LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 5 Aprile 2015 <

Venerdì 3 Aprile 2015

Sabato 4 Aprile 2015

Domenica 5 Aprile 2015

Lunedì 6 Aprile 2015

Martedì 7 Aprile 2015

Mercoledì 8 Aprile 2015

Giovedì 9 Aprile 2015

Venerdì 10 Aprile 2015

Sabato 11 Aprile 2015

Domenica 12 Aprile 2015


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  DOMENICA DI PASQUA - RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Bianco
BP010 ;

Che cos’è che fa correre l’apostolo Giovanni al sepolcro? Egli ha vissuto per intero il dramma della Pasqua, essendo molto vicino al suo maestro. Ci sembra perciò inammissibile un’affermazione del genere: “Non avevano infatti ancora compreso la Scrittura”. Eppure era proprio così: non meravigliamoci allora di constatare l’ignoranza attuale, per molti versi simile. Il mondo di Dio, i progetti di Dio sono così diversi che ancor oggi succede che anche chi è più vicino a Dio non capisca e si stupisca degli avvenimenti.
“Vide e credette”. Bastava un sepolcro vuoto perché tutto si risolvesse? Credo che non fu così facile. Anche nel momento delle sofferenze più dure, Giovanni rimane vicino al suo maestro. La ragione non comprende, ma l’amore aiuta il cuore ad aprirsi e a vedere. È l’intuizione dell’amore che permette a Giovanni di vedere e di credere prima di tutti gli altri. La gioia di Pasqua matura solo sul terreno di un amore fedele. Un’amicizia che niente e nessuno potrebbe spezzare. È possibile? Io credo che la vita ci abbia insegnato che soltanto Dio può procurarci ciò. È la testimonianza che ci danno tutti i gulag dell’Europa dell’Est e che riecheggia nella gioia pasquale alla fine del nostro millennio.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Sono risorto, e sono sempre con te;
tu hai posto su di me la tua mano,
è stupenda per me la tua saggezza. Alleluia. (cf. Sal 139,18.5-6)

Oppure:
Il Signore è davvero risorto. Alleluia.
A lui gloria e potenza nei secoli eterni. (Lc 24,34; cf. Ap 1,6)


Colletta
O Padre, che in questo giorno,
per mezzo del tuo unico Figlio,
hai vinto la morte
e ci hai aperto il passaggio alla vita eterna,
concedi a noi, che celebriamo la Pasqua di risurrezione,
di essere rinnovati nel tuo Spirito,
per rinascere nella luce del Signore risorto.
Egli è Dio e vive e regna con te...

>

Prima lettura

At 10,34a.37-43
Noi abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.

Dagli Atti degli Apostoli

In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: «Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui.
E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che si manifestasse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.
E ci ha ordinato di annunciare al popolo e di testimoniare che egli è il giudice dei vivi e dei morti, costituito da Dio. A lui tutti i profeti danno questa testimonianza: chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati per mezzo del suo nome».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 117

Questo è il giorno che ha fatto il Signore: rallegriamoci ed esultiamo.

Rendete grazie al Signore perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.
Dica Israele:
«Il suo amore è per sempre».

La destra del Signore si è innalzata,
la destra del Signore ha fatto prodezze.
Non morirò, ma resterò in vita
e annuncerò le opere del Signore.

La pietra scartata dai costruttori
è divenuta la pietra d’angolo.
Questo è stato fatto dal Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.

>

Seconda lettura

Col 3,1-4
Cercate le cose di lassù, dove è Cristo

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossési

Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra.
Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio! Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria.

Parola di Dio

Sequenza
Alla vittima pasquale,
s’innalzi oggi il sacrificio di lode.
L’Agnello ha redento il suo gregge,
l’Innocente ha riconciliato
noi peccatori col Padre.

Morte e Vita si sono affrontate
in un prodigioso duello.
Il Signore della vita era morto;
ma ora, vivo, trionfa.

«Raccontaci, Maria:
che hai visto sulla via?».
«La tomba del Cristo vivente,
la gloria del Cristo risorto,
e gli angeli suoi testimoni,
il sudario e le sue vesti.
Cristo, mia speranza, è risorto:
precede i suoi in Galilea».

Sì, ne siamo certi:
Cristo è davvero risorto.
Tu, Re vittorioso,
abbi pietà di noi.

Canto al Vangelo (1Cor 5,7-8)
Alleluia, alleluia.
Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato:
facciamo festa nel Signore.
Alleluia.

>

Vangelo

Gv 20,1-9
Egli doveva risuscitare dai morti.


+ Dal Vangelo secondo Giovanni

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro.
Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!».
Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.
Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Fratelli e sorelle, oggi Cristo, nostra Pasqua, è risorto: la nostra salvezza è compiuta! Con gioia ed esultanza apriamo il nostro cuore al Signore per tutte le necessità della Chiesa, del mondo e della nostra vita.
Lo invochiamo dicendo: Signore, Dio della gloria, ascoltaci!

1. Per tutte le comunità cristiane, perché la Pasqua segni un autentico passaggio verso una vita spirituale più matura e consapevole, preghiamo.
2. Per il mondo intero, perché riconosca le meraviglie del Signore e scopra in Cristo il punto di riferimento di coloro che cercano la verità di Dio e la verità dell'uomo, preghiamo.
3. Per chi è solo e in difficoltà, perché si senta avvolto dall'amore del Signore, che lo ha chiamato a partecipare alla sua gloria, preghiamo.
4. Per noi che partecipiamo a questa Eucaristia, perché la gioia pasquale non si esaurisca in questo giorno, ma ci accompagni nella vita quotidiana, preghiamo.

O Signore, Dio della gloria, che conosci i nostri cuori, sostienici nei nostri propositi di rinnovamento della vita alla luce della Pasqua e accogli ogni nostra invocazione, perché il mondo intero possa riconoscere in te la fonte della vita e della speranza. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
Esultanti per la gioia pasquale
ti offriamo, Signore, questo sacrificio,
nel quale mirabilmente nasce
e si edifica sempre la tua Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO PASQUALE I
Cristo agnello pasquale

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
proclamare sempre la tua gloria, o Signore,
e soprattutto esaltarti in questo giorno
nel quale Cristo, nostra Pasqua, si è immolato.
È lui il vero Agnello
che ha tolto i peccati del mondo,
è lui che morendo ha distrutto la morte
e risorgendo ha ridato a noi la vita.
Per questo mistero,
nella pienezza della gioia pasquale,
l’umanità esulta su tutta la terra,
e con l’assemblea degli angeli e dei santi
canta l’inno della tua gloria: Santo...


Antifona di comunione
Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato:
celebriamo dunque la festa
con purezza e verità. Alleluia. (1Cor 5,7-8)


Preghiera dopo la comunione
Proteggi sempre la tua Chiesa, Dio onnipotente,
con l’inesauribile forza del tuo amore,
perché, rinnovata dai sacramenti pasquali,
giunga alla gloria della risurrezione.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Wilma Chasseur     (Omelia del 05-04-2015)
Audio commento alla liturgia - Gv 20,1-9
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 05-04-2015)

Cristo è risorto alleluja. Questo dovrebbe essere l'annuncio che ogni cristiano deve diffondere. Quest'annuncio sta nel cuore del messaggio evangelico. Lo dichiara con vigore san Paolo: "Se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vuota anche la vostra fede". E aggiunge: "Se noi ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05-04-2015)
Commento su At 10, 39-40
"Noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno." At 10, 39-40 Come vivere questa Parola? Oggi è Pasqua! La resurrezione, pur non avendo testimoni e non potendo ess ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 05-04-2015)
La grossa pietra era già stata ribaltata
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 05-04-2015)
Cristo, luce del mondo
Questo è il giorno di Cristo Signore, alleluia La principale domenica di tutto l'anno liturgico celebra un evento straordinario e decisivo nella Storia dell'umanità: la risurrezione di Gesù Cristo. "Questo è il giorno di Cristo Signore, alleluia". I testi biblici, indicati per la liturgia eucari ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 05-04-2015)
Egli vi precede in Galilea
Vennero, le donne, al sepolcro. È presto, il sole si sta appena levando. Le donne sono sempre le più intraprendenti, si muovono prima. E si sono preparate con cura, comperando gli oli per la sepoltura. Le donne non si dimenticano facilmente dell'amore ricevuto, e difficilmente si lasciano superare n ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 05-04-2015)
Pasqua, comunque
Clicca qui per la vignetta della settimana. La pietra inaspettatamente rotolata via dall'ingresso del sepolcro, è un segno che le attese funeree delle donne riguardo Gesù saranno presto stravolte. Il problema per le donne ora non è più spostare una pietra ma superare la paura togliendo la pietra ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 05-04-2015)
Video commento a Gv 20,1-9
...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 05-04-2015)
Cristo, nostra speranza è risorto, e vive con noi
"Nella grande Veglia Pasquale, in cui risuona nuovamente l'Alleluia, celebriamo Cristo Risorto centro e fine del cosmo e della storia; vegliamo pieni di speranza in attesa del suo ritorno, quando la Pasqua avrà la sua piena manifestazione. A volte il buio della notte sembra penetrare nell'anima; ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 05-04-2015)
Commento su Giovanni 20,1-9
...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 05-04-2015)
Non lasciamoci portare via il Signore!
Nel Vangelo che abbiamo ascoltato questa notte, Marco ci ha raccontato di tre donne, discepole di Gesù, preoccupate di dover rotolare via la pietra dal sepolcro, perché avevano la necessità di entrare a ungere con oli aromatici il corpo di Gesù. Il giorno prima, era stato loro impedito dalla legge d ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 05-04-2015)
Resurrezione e bisogno d'amore
Circa 23 anni or sono, in un periodo di tensione dovuto all'attentato alla Galleria dei Georgofili in Firenze e ad altri atti terroristici scaturiti dalla lotta alla mafia, l'allora presidente della Repubblica Scalfaro proferì una frase che mi rimase impressa a lungo: "L'Italia ha bisogno di amore." ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 05-04-2015)
L'ora della luce
Vinta è la morte! Sconfitte le tenebre! I cieli, che fino alla morte di Gesù erano rimasti chiusi, impenetrabili ed inaccessibili, di colpo si riaprono. L'unico Sepolcro vuoto di tutta la storia I giusti dell'Antico Testamento che aspettavano con trepidazione questo grandioso avvenimento, esul ...
(continua)
don Roberto Fiscer     (Omelia del 05-04-2015)
#StradeDorate - Commento su Giovanni 20,1-9
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 05-04-2015)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Marco Simeone Oggi è pasqua! Sufficiente? Beh, forse così è veramente troppo condensato, però questo è il cuore della vita, della fede, della felicità, della chiesa. Tutto nasce qui e tutto tende a questo giorno (... un po' come fonte e culmine...). ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 05-04-2015)

Prima di tutto: Buona Pasqua! In questo anno particolare, mi viene più semplice dire "buona Risurrezione" e mi rendo conto che, se mi fermo a chiedermi che cos'è la Risurrezione non è semplicissimo da spiegare. Le risposte che sappiamo da anni di celebrazioni e di catechesi ci dicono che è una nuo ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 05-04-2015)
Cristo risorto è sempre con noi
La verità assoluta del mistero della risurrezione di Gesù Cristo dai morti è questa: Cristo risorto è sempre con noi. Non muore più, vive con noi, dentro di noi ed è Egli il motivo vero del nostro vivere, morire e risorgere. La Pasqua sta in questo. Non siamo fatti per morire, ma per vivere etername ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 05-04-2015)
Video commento su Gv 20, 1-9
...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 05-04-2015)
Commento su Giovanni 20,1-9
Si parla del sepolcro per dire della morte vera di Gesù, mentre i verbi che riguardano Maria Maddalena sono tutti al presente: viene, vede, corre e vede. Il presente è il tempo della quotidiana ricerca del Signore che amiamo. Un incontro, quello col Risorto, che avviene a piccole dosi, per non farci ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 05-04-2015)
Vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio
Passato il sabato Al confronto con i capitoli che raccontano la Passione del Signore, poche righe sono sufficienti per parlare della Resurrezione, otto versetti in tutto che concludono lo scritto di Marco, i restanti versetti che compongono il sedicesimo capitolo sono una aggiunta redazionale poste ...
(continua)
don Lello Ponticelli     (Omelia del 05-04-2015)
Prediche senza Pulpito - Vangelo di Gv 20,1-9
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 05-04-2015)
Nulla ci può togliere la speranza
"Non lasciatevi rubare la speranza", ripete spesso il papa Francesco. Belle parole, si può pensare, che però confliggono con la realtà quotidiana, di tanti giovani senza lavoro e dunque senza prospettive, di famiglie che non arrivano a fine mese, di minacce di morte imprevedibili come quella toccata ...
(continua)
Diocesi di Vicenza     (Omelia del 05-04-2015)
La Parola - commento per la Domenica di Pasqua a cura del Vescovo di Vicenza
Il Vescovo di Vicenza commenta il Vangelo della Domenica di Pasqua (Gv 20.1-9) ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05-04-2015)
Vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro
L'apostolo Giovanni ha una prospettiva tutta sua nel racconto della risurrezione del Signore. Lui pone all'inizio di ogni cosa l'amore, non quello maschile, del diritto, della legge, della fatica, del sudore di fronte, dell'impegno di lavoro che spesso diviene assenza dalla stessa casa, del guerrier ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 05-04-2015)
Ruminare i Salmi - Salmo 118,24 (Domenica di Pasqua)
Ruminare i Salmi - Salmo 118 (Vulgata / liturgia 117),24 (Domenica di Pasqua) CEI Questo è il giorno che ha fatto il Signore: rallegriamoci in esso ed esultiamo! Atti degli Apostoli 10,39-40 Essi (i Giudei) lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno. Colos ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 05-04-2015)
E vide e credette
"...e vide e credette.". Beh, dovremmo correggere: E non vide proprio nulla, perciò credette. Dunque, la fede nella presenza (di Cristo) è fondata sulla constatazione di un'assenza. Dio c'è perché non c'è! i giochi di parole si possono moltiplicare... la Verità è sempre la stessa: la Risurrezion ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 05-04-2015)
Video commento su Gv 20,1-9
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 08-04-2012)
Commento su Giovanni 20,1-9
La tomba vuota, ultimo drammatico regalo fatto a Gesù da parte del discepolo Giuseppe di Arimatea, ricco e potente, che non ha potuto salvare dalla morte il suo Maestro, è rimasta lì, vuota, a Gerusalemme, muta testimone della resurrezione. Tutta la nostra fede è basata sull'assenza di un cadavere ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 08-04-2012)
Gesù Nazareno, il Crocifisso, è risorto!
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 08-04-2012)
Ritornare al lassù per salvare il quaggiù
Non c'è giorno, non c'è giornale, non c'è telegiornale che non ci parlino della crisi che avanza, che sembra si avvii verso la soluzione, che poi invece torna minacciosa. Sono ormai anni che non si parla altro che di crisi. E poi arriva la Pasqua, che inevitabilmente parla di gioia, di speranza, ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 08-04-2012)
Chapeau, Maria, per averci creduto davvero
Una notte di luna piena, con lo spago di Giuda ancora penzoloni su quel ramo d'albero scelto come porto verso il nulla. L'hanno pizzicata là dietro, frettolosa e ansimante, che stava scegliendo il vestito più bello da indossare. Tutti la pensavano sofferente e rassegnata sotto la Croce; pochi c'avre ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 08-04-2012)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 08-04-2012)
Pasqua di Risurrezione: Mi ami tu?
Gesù disse a Simon Pietro: - Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di questi altri? Simone disse: - Sì, Signore, tu sai che ti voglio bene. Gesù replicò: - Abbi cura dei miei agnelli! Poi gli disse una seconda volta: - Simone, figlio di Giovanni, mi ami davvero? Simone gli disse: - Sì, Sig ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 08-04-2012)
Vivi, vivaci, vitali, conviviali
Buona Pasqua a tutti voi. Vorrebbe essere un augurio profondo e non una frase fra le tante. Che non sia solo una frase ma che sia qualcosa che ci entri dentro e che cambi la nostra vita. Cos'è la Pasqua? Cronologicamente è oggi, domenica 8 aprile. Etimologicamente è una parola ebraica (pesah) che v ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 08-04-2012)
La nostra vocazione alla vita
A distanza di tanti secoli da quando si è storicamente realizzato, si celebra tutt'oggi un evento straordinario che ha caratterizzato la trasformazione del mondo. Non si tratta della riabilitazione di un cadavere, cosa che in effetti non costituisce una novità in certi casi neppure in tempi odierni; ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 08-04-2012)
Rompo il guscio e dico "Credo!"
Fra i ricordi più suggestivi della mia infanzia relativi alla Pasqua, c'è senza dubbio quello legato alle uova pasquali. Non mi riferisco certo alla dimensione commerciale e di marketing che il fenomeno ha assunto in questi anni, e che con la tradizionale benedizione del sabato santo ha ben poco a c ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 08-04-2012)
Il masso rotolato
Clicca qui per la vignetta della settimana "Chi ci rotolerà via il masso...?" È la domanda che apre il racconto della resurrezione secondo l'evangelista Marco. Mi sono fermato su questa domanda, cercando di vedere se in qualche modo risuona anche nella mia mente e nel cuore, e nella mente e nel ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 08-04-2012)
Commento su Gv 20,1-9
Maria di Magdala va al sepolcro quando è ancora buio. Aveva conosciuto la potenza di Gesù, ora ne avverte la drammatica assenza. Maria sembra essere l'immagine della Chiesa che vive la sua fede nel Risorto attorcigliata alla sensazione di averlo perso ed è spinta a cercarlo e a supplicarne la presen ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 08-04-2012)
Vide e credette
La pericope odierna è tutta incentrata sul tema della "tomba vuota". Essa, com'è noto, non è sufficiente a "dimostrare" la resurrezione di Gesù, non è una "prova" di essa; e tuttavia è un importante indizio, un "segno" per chi sa leggerlo correttamente. Giovanni, che ama esprimere attraverso sing ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 08-04-2012)
Video commento a Mc 16,1-7
...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 08-04-2012)
Il Cielo si apre di nuovo
Difficile affidare alle parole il Mistero da vivere in questa solennità di Pasqua, con la Resurrezione di Gesù. Dopo il peccato originale eravamo come esuli senza un domani. Solo Dio poteva come un autore senza limiti cancellare il male fatto e tornare a farci partecipi della Sua stessa Vita e del P ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 08-04-2012)
È vivo!
Pietro e Giovanni corrono nel silenzio della città ancora immersa nel sonno. I mercanti tirano fuori le mercanzie per la giornata dopo il sabato di riposo. Il sole si sta alzando e inonda di luce la pietra beige che riveste le abitazioni di Gerusalemme. Tra gli stretti vicoli della città, calpestand ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 08-04-2012)
Video commento a Gv 20, 1-9
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 08-04-2012)
Video commento a Gv 20, 1-9
...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 08-04-2012)
Mangiare e bere
Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni Inizia l'annuncio dell'apostolo Pietro a Cornelio ed i suo familiari: in poche parole raccoglie l'esperienza di Gesù e con Gesù. Come è avvenuto nella rilettura in chiave di fede di ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 08-04-2012)
Commento su Colossesi 3,1-2
Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra. Col 3,1-2 Come vivere questa Parola? "Il Signore è davvero risorto" canta la liturgia di questo giorno santo. Nella prima l ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 08-04-2012)
E' vivo!
Questo è l'annuncio della Pasqua: Gesù di Nazareth, il Crocifisso è vivo! Abbiamo camminato in questi quaranta giorni, vivificati dal desiderio della conversione e sostenuti dalla Parola che ha illuminato i nostri passi, per essere pronti ad accogliere questo annuncio: Gesù è vivo, il Crocifisso è ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 08-04-2012)
La tomba vuota
Nel vangelo di Pasqua l'attenzione va alla scoperta della tomba vuota, il primo segno della Resurrezione. Due dei personaggi che entrano in scena il primo giorno della settimana sono Maria di Magdala e Giovanni, il discepolo che Gesù amava: erano stati col Signore fino alla fine; lo avevano visto so ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 08-04-2012)
La speranza davanti a un bollettino di guerra
Dieci uomini in Italia detengono tanta ricchezza quanta ne hanno tre milioni d'altri. Migliaia di piccole imprese chiudono. Un giovane su tre è senza lavoro. Ci sono imprenditori e disoccupati che non sapendo come affrontare la situazione si tolgono la vita. Sempre più famiglie non arrivano con i co ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 08-04-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Massimo Cautero Una curiosità per la quale farei i salti mortali per soddisfarla, qualora fosse possibile, è quella di poter vedere, come una sorta di film, il sepolcro di Gesù la mattina di quella prima Pasqua! Ogni volta che mi trovo al Santo Sepolcro a Gerusa ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 08-04-2012)

Oggi è la Domenica in cui la Chiesa, cioè tutti noi cristiani, celebra la festa della Risurrezione di Gesù Cristo. E' la festa più completa, più grande per ogni cristiano. Tutte le altre domeniche dell'anno infatti, celebrano esattamente l'evento che ricordiamo e viviamo: Gesù è Risorto! Quali sono ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 08-04-2012)
E' giunta l'ora della luce!
TUTTO E' CONSUMATO! Anche la morte! Le braccia di Gesù inchiodate sulla Croce, rimarranno per sempre aperte per accogliere tutti i disperati, i perduti, i derelitti, i traditori, i fedeli e gli infedeli. Il Suo Cuore trafitto dalla lancia, non si chiuderà mai più, su nessuna miseria, angoscia e r ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 08-04-2012)
Il Signore e l'uomo contemporaneo
"Questo è il giorno che ha fatto il Signore: rallegriamoci ed esultiamo" (rit. del Salmo 117), perché "Dio lo ha risuscitato" (At 10,40) dai morti, e "chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati" (v.43). L'annuncio gioioso dei discepoli manifesta la realtà di un evento che ha trasformato il ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 08-04-2012)
Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò
Man mano che si cresce nella fede, cambia anche il processo della sua più perfetta acquisizione. Le donne giugno alla fede nella risurrezione per testimonianza orale dell'uomo dalla veste bianca. Esse entrano nel sepolcro, vedono quest'uomo con caratteristiche soprannaturali, celesti, ascoltano la s ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 08-04-2012)
Video commento a Gv 20, 1-9
...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 08-04-2012)
Commento su Atti 10,34a.37-43; Salmo 117; Colonnesi 3,1-4 opp Prima Corinzi 5, 6b-8; Giovanni 20, 1-9 opp Marco 16,1-8 (Luca 24,13-35)
E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che si manifestasse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi che abbiamo mangiato e bevu ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 07-04-2012)
Cristo è la Risurrezione e la vita
Maria di Magdala e­sce di casa quando è ancora notte, buio nel cielo e buio nel cuore. Non ha niente tra le mani, non porta aromi co­me le altre donne, ha sol­tanto il suo amore che si ri­bella all'assenza di Gesù: «amare è dire: tu non mori­rai!» (Gabriel Marcel). E vide che la pietra era sta­ta t ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 12-04-2009)

Correte, correte! Correte a vedere il miracolo, la tomba vuota, i segni dell'assenza del Maestro! correte, perché la fede è dinamica, veloce, perché l'amore mette le ali. Correte! Pietro e Giovanni corrono al sepolcro. Una corsa affannosa, mentre Gerusalemme è ancora avvolta nel sonno, e il sole, ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 12-04-2009)
Vincitore della morte
Tutto è consumato! Anche la morte! Le braccia di Gesù inchiodate sulla Croce, rimarranno per sempre aperte per accogliere tutti i disperati, tutti i perduti, gli assetati, i derelitti, i traditori, i fedeli e gli infedeli.Il suo cuore trafitto dalla lancia, non si chiuderà mai più, su nessuna miseri ...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 12-04-2009)
Video commento a Gv 20,1-9
...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google