LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 22 Gennaio 2012 <

Venerdì 20 Gennaio 2012

Sabato 21 Gennaio 2012

Domenica 22 Gennaio 2012

Lunedì 23 Gennaio 2012

Martedì 24 Gennaio 2012

Mercoledì 25 Gennaio 2012

Giovedì 26 Gennaio 2012

Venerdì 27 Gennaio 2012

Sabato 28 Gennaio 2012

Domenica 29 Gennaio 2012


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
BO030 ;

Nel Vangelo di Marco è la prima predica di Gesù.
È brevissima, ma offre una sintesi felicissima dei temi fondamentali di tutta la sua predicazione: il compimento del tempo, il regno di Dio, la conversione, la fede al vangelo. Poi vi è la chiamata dei primi discepoli: è il paradigma concreto di ogni sequela.
Ci sono due indicativi teologici che sono la ragione dei due successivi imperativi antropologici: è suonata l’ora messianica, l’attesa è finita poiché il regno di Dio si è fatto vicino, è ormai presente nella storia, perciò non è più possibile rimandare la decisione, occorre convertirsi, cambiare cioè la testa e la direzione del cammino passando a credere al vangelo.
Conversione e fede non sono due azioni che si succedono, ma due momenti del medesimo movimento: quello negativo del distacco, quello positivo di fondare la vita sul vangelo, cioè credere, mettendosi a seguire Gesù, appunto come Simone e Andrea, Giacomo e Giovanni.
Vangelo è il termine greco che significa lieta notizia nuova, e una bella notizia evidentemente porta gioia. Il regno di Dio è l’espressione riassuntiva di tutta la gioia. Gesù è questo regno arrivato: la gioia è qui a portata di mano. Chi decide di seguire Gesù è sicuro di arrivarci anche lui.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore da tutta la terra;
splendore e maestà dinanzi a lui,
potenza e bellezza nel suo santuario. (Sal 96,1.6)


Colletta
Dio onnipotente ed eterno,
guida i nostri atti secondo la tua volontà,
perché nel nome del tuo diletto Figlio
portiamo frutti generosi di opere buone.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
O Padre, che nel tuo Figlio
ci hai dato la pienezza della tua parola e del tuo dono,
fa’ che sentiamo l’urgenza di convertirci a te
e di aderire con tutta l’anima al Vangelo,
perché la nostra vita
annunzi anche ai dubbiosi e ai lontani
l’unico Salvatore, Gesù Cristo.
Egli è Dio, e vive e regna con te...

>

Prima lettura

Gio 3,1-5.10
I Niniviti si convertirono dalla loro condotta malvagia.

Dal libro del profeta Giona

Fu rivolta a Giona questa parola del Signore: «Àlzati, va’ a Nìnive, la grande città, e annuncia loro quanto ti dico». Giona si alzò e andò a Nìnive secondo la parola del Signore.
Nìnive era una città molto grande, larga tre giornate di cammino. Giona cominciò a percorrere la città per un giorno di cammino e predicava: «Ancora quaranta giorni e Nìnive sarà distrutta».
I cittadini di Nìnive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, grandi e piccoli.
Dio vide le loro opere, che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia, e Dio si ravvide riguardo al male che aveva minacciato di fare loro e non lo fece.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 24

Fammi conoscere, Signore, le tue vie.

Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.

Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore, che è da sempre.
Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via.

>

Seconda lettura

1Cor 7,29-31
Passa la figura di questo mondo.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Questo vi dico, fratelli: il tempo si è fatto breve; d’ora innanzi, quelli che hanno moglie, vivano come se non l’avessero; quelli che piangono, come se non piangessero; quelli che gioiscono, come se non gioissero; quelli che comprano, come se non possedessero; quelli che usano i beni del mondo, come se non li usassero pienamente: passa infatti la figura di questo mondo!

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mc 1, 15)
Alleluia, alleluia.
Il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete nel Vangelo.
Alleluia.

>

Vangelo

Mc 1,14-20
Convertitevi e credete al Vangelo.


+ Dal Vangelo secondo Marco

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Fratelli e sorelle, il Signore è luce e salvezza per la nostra vita. Per l'intercessione di san Paolo, rivolgiamogli in comunione di fede le nostre suppliche.
Lo invochiamo dicendo: Padre, converti i nostri cuori!

1. Perché possiamo accogliere con docilità la Parola di Cristo tuo Figlio.
2. Perché nel mondo trionfi il bene sul male.
3. Perché gli uomini accolgano il messaggio di pace del Vangelo.
4. Perché le Chiese cristiane sappiano superare le divisioni ancora presenti.
5. Perché nelle famiglie si superino le fratture, attraverso una disponibilità al perdono reciproco.
6. Perché tutti i cristiani rispondano con docilità e prontezza alla propria vocazione.

O Dio, Padre di ogni uomo, giuda i nostri passi con la luce della tua Parola, e fa' che, uniti nel vincolo del tuo amore, accogliamo il tuo invito alla conversione e alla concordia. Per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Accogli i nostri doni, Padre misericordioso,
e consacrali con la potenza del tuo Spirito,
perché diventino per noi sacramento di salvezza.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
Guardate al Signore e sarete raggianti,
e il vostro volto non sarà confuso. (Sal 34,6)

Oppure:
“Io sono la luce del mondo”,
dice il Signore; “chi segue me,
non cammina nelle tenebre,
ma avrà la luce della vita”. (Gv 8,12)

Oppure:
“Il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete al Vangelo”. (Mc 1,15)


Preghiera dopo la comunione
O Dio, che in questi santi misteri
ci hai nutriti col corpo e sangue del tuo Figlio,
fa’ che ci rallegriamo sempre del tuo dono,
sorgente inesauribile di vita nuova.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

fr. Massimo Rossi     (Omelia del 25-01-2015)

Non me ne vogliano i ?puristi' della liturgia, i quali sanno bene che il prete non deve approfittare della predica per fare catechesi, o esegesi biblica... Tuttavia, concedetemelo almeno oggi, io approfitto e spendo tempo e parole per presentare, in sintesi, il libro e la persona di Giona. Dunque: ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 25-01-2015)
Video commento su Mc 1,14-20
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 25-01-2015)
Finalmente oggi una bella notizia
Due motivi di riflessione spiccano in questa domenica. Primo: nel giorno in cui si ricorda la chiamata dell'apostolo Paolo sulla via di Damasco, si conclude la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani; nella preghiera comune trovano ulteriore motivo di unità tra loro, cattolici, ortodossi, v ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-01-2012)
Commento su Marco 1,14-20
Ges?inizia il suo ministero quando sarebbe stato prudente smetterlo, inizia la sua missione in pieno clima di persecuzione verso i profeti, cos?simile al nostro, cos?come Giona, il pavido profeta, annuncia la distruzione ai Niniviti senza sapere cosa lo aspetti. L'inizio della predicazione in Galil ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 22-01-2012)
Convertitevi e credete al Vangelo
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22-01-2012)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 22-01-2012)
Navigatore satellitare
Che senso ha per noi, che fino a prova contraria siamo già convertiti, il nuovo invito di Gesù? Non è superfluo e anche colpevolizzante questo continuo parlare di conversione? Caspita! L'Avvento, con gli inviti alla conversione, è appena passato. Tra poco arriva la Quaresima. Quante volte ci dobbiam ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 22-01-2012)
Il discepolato: vivere con
Con l'ascolto della Liturgia della Parola di questa domenica torniamo al tema che già la scorsa settimana ci ha fatto compagnia: la Vocazione. Ricordate? La vicenda di Samuele nella prima lettura ci ha detto che ogni persona può sentire il suo nome pronunciato con amore e quella dei primi discepoli ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 22-01-2012)
Ho deciso: lascio tutto. Tu che fai?
Quel giorno la corrente cambiò improvvisa la direzione, da pescatori divennero pescati. Cosicché dal pastore dell'Antico Testamento appare il pescatore del Nuovo Testamento: dalle alture ai laghi, dagli armenti alle scialuppe, dalla vertigine dei monti all'imprevedibilità del mare. Eccoli, sono Simo ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 22-01-2012)
Convertirsi è girarsi verso la Luce
Siamo al momento fresco, sorgivo del Vangelo. C'è una bel­la notizia che inizia a cor­rere per la Galilea ed è questa: il tempo è com­piuto, il regno di Dio è qui. Il tempo è compiuto, co­me quando si compiono per una donna i giorni del parto. E nasce, viene alla luce il Regno di Dio. Gesù non spieg ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 22-01-2012)
Vita nuova
Inizio. Del ministero di Gesù, della chiamata dei primi quattro discepoli, del regno di Dio sulla terra. Quanto bolle in pentola in questo brano evangelico! Sappiamo che Marco è scarno e coinciso nei suoi racconti, come un giornalista sul campo non si perde in fronzoli, punta all'essenziale quasi ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 22-01-2012)
Testimoni di un vangelo di gioia.
Il Vangelo di Marco di oggi ci ripresenta il tema della chiamata. In questo caso la chiamata dei primi quattro apostoli: due coppie di fratelli. Giovanni è arrestato e Gesù va in Galilea, dove predica il Vangelo. Gesù offre alla gente una buona notizia. Questo stile di vita già ci pone in crisi, ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 22-01-2012)
Gesù chiama e manda
Nella Parola di Dio di questa domenica abbiamo annunci concisi, ma significativi. E tutti richiamano alla responsabilità di convertirsi perché il tempo della vita è breve e occorre viverlo secondo il Signore. Nella prima lettura Giona minaccia: "Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta". Nel ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 22-01-2012)
La chiamata al sacerdozio, "altro Cristo"
Quando Dio ci chiamò alla vita diede a ciascuno di noi un compito con cui, non solo si realizza il disegno della santità, ma anche la bellezza del servizio per i fratelli. E' la vocazione. Tutti, senza eccezione, abbiamo la nostra vocazione, ossia questo cammino della vita in cui passo, passo, face ...
(continua)
don Luca Orlando Russo     (Omelia del 22-01-2012)
Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino
L'inizio del Vangelo di oggi coincide con l'inizio in assoluto della predicazione di Gesù. Stando al Vangelo di Marco quando Gesù cominciò a predicare, le prime parole che disse furono: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». In questa breve frase, si n ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 22-01-2012)
Nella rete di Gesù
Clicca qui per la vignetta della settimana La scorsa settimana i ragazzi e ragazze del gruppo adolescenti con i loro animatori si sono impegnati in una impresa davvero ardua: invitare al gruppo nuovi ragazzi. Animatori e adolescenti hanno scritto e firmato, una per una, le lettere, da portare po ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 22-01-2012)
Il tempo è compiuto: prendere o lasciare!
Finalmente, Marco. I brani del Vangelo del tempo di Natale e i successivi testi di Giovanni sull'Agnello di Dio indicato dal Battista ai suoi discepoli come presente nel mondo, cedono ora il passo alla lettura continuata (a parte l'interruzione della Quaresima) del Vangelo di Marco; un vangelo essen ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 22-01-2012)
Coscienti e ricoscenti della sua presenza
L'inizio del ministero di Gesù, attuato da gesti concreti e annunciato da parole indiscutibili, è una tappa indispensabile per poter abbracciare la fede e crescere in essa. Il primo gesto del Maestro è un viaggio in Galilea (Mc 1,14): non è un itinerario scelto a caso, bensì è la volontà del Salvat ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 22-01-2012)
Commento su Mc 1,14-20
Gesù parla del mistero del tempo. E dice che esso è completo. A differenza delle grandi sapienze del mondo e della filosofia per le quali il tempo è il terribile e indistinto mantello che avvolge ogni cosa, nella rivelazione e nella fede cristiana il tempo obbedisce alla sapienza di Dio che è provvi ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 22-01-2012)
Convertitevi e credete al vangelo
Con la domenica odierna si riprende la lettura del vangelo di Marco, che ci accompagnerà per tutto l'anno liturgico B. Gesù, dopo aver ricevuto il Battesimo da Giovanni ed essere rimasto quaranta giorni nel deserto di Giuda, si reca in Galilea (cioè nella Palestina del nord) e inizia il suo minister ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 22-01-2012)
Sulle orme di Gesù, il primo missionario
Per l'anno nuovo la Diocesi di São Luis, ha proposto l'organizzazione nelle varie parrocchie delle Sante Missioni Popolari: evangelizzazione, recupero storico, visite alle famiglie. Ogni singola persona diventa così missionaria. Il Vangelo, la parola di Dio, deve entrare nelle case, risuonare nelle ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 22-01-2012)
La terapia dell,Amore
Siamo nel vangelo di Marco, il vangelo che ci accompagnerà quest'anno. Il vangelo di oggi inizia dicendo: "Dopo che Giovanni fu arrestato" (Mc 1,14). L'attività di Gesù inizia dopo che Giovanni Battista è stato messo a tacere dal potere. Marco segnala la stupidità del potere, che crede di mettere ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 22-01-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Massimo Cautero Una cosa su cui spesso mi interrogo è quale sia il comune denominatore dei cristiani, ovviamente inteso come quella cosa che rende possibile ad un battezzato sentirsi e professarsi per quello che è e, ovviamente, quella cosa senza la quale il cris ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 22-01-2012)

Quando ero piccola e frequentavo le scuole elementari, ero una bambina piuttosto timida. Un giorno la maestra, entrando in classe, mi chiamò e mi chiese di aiutarla per una cosa importante. Io diventai rossa, feci un sorriso e tutta contenta mi alzai per fare quello che mi chiedeva! La sua chiamata ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 22-01-2012)
Gesù si recò in Galilea annunciando il Regno di Dio
Il piccolo brano del Vangelo che la Liturgia della terza domenica del tempo ordinario ci offre (Mc.1,14-20), si apre con il primo dei sommari di cui Marco si serve per segnare i punti importanti che danno una struttura precisa alla sua opera. "Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò in Galilea ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 22-01-2012)
Per non perdere la rotta...
Quel relitto incagliato davanti all'Isola del Giglio ha colpito tutti noi. Mentre leggevo e meditavo questo brano di Marco non riuscivo a scucirmi dagl'occhi l'immagine di quel gigante trafitto e ribaltato. E' facile perdere la rotta. Commettere un errore. Smarrire i punti di riferimento. La mia ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 22-01-2012)
Video commento a Mc 1, 14-20
...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 22-01-2012)
Camminare dietro
«Convertitevi e credete nel Vangelo» La conversione è un tempo di rottura, di discontinuità con il passato e un puntare sul nuovo, un terreno propizio dove affondare le radici. Il tempo, dice Gesù, è compiuto, dunque inizia un tempo nuovo. La stabilità della nostra vita, delle nostre strutture, ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22-01-2012)
Commento su Marco 1,15
Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Convertitevi e credete nel Vangelo. Mc 1,15 Come vivere questa parola? La liturgia di questa domenica ci collega col Natale, ancora fresco nella memoria, proclamando il perché dell'incarnazione. Alla sua nascita il Salvatore è stato riconosciuto ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 22-01-2012)
Un impegno comune per il traguardo dell'unità
Questa domenica cade nel bel mezzo della settimana che da circa un secolo impegna ogni anno i cristiani di tutte le confessione (cattolici, ortodossi, protestanti delle varie denominazioni) a pregare perché si realizzi la loro unità. L'iniziativa, partita da due Pastori anglicani, ha visto via via a ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 22-01-2012)
Video commento a Mc 1, 14-20
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-01-2012)
Vangelo e vangeli
Marco è una ragazzo quando conosce Gesù. In casa sua, probabilmente, la comunità si raduna con una certa frequenza, soprattutto durante i giorni degli eventi pasquali. Ancora più probabile è il fatto che il famoso giardino del Getsemani fosse di proprietà della sua famiglia. Dopo una prima esperie ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-01-2012)
Video commento a Mc 1, 14-20
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 22-01-2012)
La risposta
Ancora il tema della chiamata. E della risposta. Nella prima lettura vediamo il profeta Giona che per la seconda volta viene mandato a Ninive. E questa volta non cerca più di squagliarsela come aveva fatto prima. ? Niente vie di scampo... Ha finalmente capito che quando il Signore chiama, è me ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 22-01-2012)
Amore, conversione, vocazione
Sulla scena della liturgia di oggi, appare innanzitutto il fantomatico profeta Giona, uomo famoso nella Scrittura per la sua riluttanza ad eseguire l'incarico missionario affidatogli da Dio di predicare a Ninive e per la conseguente punizione di finire gettato in mare e ingoiato da un pesce, che lo ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 22-01-2012)
Video commento a Mc 1, 14-20
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22-01-2012)
Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini
La conversione che Gesù chiede non è facile e neanche semplice da accogliere. Entriamo storicamente in una richiesta di Gesù e comprenderemo la difficoltà per un discepolo di Mosè di poter accogliere la Parola, o il Vangelo di Gesù Signore: "Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 22-01-2012)
Commento su Giona 3,1-5.10; Salmo 24; Prima Corinzi 7,29-31;Marco 1,14-20
Giona è chiamato a predicare la conversione nella città pagana di Ninive. La sua opera, voluta dal Signore, è efficace: gli abitanti si convertono e Dio, abbandonati i propositi di punizione, guarda con misericordia le loro opere. Anche i cuori malvagi di quegli uomini, tra i quali il richiamo di Di ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 25-01-2009)
Commento su Marco 1,14-20
Lectio Contesto Riprendendo la lettura del testo di Marco, la liturgia ci propone in questa terza domenica dell'anno B la pericope che segue immediatamente la trilogia iniziale (predicazione di Giovanni Battista, battesimo di Gesù e tentazioni nel deserto) e che apre la prima sezione di questo van ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25-01-2009)

Per una fortunata coincidenza, in questo anno paolino la festa della sua conversione capita di domenica. È l'occasione per tutta la Chiesa per riflettere ancora sulla grande opera di Dio in Paolo. San Paolo è l'unico santo di cui ricordiamo la conversione, forse perché la sua è una conversione es ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 25-01-2009)
Video commento a Mc 1,14-20
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 25-01-2009)
Video commento a Mc 1,14-20
...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 25-01-2009)
Il Signore chiama
Nella Bibbia c?è il racconto di una storia particolare, quella di Giona, chiamato a predicare la conversione a Ninive, città pagana. Si sente inadeguato e fugge dalla parte opposta; ma il Signore lo riporta alla sua missione. Egli diventerà anche il segno di Cristo nella sua morte e resurrezione. Il ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 25-01-2009)
Una possibilità nuova
Sono due i temi che si incrociano in questa terza domenica del tempo ordinario. Il tema della chiamata, in continuità con quanto anche la settimana scorsa ci veniva proposto, e il tema della conversione, sottolineato dalla prima lettura, dal vangelo e anche dal giorno in cui cade questa domenica, qu ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 25-01-2009)
La conversione di Paolo
Il 25 gennaio la chiesa solitamente celebra la festa della conversione di san Paolo. Capitando quest?anno questo giorno di domenica nelle letture della Messa non troviamo il racconto della caduta sulla via di Damasco, ma il racconto della chiamata di altri soggetti, un profeta e quattro apostoli: Gi ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 25-01-2009)
La conversione nasce da una fede autentica
Celebriamo oggi la terza domenica del tempo ordinario, ma anche la festa della conversione di San Paolo Apostolo che chiude, tra l?altro, l?ottavario di preghiera per l?unità dei cristiani. Tutti temi che ci riportano ad un argomento unico, quello della fede che parte dalla conversione e si sviluppa ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 25-01-2009)

Dalla Parola del giorno Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al Vangelo. Come vivere questa Parola? Dopo l?arresto di Giovanni Battista, Gesù si reca in Galilea e qui inaugura il suo ministero ?predicando il Vangelo di Dio? e chiamando i primi discepoli che, ?l ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 25-01-2009)
Evangelo ed evangelizzatore
La pagina evangelica di questa domenica si apre con un sommario e subito dopo si presenta la chiamata dei primi quattro apostoli. Il sommario è costituito dalla notizia dell'arresto di Giovanni il Battista e dall'espressione, ormai a noi familiare, "Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; c ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 25-01-2009)
Chiamati per essere responsabili
Clicca qui per la vignetta della settimana. ?Responsabilità? È la parola che ha usato più volte il nuovo presidente degli Stati Uniti, Obama, nel suo discorso di insediamento. Mi ha colpito la sua insistenza su questo concetto mentre parlava all?intera nazione, all?inizio del suo mandato, in un ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 25-01-2009)
Buone notizie
Giovanni e Andrea hanno seguito il Nazareno, si sono fermati da lui, sono andati a vedere; tutto, ora è cambiato. Lo seguono nel suo camminare, nel suo percorrere la Galilea, sua terra natale, per inoltrarsi fino a Cafarnao, il centro economico e militare della zona del lago, la casa paterna dei fig ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 25-01-2009)

La prima notizia del vangelo odierno è che Giovanni Battista è stato arrestato, per cui Gesù rimane solo. Decide di andare in Galilea. Ci si sarebbe aspettato che rimanesse in Giudea, puntando a Gerusalemme, perché quella è la terra del sacro, del tempio, dei sacerdoti e dei dotti; invece Gesù sc ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 25-01-2009)
Un invito perentorio: ?Seguitemi!?
Il Vangelo della scorsa domenica, dopo il battesimo di Gesù, ricevuto da Giovanni nel Giordano, là dove una voce dal Cielo aveva solennemente proclamato Chi era Gesù - il Figlio prediletto del Padre - fu Giovanni ad invitare i suoi discepoli a seguire il Maestro. E, se ricordate, quando Andrea chies ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 25-01-2009)
L?uomo è fatto per un?altra luce
Camminando lungo il mare di Galilea, Gesù vide... In un giorno qualunque, in un luogo qualunque Gesù cammina e guarda. Vede Simone e in lui intravede Cefa', la Roccia. Vede Giovanni, ma nel pe- scatore indovina il discepo­lo dalle più belle parole d?a­more. Un giorno guarderà l?adultera e in lei ved ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 25-01-2009)
Dio è qui, ora!
Il Battista è stato arrestato. Tira una brutta aria da quelle parti. Il buon senso avrebbe suggerito a tutti gli aspiranti profeti di stare un po? tranquilli, di aspettare un momento migliore per scendere in piazza, attendere almeno che le ire vendicative della donna dell?incapace Erode si fossero c ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 25-01-2009)
Col tempo sai, tutto scompare!
Giona annuncia distruzione. Ma la catastrofe non arriva! Deluso è il profeta (per la brutta figura!). Anche lui deve cambiare rotta e modo di pensare! E già! É proprio vero. Passa la figura di questo mondo! Che non si deve disprezzare o dal quale fuggire. Ma nemmeno adorare! Tutto è relativo ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 25-01-2009)

La congregazione per il culto ha concesso in via straordinaria, per questo anno giubilare paolino, che si possa celebrare una delle Messe domenicali secondo il formulario della festa della Conversione di San Paolo. La settimana scorsa, commentando il racconto dell?evangelista Giovanni riguardo al ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 25-01-2009)
Un progetto missionario, grande come il cuore di Dio
Riflessioni La festa odierna della Conversione di San Paolo, nel contesto dell?anno giubilare paolino, e la Settimana di Preghiera per l?Unità dei Cristiani, offrono spunti particolari di riflessione sulla Parola di Dio, la quale domanda un cambio di mentalità (conversione) e apertura al Vangelo. I ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 25-01-2009)
Una gran bella notizia
Domenica densa di suggestioni, quella di oggi. Per limitarsi alle principali: prima, si conclude la Settimana di preghiera per l?unità dei cristiani; nella preghiera comune trovano ulteriore motivo di unità tra loro, cattolici, ortodossi, valdesi, anglicani, luterani e tutti gli altri professanti la ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 25-01-2009)
Va bene così
Anche questa domenica c?è un vangelo simile a quello di domenica scorsa: la chiamata. La prima azione pubblica che Gesù fece, fu quella di chiamare alcune persone a vivere con lui. Tutti i vangeli hanno quest?ordine: Gesù visse trent?anni anni, fu battezzato, quindi tentato, e solo dopo iniziò la su ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 25-01-2009)

PRIMO COMMENTO ALLE LETTURE di Marco Simeone IL REGNO SI E? FATTO PROSSIMO... Il brano di oggi racconta le prime parole dette da Gesù secondo Marco: hanno il valore di un discorso programmatico, sono l?essenza della sua missione, il suo biglietto da visita, per cui bisogna leggerle bene. «Il t ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 25-01-2009)
Oltre gli orizzonti
Gesù inizia la sua missione pubblica e lancia al mondo intero il suo messaggio: «Convertitevi, perché il regno di Dio è vicino». Pone una condizione inderogabile perché la luce che emana dalla sua persona e dai suoi insegnamenti, siano accolti; si richiede un atteggiamento di conversione permanente. ...
(continua)
Totustuus     (Omelia del 25-01-2009)

SCHEMA RIASSUNTIVO Tema: Vocazione: chiamata all?amore Obiettivo: Far sì che i fedeli scoprano che la vocazione al sacerdozio è una chiamata d?amore 1. Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini. a) La chiamata di Cristo e imprevedibile: I) Nel quotidiano. II) Nella realtà della nostra ...
(continua)
don Remigio Menegatti     (Omelia del 25-01-2009)
Fammi conoscere, Signore, le tue vie
PREGHIERA DI COLLETTA O Padre, che nel tuo Figlio ci hai dato la pienezza della tua parola e del tuo dono, fa' che sentiamo l'urgenza di convertirci a te e di aderire con tutta l'anima al Vangelo, perché la nostra vita annunzi anche ai dubbiosi e ai lontani l'unico Salvatore, Gesù Cristo nostro Sig ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 25-01-2009)
Sperare per tutti
A Giona era già stata rivolta la parola del Signore che lo inviava a Ninive (1,2), ma egli aveva pensato bene di partire in direzione opposta, verso l'occidente (Tarsis, 1,3). Il motivo lo dirà poi egli stesso: temeva che, come in effetti sarebbe accaduto, la misericordia di Dio gli avrebbe fare una ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 25-01-2009)

"Buono e retto è il Signore, la via giusta addita ai peccatori; guida gli umili secondo giustizia, insegna ai poveri le sue vie" ( Sl 24). Sono alcuni versetti del salmo 24, il salmo responsoriale di questa domenica, versetti, che ci ricordano quanto grande sia la sollecitudine di Dio nei confro ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 25-01-2009)
Uscire da Ninive
Ezechiele ci informa che Dio non vuole la morte del peccatore, ma che si converta e viva (Ez 18, 23) e questo ci ragguaglia ancora una volta sul primato di Dio amore messo a confronto alla nostra ostinazione per il male e alla nostra volontà di autoaffermazione e di indifferentismo etico e religioso ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 25-01-2009)

Gesù ha appena saputo dell'arresto di Giovanni, suo cugino; meglio ancora, "il più grande dei nati da donna". Giovanni verrà ucciso. Anche per lui si ripeterà la sorte del "profeta in patria". E ancora una volta Giovanni precederà Gesù, questa volta nel martirio: stessi nemici, stesso destino. Ma il ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 25-01-2009)
Guardare, chiamare: voci del verbo amare
Convertitevi e credete al vangelo Uno sguardo e una voce, una rinuncia e una sequela: il mistero di una vocazione è tutto qui. Abbiamo ascoltato, dal santo vangelo secondo Marco, il racconto dei primi chiamati: Gesù vide Simone e Andrea, mentre gettavano le reti in mare; vide anche Giacomo e Giov ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 25-01-2009)

Anche le letture di questa domenica sono legate alla chiamata personale che il Signore fa ad ognuno di noi. Nella prima lettura il protagonista della chiamata è Giona e, per sua intercessione, tutta la popolazione di Ninive. L?insegnamento è chiaro: la parola del Signore va seguita subito, senza in ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google