LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 1 Novembre 2018 <

Martedì 30 Ottobre 2018

Mercoledì 31 Ottobre 2018

Giovedì 1 Novembre 2018

Venerdì 2 Novembre 2018

Sabato 3 Novembre 2018

Domenica 4 Novembre 2018

Lunedì 5 Novembre 2018

Martedì 6 Novembre 2018

Mercoledì 7 Novembre 2018

Giovedì 8 Novembre 2018


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  TUTTI I SANTI

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
Scheda Agiografica: TUTTI I SANTI
S1101 ;

Festeggiare tutti i santi è guardare coloro che già posseggono l’eredità della gloria eterna. Quelli che hanno voluto vivere della loro grazia di figli adottivi, che hanno lasciato che la misericordia del Padre vivificasse ogni istante della loro vita, ogni fibra del loro cuore. I santi contemplano il volto di Dio e gioiscono appieno di questa visione. Sono i fratelli maggiori che la Chiesa ci propone come modelli perché, peccatori come ognuno di noi, tutti hanno accettato di lasciarsi incontrare da Gesù, attraverso i loro desideri, le loro debolezze, le loro sofferenze, e anche le loro tristezze.
Questa beatitudine che dà loro il condividere in questo momento la vita stessa della Santa Trinità è un frutto di sovrabbondanza che il sangue di Cristo ha loro acquistato. Nonostante le notti, attraverso le purificazioni costanti che l’amore esige per essere vero amore, e a volte al di là di ogni speranza umana, tutti hanno voluto lasciarsi bruciare dall’amore e scomparire affinché Gesù fosse progressivamente tutto in loro. È Maria, la Regina di tutti i Santi, che li ha instancabilmente riportati a questa via di povertà, è al suo seguito che essi hanno imparato a ricevere tutto come un dono gratuito del Figlio; è con lei che essi vivono attualmente, nascosti nel segreto del Padre.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Rallegriamoci tutti nel Signore
in questa solennità di tutti i Santi:
con noi gioiscono gli angeli
e lodano il Figlio di Dio.


Colletta
Dio onnipotente ed eterno, che doni alla tua Chiesa
la gioia di celebrare in un’unica festa i meriti e la gloria di tutti i Santi,
concedi al tuo popolo,
per la comune intercessione di tanti nostri fratelli,
l’abbondanza della tua misericordia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Ap 7,2-4.9-14
Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

Io, Giovanni, vidi salire dall’oriente un altro angelo, con il sigillo del Dio vivente. E gridò a gran voce ai quattro angeli, ai quali era stato concesso di devastare la terra e il mare: «Non devastate la terra né il mare né le piante, finché non avremo impresso il sigillo sulla fronte dei servi del nostro Dio».
E udii il numero di coloro che furono segnati con il sigillo: centoquarantaquattromila segnati, provenienti da ogni tribù dei figli d’Israele.
Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all’Agnello, avvolti in vesti candide, e tenevano rami di palma nelle loro mani. E gridavano a gran voce: «La salvezza appartiene al nostro Dio, seduto sul trono, e all’Agnello».
E tutti gli angeli stavano attorno al trono e agli anziani e ai quattro esseri viventi, e si inchinarono con la faccia a terra davanti al trono e adorarono Dio dicendo: «Amen! Lode, gloria, sapienza, azione di grazie, onore, potenza e forza al nostro Dio nei secoli dei secoli. Amen».
Uno degli anziani allora si rivolse a me e disse: «Questi, che sono vestiti di bianco, chi sono e da dove vengono?». Gli risposi: «Signore mio, tu lo sai». E lui: «Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione e che hanno lavato le loro vesti, rendendole candide nel sangue dell’Agnello».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 23

Ecco la generazione che cerca il tuo volto, Signore.

Del Signore è la terra e quanto contiene:
il mondo, con i suoi abitanti.
È lui che l’ha fondato sui mari
e sui fiumi l’ha stabilito.

Chi potrà salire il monte del Signore?
Chi potrà stare nel suo luogo santo?
Chi ha mani innocenti e cuore puro,
chi non si rivolge agli idoli.

Egli otterrà benedizione dal Signore,
giustizia da Dio sua salvezza.
Ecco la generazione che lo cerca,
che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.

>

Seconda lettura

1Gv 3,1-3
Vedremo Dio così come egli è.

Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo

Carissimi, vedete quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui.
Carissimi, noi fin d’ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è.
Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 11,28)
Alleluia, alleluia.
Venite a me,
voi tutti che siete stanchi e oppressi,
e io vi darò ristoro.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 5,1-12
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Camminiamo sulle strade del mondo come viandanti portatori di speranza, donata a noi da Dio, che ci salva con il sacrificio di Cristo. Grati di questo grande amore osiamo chiedere al Padre supplementi di Grazia, per essere davvero come lui ci vuole.
Preghiamo dicendo: Ascoltaci Signore.

1. Illumina la Chiesa, Signore, con la tua presenza, e fa’ che da essa partano fiumi di pace, perché ogni uomo possa riconoscere nella sua voce la tua e seguire così il richiamo verso la salvezza. Preghiamo.
2. Rendici, o Padre, testimoni fedeli e generosi della tua Parola nelle città degli uomini, perché in ogni comunità risuoni l’annuncio della buona notizia che salva il mondo. Preghiamo.
3. Tuo figlio Gesù ci ha chiesto di pregarti perché tu mandi nuovi operai per la messe degli uomini. Tu sai quanto bisogno abbiamo di ministri santi: irrompi nei cuori e chiamali a te, che sei l’amore, perché ogni uomo si senta operaio del tuo Regno. Preghiamo.
4. Siamo pellegrini nel mondo, Signore, e spesso perdiamo la strada. Illumina la nostra via con la fede in te, perché possiamo vestire la divisa della gioia, che sgorga dalla comunione con te. Preghiamo.
5. La croce è dura da portare, o Padre. Dacci il coraggio della coerenza e della fedeltà, affinché anche nel dolore, vissuto per amore, possiamo condividere il dono di sé che Cristo ha fatto per la salvezza del mondo. Preghiamo.

Sappiamo, Signore, che tu ci ami. Che cosa potremmo chiedere di più? Eppure siamo qui a pregarti perché tu ci sostenga con la tua dolcezza, facendoci sperimentare la tua presenza amorevole. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

-------------
oppure:

Nella comunione di tutti i Santi, nata dal dono della vita di Cristo Gesù e dall'effusione dello Spirito, eleviamo la nostra preghiera a Dio, fonte di ogni santità.
Preghiamo insieme e diciamo: Dona lo Spirito di santità, o Signore.

1. Alla tua Chiesa, comunione di santi segnati dal sigillo dello Spirito nel Battesimo e nella Confermazione, preghiamo.
2. Agli uomini di Dio guidati dal dono delle Spirito, perché rendano una testimonianza efficace di una vita nuova e di amore donato e condiviso, preghiamo.
3. A tutti gli uomini che cercano Dio sulle strade della giustizia e della pace, perché possano partecipare alla beatitudine promessa da Cristo a tutti i salvati, preghiamo.
4. Ai poveri, agli afflitti della terra, agli affamati e assetati, perché trovino conforto e speranza in Dio, solidarietà nei credenti e giustizia nelle istituzioni, preghiamo.
5. A tutti noi che abbiamo ascoltato l'annuncio delle Beatitudini, perché la nostra gioia sia riposta nel Signore e il nostro cammino ci conduca alla santità, preghiamo.

Opera in noi, Signore, mediante il tuo Spirito, una profonda trasformazione, che renda visibile la santità che tu ci hai donato e che rinnovi continuamente la nostra vita, fino a giungere alla pienezza della comunione con te e con tutti i fratelli. Per Cristo nostro Signore.

-------------
oppure:

Il Signore ci chiama alla santità mostrandoci in Gesù la mèta. È a lui, in quanto Cristiani, che dobbiamo rivolgere lo sguardo.
Preghiamo insieme e diciamo: Signore, donaci di seguire il tuo esempio.

1. Perché ascoltiamo sempre la tua parola di verità e su di essa modelliamo la nostra vita. Preghiamo.
2. Perché sappiamo mantenere un cuore disponibile alla tua grazia al di là dei nostri fallimenti. Preghiamo.
3. Perché riusciamo a riconoscerci e ad amarci come figli di Dio. Preghiamo.
4. Perché non siamo mai orgogliosi dei nostri sacrifici, ma coscienti della nostra miseria. Preghiamo.

O Padre, aiutaci a saper desiderare la vera felicità: la nostra santità, la salvezza che tu ci doni. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Ti siano graditi, Signore,
i doni che ti offriamo in onore di tutti i Santi:
essi che già godono della tua vita immortale,
ci proteggano nel cammino verso di te.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
La gloria della Gerusalemme celeste.

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Oggi ci dai la gioia di contemplare la città del cielo,
la santa Gerusalemme che è nostra madre,
dove l’assemblea festosa dei nostri fratelli
glorifica in eterno il tuo nome.
Verso la patria comune noi, pellegrini sulla terra,
affrettiamo nella speranza il nostro cammino,
lieti per la sorte gloriosa
di questi membri eletti della Chiesa,
che ci hai dato come amici e modelli di vita.
Per questo dono del tuo amore,
uniti all’immensa schiera degli angeli e dei santi,
cantiamo con gioiosa esultanza la tua lode: Santo...


Antifona di comunione
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli. (Mt 5,8-10)


Preghiera dopo la comunione
O Padre, unica fonte di ogni santità,
mirabile in tutti i tuoi Santi,
fa’ che raggiungiamo anche noi la pienezza del tuo amore,
per passare da questa mensa eucaristica,
che ci sostiene nel pellegrinaggio terreno,
al festoso banchetto del cielo.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2018)
Commento su Ap 7,2-4.9-14; Sal 23; 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12
I Santi: la gente, noi li vediamo come persone ?diverse?, separate, strane, al di sopra e fuori dalle vicende umane normali, mentre la Bibbia afferma che: - tutto il popolo d'Israele è ?Santo? (Ef 19,3-6) - tutto il popolo cristiano, ogni credente battezzato, è ?Santo? (1Pt 2,9) - è un ritornello ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 01-11-2017)

?Rallegratevi ed esultate? Ogni anno arriva Novembre con il suo clima autunnale e il sapore di feste che iniziano ad arrivare. Arriva ed inizia a donarci la gioia del giorno speciale, in cui tutto si ferma e gustiamo lo stare insieme e la condivisione di questi bei momenti con le persone a noi ca ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 01-11-2017)
Il santo, custode della nostalgia del cielo
Seduto sul monte, con accanto i suoi discepoli, Gesù guarda le folle. Deve essere stato uno sguardo di una tenerezza struggente. Dalle parole che seguono trasuda la commozione del Padre, che irrompe nel cuore del Figlio con una luce dirompente: quella del Paradiso! È lo Spirito che suggerisce. Mai c ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-11-2017)
I Santi siano nostri amici e modelli
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-11-2017)
La santità un cammino possibile per tutti
Tutti siamo chiamati alla santità, cioè a raggiungere, dopo il pellegrinaggio terreno la nostra patria celeste che il Paradiso. I Santi di cui oggi la chiesa fa memoria nella liturgia solenne del 1 novembre sono tutti coloro che hanno vissuto coerentemente con il vangelo, non senza peccati e debole ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 01-11-2017)
Video commento su Matteo 5,1-12
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-11-2017)
Video commento Mt 5,1-12
...
(continua)
Vito Calella     (Omelia del 01-11-2017)
Il cammino dell'umiltà per vivere l'unità nella carità
1: Essere santi giorno dopo giorno Il testo delle beatitudini nella versione di San Matteo è una bellissima sintesi sul senso più vero e profondo della vita cristiana, della vita nello Spirito Santo, una vita di santità da vivere oggi, nella complessità e frenesia della vita quotidiana. Si può star ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2017)
Intra omnes!
È un mondo variegato, la Chiesa. Nelle nostre comunità parrocchiali troviamo veramente di tutto. Dalla persona semplice al letterato, dal laico impegnato al sacerdote zelante, dalla persona pia e devota all'anziano impaziente e brontolone, dal prete un po' alternativo al fedele integralista, dal ric ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 01-11-2017)
Sulla Tua Parola - Mt 5,1 12a
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2017)
Uomini di tutti i tempi
Chi sono questi uomini illustri che noi veneriamo sugli altari sotto forma di imponenti simulacri decorati e suggestivi, dei quali tessiamo le lodi nelle manifestazioni popolari quali le Novene e le processioni, ai quali spesso dedichiamo la maggior parte delle nostre preghiere e dei nostri rosari, ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-11-2017)
Commento su Matteo 5,1-12
Parlare di santità è difficile. Cioè, è facile, ma si scade fatalmente nella retorica di maniera e/o nel devozionismo . La questione, per niente secondaria, è parecchio delicata: purtroppo, ed è triste doverlo constatare, la stragrande maggioranza dei fedeli - preti compresi - enfatizzano l' as ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2017)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Ottavio de Bertolis ?Ecco le schiere del trionfo di Cristo?, esclama Dante nel suo poema quando contempla l'immensa assemblea degli eletti, la ?candida rosa? dei santi; e queste sue parole possono aiutarci nella contemplazione delle immagini che la Litur ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2017)
Grande è la vostra ricompensa nei cieli
Il Vangelo di Cristo Gesù non è solo perfetto compimento della Legge Antica. La Legge di Cristo Gesù è insieme compimento, perfezione, ma anche spostamento dell'asse di visualizzazione delle cose. È sufficiente leggere qualche rigo delle benedizioni promesse dal Signore agli osservanti della sua leg ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2017)
Commento su Matteo 5,1-12
Ogni giorno ha il suo santo. Oggi è il giorno del paradiso. L'Apocalisse con la folla straripante di santi e angeli nella gloria infinita del Regno di Dio e il Vangelo con la strada per arrivarci; i santi l'hanno percorsa e noi la stiamo facendo. È la Via delle Beatitudini. Che cosa rende beati? ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 01-11-2017)
Video commento su Mt 5,1-12
...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 01-11-2016)
La santità non ha età
Siamo ormai prossimi alla conclusione dell'anno della Misericordia. Un grande evento di grazia quello offerto da questo giubileo straordinario e in questo scorcio abbiamo il compito di raccogliere i frutti che ci sono stati donati. Guai se ci facessimo scivolare questo grande evento in maniera super ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-11-2016)
La salvezza appartiene al nostro Dio
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-11-2016)
Far vivere Dio nel mondo
Bella la festa di oggi: Tutti i Santi. Ricordo che qualche tempo fa, cercando una definizione di "santo" che potesse parlare al nostro cuore e al cuore delle persone perché di queste sia rispettosa (relegare il santo nel mondo della perfezione o del miracoloso o dell'eroicità non mi sembra rispettos ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-11-2016)
Commento su Matteo 5,1-12
Dalla finestra della mia stanza vedo il corso Unione Sovietica, e la fermata del tram che conduce in stazione. Me ne stavo davanti al computer, "incatenato" alla sedia, a scrivere l'omelia di oggi... Sapete che cos'è la ?sindrome da pagina bianca'? ne soffro ogni volta che devo scrivere l'omelia... ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2016)
Martiri e testimoni di ogni epoca. Impariamo da loro
Il libro dell'Apocalisse, di cui alla Prima Lettura di oggi, adopera un linguaggio allegorico o simbolico che a detta di tutti gli esegeti si riferisce ai fenomeni avvenuti durante i primi anni di cristianesimo, in tempi di persecuzione romana. Si parla nel testo di due visioni: la prima riguarda un ...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 01-11-2016)
Video commento alla liturgia con i ragazzi - Solennità di tutti i Santi e Commemorazione di tutti i fedeli defunti
...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 01-11-2016)
Video commento alla liturgia - Mt 5,1-12
...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2016)
Commento su Ap 7, 4; 9-10; 13
«E udii il numero di coloro che furono segnati con il sigillo: cento quarantaquattromila segnati, provenienti da ogni tribù dei figli di Israele. Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Eduard Patrascu "Fin d'ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non p stato ancora rivelato... saremo simili a lui" Celebrando oggi la grande solennità di Tutti i santi, mi viene naturale la domanda: perché una tale festa? Forse perché, siccome ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2016)
Commento su Matteo 5,1-12
Oggi è la festa dei Santi, di tutti i santi. Siamo davanti all'immensa Assemblea dei Santi e degli Angeli nella gloria celeste. Incalcolabile assemblea di comunione, di vita e di gioia stracolma. È la destinazione: per i Santi che ci hanno preceduto; per noi che siamo in cammino. Il Vangelo ci indic ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2016)
Perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
Gesù sale sul monte, cioè entra nel cuore di Dio, nel cuore di Dio porta anche i suoi discepoli, dal cuore di Dio dona la nuova legge, le Beatitudini. Esse però sono per l'uomo più incomprensibili dei geroglifici dell'antica scrittura. Anche se una persona è riuscita a decifrare qualcosa di esse, la ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2016)
Commento su Ap. 7,2-4 1GV. 3,1-3 MT. 1-.12a
Festa di tutti i Santi. Una festa che offre subito un paradosso culturale ancora diffuso tra i cristiani per non dire tra i cattolici, ovvero sia considerare "pochi" i buoni cristiani, i veri cristiani, insomma coloro che possono fregiarsi del titolo di "Santi", e poi invece i testi biblici ci offro ...
(continua)
don Roberto Farruggio     (Omelia del 01-11-2015)
Video commento alla liturgia - Tutti i Santi e Commemorazione Defunti
...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2015)
Nelle beatitudini la vita di Gesù
Clicca qui per la vignetta della settimana. "Le parole convincono, l'esempio trascina" Era una delle frasi preferite di mia mamma e che ripeteva spesso come insegnamento a noi figli, ma era prima di tutto la sintesi del suo modo di essere e fare con noi. Nel nostro mondo attuale si rischia infat ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-11-2015)
Video commento a Mt 5,1-12
...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-11-2015)
La giusta direzione
Non è banale, credo, cominciare proprio da dove domenica siamo in un certo senso arrivati... cominciare da quel desiderio che Bartimeo aveva di poter vedere. Dico questo perché il verbo vedere è fondamentale nella liturgia di oggi. Nella prima lettura: vidi un angelo... vidi una moltitudine immensa. ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2015)
Commento su Mt.5,1-10
"Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati gli afflitti perché saranno consolati. Beati i miti perché erediteranno la terra. Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuo ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-11-2015)
Audio commento alla liturgia - Mt 5,1-12
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 01-11-2015)
Commento su Matteo 5,1-12
Oggi celebriamo la festa di tutti i santi, la festa della Chiesa celeste e trio-fante, dei nostri fratelli e sorelle vittoriosi che splendono nel paradiso come luci e che con la loro vita ci dicono: Coraggio, vale la pena fidarsi del Signore, Lui non delude mai! Essere santi è il desiderio più pro ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-11-2015)
Siamo figli di Dio e gli vogliamo assomigliare
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 01-11-2015)
I Santi, veramente felici
I santi sono coloro che hanno scoperto il segreto della felicità! Ecco perché sono estremamente attuali, addirittura intramontabili, quindi immortali: perché la loro vita è l'unica risposta autentica al desiderio iscritto nel cuore di ogni uomo e di ogni donna, in ogni tempo. Tutti vogliamo essere f ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-11-2015)
Festa di tutti i Santi: Santità, beatitudine, amore, felicità
"Quando il Signore ci invita a diventare santi, non ci chiama a qualcosa di pesante e di triste, tutt'altro! È l'invito a condividere la sua gioia, a vivere e a offrire con gioia ogni momento della nostra vita, facendolo diventare allo stesso tempo un dono d'amore per le persone che ci stanno acca ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2015)
Beati, cioè Santi
Che i "Beati voi" del Vangelo di Matteo si riferisca ai Santi, non ci piove. E il fatto stesso che da secoli si legga questo testo nella Solennità di Tutti i Santi, ne è la conferma. E che si possano dire "Beati", e perciò "Santi" i poveri in spirito, i miti, gli operatori di pace, i puri di cuore e ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-11-2015)
SOLENNITÀ DI TUTTI I SANTI: essere ?beati'
La solennità dei Santi e la Commemorazione dei Defunti, che la Chiesa più che opportunamente celebra quasi al termine dell'anno liturgico, ci propone ogni anno due essenziali riflessioni: una sulla nostra vocazione alla santità, l'altra sulla nostra chiamata ad essere partecipi dell'amore e gloria d ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 01-11-2015)
#StradeDorate - Commento su Matteo 5,1-12
...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 01-11-2015)
Vedete quale grande amore
Il primo giorno di novembre la Chiesa celebra, ogni anno, la presenza nel suo seno del dono inestimabile della santità. Ci sono tanti modi per riconoscerla e celebrarla. Le letture della odierna liturgia della parola aprono varie finestre su di essa perché possiamo ringraziare e meditare insieme su ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 01-11-2015)
I santi sono gli uomini e le donne delle Beatitudini
I santi sono gli uomini delle Beatitudini. Queste parole sono il cuore del Vangelo, il racconto di come passava nel mondo l'uomo Gesù, e per questo sono il volto alto e puro di ogni uomo, le nuove ipotesi di umanità. Sono il desiderio prepotente di un tutt'altro modo di essere uomini, il sogno di un ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 01-11-2015)
Una sfilata di moda senza paragoni
E' la più grande sfilata d'alta moda dell'intera stagione: tutte le altre, al suo cospetto, impallidiscono come foglie d'autunno. Ad idearle sono dei geni della sartoria, dello charme: da Cristian Dior a Valentino, passando per Gucci e Prada, senza dimenticare Laura Biagiotti, Dsquared e Diesel. Ave ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Giuseppe di Stefano "EXIT" Qualche giorno fa ho avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con un amico ungherese che da alcuni mesi sta facendo un'esperienza come portantino in un grande ospedale di Budapest. Come potete immaginare, non sempre la gen ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Padre Gianmarco Paris Solennità di tutti i Santi Gesù, come ogni uomo, ha cercato il segreto della felicità, e lo ha trovato nel rapporto filiale con Dio e nell'incontro fraterno con gli altri. Molti lo ascoltavano e lo seguivano contenti, molti lo cr ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 01-11-2015)

Oggi, ragazzi, è la Solennità di tutti i Santi. Chi sono i santi? Qualcuno di voi risponderà: "Quelli che leggiamo sul calendario, quelli che la Chiesa ci dice di festeggiare perché hanno vissuto la loro vita da santi, da persone oneste". Bravissimi! Ciò che avete detto è vero! Ma santi siamo anche ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-11-2015)
Perché di essi
Il regno dei cieli Affascinante, ma anche destabilizzante è il Regno di Dio. Non lasciamoci ingannare dalla parola "cieli", non si parla di nuvolette e arcobaleni, neppure dell'aldilà, ma della realtà concreta del Regno di Dio che irrompe nel mondo perché il Signore Gesù lo ha seminato in questa no ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-11-2015)
Il Paradiso è per tutti
La liturgia di questa domenica XXXI del tempo ordinario coincide con la solennità di Tutti i Santi, che prevale sulla Domenica. La parola di Dio ha quindi attinenza con questa solennità e ci propone testi riguardanti il mistero dell'eternità, quella della Gerusalemme celeste, quel mistero del Paradi ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 01-11-2015)
Video commento su Mt 5,1-12
...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 01-11-2015)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo di Don Lello Ponticelli
...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 01-11-2015)
La Parola - commento a Mt 5,1-12
Commento di padre Lorenzo Altissimo, francescano della comunità di santa Lucia, Vicenza Registrato nella cappella della Grotta di Lourdes nella chiesa di santa Lucia, Vicenza ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 01-11-2015)
La globalizzazione alla prova dei santi
La serie delle domeniche del tempo ordinario oggi si interrompe, ricorrendo la solennità di Ognissanti (o meglio, nel suo titolo corretto, "Tutti i santi") che in molte Diocesi avrà un'appendice nei prossimi giorni, quando si ricorderanno insieme quanti di loro, per nascita o altri motivi, a ciascun ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-11-2015)
Video commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 01-11-2015)

Per la felice coincidenza della XXXI domenica del tempo ordinario e la solennità di tutti i Santi il ciclo di Marco viene interrotto per offrire al credente una splendente pagina di Matteo. Viene presentata la prospettiva delle beatitudini con l'accento proprio del primo vangelo. Matteo ha declina ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2015)
Con gli occhi della fede
Abramo intercede per Sodoma, che non sarà distrutta dall'ira di Dio per i meriti di soli dieci giusti. (Gen 18, 16 - 37). Dio avrebbe voluto sterminare quella città, divenuta l'emblema del peccato e della perversione, ma per rispetto a pochissime persone probe, oneste e di vita dignitosa che vi abit ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2015)
Grande è la vostra ricompensa nei cieli
La santità cristiana consiste in un sola cosa: guardare le cose della terra sempre con gli occhi di Cristo Gesù, allo stesso modo che Gesù guadava ogni cosa con gli occhi del Padre, in una perenne comunione di verità e di sapienza, di forza e di intelligenza nello Spirito Santo. Per questo ci viene ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2015)
Video commento a Mt 5,1-12
...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 01-11-2015)
Commento su Ap 7,2-4.9-14; Mt 5,1-12
Chiariamoci qualche idea sui santi. Nella Bibbia troviamo scritto: "Siate santi come io sono santo". Se siamo figli, è normale assomigliare al Padre. Purtroppo questo traguardo sembra troppo spesso irragiungibile e ci accontentiamo di portare avanti una vita tra scoraggiamenti e sforzi volontaris ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-11-2015)
Commento su Matteo 5,1-12
L'amore per Dio e l'amore per gli uomini non sono intrinsecamente in conflitto; al contrario! Durante la cena di addio, il Signore dichiara che l'amore per il prossimo è il modo più concreto ed efficace per amare Dio (cfr. Gv 15,17). Così concludevo la riflessione di domenica scorsa; e da qui ripren ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2015)

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2015)
Commento su Ap 7,2-4.9-14; Sal 23; 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12
La solennità odierna di tutti i santi è, senza dubbio, la festa della speranza ma anche della santità anonima. Per il pellegrino, e tutti i cristiani lo sono finché vivono in questo mondo, che soffre la fatica e i pericoli del viaggio, è di grande conforto sapere che arrivato alla casa del Padre sar ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-11-2014)
Audio commento alla liturgia
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 01-11-2014)
Fratelli, la speranza non delude
La commemorazione di tutti i fedeli defunti e? una celebrazione potenzialmente ambigua. La morte e? un fenomeno che risveglia istinti e reazioni che oltrepassano la nostra ragione e spesso anche la nostra fede, ci scandalizza, ci turba, mette a nudo tutta la nostra impotenza. Rassegnarsi a questa de ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-11-2014)
Possiamo fare come i santi e vogliamo farlo
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-11-2014)
Testimoni di Gesù Risorto
Nella solennità di ?Tutti i Santi', che precede la commemorazione dei Defunti, la Chiesa ama presentarci quello che sarà il nostro vero domani. Sappiamo tutti che questa vita è un breve pellegrinaggio che Dio, il Padre, creandoci, ?ha pensato' per noi, per giungere alla felicità eterna con Lui. E ta ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2014)
In cammino con i santi
Clicca qui per la vignetta della settimana. Clotilde e Gaetan sono due giovani che qualche giorno fa si sono fermati a cercare un riparo per la notte in parrocchia. Si sono sposati a fine agosto nel loro paese nella Francia centrale, e il giorno dopo il loro matrimonio si sono messi in viaggio a ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 01-11-2014)
Beatitudini: Dio regala vita a chi produce amore
Le Beatitudini, che Gandhi chiamava «le parole più alte che l'umanità abbia ascoltato», fanno da collante tra le due feste dei santi e dei defunti. La liturgia propone il Vangelo delle Beatitudini come luce che non raggiunge solo i migliori tra noi, i santi, ma si posa su tutti i fratelli che sono a ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 01-11-2014)
Beati i poveri in spirito
Nella festa di "Tutti i santi" la Liturgia fa risuonare in tutto il mondo le "Beatitudini" evangeliche (Matt.5,1-12), "il testo - come scrive Gilbert Cesbron - più importante nella storia umana, una parola indirizzata a tutti (non solo ai credenti), l'unica luce che brilla ancora nelle tenebre di vi ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 01-11-2014)
Santi e morti. Varie ed eventuali
Somigliano ad un ponte le beatitudini di oggi. Un ponte sospeso tra due abissi: tra il giorno in cui la Chiesa celebra il ricordo dei propri Santi e il giorno successivo nel quale la Chiesa commemora i propri defunti. Feste misteriose, con addosso quell'arcano sospetto che i cristiani siano gente de ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 01-11-2014)
Commento su Matteo 5,1-12
Quando un Primo Ministro prende l'incarico, come primo atto si presenta al Parlamento per ricevere la fiducia. Ogni Primo Ministro che si rispetti presenta, per ottenere il più alto consenso possibile, un programma solitamente fatto di grandi slogan. La stessa cosa capita a Gesù. Egli inizia il suo ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-11-2014)
Una moltitudine di santi che ci insegnano la vita della santità
Gli ultimi santi di questi mesi, quelli elevati agli onori degli altari e quindi da poter venerare, ci dicono quanto sia possibile a tutti raggiungere quella che è la meta e il traguardo più importante della nostra vita: il santo paradiso. Papi, Vescovi, sacerdoti, religiosi laici, di tutte le età, ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Mons. Remo Bonola Introduzione. La solennità odierna in onore di tutti i Santi ci ripropone una realtà, ritenuta fuori moda. La santità. La santità, molti oggi la ritengono una mèta impossibile. Quale il motivo? Semplicemente quello di pensare, che la ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2014)
Santi, straordinariamente ordinari
Ogni anno, quando si avvicina la Solennità di tutti i Santi, personalmente mi trovo in difficoltà, pensando alla riflessione da proporre all'omelia. Non perché le letture che abbiamo proclamato siano prive di spunti, tutt'altro; anzi, forse proprio per l'abbondanza di temi che le accompagnano, si fa ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-11-2014)
Video Commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2014)
Commento su Mt 5,12
«Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli» Mt 5,12 Come vivere questa Parola? Una maestra di una scuola materna aveva portato la sua classe a visitare una chiesa con le figure dei santi sulle vetrate luminose. A scuola il parroco domanda ai bambini: "Chi sono i san ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2014)

Gesù guarda le folle, come prima i pescatori. Davanti ha una moltitudine povera e bisognosa di salvezza che lo sta seguendo. Guarda le folle, ma parla ai discepoli che gli si sono avvicinati. Lo sguardo alle folle ora è per loro, ma dovranno ricordare la destinazione universale del Vangelo. Inizi ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2014)
Tutti quanti, senza distinzioni
A più riprese Paolo parla di "santi" nelle sue Epistole, come quando cita i "santi che sono in Efeso" o la vedova che, fra tutte le opere degne di nota, "lava i piedi ai santi". L'apostolo ovviamente non si riferisce ai particolari personaggi da noi venerati nelle nostre chiese e raffigurati sotto f ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2014)
Grande è la vostra ricompensa nei cieli
Vi è un mutamento sostanziale tra la prima Legge e la seconda, quella data sul monte Sinai e quella consegnata da Gesù ai suoi discepoli. La prima era finalizzata al possesso della Terra Promessa. Il Dio liberatore è anche il Dio Signore, il Dio Custode, il Dio Protettore, il Dio Difensore, il Dio V ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-11-2014)

La scorsa domenica, ricordavo il principio dell'incarnazione, secondo il quale, per un imperscrutabile disegno di Dio, il Verbo ha preso forma mortale, si è fatto uno di noi, ha vissuto come uno di noi, ha conosciuto le nostre stesse fatiche, ha patito lo stesso dolore, le stesse delusioni; ha conos ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2014)
Commento su Ap 7,2-4.9-14; Sal 23; 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12
Oggi la Chiesa ci invita a contemplare la festa di tutti i santi, specialmente di quelli che non sono elencati nei calendari o in altri elenchi ecclesiastici, ma che noi abbiamo avuto la fortuna di conoscere e amare, ignoti a migliori di persone perché non canonizzati, ma guardano ugualmente Dio "fa ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Mt 5,1-12a
Iniziamo il mese di novembre, come tutti gli anni, con la splendida e luminosa festa di tutti santi: l'occasione per ricordarci della nostra origine e del nostro destino. Dietro la fragilità della nostra piccola vita si nasconde un potenziale santo! Eccoli, i santi. Una miriade di uomini e donne di ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Mt 5,1-12
Il Magnificat è il miglior commento alle Beatitudini. Otto volte "beati" per capire le beatitudini, cosa vuol dire Gesù che proclama beati i maledetti: i poveri, gli affamati, gli assetati, i disonorati, i mansueti e i pacifici che vengono perseguitati perché vogliono la pace. Le beatitudini sono ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Prima Giovanni 3,1-3
Collocazione del brano La prima lettera di Giovanni si presenta come la trascrizione di un'omelia riguardante lo stile di vita di colui che ha ricevuto il battesimo. Probabilmente circolava nelle prime comunità cristiane che si rifacevano alla predicazione di Giovanni e ne ripetevano i temi fondam ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Matteo 5,1-12
Collocazione del brano In questa solennità in cui si ricordano tutti i Santi che già gioiscono in paradiso insieme al Signore, la Chiesa ci invita a riflettere insieme sulle beatitudini. Dopo aver sostenuto la tentazione nel deserto e aver incominciato la sua predicazione, Gesù sale sul monte e c ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Matteo 5,1-3
«Gesù, vedendo le Tolte, salì sulla montagna e, messosi a sedere, gli si avvicinarono i suoi discepoli. Prendendo allora la parola ti ammaestrava dicendo: Beati!" Mt5,1-3 Come vivere questa parola? C'è uno sfondo di moltitudine e un gruppetto più ridotto. Gesù parla a tutti, anche se l'ammaestra ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-11-2013)
Un giorno per tutti
Fortissima la festa di tutti i santi! Perché i santi famosi, quelli che hanno la statua nelle chiese o nelle piazze, sono importanti, ma met­tono anche un po' di timore. Uno dice:"Quelli facevano miracoli clamorosi, affrontavano sacrifici enormi e addirittura la morte. Bra­vissimi! Ma chi ce la fa a ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-11-2013)
La vita è un dono da donare
"Vedendo le folle salì sulla montagna" (Mt 5,1). Gesù non allontana le folle ma le attira sul monte. Il monte indica la condizione divina. Non è più come nell'A.T. dove c'era timore, paura di avvicinarsi a Dio. Adesso avvicinarsi a Dio fa vivere. Letteralmente è "salì sul monte": non uno qualunque ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-11-2013)
Un sandwich
Beati... La proclamazione delle beatitudini non è una serie di formule augurali, prospettiva del futuro che giungerà al momento del compimento. Piuttosto è una affermazione, una costatazione di fatto, la proclamazione della situazione presente. Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regn ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-11-2013)
Tutti siamo chiamati alla santità
Oggi la chiesa ci fa celebrare tutti insieme quanti godono della visione beatifica di Dio nel Santo Paradiso. E' una solennità a cavallo tra il vecchio anno liturgico che volge al termine ed il nuovo che si appresta all'orizzonte. Come dire che è un ricordo tra quelli che già fanno parte della glori ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2013)
Gente come noi
Credo sia difficile trovare un mondo così variegato e variopinto come la Chiesa. Nelle nostre comunità parrocchiali o più in generale nei raggruppamenti di persone che ruotano intorno ad una comunità di fede cristiana troviamo veramente di tutto. Dalla persona semplice al letterato, dal laico impegn ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2013)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Padre Gianmarco Paris A volte penso che la vita cristiana non sia molto di più che imparare a vivere la quotidianità dei nostri giorni con il desiderio di ascoltare il Vangelo, di fare della parola di Gesù una presenza amica, un riferimento sicuro. La li ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 01-11-2013)
Ruminare i Salmi - Salmo 24,3 (Tutti i Santi)
Ruminare i Salmi - Salmo 24 (Vulgata / liturgia 23),3 (Tutti i Santi) CEI Chi potrà salire il monte del Signore? TILC Chi è degno di salire al monte del Signore? NV Quis ascendet in montem Domini? Apocalisse 7,13-14 Uno degli anziani allora si rivolse a me e disse: «Questi, che sono vestiti ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 01-11-2013)
Beati voi
Rallegratevi sevi offendono C'è nella storia del mondo un filo conduttore. Ci sono, ci sono stati e sempre ci saranno i forti e i deboli. Tra i forti troviamo spesso chi ha imposto, anche con la violenza, le proprie regole ai più deboli, troviamo prepotenze, cattiverie, dittature, maltrattamenti, ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2013)
Santità soggettiva, oggettiva... Comunque santità
"Credo la Chiesa Una, Santa, Cattolica e Apostolica... " Queste è l'espressione del Credo che, recitata ogni Domenica alla Messa, ci risulta segnatamente più marcata e si ricorda con più facilità. Con essa esprimiamo di credere nell'unica Chiesa che è il popolo della Nuova Alleanza, scaturito dalla ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Apocalisse 7,2 - 4. 9 - 14; Salmo 23; Prima Giovanni 3,1 - 3; Matteo 5,1 - 12 a
Nelle domeniche passate la liturgia ci ricordava l'importanza della preghiera, e quale debba essere il giusto modo di pregare per entrare in una relazione profonda con Dio Padre. Il primo novembre la liturgia ci ripropone la festa di tutti i santi, ma proprio tutti, cioè anche quelli che non compai ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-11-2013)
Commento su Matteo 5,1-12
Parlando della santità, è necessario precisare un fatto, ma anche smentire una convinzione assai diffusa tra i cristiani: la canonizzazione di un testimone della fede non aggiunge nulla alla vita di lui, di lei, nulla che non fosse già parte della sua vicenda terrena. La Chiesa non costituisce i San ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2013)
Gesù salì sul monte
Non esiste vera comunità senza vera legge. La legge falsa fa la comunità falsa. La legge vera fa la comunità vera. L'assenza di legge getta la comunità nel caos, nel sentire personale, nello smarrimento. Nell'Antichità Dio ha costruito la sua comunità sui Comandamenti. È su di essi che ha stretto l' ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Matteo 5,1-12a
Oggi la Chiesa celebra in un'unica festa la santità che Dio riversa sugli uomini che confidano in lui. Un festa straordinaria, che fa crescere in noi il desiderio di imitare i santi nella loro amicizia con Dio! Che bello diventare santi! Certo non per le statue e i devoti che accendono i ceri a sca ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-11-2012)
Lo vedremo
Figli di Dio Siamo figli di Dio... perché? la prima risposta, semplice è che siamo sue creature: egli ci ha fatti e noi siamo suoi (Sal 100,3). Il racconto della creazione fa iniziare la storia da un solo uomo, perché chiara fosse la vocazione all'unità e non soltanto della coppia. Dal racconto bib ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Marco Simeone Oggi è la festa di tutti i santi, una festa che introduce questo binomio "tutti i santi e tutti i defunti" così caro a tutti noi. Il brano di riferimento tratto dal Vangelo è quello delle beatitudini. Vi confesso che fin da bambino ho avuto un rapp ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 01-11-2012)
Rallegratevi ed esultate
La bellezza dell'avere Fede in Dio, ciò che fa la differenza con chi non crede, è la capacità di riuscire a vedere le cose brutte che ci capitano nella vita come una benedizione, come un qualcosa che ci avvicina a Dio, alla meta finale del nostro viaggio verso la vita eterna. E' Gesù nel Vangelo a d ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2012)
Beati perché poveri contro le povertà
Clicca qui per la vignetta della settimana. Simone e Clara, 37 anni lui e 33 lei, sono sposati da 8 anni, e ora hanno due bambini di 4 e 2 anni, Francesco e Noemi. Stanno partendo per il Messico, non per una vacanza, ma per andare a vivere in mezzo ai poveri in uno dei quartieri più poveri di Cit ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2012)
Video commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-11-2012)
Video Commento a Mt 5,1-12
You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here. ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2012)
Santi nello Spirito delle Beatitudini
Quando ascoltiamo un brano come quello delle Beatitudini di Matteo, possiamo correre diversi rischi. Un primo rischio è quello di interpretarle come un'aspirazione futura, come un destino al quale tendere in un mondo che non è certo l'attuale, e in attesa del quale siamo invitati a vivere le differ ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-11-2012)

Oggi facciamo festa per tutti quei fratelli che si sono avvicinati a Dio durante la loro vita e che hanno provato a mettere anche in noi questo desiderio di comunione con il Signore. Oggi tocca a noi. Siamo tutti chiamati alla santità, ed è bene che ci rendiamo conto che o saremo santi o non sare ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Salmo 23 (24), 3-4
Chi salirà il monte del Signore Chi starà nel suo luogo santo? Chi ha mani innocenti e cuore puro, chi non pronuncia menzogne. Salmo 23 (24), 3-4 Come vivere questa Parola? Quando salivano processionalmente a Gerusalemme per entrare nel tempio santo perché luogo sacro a Dio, gli Israeliti eran ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2012)
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli
La vera beatitudine di un uomo è nella sua comunione con Dio: comunione di verità, obbedienza, grazia, ascolto di ogni sua Parola che oggi rivolge al cuore e alla mente. È Dio la beatitudine sulla terra e nei cieli, nel tempo e nell'eternità. Chi è con Dio, ha tutto, non gli manca nulla. Anche se no ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2012)
Commento su Apocalisse 7,2-4.9-14, Salmo 23, Prima Giovanni 3,1-3, Matteo 5,1-12
Oggi, festa di tutti i Santi, la Chiesa ci propone come Evangelo il brano di Matteo 5,1-12: le "Beatitudini". Mi soffermo in particolare su di esse, perché è troppo grande la commozione che mi assale quando leggo questa Parola. E subito mi viene in mente, per quella sorta di associazione di idee c ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 01-11-2011)
Un sandwich
Beati La proclamazione delle beatitudini non è una serie di formule augurali, prospettiva del futuro che giungerà al momento del compimento. Piuttosto è una affermazione, una costatazione di fatto, la proclamazione della situazione presente. Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno d ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-11-2011)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Padre Alvise Bellinato LODARE DIO FA BENE ALLA SALUTE Forse qualche volta ci sarà capitato di chiederci perché in chiesa lodiamo Dio. Cantiamo "Gloria a Dio nell'alto dei cieli", celebriamo le "Lodi mattutine", gli facciamo... un sacco di complimenti. Chiede ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 01-11-2011)

Beati... tutti noi lo siamo se solo abbiamo il coraggio di attraversare le zone scoscese delle nostre esperienze quotidiane. La beatitudine è un segreto di appartenenza al cielo, a quanto di più ci possa attrarre nel tempo che fugge. La povertà in Dio non è privazione, è pensare se stessi e ogni co ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 01-11-2011)
Tutto al contrario
Io vedo che in questo mondo i beati sono altri, sono quelli che riescono a raggirare le leggi e la giustizia corrompendo, sono quelli che riescono a truffare lo stato non pagando le tasse, sono quelli che se ne fregano della pace e sono per la guerra, sono quelli che si vendicano anziché perdonare, ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 01-11-2011)
Commento su Matteo 5,1-12
Abbiamo vissuto, nelle nostre comunità, l'ascolto della liturgia della parola di questo giorno come la naturale continuazione di quella domenicale, il cui messaggio abbiamo riassunto così: assomigliare a Gesù, essere specchio della sua vita. In questa direzione ci è sembrato andassero le tre letture ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 01-11-2011)
Commento su Matteo 5,3
Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Mt 5,3 Come vivere questa Parola? È questo l'inizio di quello che forse è l'annuncio più rivoluzionario mai udito sulla faccia della terra. L'attenzione va messa su quel "beati" che è la parola chiave (ripetuta ben nove volte), per ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-11-2011)
Santi... e indignati!
Clicca qui per la vignetta della settimana La difesa della memoria dei santi non passa dal prendersela come ogni anno con Halloween il 31 di ottobre, ma prendendo la loro strada nella vita di tutti i 365 giorni dell'anno. Personalmente l'annuale crociata anti-Halloween, supportata da studi e art ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 01-11-2011)
La santità come risposta all'Amore
"Ecco la generazione che cerca il tuo volto, Signore", recita il ritornello del Salmo. Il canto del salmista sembra compendiare il motivo per cui, oggi in maniera particolare, la Chiesa invita tutti i fedeli a ricordare l'esempio lasciato dai santi e dalle sante. Ma chi sono i santi? Innanzitutto, ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 01-11-2011)
Chiamati alla santità
Oggi è un grande giorno di festa. E' la nostra festa. La festa di tutti i Santi, quelli sul calendario, ma anche coloro che, nella loro vita normale, vivono una santità. In fondo, ogni cristiano aspira a vivere la santità. Pensiamo solamente a quelle tante persone che ci hanno precedute nel segno de ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-11-2011)

Giovanni, nell'Apocalisse, vede 144.000 salvati. Diviso per 12 = 12.000. questo significa che i salvati sono mille per ogni tribù di Israele, vale a dire un infinità, più un'altra moltitudine immensa proveniente da ogni dove. E tutti stanno in piedi davanti a Dio. Non seduti, né in ginocchio; stanno ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-11-2011)
I Santi, nostri concittadini
La ricorrenza che ogni anno ci fa incontrare con le figure e le vite dei Santi nella loro totalità è, per noi credenti, anche motivo di interrogativi, oltre che di preghiera e di riflessione. I Santi sono senza ombra di dubbio figure da invocare, come intermediari di Grazie presso Dio, e quest'oggi ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-11-2011)
Video commento a Mt 5, 1-12
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-11-2011)
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio
Tra il santo e il non santo la differenza è nel cuore. Il santo ha il cuore di carne, posto nel suo petto per vera creazione dell'Onnipotente Signore, secondo la profezia di Ezechiele: "Darò loro un cuore nuovo, uno spirito nuovo metterò dentro di loro. Toglierò dal loro petto il cuore di pietra, da ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-11-2011)
Tutti quanti, in ugual misura
Il calendario appeso alla parete della nostra stanza ne ricorda uno al giorno, ma in realtà sono molti di più. Ve ne sono parecchi infatti di rinomati e venerati dal consenso globale della devozione che li riverisce sommamente nelle loro raffigurazioni di icone, ritratti e illustrazioni su cui si re ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-11-2011)
Commento su Apocalisse 7,2-4.9-14, Salmo 23, Prima Giovanni 3,1-3, Matteo 5,1-12
La festa di oggi celebra il sogno di Dio, il Suo desiderio più grande: vedere nei suoi figli l'impronta della sua stessa immagine, la più vera, cioè la gioia senza fine. Le letture di questa festa ci aiutano a capire chi è veramente il cristiano. Cristiano è colui che vive lo spirito che anima le b ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 30-10-2011)
Il sogno di Gesù
Qualche anno fa decisi di fare un percorso di lettura del Vangelo con un gruppo di adolescenti per riscoprire insieme la vera umanità di Gesù. Quasi verso la fine di questi incontri, una ragazza mi chiese: "Ma don, Gesù sognava come noi?". Devo confessare che la domanda mi colse un po' impreparato. ...
(continua)