LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 17 Agosto 2014 <

Venerdì 15 Agosto 2014

Sabato 16 Agosto 2014

Domenica 17 Agosto 2014

Lunedì 18 Agosto 2014

Martedì 19 Agosto 2014

Mercoledì 20 Agosto 2014

Giovedì 21 Agosto 2014

Venerdì 22 Agosto 2014

Sabato 23 Agosto 2014

Domenica 24 Agosto 2014


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
AO200 ;

Dio viene a noi, ma noi non sempre gli andiamo incontro. Si manifesta in molti modi diversi, ma non sempre viene riconosciuto e accolto dal suo popolo. A volte, tuttavia, viene accolto in luoghi e modi sorprendenti. Nel Vangelo di oggi, vediamo Gesù partire verso un luogo inatteso: la regione fra Tiro e Sidone, abitata da pagani. Il suo arrivo non passa inosservato: gli va incontro una donna cananea, qualcuno, dunque, che non apparteneva ad Israele.
La donna è spinta verso Gesù dai suoi bisogni, non dalla fede. Quali siano i suoi bisogni e quali quelli della figlia è chiaro, tanto più che la donna li esprime a gran voce, con una violenta insistenza: implora la pietà di Gesù, grida perché egli la aiuti e, soprattutto, non desiste. La donna, tuttavia, non esprime solo e soprattutto i propri bisogni: riconosce, infatti, Gesù come Signore, come figlio di Davide. Il suo grido di disperazione si purifica così diventando preghiera. Del resto, quando a Messa diciamo o cantiamo: “Signore, abbi pietà”, non ripetiamo, in un certo senso, le parole e la venerazione della donna cananea?

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
O Dio, nostra difesa,
contempla il volto del tuo Cristo.
Per me un giorno nel tuo tempio,
è più che mille altrove. (Sal 84,10-11)


Colletta
O Dio, che hai preparato beni invisibili
per coloro che ti amano,
infondi in noi la dolcezza del tuo amore,
perché, amandoti in ogni cosa e sopra ogni cosa,
otteniamo i beni da te promessi,
che superano ogni desiderio.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
O Padre, che nell’accondiscendenza del tuo Figlio
mite e umile di cuore
hai compiuto il disegno universale di salvezza,
rivestici dei suoi sentimenti,
perché rendiamo continua testimonianza
con le parole e con le opere
al tuo amore eterno e fedele.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Is 56,1.6-7
Condurrò gli stranieri sul mio monte santo.

Dal libro del profeta Isaìa

Così dice il Signore:
«Osservate il diritto e praticate la giustizia,
perché la mia salvezza sta per venire,
la mia giustizia sta per rivelarsi.
Gli stranieri, che hanno aderito al Signore per servirlo
e per amare il nome del Signore,
e per essere suoi servi,
quanti si guardano dal profanare il sabato
e restano fermi nella mia alleanza,
li condurrò sul mio monte santo
e li colmerò di gioia nella mia casa di preghiera.
I loro olocausti e i loro sacrifici
saranno graditi sul mio altare,
perché la mia casa si chiamerà
casa di preghiera per tutti i popoli».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 66

Popoli tutti, lodate il Signore.

Dio abbia pietà di noi e ci benedica,
su di noi faccia splendere il suo volto;
perché si conosca sulla terra la tua via,
la tua salvezza fra tutte le genti.

Gioiscano le nazioni e si rallegrino,
perché tu giudichi i popoli con rettitudine,
governi le nazioni sulla terra.

Ti lodino i popoli, o Dio,
ti lodino i popoli tutti.
Ci benedica Dio e lo temano
tutti i confini della terra.

>

Seconda lettura

Rm 11,13-15.29-32
I doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili per Israele.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, a voi, genti, ecco che cosa dico: come apostolo delle genti, io faccio onore al mio ministero, nella speranza di suscitare la gelosia di quelli del mio sangue e di salvarne alcuni. Se infatti il loro essere rifiutati è stata una riconciliazione del mondo, che cosa sarà la loro riammissione se non una vita dai morti?
Infatti i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili!
Come voi un tempo siete stati disobbedienti a Dio e ora avete ottenuto misericordia a motivo della loro disobbedienza, così anch’essi ora sono diventati disobbedienti a motivo della misericordia da voi ricevuta, perché anch’essi ottengano misericordia.
Dio infatti ha rinchiuso tutti nella disobbedienza, per essere misericordioso verso tutti!

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 4,23)
Alleluia, alleluia.
Gesù annunciava il vangelo del Regno
e guariva ogni sorta di infermità nel popolo.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 15,21-28
Donna, grande è la tua fede!


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, partito di là, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Ma egli non le rivolse neppure una parola.
Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e lo implorarono: «Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!». Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele».
Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami!». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». «È vero, Signore – disse la donna –, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni».
Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
La donna cananea ci ha insegnato, fratelli e sorelle, a pregare con convinzione e senza stancarci. Chiediamo al Signore di ascoltarci e di donarci ciò di cui abbiamo bisogno. Preghiamo dicendo: Ascoltaci Signore.

1. Perché la Chiesa, corrispondendo al suo Signore che vuole la salvezza per tutti gli uomini, si ponga in atteggiamento di dialogo con ogni uomo, senza pregiudizi ed irrigidimenti irrispettosi della dignità di ciascuno. Preghiamo.
2. Perché le diverse confessioni cristiane trovino il coraggio dell’unità, evidenziando ciò che unisce piuttosto che ciò che divide. Preghiamo.
3. Perché i governanti si impegnino a combattere la miseria e la povertà, occupandosi specialmente delle persone più bisognose. Preghiamo.
4. Perché i missionari, che vivono tra popoli e religioni diverse, siano rispettosi delle varie culture, ma anche testimoni di una fede autentica. Preghiamo.
5. Perché nella nostra comunità non si diffondano la mormorazione ed il giudizio, ma l’apertura e l’accoglienza verso tutti, anche verso coloro che hanno uno stile di vita e valori lontani dai nostri. Preghiamo.

Padre santo, benedici i tuoi figli adottivi, fai splendere il tuo volto nella nostra vita ed esaudisci le nostre preghiere, perché il mondo conosca la tua potenza e la tua bontà. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Accogli i nostri doni, Signore,
in questo misterioso incontro
tra la nostra povertà e la tua grandezza:
noi ti offriamo le cose che ci hai dato,
e tu donaci in cambio te stesso.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
Presso il Signore è la misericordia,
e grande presso di lui la redenzione. (Sal 130,7)

Oppure:
“Donna, grande è la tua fede!
Ti sia fatto come desideri” disse Gesù. (Mt 15,28)


Preghiera dopo la comunione
O Dio, che in questo sacramento
ci hai fatti partecipi della vita del Cristo,
trasformaci a immagine del tuo Figlio,
perché diventiamo coeredi della sua gloria nel cielo.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

don Claudio Doglio     (Omelia del 17-08-2014)
Video commento a Matteo 15,21-28
...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 17-08-2014)
Video commento su Mt 15,21-28
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 17-08-2014)
Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!
La donna ha diritto di essere esaudita da Gesù. È Lui il vero, il santo, il nuovo tempio di Dio. A questo nuovo santo tempio di Dio hanno diritto di accedere sia i figli di Abramo che ogni altro uomo che vive sulla nostra terra. Questo diritto all'esaudimento è chiesto da Salomone al Signore nella s ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 17-08-2014)
Audio commento alla liturgia
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 17-08-2014)
Commento su Rm 11,13-15.29-32
Collocazione del brano Con questo brano e con quello che leggeremo domenica prossima hanno termine i capitoli 9-11, che Paolo ha dedicato alla situazione di Israele. Domenica scorsa avevamo letto l'inizio di questo discorso. Paolo si diceva sinceramente afflitto per la situazione del suo popolo che ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 17-08-2014)
Commento su Mt 15,21-28
Collocazione del brano Dopo aver camminato sulle acque Gesù approda a Genezaret, e compie molte guarigioni (Mt 14,34-36). Vi è poi una controversia tra Gesù e i farisei riguardante il fatto che i discepoli prendevano il pane senza prima essersi lavate le mani. Gesù risolve il problema ricordando ai ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 17-08-2014)
Tutti disobbedienti, ma salvati per misericordia
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 17-08-2014)
Donna, davvero grande è la tua fede
È davvero commovente l'episodio dell'incontro della donna cananea con Gesù, che Matteo ha voluto - tra i tanti - ricordare e proporre a tutti noi, perché quella donna ha avuto una fede che è una vera lezione per tutti, sempre. (Mt. 15, 21-28) Ammiriamo innanzitutto l'umiltà e fiducia con cui si riv ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 17-08-2014)
Ruminare i Salmi - Salmo 67,4 e 6 (XX domenica del tempo ordinario, anno A)
Ruminare i Salmi - Salmo 67 (Vulgata / liturgia 66),4 e 6 (XX domenica del tempo ordinario, anno A) CEI Ti lodino i popoli, o Dio, ti lodino i popoli tutti. Romani 11,32 Dio ha rinchiuso tutti nella disobbedienza, per essere misericordioso verso tutti! Matteo 15,28 Allora Gesù le replicò: «D ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 17-08-2014)
La fede e la salvezza dei popoli
Quanto compie Gesù ed è raccontato nel testo del vangelo di oggi, esprime due grandi realtà: il miracolo della guarigione di una bambina, miracolo meritato dalla fede grande della mamma e la presentazione del progetto di Dio che vuole la salvezza di tutti i popoli, perché tutti gli uomini sono suoi ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 17-08-2014)
Stranieri... chi?
Mi pare che il tema della Liturgia della Parola di oggi non lasci spazio a dubbi: si parla dello straniero. La prima lettura, tratta dal libro del profeta Isaia, parla della salvezza offerta a tutti i popoli, anche a coloro che non appartengono alla casa d'Israele; Paolo nella seconda lettura sottol ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 17-08-2014)
La guarigione di una figlia attraverso il cambiamento della madre
Lunedì - Bisogna accettare di avere dei limiti Dopo l'attraversata del lago di Genezareth (14,34) Gesù si sposta in territorio pagano. Possiamo pensare che Gesù si sposti verso un luogo dove non è tanto conosciuto. Così si può riposare, può starsene tranquillo, può essere uno "qualunque", può rec ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 17-08-2014)
La donna cananea che «cambia» Gesù
La straniera delle briciole, uno dei perso­naggi più simpatici del Vangelo, mette in scena lo strumento più potente per cam­biare la vita: non idee e nozioni, ma l'incontro. Se noi cambiamo poco, nel corso dell'esisten­za, è perché non sappiamo più incontrare o in­contriamo male, senza accogliere il ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 17-08-2014)
Oltre i confini
Tiro e Sidòne Due città al nord, in terra pagana, oltre il confine della Palestina. Viviamo in una complesso intrigo di confini, alcuni fisici come un fiume da attraversare o un semplice scalino per chi è su una sedia a rotelle, alcuni sono naturali come l'alterità (io non sono te e tu non sei me) ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 17-08-2014)

Nella concezione ebraica vi era l'idea diffusa che la salvezza era riservata a coloro che erano Ebrei per il resto del mondo non era possibile. A contatto con i Babilonesi che li avevano deportati, ma avevano riservato un trattamento buono mettendoli anche in posti di prestigio gli Ebrei stessi comp ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 17-08-2014)
La con-versione di Gesù
Non c'è dubbio: il modo di comportarsi di Gesù, davanti a questa donna Cananéa, è davvero strano. Per chi ha in testa l'immagine di un Messia dolce e accomodante con tutti, si ha quasi l'impressione di ricevere un pugno nello stomaco. Per qualcuno, questo Gesù risulta addirittura irritante. E sembra ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 17-08-2014)
Gesù va all'estero
"Partito di là, si diresse verso le parti di Tiro e Sidone". Gesù va dunque all'estero: l'area siro-fenicia, secondo la mentalità giudaica consolidata dell'epoca, era considerata zona straniera. In base a canoni socio-culturali ben precisi, i Cananei venivano considerati pagani, cioè non appartenent ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 17-08-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Massimo Cautero "Una fede grande: cuore della preghiera!" Leggendo e rileggendo le letture di questa domenica non potevo fare a meno di pensare a due domande: 1) Quando una fede può dirsi grande o piccola; 2) quanto la preghiera esprime la nostra ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 17-08-2014)
La grandezza della fede
La grandezza della fede di cui parla Gesù nel vangelo di questa domenica XX del tempo ordinario, nel quale ci viene presentata una mamma, di origine cananea, che chiede con insistenza a Gesù di salvare la sua figlia, posseduta dal demonio, non la si può misurare con metri umani e matematici o statis ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 17-08-2014)
Gesù "all'estero" premia la fede
Domenica scorsa il vangelo parlava tra l'altro della (scarsa) fede di Pietro. Venerdì, solennità dell'Assunta, è stata una giornata di preghiera per i cristiani di tutto il mondo, con particolare riguardo all'Iraq, perseguitati a motivo della loro fede. E della fede parla anche il vangelo di oggi (M ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 17-08-2014)
Sulla Tua Parola - Mt 15,21-28
...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 17-08-2014)
Commento su Matteo 15,21-28
Ancora un monito forte e chiaro del Messia a cercare nella fede quell'energia che ancora ci manca, per affrontare i piccoli/grandi drammi della vita. Quest'oggi il Vangelo presenta la fede di una donna pagana, cioè non ebrea. La narrazione si distingue per il dinamismo a dir poco singolare: in poche ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 17-08-2014)
Una povera donna è capace di soteriologia...
Una povera donna in cerca di aiuto indovina il mistero della salvezza universale di Dio, concependo con una sola frase come destinatari della salvezza siano davvero tutti i popoli. E' infatti la fede di questa sfortunata persona, che si accosta supplichevole a Gesù, a rivelare a tutto che l'amore di ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 17-08-2014)

È sempre salvifico l'incontro di Gesù col nostro cuore malato. Quello con la cananea allarga il dramma e la necessità di ricevere aiuto a tutta l'umanità; una tragedia dalla quale solo Dio può scamparci. Gesù resiste con durezza alla richiesta di questa donna straniera: "Non le rivolse neppure un ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 17-08-2014)
Commento su Mt 15,21-28
Il vangelo ci offre oggi un racconto straordinario. Ogni suo momento è sorprendente se ne sappiamo cogliere la forza. La narrazione si apre con un commovente esempio di preghiera: una donna si affida a Gesù senz'altro titolo all'infuori della sua sofferenza. E' una invocazione accorata, che nasce da ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 15-08-2014)
Video commento su Mt 15,21-28
...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 14-08-2011)
Donna, grande è la tua fede!
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 14-08-2011)
La fede di una donna pagana
L'episodio dell'incontro della donna cananea con Gesù è straordinario. Una madre, non ebrea, indica a Gesù quello che deve fare per essere "di" e "per" tutti. L'amore di questa donna per la sua bambina la fa tanto forte da sfidare anche l'opinione del figlio di Davide, dell'inviato di Dio. La ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 14-08-2011)
Estraneità
Tiro e Sidone sono città pagane già nominate in precedenza in contrapposizione ai villaggi sul lago di Galilea: "Guai a te, Corazìn! Guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidone fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a voi, già da tempo esse... si sarebbero convertite. Ebbene, io ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 14-08-2011)
Da sotto il tavolo
Tiro e Sidone sono al nord oltre la Palestina: è terra straniera, pagana. Gesù va "verso", ma non la raggiunge. Si trova in quella "Galilea delle genti", crocevia di strade dove ogni mescolanza è possibile, dove è più facile trovare le «pecore perdute della casa d'Israele». Questa donna appartien ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 14-08-2011)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 14-08-2011)
Storia di una donna accovacciata
Una legge vecchia, come il mondo ch'è costretta a sostenere: il maschile - fosse pure quello di Dio - di fronte al femminile sbanda completamente. Sarà forse per quella forza tutta femmina ch'è destinata a sostenere da sola le risse del mondo e a spiegare agli uomini le loro leggi: di certo è che da ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 14-08-2011)
Gesù impara dal cuore di una madre
Il Signore Gesù impara dal cuore di una madre e arriva al cuore del Padre! Si lascia interpellare dalla sua situazione concreta, piega lo sguardo e il cuore su di lei. E si lascia commuovere: "Davvero grande è la tua fede!". E la esaudisce nella richiesta fatta. Ora, l'esempio di questa donna, di c ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 14-08-2011)
Legami d'amore e di giustizia
Dopo l'attraversata del lago di Genezareth (14,34) Gesù si sposta in territorio pagano. Possiamo pensare che Gesù si sposti verso un luogo dove non è tanto conosciuto. Così si può riposare, può starsene tranquillo, può essere uno "qualunque", può recuperare forze ed energie. Anche Gesù aveva i suoi ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 14-08-2011)
La conversione di Gesù
Questa domenica la liturgia ci invita a riflettere sull'incontro tra Gesù e la donna Cananea che abitava in un luogo considerato già impuro. Dopo una breve introduzione, il momento centrale consiste nel dialogo tra Gesù e la donna. La donna prende l'iniziativa e supplica Gesù di salvare sua figlia ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 14-08-2011)
Il tuo amore è per tutti i popoli
La Parola di Dio oggi mi porta fare due sottolineature. Prima: l'amore di Dio è per tutti i popoli; seconda: ciascuno di noi può affidarsi al Signore in ogni necessità con tutta la fede del suo cuore. L'amore di Dio è per tutti i popoli. Il testo di Isaia, già nell'Antico Testamento, è di grande ap ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 14-08-2011)
Video commento a Mt 15, 21-28
...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 14-08-2011)
Se anche Dio "si converte"
È inusuale imbattersi in un Gesù scontroso tra le pagine del Vangelo. È addirittura improbabile avere a che fare con un Gesù sordo alle richieste e alle suppliche di chi si rivolge a lui per una necessità. Per questo, il triplice rifiuto da parte del Maestro di ascoltare la supplica di una povera do ...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 14-08-2011)
Video commento a Mt 15, 21-28
...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 14-08-2011)
La grande fede della donna delle briciole
Gesù, uomo di incontri. Incontri che trasformano. E la svolta avviene attorno all'immagine dei cagnolini e delle briciole. Gesù dapprima si sottrae: Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini. Nella mentalità comune dei giudei i pagani erano considerati cani. E poi la risposta ge ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 14-08-2011)
Avvenga per te come desideri
La fede, quando arde in noi ed è ben alimentata dalla preghiera, è come una luminosissima lampada che ci consente di immergerci nella luce stessa di Dio. Fa nascere in noi la fiducia incondizionata, la certezza che l'amore di Dio viene riversato nei nostri cuori in abbondanza. Siamo certi che quello ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 14-08-2011)

Il vangelo di oggi comincia come finiva quello di domenica scorsa, quando Pietro che sta affondando nel mare grida: "Signore, salvami!". Oggi è una madre disperata che grida e chiede aiuto per la figlia malata. Grida tanto da intenerire o infastidire i discepoli che intercedono per lei presso Gesù. ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 14-08-2011)
Video commento a Mt 15, 21-28
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 14-08-2011)
Cani e guru
Lo straniero ci inquieta, ci scomoda, ci preoccupa, ci inquieta. Ogni straniero. Ha abitudini diverse dalla nostra, parla una lingua incomprensibile, non conosciamo la sua cultura, le sue abitudini. Certo: il concetto di "straniero", oggi, è decisamente cambiato. Dalle mie parti, fino al dopoguer ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 14-08-2011)
Video commento a Mt 15, 21-28
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 14-08-2011)
Gesù va all'estero
"Partito di là, si diresse verso le parti di Tiro e Sidone". Gesù va dunque all'estero: l'area siro-fenicia, secondo la mentalità giudaica consolidata dell'epoca, era considerata zona straniera. In base a canoni socio-culturali ben precisi, i Cananei venivano considerati pagani, cioè non appartenent ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 14-08-2011)
La salvezza è per tutti
I testi proposti nella XX domenica del Tempo Ordinario calzano a pennello con l'attuale momento di difficoltà socio-economico e di integrazione sociale multietnica. Nazioni che nei primi anni del '900 erano a forte connotazione di "emigrazione" si trovano ad affrontare oggi una inversione di tale co ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 14-08-2011)
Una donna e per di più straniera
Una donna, e per di più straniera, è co-protagonista del vangelo di oggi (Matteo 15,21-28). Il fatto è di per sé notevole, se si considera da un lato quanto fosse marginale il ruolo sociale della donna nel mondo antico, e dall'altro la concezione fortemente nazionalistica degli ebrei, i quali ritene ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 14-08-2011)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Benoni Ambarus Un Gesù che tuona e fulmina contro i farisei e la loro falsa religione senza un cuore, che scaccia i venditori dal Tempio perché hanno stravolto il significato della casa di Dio, lo incontriamo e lo ascoltiamo, talvolta anche volentieri. Tanto in q ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 14-08-2011)
Commento su Mt 15,21-28
Per guarire il cuore malato dell'uomo ci vuole la parola di Dio che è zuppa di salvezza. L'incontro tra Gesù e la mamma siro-fenicia aggiunge che tutti possono scampare e guarire, senza distinzione, pagani compresi. I Cananei adoravano i Baal e le Asherah e proprio una cananea ad urlare il suo bisog ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 14-08-2011)
Donna, davvero grande è la tua fede!
Il vangelo secondo Matteo è nato come catechesi postbattesimale per i neoconvertiti provenienti dal giudaismo e anche nel brano odierno è agevole cogliere i tre temi principali oggetto dell'insegnamento dell'evangelista: la fede, la preghiera, l'apertura universalistica. Gesù, dopo una controvers ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 14-08-2011)
La pedagogia della salvezza
Il Vangelo di questa Domenica narra la grande fede di una donna pagana, a cui Gesù guarisce la figlia tormentata da un demonio (Mt 15,22). San Matteo riferisce che il Maestro "si ritirò" (v.21), cioè si diresse verso Tiro e Sidone. Una donna cananea, molto probabilmente greca o della fenicia, va in ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 14-08-2011)
Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!
Cristo Gesù è dell'uomo, perché è il dono che Dio ha fatto all'umanità, per la sua salvezza, redenzione, giustificazione, guarigione del suo corpo, della sua anima, del suo spirito: "In verità, in verità io ti dico: noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo ciò che abbiamo veduto; ma voi non a ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 14-08-2011)
Unico comune denominatore: la fede e la coerenza
Tutti i popoli sono destinatari dell'annuncio di salvezza che viene identificato con la Buona Notizia del Regno, che nel Nuovo Testamento coincide con il Vangelo e per ciò stesso con il Cristo Risorto. A tutti è rivolto infatti il monito alla redenzione e alla conversione in conseguenza del fatto de ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 14-08-2011)
Video commento a Mt 15, 21-28
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17-08-2008)

Ci sono modi di avvicinarci a Dio che, in realtà, ci allontanano da noi stessi. La Cananea del Vangelo di oggi vuole un miracolo dal guru di passaggio e mette in scena la sceneggiata sacra. Ma Gesù la riconduce a verità. E a sé. La cananea si avvicina a Gesù sbraitando, invocando una guarigone: n ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 17-08-2008)
Oltre il silenzio
"In quel tempo, Gesù partito di là, si diresse verso le parti di Tiro e Sidone". Gesù era dunque sempre in movimento, instancabile nell'annunciare la Buona Novella. Di giorno, capitava che, assieme agli apostoli, non avesse neppure il tempo di mangiare, tanta era la folla che accorreva per ascoltare ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 17-08-2008)
L'umiltà della fede
La fede deve superare le barriere, senza infrangerle. E' l'esempio che ci viene dato dalla donna cananea. Essa supera le barriere attraverso l'umiltà, quasi passando sotto di esse. Anche per noi questo atteggiamento è importante e efficace. Saper fare tutto quello che si vuole, è facile, ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 17-08-2008)
Signore, aiutami!
Quale gioia nel ritorno a casa! Trovare la figlia guarita completamente. Un incontro indimenticabile, scritto nella vita di una persona. Quante pagine di scritture sacre sfogliamo giorno dopo giorno, e non ce ne rendiamo conto! è ai confini della nostra terra, in terra straniera, che possiamo ritrov ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 17-08-2008)

"Dio ha preparato beni invisibili per coloro che lo amano", ce lo ha detto la preghiera prima delle letture, ma spesso noi siamo oppressi da necessità materiali che lasciano poco spazio alla dimensione dello spirito. Senz'altro questa, almeno inizialmente, fu la disposizione d'animo della donna Can ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 17-08-2008)
La lezione di una fede "pagana"
Il filo logico che attraversa la liturgia della Parola di questa domenica è il problema dell'apertura missionaria ai popoli pagani. Sia il profeta Isaia sia l'evangelista Matteo dicono dell'offerta di salvezza riservata a quelle genti che non fanno parte dell'antico popolo dell'alleanza. L'indicazio ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 17-08-2008)
Un Vangelo per tutti
E' un episodio importante quello che la liturgia di questa domenica ci propone, importante perché svolge almeno due temi: quello delle fede (nel quale Pietro ci ha già introdotto domenica scorsa) e quello dell'universalismo, che sento particolarmente serio per noi, che spesso siamo tentati di rinchi ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 17-08-2008)
Il Signore è il nostro aiuto
Celebriamo oggi la XX domenica del tempo ordinario dell'anno liturgico e la parola di Dio nel Vangelo ci presenta la figura della donna cananea che chiede a Gesù di guarire la sua figlia affetta da possessione diabolica. E' uno dei testi più significativi del Vangelo per una pluralità di messaggi ch ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 17-08-2008)
"Donna, davvero grande è la tua fede"
L'episodio della donna Cananea, che si rivolge a Gesù per ottenere la guarigione di sua figlia, 'crudelmente tentata dal demonio', offre l'occasione di riflettere insieme sul tema che rischia di degenerare la civiltà dell'amore che, per noi cristiani, è il cuore della fede. Tiene banco nell'opinion ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 17-08-2008)
Amore di mamma!
Gesù si concede una capatina all'estero, in territorio pagano. Si ritira, (anacoreta), bisognoso di silenzio e solitudine. Chissà che accoglienza riceverà dagli indigeni del luogo?! Intanto sembra prediligere la visione dei suoi connazionali, quella del privilegio della sua razza, che sola si cr ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 17-08-2008)
Grande è la tua fede!
Ancora risuonano le parole sferzanti di Gesù indirizzate a Pietro nel brano di Vangelo della scorsa settimana: "Uomo di poca fede, perché hai dubitato?" e oggi la liturgia ci propone un nuovo passo di Matteo dove il Rabbì di Nazareth si rivolge ad una donna straniera elogiandola per la sua "grande f ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 17-08-2008)
L'unico Dio è il Dio di tutti
Noi uomini siamo tentati di pensare, con una punta di meschina e falsa religiosità, mista a gelosia, che il Dio che noi conosciamo e adoriamo nella fede, sia il nostro Dio e non possa e non debba appartenere ad altri. Esigiamo una specie di esclusiva e non ammettiamo intrusi ed interferenze. In ques ...
(continua)
mons. Ilvo Corniglia     (Omelia del 17-08-2008)

Il brano presenta Gesù che, durante la sua predicazione itinerante, esce dai confini della Terra Santa e si dirige "verso le parti di Tiro e di Sidone". Queste due città, poste sul litorale della Fenicia, una regione a nord della Palestina, simboleggiano spesso nella Bibbia i popoli pagani. Lo sconf ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 17-08-2008)
Nella Cananea la fede degli esclusi
Pochi personaggi del Vangelo sono simpatici come questa donna, una madre straniera che non si arrende ai silenzi di Ges, ma intuisce sotto il suo rifiuto l'impazienza di dire sì. Una madre pagana, che non conosce Jahvè, che adora Baal e Astarte,­ dichiarata donna di grande fede. E non è per la pers ...
(continua)
padre Raniero Cantalamessa     (Omelia del 17-08-2008)
Una donna Cananea si mise a gridare
Se Gesù avesse ascoltata la donna Cananea alla prima richiesta, tutto quello che essa avrebbe conseguito sarebbe stata la liberazione della figlia. La vita sarebbe trascorsa con qualche fastidio in meno. Ma tutto sarebbe finito lì e alla fine madre e figlia sarebbero morte senza lasciare traccia di ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 17-08-2008)
Gesù maleducato
Un'estate decisamente fiacca. Le lamentele dei commercianti, questa volta, non sono scaramantiche: sono proprio reali. Qualcuno degli albergatori azzarda e parla di un calo di presenze del 50%. Si sente la crisi, eccome, e la prima cosa che si taglia è sul superfluo: quindi meno giorni di vacanza. ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 17-08-2008)
Fuori dal popolo eletto
Pensando all'ambito della vita terrena di Gesù, lo si considera giustamente legato al mondo ebraico, e non solo sotto il profilo religioso-culturale. Anche sotto quello territoriale, egli si è mosso sempre tra la Galilea, la Samaria e la Giudea, in quella cioè che fu la terra promessa in cui si stan ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 17-08-2008)

Nella nostra vita non tutte le persone sono uguali, ce ne sono alcune alle quali siamo più affezionati, dalle quali ci aspettiamo molto e, proprio per questo, abbiamo a volte cose da rimproverare loro, piccoli risentimenti che non proviamo di certo nei confronti di persone che ci sono indifferenti. ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 17-08-2008)
Ti sia fatto come desideri
Il vangelo racconta di una madre che è in ansia per la sorte della figlia. Il vangelo racconta spesso di ragazzi che devono diventare uomini o donne e che sono bloccati, posseduti o morti (Mt 15,21-28; Mc 5,35-43; 9,14-27; Lc 7,11-17). In tutti questi racconti si vede l'ansia, la preoccupazione e ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 17-08-2008)
Nessuno è escluso dal Vangelo della Vita
Riflessioni Nessuno è lontano, né tanto meno è escluso, dal cuore di Dio. Il tema centrale delle quattro letture bibliche di questa domenica è la salvezza che Dio offre liberamente, senza esclusioni, ad ogni persona, a tutti i popoli. Questa affermazione, che per noi, oggi, è chiara e fuori discuss ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 17-08-2008)
Una casa per tutti i popoli
Con il capitolo 56 comincia la terza parte del libro di Isaia ("Terzo Isaia"), risalente al postesilio. La sezione si apre con un invito alla conversione, a disporsi all'accoglienza di una nuova rivelazione della salvezza di Dio che si approssima. Qui "giustizia di Dio" diviene sinonimo di salvezza ...
(continua)
don Stefano Varnavà     (Omelia del 17-08-2008)

Primo insegnamento: Il Signore non esaudisce una persona perché è brava e l'altra no perché cattiva. Il Signore esaudisce chiunque: sia la persona più onesta, sia il peccatore più incallito. Nel cristianesimo c'è la tendenza di far dipendere la celebrazione della Messa e le preghiere dalla santit ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 17-08-2008)
Nè stranieri nè ospiti
Era una donna cananea 1. La stagione sociale che stiamo vivendo è profondamente caratterizzata, tra l'altro, dall'esperienza dell'emigrazione di massa. Anche l'Italia è diventata un paese di immigrazione, dopo che, per tanti anni, abbiamo conosciuto anche noi il fenomeno dell'emigrazione. L'incon ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 17-08-2008)

La salvezza è questione di fede. Il Vangelo di oggi lo mostra senza alcun dubbio. Come il centurione pagano che si rivolge a Gesù perché guarisca il suo servo, anche la donna Cananea, appartenente al popolo più odiato dagli Ebrei e abitante la zona di Tiro e Sidone (notoriamente materialista e vizio ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 17-08-2008)
Il Cristo consapevole inconsapevolmente annunciato
Discriminazione nei miracoli di Gesù? Affermata parzialità nella salvezza che Dio realizza nel suo Figlio? A giudicare dalle prime reazioni di Gesù alla richiesta umile e semplice di una donna che implora il suo intervento a favore della propria figlioletta, si direbbe che davvero Gesù adoperi delle ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 17-08-2008)

«Uomo di poca fede, perché hai dubitato?»; son queste le parole che Gesù rivolge a Pietro, il quale, dopo aver chiesto al Signore di poter camminare sulle acque, teme di affondare. Il discepolo che, assieme a Giacomo e Giovanni, era tra i più vicini al Maestro, e con loro era stato testimone dei pr ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 17-08-2008)

Le letture che la liturgia di oggi ci propone, sono incentrate sulla fede che coinvolge anche lo straniero, cioè chi non fa parte del popolo di Israele. Nella prima lettura il profeta Isaia, lancia un messaggio sconvolgente per il popolo di Israele: "il tempio di Dio sarà casa di preghiera per tutt ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 15-08-2008)
Sarà sempre come ciò che hai dentro
Dopo l'attraversata del lago di Genezareth (14,34) Gesù si sposta in territorio pagano. Possiamo pensare che Gesù si sposti verso un luogo dove non è molto conosciuto. Così si può riposare, può starsene tranquillo, può essere uno "qualunque", può recuperare forze ed energie. Anche Gesù aveva i suoi ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google