia.

Allora si diceva tra le genti:
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
Grandi cose ha fatto il Signore per noi:
eravamo pieni di gioia.

Ristabilisci, Signore, la nostra sorte,
come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime
mieterà nella gioia.

Nell’andare, se ne va piangendo,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con gioia,
portando i suoi covoni.

>

Seconda lettura

Fil 1,4-6.8-11
Siate integri e irreprensibili per il giorno di Cristo.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippési

Fratelli, sempre, quando prego per tutti voi, lo faccio con gioia a motivo della vostra cooperazione per il Vangelo, dal primo giorno fino al presente. Sono persuaso che colui il quale ha iniziato in voi quest’opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù.
Infatti Dio mi è testimone del vivo desiderio che nutro per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù. E perciò prego che la vostra carità cresca sempre più in conoscenza e in pieno discernimento, perché possiate distinguere ciò che è meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, ricolmi di quel frutto di giustizia che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Lc 3,4.6)
Alleluia, alleluia.
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Lc 3,1-6
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!


+ Dal Vangelo secondo Luca

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto.
Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa:
«Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Attendere la venuta del Signore è molto ma non basta, a questo proposito deve corrispondere l’atteggiamento annunciato a gran voce dal Battista: dobbiamo raddrizzare i sentieri del mondo e della nostra anima per essere pronti ad accogliere il Figlio di Dio.
Preghiamo insieme e diciamo: Padre converti il nostro cuore.

1. Perché gli addobbi e gli ornamenti esteriori che iniziano a moltiplicarsi nelle nostre strade trovino il loro vero significato solo nella nostra preparazione interiore alla festa e alla conversione che essa ci richiede. Preghiamo.
2. Perché i nostri compromessi di ogni giorno e l’evoluzione sempre più frenetica della società non ci impediscano di essere anche oggi un’immagine credibile di Chiesa. Preghiamo.
3. Perché il nostro cammino di conversione passi innanzitutto per la pace con noi stessi e con i nostri fratelli. Preghiamo.
4. Perché la scelta di essere Cristiani non rimanga un desiderio astratto ma si concretizzi nelle nostre azioni di ogni giorno, a cominciare dall’attenzione agli ultimi. Preghiamo.

O Padre, nonostante i nostri sforzi i nostri burroni non sono riempiti e i nostri monti non sono abbassati, così rimaniamo un terreno scosceso per la tua venuta. Fa’ che il tuo grande amore per l’uomo sopperisca a queste mancanze e raddrizzi ciò che è ancora storto. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Guarda con benevolenza, o Signore,
alle preghiere e al sacrificio
che umilmente ti presentiamo:
all'estrema povertà dei nostri meriti
supplisca l’aiuto della tua misericordia.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO DELL’AVVENTO I
La duplice venuta del Cristo

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo Signore nostro.
Al suo primo avvento
nell’umiltà della condizione umana
egli portò a compimento la promessa antica,
e ci aprì la via dell’eterna salvezza.
Quando verrà di nuovo nello splendore della gloria,
ci chiamerà a possedere il regno promesso
che ora osiamo sperare vigilanti nell’attesa.
E noi, uniti agli Angeli e agli Arcangeli,
ai Troni e alle Dominazioni e alla moltitudine dei cori celesti,
cantiamo con voce incessante l’inno della tua lode: Santo...

Oppure:

PREFAZIO DELL’AVVENTO I/A
Cristo, Signore e giudice della storia

È veramente giusto renderti grazie
e innalzare a te l’inno di benedizione e di lode,
Padre onnipotente, principio e fine di tutte le cose.
Tu ci hai nascosto il giorno e l’ora,
in cui il Cristo tuo Figlio, Signore e giudice della storia,
apparirà sulle nubi del cielo
rivestito di potenza e splendore.
In quel giorno tremendo e glorioso
passerà il mondo presente
e sorgeranno cieli nuovi e terra nuova.
Ora egli viene incontro a noi in ogni uomo e in ogni tempo,
perché lo accogliamo nella fede
e testimoniamo nell’amore la beata speranza del suo regno.
Nell’attesa del suo ultimo avvento,
insieme agli angeli e ai santi,
cantiamo unanimi l’inno della tua gloria: Santo...


Antifona alla comunione
Sorgi, o Gerusalemme, sta’ in piedi sull’altura.
osserva la gioia che ti viene da Dio. (Bar 5,5; 4,36)

Oppure:
Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri! (Mt 3,3; Mc 1,3; Lc 3,4)


Preghiera dopo la comunione
Saziati del cibo spirituale, o Signore,
a te innalziamo la nostra supplica:
per la partecipazione a questo sacramento,
insegnaci a valutare con sapienza i beni della terra
e a tenere fisso lo sguardo su quelli del cielo.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Missionari della Via     (Omelia del 05-12-2021)
Darsi una raddrizzata
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 05-12-2021)

La seconda domenica di Avvento viene a ridestare i nostri cuori grazie alla figura di Giovanni il Battista. L'evangelista Luca presenta un collegamento molto stretto tra lui e Gesù: Giovanni "prepara" la via a Gesù che è "la via" in persona. Giovanni è presentato nell'atto di predicare un battesimo di conversione: invitava cioè le persone a immergersi nell'a ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 05-12-2021)

Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell'Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell'Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto. Tutti questi nomi ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 05-12-2021)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 3,1-6)
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 05-12-2021)
Commento su Bar 5,1-9; Sal 125; Fil 1,4-6.8-11; Lc 3,1-6
L'ufficio delle letture di questa seconda Domenica d'Avvento, nel Vangelo ci parla di Giovanni - grazia di Dio - il precursore che, col suo grido lanciato nel deserto di Giuda, descrive la sa missione: preparare la via, spianando la strada, alla venuta del Verbo di Dio. Dopo un lungo silenzio, senza profeti e segni, il Signore fa nuovamente sentire la sua v ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 05-12-2021)
Guardare oltre
Giovanni il battista è l'ultimo dei profeti. Fu l'iniziatore di Gesù e probabilmente anche un suo discepolo. E' l'unico Santo, insieme alla Vergine Maria, di cui si celebra il giorno della nascita oltre a quello del martirio. Luca, come i grandi scrittori del suo tempo, inquadra la storia del battista nella cornice della grande storia, elencando i nomi dei ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 05-12-2021)
Conversione del cuore e cammini appianati
Siamo vestiti di «lutto e afflizione» Il ricordo di Gerusalemme e del suo tempio, distrutto dai Babilonesi, e il dolore di ricordare la dura deportazione degli esuli in terre straniere, senza libertà, sono riassunti dal profeta Baruc utilizzando l'immagine simbolica di una vedova vestita di «lutto e afflizione». Quel corpo di donna, vestito con sembianze c ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 05-12-2021)
Non bruciare i tempi
Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri. Queste parole pronunciate da Giovanni Battista nel racconto di Luca esortano ad ascoltare la voce del Signore. Come prepararci anche quest'anno al Natale? Il tempo di avvento si ripropone ciclicamente e si rischia, spesso, di fissare la propria attenzione sulle stesse intenzioni. Quindi, quale potr ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 05-12-2021)
Preparate la strada al Signore (Lc 3,1-6)
...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 05-12-2021)
Videocommento su Lc 3,1-6
...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 05-12-2021)
Video commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09-12-2018)
Commento su Lc 3,1-6
«Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell'Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell'Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto. Egli percorse tut ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 09-12-2018)
Le Infrastrutture Di Dio
Clicca qui per la vignetta della settimana. Il vangelo di questa domenica, che vuole presentarci la figura di Giovanni il Battista, si apre con una precisa cornice storica che passa in rassegna alcuni dei VIP del momento. Sopra tutti viene presentato ovviamente l'imperatore Tiberio, l'uomo più importante del mondo, al quindicesimo anno del suo regno, quin ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09-12-2018)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 09-12-2018)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 09-12-2018)
Commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 09-12-2018)
Audio commento alla liturgia - Lc 3,1-6
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 09-12-2018)
Sergio Mattarella, Giuseppe Conte e Giovanni Battista
Non esiste nessuna magia come quella delle parole. Loro compito è afferrare l'istante, acciuffare l'attimo: «Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola - scriveva E. Dickinson - A volte ne scrivo una, poi la guardo fino a quando non comincia a splendere». Un giorno, poi, quella parola si farà maiuscola: «La Parola si fece carne e venn ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 09-12-2018)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
Nell'anno quindicesimo Nel bel mezzo della storia, quella fatta da re e imperatori, condottieri e governatori si inserisce una storia altra, perché la storia della salvezza non è estranea alla storia degli uomini. L'elenco dei potenti e la data (il XV anno dell'impero di Tiberio tra gli anni 27 e 28) non facilitano la comprensione della collocazione tempor ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 09-12-2018)
Commento su Luca 3,1-6
È in gioco la storia, la storia passata, quella dei nostri antenati, di coloro che non abbiamo conosciuto, per quanto sia illustre il nostro albero genealogico, ma che sono diventati anelli viventi di trasmissione non solo di tradizioni ma indicazioni di percorso, di modalità di un'esistenza che possa dirsi propriamente umana. Il narratore del Vangelo si co ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 09-12-2018)
Un GPS verso il Natale
Capita a tutti di perdersi, a volte per colpa propria, a volte per colpa altrui. Anche chi segue le indicazoni del navigatore GPS potrebbe (raramente) sbagliarsi, ma se sa leggere anche i segnali stradali può ritrovarsi più facilmente. Giovanni Battista può essere un buon GPS perché ci richiama e ci avverte che la strada che stiamo percorrendo è sbagliata ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 09-12-2018)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
Nell'anno quindicesimo (...) la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Se chiedi a una mamma di raccontarti il giorno in cui è nato suo figlio, lei ti dirà tutti i dettagli: il clima, gli episodi, una cronistoria minuto per minuto, anche a distanza di decenni. Anche tu conservi dei ricordi nitidi di un momento preciso, di un vissu ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 09-12-2018)
Convincerci non aspetta tempo
Il profeta minore Baruc, segretario di Geremia nei tempi della deportazione, annuncia tempi di novità e di gioia imminente con il rientro prossimo degli Israeliti in patria; un evento del tutto gioioso e ricco di grandi realizzazioni a coronamento della speranza, che anima e sollecita sempre più i deportati. Perché in questo caso, omesso ogni intervento pena ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 09-12-2018)
Preparate la via del Signore!
La nota dominante di questa seconda domenica di Avvento è l'invito alla vigilanza e alla conversione. La vigilanza a cui ci richiama l'Avvento sottintende una conversione sincera, profonda e radicale. Non si tratta di cambiare mestiere o nazionalità, bensì la nostra mentalità. La conversione consiste nell' accogliere con sincerità e coerenza Dio come Padre; ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 09-12-2018)
Sta in piedi sull'altura e guarda verso oriente
G7, G8, G20, Fondo Monetario Internazionale, Banca Centrale Europea, Banco Mondiale, Federal Reserve OCSE, OPEC...e chi più ne ha più ne metta: tutti nomi che solo ad ascoltarli fanno accapponare la pelle, se pensiamo a quanti soldi possiedono e al modo in cui li maneggiano, più o meno come noi maneggiamo i popcorn all'interno di un barattolo da cinema... Tr ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 09-12-2018)
Véstiti a festa e guarda ad Oriente
L'attesa è gioia inspiegabile quando è il cuore ad aspettare nella veglia, con le lampade accese. Presto verrà lo Sposo. Allora sarà giorno. Lo Sposo. Il segreto è questo: verrà lo Sposo. L'amato del nostro cuore. La nostra promessa. Il nostro futuro. Il nostro ieri. Il nostro oggi quotidiano, faticosamente costruito. Se il Signore viene non possiamo ricev ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 09-12-2018)
Lectio Divina - II Domenica di Avvento - Anno C
...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 09-12-2018)
Ogni Carne
...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 09-12-2018)
Audio commento al Vangelo del 9 dicembre
...
(continua)
don Luigi Maria Epicoco     (Omelia del 09-12-2018)
Spianare le strade accidentate
...
(continua)
mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 09-12-2018)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 09-12-2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Mi ha sempre colpito la sincera preoccupazione dei Vangeli di collocare gli avvenimenti centrali, in essi raccontati, come in questa domenica, in un quadro storico preciso. Questa precisione tante volte mi da il sapore di una sorta di difesa da una negazione dei Vangeli stessi. Negazione che a ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 09-12-2018)

Come si prepara una festa di compleanno? Si può fare una festa di compleanno senza preparare nulla prima? Sicuramente no! Pur sapendo la data esatta della nascita del festeggiato, niente può essere lasciato al caso. Innanzitutto bisogna scegliere una data in cui fare la festa; seguirà la lista degli invitati, il luogo dove preparare, quali e quanti dolci e c ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 09-12-2018)
I potenti alzano barriere, Dio le supera
Una pagina solenne, quasi maestosa dà avvio al racconto dell'attività pubblica di Gesù. Un lungo elenco di re e sacerdoti a tracciare la mappa del potere politico e religioso dell'epoca, e poi, improvvisamente, il dirottamento, la svolta. La Parola di Dio vola via dal tempio e dalle grandi capitali, dal sacerdozio e dalle stanze del potere, e raggiunge un gi ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 09-12-2018)
#StradeDorate - Commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 09-12-2018)
Come Giovanni Battista: testimoni, ma diversi
La Testimonianza di Giovanni Battista «La Parola di Dio scese su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto». È un modo per dire che Giovanni, nella solitudine del deserto accolse nel suo cuore e nella sua mente le parole degli antichi profeti. La Parola di Dio penetrò in lui come scende e penetra la pioggia nella terra, rendendola feconda. Gli scritti profe ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 09-12-2018)
Video commento su Lc 3,1-6
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09-12-2018)
Commento su Bar 5,1-9; Sal 125; Fil 1,4-6.8-11; Lc 3,1-6
Il periodo di Avvento ci viene proposto come preparazione alla venuta del Signore che si incarna in una donna per la nostra salvezza. Grande momento per l'uomo per rivedere il percorso della propria vita e "pulire da tutto ciò che non è perfetto e lasciarla libera per il Cristo che scende fra noi come un "bambino". L'avvento è un periodo di attesa della ven ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 09-12-2018)
Deponiamo le nostre vesti di lutto e di buio e rivestiamoci di gioia e di luce
La seconda domenica di Avvento è dedicata alla figura di Giovanni Battista, il precursore di Gesù Cristo. Egli con parole semplici e incisive, riportate dal testo del Vangelo di Luca, ci invita a preparare la strada al Signore che viene. Di lui il testo del Vangelo ci dice esattamente chi era e lo colloca in un contesto storico e geografico preciso. A conf ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 09-12-2018)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 3,1-6)
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 09-12-2018)
Costruire autostrade dentro e intorno a noi
L'esordio del vangelo di oggi (Luca 3,1-6) ha il tono solenne degli annunci ufficiali: "Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea e Filippo, suo fratello, tetrarca dell'Iturea e della Traconitide, e Lisania tetrarca dell'Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 09-12-2018)
Audio commento al Vangelo della Seconda domenica del Tempo di Avvento (Anno C - Lc 3,1-6)
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 09-12-2018)
Conversione: facile o difficile?
Vi siete accorti che siamo entrati alla velocità del vento nell'Avvento? E la prima solennità riguarda Colei che per prima, ha atteso nel silenzio quel divino avvenimento: la venuta del Verbo incarnatosi in Lei. E tutto inizia in un giorno preciso quando l'arcangelo Gabriele viene mandato in una cittadina precisa ad una ragazza con un nome preciso: Maria di ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 09-12-2018)
Commento su Luca 3,1-6
"Colui che ha iniziato in voi quest'opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù.": riprendiamo da dove ci eravamo lasciati ieri: lo stato di vita scelto da ciascuno in risposta alla chiamata del Signore, è in verità un ?lavorò condotto per così dire a quattro mani: due sono le nostre, le altre due sono le mani di Dio. Del resto, che ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 09-12-2018)
Videocommento su Lc 3,1-6
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 09-12-2018)
Video Commento a Lc 3, 1-6
...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Fil 1,4-6.8-11
Collocazione del brano Dopo l'indirizzo, Paolo come è consueto in quasi tutte le sue lettere, continua con un brano di ringraziamento. Infatti il v. 3 dice Rendo grazie al mio Dio ogni volta che mi ricordo di voi, e poi si continua con il brano che leggiamo oggi. Insieme al ringraziamento vi è anche la preghiera a Dio affinché la comunità continui a cresce ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 06-12-2015)
Una luce rifulse
l brano del vangelo di Luca proposto alla nostra riflessione e contemplazione nella liturgia odierna si apre in modo solenne. Informandoci degli avvenimenti che sta per annunciare, ricorre a eventi civili del mondo pagano e religiosi, del mondo ebraico, per darcene una data precisa. In questo modo San Luca richiama l'attenzione del lettore alla importanza de ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06-12-2015)
Audio commento alla liturgia - Lc 3,1-6
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 06-12-2015)
La necessità della Parola
Domenica scorsa abbiamo cominciato il cammino di Avvento e il cammino dell'anno dandoci il semplice obiettivo di cercare nella liturgia della Parola della domenica, le tracce di misericordia che questa ci offre. Ne abbiamo incontrate alcune e speriamo che rimangano e non vengano cancellate anzi, speriamo di essere capaci di seguirle queste tracce per farle d ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Luca 3,1-6
Il Vangelo di oggi inizia con una dettagliata ricostruzione storico-geografica dell'evangelista Luca: ma a che serve? Semplice: a farci capire che Gesù non è un mito o un'idea, ma un personaggio storico; noi crediamo nel fatto che Dio si è fatto uomo in questo nostro mondo, che come un seme è "caduto" nella storia per trasformarla e salvarla: Non stiamo per ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06-12-2015)
Il Signore ha iniziato e porterà a compimento
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Lc 3,1-2
«Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell'Iturea e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell'Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto." Lc 3,1-2 Come ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 06-12-2015)
La Parola che viene
La Parola di Dio viene nella storia! La Parola di Dio continua a plasmare la creazione! La Parola di Dio orienta il cammino dell'umanità! Questo unico grande mistero viene annunciato oggi a coloro che si pongono in ascolto di ?una voce che grida nel deserto'. È il deserto del cuore dell'uomo e delle relazioni tra le persone, deserto di ieri e di oggi. È i ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Luca 3,1-6
"Voce di uno che grida nel deserto...": è cosa buona e giusta interpretare le parole di Giovanni il battezzatore come richiamo severo a ritornare nel deserto, espressione figurata che significa fare spazio nella nostra vita al Signore della vita; fare silenzio dentro di noi, per ascoltare la voce di Dio. Il richiamo al deserto è sprone ad abbandonare qualche ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 06-12-2015)

Giovanni Battista è il precursore, quello che è venuto prima. Prima nell'esperienza di molti discepoli del Signore, nel tempo del ministero, nel piano della storia della salvezza; concepito e venuto alla luce sei mesi prima di Gesù. Anche noi cristiani siamo primizie della creazione nuova, pionieri di un mondo nuovo, annunciatori di chi deve ancora venire ne ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 06-12-2015)
Dio non sceglie i grandi della storia
Clicca qui per la vignetta della settimana. Se Luca avesse scritto il Vangelo ambientandolo oggi avrebbe iniziato questo racconto in modo diverso: non avrebbe sicuramente inserito i grandi del suo tempo, iniziando dal più in alto in assoluto, cioè l'allora imperatore romano Tiberio, e via via indicando i grandi della regione in cui si trova (i vari tetrar ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 06-12-2015)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
E' splendida l'ultima frase del vangelo di oggi: «Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio». Ogni uomo farà l'esperienza della salvezza di Dio. L'intervento, l'azione di Dio diventerà evidente in modo nuovo, acquisirà una forza nelle nostre vite, qualcosa cambierà in modo decisivo. Dio si occupa di noi. Si può dire, in un certo senso, che si pre-occupa per noi. N ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 06-12-2015)
Una conversione strutturale
Credo non ci potesse essere brano del Vangelo migliore di questo per prepararci all'apertura dell'Anno Giubilare della Misericordia, che vedrà impegnata la Chiesa universale a partire dal prossimo martedì. La frase conclusiva, "Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio", messa in bocca al Battista citando un testo di Isaia, è già di per sé la sintesi di quanto il G ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 06-12-2015)
Preparate la via del Signore
Tanto ci colpiva la sintonia che esisteva tra il caro e Santo Giovanni Paolo II e i giovani: sintonia che ritroviamo intensa e profonda con Papa Francesco, che nei suoi viaggi sempre li incontra e sono i momenti più intensi e veri anche sul piano umano. Ricordo una risposta da vero maestro di S. Giovanni Paolo II ai giovani che lo interpellavano, in un incon ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 06-12-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Davide Arcangeli È bello ricevere una lettera, o un bigliettino, o un sms, in cui una persona cara ci dice che sta pregando per noi. È un segno di quanto una persona ci voglia bene e voglia il nostro bene. Pensate che san Paolo ha scritto tante lettere per le comunità da lui fondate, e in ognuna ha voluto ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 06-12-2015)

Quando a scuola la maestra vi chiede di parlare di qualche personaggio importante inserendolo ben bene nell'ambiente in cui è vissuto, siete così bravi come lo è stato l?evangelista Luca? Avete sentito quanti dettagli, precisazioni, nomi di sovrani politici e religiosi ci ha elencato per inquadrare l'evento che sta avvenendo per la nostra salvezza? In ques ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 06-12-2015)
Problemi tecnici di ormoni e vesciche. Non-è-un-problema
Che non passi alla storia come una delle tante leggende d'uomini orchestrate per imbonire le menti, per trarre in inganno quelle fragili del popolo ch'era in spasmodica attesa di un Dio che sembrava tardare a venire. No, fu un fatto seriamente storico, uno di quelli che, cronistoria alla mano, è ancora possibile andare a rintracciare. Persone ancor oggi iden ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 06-12-2015)
Battesimo di conversione
Nell'anno decimoquinto Quando si cita una data è perché si vuole parlare di storia, così il vangelo di Luca, con la data, snocciola i nomi di chi detiene il potere in quel periodo, cita i confini del loro influsso politico per poi giungere al tempio di Gerusalemme dove i sommi sacerdoti esercitavano il potere religioso. È una cornice precisa in cui ci si as ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 06-12-2015)
E la Parola di Dio cambia passo alla nostra storia
Luca dà inizio al racconto dell'attività pubblica di Gesù con una pagina solenne, quasi maestosa, un lungo elenco di re e sacerdoti, che improvvisamente subisce uno scarto, un dirottamento: un sassolino del deserto cade dentro l'ingranaggio collaudato della storia e ne muta il passo: la Parola di Dio venne su Giovanni nel deserto. La Parola, fragile e immen ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 06-12-2015)
L'autostrada della conversione interiore
La seconda domenica di Avvento ci immette nel duplice clima dell'attesa e del cambiamento della nostra vita, in ragione dell'imminente apertura della porta santa del Giubileo della Misericordia e dell'imminente solennità del santo Natale. Nella dinamica del cammino spirituale che siamo chiamati a fare, noi cristiani, per questo duplice importante motivo di ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento su Lc 3,1-6
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-12-2015)
Quante storie!
Alzi la mano chi non è spaventato. O scoraggiato. O stufo. Siamo ancora qui a parlare di morti, ad annullare viaggi, ad evitare assembramenti. Siamo di nuovo qui a guardare con disagio un tizio solo perché di carnagione olivastra, o perché vestito alla medio-orientale. E a cercare di rasserenare i nostri figli dopo il notiziario della sera. E a leggere ar ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 06-12-2015)
#StradeDorate - Commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 06-12-2015)
Autostrade dentro e intorno a noi
Seconda domenica di Avvento, cioè del tempo impegnato a considerare la venuta del Signore. Delle tre venute ricordate la scorsa domenica, oggi la liturgia (vangelo secondo Luca 3,1-6) richiama la prima, quella che tutti conoscono, realizzatasi duemila anni fa, quando un giovane uomo sino allora sconosciuto diede inizio alla sua vita pubblica. Fu un fatto im ...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 06-12-2015)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento a Lc 3, 1-6
...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 06-12-2015)
Preparando la via - Lc Lc 3,1-6
...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 06-12-2015)
La Parola - commento a Lc 3, 1-6
Commento a cura di suor Paolina Sgarbossa, religiosa Dorotea (Suore Maestre di S.Dorotea Figlie dei Sacri Cuori), Vicenza. Registrato nella cappella interna di Casa Sacro Cuore di Vicenza ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 06-12-2015)

Il vangelo di Luca, e in particolar modo i primi capitoli, sono organizzati attraverso lo schema retorico della syncresis, una sorta di parallelismo tra due personaggi. Molte biografie di personaggi famosi venivano strutturate secondo un continuo richiamo parallelo tra due personaggi noti, ad esempio "Vite parallele" di Plutarco. Luca attua questo processo p ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 06-12-2015)
Al di là del castigo, la misericordia
Segretario di Geremia durante la deportazione a Babilonia, il profeta Baruc, dopo la preghiera penitenziale del popolo oppresso, inizia la sua esortazione di incoraggiamento agli Israeliti. Essi hanno dovuto subire la punizione per la loro ostinazione alla malvagità e all'idolatria, ma adesso possono confidare nella misericordia di Dio che dopo aver condanna ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 06-12-2015)

Oggi proseguiamo il cammino di speranza dell'avvento. Non possiamo pensare che Dio possa salvare gli uomini e le donne senza le decisioni e le azioni umane. Per essere efficace la Parola di Dio, l'energia divina dev'essere accolta, interiorizzata, e deve fiorire in qualità umane. La salvezza si concretizza come giustizia sociale, distribuzione dei beni, ric ...
(continua)