LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 6 Dicembre 2015 <

Venerdì 4 Dicembre 2015

Sabato 5 Dicembre 2015

Domenica 6 Dicembre 2015

Lunedì 7 Dicembre 2015

Martedì 8 Dicembre 2015

Mercoledì 9 Dicembre 2015

Giovedì 10 Dicembre 2015

Venerdì 11 Dicembre 2015

Sabato 12 Dicembre 2015

Domenica 13 Dicembre 2015


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  II DOMENICA DI AVVENTO (ANNO C)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Viola
CA020 ;

La seconda domenica di Avvento presenta la figura di Giovanni Battista come segno della venuta della salvezza di Dio. La storia vive qui il suo culmine: il momento più atteso e più desiderato, il momento dell’annuncio del regno di Dio che comincia: il Messia sta per arrivare.
Nella tradizione dei grandi profeti dell’Antico Testamento, la parola di Dio è rivolta a Giovanni nel deserto. Giovanni - figlio di Zaccaria - diventa così profeta e precursore del Messia.
Malgrado le paure e il terrore che ispira, il deserto è, nella memoria religiosa del popolo di Israele, il luogo di riunione, dove Dio ha parlato al cuore del suo popolo, il luogo dove Dio è stato più che mai il pastore del suo gregge.
Del deserto Giovanni denuncia e ricorda l’identità religiosa più particolare del suo popolo: il Dio d’Israele è fedele al suo legame e mantiene le sue promesse di salvezza.
Convoca di nuovo i suoi nel deserto, per annunciare loro l’arrivo del Messia. Ma Dio si aspetta sempre dall’uomo un minimo di collaborazione ed esigerà da lui un battesimo di conversione, la purificazione dei suoi peccati, e lo sforzo di superare gli ostacoli che gli impediscono di vedere l’alba della salvezza.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Popolo di Sion,
il Signore verrà a salvare i popoli
e farà sentire la sua voce potente
per la gioia del vostro cuore. (cf. Is 30,19.30)

Non si dice il Gloria.


Colletta
Dio grande e misericordioso,
fa’ che il nostro impegno nel mondo
non ci ostacoli nel cammino verso il tuo Figlio,
ma la sapienza che viene dal cielo
ci guidi alla comunione con il Cristo, nostro Salvatore.
Egli è Dio, e vive e regna con te...

Oppure:
O Dio grande nell’amore,
che chiami gli umili alla luce gloriosa del tuo regno,
raddrizza nei nostri cuori i tuoi sentieri,
spiana le alture della superbia,
e preparaci a celebrare con fede ardente
la venuta del nostro salvatore, Gesù Cristo tuo Figlio.
Egli è Dio, e vive e regna con te...

>

Prima lettura

Bar 5,1-9
Dio mostrerà il tuo splendore a ogni creatura.

Dal libro del profeta Baruc

Deponi, o Gerusalemme, la veste del lutto e dell’afflizione,
rivèstiti dello splendore della gloria
che ti viene da Dio per sempre.
Avvolgiti nel manto della giustizia di Dio,
metti sul tuo capo il diadema di gloria dell’Eterno,
perché Dio mostrerà il tuo splendore
a ogni creatura sotto il cielo.
Sarai chiamata da Dio per sempre:
«Pace di giustizia» e «Gloria di pietà».
Sorgi, o Gerusalemme, sta’ in piedi sull’altura
e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti,
dal tramonto del sole fino al suo sorgere,
alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio.
Si sono allontanati da te a piedi,
incalzati dai nemici;
ora Dio te li riconduce
in trionfo come sopra un trono regale.
Poiché Dio ha deciso di spianare
ogni alta montagna e le rupi perenni,
di colmare le valli livellando il terreno,
perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio.
Anche le selve e ogni albero odoroso
hanno fatto ombra a Israele per comando di Dio.
Perché Dio ricondurrà Israele con gioia
alla luce della sua gloria,
con la misericordia e la giustizia
che vengono da lui.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 125

Grandi cose ha fatto il Signore per noi.

Quando il Signore ristabilì la sorte di Sion,
ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si riempì di sorriso,
la nostra lingua di gioia.

Allora si diceva tra le genti:
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
Grandi cose ha fatto il Signore per noi:
eravamo pieni di gioia.

Ristabilisci, Signore, la nostra sorte,
come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime
mieterà nella gioia.

Nell’andare, se ne va piangendo,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con gioia,
portando i suoi covoni.

>

Seconda lettura

Fil 1,4-6.8-11
Siate integri e irreprensibili per il giorno di Cristo.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippési

Fratelli, sempre, quando prego per tutti voi, lo faccio con gioia a motivo della vostra cooperazione per il Vangelo, dal primo giorno fino al presente. Sono persuaso che colui il quale ha iniziato in voi quest’opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù.
Infatti Dio mi è testimone del vivo desiderio che nutro per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù. E perciò prego che la vostra carità cresca sempre più in conoscenza e in pieno discernimento, perché possiate distinguere ciò che è meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, ricolmi di quel frutto di giustizia che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Lc 3,4.6)
Alleluia, alleluia.
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
Alleluia.

>

Vangelo

Lc 3,1-6
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!


+ Dal Vangelo secondo Luca

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto.
Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa:
«Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Attendere la venuta del Signore è molto ma non basta, a questo proposito deve corrispondere l’atteggiamento annunciato a gran voce dal Battista: dobbiamo raddrizzare i sentieri del mondo e della nostra anima per essere pronti ad accogliere il Figlio di Dio.
Preghiamo insieme e diciamo: Padre converti il nostro cuore.

1. Perché gli addobbi e gli ornamenti esteriori che iniziano a moltiplicarsi nelle nostre strade trovino il loro vero significato solo nella nostra preparazione interiore alla festa e alla conversione che essa ci richiede. Preghiamo.
2. Perché i nostri compromessi di ogni giorno e l’evoluzione sempre più frenetica della società non ci impediscano di essere anche oggi un’immagine credibile di Chiesa. Preghiamo.
3. Perché il nostro cammino di conversione passi innanzitutto per la pace con noi stessi e con i nostri fratelli. Preghiamo.
4. Perché la scelta di essere Cristiani non rimanga un desiderio astratto ma si concretizzi nelle nostre azioni di ogni giorno, a cominciare dall’attenzione agli ultimi. Preghiamo.

O Padre, nonostante i nostri sforzi i nostri burroni non sono riempiti e i nostri monti non sono abbassati, così rimaniamo un terreno scosceso per la tua venuta. Fa’ che il tuo grande amore per l’uomo sopperisca a queste mancanze e raddrizzi ciò che è ancora storto. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Ti siano gradite, Signore,
le nostre umili offerte e preghiere;
all’estrema povertà dei nostri meriti
supplisca l’aiuto della tua misericordia.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO DELL’AVVENTO I
La duplice venuta del Cristo

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo nostro Signore.
Al suo primo avvento
nell’umiltà della nostra natura umana
egli portò a compimento la promessa antica,
e ci aprì la via dell’eterna salvezza.
Verrà di nuovo nello splendore della gloria,
e ci chiamerà a possedere il regno promesso
che ora osiamo sperare vigilanti nell’attesa.
E noi, uniti agli Angeli e alla moltitudine dei Cori celesti,
cantiamo con gioia l’inno della tua lode: Santo...

Oppure:

PREFAZIO DELL’AVVENTO I/A
Cristo, Signore e giudice della storia

È veramente giusto renderti grazie
e innalzare a te l’inno di benedizione e di lode,
Padre onnipotente, principio e fine di tutte le cose.
Tu ci hai nascosto il giorno e l’ora,
in cui il Cristo tuo Figlio, Signore e giudice della storia,
apparirà sulle nubi del cielo
rivestito di potenza e splendore.
In quel giorno tremendo e glorioso
passerà il mondo presente
e sorgeranno cieli nuovi e terra nuova.
Ora egli viene incontro a noi in ogni uomo e in ogni tempo,
perché lo accogliamo nella fede
e testimoniamo nell’amore la beata speranza del suo regno.
Nell’attesa del suo ultimo avvento,
insieme agli angeli e ai santi,
cantiamo unanimi l’inno della tua gloria: Santo...


Antifona di comunione
Gerusalemme, sorgi e stà in alto:
e contempla la gioia
che a te viene dal tuo Dio. (Bar 5,5; 4,36)

Oppure:
Voce che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri! (cf. Mt 3,3; Mc 1,3; Lc 3,4)


Preghiera dopo la comunione
O Dio, che in questo sacramento
ci hai nutriti con il pane della vita,
insegnaci a valutare con sapienza i beni della terra,
nella continua ricerca dei beni del cielo.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Fil 1,4-6.8-11
Collocazione del brano Dopo l'indirizzo, Paolo come è consueto in quasi tutte le sue lettere, continua con un brano di ringraziamento. Infatti il v. 3 dice Rendo grazie al mio Dio ogni volta che mi ricordo di voi, e poi si continua con il brano che leggiamo oggi. Insieme al ringraziamento vi è anc ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 06-12-2015)
Una luce rifulse
l brano del vangelo di Luca proposto alla nostra riflessione e contemplazione nella liturgia odierna si apre in modo solenne. Informandoci degli avvenimenti che sta per annunciare, ricorre a eventi civili del mondo pagano e religiosi, del mondo ebraico, per darcene una data precisa. In questo modo S ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06-12-2015)
Audio commento alla liturgia - Lc 3,1-6
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 06-12-2015)
La necessità della Parola
Domenica scorsa abbiamo cominciato il cammino di Avvento e il cammino dell'anno dandoci il semplice obiettivo di cercare nella liturgia della Parola della domenica, le tracce di misericordia che questa ci offre. Ne abbiamo incontrate alcune e speriamo che rimangano e non vengano cancellate anzi, spe ...
(continua)
Missionari della Via     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Luca 3,1-6
Il Vangelo di oggi inizia con una dettagliata ricostruzione storico-geografica dell'evangelista Luca: ma a che serve? Semplice: a farci capire che Gesù non è un mito o un'idea, ma un personaggio storico; noi crediamo nel fatto che Dio si è fatto uomo in questo nostro mondo, che come un seme è "cadut ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06-12-2015)
Il Signore ha iniziato e porterà a compimento
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Lc 3,1-2
«Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell'Iturea e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell'Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 06-12-2015)
La Parola che viene
La Parola di Dio viene nella storia! La Parola di Dio continua a plasmare la creazione! La Parola di Dio orienta il cammino dell'umanità! Questo unico grande mistero viene annunciato oggi a coloro che si pongono in ascolto di ?una voce che grida nel deserto'. È il deserto del cuore dell'uomo e de ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 06-12-2015)
La parola di Dio venne su Giovanni
La salvezza nel mondo nasce quando la Parola di Dio viene su una persona e finché essa continua a venire. Quando essa non viene, non vi è salvezza e né redenzione, perché non sarà mai la parola di un uomo a creare salvezza, ma solo l'onnipotente creatrice Parola di Dio. La storia della salvezza è so ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 06-12-2015)
Commento su Luca 3,1-6
"Voce di uno che grida nel deserto...": è cosa buona e giusta interpretare le parole di Giovanni il battezzatore come richiamo severo a ritornare nel deserto, espressione figurata che significa fare spazio nella nostra vita al Signore della vita; fare silenzio dentro di noi, per ascoltare la voce di ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 06-12-2015)

Giovanni Battista è il precursore, quello che è venuto prima. Prima nell'esperienza di molti discepoli del Signore, nel tempo del ministero, nel piano della storia della salvezza; concepito e venuto alla luce sei mesi prima di Gesù. Anche noi cristiani siamo primizie della creazione nuova, pionieri ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 06-12-2015)
Dio non sceglie i grandi della storia
Clicca qui per la vignetta della settimana. Se Luca avesse scritto il Vangelo ambientandolo oggi avrebbe iniziato questo racconto in modo diverso: non avrebbe sicuramente inserito i grandi del suo tempo, iniziando dal più in alto in assoluto, cioè l'allora imperatore romano Tiberio, e via via ind ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 06-12-2015)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
E' splendida l'ultima frase del vangelo di oggi: «Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio». Ogni uomo farà l'esperienza della salvezza di Dio. L'intervento, l'azione di Dio diventerà evidente in modo nuovo, acquisirà una forza nelle nostre vite, qualcosa cambierà in modo decisivo. Dio si occupa di noi. ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 06-12-2015)
Una conversione strutturale
Credo non ci potesse essere brano del Vangelo migliore di questo per prepararci all'apertura dell'Anno Giubilare della Misericordia, che vedrà impegnata la Chiesa universale a partire dal prossimo martedì. La frase conclusiva, "Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio", messa in bocca al Battista citando ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 06-12-2015)
Preparate la via del Signore
Tanto ci colpiva la sintonia che esisteva tra il caro e Santo Giovanni Paolo II e i giovani: sintonia che ritroviamo intensa e profonda con Papa Francesco, che nei suoi viaggi sempre li incontra e sono i momenti più intensi e veri anche sul piano umano. Ricordo una risposta da vero maestro di S. Gio ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 06-12-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Davide Arcangeli È bello ricevere una lettera, o un bigliettino, o un sms, in cui una persona cara ci dice che sta pregando per noi. È un segno di quanto una persona ci voglia bene e voglia il nostro bene. Pensate che san Paolo ha scritto tante le ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 06-12-2015)

Quando a scuola la maestra vi chiede di parlare di qualche personaggio importante inserendolo ben bene nell'ambiente in cui è vissuto, siete così bravi come lo è stato l?evangelista Luca? Avete sentito quanti dettagli, precisazioni, nomi di sovrani politici e religiosi ci ha elencato per inquadrare ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 06-12-2015)
Problemi tecnici di ormoni e vesciche. Non-è-un-problema
Che non passi alla storia come una delle tante leggende d'uomini orchestrate per imbonire le menti, per trarre in inganno quelle fragili del popolo ch'era in spasmodica attesa di un Dio che sembrava tardare a venire. No, fu un fatto seriamente storico, uno di quelli che, cronistoria alla mano, è anc ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 06-12-2015)
Battesimo di conversione
Nell'anno decimoquinto Quando si cita una data è perché si vuole parlare di storia, così il vangelo di Luca, con la data, snocciola i nomi di chi detiene il potere in quel periodo, cita i confini del loro influsso politico per poi giungere al tempio di Gerusalemme dove i sommi sacerdoti esercitavan ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 06-12-2015)
E la Parola di Dio cambia passo alla nostra storia
Luca dà inizio al racconto dell'attività pubblica di Gesù con una pagina solenne, quasi maestosa, un lungo elenco di re e sacerdoti, che improvvisamente subisce uno scarto, un dirottamento: un sassolino del deserto cade dentro l'ingranaggio collaudato della storia e ne muta il passo: la Parola di Di ...
(continua)
don Gianfranco Calabrese     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 06-12-2015)
L'autostrada della conversione interiore
La seconda domenica di Avvento ci immette nel duplice clima dell'attesa e del cambiamento della nostra vita, in ragione dell'imminente apertura della porta santa del Giubileo della Misericordia e dell'imminente solennità del santo Natale. Nella dinamica del cammino spirituale che siamo chiamati a f ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento su Lc 3,1-6
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-12-2015)
Quante storie!
Alzi la mano chi non è spaventato. O scoraggiato. O stufo. Siamo ancora qui a parlare di morti, ad annullare viaggi, ad evitare assembramenti. Siamo di nuovo qui a guardare con disagio un tizio solo perché di carnagione olivastra, o perché vestito alla medio-orientale. E a cercare di rasserenare i ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 06-12-2015)
#StradeDorate - Commento su Luca 3,1-6
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 06-12-2015)
Autostrade dentro e intorno a noi
Seconda domenica di Avvento, cioè del tempo impegnato a considerare la venuta del Signore. Delle tre venute ricordate la scorsa domenica, oggi la liturgia (vangelo secondo Luca 3,1-6) richiama la prima, quella che tutti conoscono, realizzatasi duemila anni fa, quando un giovane uomo sino allora scon ...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 06-12-2015)
Prediche senza Pulpito - Commento al Vangelo
...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento a Lc 3, 1-6
...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 06-12-2015)
Preparando la via - Lc Lc 3,1-6
...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 06-12-2015)
La Parola - commento a Lc 3, 1-6
Commento a cura di suor Paolina Sgarbossa, religiosa Dorotea (Suore Maestre di S.Dorotea Figlie dei Sacri Cuori), Vicenza. Registrato nella cappella interna di Casa Sacro Cuore di Vicenza ...
(continua)
Michele Antonio Corona     (Omelia del 06-12-2015)

Il vangelo di Luca, e in particolar modo i primi capitoli, sono organizzati attraverso lo schema retorico della syncresis, una sorta di parallelismo tra due personaggi. Molte biografie di personaggi famosi venivano strutturate secondo un continuo richiamo parallelo tra due personaggi noti, ad esempi ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 06-12-2015)
Al di là del castigo, la misericordia
Segretario di Geremia durante la deportazione a Babilonia, il profeta Baruc, dopo la preghiera penitenziale del popolo oppresso, inizia la sua esortazione di incoraggiamento agli Israeliti. Essi hanno dovuto subire la punizione per la loro ostinazione alla malvagità e all'idolatria, ma adesso posson ...
(continua)
Carla Sprinzeles     (Omelia del 06-12-2015)

Oggi proseguiamo il cammino di speranza dell'avvento. Non possiamo pensare che Dio possa salvare gli uomini e le donne senza le decisioni e le azioni umane. Per essere efficace la Parola di Dio, l'energia divina dev'essere accolta, interiorizzata, e deve fiorire in qualità umane. La salvezza si con ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 06-12-2015)
Video commento su Lc 3,1-6
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito ambrosiano     (Omelia del 06-12-2015)
Benedetto colui che viene, il re, nel nome del Signore
Colui che entra in Gerusalemme, cavalcando un asino, un puledro figlio d'asina, è il Messia del Signore. Egli viene come umile re di pace. L'arma della pace non sarà più la guerra, i cavalli, i carri, le spade, gli archi, le frecce, gli scudi. Sarà invece il suo Santo Spirito, che metterà nel petto ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09-12-2012)
Commento su Luca 3,1-6
Possiamo celebrare cento natali, senza che mai Dio nasca nei nostri cuori. Perciò abbiamo bisogno di un tempo di interiorità, perché possiamo, infine, accogliere la luce del Signore. Accogliamo la Parola che scende con abbondanza su Giovanni... L'aulico e solenne incipit della predicazione del Batt ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 09-12-2012)
Audio commento a Lc 3,1-6
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 09-12-2012)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 09-12-2012)
La scarpa di Cenerentola, la testa del Battista
Come piegarsi dalle risate! Un giorno uno va a messa e sente pronunciare dal prete, tra le righe del Vangelo, il nome di Barak Obama, di Tony Blair e di Wladimir Putin, sente parlare della potenza di Ahmadinejad, dell'impero di Pietro Ferrero, di Bill Gates e di Mister Facebook e per dirti l'anno pr ...
(continua)
mons. Giuseppe Giudice     (Omelia del 09-12-2012)
Tempo di ricominciare a costruire
Il popolo di Dio, popolo pellegrino, è sempre sulle strade dell'esodo e sulle strade dell'Avvento. All'andare dell'uomo corrisponde il venire di Dio e l'incontro, per fede, è nella carne di Cristo. Allora la nostra si bocca si riempì di sorriso, la nostra lingua di gioia. Anche le selve e ogni alb ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 09-12-2012)
Commento su Baruc 5,1-9; Salmo 125/126; Filippesi 1,4-6.8-11; Luca 3,1-6.
Collocazione del brano Luca dedica i primi due capitoli del suo Vangelo agli antefatti della sua narrazione. In forma di dittico presenta gli inizi di Giovanni Battista e di Gesù: l'annuncio a Zaccaria e a Maria, le circostanze miracolose di entrambe le nascite, le nascite stesse, i primi anni di v ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09-12-2012)
Commento su Baruc 5,5
Sorgi, o Gerusalemme, stà in piedi sull'altura e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti. Dal tramonto del sole fino al suo sorgere, alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio. Baruc 5,5 Come vivere questa parola? La seconda settimana dell'Avvento inizia con un grido dal dese ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 09-12-2012)
La parola di Dio scende nel deserto
Gesù ha cominciato a predicare nell'anno 28 dopo Cristo. Questo dato storico lo sappiamo proprio grazie a Luca che ci parla dell'anno decimoquinto dell'impero di Tiberio Cesare. ? Dopo di lui, sono presentate le massime autorità politiche ebree, pagane e religiose del tempo. ?In mezzo a tut ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 09-12-2012)
Lui viene perché tu divenga
Maria e Giovanni Battista sono le due figure che ci accompagnano al Natale. L'8 dicembre e la IV domenica d'Avvento Maria; oggi e domenica prossima il Battista. Giovanni Battista fu una figura fondamentale per Gesù. Fu il suo iniziatore e probabilmente anche un suo discepolo. Storicamente Gesù cons ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 09-12-2012)
La compassione di Gesù e la missione dei Dodici
La voce dell'Avvento è quella del profeta Isaia: Nella tribolazione e nell'afflizione, che non mancheranno mai nella vita presente, non ci sarà più ragione per piangere perché sta venendo la guida e il maestro che ci darà la certezza che Dio ci è vicino e ci ascolta; egli sarà il maestro e la via pe ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 09-12-2012)
Nessuno è così piccolo da non poter essere profeta
Luca dà inizio al racconto dell'attività pubblica di Ge­sù con una pagina solenne, quasi maestosa, un lungo elenco di re e sacerdoti, che improvvisa­mente subisce uno scarto, un di­rottamento: un sassolino del de­serto cade dentro l'ingranaggio collaudato della storia e ne mu­ta il passo: la Parola ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 09-12-2012)
Preparare la via del Signore
Nel vangelo di oggi l'evangelista Luca offre una lunga serie di precise informazioni per dirci quando Dio è uscito allo scoperto, in quale preciso momento, in che luogo, in quale contesto sociale Dio si è coinvolto nella storia dell'uomo. Certamente non era un bel periodo, se pensiamo ai governanti ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 09-12-2012)
Abbiamo i giorni contati
Siamo in Avvento: abbiamo i giorni contati per prepararci alla Sua venuta. E abbiamo i giorni contati per convertirci. Decidiamoci: che la voce del Battista che gridava nel deserto, non sia anche per noi, solo una voce nel deserto. "Che siano uno" Ho capito nella preghiera che la conversione ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 09-12-2012)
Preparare il cuore: attendere è amare
Seconda domenica di Avvento. Tempo di attesa, di preparazione per accogliere il Dio che viene. Il vangelo riporta esattamente date, nomi, nazioni e regioni: c'è un imperatore, un governatore, dei principi, dei sommi sacerdoti che esercitano il loro potere nei palazzi e nel tempio. Questa cornice di ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 09-12-2012)
Voce di uno che grida nel deserto...
C'è sempre nello stile dell'amore di Dio il far precedere l'imminenza di un Suo intervento - tanto più se clamoroso - da fatti o persone, che avvertano gli uomini, affinché siano pronti e preparati. E questa volta è davvero incredibile l'intervento che Dio ha in cuore per noi, degno di un Padre mis ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 09-12-2012)
Commento su Lc 3,1-6
Giovanni Battista è il prologo della venuta del Signore. Il tempo della salvezza inizia il quindicesimo anno dell'impero di Tiberio Cesare, 28° della nostra era. I dati di Luca sono esatti. Così precisa papa Benedetto XVI: "L'Evangelista vuole avvertire chi legge o ascolta che il Vangelo non è una l ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 09-12-2012)
La Parola di Dio sui piccoli della storia
Chi pensa che la vita di fede, o comunque il riferimento ai valori dell'assoluto, sia da relegare a una sfera che sta fuori dallo spazio e dal tempo, a un ambito spirituale che nulla ha a che vedere con quanto accade nella storia, o alla sfera di un intimo rapporto personale con Dio che, in questo m ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 09-12-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Nazzareno Marconi Il vangelo riporta esattamente date, nomi, nazioni e regioni: c'è un imperatore, un governatore, dei principi, dei sommi sacerdoti che esercitano il loro potere nei palazzi e nel tempio. Questa cornice di poteri e di incarichi, spesso confus ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 09-12-2012)

È la seconda domenica d'Avvento, accendiamo un'altra candela della nostra corona in attesa del Natale. È un gesto questo che ci parla del tempo, dell'attesa e ci invita, ci sprona a prepararci alla Sua venuta. La stessa esortazione viene dal Vangelo appena ascoltato. L'evangelista Luca è ricco di d ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 09-12-2012)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio
Nel corso dell'anno liturgico appena iniziato leggeremo il Vangelo secondo Luca, questa splendida opera di cui siamo invitati a gustare l'intensa bellezza e la stupefacente attualità. Il brano che la Liturgia della domenica II di Avvento ci presenta (Lc.3,1-6), è già la sintesi di tutto "il lieto a ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 09-12-2012)
Avvento, ovvero costruire autostrade
"Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea e Filippo, suo fratello, tetrarca dell'Iturea e della Traconitide, e Lisania tetrarca dell'Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa', la parola di Dio venne su ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09-12-2012)
Storia e storie
Possiamo celebrare cento natali, senza che mai Dio nasca nei nostri cuori. Perciò abbiamo bisogno di un tempo di interiorità, perché possiamo, infine accogliere la luce del Signore. Affinché il giorno della venuta del Signore non ci piombi addosso all'improvviso e ci trovi impreparati. Sarebbe trag ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 09-12-2012)
Video commento a Lc 3, 1-6
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 09-12-2012)
Video commento a Lc 3, 1-6
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09-12-2012)
Video commento a Lc 3, 1-6
...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 09-12-2012)
Nella storia dell'uomo e di Dio
Nell'anno quindicesimo Non è fuori ma dentro la storia che Dio interviene. Non dentro una storia di salvezza o dentro una storia religiosa ma dentro la storia così com'è. Una Storia fatta di grandi poteri, come quelli degli imperatori e dei suoi vassalli, dei piccoli poteri locali o dei poteri reli ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 09-12-2012)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 09-12-2012)
Commento su Luca 3,1-6
Descrivendo l'inizio del ministero di Giovanni Battista in una cornice limpida e precisa (Lc 3,1), san Luca vuole dirci che l'incarnazione del Figlio, la Sua venuta fra noi, si radica nella nostra storia, nella storia di tutti i giorni, trasformandola in fenditura in cui il seme del Verbo cade e mat ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 09-12-2012)
Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri
Quanti di noi sono peccatori? Tutti lo siamo e chi dice di non esserlo già pecca di superbia. Io sono il primo dei peccatori. Spesso sbaglio con i ragazzi che ho in affidamento e faccio tanti errori per i quali chiedo costantemente perdono a Dio, ricascandoci puntualmente ogni volta. Una persona q ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 09-12-2012)
Ruminare i Salmi - Salmo 126,5 (II avvento C)
Salmo 126,5 chi semina nel pianto, raccoglie nella gioia - CEI Chi semina nel pianto mieterà nella gioia! - TILC Chi semina nelle lacrime mieterà nella gioia. Lc 3,3 Giovanni il Battista percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 09-12-2012)
Uscire da noi stessi come Lui esce da se stesso
Prepariamoci all'incontro con Dio che viene. E' un appello accorato che ci proviene dalla persona e dalla missione del Battista, che ci introduce un po' per volta nella prospettiva della gioia dell'avvento del Signore. Questo personaggio, che si ciba di locuste e di miele selvatico e che mena vita s ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 09-12-2012)
Predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati
La nostra fede è un evento storico. Evento storico è la creazione, il peccato delle origini, la redenzione, la giustificazione, la salvezza. Evento storico è ogni Parola che il Signore rivolge all'uomo, perché chi riceve la Parola è uomo storico, che vive qui ed ora. È evento storico il dono della P ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09-12-2012)
Commento su Baruc 5, 1-9; Salmo 125; Filippesi 1,4-6.8-11; Luca 3, 1-6
Il tempo di avvento è un tempo di aspettativa, l'aspettativa del Signore. L'aspettativa delle Sacre Scritture si definisce nella Gioia. Il credente non si limita ad attendere, attitudine che dalla nostra esperienza potremmo ritenere passiva ed anche noiosa, ma gioisce nell'attesa, come per una p ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 06-12-2009)
Commenti su Luca 3,1-6
Lectio Contesto Nel tempo di Avvento la liturgia propone alla nostra attenzione le figure di Giovanni il Precursore e di Maria, la madre di Gesù, per orientare la nostra attesa e il nostro impegno. Nella II e III domenica è Giovanni a guidarci, con due testi tratti dal capitolo terzo del vangelo d ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06-12-2009)
Audio commento a Lc 3,1-6
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 06-12-2009)
Mille anni come un giorno solo
In questo tempo d'Avvento, chi ci parla nel Vangelo non è Gesù, ma Giovanni Battista, messaggero di salvezza che ne prepara la venuta. "Voce di uno che grida nel deserto: preparate la via del Signore e raddrizzate i suoi sentieri! Ogni burrone sia riempito, ogni monte e ogni colle sia abbassato; i p ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 06-12-2009)
Diritto e spianato
Andare diritto e spianato al proprio obiettivo è il desiderio di tutti, o almeno di tutti quelli che ritengono di avere le idee chiare su che cosa realizzare nella vita. I nostri propositi e le nostre intenzioni per forza però si devono confrontare con quelle degli altri. Talvolta trattando con lor ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 06-12-2009)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio
Per noi, uomini e donne "moderni", circondati da una civiltà di rumori, da una molteplicità di messaggi, da un caos distraente, da una sorta di grande luna park dell'effimero, non è facile comprendere la figura di Giovanni Battista. Uomo robusto e severo, nella sua essenzialità, Giovanni è un buon c ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 06-12-2009)
Sperare: affidarsi alla diversità
La settimana scorsa abbiamo sostato sul verbo sperare in riferimento al nostro futuro, provando a disegnare il nostro futuro come il luogo del compimento della parola buona (prima lettura), come il tempo dello spenderci abbondando e sovrabbondando nell'amore (seconda lettura), come fiducia totale ne ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 06-12-2009)
Preparate la via del Signore
Dio ha stabilito di spianare ogni alta montagna e le rupi secolari, di colmare le valli e spianare la terra, perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio ... (Baruc 5,7). Dio prepara la strada ai tuoi passi. In ogni tuo giorno. Ma tu che hai gli occhi velati, non la distingui. La via che lui ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 06-12-2009)
E il deserto diventa cuore del mondo
Il Vangelo chiama a con­fronto storia e profezia. La grande storia è rias­sunta da Luca nell'elenco i­niziale di sette nomi propri che tracciano la mappa del potere politico e religioso. Sono sette, a simboleggiar­ne la pienezza e a convoca­re tutto il potere di ogni tem­po e di ogni luogo. Alla ge ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 06-12-2009)
Preparate la via del Signore
Continua il nostro cammino dell'Avvento: attesa e preparazione del cuore, al Natale del Signore. Nel vangelo di oggi l'evangelista Luca offre una lunga serie di precise informazioni per dirci quando Gesù, il Figlio di Dio, ha iniziato la sua vita pubblica e l'opera esplicita della sua missione. Ges ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 06-12-2009)
Non esistono strade impossibili per incontrare il Signore
Clicca qui per la vignetta della settimana. Sto scrivendo questo commento al Vangelo domenicale dopo che si è appena concluso un incontro molto particolare in parrocchia. Questa sera con i giovani abbiamo incontrato alcuni volontari di una associazione che si occupa dell'assistenza delle persone in ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 06-12-2009)
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio
Continuiamo il nostro cammino di Avvento, tempo di " memoria" ed " attesa", lasciandoci accompagnare dalla Liturgia di questa seconda domenica. L'Antifona d'Ingresso, che dà colore a tutta la liturgia, contiene la grande promessa tratta dal Libro del Profeta Isaia: "Popolo di Sion, il Signore verrà ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 06-12-2009)
Non ti curar di loro!
Avvento! Attendere sperando! Spianarsi la strada, al cuore. Spogliarsi. Essenziali. Abbassati. Poveri. Orientando lo sguardo a oriente, in alto! Nonostante tutto! E saper guardare l'irruzione di Dio. Storico. Incarnato. E vedere ciò che ancora non è! Realtà e non ideale o fantasia. Per questo mo ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 06-12-2009)

Oggi è la seconda domenica di Avvento e leggiamo una pagina del Vangelo di Luca che parla di Giovanni Battista. Luca comincia collocandolo in un periodo storico ben preciso, citando le varie autorità di quel tempo, per farci capire subito che l'avvento del Signore è una cosa concreta, una realtà che ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 06-12-2009)
La strada di Giovanni Battista per incontrare Cristo
La seconda domenica di Avvento già ci mette davanti a noi una figura esemplare per preparare la strada al Signore che viene nuovamente a noi nel mistero del Natale di quest'anno. E' la figura carismatica, coraggiosa, leale e trasparente di Giovanni Battista, il precursore di Cristo. Egli ci indica t ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 06-12-2009)
La Parola di Dio venne su Giovanni nel deserto
Il brano del Vangelo di Luca che la Liturgia della seconda domenica di Avvento ci presenta (Lc.3,1-6), è come il portale di ingresso per la presentazione del lieto annuncio della salvezza operata da Gesù di Nazareth per tutta l'umanità. Immediatamente facciamo la conoscenza di Luca scrittore raffina ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 06-12-2009)
Video commento alle letture (Vangelo: Lc 3,1-6)
...
(continua)
don Remigio Menegatti     (Omelia del 06-12-2009)
Grandi cose ha fatto il Signore per noi
O Dio grande nell'amore, che chiami gli umili alla luce gloriosa del tuo regno, raddrizza nei nostri cuori i tuoi sentieri, spiana le alture della superbia, e preparaci a celebrare con fede ardente la venuta del nostro Salvatore, Gesù Cristo tuo Figlio. Egli è Dio, e vive ... Padre, mentre la sto ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 06-12-2009)
"A" come Attesa
Ecco l'uomo dell'Avvento, l'ultimo dei profeti: Giovanni, figlio di Zaccaria. Con la sua tipica precisione, Luca ci fa passare davanti agl'occhi la carrellata dei potenti del tempo. Certo, all'evangelista interessa inquadrare il contesto storico, ma ci vuole pure far cogliere la dispersione della d ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 06-12-2009)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 06-12-2009)
Mani tese a ricevere un dono
L'esordio del vangelo di oggi ha il tono solenne degli annunci ufficiali: nel quindicesimo anno di regno dell'imperatore Tiberio, in quella parte del suo impero di cui si elencano le "province" con i rispettivi governanti e le supreme autorità religiose, Giovanni Battista proclama l'imminente arrivo ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 06-12-2009)

Dalla Parola del giorno "Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri" Come vivere questa Parola? La liturgia di questa domenica ci presenta la grande figura del Battista. La sua voce tuona scuotendo le coscienze e sollecitando alla conversione, ma su uno sfondo in cui si profila l ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 06-12-2009)
La grande opera
Maria e Giovanni Battista sono le due figure che ci accompagnano al Natale. L'8 dicembre Maria e la IV domenica d'Avvento Maria; oggi e domenica prossima il Battista. Giovanni Battista fu una figura fondamentale per Gesù. Fu il suo iniziatore e probabilmente anche un suo discepolo. Nei primi cristi ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-12-2009)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 06-12-2009)
La Parola scese
Possiamo celebrare cento natali, senza che mai Dio nasca nei nostri cuori. Perciò abbiamo bisogno di un tempo di interiorità, perché possiamo, infine accogliere la luce del Signore. Affinché il giorno della venuta del Signore non ci piombi addosso all'improvviso e ci trovi impreparati. Sarebbe trag ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 06-12-2009)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Gerardo Antonazzo Deponi Gerusalemme la veste del lutto La speranza, come diceva il poeta Péguy, è la virtù più strana, senza la quale le altre virtù non camminerebbero. È lei, dice, che le tira avanti, come una ragazzina tira avanti per strada le sorelle ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 06-12-2009)

Domenica scorsa abbiamo iniziato il cammino d'Avvento con il cuore lieto perché il Signore Dio ci ha assicurato che porterà a compimento tutte le promesse che lungo il tempo ha pronunciato. Ci siamo detti che, settimana dopo settimana, potremo vivere lungo l'Avvento una specie di caccia al tesoro pe ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 06-12-2009)
Vieni, Signore?
In questa seconda domenica del tempo di avvento la liturgia ci invita, alla speranza nell'attesa del Salvatore, come un annuncio di salvezza, come la fine del dolore e della schiavitù: è giunto il tempo della gioia e della liberazione, con la misericordia e la giustizia di Dio. Un annuncio che si av ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 06-12-2009)
Ora è tempo di gioia
Continua l'allegoria delle immagini che hanno già introdotto il tempo dell'attesa e dell'aspettativa di Dio con noi: saremo accompagnati in queste settimane dalla prospettiva della gioia nella certezza che tale incontro con Dio sarà apportatore di pace, di giustizia e di bene, proprio come quelli an ...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 06-12-2009)
Video commento a Lc 3,1-6
...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 06-12-2009)

Prima c'è il profeta Baruc che pressa Gerusalemme alla speranza e alla gioia, perché il popolo sta per ritornare da tutti i posti dello sparpagliamento. Il Signore lo rimette insieme. Anzi, per aiutarne il ritorno, spiana le montagne davanti a loro e ricolma i precipizi aperti sul cammino. Il ritorn ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 06-12-2009)
Davvero tutti si salveranno?
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio! "Il cristianesimo non è una dottrina, non è una teoria di ciò che è stato e di ciò che sarà nell'anima umana, ma è la descrizione di un evento reale nella vita dell'uomo": così scriveva il filosofo austriaco Ludwig Wittgenstein. L'intuizione è felicissima e cog ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 06-12-2009)

"Deponi, o Gerusalemme, la veste del lutto e dell'afflizione, rivèstiti dello splendore della gloria che ti viene da Dio per sempre (...) Dio ha deciso di spianare ogni alta montagna e le rupi perenni, di colmare le valli livellando il terreno, perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio". ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 06-12-2009)
L'Avvento, cammino di speranza: "Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!"
Ci inoltriamo nel cammino di Avvento, ci rafforziamo nel desiderio che anima l'attesa: quella dell'incontro svelato e definitivo col Cristo redentore, e quella dell'esperienza spirituale, quotidiana, della presenza di Lui nella nostra vita e nella storia che viviamo. In questa attesa la Chiesa ci g ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 00-00-0000)
Video commento su Lc 3,1-6
...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google