LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 1 Gennaio 2016 <

Mercoledì 30 Dicembre 2015

Giovedì 31 Dicembre 2015

Venerdì 1 Gennaio 2016

Sabato 2 Gennaio 2016

Domenica 3 Gennaio 2016

Lunedì 4 Gennaio 2016

Martedì 5 Gennaio 2016

Mercoledì 6 Gennaio 2016

Giovedì 7 Gennaio 2016

Venerdì 8 Gennaio 2016


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:


  MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
S0101 ;

Il brano del vangelo ci narra un episodio della vita di una famiglia ebrea, ma l’ambientazione è inusuale per una nascita. Si tratta di una famiglia emarginata socialmente. Eppure il bambino è Dio e la giovane donna l’ha concepito e partorito nella verginità. Alcuni pastori si affrettano, in risposta a un messaggio dal cielo, per riconoscerlo e glorificarlo a loro modo.
Vi è difficile considerarlo vostro Dio?
Volgete il pensiero per un attimo al fascino persistente esercitato da sua madre su uomini e donne di ogni ambiente e classe, su persone che hanno conosciuto successi o fallimenti di ogni tipo, su uomini di genio, su emarginati, su soldati angosciati e destinati a morire sul campo di battaglia, su persone che passano attraverso dure prove spirituali.
Il genio artistico si è spesso consacrato alla sua lode: pensate alla “Pietà” di Michelangelo, al gran numero di Madonne medievali e rinascimentali, alle vetrate incantevoli della cattedrale di Chartres e alla più bella di tutte le icone: la Madonna di Vladimir, che aspetta con pazienza, nel Museo Tretiakov di Mosca, giorni migliori.
Perché la Madonna ispira tanta umanità?
Forse perché è, come dicono gli ortodossi, un’icona (= immagine) di Dio?
Forse perché Dio parla per suo tramite anche se Maria resta sempre una sua creatura, sia pure una creatura unica grazie ai doni ricevuti dal Padre?
Tutto ciò è stato oggetto di discussioni, spesso accese, quando spiriti grandi cercarono di esprimere in termini umani il mistero di Dio fatto uomo.
Maria fu definita madre di Dio, “theotokos”, e ciò contribuì a calmare dispute intellettuali. Questo appellativo è particolarmente caro ai cristiani dell’Est, ai nostri fratelli del mondo ortodosso, ed è profondamente radicato nella loro teologia, ripetuto spesso nelle loro belle liturgie, specialmente nella liturgia bizantina, che è stata considerata la “più perfetta” proprio per via delle sue preghiere ufficiali dedicate al culto di Maria.
Cominciamo l’anno nel segno di questo grande mistero.
Cerchiamo allora di approfondire la nostra devozione a Maria, Madre di Dio e nostra, eliminandone, però, ogni traccia di sentimentalismo spicciolo.
Tentiamo di convincere i giovani che si tratta qui di un idealismo rispondente, certo, alle aspirazioni più profonde dello spirito umano, ma che richiede impegno e molto coraggio.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Salve, Madre santa:
tu hai dato alla luce il Re
che governa il cielo e la terra
per i secoli in eterno. (Sedulio)

Oppure:
Oggi su di noi splenderà la luce,
perché è nato per noi il Signore;
Dio onnipotente sarà il suo nome,
Principe della pace, Padre dell’eternità:
il suo regno non avrà fine. (cf. Is 9,2.6; Lc 1,33)


Colletta
O Dio, che nella verginità feconda di Maria
hai donato agli uomini i beni della salvezza eterna,
fa’ che sperimentiamo la sua intercessione,
poiché per mezzo di lei
abbiamo ricevuto l’autore della vita,
Cristo tuo Figlio.
Egli è Dio, e vive e regna con te...

Oppure:
Padre buono,
che in Maria, vergine e madre,
benedetta fra tutte le donne,
hai stabilito la dimora
del tuo Verbo fatto uomo tra noi,
donaci il tuo Spirito,
perché tutta la nostra vita
nel segno della tua benedizione
si renda disponibile ad accogliere il tuo dono.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio...

>

Prima lettura

Nm 6, 22-27
Porranno il mio nome sugli Israeliti, e io li benedirò.

Dal libro dei Numeri

Il Signore parlò a Mosè e disse: «Parla ad Aronne e ai suoi figli dicendo: “Così benedirete gli Israeliti: direte loro:
Ti benedica il Signore
e ti custodisca.
Il Signore faccia risplendere per te il suo volto
e ti faccia grazia.
Il Signore rivolga a te il suo volto
e ti conceda pace”.
Così porranno il mio nome sugli Israeliti e io li benedirò».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 66

Dio abbia pietà di noi e ci benedica.

Dio abbia pietà di noi e ci benedica,
su di noi faccia splendere il suo volto;
perché si conosca sulla terra la tua via,
la tua salvezza fra tutte le genti.

Gioiscano le nazioni e si rallegrino,
perché tu giudichi i popoli con rettitudine,
governi le nazioni sulla terra.

Ti lodino i popoli, o Dio,
ti lodino i popoli tutti.
Ci benedica Dio e lo temano
tutti i confini della terra.

>

Seconda lettura

Gal 4,4-7
Dio mandò il suo Figlio, nato da donna.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Gàlati

Fratelli, quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la Legge, per riscattare quelli che erano sotto la Legge, perché ricevessimo l’adozione a figli.
E che voi siete figli lo prova il fatto che Dio mandò nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio, il quale grida: Abbà! Padre! Quindi non sei più schiavo, ma figlio e, se figlio, sei anche erede per grazia di Dio.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Ebr 1,1.2)
Alleluia, alleluia.
Molte volte e in diversi modi nei tempi antichi
Dio ha parlato ai padri per mezzo dei profeti;
ultimamente, in questi giorni,
ha parlato a noi per mezzo del Figlio.
Alleluia.

>

Vangelo

Lc 2,16-21
I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo otto giorni gli fu messo nome Gesù.


+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
In questo giorno in cui tutti si augurano ogni bene, la nostra preghiera per tutti gli uomini possa essere in sintonia con la volontà di Dio.
Preghiamo insieme dicendo: Dio della pace, venga il tuo regno!

1. Venga la pace, Signore, nelle Chiese: la fede dei piccoli sia rispettata, i doni dello Spirito siano accolti, il servizio di preti e vescovi sia pieno di cordialità, preghiamo.
2. Venga la pace, Signore, nella nostra società: tutti abbiano il necessario per vivere, i deboli e gli emarginati siano accolti, a tutti i malati e anziani sia data un'umana assistenza, preghiamo.
3. Venga la pace, Signore, nelle nostre famiglie: i giovani e gli adulti non si sottraggano al dialogo, e trovino le parole giuste per comprendersi e rispettarsi nella diversità, preghiamo.
4. Venga la pace, Signore, dove sembra così lontana: nei paesi martoriati dalla guerra, là dove la legge è quella della violenza e del terrore, preghiamo.
5. Venga la pace, Signore, nei luoghi di lavoro e di studio: gli uomini si offrano aiuto reciproco, nel rispetto dei diritti e della diversità dei ruoli, preghiamo.

O Signore, che in Maria hai mostrato che il tuo amore supera ogni nostro sogno e speranza, donaci la forza di non arrenderci mai di fronte alle ingiustizie e ai dolori del mondo, per impegnarci giorno per giorno a costruire nel mondo la tua pace. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
O Dio, che nella tua provvidenza dai inizio e compimento
a tutto il bene che è nel mondo,
fa’ che in questa celebrazione
della divina Maternità di Maria
gustiamo le primizie del tuo amore misericordioso
per goderne felicemente i frutti.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO DELLA BEATA VERGINE MARIA I
La maternità della beata Vergine Maria

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti glorifichiamo,
nella ... della beata sempre Vergine Maria.
Per opera dello Spirito Santo,
ha concepito il tuo unico Figlio;
e sempre intatta nella sua gloria verginale,
ha irradiato sul mondo la luce eterna,
Gesù Cristo nostro Signore.
Per mezzo di lui si allietano gli angeli
e nell’eternità adorano la gloria del tuo volto.
Al loro canto concedi, o Signore,
che si uniscano le nostre umili voci
nell’inno di lode: Santo...


Antifona di comunione
Gesù Cristo è sempre lo stesso
ieri, oggi e nei secoli eterni. (Eb 13,8)

Oppure:
Maria serbava tutte queste cose
meditandole nel suo cuore. (Lc 2,19)


Preghiera dopo la comunione
Con la forza del sacramento che abbiamo ricevuto
guidaci, Signore, alla vita eterna,
perché possiamo gustare la gioia senza fine
con la sempre Vergine Maria,
che veneriamo madre del Cristo e di tutta la Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-01-2016)
Riferirono ciò che del bambino era stato detto loro
Vi è una differenza sostanziale tra il riferire dei pastori e il riferire del cristiano. I pastori riferiscono per atto esterno, per conoscenza rivelata, per annunzio angelico. L'Angelo del Signore si manifesta, annunzia loro il grande evento, li manda a Betlemme. Essi accorrono, vedono, testimonian ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-01-2016)
Vinci l'indifferenza e conquista la pace
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2016)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Paolo Ricciardi Eccoci qui, al passaggio di un anno, tra fuochi d'artificio, botti, giochi, cene e pranzi da consumare con parenti ed amici. Sono giorni particolari, fatti di bilance (con l'aumento per tutti di qualche chilo) e soprattutto di "bilanci", ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-01-2016)
Il cuore grida pace
Clicca qui per la vignetta della settimana. Non voglio la pace! Quando questa mi rende indifferente al fratello Quando rende sordo il mio orecchio al grido di aiuto di chi soffre Quando chiude le mie mani per trattenere le mie cose senza condividere Quando orienta i miei occhi solo dove mi interess ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-01-2016)
Indifferenti alla pace?
"Il vero male è l'indifferenza": con questa convinzione, Madre Teresa affrontava ogni giorno il contatto con migliaia di malati, di lebbrosi, di senzatetto e di disperati nelle strade di Calcutta. "Non ho paura della cattiveria dei malvagi, ma dell'indifferenza degli onesti": così Martin Luther King ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-01-2016)
VI DO LA MIA PACE
Un augurio per Capodanno Oggi, solennità che la Chiesa dedica a Maria Madre di Dio e Giornata della pace, seppure in mille modi diversi, tutti, ma proprio tutti, abbiamo bisogno di ritrovare la pace. Vi sono tante domande nel nostro cuore che, umanamente, restano senza risposte; tanti ?perché', che ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-01-2016)
Video Commento a Lc 2, 16-21
...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 01-01-2016)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo
...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-01-2016)
Maria, Stella della Misericordia
La liturgia di questo primo giorno del nuovo anno ci fa celebrare la solennità di Maria, Madre di Dio e la giornata mondiale della pace. Se questa annuale ricorrenza assume un significato particolare, ogni inizio d'anno, in quanto affidiamo il cammino temporale della nostra vita e della nostra stori ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-01-2016)
Commento su Luca 2,16-21
Io mi sono sempre chiesto che cosa ci trovassero, i pastori, di tanto stupefacente, nella scena del presepe: i pastori erano poveri, i più poveri della società di quel tempo. Il loro lavoro era uno dei più disagevoli e peggio pagati: giorno e notte all'aperto, in qualsiasi stagione e con qualsiasi t ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-01-2016)

Le visite nel Vangelo. L'angelo visita Maria a Nazaret. Maria visita Elisabetta ad Ain Karim. Oggi i pastori visitano la grotta dove Maria e Giuseppe hanno deposto il bambino nella mangiatoia. Povero il luogo, ancor più poveri i pastori, emarginati dalla società, lontani dall'ambiente del culto, epp ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-01-2016)
Dio con sua Madre ci sostenga
E' risaputo che Natale non si limita al solo 25 Dicembre, ma riguarda un periodo liturgico prolungato nei giorni che ci fa' riflettere su come il Figlio di Dio sia diventato Bambino nascendo in un certo contesto epocale e in una notte molto difficile; su come questo Bambino divino si sia deciso per ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 01-01-2016)
Video commento su Lc 2,16-21
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-01-2015)
Commento su Nm 6, 22-27; Gal 4,4-7; Lc 2,16-21
NUMERI 6,22-27 Il Signore rivolgendosi a Mosè e alla benedizione degli israeliti conferisce benessere e felicità verso il Suo popolo. Dio ha premura per Israele in tutto il percorso della sua esistenza. Questa di Dio è una benedizione verso Mosè e tutta Israele. Il volto sorridente di Dio è auspicio ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 01-01-2015)
Globalizzare la fraternità
Se è vero quello che gli archeologi e gli studiosi della Bibbia ci raccontano, Gesù è nato in una grotta che costituiva la parte più interna di una povera casa di Betlemme. Era tipico ubicare giù in fondo, nella zona più nascosta dell'abitazione, la stalla degli animali, perché il loro fiato potesse ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-01-2015)
Custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore
La Vergine Maria è testimone, osservatrice privilegiata del più grande mistero di Dio. Questo evento sommerge la sua mente, inonda il suo cuore, è infinitamente oltre la sua scienza, sapienza, conoscenza. Sa però che la sua vita è da questo mistero e di esso non vuole che cada per terra neanche un m ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-01-2015)
Nato sotto la legge per creare un cuore nuovo
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-01-2015)
Maria Madre di Dio e della gioia
MARIA MADRE DI DIO E DELLA GIOIA Con la solennità di oggi, Maria Madre di Dio, inizia il nuovo anno solare del 2015. E come tutti gli inizi, anche questo primo giorno dell'anno lo affidiamo alla protezione della Madonna, Regina della pace e Madre della gioia. Questo nuovo anno che vede gli albori c ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 01-01-2015)
Video commento su Luca 2,16-21
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Gigi Avanti Ci sono persone che non rileggono per la seconda volta un romanzo o un racconto per il semplice fatto che ne conoscono già il contenuto e soprattutto, come affermano, perché sanno già "come va a finire"... Se si dovesse, paradossalmente parlando ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-01-2015)
Madre di Dio e Madre Nostra
Tantissimi titoli venerano la Vergine Maria e anche le nostre liturgie spesseggiano di celebrazioni in suo onore in diverse circostanze dell'anno. Ma il titolo più appropriato da attribuire a Maria in pieno tempo di Natale, nel quale contempliamo la nascita nella carne del Figlio di Dio, non può ess ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-01-2015)

Le parole più povere per contenere il mistero più grande: i pastori andarono e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Grande è anche la povertà dei pastori ed emarginata la loro vita, simbolo dell'attesa del Messia nella "notte" della storia. Povero il segno: un bambino adagiato in una mangiatoia. ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 01-01-2015)

Un nuovo anno civile si apre. La liturgia della Parola ci invia già da subito le benedizioni necessarie perché questo cammino fatto di difficoltà, momenti felici e meno, sia sempre illuminato dal Signore. Le parole sono tratte dal libro dei Numeri al capitolo 6. Siamo ancora all'interno della perico ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-01-2015)

Sei giorni fa ho presentato il Mistero del Natale come la Rivelazione di una relazione nuova con Dio e tra di noi: "Non vi chiamo più servi, ma amici!". La presenza del Signore nella nostra vita è quella di un amico fidato. Il Suo amore non verrà mai meno: anche "se noi manchiamo di fede, Egli però ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-01-2014)
Commento su Luca 2,16-21
Collocazione del brano In questa solennità ci soffermiamo insieme sul mistero di Maria che è madre di Dio. Il Vangelo che ci viene proposto è quello della Messa dell'aurora del giorno di Natale, cioè la visita dei pastori al bambino Gesù. Il brano però ha due piccole variazioni: viene eliminata la ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-01-2014)
Commento su Galati 4,4-7
Collocazione del brano La lettera ai Galati ci testimonia le vicissitudini di una delle chiese fondate direttamente da Paolo. Egli si era fermato presso di loro quando era gravemente malato ed essi lo avevano accolto e aiutato a guarire. Paolo aveva annunciato il Vangelo cercando di adattarsi alla ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-01-2014)
Buon Anno nel Nome di Maria Santissima
Mi affretto a fare gli auguri di un anno pieno di Grazia, di Pace e serenità, non solo a voi miei carissimi, ma a tutti gli uomini. E Dio solo sa - e noi con Lui - quanto bisogno c'è che il tempo che ci è donato da vivere su questa terra non sia un diario in bianco o, peggio ancora, un diario con tr ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-01-2014)
Dio è nuovo per questo è sempre diverso
Dopo il vangelo di Natale (Lc 2,1-14), che terminava con il canto degli angeli "Gloria a Dio..." (Lc 2,14), c'è un versetto prima di questo vangelo dove si dice che i pastori dopo l'annunzio vanno a vedere ciò che a loro è stato annunciato. Ed effettivamente trovano ciò che era stato detto loro. Nel ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-01-2014)
Niente di rosso per capodanno
Clicca qui per la vignetta della settimana. Qualcosa di rosso addosso... Una cravatta? Una maglietta? Un cappello? La mutanda?... Devo mettere qualcosa di rosso se voglio fortuna per il nuovo anno! Non è certamente questa la mia preoccupazione nel festeggiare il passaggio da un anno all'altro. Se q ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-01-2014)
Fraternità è Pace
Nel suo primo Messaggio per la Giornata Mondiale per la Pace, Papa Francesco prende spunto dal tema della fraternità, d'ispirazione fortemente natalizia: nella Nascita del Figlio di Dio, che oggi la Liturgia ci fa contemplare come Figlio del Padre ma anche di Colei che è al tempo stesso Madre e Figl ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-01-2014)
Gli fu messo nome Gesù
L'evento che ha sconvolto il Cielo e la terra, Dio e gli uomini, che supera di gran lunga la stessa creazione dal nulla di tutte le cose, è narrato dal Vangelo secondo luce con una semplicità disarmante. Nessuna alterazione dei fatti. Nessuna enfasi. Nessuna parola che aggiunga qualcosa che non sia ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di Rocco Pezzimenti 1. La semplicità di questo racconto è straordinaria come pure la sua misteriosa profondità. In poche righe sono condensate diverse scene, ognuna delle quali è ricchissima. Nella prima l'arrivo dei pastori che "dopo aver veduto, poi, fecero ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-01-2014)
Dalla tenerezza di una Madre, nasce la pace per tutti
Dalla tenerezza della Madre di Dio, Maria Santissima, nasce la pace per tutti, perché Maria, per opera dello Spirito Santo, ha dato al mondo il principe della pace, Gesù redentore dell'umanità. In questo primo giorno dell'anno due sono i temi della liturgia con la quale diamo il primo passo nell'ann ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-01-2014)
Memoria del futuro
Udito e visto Spesso nei vangeli troviamo questa coppia di verbi... vedere e udire. Cosa è stato udito e visto? È difficile arrivare ad una verità storica (nel senso moderno della parola) stando dietro ai racconti evangelici che sono talmente irreali da aver ispirato in epoche diverse favole, poesie ...
(continua)
mons. Giuseppe Giudice     (Omelia del 01-01-2014)
Il primo dono è quello della pace
La nostra Pace, Cristo, dorme tra le braccia di una madre, Maria, una di noi. La Pace, Gesù, nato da donna, è il dono natalizio per eccellenza. Egli è il volto della Pace che risplende per illuminare i nostri volti, mendicanti la pace. Nel primo giorno dell'anno, la pace di Gesù ci è offerta dalla p ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 01-01-2014)

- Ti benedica il Signore e ti custodisca - Faccia risplendere il suo volto e la sua grazia su di te. - Ti conceda pace. Non sarebbe una cattiva idea se imparassimo a memoria queste tre brevi invocazioni e ne facessimo altrettanti auguri da dedicare ai nostri cari, parenti e amici, in occasione di qu ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-01-2014)
Maria SS. Madre di Dio
La colletta dei questo giorno esordisce così: " Padre buono, che in Maria, vergine e madre, benedetta fra tutte le donne...perché tutta la nostra vita nel segno della tua benedizione ci renda disponibili ad accogliere il tuo dono". Per tanto il nuovo anno inizia sotto il segno della benedizione di D ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2013)
Commento su Lc 2,16-21
Un anno che inizia, un anno donato in cui realizziamo il Regno, un anno per crescere, conoscere, amare. Maria ci accompagna in questa avventura di scoperta di ciò che siamo in profondità e ci insegna a guardare col cuore. È bello vivere momenti di speranza nella nostra vita. Bello il fatto che l'uom ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-01-2013)
Madre di Dio e amore per noi
Nell'ottica della famiglia umana del Verbo di Dio, lo sguardo si posa adesso particolarmente sulla Madre. Una volta avvenuta l'Incarnazione per opera dello Spirito Santo, non si può infatti non considerare la figura dei Colei che ha acconsentito a che la natura divina del Verbo si unisse alla natura ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2013)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Massimo Cautero Pensando a questa festa mi viene sempre una sorta di magone, non voglio dire tristezza ma, sicuramente, dispiace vedere che una solennità così importante, a causa di ciò che è successo la notte prima, venga celebrata sempre in tono dismesso, quasi in ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-01-2013)
Nomadi
I pastori I pastori appartengono alle greggi che custodiscono, non alle città degli uomini. La loro vita è legata alla vita degli animali, alla ricerca del pascolo, si muovono fuori dalle città e dai paesi, passano da una campagna all'altra, appartengono al popolo d'Israele ma non al suo tessuto soc ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 01-01-2013)
Andarono dunque senz'indugio
Se ti invitano ad una festa dove ci sono attori e attrici, oppure dove puoi conoscere qualche bel ragazzo o ragazza da sposare, o dove ci sono i tuoi capi e devi metterti in mostra non ci pensi due volte e ti precipiti a quell'incontro, ma se a chiamarti è qualcuno che è povero, qualcuno che ha biso ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 01-01-2013)
Video Commento a Lc 2,16-21
You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here. ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-01-2013)
Il Signore dà la pace e fa beati gli operatori di pace
Buon Anno nel Signore! Per molti la prima parola pronunciata oggi è stata: Auguri! E' la stessa parola che la Bibbia ci rivolge all'inizio del nuovo anno: "Ti benedica il Signore e ti protegga, faccia brillare il suo volto su di te". L'augurio che la Parola di Dio rivolge a ciascuno, oggi, è di scop ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 01-01-2013)
Ave Maria, Regina della Pace!
Diversi sono i motivi che ci spingono in questo primo giorno dell'anno a riflettere e ad unirci nel rendere grazie al Signore. Il primo dell'anno ci induce a pensare alla brevità della nostra vita. Ma questa stessa precarietà ci spinge a santificare il tempo che ci viene concesso come dono, vivendo ...
(continua)
mons. Giuseppe Giudice     (Omelia del 01-01-2013)
Un nuovo inizio. Nella gioia
Nato da donna. Nel primo giorno del nuovo anno civile, la pace ha il volto di Maria che tiene fra le braccia Gesù, vera pace. Siamo invitati allo stupore mentre udiamo ciò che si dice del Bambino. Sono gli altri che parlano di lui e non la Madre. All'inizio del nuovo anno, il Volto di Dio è il Volto ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-01-2013)
Se anche noi costruissimo Pace...
Ogni anno, in occasione proprio dell'inizio di un nuovo anno, da quasi mezzo secolo ci ritroviamo per innalzare a Dio la nostra preghiera perché il mondo possa iniziare una nuova epoca in pace, senza conflitti sanguinari. E mai come oggi si fa attuale l'accorata preghiera mondiale per la pace. L'att ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-01-2013)
Madre di Dio, madre della pace
Se prestiamo attenzione, la solennità odierna di Maria Madre di Dio è la terza dopo quella della Nascita del Verbo nella carne, ma è anche la prima del calendario di ogni anno sociale. Forse si tratta di una mera coincidenza, ma non è fuori luogo osservare che alla Madre di Dio la Chiesa affida le g ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 01-01-2013)
Commento su Luca 2,16-21
Circondati dal clima del Natale, la liturgia di oggi medita la presenza di Dio nella storia dell'uomo, e sul ruolo sublime di Maria, Madre del Salvatore, la donna della pienezza del tempo. La prima lettura, tratta dal libro dei Numeri, riferisce che il nome divino, invocato per tre volte, concede la ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-01-2013)
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione
La circoncisione era il segno nella carne dell'appartenenza al popolo del Signore. Con essa si diveniva vera discendenza di Abramo. Si diveniva figli della promessa. Disse Dio ad Abramo: «Da parte tua devi osservare la mia alleanza, tu e la tua discendenza dopo di te, di generazione in generazione. ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-01-2013)
Commento su Numeri 6,22-27; Salmo 66; Galati 4,4-7; Luca 2,16-21
La liturgia di domenica scorsa ci ha presentato la vita della Santa Famiglia di Nazaret, nella quale abbiamo meditato il messaggio di Gesù che preannuncia la sua missione nel mondo e la sua morte per la salvezza di tutti gli uomini. In questo primo giorno dell'anno la liturgia esalta la figura di M ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 30-12-2012)
Ruminare i Salmi - Salmo 67,2 - Maria SS. Madre di Dio 2013
Maria SS. Madre di Dio, 1 gennaio 2013 Salmo 67,2 Dio abbia pietà di noi e ci benedica Deus misereatur nostri et benedicat nobis Galati 4,4-6 Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la Legge, per riscattare quelli che erano sotto la Legge, perché rice ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2012)
Commento su Luca 2,16-21
Buon anno! La Chiesa ci invita ad iniziare il nuovo anno civile in compagnia di Maria, madre della Chiesa. ? un invito pressante a ripartire da Dio, dall'essenziale, dall'unico che pu?orientare la nostra vita. Anche se facciamo finta che non sia cos? sappiamo bene che l'anno che sta per iniziare sar ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 01-01-2012)
Solennità di Maria Santissima (Anno B)
Porranno il mio nome sugli Israeliti e io li benediròClicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 01-01-2012)
Con Dio, giorno dopo giorno
"Dio abbia pietà di noi e ci benedica, su di noi faccia splendere il suo volto (...) La terra ha dato il suo frutto. Ci benedica Dio, il nostro Dio e lo temano tutti i confini della terra". (Sal 66) Sono le parole con cui gli ebrei ringraziavano Dio al termine del raccolto, riconoscendo la sua bene ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 01-01-2012)
Il sorriso di Dio in Maria
Un cambio d'anno, un evento banale, in fondo, e che pure la disperata speranza degli uomini ha riempito di una ritualità laica, fatta di fuochi d'artificio e di brindisi, con l'augurio che i giorni futuri ci preparino gioia e serenità. In questo clima ci prepariamo ad affrontare la Solennità di Sant ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-01-2012)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-01-2012)
Commento su Luca 2,16-21
«(I pastori) andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste c ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 01-01-2012)
Apri la finestra, guarda che panorama
Nel nome del Padre inizia il segno della croce. Nel nome della Madre inizia il segno della vita vita. Nel nome della Pace inizia l'anno nuovo. E inizia pure con uno sguardo inedito, sotto il segno dei pastori: "(i pastori) andarono senza indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato ne ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-01-2012)
Serba tutto nel tuo cuore anche se non è chiaro
Dopo il vangelo di Natale (Lc 2,1-14), che terminava con il canto degli angeli "Gloria a Dio..." (Lc 2,14), c'è un versetto prima di questo vangelo dove si dice che i pastori dopo l'annunzio vanno a vedere ciò che a loro è stato annunciato. Ed effettivamente trovano ciò che era stato detto loro. Nel ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-01-2012)
Video commento a Lc 2, 16-21
...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-01-2012)
Commento su Lc 2,16-21
I pastori, come Maria, accolgono la Parola in silenzio. Dal silenzio che è ascolto nascono le parole buone; quelle di Maria che magnifica il Signore, quelle dei pastori che "dicevano l'un l'altro" e "riferirono ciò che del bambino era stato detto loro". Dall'annuncio, l'ascolto; quindi la decisione ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-01-2012)
Dichiarazione di guerra
Clicca qui per la vignetta della settimana DICHIARAZIONE DI GUERRA Dichiaro guerra agli egoisti del cuore, che difendono a tutti i costi la loro felicità personale e non vedono lo stesso diritto in chi sta loro vicino Dichiaro guerra ai maliziosi, che vedono sempre un secondo e terzo fine nelle cos ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2012)
Video commento a Lc 2, 16-21
...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-01-2012)
Il Signore ti benedica e ti dia Pace
Per molti la prima parola pronunciata oggi è stata: Auguri! E' la stessa parola che la Bibbia ci rivolge all'inizio del nuovo anno: "Ti benedica il Signore e ti protegga, faccia brillare il suo volto su di te". L'augurio che la Parola di Dio rivolge a ciascuno, oggi, è di scoprire Il Dio dal volto l ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-01-2012)
Video commento a Lc 2, 16-21
...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-01-2012)
Auguri per il nuovo anno, che sia di santità
Ogni inizio di un nuovo anno è il momento di dare uno sguardo a quello che abbiamo vissuto nell'arco di tempo, l'anno appena trascorso, dono di Dio: un momento per 'valutare' quanto abbiamo scritto nel libro della vita. Ricordi che possono generare, anzi debbono generare, con un esame di coscienza s ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-01-2012)
Pace e giustizia: cose da giovani!
Da diversi decenni, oramai, il nuovo anno si apre all'insegna della preghiera e della riflessione sul tema della pace. E da altrettanto tempo, questo tema viene affrontato nel tradizionale Messaggio che il Papa rivolge alla Chiesa Universale in forma strettamente connessa al tema della giustizia, al ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Paolo Matarrese " Un primo passo è sempre buono specie se verso la luce". Così un prete amava commentare l'inizio di un cammino, di una rinascita, nella vita di un uomo e penso che possa essere anche una sintesi sulla festa di oggi Maria Madre di Dio. La Chiesa, in ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 01-01-2012)
La benedezione di Dio ci alimenta
La prima lettura biblica del nuovo anno fa scen­dere su di noi una be­nedizione colma di luce, in cui prendere respiro per l'av­vio del nuovo anno: il Signo­re parlò a Mosè, ad Aronne, ai suoi figli e disse: Voi benedire­te i vostri fratelli. Voi benedi­rete: per prima cosa, che lo meritino o no, vo ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 01-01-2012)
Il tempo che passa avvicina alla meta
E' capodanno: auguri a tutti i lettori. Oggi sarebbe festa anche se non fosse domenica, ma non perché comincia un anno nuovo: la liturgia celebra oggi, ottavo giorno dal Natale, il maggior titolo di gloria di Maria, il fatto di essere ella la Madre di quel Bambino che è nel contempo, inestricabilmen ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 01-01-2012)
Giustizia e pace
[i pastori] trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. Maria è con Giuseppe ed il bambino, ricevono la visita dei pastori, tutti e due "si stupirono delle cose dette loro dai pastori". Eppure avevano vissuto in prima persona quanto era stato raccontato loro. La loro esperien ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 01-01-2012)
Maria conservava tutte queste parole meditandole nel suo cuore
L'inizio del nuovo anno è collocato dalla Liturgia nel segno di Maria Ss. Madre di Dio: Maria la donna, la madre, la Chiesa e noi siamo invitati ad entrare nell'esperienza nuova, tipicamente cristiana, del tempo, dello spazio, della vita, per la quale la Parola per la potenza di Dio che la dice dive ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 01-01-2012)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 01-01-2012)
La donna della pienezza
Circondati dal clima del Natale, la liturgia di oggi medita la presenza di Dio nella storia dell'uomo, e sul ruolo sublime di Maria, Madre del Salvatore e donna della pienezza del tempo. La Prima lettura, tratta dal libro dei Numeri, riferisce che il nome divino, invocato per tre volte, assicura a I ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-01-2012)
Maria Santissima Madre di Dio
Primo giorno dell'anno! Vi chiedete come viverlo? Come fosse l'unico! Come se non ce ne fossero mai stati altri. Perché la realtà è questa: l'istante che ci è dato di vivere è solo quello presente: quello passato nessuno lo può risuscitare e quello a venire nessuno lo può anticipare. E la liturgia c ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 01-01-2012)
Come Maria
Ho pensato spesso a Lei in queste ultime settimane. Dopo molte confessioni Natalizie non ho potuto fare altro che prendere tra le mani il rosario e chiedere a Maria di proteggere, accompagnare, rialzare e custodire alcuni fratelli e sorelle che hanno consegnato alle mie povere mani le loro fragilità ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-01-2012)
Figlio di Colei che è sua figlia
Nato nel tempo, da donna, sotto la legge (Cfr. Gal 4, 4). Sono queste le condizioni alle quali si sottometteva Dio mentre si incarnava ed entrava nella storia dell'uomo. Ne assumeva tutte le caratteristiche fin dall'infanzia e ancor prima di assumere la carne medesima, poiché la sua nascita nel temp ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-01-2012)
Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore
Gesù è nato in Betlemme. Tranne Maria e Giuseppe, nessuno conosceva quel Bambino. Nessuno sapeva chi fosse in realtà. Oggi le notizie corrono veloci perché vi è un esercito di giornalisti che non solo diffondono quanto avviene, spesso creano ad arte la notizia per fini particolari, sovente per scand ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 01-01-2011)
Video commento su Lc 2,16-21
...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-01-2011)
La maternità
La benedizione assegnata da Mosè ad Aronne perché la pronunci sul popolo e che abbiamo letto nella prima lettura è il modo con cui la Chiesa pubblicamente si unisce agli auguri che oggi ci scambiamo per l'inizio del nuovo anno civile. Nella Bibbia la benedizione che scende da Dio verso l'uomo assume ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 01-01-2011)
Audio commento su Luca 2,16-21
La parola di Dio non ci dice niente di come sarà il nuovo anno, perché la conoscenza del futuro non è nelle nostre possibilità. Essa ci offre, invece, le indicazioni per costruire con fiducia e serenità il nuovo anno e il nostro futuro. Fiducia e serenità perché Dio ci vuole bene e desidera che lo p ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 01-01-2011)
Un inizio nella pace
Il calendario cristiano, pur iniziando con la prima domenica di Avvento, dedica un'attenzione tutta particolare al 10 giorno dell'anno civile. In questa data ricorre la memoria liturgica di Maria, Madre di Dio e, per iniziativa di Paolo VI, dal 1968 si celebra la giornata mondiale della Pace. Dio av ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-01-2011)

Una cosa che un neonato ci chiede per poter crescere è un contesto di pace, e allora facciamoci questo augurio: che il Signore ci aiuti a costruire in noi e intorno a noi la pace. In queste giornate i notiziari ci ricordano tante cose che sono successe quest'anno; ma c'è una notizia importante che ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 01-01-2011)
Liberi e in pace
Clicca qui per la vignetta della settimana. Cosa vedono i pastori quando arrivano alla stalla di Betlemme? Un Dio potente, che con prodigiosi segni di potenza divina non può non convincere a credere in lui e ad aderire ai suoi insegnamenti e comandi? No. Trovano "il bambino adagiato nella mangiato ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 01-01-2011)
Liberi di credere alla Pace
Ci è chiesto, in questo primo giorno dell'anno solare, di riflettere sul tema della Pace. Ogni anno viene dato dal Papa un tema per questa giornata. Vista l'urgenza dettata anche dai fatti che continuamente accadono in ogni parte del mondo, l'accento di quest'anno è posto sul tema della libertà reli ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 01-01-2011)
Il tempo: un dono che impegna e di cui ringraziare Dio
Sono tanti i modi con cui celebriamo la fine dell'anno e l'inizio del nuovo. Ma è davvero grande la preoccupazione di 'come' si presenta il tempo, dimenticando spesso che è il dono più grande che Dio ci ha fatto. Lasciamo alle spalle un anno dove, credo per tutti, si sono come incrociate gioie e spe ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 01-01-2011)
Maria serbava tutte queste cose, meditandole nel suo cuore
Il brano evangelico di oggi ci presenta due quadri: la visita dei pastori al Bambino Divino e la circoncisione di Gesù, in osservanza della legge mosaica. Assieme al Salvatore, la protagonista della pagina è Maria, sua madre, che viene più volte citata nella pericope. E la liturgia odierna celebra ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 01-01-2011)
Maria, la benedetta, regina della pace
Vari sono i temi di riflessioni di questo primo giorno dell'anno. Da una parte la grande festa di Maria Madre del Dio diventato uomo in Gesù Cristo. Poi la benedizione, lo scambio di auguri. Infine la Giornata Mondiale della Pace che dal 1966 Papa Paolo VI ha stabilito il primo giorno dell'anno. - ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-01-2011)
Commento su Lc 2,16-21
Dopo il Figlio, oggi sguardo e cuore sono su Maria, Madre di Gesù Dio. È di ogni nascita il protagonismo del figlio e della madre; ancor di più in questa nascita unica e straordinaria: una vergine partorisce il Figlio di Dio e ne diviene Madre. Quarantadue anni fa Paolo VI ha scelto questo giorno p ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 01-01-2011)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 01-01-2011)
Gli fu messo nome Gesù
Inizia un Nuovo Anno. La Chiesa, Madre e Maestra dei suoi figli e di ogni uomo, per mandato divino, vuole che tutti abbiamo una conoscenza, una intelligenza, una verità sempre viva, sapiente, vera, perfetta del mistero della nascita del Figlio dell'Altissimo nella carne umana. Da questo mistero è il ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2011)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Paolo Ricciardi Eccoci ad un nuovo anno. Si stappa lo spumante, si fanno gli auguri, si festeggia forse fino all'alba tra danze e giochi, si mangiano lenticchie e panettoni... per evitare di pensare al tempo che passa e che ci fa più vecchi di un anno. La liturg ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-01-2011)

Contesto La liturgia di questa solennità ci ripropone il vangelo della Messa dell'aurora del giorno di Natale, con un piccola variazione, l'eliminazione del v. 15 e l'aggiunta del v. 21. Aggiungiamo alcune annotazioni solo su quest'ultimo versetto, riportando per il resto del brano quanto proposto p ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-01-2011)

Con oggi inizia un nuovo anno, e in questo primo giorno dell'anno la Chiesa ci offre due temi riflessione: la "Giornata mondiale della pace", che troviamo richiamata nella prima lettura tratta dal libro dei Numeri, e Maria, madre di Gesù, che ci viene presentata come principio della nostra storia di ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2011)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-01-2011)
Maria Sapienza Creata
Primo gennaio. Il tempo passa. Un altro anno si è concluso e ne iniziamo uno nuovo. Questo scorrere inesorabile del tempo, che neanche il più potente dei potenti potrà mai fermare, è un gran mistero. - 1) All'inizio della nostra storia.. Questo primo giorno di questo nuovo anno, noi cristiani lo i ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 01-01-2011)
Dio ci da una Madre per tutti gli anni
E' ancora Natale. A dimostrarcelo è la consequenzialità delle Feste che scaturiscono dalla notte gloriosa della nascita a Betlemme come quella della Santa Famiglia, la presente Festa di Maria Madre di Dio, poi la Domenica dopo Natale e l'Epifania. Si tratta di gioiose festività che ravvivano in noi ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-01-2011)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 01-01-2011)
Si rendono gli onori!
Per frate Leone, triste per la solitudine e tentato nello spirito, san Francesco scrisse una benedizione, la stessa berakah di Aronne, come lo spezzare il pane di Gesù. La pergamena si trova attualmente nella cappella delle reliquie, nella grandiosa e bella basilica a lui dedicata sul colle del para ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 01-01-2010)
Commento su Luca 2,16-21
Lectio Contesto La liturgia di questa solennità ci ripropone il vangelo della Messa dell'aurora del giorno di Natale, con un piccola variazione, l'eliminazione del v. 15 e l'aggiunta del v. 21. Aggiungiamo alcune annotazioni solo su quest'ultimo versetto, riportando per il resto del brano quanto pr ...
(continua)
don Romeo Maggioni     (Omelia del 01-01-2010)
Gli fu messo nome Gesù
Aggregato al popolo di Dio con il rito della circoncisione, riceve un nome che indica la sua missione: Gesù, cioè Dio-salva. All'inizio di un anno cerchiamo la benedizione di Dio sui nostri giorni a venire. La Chiesa oggi ce la dona con le parole di Mosè: "Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il ...
(continua)
padre Lino Pedron     (Omelia del 01-01-2010)

Alla nascita di Gesù si apre il cielo e gli uomini possono assistere alla liturgia celeste che si svolge sopra questo bambino. A questa liturgia celeste, dischiusa dall'annuncio che ne dà la vera interpretazione, corrisponde una liturgia terrestre di povera gente obbediente alla parola di Dio che co ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 01-01-2010)
Benvenuto al nuovo, se non sei vecchio
Oggi la chiesa celebra Maria Madre di Dio. Perché proprio questa festa all'inizio dell'anno? Dare alla luce un figlio è qualcosa di nuovo che si instaura nella tua vita. E' qualcosa che inizia e che continuerà per sempre. Allora noi celebriamo il simbolo di Maria madre di Dio perché questo nuovo ann ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-01-2010)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 01-01-2010)

PRIMO COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Stefano e Teresa Cianfarani Oggi celebriamo la festa della mamma di Dio. Dio l'onnipotente, Dio l'eterno, Dio l'inaccessibile, Dio il creatore che si incarna nell'utero di Maria, si nutre del suo sangue, delle sue parole, dei suoi pensieri, delle sue carezze. ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 01-01-2010)
Da Maria Regina della pace
Chi è venuto alla Messa di Natale qui sa che ho proposto di fare un Natale con i tuoi, ossia con i santi, e in particolare san Francesco d'Assisi e san Giovanni Maria Vianney. A questo proposito la prima lettura non può non far venire in mente la benedizione che Francesco dette a Frate Leone: "Il Si ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2010)
San Capodanno martire
Un neonato che, con gli occhi chiusi, cerca il seno acerbo della madre adolescente; un bambino che riceve la visita notturna dei pastori, loschi personaggi dediti al furto e alla menzogna, una grotta nella pianura della splendida Betlemme, adibita a rifugio contro il freddo; un giovane e promettente ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 01-01-2010)

Inizia l'anno dinanzi al volto di una giovane donna che ha partorito nella verginità. La scena del Vangelo mostra un episodio della vita di una famiglia ebrea, ma molti elementi sono inusuali. È una famiglia povera, i visitatori sono semplici pastori - gente rude e di basso livello sociale - la cull ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 01-01-2010)
Una Madre che porta la pace
Nell'ottava di Natale celebriamo la solennità di Maria Madre di Dio, ma anche l'annuale giornata mondiale della pace. Mi piace pensare a questo giorno iniziale del nuovo anno con le caratteristiche essenziali di questa speciale giornata. Sia perché alle spalle abbiamo un anno appena concluso, con gi ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 01-01-2010)

I pastori hanno di bello che sono aperti alla novità. E' importante non chiudersi alla novità. La novità è che è nato un bambino, un salvatore. Per conoscerlo devo andare alla grotta e cercare di vedere se c'è una novità, ascoltare cosa mi dice Dio. Ma cosa significa oggi andare alla grotta? Dove si ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2010)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 01-01-2010)

"Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il Signore faccia risplendere per te il Suo volto e ti faccia grazia. Il Signore rivolga a te il Suo volto e ti conceda pace." Ogni volta che leggo questo passo biblico mi si riempie il cuore di gioia. Sì, perché, mentre pronuncio quelle parole, è come se sen ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2009)

Auguri! La Chiesa si unisce (un po' più sobriamente) al festeggiamento per l'anno nuovo che incomincia. Affidandosi al Signore, invochiamo per ciascuno e per l'umanità il dono della pace e del sorriso di Dio. Probabilmente molti, fra voi, hanno passato festeggiando (spero bene!) il passaggio dell'a ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2009)

Ciao ciao 2008, grazie di averci svelato il volto di Dio, grazie per le cose belle che abbiamo scoperta, pazienza per quelle dolorose che abbiamo sopportato. Stiamo per celebrare il rito del cambio d'anno, una specie di concessione scaramantica al paganesimo, dopo avere celebrato devotamente il bamb ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 01-01-2009)
Madre per sempre, Madre di tutti
Primo gennaio. Il tempo passa. Un altro anno si è concluso e ne iniziamo uno nuovo. Questo scorrere inesorabile del tempo, che neanche il più potente dei potenti potrà mai fermare, è un gran mistero. ? 1 Primogenita della redenzione Questo primo giorno di questo nuovo anno, noi cristiani lo inizia ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 01-01-2009)
Video commento a Lc 2,16-21
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 01-01-2008)
Commento su Luca 2,16-21
Non stiamo festeggiando san Capodanno martire, ma la maternità di Maria che professiamo Madre di Dio. Iniziamo l'anno civile nello stupore del Natale, interrogandoci sulla vera identità di quel bambino stretto a sua madre. Buon anno, amici! Siamo ancora immersi in pieno nel clima di Natale, nella p ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google