LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 15 Agosto 2021 <

Venerdì 13 Agosto 2021

Sabato 14 Agosto 2021

Domenica 15 Agosto 2021

Lunedì 16 Agosto 2021

Martedì 17 Agosto 2021

Mercoledì 18 Agosto 2021

Giovedì 19 Agosto 2021

Venerdì 20 Agosto 2021

Sabato 21 Agosto 2021

Domenica 22 Agosto 2021

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA (Messa del Giorno)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
Scheda Agiografica: ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA (Messa del Giorno)
S0815B ;

Dopo l’annuncio, Maria è partita verso la montagna di Giudea per andare a trovare Elisabetta. Colma dello Spirito Santo, Elisabetta l’ha benedetta. L’ha proclamata “Madre del mio Signore”. Fonte di gioia. Beatitudine vivente della fede. Maria ha risposto con il cantico del Magnificat . Parole ispirate, che lasciano intravedere il suo cuore. Esse sono per noi il suo “testamento spirituale”. Identificandosi con Maria, la Chiesa di tutti i tempi continua a cantare tutti i giorni il Magnificat come suo proprio cantico.
Celebriamo oggi il mistero dell’Assunzione. Alla fine del suo passaggio sulla terra, la Madre del Redentore, preservata dal peccato e dalla corruzione, è stata elevata nella gloria in corpo e anima vicino a suo Figlio, nel cielo. La tomba vuota di Maria, immagine della tomba vuota di Gesù, significa e prelude alla vittoria totale del Dio della vita sulla morte, quando alla fine del mondo farà sorgere in vita eterna la morte corporale di ognuno di noi unita a quella di Cristo. L’Apocalisse ci mostra “un segno grandioso del cielo”: la Donna che ha il sole per mantello, e una corona di stelle. Invincibile con la grazia di Dio di fronte al nemico primordiale. “Figura e primizia della Chiesa”. Primizia nel dolore della maternità al servizio della Redenzione. Primizia nel destino della gloria. Da lì, nel focolare della Trinità, Maria ci aspetta tutti per vivere e cantare con lei la nostra riconoscenza alla Grazia di Dio. La beatitudine divina e umana della Salvezza. Il suo eterno Magnificat.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Un segno grandioso apparve nel cielo:
una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi
e sul capo una corona di dodici stelle. (Ap 12,1)

Oppure:
Rallegriamoci tutti nel Signore,
in questa solennità della Vergine Maria;
della sua Assunzione si allietano gli angeli
e lodano il Figlio di Dio.

Si dice il Gloria.


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
che hai innalzato alla gloria del cielo in corpo e anima
l’immacolata Vergine Maria, Madre del tuo Figlio,
fa’ che viviamo in questo mondo
costantemente rivolti ai beni eterni,
per condividere la sua stessa gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

Ap 11,19; 12,1-6.10
Una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

Si aprì il tempio di Dio che è nel cielo e apparve nel tempio l’arca della sua alleanza.
Un segno grandioso apparve nel cielo: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e, sul capo, una corona di dodici stelle. Era incinta, e gridava per le doglie e il travaglio del parto.
Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; la sua coda trascinava un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra.
Il drago si pose davanti alla donna, che stava per partorire, in modo da divorare il bambino appena lo avesse partorito.
Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e suo figlio fu rapito verso Dio e verso il suo trono. La donna invece fuggì nel deserto, dove Dio le aveva preparato un rifugio.
Allora udii una voce potente nel cielo che diceva:
«Ora si è compiuta
la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio
e la potenza del suo Cristo».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 44

Risplende la regina, Signore, alla tua destra.

Figlie di re fra le tue predilette;
alla tua destra sta la regina, in ori di Ofir.

Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio:
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre.

Il re è invaghito della tua bellezza.
È lui il tuo signore: rendigli omaggio.

Dietro a lei le vergini, sue compagne,
condotte in gioia ed esultanza,
sono presentate nel palazzo del re.

>

Seconda lettura

1Cor 15,20-26
Cristo risorto è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Fratelli, Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti. Perché, se per mezzo di un uomo venne la morte, per mezzo di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti. Come infatti in Adamo tutti muoiono, così in Cristo tutti riceveranno la vita.
Ognuno però al suo posto: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo. Poi sarà la fine, quando egli consegnerà il regno a Dio Padre, dopo avere ridotto al nulla ogni Principato e ogni Potenza e Forza.
È necessario infatti che egli regni finché non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi. L’ultimo nemico a essere annientato sarà la morte, perché ogni cosa ha posto sotto i suoi piedi.

Parola di Dio

Canto al Vangelo ()
Alleluia, alleluia.
Maria è assunta in cielo;
esultano le schiere degli angeli.
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Lc 1,39-56
Grandi cose ha fatto per me l'Onnipotente: ha innalzato gli umili.


+ Dal Vangelo secondo Luca

In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.
Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
Allora Maria disse:
«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva detto ai nostri padri,
per Abramo e la sua discendenza, per sempre».
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Si dice il Credo.

(Dall'Orazionale CEI 2020)
Fratelli e sorelle, nella celebrazione odierna splende la luce della Pasqua: Maria, immacolata nella sua concezione e intatta nel parto divino, è assunta al cielo in corpo e anima. Sia lei, arca della nuova alleanza e donna vestita di sole, a sostenere la nostra supplica.
Preghiamo insieme e diciamo: Rinnova la nostra speranza, Signore.

1. Per la santa Chiesa pellegrina nel tempo: sostenuta dalla Vergine assunta in cielo, possa condurre tutti a contemplare la luce del volto di Dio. Preghiamo.
2. Per i popoli dilaniati dalla guerra e dal terrorismo: sotto lo sguardo di Maria, fortezza degli oppressi, la comunità internazionale promuova trattative finalizzate alla pace. Preghiamo.
3. Per i disabili, gli anziani, i malati: uniti alla Vergine Madre, affrontino il disagio e la solitudine senza perdere la speranza. Preghiamo.
4. Per le donne che hanno accolto la vocazione alla vita verginale: affidandosi a Maria, modello della verginità consacrata, alimentino le loro lampade con la preghiera e la carità. Preghiamo.
5. Per noi qui riuniti nel ricordo grato dell’Assunzione di Maria: per la sua intercessione cresca nei nostri cuori la beata speranza di giungere alla gioia della patria celeste. Preghiamo.

Accogli, o Padre, la preghiera del tuo popolo, e fa’ che, contemplando il mistero di Maria associata in corpo e anima alla Pasqua del tuo Figlio, riconosciamo in ogni persona la tua immagine e il riflesso della tua gloria. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Salga a te, o Signore, il nostro sacrificio di lode
e per intercessione della beata Vergine Maria assunta in cielo
i nostri cuori, ardenti del tuo amore,
aspirino continuamente a te.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
La gloria di Maria assunta in cielo

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Oggi la Vergine Maria, Madre di Dio,
è stata assunta in cielo.
Segno di sicura speranza e consolazione
per il popolo pellegrino sulla terra,
risplende come primizia e immagine della Chiesa,
chiamata alla gloria.
Tu non hai voluto che conoscesse
la corruzione del sepolcro
colei che in modo ineffabile
ha generato nella carne il tuo Figlio,
autore della vita.
E noi, uniti ai cori degli angeli,
cantiamo con gioia l’inno della tua lode: Santo, ...


Antifona alla comunione
Tutte le generazioni mi chiameranno beata:
grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente. (Lc 1,48-49)


Preghiera dopo la comunione
O Signore, che ci hai nutriti con i sacramenti della salvezza,
fa’ che per intercessione della beata Vergine Maria
assunta in cielo giungiamo alla gloria della risurrezione.
Per Cristo nostro Signore.


(Si può utilizzare la formula della benedizione solenne)

Dio misericordioso,
che per mezzo del suo Figlio, nato dalla Vergine,
ha redento il mondo,
vi colmi della sua benedizione. R. Amen.

Dio vi protegga sempre e in ogni luogo
per intercessione di Maria, Vergine e Madre,
che ha dato al mondo l’autore della vita. R. Amen.

A tutti voi,
che celebrate con fede questa festa,
conceda il Signore la salute del corpo
e la gioia dello spirito. R. Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente,
Padre e Figlio e Spirito Santo,
discenda su di voi e con voi rimanga sempre. R. Amen.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 15-08-2021)
Maria è la stella che guida i nostri passi
Nel cuore del mese di agosto la Chiesa in Oriente e in Occidente celebra la Solennità dell'Assunzione di Maria Santissima al Cielo. Nella Chiesa Cattolica, il dogma dell'Assunzione - come sappiamo - fu proclamato durante l'Anno Santo del 1950 dal Venerabile Pio XII. Il Papa, nella Costituzione Apostolica Munificentissimus Deus del 1° novembre 1950, solenneme ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2021)
Il Pane vivo e l'Assunzione di Maria
Viene bruscamente interrotto l'argomento "Pane vivo disceso dal Cielo" che ci sta interessando in queste domeniche. A ben considerare, però, non si tratta di un'interruzione, ma di un arricchimento ulteriore dell'argomento Pane vivo, che ci viene offerto, sia pure indirettamente, dalla figura di Maria, Madre del Signore. La Chiesa ci invita infatti ad esa ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 15-08-2021)
Commento su Luca 1,39-56
La nostra riflessione sul cap.6 di Giovanni, "Il pane di vita", cede oggi il passo alla solennità dell'Assunta, tradizionale appuntamento di metà estate, che rappresenta virtualmente il giro di boa meteorologico, con i primi acquazzoni... Speriamo non segnino anche l'arrivo dell'autunno, soprattutto per coloro che ancora non son partiti per le vacanze... ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 15-08-2021)
Non solo santi, ma divini!
Ma Gesù non è l'unico mediatore della nostra salvezza? Perché venerare la Vergine Maria? Non basta riconoscerla come madre di Gesù che ha compiuto la volontà di Dio? Ebbene no. Oggi festeggiamo l'Assunzione della Beata Vergine Maria al Cielo. Maria è venerabile perché col suo atto di completa disponibilità a Dio è stata l'unico essere umano distante da ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 15-08-2021)
E' festa grande: Maria SS. è assunta in cielo
E' festa grande in tutta la Chiesa, sparsa nel mondo, è festa nei grandi santuari, come nelle chiese più piccole, è festa nel cuore di ogni credente,è festa nel nostro cuore, che si sente amato con una tenerezza e una comprensione unica da Maria Ss. e che cerca di amare. Mi ha aiutato in questi giorni una meditazione e un intervento di un bravo teologo, seri ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 15-08-2021)
Sapore di cielo
Negli anni '60, una canzone che parlava di "sapore di sale" e di "sapore di mare" spopolava tra quelle che allora si chiamavano "balere" (divenute poi "discoteche" e ora più semplicemente "locali"). Presto, divenne il leitmotiv delle vacanze estive degli italiani, intenti - giustamente - a dare "sapore" a quei pochi giorni di ferie (anni fa, era un mese inte ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 15-08-2021)
Il cielo è per noi, come per Maria
...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 15-08-2021)
I sentieri battuti dall'Amore
Nessuno l'avrebbe detto che Maria, la ragazza mite e disarmante di Nazareth, fosse la Donna del combattimento, della sorprendente lotta tra l'Amore e l'odio. Brilla un'infinità di colori in quel cielo dell'Apocalisse. La Donna, speciale e vicinissima, armata con la sola forza di Dio, è pellegrina di speranza e di tenerezza accanto alla creatura sofferente ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2021)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero Probabilmente non esiste dogma mariano più discusso, almeno in passato, della Assunzione di Maria al cielo o Dormizione, quest'ultima denominazione più amata dalla teologia orientale ancora oggi! Questa distinzione si pone al centro della questione se la Vergine Maria abbia o no provato la mo ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 15-08-2021)
L'anima mia magnifica il Signore
Maria, la madre di Dio, è l'alba, è un soffio di luce che apre una nuova storia d'amore tra l'Eterno e l'uomo. In lei l'umano e il divino prendono forma: come nelle oscurità segrete della terra germoglia la spiga, cosí nel grembo di Maria germoglia in silenzio il grano che sarà macinato sul legno della Croce, Pane di vita che sazia la nostra sete di eternità ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 15-08-2021)
Commento al Vangelo del 15 agosto
...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 15-08-2021)

Siamo oggi chiamati a contemplare il grande mistero dell'Assunzione di Maria Vergine, dogma mariano che ci rimanda ancora una volta alle realtà ultime e ci indica la meta del nostro camminare sulla terra: il Paradiso. Il brano evangelico scelto è significativo. Il modello di questo camminare è la Vergine Maria. Dopo l'annuncio dell'Angelo e l'eccomi espr ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 15-08-2021)
Con te o Maria il cielo si è riempito di amore materno
La chiesa oggi celebra la solennità di Maria Santissima assunta in cielo in anima e corpo. E' un dogma mariano di fede proclamato solennemente da Pio XII il 1 novembre 1950, durante l'anno santo e a qualche anno di distanza dalla conclusione del secondo conflitto mondiale che aveva prodotto morte e distruzione in tutto il mondo. Anche in questo 2021, la sole ...
(continua)
mons. Erio Castellucci diocesi di Modena-Nonantola     (Omelia del 15-08-2021)
Ha spiegato la potenza del suo braccio
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 15-08-2021)
Lasciati assumere da Dio
...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 15-08-2021)
Il rispetto della santità di Dio per sperimentare la bellezza della sua misericordia
Quando tutti insieme proclameremo la nostra professione di fede, in conclusione diremo anche: «Credo nella risurrezione della carne e nella vita eterna». Nella tradizione della nostra Chiesa Cattolica il popolo di Dio, guidato dai suoi ministri ordinati, venera la Madonna come una creatura privilegiata perché, mediante il suo corpo umano, contribuì a portar ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 15-08-2021)
Commento su Luca 1,39-56
Oggi celebriamo la solennità dell'Assunzione al cielo di Maria, dogma proclamato dalla Chiesa nel 1950 e definito da Pio XII. I dogmi sono frutto dell'opera dello Spirito Santo che accompagna la Chiesa ad una comprensione sempre più profonda della verità. Nello specifico, la Vergine Maria, dopo essere stata preservata dal peccato originale, in forza di una v ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 15-08-2021)
Commento su Luca 11,27-28
Ecco il dogma: "Definiamo essere dogma rivelato da Dio che l'Immacolata, Madre di Dio sempre Vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo". Questa festa è anche la nostra festa, perché è una conferma della promessa di risurrezione che Gesù ci ha fatto. Prima la chiesa ha definito Maria Immacolata, ci ...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 15-08-2021)
#2minutiDiVangelo - Assunzione di Maria in cielo - Incorrotta perché incorruttibile
Commento al Vangelo della Assuzione di Maria in cielo - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Lc 1 39-56 ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 15-08-2021)
Assunzione di Maria - Commento al Vangelo
...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 15-08-2021)
Imitare Maria per vivere con il cuore in cielo e i piedi per terra
...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 15-08-2021)
Benedetta fra tutte le donne (Lc 1,39-56)
...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 15-08-2021)
Dio viene, continua a venire nel modo più inatteso.
In questa scena (l'unica scena del Vangelo dove protagoniste sono solo donne!), è descritto meravigliosamente come Dio viene nella storia! E' la fede di due donne a permettere la visita di Dio. Sono "parenti" perché stanno compiendo un percorso simile. Hanno gravidanze impossibili, mariti scettici, figli "particolari". Sono in sintonia perché vivono cose s ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 15-08-2021)
Video commento su Lc 1,39-56
...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 15-08-2020)

Alcuni pensieri, molto semplici, che mi piace condividere con voi questa sera e che nascono dalla memoria di un incontro, in basilica, con Rosanna Virgili, la quale ci diceva che la chiesa ha come un debito di riconoscenza nei confronti delle donne. Lo accennavo ieri sera, alla messa della Vigilia dell'Assunzione. Gesù compie un miracolo guarendo un indemon ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 15-08-2020)
Maria Assunta in Cielo
È una verità di fede quella che celebriamo in questo giorno. L'immacolata, la Madre del Signore, colei che ha generato Cristo nella carne e lo ha seguito sino ai piedi della croce, oggi è assunta in cielo, nella gloria di Dio. Quell'Amore che l'ha resa feconda, la forza dello Spirito che l'ha adombrata, ora ancora l'attrae in un amplesso finale, nel cuore st ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 15-08-2020)
Commento al Vangelo 15 agosto 2020
...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 15-08-2020)
Sobbalzi di gioia
Se c'è una scala che ancora abbia senso salire per arrivare al Cielo, questa è la scala della gioia. Di gradino in gradino, il vangelo ci consegna l'esperienza di un progressivo traboccamento, che ha in Maria l'esempio compiuto. Per la verità, la gioia a tratti si manifesta alla maniera del vino nuovo, che sale su rapidamente per il collo della bottiglia ed ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 15-08-2020)
Maria ci aiuti a trovare la giusta strada ogni giorno
Il 14 agosto 1941 San Massimiliano Maria Kolbe, mentre languiva nel bunker della fame nel lager di Auschwitz, offrì serenamente il braccio al carnefice per l'iniezione di veleno letale e gli chiese: «Che giorno è?». Aveva infatti perso il conto dei giorni a motivo dell'isolamento in cui l'avevano relegato. Il soldato bruscamente rispose: «È il 14 agosto». Sa ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 15-08-2020)
Video commento su Luca 1,39-56
...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 15-08-2020)
#2minutiDiVangelo - Sabato 15/08 - Assunzione di Maria: Gesù è venuto a salvare "carne" e "spirito"
Commento al Vangelo di sabato 15 agosto 2020 - Solennità dell'Assunzione di Maria - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo Luca 1 39-56 Non viviamo un dualismo di fondo pensando che il corpo sia la parte totalmente negativa di noi mentre lo spirito sia quella positiva: questo è quello che pensava anche Satana ed è il motivo per cui si è rib ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 15-08-2020)
Ecco la Donna
La primizia per Iddio è una Donna. Ad essa il Figlio morente sulla croce ripete: "Donna". Non Madre. Ma Donna. Quella femminilità viene messa in risalto, quella femminilità è il Dono da custodire per sempre nel tempo. Un corpo di giovane adolescente che rimane, per grazia dello Spirito, definitivamente "segnato" da una gravidanza inattesa e sorprendente. ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 15-08-2020)
Sognando il Cielo, in una notte di mezza estate
Più di 400 anni fa, Shakespeare scriveva Sogno di una notte di mezza estate, un'opera teatrale a metà tra la commedia e il dramma, dove narrava amori e trame di dèi e personaggi mitologici, immersi in un'aura onirica provocata dall'assunzione di un'essenza concentrata di violetta. I loro sogni si infrangono contro la realtà delle loro sorti, decise da un des ...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 15-08-2020)

...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2020)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Giuseppe Di Stefano CORONAMENTO Maria, una di noi, della nostra stessa "pasta", viene assunta nella vita stessa di Dio. Dopo aver assunto nella sua vita di donna lo stile divino di una disponibilità e di un'accoglienza senza riserve, per Maria quest'oggi sembra "scomodarsi" il Cielo, per coronare quella sua vi ...
(continua)
don Giampaolo Centofanti     (Omelia del 15-08-2020)
Commento su Luca 1,39-56
Fa tutto Dio, Maria è una piccola creatura. Non si dà dell'umile da sola. Lei può solo cercare di assecondare la grazia che, accolta, viene sempre più. Una donna dunque semplice, serena, che viene sempre più portata nella fiducia in Dio. Via le complicazioni, i pesi inutili, le forzature. Maria canta la dolcezza di essere creature tra le braccia di un Padre ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 15-08-2020)
Segno di consolazione e di sicura speranza
Perché c'è tanto amore nel nostro cuore e affidamento a Maria Ss., la Vergine Santa? Perché il "popolo santo fedele" - come dice papa Francesco -si è sempre affidato a Lei, le ha rivolto le preghiere più belle, ha costruito chiese e cattedrali per onorarla, va in pellegrinaggio ai santuari più antichi, come a quelli del nostro tempo, con una partecipazione t ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 15-08-2020)
Generare Cristo oggi in comunione con Maria sposa dello Spirito Santo
L'ascolto della parola di Dio contenuta nel libro dell'Apocalisse ci induce a pensare alla glorificazione di Maria assunta in cielo, perché ci ha raccontato dell'apparizione di «un segno grandioso che apparve nel cielo: una donna gravida, vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e, sul capo, una corona di dodici stelle» (Ap 12,1). Nella storia dell'ar ...
(continua)
don Alfonso Giorgio Liguori     (Omelia del 15-08-2020)
Benedetta tu fra le donne
...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 15-08-2020)
La Parola - Commento al Vangelo di Luca (Lc 1,39-56)
...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 15-08-2020)
Maria segno di speranza e consolazione nel tempo della prova
E' una solennità dell'Assunta del tutto speciale, straordinaria, unica, quella che stiamo vivendo oggi, 15 agosto 2020. Mai ci saremmo aspettati che nel XXI secolo, tutta l'umanità dovesse fare i conti con una pandemia devastante, che di fatto ha bloccato non solo la vita sociale, economica ed umana di intere nazioni, ma anche la vita ecclesiale, le manifes ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 15-08-2020)
Commento su Luca 1,39-56
La solennità dell'Assunta coincide, anzi, segna proprio il cosiddetto giro di boa dell'estate; quarant'anni fa un famoso duo torinese cantava: "L'estate sta finendo, e un anno se ne va. Sto diventando grande, lo sai che non mi va...": dalla prossima settimana il clima potrebbe cambiare, verosimilmente non in meglio... con i primi temporali il caldo potrebbe ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2020)
La speranza dell'uomo e la munificenza di Dio
La Vergine Maria viene esaltata nella Chiesa sotto molteplici titoli e tante sono le forme di devozione nei suoi confronti, ma forse quello relativo alla Festa del Ferragosto è il titolo più significativo, perché esprime quanto Dio sia generoso e munifico nei confronti di Maria e per esteso anche verso tutta l'umanità. Dio è Amore, per amore ha creato il cos ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 15-08-2020)
Commento su Ap 11,19; 12,1-6.10; Sal 44; 1Cor 15,20-27a; Lc 1,39-56
La Chiesa oggi ci invita a celebrare la festa dell'Assunzione di Maria, da questo mondo al Padre. Questa festa ha le sue radici, nei primi secoli del cristianesimo, anche se diventa dogma proclamato nel 1950, nel corso dell'Anno Santo, il primo di novembre, festa di Tutti i Santi. Maria diventa così la prima della schiera infinita della comunione dei Santi. ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 15-08-2019)
Magnificate con me il Signore
Allora Maria disse Nasce dal profondo del cuore di Maria la lode per la grandezza di Dio. La lode che Maria esprime si intreccia in un dialogo tra l'umiltà della "serva" e la forza dell'Altissimo che l'ha adombrata con la sua potenza (cfr. Lc 1,35). È stata la forza della Fede che aveva messo "fretta" a Maria per salire in montagna per incontrare Elisabetta ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 15-08-2019)
Farsi prossimo, la nostra salvezza
Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Continuiamo il nostro cammino, il nostro percorso che mette a tema questa parola, centrale e decisiva per Gesù e diventata oggi (generalizzo, mi rendo conto, ma è per rendere l'idea di un clima che si respira...) fastidiosa e insopportabile, la parola prossimo. Maria ha appena ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 15-08-2019)
L'anima mia magnifica il Signore!
Il brano del vangelo ci presenta Maria la quale dopo l'annuncio dell'incarnazione ricevuto dall'angelo, a cui aveva risposto: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola» (cf Lc 1, 38), senza alcun indugio si reca presso la cugina Elisabetta: essa è animata dal desiderio di essere vicina a una donna sterile eppure incinta per opera della ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 15-08-2019)
La Donna e il drago
In una festa come quella di oggi - che, di fatto, è la festa più importante della Vergine Maria, in quanto celebriamo la sua nascita al cielo, come facciamo con i santi che veneriamo nel giorno della loro morte - risulta fin troppo semplice, se non addirittura semplicistico, interpretare il brano di Apocalisse che abbiamo ascoltato in chiave esclusivamente o ...
(continua)
Luca Rubin     (Omelia del 15-08-2019)
Magnificat: cielo amalgamato alla terra
L'anima mia magnifica il Signoree il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore. Maria inizia il suo canto partendo da lei, mettendoci la faccia, dicendo che il contenuto del suo canto non è un copia-incolla, ma lo ha vissuto e lo vive proprio lei, in prima persona. E canta la sua esperienza di Dio: pur essendo solo all'inizio del suo cammino, tutta la sua ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 15-08-2019)
?Donna umile fino al cielo?
Le donne silenziose che nessuno nota, ma che sanno ininterrottamente amare, sono quelle che scrivono, in realtà, la storia del mondo. Crescono custodendo la meraviglia dei doni di cui Dio le ha rese preziose. In ciascuna di esse il Creatore, ha dato libero passo alla sua creatività. Custodi di un mistero che le avvolge, diventano, al momento della loro chiam ...
(continua)
Lingua dei Segni Italiana     (Omelia del 15-08-2019)

...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 15-08-2019)
Maria nello splendore della gloria
L'ultimo dogma della Chiesa cattolica è quello dell'assunzione di Maria, salita in Cielo anima e corpo, ed è stato proclamato da Papa Pio XII nel 1950. Il dogma ( = verità di fede) dice soltanto che è salita in cielo anima e corpo ed ha già il suo corpo glorioso perché non ha mai subito la corruzione del sepolcro, sorte che spetta invece a tutti noi. Ma in ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2019)
Una Solennità che ci rincuora
Nella pienezza del Tempo Ordinario, che ci rende edotti sull'ideale della nostra disciplina cristiana e sui normali comportamenti che andrebbero adottati da un vero discepolo di Cristo, improvvisamente e non irragionevolmente veniamo esortati a riflettere sulla Madre di Dio, questa volta valutata nel particolare aspetto della sua Assunzione al Cielo. La Pri ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2019)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Rocco Pezzimenti 1. Le letture odierne sono tra le più note del Nuovo Testamento eppure non smettono di stupirci per la loro ricchezza e la loro profondità. Su di esse si fonda gran parte del dogma dell'Assunzione che oggi celebriamo. Luca ci ricorda la sollecitudine di Maria nell'andare ad assistere Elisabetta n ...
(continua)
don Luigi Maria Epicoco     (Omelia del 15-08-2018)
Audio commento alla liturgia - Lc 1,39-56
...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 15-08-2018)
Commento su Luca 1,39-56
L'Assunzione di Maria al termine della sua vita terrena, non narrata nel Nuovo Testamento, è nella fede certa della Chiesa fin dal VII secolo ed è stata definita come dogma nel 1950. I testi biblici del giorno ci guidano a leggere la vicenda di Maria nella più ampia storia della redenzione. Il brano dell'Apocalisse narra di due segni che appaiono nel cielo: ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 15-08-2018)
Maria è assunta perché piena di Grazia!
"Benedetta sei tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo" (cfr. Lc 1,39-56). Così esordisce Elisabetta nel salutare Maria. Augurare e riconoscere la benedizione (cioè che di qualcuno si dica bene) significa augurare e riconoscere che quella persona è piena della grazia di Dio; che Dio, cioè, è con lei. E "se Dio è con noi, chi sarà contro di noi?" ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 15-08-2018)
Gravidanza per generare il Cristo al mondo
L'immagine della gravidanza può diventare un segno simbolico significativo per comprendere la festa dell'assunzione di Maria al cielo. La Parola di Dio della liturgia di oggi ci propone l'immagine della donna gravida del libro dell'Apocalisse e la bellissima scena dell'incontro di due donne gravide: Maria, la madre del Signore ed Elisabetta, la madre del bam ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura delle Clarisse di Via Vitellia Ben prima della proclamazione del dogma, avvenuta soltanto nel 1950, molti grandi artisti hanno tentato di dare forma visibile all'Assunzione di Maria. Di fronte alle loro opere il nostro sguardo è quasi sempre attratto da una sorta di viaggio verso l'alto, tra lo stupore di coloro che ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 15-08-2018)
La Donna della lotta
E' grandioso il segno che appare nel cielo. L'inattesa lucentezza di una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e, sul capo, una corona di dodici stelle. L'universo racchiuso, con la sovrabbondanza dei suoi doni, in un'unica meravigliosa Donna. Sintesi della bellezza. Speranza e futuro. Dolce come una madre incinta, e fiera come una combattent ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2018)
Maria, la Chiesa e la speranza
La pagina dell'Apocalisse di cui alla Prima Lettura in realtà non si riferisce a Maria. La "donna vestita di sole "rappresenta infatti il popolo che è prediletto e sostenuto da Dio con il massimo dei suoi doni (il sole). Per volere dello stesso Dio Padre, dal popolo nascerà un Figlio destinato a regnare per sempre: il Cristo Messia. La "donna" è quindi la ch ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 15-08-2018)
Come le doglie una donna incinta
Il tempio di Dio che è nel cielo le comunità cristiane del primo secolo sostenevano di non avere bisogno né di tempio, né di sacerdoti e né di offerte, perché Cristo era tempio, sacerdote e offerta. Per i romani dell'impero era impensabile una religione senza tempio, sacerdoti e offerte di cose o animali, per questo i cristiani furono ritenuti dei senza Dio ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 15-08-2018)
Audio commento al Vangelo della solennità dell'assunzione della Beata Vergine Maria (Anno B - Lc 1.39-56)
...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 15-08-2018)
Video commento su Luca 1,39-56
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 15-08-2018)
Commento su Ap 11,19; 12,1-6.10; Sal 44; 1Cor 15,20-27a; Lc 1,39-56
Questa festività, specifica della liturgia della Chiesa si Gerusalemme dei primissimi secoli, viene accolta nel VI secolo nella liturgia della Chiesa di tutto l'oriente, come "Dormizione della Genitrice di Dio". La Liturgia della Chiesa d'occidente, romana, accoglie questa liturgia nel corso del secolo VII lasciandone, inizialmente, il nome invariato. È dal ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 15-08-2017)
Il cammino di Maria
Clicca qui per la vignetta della settimana. Il cammino di Maria verso il cielo, là dove la tradizione e il dogma cristiano la vuole in anima e corpo per dono speciale di Dio, è iniziato non tra le nuvole ma proprio con i piedi sulle polverose strade della terra di Israele. È un cammino impegnativo ma bello quello della vergine di Nazareth, che dalla Gali ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 15-08-2017)

Il Vangelo di oggi descrive un fatto di ordinaria vita quotidiana: due donne incinte si incontrano; una molto giovane, l'altra avanti negli anni. Curiosamente la seconda chiede alla ragazza: "Maria, qual buon vento ti porta da queste parti, su queste montagne?". A quel tempo non avevano ancora inventato i telefoni, e le poste non erano così efficienti come o ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 15-08-2017)

L'Assunzione al cielo di Maria non è narrata nella Sacra Scrittura, ma è in tutta la Tradizione Cattolica: la madre di Gesù, al termine della sua vita terrena, è stata associata in anima e corpo alla risurrezione di Cristo e alla sua gloria nel paradiso. Già le letture della Messa della vigilia della solennità ci presentano in sintesi il significato di ques ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 15-08-2017)
Un segno grandioso
Un segno Un segno non è una realtà, ma una rappresentazione di essa, un segno chiede di essere letto, interpretato, decodificato, compreso. Qui è la prima volta che l'autore dell'Apocalisse usa l'espressione segno, e lo chiama grandioso, che appare nel cielo: il luogo che nell'immaginario collettivo è abitazione di Dio. L'immagine è quella di una donna che, ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 15-08-2017)
Aria di cielo
Alcune feste cristiane, lo sappiamo bene, sono state collocate in date che erano preesistenti alla vicenda di Gesù: la Chiesa, lungo i secoli, non ha fatto altro che "cristianizzare" feste e culti di origine pagana affidandoli all'intercessione e alla venerazione dell'unico vero Dio. Così, è noto come il Natale non sia altro che la cristianizzazione della fe ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2017)
Lo sprone a guardare avanti
Nella contestualità piena dell'estate, mentre siamo assorbiti dai divertimenti che preludono la parte conclusiva delle ferie e il viaggio di ritorno alle varie realtà, ecco che ci si prospetta una Solennità che meriterebbe di essere considerata in tempi più appropriati e favorevoli alla riflessione. La solennità dell'Assunzione di Maria non va infatti isolat ...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 15-08-2017)
Commento alle letture con i ragazzi - Assunzione della Beata Vergine Maria (Anno A)
...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 15-08-2017)
Commento alle letture - Assunzione della Beata Vergine Maria (Anno A)
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2017)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Ottavio De Bertolis L'episodio della visitazione, che contempliamo nella pagina del Vangelo di oggi, Mostra, a ben vedere, alcune particolarità: una ragazza che, da sola, "si mise in viaggio verso la montagna"; le montagne, la Giudea, sono luoghi pericolosi da farsi per una donna, ancora quasi bambina, Conosciamo ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 15-08-2017)
Bella tu sei qual sole, bianca più della luna
Un canto popolare che ben conosciamo ci fa tessere le lodi di Maria assunta alla gloria del cielo e prendendo spunto dal passo dell'Apocalisse di San Giovanni Apostolo fissa in alcuni versi chi è la nostra Madre celeste e come ci piace immaginarla nel santo paradiso, vicino al suo Figlio Gesù e vicino a tutti i figli redenti dal sangue preziosissimo di Crist ...
(continua)
don Angelo Casati     (Omelia del 15-08-2016)
Il saluto sulla soglia
Mi direte che sono strano. A volte penso che sia un bene che i libri sacri non ci raccontino l'assunzione di Maria, la madre di Gesù, al cielo. Così come d'altronde nessuno dei vangeli racconta l'uscita di Gesù dalla tomba. E penso che sia un bene che non ci sia tolto ogni ombra di velo dal mistero. Già la parola "cielo" - voi lo sapete - è un termine che ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 15-08-2016)
Una carriera tutta in punta-di-piedi
Fu Donna come nessun'altra: seppe stare ferma al posto datole. «Stabat mater dolorosa» ("La Madre addolorata stava") canta l'antica sequenza cattolica attribuita a Iacopone da Todi. Stava alle esigenze del Cielo: a Nazareth come a Cana, fuori dalla sinagoga, anonima nel pretorio. Sotto la Croce, il mattino di Pasqua, nel giorno in cui calò lo Spirito. Nascos ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 15-08-2016)
Commento su Luca 1,39-56
Ci siamo lasciati ieri con la amara constatazione che, per la sua fede così radicale e senza compromessi, Gesù perdette tutto: reputazione, gli affetti più cari, e infine anche la vita. La solitudine e il rifiuto da parte del mondo è il destino del Messia: venuto tra noi per riannodare i rapporti con Dio, il figlio del falegname, vero Dio e vero uomo, visse ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2016)
Maria il volto della Verità
Da tanti secoli la Chiesa ci parla di Maria designandola con milioni di titoli ed esaltando di Lei molteplici aspetti, caratteristiche e virtù. Ci sono parecchie usanze locali che esaltano la Vergine, pratiche religiose e devozionali, iniziative catechetiche e oratoriane, celebrazioni mariane che variano di luogo in luogo e numerosissimi Santuari, di cui sol ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Rocco Pezzimenti 1. Questa festa, tipicamente cattolica, presenta tantissime sfaccettature, ma è essenzialmente la festa dell'umiltà e della grandezza della Vergine Maria. Il racconto di Luca ribadisce ripetutamente questi convincimenti. Il Signore "ha rivolto gli occhi alla bassezza della sua serva". La più umil ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 15-08-2016)
Commento su Luca 1,39-56
Di saluto in saluto, di gioia in gioia. Maria, col suo saluto, accende la gioia di Elisabetta che percepisce il "tocco" del Bambino; a sua volta il saluto di Maria è partito da quello rivoltole dall'Angelo; una catena di gioia che si allunga a tutti. Maria parte in fretta a portare il saluto. La grazia, che è il "tocco" dell'amore di Dio, spinge a "toccare" ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 15-08-2015)
Video commento su Luca 1,38-56
...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 15-08-2015)
La rivoluzione di Dio
Clicca qui per la vignetta della settimana. Il contesto intimo e famigliare che ci viene descritto in questo passo del Vangelo, dove due donne incinte si incontrano per un sostegno reciproco, non ci deve far diminuire la portata profetica del racconto. L'evangelista Luca ci sta raccontando gli inizi di una storia che è destinata a cambiare l'intera storia ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 15-08-2015)
Audio commento alla liturgia - Lc 1,39-56
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 15-08-2015)
Il cielo ha un cuore
Leggevo, in un commento alla solennità che celebriamo, che la liturgia interpreta l'Assunzione di Maria al cielo, non come qualcosa di straordinario, soprannaturale, legato alla figura di una donna "speciale"... si rischierebbe di allontanare dalla nostra vita colei che Dio ha scelto per entrare nella vita degli uomini, mettere lassù su un piedistallo colei ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 15-08-2015)
Dio innalza gli umili e disperde i superbi
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 15-08-2015)
Maria Assunta in Cielo: una mamma che ci attende
Ricordo la prima volta che mi staccai da mia madre. Avevo dodici anni e volendo seguire la chiamata del Signore partii per il seminario che doveva ospitarmi. Quel giorno ci fu in famiglia una grande confusione per i preparativi. Arrivai a destinazione e fui accolto premurosamente dai Padri rosminiani, ma non avevo messo in conto la nostalgia della famiglia, ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 15-08-2015)
Sapore di cielo
Siamo giunti a quella che tradizionalmente riteniamo essere la metà dell'estate. Una metà un po' anomala, a dire la verità, perché in realtà ci avviamo già inesorabilmente verso la sua conclusione, eppure siamo contenti di avere a disposizione ancora qualche ora di sole in più, nonostante le giornate si stiano facendo decisamente più corte. Ci pensano le ron ...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 15-08-2015)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Giuseppe Di Stefano UNA DONNA FATTA DELLA "NOSTRA PASTA" Una donna della "nostra pasta", impastata come noi di terra e cielo. Maria, con tutta la sua grandezza, non è una donna diversa dalle altre donne della terra. Ella è interamente donna, non un essere superiore venuto da un altro pianeta, né una creatura s ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 15-08-2015)
Commento su Luca 1,39-56
Questa solennità cade a metà estate, quando molta gente si sta meritatamente godendo le ferie: il clima vacanziero potrebbe raffreddare la fede...anche con il solleone. E così l'Assunta rischia di rimanere un po', come dire, sottotono? e con essa, il mistero sotteso: mistero di morte e di risurrezione, mistero di sofferenza e di gioia, mistero di male e di b ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 15-08-2015)
Maria, giardino di Dio, dove attende tutti i suoi figli
La solennità dell'Assunzione dal cielo della Madonna, in anima e corpo, ci porta istintivamente a pensare al Paradiso. In fondo, il paradiso non è altro il giardino di Dio, dove tutti i fiori più belli vengono accolti e costituiscono l'armonia dell'insieme nell'eternità di Dio. In questo giardino eterno, nel santo paradiso, vi è entrata in anima e corpo, uni ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2015)
La magnificenza di Dio è munificenza
In Gesù suo Figlio Dio ci ha dimostrato in queste settimane di essere il Re di gloria il cui splendore si manifesta nelle vesti bianche che sfavillavano sul monte Tabor davanti agli occhi entusiasti di Pietro, Giacomo e Giovanni (Mc 9, 2 - 10), ma di proporsi a noi uomini come alimento di vita e "pane vivo disceso dal cielo", mangiando del quale si vivrà per ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 15-08-2015)

Maria è assunta in cielo, simbolo della gloria di Dio, accolta alla presenza immediata di Dio, pervenuta all'esperienza diretta di lui. Maria è introdotta nella Trinità, più vicina degli angeli e dei santi, assunta in anima e corpo, con tutta la sua persona ha raggiunto la beatitudine e la felicità completa. Come Gesù nella resurrezione. L'Assunzione è la Pa ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 15-08-2015)
Commento su Ap 11,19; 12,1-6.10; Sal 44; 1Cor 15,20-27a; Lc 1,39-56
Eccoci, anche quest'anno, a celebrare il ricordo dell'Assunzione della Beata Vergine Maria in anima e corpo, ed accolta dalla santissima trinità come la regina del cielo. L'Assunzione è una delle tante feste dedicate, specialmente in Italia, alla Madre del Salvatore. La devozione dei fedeli verso la "mamma" celeste è molto diffusa; ogni regione, ogni citt ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 15-08-2014)
Maria SS.ma Assunta in cielo
Il mese di agosto ci offre una grande festa: l'Assunzione di Maria al Cielo, una festa che dà un senso, anche se non lo vogliamo, al momento di svago, di riposo e di quanto altro chiamiamo ferragosto. Il ferragosto raggiunge tutti e sa come cambiare il volto delle nostre città e, se vogliamo, della nostra vita feriale, cercando di darle un volto diverso, di ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 15-08-2014)
Le potenze malefiche non vincono la Donna
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 15-08-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Davide Arcangeli L'apocalisse sembra parlare il linguaggio misterioso della fine del mondo, in realtà i suoi simboli sono talmente potenti da attraversare tutta la storia dell'umanità. Da un lato troviamo la sagoma enorme e spaventosa del drago rosso, che rappresenta la forza del male in opera nella storia. D ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 15-08-2014)
Umili, umiliati, innalzati al Cielo
Dio innalza Maria nella Gloria del Cielo: questo è il Mistero che celebriamo nella Liturgia di oggi. E al di là del profondo significato teologico di questa solennità (ovvero, l'assimilazione di Maria alla Risurrezione di suo Figlio, così come fu assimilata al mistero della sua incarnazione e morte), mi piace sottolineare un altro significato, non meno profo ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 15-08-2014)
Maria, donna dal passo leggero
C'è tanta leggerezza, nel corpo e nello spirito della Vergine Maria. Non la leggerezza di chi prende le cose con superficialità. È invece la leggerezza del passo veloce, dell'incontro appassionato, del canto gioioso. Non la leggerezza di chi finge di non sentire la fatica e il dolore. È piuttosto la leggerezza di chi scopre una forza più profonda per affront ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 15-08-2014)
Commento su 1Cor 15,20-27a
Collocazione del brano Maria è stata assunta in cielo corpo e anima, cioè con tutto il suo essere è già partecipe della risurrezione dei morti che aspetta tutti noi, senza aver subito la corruzione del corpo di carne. Per questo motivo la Chiesa ha scelto come seconda lettura questo brano della lettera ai Corinti, in cui Paolo mette in chiaro come avverrà ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 15-08-2014)
Commento su Lc 1,39-56
Collocazione del brano Il vangelo scelto per la solennità dell'Assunzione al cielo di Maria Santissima ci ricorda i motivi per cui Maria è stata assunta al cielo: la Madre di Dio dopo aver ricevuto l'annuncio della sua maternità da parte dell'angelo si reca in fretta da Elisabetta sua parente, per condividere la propria gioia con qualcuno che stava vivendo ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 15-08-2014)
Commento su Luca 1,39-56
La solennità dell'Assunta ci invita ad avere gli occhi ancora una volta verso la nostra patria. Una festa che ci aiuta a ricuperare la dimensione sulle realtà ultime quando la vita quotidiana è interpretata in chiave esclusivamente razionale e i problemi su queste realtà vengono demandate a filosofi e poeti. Come è importante nel nostro camminare sulla terra ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 15-08-2014)
Una gioia immensa sapere che Maria ci attende nel Paradiso
Una mamma non può che avere un posto eccezionale nella vita dei suoi figli. Lo è da un punto di vista umano, lo è soprattutto da un punto di vista spirituale e cristiano. Gesù, infatti, ha riservato per la sua e nostra mamma un trattamento speciale, in vista proprio del piano della salvezza del genere umano. L'ha preservata dal peccato originale e poi, in vi ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 15-08-2014)
Un Dio davvero munifico
Della festa definita "Dormitio Mariae" si hanno testimonianze in Oriente sin dal VI secolo, sia in ambito cattolico che nel mondo ortodosso, dove appunto in questo periodo si fissava al 15 Agosto la festa solenne della "Dormizione" (l'addormentamento della Vergine accerchiata dalla schiera degli apostoli). Essa riguardava già il fatto che il corpo della Verg ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 15-08-2014)

Due donne gravide s'incontrano e si raccontano la storia in chiave di felicità ed esaltazione di Dio. Tutto in un saluto nato da un gesto d'amore di una donna, un viaggio fatto in fretta per amore verso un'altra. L'amore di Dio porta a quello per il prossimo. Maria è partita per dire bene; a noi capita il contrario. Le donne li portano dentro, ma sono i d ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 15-08-2014)
Commento su Lc 1,39-56
La festa dell'Assunta, che si posiziona nel cuore delle vacanze estive, ha una duplice veste: laica legata alla festa di ferragosto (tradizione antica pagana) e religiosa di più recente istituzione, ma che ha radici popolari di antichissima tradizione. Possiamo accogliere questo invito, discreto ed impegnativo, per fermarci un attimo a riflettere sulla figur ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 15-08-2013)
Commento su Lc 1,39-56
Ferragosto: il cuore dell'estate, la festa più grande delle vacanze. Per noi, però, ricorda la festa dell'Assunzione di Maria, che ci richiama all'opera di Dio in Maria di Nazareth, discepola del Signore. Bella festa, quella di oggi, che porta con sé un rischio: quello di sottolineare le così tante straordinarietà della madre di Gesù dal finire coll'allonta ...
(continua)