LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 5 Giugno 2018 <

Domenica 3 Giugno 2018

Lunedì 4 Giugno 2018

Martedì 5 Giugno 2018

Mercoledì 6 Giugno 2018

Giovedì 7 Giugno 2018

Venerdì 8 Giugno 2018

Sabato 9 Giugno 2018

Domenica 10 Giugno 2018

Lunedì 11 Giugno 2018

Martedì 12 Giugno 2018


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  San Bonifacio

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Memoria
Colore liturgico: Rosso
Scheda Agiografica: San Bonifacio
S0605 ; PO092

MESSAGGERO DELLA BUONA NOVELLA . Un monaco viene mandato e si affretta ad annunciare la Buona Novella; un contemplativo viene trasformato in uomo d'azione, incaricato di fondare la Chiesa. Ciò che Gregorio Magno aveva fatto mandando Agostino in Inghilterra, Gregorio il lo ripete mandando Bonifacio in Germania. Il cristiano deve imparare a unire azione e contemplazione, a diventare contemplativo nell'azione.
ANNUNCIARE IL VANGELO. Sec. VIII, epoca particolarmente dura: le invasioni barbariche hanno disgregato totalmente l'impero romano; l'eresia ariana ha fatto vacillare la fede. Diventa urgente ridare nuova vita alle Chiese, metterle in comunione fra loro e con Roma. Sarà l'opera di Bonifacio come missionario del Vangelo. In ogni epoca la Chiesa può vivere soltanto accogliendo lo Spirito che le comunica il suo slancio missionario.

Ricevi la Liturgia via mail >
Leggi la sua scheda su Santiebeati.it >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Questo santo lottò fino alla morte
per la legge del Signore,
non temette le minacce degli empi,
la sua casa era fondata sulla roccia.


Colletta
Interceda per noi, Signore,
il santo vescovo e martire Bonifacio,
perché custodiamo con fierezza
e professiamo con coraggio
la fede che egli ha insegnato con la parola
e testimoniato con il sangue.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

2Pt 3,11-15.17-18
Aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova.

Dalla seconda lettera di san Pietro apostolo

Carissimi, quale deve essere la vostra vita nella santità della condotta e nelle preghiere, mentre aspettate e affrettate la venuta del giorno di Dio, nel quale i cieli in fiamme si dissolveranno e gli elementi incendiati fonderanno! Noi infatti, secondo la sua promessa, aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali abita la giustizia.
Perciò, carissimi, nell’attesa di questi eventi, fate di tutto perché Dio vi trovi in pace, senza colpa e senza macchia. La magnanimità del Signore nostro consideratela come salvezza.
Voi dunque, carissimi, siete stati avvertiti: state bene attenti a non venir meno nella vostra fermezza, travolti anche voi dall’errore dei malvagi. Crescete invece nella grazia e nella conoscenza del Signore nostro e salvatore Gesù Cristo. A lui la gloria, ora e nel giorno dell’eternità. Amen.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 89

Signore, tu sei stato per noi un rifugio di generazione in generazione.

Prima che nascessero i monti
e la terra e il mondo fossero generati,
da sempre e per sempre tu sei, o Dio.

Tu fai ritornare l’uomo in polvere,
quando dici: «Ritornate, figli dell’uomo».
Mille anni, ai tuoi occhi,
sono come il giorno di ieri che è passato,
come un turno di veglia nella notte.

Gli anni della nostra vita sono settanta,
ottanta per i più robusti,
e il loro agitarsi è fatica e delusione;
passano presto e noi voliamo via.

Saziaci al mattino con il tuo amore:
esulteremo e gioiremo per tutti i nostri giorni.
Si manifesti ai tuoi servi la tua opera
e il tuo splendore ai loro figli.

Canto al Vangelo (Ef 1,17-18)
Alleluia, alleluia.
Il Padre del Signore nostro Gesù Cristo
illumini gli occhi del nostro cuore
per farci comprendere a quale speranza ci ha chiamati.
Alleluia.

>

Vangelo

Mc 12,13-17
Quello che è di Cesare rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio, a Dio.


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, mandarono da Gesù alcuni farisei ed erodiani, per coglierlo in fallo nel discorso.
Vennero e gli dissero: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno, ma insegni la via di Dio secondo verità. È lecito o no pagare il tributo a Cesare? Lo dobbiamo dare, o no?».
Ma egli, conoscendo la loro ipocrisia, disse loro: «Perché volete mettermi alla prova? Portatemi un denaro: voglio vederlo». Ed essi glielo portarono.
Allora disse loro: «Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?». Gli risposero: «Di Cesare». Gesù disse loro: «Quello che è di Cesare rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio, a Dio».
E rimasero ammirati di lui.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Al Padre della misericordia e della bontà, rivolgiamo con fede la nostra invocazione perché ci aiuti ad essere coerenti al suo insegnamento. Diciamo insieme:
Aiutaci, o Signore.

Per la Chiesa di Dio, perché senza ambiguità e compromessi, educhi i fedeli ad una responsabile azione sociale. Preghiamo:
Per i governanti, perché svolgano il loro impegno con onestà, spirito di servizio e lontani dall'interesse personale. Preghiamo:
Per chi soffre nello spirito e nel corpo, perché sia sempre sostenuto dalla solidarietà degli uomini e servito da adeguate strutture umanitarie. Preghiamo:
Per tutti gli uomini, perché la loro vita sociale non sia regolata da alleanze e poteri, ma dal rispetto e amore reciproci. Preghiamo:
Per la nostra comunità, perché sappia promuovere, al di dentro della convivenza umana, una sensibilità sociale attenta ai più bisognosi. Preghiamo:
Per gli evasori fiscali.
Per la libertà delle fedi e delle religioni.

O Signore, che ci hai chiesto di dare a Dio e a Cesare secondo rettitudine, aiutaci a vivere la nostra appartenenza a questo mondo come figli dello stesso Padre. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera sulle offerte
Il sacrificio che ti presentiamo
in memoria del santo martire Bonifacio,
ti sia gradito, Signore, come fu preziosa
ai tuoi occhi l'offerta della sua vita.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
«Chi vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso,
prenda la sua croce e mi segua», dice il Signore. (Mt 16,24)


Preghiera dopo la comunione
La partecipazione ai tuoi santi misteri,
ci comunichi, o Padre, lo Spirito di fortezza
che rese san Bonifacio fedele nel servizio
e vittorioso nel martirio. Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05-06-2018)
Commento su 2Pt 3,13
«Secondo la sua promessa noi aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia» 2Pt 3,13 Come vivere questa Parola? Pietro, che i discepoli di Gesù riconoscono come il continuatore di Lui nel ritener il fillo dell'evangelizzazione, qui è impegnato a tenere viv ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06-06-2017)
Commento su Mc 12, 17
Gesù disse loro: «Quello che è di Cesare rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio, a Dio». E rimasero ammirati di lui. Mc 12, 17 Come vivere la parola Farisei ed erodiani si accordano per mettere Gesù alla prova. Lo chiamano Maestro, anche se il suo scopo è tendergli una trappola. Tante volte, ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 06-06-2017)
È lecito o no pagare il tributo a Cesare?
Gesù deve essere eliminato. I "guai" da lui generati nella religione dei padri stanno divenendo irreparabili. In verità Gesù non ha generato nessun "guaio". Ha fatto solo la differenza tra il vero modo di parlare ed agire secondo il Dio dei Padri, che era il suo, ed il falso, immorale modo di parlar ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 02-06-2015)

L'odio nei confronti di Gesù è riuscito a mettere insieme due partiti inconciliabili: i farisei, che conosciamo per la loro rigidezza nell'applicare le norme religiose, e gli erodiani, che, come il re cui si ispiravano, utilizzava la religione per fini politici. L'obiettivo è uno solo: mettere in di ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 02-06-2015)
Maestro, sappiamo che sei veritiero
Ogni uomo è responsabile dinanzi a Dio di ogni parola che esce dalla sua bocca. La parola è l'uomo e l'uomo è la sua parola. Anche in questo siamo ad immagine di Dio. Come la Parola di Dio viene dalla sua natura onnipotente, giusta, fedele, santa, così anche la parola dell'uomo nasce dalla sua natur ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 02-06-2015)
Commento su Mc 12, 14
"(Alcuni farisei ed erodiani) vennero e gli dissero: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno, ma insegni la via di Dio secondo verità". Mc 12, 14 Come vivere questa Parola? Il contesto di questa pericope è famoso e importante perc ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 04-06-2013)
Commento su Mc 12,13-17
Ora si tratta di cogliere in fallo Gesù. Si è deciso di farlo fuori: nessun dubbio, nessun interrogativo, solo la necessità di trovare il modo di eliminare questo insopportabile scocciatore. Giustificati dal bene del popolo e dalla investitura divina, gli uomini religiosi sanno bene qual è il bene p ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 04-06-2013)
Rendete a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio
Ho visto bambini e ragazzi sgobbare sui libri e non riuscire ad arrivare alla sufficienza, ma essersi impegnati fino allo spasimo. Ho visto altri non studiare ed andare avanti perché il padre è un politico o qualcuno che possa fare un qualche favore. Ho visto gente capace e coscienziosa non essere a ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 04-06-2013)
Questa immagine e l'iscrizione, di chi sono?
Ogni uomo che viene sulla terra porta scritta nel cuore una sola vocazione: realizzarsi ad immagine di Dio, che porta scritta nel suo cuore dal momento della sua creazione. San Pietro così esorta i discepoli di Gesù di ieri e di sempre. Essi dovranno sempre manifestare Dio nella loro vita. Dio è il ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 04-06-2013)
Commento su Tobia 2,10
Divenni cieco del tutto Tb 2,10 Come vivere questa Parola? Tobi serve fedelmente Dio e si prodiga per i fratelli senza badare ai rischi a cui ciò lo espone. Ha appena seppellito un morto, cosa proibita dal popolo che tiene Israele in soggezione. Stanco ed oppresso dal dolore, si addormenta all ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 04-06-2013)
E' lecito o no pagare il tributo?
La prima lettura di oggi ci presenta ancora la storia di Tobi. Egli vive nella sua cecità che accetta con animo forte e fiducioso. Questo non gli impedisce di mostrarsi a volte inopportuno con la moglie Anna che deve andare a lavorare fuori casa per tirar avanti la famiglia. Le è stato regalato un c ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 05-06-2012)
Commento su Marco 12,13-17
Possiamo passare il tempo ad ascoltare qualcuno che dice qualcosa di significativo, che ha qualcosa da dire, che illumina le nostre scelte e la nostra intelligenza. Oppure possiamo credere di sapere già tutto e passare il tempo a cercare approvazione. O a cogliere in fallo chi la pensa diversamente. ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05-06-2012)
Commento su Marco 12,13-14
Maestro, sappiamo che sei veritiero e non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno, ma insegni la via di Dio secondo verità. È lecito o no pagare il tributo a Cesare? Lo dobbiamo dare o no? Mc 12,13-14 Come vivere questa Parola? Farisei ed erodiani si avvicinano a Gesù pe ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05-06-2012)
Non guardi in faccia a nessuno, ma insegni la via di Dio secondo verità
A Gesù oggi vengono riconosciute dai suoi avversari delle qualità altamente divine. Solo Dio è verità eterna, assoluta, storica e metastorica. Solo Lui è rettitudine perfettissima, giustizia infallibile, equità senza alcuna ombra, correttezza piena e perenne. Nessun uomo possiede qualità così alte, ...
(continua)