LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 9 Maggio 2021 <

Venerdì 7 Maggio 2021

Sabato 8 Maggio 2021

Domenica 9 Maggio 2021

Lunedì 10 Maggio 2021

Martedì 11 Maggio 2021

Mercoledì 12 Maggio 2021

Giovedì 13 Maggio 2021

Venerdì 14 Maggio 2021

Sabato 15 Maggio 2021

Domenica 16 Maggio 2021

Newsletter
Per ricevere la Liturgia del giorno inserisci la tua mail:


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Bianco
BP060 ;

Durante la lettura del Vangelo, nel corso della celebrazione liturgica, è il Signore Gesù Cristo che parla ai suoi discepoli. Oggi ci dice che siamo tutti suoi amici, che gli apparteniamo attraverso la fede e attraverso il battesimo. Egli l’ha provato rivelandoci il suo segreto e la sua missione di Figlio di Dio. Ci ha detto che Dio, nella sua onnipotenza divina, ci ama tutti. Per mezzo di suo Figlio Gesù Cristo, ci ha fatto entrare nella comunione di amore che esiste fin dall’eternità tra lui e suo Figlio. “Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi”. È una parola di verità potente e divina.
Per tutti quelli che hanno preso coscienza dell’importanza di questo dono divino, conta una sola cosa: mostrarsi degni dell’amore che ci viene nell’amicizia del Figlio di Dio. “Rimanete nel mio amore”.
Per Gesù Cristo, ciò che è importante innanzitutto è che tutti i suoi amici si amino gli uni gli altri come egli stesso ha amato i suoi discepoli nel corso della sua vita terrena. La più viva espressione di questo amore è stata la sua morte sulla croce per i peccatori (cf. Gv 1,36; 19,34-37). L’amore perfetto del Padre celeste è la felicità e la gioia di suo Figlio. E questa gioia, il Figlio risuscitato la trasmette ai suoi amici nel giorno di Pasqua. “Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi!”. Ricevete lo Spirito Santo!” (Gv 20,21-22). Egli offre senza sosta la gioia a tutti quelli che credono nella sua parola e per mezzo del battesimo si uniscono a lui e alla sua cerchia di amici, la Chiesa. Chi entra nell’amore di Dio per mezzo di suo Figlio ha ormai una ragione essenziale per essere sempre felice.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Condividi questa Liturgia su > Facebook
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Con voce di gioia date l’annuncio,
fatelo giungere ai confini della terra:
il Signore ha riscattato il suo popolo. Alleluia. (Cf. Is 48,20)

Si dice il Gloria.


Colletta
Dio onnipotente,
fa’ che viviamo con intenso amore questi giorni di letizia
in onore del Signore risorto,
per testimoniare nelle opere il mistero che celebriamo nella fede.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure (Anno B):
O Padre, che nel tuo Figlio ci hai chiamati amici,
rinnova i prodigi del tuo Spirito,
perché, amando come Gesù ci ha amati,
gustiamo la pienezza della gioia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

>

Prima lettura

At 10,25-27.34-35.44-48
Anche sui pagani si è effuso il dono dello Spirito Santo.

Dagli Atti degli Apostoli

Avvenne che, mentre Pietro stava per entrare [nella casa di Cornelio], questi gli andò incontro e si gettò ai suoi piedi per rendergli omaggio. Ma Pietro lo rialzò, dicendo: «Àlzati: anche io sono un uomo!».
Poi prese la parola e disse: «In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga».
Pietro stava ancora dicendo queste cose, quando lo Spirito Santo discese sopra tutti coloro che ascoltavano la Parola. E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si stupirono che anche sui pagani si fosse effuso il dono dello Spirito Santo; li sentivano infatti parlare in altre lingue e glorificare Dio.
Allora Pietro disse: «Chi può impedire che siano battezzati nell’acqua questi che hanno ricevuto, come noi, lo Spirito Santo?». E ordinò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo. Quindi lo pregarono di fermarsi alcuni giorni.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 97

Il Signore ha rivelato ai popoli la sua giustizia.

Cantate al Signore un canto nuovo,
perché ha compiuto meraviglie.
Gli ha dato vittoria la sua destra
e il suo braccio santo.

Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza,
agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia.
Egli si è ricordato del suo amore,
della sua fedeltà alla casa d’Israele.

Tutti i confini della terra hanno veduto
la vittoria del nostro Dio.
Acclami il Signore tutta la terra,
gridate, esultate, cantate inni!

>

Seconda lettura

1Gv 4,7-10
Dio è amore.

Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo

Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio: chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.
In questo si è manifestato l’amore di Dio in noi: Dio ha mandato nel mondo il suo Figlio unigenito, perché noi avessimo la vita per mezzo di lui.
In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Gv 14,23)
Alleluia, alleluia.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore,
e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui.
Alleluia.

>

Vangelo

Condividi il Vangelo su >   Facebook Ascolta il Vangelo >    

Gv 15,9-17
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici.


+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
La gloria di Dio, che risplende nella morte e risurrezione di Gesù, ci viene donata attraverso lo Spirito Santo, che ci permette di vivere nella fede, nella speranza e nella carità.
Preghiamo insieme e diciamo: Donaci, Signore, il tuo Spirito d'amore.

1. Agnello di Dio, rendi la tua Chiesa risplendente di gloria, per essere segno già in questo mondo dell'amore pieno che tu ci doni, preghiamo.
2. Principe della pace, spegni l'odio nel mondo, poni fine ai conflitti, riconcilia le famiglie divise, concedi a tutti il dono della pace pasquale, preghiamo.
3. Figlio del Padre, unisci le nostre comunità cristiane, perché nella diversità dei carismi si manifesti l'unico dono dello Spirito Santo, preghiamo.
4. Signore risorto, fa' che tutti noi che partecipiamo a questa Eucaristia passiamo dalle tenebre del peccato alla splendida luce della tua risurrezione, preghiamo.

Signore, che risorgendo da morte ci hai resi partecipi dei tuoi doni pasquali, fa' che, fedeli ai tuoi comandamenti, ti serviamo sempre con cuore puro e riconoscente. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
Salgano a te, o Signore,
le nostre preghiere insieme all’offerta di questo sacrificio,
perché, purificati dal tuo amore,
possiamo accostarci al sacramento della tua grande misericordia.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO PASQUALE I, II, III, IV, V


Antifona alla comunione
Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto:
senza di me non potete far nulla. Alleluia. (Gv 15,5)


Preghiera dopo la comunione
Dio onnipotente,
che nella risurrezione di Cristo
ci fai nuove creature per la vita eterna,
accresci in noi i frutti del sacramento pasquale
e infondi nei nostri cuori la forza di questo nutrimento di salvezza.
Per Cristo nostro Signore.

Benedizione solenne
Dio, che nella risurrezione del suo Figlio unigenito
ci ha donato la grazia della redenzione
e ha fatto di noi i suoi figli,
vi dia la gioia della sua benedizione. R. Amen.

Il Redentore,
che ci ha donato la libertà senza fine,
vi renda partecipi dell’eredità eterna. R. Amen.

E voi, che per la fede in Cristo
siete risorti nel Battesimo,
possiate crescere in santità di vita
per incontrarlo un giorno nella patria del cielo. R. Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente,
Padre e Figlio e Spirito Santo,
discenda su di voi e con voi rimanga sempre. R. Amen.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

don Giovanni Berti     (Omelia del 09-05-2021)
Una Fede Non Da Servi
Clicca qui per la vignetta della settimana. Laura, l'ultima delle mie tre sorelle, mi ha ricordato qualche giorno fa' che questo brano del Vangelo è proprio quello che lei e suo marito Stefano avevano scelto per il giorno del loro matrimonio. Nella preparazione della celebrazione del matrimonio cristiano, la scelta delle letture bibliche è una delle cose ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09-05-2021)
Video commento a Gv 15,9-17
...
(continua)
Bella prof! - don Gianmario Pagano     (Omelia del 09-05-2021)
Il vero scopo della rivelazione
...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09-05-2021)
Commento su Gv 15,9-17
«Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che ...
(continua)
don Lucio D'Abbraccio     (Omelia del 09-05-2021)
Dio si conosce amando
Nelle letture di questa domenica è evidente e centrale il tema dell'amore. Questo, che è un argomento ricorrente nella prima Lettera di Giovanni, lo è anche nel brano del Vangelo dello stesso Giovanni che ci viene proposto oggi. Giovanni, nella sua Lettera (seconda lettura) rivela che Dio è Amore. Tra le tante definizioni di Dio (essere perfettissimo, mot ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 09-05-2021)
Il cerchio dell'amore
L'itinerario dell'amore che Gesù consegna ai suoi sembra percorrere una rotta verticale. Parte dall'Alto, dal Padre, e discende verso il Figlio. Da questi entra nella vita delle sue creature più belle, gli uomini e le donne di questo mondo, che Gesù chiama amici e conduce per la via del suo comandamento. Il quale, come ultimo atto di discesa ed espansione, ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 09-05-2021)
Collegati a Gesù e scarica la gioia piena!
Rimanere nell'amore di Gesù significa collegarsi a Lui e scaricare l'aggiornamento per la gioia... quella piena! Quando Gesù ci esorta a seguire i suoi comandamenti non sta imponendo un atteggiamento di sottomissione, ma una formula magica. La ricetta della gioia piena! Chi non desidera di essere felice? Eppure la felicità che cerchiamo noi si esaurisc ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 09-05-2021)
Liberi, felici, e innamorati dell'Amore
In questi giorni, nel panorama mediatico, ha tenuto banco - oltre, ovviamente, alle costanti informazioni riguardanti la pandemia - la notizia della polemica intercorsa tra un noto personaggio del mondo dello spettacolo, i vertici dell'azienda radiotelevisiva di stato, e alcuni esponenti del mondo politico riguardanti presunte censure alla libertà d'espressi ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 09-05-2021)
Dio è gioia per noi.
Tutti cerchiamo la serenità, la pace, la gioia... eppure ci sono tante tensioni, nervosismi, scoraggiamenti, depressioni, cattiverie gli verso gli altri, anche per piccole cose. Gesù ci dice: "La mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena... Cos'è la gioia? Non è lo schiamazzo, la trasgressione, fare quel che mi pare, in maniera egoistica, solo il dive ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 09-05-2021)
Lectio Divina - VI Domenica di Pasqua - Anno B
...
(continua)
don Marco Scandelli     (Omelia del 09-05-2021)
#2minutiDiVangelo - VI Domenica Pasqua - Il tuo primo compito è amare. Poi viene tutto il resto.
Commento al Vangelo della VI Domenica di Pasqua - a cura di don Marco Scandelli #2minutiDiVangelo ---- Gv 15 9-17 ...
(continua)
don Mario Simula     (Omelia del 09-05-2021)
L'Amore senza argini
Il percorso del credente, discepolo del Signore Risorto, è tracciato. Non ne esiste uno alternativo. Non prevede scorciatoie. La luce che lo indica è inestinguibile e luminosissima. Splende giorno e notte. E' una luce semplice e intensa. Disarma chi la accoglie con cuore sincero e buono. E' la chiarezza senza nebbie. E' il nome di Dio: "Dio è amore". Dio ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 09-05-2021)
Amore senza fine
Gesù Cristo sarebbe morto inutilmente se attorno a lui venissero ora escluse delle persone. Oppure, il che è lo stesso, se la sua missione non fosse universale, estesa a tutti gli uomini di tutti i tempi senza esclusione. Morendo Gesù, si squarciava il velo del tempio si squarciò in due (Mt 27, 51) e questo allude al fatto che la sua crocifissione segna la f ...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 09-05-2021)
Domenica - VI settimana di Pasqua - Commento al Vangelo
...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 09-05-2021)
Convertirsi dall'infelicità alla gioia
...
(continua)
Frati Minori Cappuccini     (Omelia del 09-05-2021)

...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 09-05-2021)
Amare è un atto eroico
In questa domenica la liturgia ci propone il tema più importante dell'anno e dell'intera vita cristiana: l'amore, l'amore di Dio, l'amore da condividere coi fratelli. Non ci sono mezze misure nella sequela del Cristo risorto e non esistono scorciatoie. Non si tratta di un amore dolciastro, né di una delle sue tante sfaccettature melense. Non è neppure il sen ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 09-05-2021)
Commento al Vangelo del 9 maggio
...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 09-05-2021)

"Come il Padre ha amato me". Mi domando in cosa consiste quest'amore del Padre per Gesù. Forse è il fatto di averlo desiderato intensamente come figlio e di averlo lasciato libero, senza possessività, di fare una cosa pericolosissima: Venirci a trovare. " anche io ho amato voi". Gesù a desiderato stare con noi e lo desidera ancora. Certamente è venuto p ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 09-05-2021)
Amare è semplicemente donare anche la vita per gli altri
La parola di Dio di questa sesta domenica di Pasqua riporta al centro della nostra riflessione il tema dell'amore: quello che Dio nutre nei confronti dell'umanità e quello che dovrebbe circolare tra tutti gli esseri umani e in particolare tra quelli che credono in Cristo, salvatore del mondo. Nel brano evangelico di questa domenica, tratto da san Giovanni, ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 09-05-2021)
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 09-05-2021)
Amiamo perché Lui ci ama
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 09-05-2021)

Gesù ci lascia un comandamento, anzi il comandamento: quello dell'amore! Sembra strano, secondo la logica di questo mondo, che l'amore possa essere un comandamento, quando la frase che oggi ricorre spesso è: "al cuore non si comanda!". Cosa è che mi dà la forza di amare in ogni momento anche quello più difficile? Il fatto di essere amato! Il lasciarmi amare ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 09-05-2021)
Vi ho chiamato amici
Mi emoziona sapere che Gesù ci chiama amici. Siamo infedeli, superficiali e incostanti, ma Gesù ci chiama amici. Non ce lo meritiamo, ma la gratuità dell'amore del Maestro ci fa gustare la freschezza e la bellezza di un amore che ci ha chiamato e inviato per portare frutto. A noi, amici suoi, il Signore consegna il suo comandamento: "che vi amiate gli uni g ...
(continua)
don Gaetano Luca (Amore)     (Omelia del 09-05-2021)

...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 09-05-2021)
Se tu ami, la tua vita è comunque un successo
I pochi versetti del Vangelo di oggi ruotano intorno al magico vocabolario degli innamorati: amore, amato, amatevi, gioia. «Tutta la legge inizia con un "sei amato" e termina con un "tu amerai". Chi astrae da questo, ama il contrario della vita» (P. Beauchamp). Roba grossa. Questione che riempie o svuota la vita: questo vi dico perché la mia gioia sia in voi ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 09-05-2021)
«G» di graziati, «I» di inclusi, «O» di orientati, «I» di inviati, «A» di amati da amici
Siamo entrati in una fase di timide aperture dove finalmente ci si può incontrare "in presenza" e non più "a distanza", incollati al display di un computer, o di un tablet o di uno smartfhone. La voglia di normalità nelle relazioni viene interpretata come libertà di divertirsi con la moda dello spritz al bar assieme agli amici, condizionati dalla parola d'or ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 09-05-2021)
Commento su Giovanni 15,9-17
"Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi". La qualità dell'amore di Gesù verso i suoi discepoli è il tema principale di questa pericope del Vangelo di Giovanni. L'amore di Dio per noi è questione fondamentale per la vita e pone domande decisive su chi è Dio e chi siamo noi. Benedetto XVI nella sua Enciclica Deus Caritas est afferma: "Al riguardo, ci ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 09-05-2021)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,9-17
...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 09-05-2021)
Vivere nella gioia, nonostante tutto. è ancora possibile (sesta domenica del Tempo di Pasqua)
...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 09-05-2021)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15,9-17)
...
(continua)
don Alfonso Giorgio Liguori     (Omelia del 09-05-2021)
Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 09-05-2021)
Avere fede significa vivere nella gioia
Secondo un vecchio detto popolare, "siamo nati per patire", e sembrano corrispondervi certe storie di santi, certe immagini che accade di vedere dentro le chiese, certe prediche vecchio stile; insoma pare aver ragione chi ritiene il cristianesimo la religione della rinuncia, del sacrificio, della penitenza; insomma, di una vita triste che si priva di quanto ...
(continua)
Paolo De Martino     (Omelia del 09-05-2021)
Amati per amare
In questa pagina è racchiusa forse l'essenza del cristianesimo. Siamo al cuore dei discorsi di addio, cioè siamo al cuore del testamento che lascia Gesù. In questi nove versetti per nove volte risuona la parola "amore/amare" e per tre volte la parola "amici". Lo sappiamo, l'amore è l'esperienza più importante della nostra vita. Siamo tutti mendicanti d'am ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09-05-2021)
Commento su At 10,25-27.34-35.44-48; Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17
Questa domenica riprendiamo il filo che da qualche settimana ci conduce dopo la resurrezione di NSGC con le parole giovannee della sua prima lettera: "Carissimi amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio: chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.... In questo sta l'amore: non siamo sta ...
(continua)
don Nicola Salsa     (Omelia del 09-05-2021)
Il comandamento dell'Amore (Gv 15,9-17)
...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 09-05-2021)
Commento su Giovanni 15,9-17
Continua la catechesi di Gesù ai Dodici, durante la cena di addio: ritorna due volte la preghiera del Maestro di rimanere nel Suo amore; il Figlio di Dio spiega cosa significhi rimanere nel Suo amore: osservare i Suoi comandamenti. Lui stesso ha osservato i comandamenti del Padre suo per rimanere nel Suo amore. Obbedire ai Suoi comandi, è la condizione per ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 09-05-2021)
Video commento su Giovanni 15,9-17
...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06-05-2018)
Commento su Gv 15, 16-17
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri." Gv 15, 16-17 Come vivere questa Parola? Siamo nel pieno del tempo pasquale e si stanno avvicinando gli ev ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 06-05-2018)
Con Gesù meglio servi oppure amici?
Clicca qui per la vignetta della settimana. È più facile essere servi o amici? Il servo è colui che deve eseguire gli ordini senza discutere. Il servo non considera il padrone a suo pari, ma si "sottomette" alla sua volontà sperando in una ricompensa o in una giusta paga, o nei casi di un servo-schiavo di non essere punito. Il servo non condivide necessa ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06-05-2018)
Video commento a Gv 15,9-17
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-05-2018)
Video commento a Gv 15,9-17
...
(continua)
Sulla strada - TV2000     (Omelia del 06-05-2018)
Commento su Giovanni 15,9-17
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06-05-2018)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,9-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 06-05-2018)
Un amore che impara
Questa pagina è il trionfo della gratuità! Contro ogni malinteso, contro ogni fraintendimento, Gesù dice chiaramente che non è la reciprocità ma la gratuità il cuore del suo messaggio. Daniele lo sottolineava bene durante il momento di preghiera comune sul vangelo: non ci ha chiesto di amare lui, ma di amare gli altri, di amarci gli uni gli altri! Non: come ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 06-05-2018)

In questa domenica il Signore approfondisce quella meravigliosa unione di amore che siamo chiamati e siamo resi capaci di vivere con lui e con gli altri. Anzitutto ci invita a rimanere nel suo amore. È un'immagine molto bella: la fede è uno stare uniti a Dio, immersi in lui, protetti e avvolti dal suo amore misericordioso: come un bambino nel grembo della ma ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 06-05-2018)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Lucia Piemontese Le parole che ascoltiamo oggi, dal capitolo 15 del Vangelo di Giovanni, sono precedute dalla bella immagine della vite e dei tralci, che Gesù usa per parlare dell'amore fra Lui e noi. Come la linfa vitale scorre dalle radici al tronco fino ai tralci, così l'amore di Dio scorre dal Padre al Figlio ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 06-05-2018)

Secondo voi, qual è il segno che dovrebbe contraddistinguere noi cristiani? È la gioia. Una gioia che si dovrebbe vedere anche solo guardandoci negli occhi, una gioia piena, una gioia così grande da desiderare di trasmetterla a tutti. Gesù, in questo brano del Vangelo, ci dice il perché. L'evangelista Giovanni scrive: "Come il Padre ha amato me, anche io ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 06-05-2018)
Un Dio per amico
Di fronte all'ascolto di questo brano di Vangelo, potrà sembrare strano, ma a me sorge spontanea una domanda: "Perché?". Perché quando guardo le mie sorelle e i miei fratelli cristiani non vedo sul loro volto e nel loro cuore "la gioia piena" di cui ci parla Gesù oggi? Perché, invece di incontrare cristiani contenti di venire in chiesa, smaniosi di incontrar ...
(continua)
don Domenico Bruno     (Omelia del 06-05-2018)
Il vizio di amare
Il vizio è un'abitudine non buona, un'azione sbagliata che compiamo senza nemmeno rendercene conto. Il suo esatto contrario è la virtù: un'abitudine buona. Il problema non sta in ciò che facciamo, ma in ciò che non ci rendiamo conto di fare. Infatti, se compiamo un'azione cattiva e ce ne accorgiamo, facciamo sempre in tempo a correggerci; se compiamo un'azio ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 06-05-2018)
Se vuoi diventare amico di Dio
"Amarsi un po'", diceva il ritornello di una famosa canzone di Lucio Battisti nel suggerire di addentrarsi in una relazione di amore senza paura, avendo solo il coraggio di cominciare. Ma quella stessa canzone precisava che per viverla bisogna poi saper affrontare ostacoli e lacrime. In questi ultimi mesi ho ricevuto in vari colloqui le confidenze di tanti a ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 06-05-2018)
Storia di un amore ricamato a mano
Alcuni amori sono fatti a mano, altri amori sono fatti in serie. Amori già veduti all'opera: "Sarò il tuo amore se (...)" Anche no, troppo facile così: "Lascia stare. Ti amo nonostante". Oltre: "Sei stato/a un disastro: ti amo per questo. Non ti sei arreso/a al disastro. Grazie, passato del mio disastro-preferito". Amare, a fidarsi di Cristo, è rimanere quan ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 06-05-2018)
La Parola - Commento al Vangelo di Giovanni (Gv 15,9-17)
...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 06-05-2018)
Un Dio che da signore e re si fa amico, alla pari con noi
Una di quelle pagine in cui pare custodita l'essenza del cristianesimo, le cose determinanti della fede: come il Padre ha amato me, così io ho amato voi, rimanete in questo amore. Un canto ritmato sul vocabolario degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza... «Dobbiamo tornare tutti ad amare Dio da innamorati, e non da servi» (L. Verdi). E una strada c'è, p ...
(continua)
don Fabio Rosini     (Omelia del 06-05-2018)
Audio commento al Vangelo del 6 maggio 2018
...
(continua)
don Alessandro Farano     (Omelia del 06-05-2018)
Video commento - VI Domenica di Pasqua - Anno B
...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 06-05-2018)
Commento su Giovanni 15,9-17
In questo breve passo tratto dal capitolo 15 del quarto Evangelo la Rivelazione raggiunge il culmine: Gesù svela il senso profondo della vocazione dei discepoli: diventare suoi amici. Si delinea così un nuovo legame tra Dio e gli uomini: fino ad allora percepito e vissuto come rapporto servile tra un padrone e i suoi schiavi, è sovvertito; al suo posto, Cri ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 06-05-2018)
Commento su Giovanni 15,9-17
Rimanere nell'amore di Cristo è al cuore della vita del cristiano e della Chiesa. Il primato dell'amore di Cristo e del Padre donato ai discepoli e alla comunità precede e fonda l'amore vissuto nella e dalla Chiesa. Il Vangelo mette in guardia contro la tentazione ecclesiale di ridurre l'amore anzitutto a un fare per altri, un fare magari organizzato. Essere ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06-05-2018)
Il soffio che ci toglie il respiro
Se domenica scorsa eravamo in campagna, nella vigna, oggi armiamoci di piccozza, corda e coraggio perché siamo invitati a salire un'altissima montagna che è addirittura l'Everest del cristianesimo: "Amatevi come io vi ho amati". Di che toglierci il respiro. Che dobbiamo amare l'abbiamo sempre saputo, ma amare come Lui è una novità che ci fa traballare. Mi a ...
(continua)
diac. Vito Calella     (Omelia del 06-05-2018)
Dal "Ti do se tu mi dai" al "Do agli altri, perché tu mi hai dato"
Siamo impastati di due sguardi: uno controllore, un altro accogliente. Il nostro vivere dipende dallo sguardo degli occhi. Se la vita è una corsa dalla mattina alla notte, i nostri occhi diventano servi del nostro tatto. Rischiamo di fare con-tatto con le cose e soprattutto con le persone che incontriamo, solo per sentire gratificazioni personali, solo per ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 06-05-2018)
Dio non fa preferenze di persone, noi invece sì
Gli Atti degli Apostoli ci offrono un bellissimo dialogo tra Pietro e Cornelio, il quale si rivolge a Pietro per entrare anch'egli nel cammino della fede. Non essendo cristiano, ma pagano, sente il bisogno di chiedere quello che avverte profondamente nel suo cuore: fare parte della comunità dei credenti. E come leggiamo nel brano della prima lettura di oggi, ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 06-05-2018)
Senso unico
Come il Padre L'amore è da Dio, scrive Giovanni nella sua prima lettera (4,7)... così dobbiamo intendere l'espressione "come" (kathòs) non nel senso del paragone piuttosto in senso generativo perché chiunque ama è stato generato da Dio (1Gv 4,7); è lui la sorgente dell'amore perché Dio è amore (1Gv 4,8). È lo stesso amore che Gesù accoglie dal Padre ad esse ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 06-05-2018)
Video commento su Gv 15,9-17
...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 06-05-2018)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,9-17
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 06-05-2018)
Non la rinuncia ma la piena gioia
Certe storie di santi, certe immagini che accade di vedere dentro le chiese, certe prediche vecchio stile, persino certi detti popolari, paiono dare fondamento a chi ritiene il cristianesimo la religione della rinuncia, del sacrificio, della penitenza; insomma, di una vita triste che si priva di quanto può piacere. Ebbene, chi avesse una tale idea della fede ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 06-05-2018)
Il tempo dello Spirito d'Amore
Grandi cose può fare lo Spirito Santo, Terza Persona del nostro Dio Trinità, che agisce con modestia e delicatezza per infondere i suoi doni su singoli e gruppi e per sostenere, guidare e animare. Senza la sua effusione nel giorno di Pentecoste a Gerusalemme, la Chiesa non avrebbe avuto lo sprone necessario per organizzare se stessa, per motivarsi, avere sla ...
(continua)
don Claudio Luigi Fasulo     (Omelia del 06-05-2018)
Audio commento al vangelo della sesta domenica di Pasqua (anno B - Gv 15,9-17)
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 06-05-2018)
Commento su At 10,25-27.34-35.44-48; Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17
La liturgia di questa domenica è tutta improntata sull'amore, o meglio, sull'agape (= amore di donazione), la cui essenza sta nella comunicazione di sé all'amato. I versetti della Sacra Scrittura che la liturgia di oggi offrono alla nostra meditazione, dicono che Dio ci ama: con amore di amicizia come provvidenza, poiché sovviene alle nostre necessità; ma c ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 10-05-2015)
Commento su Gv 15,9-17
Collocazione del brano Continua la nostra lettura di Giovanni 15. Dopo aver esortato i suoi a rimanere in Lui come i tralci nella vite, Gesù lascia cadere le similitudini e giunge a ciò che giustifica in profondità il discorso simbolico della vite stessa, e cioè l'amore, di cui il Padre è la fonte. In questo brano è importante la congiunzione kathos, come, ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 10-05-2015)
Commento su 1Gv 4,7-10
Collocazione del brano Terminiamo oggi la lettura della prima lettera di san Giovanni apostolo. Alcuni temi sono stati già affrontati negli altri brani: l'essere figli di Dio che nasce dall'amore; Gesù come vittima di espiazione. In particolare si ricorda qui la vera caratteristica di Dio. Dio è amore e tutto il piano di salvezza da lui ideato e realizzato ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 10-05-2015)
L'eleganza non è farsi notare ma farsi ricordare
Con il fiatone della partenza addosso, tutto preso dagli ultimi preparativi. Quella cena ardentemente desiderata, la passione ancor tutta da vivere appieno, quel bacio che farà di un amico il traditore - anche se per Lui rimarrà amico ad oltranza -. E poi il catino e l'asciugatoio, la brocca e l'acqua, il pane e il vino. Il legno e la croce, quel sabato tess ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 10-05-2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 15,9-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 10-05-2015)
Io vi chiamo amici
La pagina che leggiamo nella sesta domenica di Pasqua, Gv 15,9-17, è certamente una delle più intense del Vangelo: solo ascoltandola interiormente, vivendola, possiamo comprenderne sempre più profondamente il significato. È Lui, Gesù, che continua ad invitarci a "rimanere" in Lui, ma adesso ci introduce nella sua vita intima e ci svela chi Lui è: la sua vita ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 10-05-2015)
Il circuito dell'amore
Lunedì - Per amare bisogna prima rendersi vulnerabili ed accettare di essere amati Il segno distintivo di un cristiano è una gioia piena, traboccante da poter essere comunicata agli altri. Gesù in questo brano del vangelo ci parla di questo. 9 Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. COME IL PADRE HA AMATO ME COSI' AN ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 10-05-2015)
Cornelio, un lontano che diventa vicino
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 10-05-2015)
L'amore infinito di Dio
La definizione più bella e la rivelazione più completa di Dio è questa: "Dio è amore". E' l'apostolo Giovanni che nel suo vangelo e nelle sue lettere non fa altro che ricordarci questo: Dio è amore, anche noi dobbiamo essere amore, dobbiamo "amarci gli uni gli altri". E' importante meditare, contemplare, gustare la profondità dell'essere di Dio che è Amor ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 10-05-2015)
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici
Con l'avvicinarsi della Pentecoste, cioe? del momento nel quale l'amore di Dio e? versato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito che ci e? dato, la liturgia si concentra proprio su questo tema: l'amore di Dio. E lo fa ricorrendo all'apostolo ed evangelista che piu? di ogni altro non solo ha parlato di questo amore, ma si e? come immerso in esso e ne ha fat ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 10-05-2015)
Nel flusso dell'amore di Dio
Clicca qui per la vignetta della settimana. Ci sono esperienze nella vita che non è possibile raccontare e spiegare senza la consapevolezza che vengano di fatto "ridotte" da qualsiasi parola si usi. Impossibile raccontare quello che si prova quando ci si innamora. E' davvero arduo trasmettere con le parole la bellezza di un paesaggio meraviglioso. Anche ...
(continua)
don Nazareno Galullo (giovani)     (Omelia del 10-05-2015)
Fare l'amore è: ti uso e ti getto!
Dopo una bella potatura, ecco la stupenda rivelazione: Voi siete miei amici! Ci sta chiamando tutti amici. Quando due persone si incontrano, spesso si accende un lumicino: è il lumicino dell'amicizia. Da piccola cosa diventa cosa sempre più grande, diventa luce enorme. Due amici veri chi sono? Due amici veri sono quelli che fino alla fine della loro vita s ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 10-05-2015)
Rimanete nel mio amore
Alle volte, giustamente, la Parola di Dio ci sveglia da uno stile di vita, in cui ci adattiamo, ma che della vita ha perso la parte più bella, direi il senso stesso che Dio ci ha dato creandoci. Dio ci ha fatti ?simili a Sé': e Lui è l'Amore. Se così è, inevitabilmente, quel ?soffio', che Dio ?ispirò' in noi, e di cui non possiamo fare a meno, è il volerci ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 10-05-2015)
Commento su At 10, 34-35
«In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga». At 10, 34-35 Come vivere questa Parola? In questa domenica rileggiamo il bel capitolo 10 degli Atti e la conversione pastorale di Pietro. Preoccupato di rimanere fedele a Gesù ma anche alla tradizione giud ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 10-05-2015)
Video commento a Gv 15,9-17
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 10-05-2015)
Video commento a Gv 15,9-17
...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 10-05-2015)
La cascata dell'amore
Siamo nel cuore dell'inno all'amore di Giovanni. Una cascata di Amore, lo Spirito Santo. La cui sorgente è il Padre e il cui letto che ne raccoglie le cataratte è il cuore squarciato del Figlio. Da lì trabocca, infrangendo gli argini, verso i suoi diletti, coloro che Egli ha scelto come suoi amici. Siamo noi, torrenti mandati a spargere in ogni angolo della ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 10-05-2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 15,9-17
...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 10-05-2015)
Video commento su Giovanni 15,9-17
...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 10-05-2015)
La differenza cristiana: amarsi come ama il Signore
Un canto d'amore al cuore degli insegnamenti di Gesù. Una poesia dolcissima e profonda, ritmata sul lessico degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza, frutti.... È il canto della nostra fede. Come il Padre ha amato me, io ho amato voi. Di amore parliamo come di un nostro compito. Ma noi non possiamo far sgorgare amore se non ci viene donato. Siamo letti d ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 10-05-2015)
La miglior catechesi eucaristica
Ci stiamo avvicinando alla conclusione del tempo di Pasqua, e i Vangeli che abbiamo ascoltato in queste ultime tre domeniche si sono snodati lungo un filo conduttore che credo trovi il suo punto cruciale nel brano di Vangelo di quest'oggi. Il tema è quello della profonda unità, dell'unione tra il Risorto e i suoi discepoli. Abbiamo iniziato con la parabola d ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 10-05-2015)
Una gioia piena
Rimanete nel mio amore Con lo stesso amore con cui Gesù percepisce l'amore del Padre, il Signore ama i suoi discepoli ed esorta a permanere in quell'amore che insieme è del Padre e suo. Dall'inizio della cena (Gv 13,1) troviamo usato spesso il verbo agapaô (amare), e il sostantivo agapê (amore), nel greco classico è piuttosto raro, nel NT, invece, è molto u ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 10-05-2015)
Commento su At 10,25-26.34-35.44-48 e Gv 15,9-17
Amici, oggi prendiamo in esame come Pietro fa fatica ad abbandonare gli otri vecchi, gli insegnamenti vecchi della religione e accettare il messaggio di Gesù. Direi che ancora noi, oggi, facciamo fatica ad abbandonare insegnamenti che ci sono stati tramandati e accettare il messaggio di Gesù e viverlo pienamente! L'otre vecchio dà sicurezza, quello nuovo d ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 10-05-2015)
Video commento su Gv 15,9-17
...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 10-05-2015)
Commento su Giovanni 15,9-17
"A chi annunciamo il Vangelo? a coloro che conoscono già le Scritture, ai Giudei soltanto, oppure anche ai pagani?". Gli Atti degli Apostoli presentano entrambe le tesi: Pietro rappresenta coloro i quali ritenevano meritevoli di ricevere l'annuncio di salvezza solo i credenti di provenienza giudaica, i circoncisi; chi avesse voluto aderire alla fede cristian ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 10-05-2015)
Sulla Tua Parola - Gv 15,9-17
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 10-05-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di padre Gianmarco Paris Preceduti e guidati dall'amore Stiamo percorrendo il cammino della Pasqua: esso ci invita a riconoscere Gesù vivo e vincitore della morte, capace di dare vita nuova a ciascuno di noi. Il Risorto che appare ai discepoli li porta a "ricordare" quanto aveva fatto e detto prima di dare la sua ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 10-05-2015)

Il vangelo di oggi inizia con delle bellissime parole che Gesù dice ai suoi discepoli poco prima di morire: "Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi". Cioè, con lo stesso amore con cui il Padre ama Gesù, così Gesù ama noi, proprio ognuno di noi personalmente! Ma ci pensate bambini? E' un amore che non ha limiti. Se pensate ai vostri papà e alle v ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 10-05-2015)
Dio accoglie tutti nelle braccia della sua misericordia
La sesta domenica del tempo di Pasqua, ci proietta quasi istintivamente alla celebrazione del giubileo della Divina Misericordia, indetto da Papa Francesco e che inizierà l'8 dicembre 2015, solennità dell'Immacolata Concezione e si concluderà il 30 novembre 2016, solennità di Cristo Re dell'Universo. Basta dare una occhiata al testo degli Atti degli Apostol ...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 10-05-2015)
Prediche senza Pulpito - Vangelo di Gv 15,9-17
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 10-05-2015)
Video commento a Gv 15, 9-17
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 10-05-2015)
Vivere nell'amore secondo il modello
La prima comunità cristiana era composta da soli ebrei che avevano riconosciuto in Gesù il Messia promesso, ma ritenevano che egli fosse stato mandato soltanto a beneficio del popolo d'Israele. E' occorso un diretto intervento di Dio, per far capire loro che Gesù è venuto a redimere l'umanità intera: lo riferisce la prima lettura (Atti 10), narrando l'ingres ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 10-05-2015)
Commento su Giovanni 15,9-17
Lo stesso amore di Dio! Gesù ha per noi lo stesso amore con il quale è amato dal Padre. La sola cosa che vale è rimanere in questo amore osservando i comandamenti, vivendo in essi e di essi, anche in questo somigliando a Gesù stesso. La nostra gioia è rimanere nel Signore. È un rapporto del tutto nuovo con Dio, quello portato e offerto da Gesù. Il comanda ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 10-05-2015)
La Parola - commento a Gv 15,9-17
Commento a cura di Daniele Cavedon, diacono Unità Pastorale Val Restena. Registrato nella chiesa Madonna di Monte Berico, Restena di Arzignano. ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 10-05-2015)
Il "fiore all'occhiello" di Dio
"Lo Spirito Santo soffia dove vuole e non senti dove viene e dove va" (Gv 3, 8) e "non si deve imprigionare lo Spirito". Egli è libero di agire indistintamente su ogni persona e su ogni situazione, valicando i confini e le limitazioni proprie della logica umana. E soprattutto è in grado di raggiungere traguardi per noi impensabili e sconosciuti, come quello ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 10-05-2015)
Ruminare i Salmi - Salmo 98,3 (VI domenica di Pasqua, anno B)
Ruminare i Salmi - Salmo 98 (Vulgata / liturgia 97),3 (VI domenica di Pasqua, anno B) CEI Egli si è ricordato del suo amore, della sua fedeltà alla casa d'Israele. TILC Non ha dimenticato la sua bontà, la sua fedeltà verso il popolo d'Israele. Atti 10,34-35 Pietro prese la parola e disse: «In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di ...
(continua)