LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 17 Dicembre 2015 <

Martedì 15 Dicembre 2015

Mercoledì 16 Dicembre 2015

Giovedì 17 Dicembre 2015

Venerdì 18 Dicembre 2015

Sabato 19 Dicembre 2015

Domenica 20 Dicembre 2015

Lunedì 21 Dicembre 2015

Martedì 22 Dicembre 2015

Mercoledì 23 Dicembre 2015

Giovedì 24 Dicembre 2015


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  Feria propria del 17 Dicembre

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Feria
Colore liturgico: Viola
A1217 ;
Dal 17 al 23 dicembre, vengono cantate nei Vespri alcune antifone particolari. Cominciano tutte con l’esclamazione di ammirazione: “O” (da qui il loro nome popolare di “grandi antifone O”). Si tratta di invocazioni ardenti rivolte dalla Chiesa al suo Salvatore.
Dom Geranger diceva che queste antifone contengono tutto il midollo della liturgia dell’Avvento. Queste grandi antifone cantano di volta in volta i diversi aspetti messianici del Salvatore Gesù.
Oggi, prepariamoci ad accogliere il Messia come Sapienza dell’Altissimo. Lasciamo che ci guidi sulla via della saggezza.

Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Si allietino i cieli ed esulti la terra:
viene il nostro Dio, e avrà pietà dei poveri. (cf. Is 49,13)


Colletta
Dio creatore e redentore,
che hai rinnovato il mondo nel tuo Verbo,
fatto uomo nel grembo di una Madre sempre vergine,
concedi che il tuo unico Figlio,
primogenito di una moltitudine di fratelli,
ci unisca a sé in comunione di vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Gn 49,2.8-10
Non sarà tolto lo scettro da Giuda.

Dal libro della Gènesi

In quei giorni, Giacobbe chiamò i figli e disse:
«Radunatevi e ascoltate, figli di Giacobbe,
ascoltate Israele, vostro padre!
Giuda, ti loderanno i tuoi fratelli;
la tua mano sarà sulla cervìce dei tuoi nemici;
davanti a te si prostreranno i figli di tuo padre.
Un giovane leone è Giuda:
dalla preda, figlio mio, sei tornato;
si è sdraiato, si è accovacciato come un leone
e come una leonessa; chi lo farà alzare?
Non sarà tolto lo scettro da Giuda
né il bastone del comando tra i suoi piedi,
finché verrà colui al quale esso appartiene
e a cui è dovuta l’obbedienza dei popoli».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 71

Venga il tuo regno di giustizia e di pace.

O Dio, affida al re il tuo diritto,
al figlio di re la tua giustizia;
egli giudichi il tuo popolo secondo giustizia
e i tuoi poveri secondo il diritto.

Le montagne portino pace al popolo
e le colline giustizia.
Ai poveri del popolo renda giustizia,
salvi i figli del misero.

Nei suoi giorni fiorisca il giusto
e abbondi la pace,
finché non si spenga la luna.
E dòmini da mare a mare,
dal fiume sino ai confini della terra.

Il suo nome duri in eterno,
davanti al sole germogli il suo nome.
In lui siano benedette tutte le stirpi della terra
e tutte le genti lo dicano beato.

Canto al Vangelo ()
Alleluia, alleluia.
O Sapienza dell’Altissimo,
che tutto disponi con forza e dolcezza:
vieni ad insegnarci la via della saggezza.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 1,1-17
Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.
Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide.
Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò Àcaz, Àcaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.
In tal modo, tutte le generazioni da Abramo a Davide sono quattordici, da Davide fino alla deportazione in Babilonia quattordici, dalla deportazione in Babilonia a Cristo quattordici.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
L'approssimarsi della festa del Natale ci stimola ad una preghiera più fervorosa e incessante. Supplichiamo Dio Padre, datore di ogni bene, e diciamo:
Donaci, Padre, il tuo Figlio Gesù.

Padre santo, tuo Figlio è entrato nel mondo come uno dei tanti miliardi di uomini: fa’ che la tua Chiesa lo indichi a tutti come l'Unico, il Salvatore e il Redentore. Preghiamo:
Padre santo, fin dai tempi antichi hai preannunciato la venuta di Cristo e hai mantenuto viva l'attesa con la Parola dei profeti: concedi al popolo ebraico, il primo destinatario della promessa, di riconoscere in Gesù il Salvatore e il Messia. Preghiamo:
Padre santo, il tuo Figlio, venendo nel mondo, si è inserito nella nostra storia di peccato e di miseria: facci capire che tutto è stato redento e che ogni avvenimento della nostra esistenza fa parte di una storia di salvezza. Preghiamo:
Padre santo, ci insegni a riconoscere in Gesù la sapienza che tutto dispone con forza e dolcezza: concedi agli scienziati, ai filosofi, ai letterati, gli artisti di lasciarsi illuminare da Cristo, la luce che viene per ogni uomo. Preghiamo:
Per la donna, chiamata a essere collaboratrice di Dio con la maternità.
Per i sacerdoti, che generano il Cristo attraverso i sacramenti.

O Padre, che nel tuo Figlio hai dato compimento alle promesse antiche, guarda alla nostra povertà e ascolta il nostro grido di creature bisognose di salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera sulle offerte
Santifica, o Dio, i doni della tua Chiesa,
e nella partecipazione a questo grande mistero
nutrici con il pane della vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO DELL’AVVENTO II
L’attesa gioiosa del Cristo

È veramente cosa buona e giusta renderti grazie
e innalzare a te l’inno di benedizione e di lode,
Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo nostro Signore.
Egli fu annunziato da tutti i profeti,
la Vergine Madre l’attese e lo portò in grembo
con ineffabile amore,
Giovanni proclamò la sua venuta
e lo indicò presente nel mondo.
Lo stesso Signore,
che ci invita a preparare il suo Natale
ci trovi vigilanti nella preghiera, esultanti nella lode.
Per questo dono della tua benevolenza,
uniti agli angeli e ai santi,
con voce unanime
cantiamo l’inno della tua gloria: Santo...

Oppure:

PREFAZIO DELL’AVVENTO II/A
Maria nuova Eva

È veramente giusto rendere grazie a te,
Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti glorifichiamo,
per il mistero della Vergine Madre.
Dall’antico avversario venne la rovina,
dal grembo verginale della figlia di Sion
è germinato colui che ci nutre con il pane degli angeli
ed è scaturita per tutto il genere umano
la salvezza e la pace.
La grazia che Eva ci tolse ci è ridonata in Maria.
In lei, madre di tutti gli uomini,
la maternità, redenta dal peccato e dalla morte,
si apre al dono della vita nuova.
Dove abbondò la colpa, sovrabbonda la tua misericordia
in Cristo nostro salvatore.
E noi, nell’attesa della sua venuta,
uniti agli angeli e ai santi,
cantiamo l’inno della tua lode: Santo...


Antifona di comunione
Ecco, viene l’atteso da tutti i popoli,
la casa del Signore sarà piena di gloria. (cf. Ag 2,8)

Oppure:
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria,
dalla quale è nato Gesù, chiamato il Cristo. (Mt 1,16)


Preghiera dopo la comunione
Dio onnipotente,
che ci hai fatto tuoi commensali,
esaudisci i nostri desideri
e fa’ che ardenti del tuo Spirito
splendiamo come lampade davanti al Cristo che viene.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17-12-2018)
Commento su Mt1, 1
«Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli...» Mt1, 1 Come vivere questa Parola? Per noi, questa lunga lista di nomi può risultare arida, senz'altro difficilmente comprensibile perché ignoria ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-12-2018)
Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo
Quando l'Evangelista Matteo scrive il suo Vangelo, il nome di Gesù è già divenuto una cosa sola con la sua missione di Unto del Signore. Gesù è ormai Gesù Cristo, Gesù Messia, Gesù Unto, Gesù Re. Gesù è il Re dei re e il Principe dei signori della terra. Chi è Gesù Cristo per l'Evangelista? È il fig ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-12-2016)
Booz generò Obed da Rut
Nella Genealogia di Gesù vi sono quattro donne. In esse si manifesta la fede più pura (Raab), l'amore più santo (Rut), ma anche l'incesto (Tamar) e l'adulterio (Betsabea). La genealogia non è solo carne di Abramo, ma anche degli altri popoli. Allora Tamar si tolse gli abiti vedovili, si coprì con i ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17-12-2015)

Così inizia il conto alla rovescia. Con una delle pagine più strane del Vangelo: la genealogia, l'origine, la Genesi di Gesù. Dio entra in relazione con gli uomini attraverso persone concrete e niente affatto sante, come forse vorremmo. Uomini e donne concreti, pieni di peccati e di difetti e che, p ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17-12-2015)
Commento su Gn 49,10
"Non sarà tolto lo scettro da Giuda né il bastone del comando tra i suoi piedi, finché verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l'obbedienza dei popoli». Genesi 49,10 Come vivere questa Parola? Giacobbe, l'antico patriarca, ispirato dal Signore, convoca i suoi figli e, tra loro, ben ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-12-2015)
Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo
Gesù nella linea diretta di Abramo e in quella di Davide è l'ultimo figlio. Con Cristo finisce la genealogia di Abramo e quella di Davide. In Lui il Padre ha assolto ogni debito verso Abramo e verso Davide. Nulla deve più ad alcuno. Non ha altre promesse da adempiere, non ha altri patti sottoscritti ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 17-12-2015)
Le genealogia di Gesù
E' un desiderio innato nell'uomo ricercare le proprie origini. Diventa un tormento quando questa ricerca diventa vana per chi ha perso il susseguirsi degli eventi della propria vita. Anche per il Signore è stata necessaria stendere una genealogia, anzitutto per provare che la sua origine risale a Da ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17-12-2014)

Inizia il conto alla rovescia: nove giorni al Natale. E la liturgia si concentra sull'essenziale, volge lo sguardo indietro per trovare le tracce della promessa di Dio, per individuare la sua volontà salvifica che sfocia nella decisione di diventare uomo. Matteo fa precedere il suo vangelo da una lu ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-12-2014)
Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo
Gesù, il Messia di Dio, è figlio di Davide e Figlio di Abramo. In Lui si compiono due promesse: quella che Dio ha fatto ad Abramo e l'altra fatta a Davide. Il Signore disse ad Abram: «Vattene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò. Farò di ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17-12-2014)
Commento su Mt 1, 1-5; 16
«Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli. Giuda generò Fares e Zara da Tamar. [...]. Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Uria. [...]. Giacobb ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17-12-2013)
Commento su Mt 1,1-17
Un lungo elenco ci introduce nella novena in preparazione al Natale. Un elenco solo all'apparenza arido, ricco di una serie di nomi in maggioranza sconosciuti. E non importa se la genealogia di Matteo si discosta in gran parte da quella parallela di Luca: l'intento degli evangelisti non è certo quel ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-12-2013)
Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo
La Chiesa vuole che nessuno dei suoi figli ignori chi è realmente Cristo Gesù. Sappiamo con certezza qual è la sua missione e perché viene sulla nostra terra. Lui è la benedizione di Dio nel quale ogni altro uomo dovrà essere benedetto. È il Messia del Signore che viene sulla nostra terra per fare d ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17-12-2013)
Commento su Genesi 49, 2.8-9
Radunatevi e ascoltate, figli di Giacobbe, ascoltate Israele, vostro padre! 8Giuda, ti loderanno i tuoi fratelli; la tua mano sarà sulla cervice dei tuoi nemici; davanti a te si prostreranno i figli di tuo padre. Un giovane leone è Giuda: dalla preda, figlio mio, sei tornato; si è sdraiato, si è a ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17-12-2012)
Commento su Matteo 1,1-17
Inizia il conto alla rovescia per giungere al Natale. Pochi giorni ci separano dalla celebrazione del mistero di un Dio che si rende presente, che viene in mezzo a noi, che si rende accessibile. Siamo qui perché abbiamo bisogno che Dio nasca nei nostri cuori, perché ogni Natale è un evento che si ri ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-12-2012)
Lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo
San Matteo, fin da subito, dal primo rigo del suo Vangelo vuole che tutti sappiano chi è la persona, di cui si parlerà nel suo libro, riferendoci fatti e parole, eventi e circostanze. Lui ci narrerà di Gesù Cristo, il figlio di Davide, il figlio di Abramo. Quando San Matteo scrive il suo Vangelo, ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 17-12-2012)
Genalogia, le nostre radici
Le radici di ognuno di noi sono importantissime per capire chi siamo da dove veniamo, per darci un'identità che ci distingua dagli altri, per un senso di appartenenza. Come è bello avere i nonni che ti raccontano dei loro genitori e dei loro nonni trasportandomi in una parte della storia che apparti ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17-12-2012)
Commento su Prima Antifona Maggiore
O Sapienza, che esci dalla bocca dell'Altissimo, ti estendi ai confini del mondo, e tutto disponi con soavità e con forza: vieni, insegnaci la via della saggezza. Prima Antifona Maggiore Come vivere questa Parola? Questa settimana di preparazione imminente alla celebrazione del Natale è scand ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 17-12-2011)
Commento su Matteo 1,1
Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abramo. Mt 1,1 Come vivere questa Parola? Eccolo Gesù: un personaggio storico collocato dentro una lunga lista di nomi di cui è discendente. Matteo vuole dimostrare che Gesù è parte integrante della storia del popolo eletto e ne è il compim ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-11-2011)
Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo
Gesù sta per nascere. Mancano pochi giorni e celebreremo il mistero del suo Santo Natale. Ma chi è questo bambino che viene al mondo nella maniera più umile e più nascosta? Quali sono le speranze che dobbiamo porre in questa nascita? Se leggiamo con sapienza di Spirito Santo le Antiche Scritture, tr ...
(continua)