LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 10 Settembre 2017 <

Venerdì 8 Settembre 2017

Sabato 9 Settembre 2017

Domenica 10 Settembre 2017

Lunedì 11 Settembre 2017

Martedì 12 Settembre 2017

Mercoledì 13 Settembre 2017

Giovedì 14 Settembre 2017

Venerdì 15 Settembre 2017

Sabato 16 Settembre 2017

Domenica 17 Settembre 2017


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
AO230 ;

In questa pagina del Vangelo di Matteo vengono riferiti alcuni “loghia”, ossia alcune parole o sentenze, così come furono autenticamente pronunciate da Gesù. Esse sono poste all’interno del discorso elaborato da Matteo sul modo di comportarsi dei cristiani in seno alla comunità. Per comprenderlo, questo discorso deve essere collegato alla frase conclusiva della sezione precedente, in cui si afferma: “Dio non vuole che neppure uno di questi piccoli si perda”.
È un monito a chi dirige la comunità, di non escludere nessuno, senza prima aver tentato ogni mezzo per correggerlo dal suo errore o dal suo peccato. Niente, infatti, è più delicato della correzione fraterna. La regola data da Cristo per la vita e la conduzione della comunità è quella di tenere presente la gradualità del procedere. Ognuno deve lasciarsi guidare dalla preoccupazione di salvaguardare, con ogni cura, la dignità della persona del fratello.
Il primato è dato, perciò, alla comunione. Deve essere salvata ad ogni costo, perché la comunione è tale solo se mette in opera ogni tentativo atto a convertire il peccatore.
Se il fratello persiste nell’errore, non sarà il giudizio della comunità in quanto tale a condannarlo, bensì il fatto che lui stesso si autoesclude dall’assemblea dei credenti. Così avviene nella scomunica pronunciata dalla Chiesa; essa non fa altro che constatare una separazione già avvenuta nel cuore e nel comportamento di un cristiano.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Tu sei giusto, Signore,
e sono retti i tuoi giudizi:
agisci con il tuo servo secondo il tuo amore. (Sal 119,137.124)


Colletta
O Padre, che ci hai donato il Salvatore e lo Spirito Santo,
guarda con benevolenza i tuoi figli di adozione,
perché a tutti i credenti in Cristo
sia data la vera libertà e l’eredità eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
O Padre, che ascolti quanti si accordano
nel chiederti qualunque cosa nel nome del tuo Figlio,
donaci un cuore e uno spirito nuovo,
perché ci rendiamo sensibili
alla sorte di ogni fratello
secondo il comandamento dell’amore,
compendio di tutta la legge.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Ez 33,1.7-9
Se tu non parli al malvagio, della sua morte domanderò conto a te.

Dal libro del profeta Ezechièle

Mi fu rivolta questa parola del Signore:
«O figlio dell’uomo, io ti ho posto come sentinella per la casa d’Israele. Quando sentirai dalla mia bocca una parola, tu dovrai avvertirli da parte mia.
Se io dico al malvagio: “Malvagio, tu morirai”, e tu non parli perché il malvagio desista dalla sua condotta, egli, il malvagio, morirà per la sua iniquità, ma della sua morte io domanderò conto a te.
Ma se tu avverti il malvagio della sua condotta perché si converta ed egli non si converte dalla sua condotta, egli morirà per la sua iniquità, ma tu ti sarai salvato».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 94

Ascoltate oggi la voce del Signore.

Venite, cantiamo al Signore,
acclamiamo la roccia della nostra salvezza.
Accostiamoci a lui per rendergli grazie,
a lui acclamiamo con canti di gioia.

Entrate: prostràti, adoriamo,
in ginocchio davanti al Signore che ci ha fatti.
È lui il nostro Dio
e noi il popolo del suo pascolo,
il gregge che egli conduce.

Se ascoltaste oggi la sua voce!
«Non indurite il cuore come a Merìba,
come nel giorno di Massa nel deserto,
dove mi tentarono i vostri padri:
mi misero alla prova
pur avendo visto le mie opere».

>

Seconda lettura

Rm 13,8-10
Pienezza della Legge è la carità.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, non siate debitori di nulla a nessuno, se non dell’amore vicendevole; perché chi ama l’altro ha adempiuto la Legge.
Infatti: «Non commetterai adulterio, non ucciderai, non ruberai, non desidererai», e qualsiasi altro comandamento, si ricapitola in questa parola: «Amerai il tuo prossimo come te stesso».
La carità non fa alcun male al prossimo: pienezza della Legge infatti è la carità.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (2Cor 5,19)
Alleluia, alleluia.
Dio ha riconciliato a sé il mondo in Cristo,
affidando a noi la parola della riconciliazione.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 18,15-20
Se ti ascolterà avrai guadagnato il tuo fratello.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano.
In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo.
In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
La presenza di Gesù è garantita là dove la comunità è raccolta in preghiera. Confidiamo dunque nella mediazione di nostro Signore, chiedendo al Padre ciò di cui pensiamo di avere bisogno.
Preghiamo dicendo: Ascoltaci Signore.

1. Perché la Chiesa sia casa accogliente per tutti gli uomini e le donne di buona volontà, uniti dalla fede nell’unico Signore ed edificati dalla comunione fraterna. Preghiamo.
2. Perché i cristiani siano animati da uno spirito sincero di carità fraterna, che li porti a farsi uno con tutti, senza però venir meno alle istanze della verità. Preghiamo.
3. Perché nella nostra società, malata di individualismo e di relativismo, si diffondano i valori dell’onestà e del bene comune. Preghiamo.
4. Perché siano alimentate nel presbiterio l’unità e la comunione, cementate dalla presenza viva di Cristo. Preghiamo.
5. Perché ciascuno di noi sappia intessere un dialogo franco e sincero con i fratelli, amati come figli di uno stesso Padre. Preghiamo.

O Padre, che ascolti benigno le suppliche di coloro che, riuniti nel nome del tuo Figlio, si rivolgono a te con animo sincero, donaci di avere un cuore aperto al tuo volere, perché possiamo essere servi fedeli del tuo progetto d’amore sul mondo. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
O Dio, sorgente della vera pietà e della pace,
salga a te nella celebrazione di questo mistero
la giusta adorazione per la tua grandezza
e si rafforzi la fedeltà e la concordia dei tuoi figli.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
Come il cervo anela ai corsi d’acqua, così l’anima mia anela a te, o Dio:
l’anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente.(Sal 42,2-3)

Oppure:
“Io sono la luce del mondo”, dice il Signore,
“chi segue me non cammina nelle tenebre, ma avrà la luce della vita”.(Gv 8,12)

Oppure:
“Se tuo fratello commette una colpa, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo;
se ti ascolta avrai guadagnato tuo fratello”. (Mt 18,15)


Preghiera dopo la comunione
O Padre, che nutri e rinnovi i tuoi fedeli
alla mensa della parola e del pane di vita,
per questi doni del tuo Figlio
aiutaci a progredire costantemente nella fede,
per divenire partecipi della sua vita immortale.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

don Dino Pirri - Sulla strada     (Omelia del 10-09-2017)
Commento su Matteo 18,15-20
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 10-09-2017)
Audio commento alla liturgia - Mt 18,15-20
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 10-09-2017)
Cristo è in mezzo a noi per continuare a salvare
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
padre Aldo Bergamaschi     (Omelia del 10-09-2017)
Tutti debitori davanti a Dio
Gesù, a questo problema posto da Pietro, risponde, almeno apparentemente, in termini quantitativi, perché in termini quantitativi era stato posto, non solo, ma in termini quantitativi l'uomo ha posto questo problema. Tanto è vero che i rabbini più colti dell'epoca a questa domanda, o a questo proble ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 10-09-2017)
Ogni uomo è tuo fratello
Le parole che abbiamo ascoltato vengono dal capitolo XVIII del vangelo di Matteo, che riporta il quarto dei discorsi di Gesù. Dopo il discorso programmatico, le beatitudini, il discorso missionario e il discorso in parabole, ecco quello che ha come tema quello della chiesa. Il discorso verte su come ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 10-09-2017)
Fattore ?s?
Ricordo con simpatia un professore un po' burlone del liceo, che un giorno in classe volle farci divertire, e fece l'appello mettendo la consonante ?s? dinanzi ai nostri cognomi, che ovviamente ne vennero storpiati e, in molti casi, produssero la negazione o il contrario del significato del cognome ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 10-09-2017)
Video commento a Mt 18,15-20
...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 10-09-2017)
Il noi dentro l'io
Clicca qui per la vignetta della settimana. Qualche anno fa l'associazione che nella nostra Diocesi di Verona riunisce tutti gli oratori e bar legati alle parrocchie ha cambiato nome. E' passata dall'ANSPI (Associazione Nazionale San Paolo Italia) al NOI (Nuovi Oratori Italiani). La cosa buffa è ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 10-09-2017)
Video commento a Mt 18,15-20
...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 10-09-2017)
Sta guadagnando per me. Per il resto non ha mai guadagnato una lira
Guadagnare è verbo-di-commercio: "Guadagnare mille euro al mese. Con il suo lavoro guadagna fior di quattrini". Anche un verbo figurato: "A stare zitti, ci si guadagna. A esser gentili, con certa gente non si guadagna proprio nulla". Da qualunque parte lo si guardi, è verbo d'arricchimento, anche qu ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 10-09-2017)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Rocco Pezzimenti 1. Subito dopo aver parlato della pecorella smarrita, il brano del Vangelo odierno ci invita alla correzione fraterna. È un brano singolare perché, al di là dell'obiettivo, ci illustra anche le modalità. Il racconto ci presenta non un pe ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 10-09-2017)

Eccoci qua che, tornati dalle vacanze e dal tempo di riposo, piano piano riprendiamo le vecchie e nuove attività. Che bello il tempo dell'estate, ci da modo di vivere tutto in modo più disteso e tranquillo e di goderci la famiglia e gli amici! Anche il nostro appuntamento riprende fedele e anche Ge ...
(continua)
don Giacomo Falco Brini     (Omelia del 10-09-2017)
Un saggio protocollo per i rapporti comunitari
Mi pare che da un bel po' di tempo, sul primo canale televisivo di mamma Rai, una serie di telefilm riscontri presso il pubblico un buon successo: quella di don Matteo, con il tanto amato Terence Hill protagonista nel ruolo del popolare parroco. Io non l'avevo mai visto fino a un paio di mesi fa, qu ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 10-09-2017)
Video commento su Matteo 18,15-20
...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 10-09-2017)
Ammonire e perdonare per «guadagnare» un fratello
Il perdono non consiste in una emozione, ma in una decisione. Non nasce come evento improvviso, ma come un percorso. La portata scandalosa del perdono, ciò che va contro tutti i nostri istinti, sta nel fatto che è la vittima che deve convertirsi, non colui che ha offeso, ma colui che ha subito l'of ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 10-09-2017)
Investire in fraternità
Se il tuo fratello Basterebbe la prima parola per aprire una riflessione infinita. "Ogni uomo è mio fratello" è il titolo del messaggio che Papa Paolo VI° ha inviato per la giornata della pace del 1° gennaio 1971 che tra l'altro cita la dichiarazione Universale dei Diritti dell'uomo: «Tutti gli u ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 10-09-2017)
Video commento su Mt 18,15-20
...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 10-09-2017)
Liberi e solleciti
Quando qualcuno ci fa del male, ci ferisce, agisce male, Gesù ci chiede di avere il coraggio di correggerlo: Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va' e ammoniscilo. A prima vista, sembra che ciò contraddica quanto il Vangelo dichiara altrove: Ma io vi dico di non opporvi al malvagi ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 10-09-2017)
Liberi e solleciti
Quando qualcuno ci fa del male, ci ferisce, agisce male, Gesù ci chiede di avere il coraggio di correggerlo: Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va' e ammoniscilo. A prima vista, sembra che ciò contraddica quanto il Vangelo dichiara altrove: Ma io vi dico di non opporvi al malvagi ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 10-09-2017)
Video commento su Mt 18,15-20
...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 10-09-2017)

La correzione fraterna è un punto fondamentale nella vita di un cristiano. La potremmo anche chiamare al contrario: FRATERNA CORREZIONE, perché viene prima la fraternità, cioè il sentirmi fratello dell'altro e quindi la correzione. Prima di correggere qualcuno devo domandarmi se voglio bene alla per ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 10-09-2017)
Se il tuo fratello commetterà una colpa
La Chiesa ha gravissima necessità di conservare se stessa nella verità di Cristo e per questo ognuno è obbligato a conservare se stesso nella verità, crescere in essa, in modo da poter essere di aiuto ad ogni altro, perché anche lui si conservi nella verità. San Paolo detta ai Tessalonicesi la gius ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 10-09-2017)

La pagina di Vangelo che avete ascoltato presenta tre aspetti fondamentali della vita cristiana: la correzione fraterna, la riconciliazione sacramentale e la preghiera comunitaria: c'è un legame profondo fra i tre temi; e questo legame è la carità. La vita comune scelta e vissuta dai religiosi, pr ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 10-09-2017)
Speriamo che basti la mia parola
Tre tentativi prima di liquidarlo come pagano e pubblicano. Chi questo? Tuo fratello secondo quanto dice il Vangelo di questa domenica. ?Se tuo fratello (ma credo si possa intendere in senso lato) commetterà una colpa contro di te? cosa devi fare? Prima parlane con lui solo, primo tentativo, se andr ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 10-09-2017)
Commento su Matteo 18,15-20
Il fratello è importante. Abbiamo il grande dono di non essere soli, ma siamo parte di un popolo in cammino verso il Signore. L'essere e sentirci insieme riguarda anche il rapporto di ognuno e di tutti con la Parola del Signore alla quale siamo tutti sottomessi e della quale siamo tutti testimoni. È ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 10-09-2017)
#StradeDorate - Commento su Matteo 18,15-20
...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 10-09-2017)
Chi ama corregge con amore il fratello che è in errore
La parola di Dio di questa domenica del tempo ordinario ci parla della correzione fraterna, che ha un valore ed un significato cristiano solo nella misura in cui si corregge l'altro per amore, con amore e senza minacciare vendetta e condanna, senza mettere al primo posto il proprio ruolo e la propri ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 10-09-2017)
Qualche regola per stare insieme
"Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa": abbiamo sentito questa frase due domeniche fa, e oggi (Matteo 18,15-20) apprendiamo che Gesù non si è limitato a istituire la sua Chiesa, ma ha anche stabilito i criteri fondamentali da seguire per poterne far parte. L'uomo è un essere s ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 10-09-2017)
Video Commento a Mt 18, 15 - 20
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 10-09-2017)
Correzione, amore e comunione
Un autore anonimo scrive: ?Se non hai un amico che ti avvisi dei tuoi difetti, paga un nemico perché lo faccia?. Effettivamente non ci si rende conto di quanto sia importante considerare con attenzione e obiettività le lacune, le carenze e le defezioni che normalmente ci caratterizzano, soprattutto ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 10-09-2017)
Commento su Ezechiele 33,1.7-9; Matteo 18,15-20
Cosa ci dicono le letture della liturgia di questa domenica? Gesù indica la VIA. Il cristianesimo originariamente era indicato come la religione della ?via?. Quale Via? Forse, in teoria, lo sappiamo tutti: la via dell'amore; ma quale amore? Viviamo in una realtà che ci delude e quindi siamo spint ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 10-09-2017)
Video commento su Mt 18,15-20
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 10-09-2017)
Commento su Ez 33,1.7-9; Sal 94; Rm 13,8-10; Mt 18,15-20
Ezechiele 33,7-9 Gerusalemme è caduta. L'annuncio del profeta è un annuncio di speranza che invita tutti a superare la sfiducia e l'avvilimento. Ezechiele si fa portavoce di un oracolo, ricco di speranza e di purificazione del popolo dai suoi peccati. Ezechiele deve sostenere gli esiliati perché no ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 07-09-2014)
Se ti ascolterà avrai guadagnato il tuo fratello
In questa pagina del vangelo Gesù afferma Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va' e ammoniscilo fra te e lui solo. Quando un fratello fa qualcosa contro di noi, fa qualcosa che ci ferisce, fa qualcosa di sbagliato, Gesù ci chiede di ammonirlo, di correggerlo. E' naturale chiedersi ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 07-09-2014)
Audio commento alla liturgia
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 07-09-2014)
Accaniti nel perdono
Il conflitto, l'errore, lo sbaglio fanno parte dell'esperienza di ogni relazione e di ogni convivenza. Ci sono individui che si accaniscono a denunciarli e a condannarli, puntando il dito senza pietà sui presunti responsabili. E ci sono, dal lato opposto, coloro che - oggi sempre più frequenti - sos ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 07-09-2014)
Pienezza della legge è la carità
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 07-09-2014)
Commento su Mt 18,15-20
Collocazione del brano Il brano di questa domenica appartiene al capitolo 18 di Matteo, in cui troviamo un discorso che alcuni studiosi chiamano "ecclesiale" perché tratta della cura pastorale verso i più piccoli (la pecora smarrita) e dall'insegnamento del perdono, che è la legge su cui si edifica ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 07-09-2014)
Commento su Rm 13,8-10
Collocazione del brano Le esortazioni di Paolo nel capitolo 13 riguardano l'atteggiamento da assumere nei confronti dei poteri civili. L'apostolo ricorda ai Romani che devono essere sottomessi alle autorità, che partecipano della signoria di Dio su tutte le cose. I Romani vengono dunque invitati a ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07-09-2014)
Violenza e perdono
Da qualche settimana sui social network che frequento condivido articoli e riflessioni sulla spinosissima questione del comportamento del cristiano davanti alla violenza. Le crude immagini che ci giungono dall'Iraq e dalla Libia, dall'avanzata del fondamentalismo islamico ci inquieta e ci invita a ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 07-09-2014)
Video commento a Mt 18,15-20
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07-09-2014)
Video commento a Mt 18,15-20
...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 07-09-2014)
Riuniti nel Suo nome
Dice Gesù: "Se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà". Perché Gesù assicura che la preghiera "concorde" viene ascoltata? Perché è fatta nella carità, nel perdono, nella comprensione, nella condivisione, in quell'amo ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 07-09-2014)
Un bene perduto: l'ammonizione
Oggi la Parola di Dio ci invita al dovere di carità dell'ammonizione. Credo che, chi ama il fratello, non può tacere di fronte ai suoi errori, magari compiuti senza sapere neppure che sono tali. Quante volte capita - a tutti! - Di ?uscire dalla strada buona della vita' e non esserne pienamente consa ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 07-09-2014)

Ancora una volta la Parola di Dio ci stimola a riscoprire la dimensione comunitaria della nostra fede. Sintesi mirabile è Paolo con la sua lettera ai Romani. In quei pochi versetti della lettura che oggi abbiamo letto Paolo scrive che l'amore nei confronti del prossimo è centrale nella nostra fede. ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 07-09-2014)
Video Commento a Mt 18, 15-20
...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 07-09-2014)
Numeri piccolissimi e guadagni spropositati
I numeri sono smisuratamente irrisori. Le prospettive sulle quali aprono sono sorprendentemente giganti. Sembra che nei Vangeli il Cielo sappia contare solo fino a dieci: raramente la numerazione supera il primo numero a due cifre. Quelle poche volte che accade, sembra quasi s'affretti a chiedere po ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 07-09-2014)

Solo l'amore corregge il fratello; l'ammonizione efficace è quella fatta per amore. Il Signore, nell'Apocalisse, dice: "Io tutti quelli che amo li rimprovero". La pecorella perduta indica, prima di ogni altra cosa, l'amore di chi si è messo in giro a cercarla. Nella vita capita in continuazione che ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 07-09-2014)
Una Chiesa a servizio della società
Sono passati solamente quindici giorni da quando, nella Liturgia della Parola, il Maestro affidava a Pietro il Primato sulla comunità dei credenti: gli affidava un incarico di grande responsabilità, quello di guidare la Chiesa nascente. E lo faceva concedendo a Pietro poteri particolari, vincolanti ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 07-09-2014)
L'insegnamento di Gesù, investire in fraternità
Solo verbi di dialogo e di incontro, oggi. Se il tuo fratello sbaglia, va' e ammoniscilo: tu fa il primo passo, non chiuderti nel si­lenzio ostile, non fare l'offeso, ma tu riallaccia la relazione. Ma che cosa mi autorizza a intervenire nella vita dell'altro? La pretesa della verità? No, so­lo la p ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 07-09-2014)
Se ti ascolta, avrai guadagnato il tuo fratello
Nella domenica XXIII del tempo ordinario leggiamo un piccolo brano (vv.15-20) del cap.18 del Vangelo di Matteo comunemente chiamato "discorso comunitario". A partire da Matt.16,13 la prima preoccupazione di Gesù è di formare i suoi discepoli. Nel cap.18, mostra che essi non sono singoli individui is ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 07-09-2014)
Video commento su Mt 18,15-20
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 07-09-2014)
Video commento a Mt 18,15-20
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 07-09-2014)
Le regole del vivere insieme nella Chiesa
L'abbiamo sentito qualche domenica fa: "Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa". Oggi (Matteo 18,15-20) apprendiamo che Gesù non si è limitato a istituire la sua Chiesa, ma ha anche stabilito i criteri fondamentali da seguire per poterne far parte. L'uomo è un essere sociale, cio ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 07-09-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Eduard Patrascu "Figlio dell'uomo, ti ho posto come sentinella" Nell'era dell'informazione che corre da tutte le parti, tante volte senza contare da dove le notizie vengano oppure se esse sono reali, dove ciò che conta è il parlare, il dire tante pa ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 07-09-2014)

Con il mese di Settembre riprendono tutte le attività dopo la pausa estiva. Forse c'è un po' di nostalgia per le vacanze finite ma io penso che in tutti, proprio in tutti, ci sia il desiderio di incontrare i compagni e tutti quegli amici che in estate non abbiamo visto perché andati in vacanza in po ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 07-09-2014)
Il miracolo della comunione
Se il tuo fratello È un brano complesso e delicato che Matteo colloca tra la parabola della pecora smarrita, che esprime l'atteggiamento nei confronti di chi si perde, e il colloquio con Pietro sul perdono fino a settanta volte sette nei casi delle offese personali. Siamo dunque all'interno di una ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 07-09-2014)
Sempre in debito nell'amare sinceramente
Una cosa è certa nella nostra vita: noi siamo sempre in debito verso gli altri nell'amore vero e sincero. Speso siamo falsi nell'amare. Siamo maggiormente in debito nell'amore verso Dio, che per noi ha sacrificato il suo Figlio, Gesù Cristo sulla Croce, manifestando così il modo più eccelso per amar ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 07-09-2014)
Sulla Tua Parola - Mt 18,15-20
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 07-09-2014)
Correzione sinonimo di carità
Gesù in molte pagine si mostra come il Riconciliatore. Non pochi suoi interventi tendono a ripristinare il rapporto infranto fra l'uomo e il Padre e lui stesso si fa Mediatore fra Dio e gli uomini e nella croce realizza la piena riconciliazione riscattando i nostri peccati. Ma collegata a questa vi ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 07-09-2014)
Ruminare i Salmi - Salmo 95,7 (XXIII domenica del tempo ordinario, anno A)
Ruminare i Salmi - Salmo 95 (Vulgata / liturgia 94),7 (XXIII domenica del tempo ordinario, anno A) CEI È lui il nostro Dio e noi il popolo del suo pascolo, il gregge che egli conduce. TILC Lui è il nostro Dio e il nostro pastore, noi siamo il suo popolo, il gregge che la sua mano conduce. ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 07-09-2014)
Sia per te come il pagano e il pubblicano
La Chiesa di Cristo Gesù non può essere infangata dal peccato dei suoi figli. Ognuno è obbligato a conservare santo il corpo di Cristo Signore. Tutto è dalla santità del corpo. Lo Spirito Santo viene versato sul mondo dalla santità di questo corpo. Se esso viene insudiciato, infangato, offuscato nel ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 07-09-2014)

Dopo aver capito che amare Dio non serve ad altro che ad amare Dio - si ama per amare - la Parola di oggi ci aiuta a capire che tra amore per Dio e amore per il prossimo non c'è soluzione di continuità; al contrario, manifestare l'amore per Dio e manifestarlo insieme con altri che condividono la ste ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 07-09-2014)
Commento su Ez 33,1.7-9; Rm 13,8-10; Mt 18,15-20
Poco meno di 600 anni prima di Cristo, una lunga fila di deportati esce dalla città di Gerusalemme e si avvia verso Babilonia, la città dei vincitori. Il dominatore di turno si chiama Nabucodonosor, al quale gli abitanti del regno di Giuda avevano inutilmente tentato di resistere. Fra questi profug ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 04-09-2011)
Se ti ascolterà avrai guadagnato il tuo fratello
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 04-09-2011)
Sentinella, guai se taci!
"Sentinella dov'è l'aurora?" Solo la sentinella che vigila insonne nella notte, sa dov'è l'aurora perché la vede sorgere ed emergere dalle ombre notturne che cedono pian piano il posto alla luce. E' ad essa che è paragonato il profeta, nella prima lettura di questa domenica e viene specificato in co ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 04-09-2011)
Correzione fraterna
Questo brano mi piace particolarmente perché ci leggo la più grande espressione di affetto, di amore verso il nostro prossimo. "Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va' e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello". La traduzione più corretta ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 04-09-2011)
Perdono e correzione fraterna
Non è facile vivere da discepoli in questi nostri tempi oscuri. In una società formalmente cristiana a prevalere e ad orientare le scelte non sono i valori che derivano dal vangelo ma una mentalità egoistica e piccina. Per accorgersene è sufficiente paragonare il sentire comune con le parola di Ges ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 04-09-2011)
Video commento a Mt 18, 15-20
...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 04-09-2011)
Gesù non si segue in solitaria?
Clicca qui per la vignetta della settimana La messa finale della Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid l'ho seguita insieme al gruppo di giovani con cui sono andato in Spagna, in un parco del centro della capitale spagnola, attraverso un maxischermo. Non siamo riusciti ad entrare la sera pri ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 04-09-2011)
La difficile regola del PERDONO
La Parola di Dio, oggi, mette in discussione un atteggiamento diffuso, che è veramente il contrario del Vangelo. Conosciamo tutti la nostra fragilità umana, capace di offendere e pronta a sentirsi offesa, poco disposta a quella medicina che è la comprensione e il perdono. Basta un nulla, a volte, p ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 04-09-2011)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 04-09-2011)
Criticarti? Mica sono come te
Finalmente te lo posso dire: non è che mi diverta ad importunarti, a strigliarti o a cercare di risvegliare il meglio che c'è dentro di te così tanto per fare. E' che Lui stavolta non scherza: "O Figlio dell'uomo, io ti ho posto come sentinella per la casa d'Israele. Quando sentirai dalla mia bocca ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 04-09-2011)
Sentinelle della carità
Purtroppo tra noi e nelle nostre comunità ciò che si incontra sono le parole dietro le spalle, le mezze voci, gli "ho sentito dire", le insinuazioni... perché: 'Se a quello, o a quella provi a dire che ha sbagliato o che sta sbagliando, come minimo ti risponde di pensare agli affari tuoi, quando non ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 04-09-2011)
Cuori che vibrano all'unisono
Il vangelo di Matteo è strutturato su cinque grandi discorsi: il discorso della montagna Mt 5-7; quello parabolico, Mt 13; quello missionario, Mt 10; quello escatologico, Mt 24-25 e questo, il discorso ecclesiale, Mt 18. Matteo parla alla sua comunità dando delle regole, delle norme, dei consigli. ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 04-09-2011)

Il tema del Vangelo di oggi è la correzione fraterna. La correzione non è dare un giudizio severo su una persona, ma la possibilità di riconquistarla alla comunità. All'inizio, la correzione deve avvenire a tu per tu. Se tuo marito, tua moglie, il tuo amico migliore sbaglia, va e ammoniscilo tra ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 04-09-2011)
Gesù in mezzo a noi
In questa pagina del Vangelo di Matteo vengono riferiti alcune parole o sentenze, così come furono autenticamente pronunciate da Gesù. Esse sono poste all'interno del discorso elaborato da Matteo sul modo di comportarsi dei cristiani in seno alla comunità. Per comprenderlo, questo discorso deve esse ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 04-09-2011)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura delle Clarisse di Città della Pieve Il primo doveroso approccio alla Parola di oggi è quello di provare a situare se stessi, con onestà, di fronte alla provocazione che la Parola stessa ci lancia. Dove ci collochiamo? Siamo coloro che nella casa di Dio sono posti in ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 04-09-2011)
Commento su Romani 13,8-10
"Il precetto: Non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non desiderare e qualsiasi altro comandamento, si riassume in queste parole: Amerai il prossimo tuo come te stesso" (Rm 13, 9). Riprendiamo con gioia il cammino alla luce della Parola con una pericope della seconda lettera della Lit ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 04-09-2011)
Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro
La Liturgia della domenica XXIII del tempo ordinario ci propone la lettura di Matt. 18,15-20, un brano del "discorso sulla vita della Chiesa". Purtroppo la lettura liturgica continuata del Vangelo di Matteo omette tutto il cap.17 che è molto importante nel cammino che Gesù sta compiendo con i suoi d ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 04-09-2011)
Commento su Mt 18,15-20
A commento di queste parole di Gesù, prima di tutto, diamo voce al Papa. "Quanta fiducia e quanta speranza infondono queste parole del Signore Gesù! In particolare, esse spronano i cristiani a domandare insieme a Dio quella piena unità fra di loro, per la quale Cristo stesso, con accorata insistenza ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 04-09-2011)
Se il tuo fratello commette una colpa, va' e ammoniscilo
Il brano evangelico odierno è costituito da una pericope del cap.18° di Matteo; tranne i primi 14 vv., che hanno paralleli nei sinottici, il resto del capitolo è solo di Matteo, che ha qui riunito una serie di gesti, sentenze e parabole di Gesù, per illustrare il comportamento dei fedeli all'interno ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 04-09-2011)
Amare fa sempre del bene
Credo che per comprendere meglio il senso del brano di Vangelo di quest'oggi (e in generale del tema delle letture) sia utile "ribaltarne" la lettura. Se lo leggiamo così come ci viene proposto nella redazione finale dell'evangelista, ci appare immediatamente come un "andare di male in peggio". C'è ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 04-09-2011)
Il 'noi', principio di vita
Se tuo fratello commetterà una colpa contro di te, tu va'... Queste parole tracciano le regole di base per la convivenza fraterna. La prima: se qualcuno ti ferisce, tu non chiudere la comunicazione, non lasciare che l'offesa occupi tutta la scena, non metterti in atteggiamento di vittima o di suddit ...
(continua)
don Luca Orlando Russo     (Omelia del 04-09-2011)
Dove sono due o tre...
In un contesto come il nostro in cui l'individualismo la fa da padrone, la liturgia della Parola di questa domenica crea non poche difficoltà e suona ai nostri orecchi come eccessiva. Le parole di Gesù, poi, non solo ci invitano alla comune responsabilità, ma vanno ben oltre. Se, infatti, desideriam ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 04-09-2011)
Commento su Matteo 18,15-20
In questo vangelo Gesù c'invita ad imparare ad avere tra di noi un dialogo costruttivo attraverso la trasparenza. Questo si fa sopratutto manifestando all'altro il male che mi fa', non con il pianto o con atteggiamenti ostili, tipo il mutismo, ma con il dialogo, manifestando ciò che vivo, prima che ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 04-09-2011)
Fraternità
La scorsa settimana ci siamo lasciati sulle parole esigenti del Rabbì di Nazareth che invitavano Pietro, e tutti noi suoi discepoli, a prendere la croce e seguirlo. Oggi la Parola ci mostra concretamente come incarnare questo invito di Gesù. Siamo al capitolo diciottesimo di Matteo, quello che racc ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 04-09-2011)
Le ragioni dello stare insieme
Ad Ancona è cominciato ieri, e si protrarrà sino a domenica prossima, il 25° Congresso Eucaristico Nazionale: una grande assemblea, in cui si trovano fianco a fianco cristiani provenienti da ogni parte d'Italia. Essi, ma allo stesso modo tutti i partecipanti alla Messa, non importa dove, trovano nel ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 04-09-2011)
Video commento a Mt 18, 15-20
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 04-09-2011)
Video commento a Mt 18, 15-20
...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 04-09-2011)
Video commento a Mt 18,15-20
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 04-09-2011)
Chiesa, santità e correzione fraterna
Come istituzione voluta da Gesù Cristo il Santo, la Chiesa viene definita Santa in quanto istituzione divina. La Santità della Chiesa consiste quindi nell'essere voluta da Dio in Cristo per la salvezza dell'umanità, nel configurarsi come popolo di Dio radunato nell'unità dall'amore del Padre che pro ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 04-09-2011)
Sia per te come il pagano e il pubblicano
Correggere il fratello che pecca contro il Signore è somma carità. Lasciarsi correggere, accogliere la correzione è saggezza, intelligenza, acume spirituale. La comunità dei discepoli del Signore nella quale non si vive di questa carità ed intelligenza, di sicuro si incamminerà per sentieri impratic ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 04-09-2011)
Convocati nel Suo nome
Il discorso di Gesù, riportato nel Vangelo di san Matteo, orienta la comunità cristiana, impegnata a vivere l'esperienza del discepolato come cammino di condivisione fraterna, all'amore vicendevole, alla carità "che non fa alcun male al prossimo" (Rm 13,10). Tutto il Suo discorso non è una somma di ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 04-09-2011)
Commento su Ezechiele 33, 7-9, Salmo 94, 2-2.6-7.8-9 Romani 13,8-10 Matto 18,15-20
La liturgia dell'odierna domenica è tutta pervasa dalla pedagogia divina sulla riconciliazione fraterna, dall'antifona d'ingresso fino all'antifona alla comunione. Correggere è un'arte difficile, ci vuole discrezione, autorità, misericordia, perché si corre il rischio di prevaricare l'altro, di rica ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 07-09-2008)

Quanto è difficile correggersi! Quanto è difficile giudicare secondo il cuore (largo) di Dio! Eppure... se i discepoli del Misericordioso non trovano un modo di sostenersi e di aiutarsi anche quando sbagliano, chi lo saprà fare? Il vangelo ci illustra il modo di gestire i nascenti conflitti nella ...
(continua)