LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 21 Agosto 2011 <

Venerdì 19 Agosto 2011

Sabato 20 Agosto 2011

Domenica 21 Agosto 2011

Lunedì 22 Agosto 2011

Martedì 23 Agosto 2011

Mercoledì 24 Agosto 2011

Giovedì 25 Agosto 2011

Venerdì 26 Agosto 2011

Sabato 27 Agosto 2011

Domenica 28 Agosto 2011


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  XXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde
AO210 ;

Quando Gesù chiese ai suoi discepoli: “La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?”, le loro risposte rispecchiarono le diverse teorie e speculazioni riguardo Gesù diffuse nella loro cultura.
Se la stessa domanda fosse posta da Gesù oggi, le risposte sembrerebbero forse più colte, ma sarebbero molto simili. Invece di evocare Elia, Giovanni Battista o Geremia, si evocherebbero forse le speculazioni dell’ultimo convegno sulla cristologia, oppure ancora i risultati di un recente sondaggio. Possiamo immaginare che Gesù ascolterebbe gentilmente, forse sorridendo. Poi però giunge la vera e propria domanda: “Voi chi dite che io sia?”. Non possiamo più rifugiarci dietro ad opinioni di altri, siano essi teologi o conduttori di dibattiti televisivi. Gesù vuole la nostra risposta personale. Dobbiamo prendere posizione personalmente nei suoi confronti.
È quello che succede con l’atto di fede. Gesù lancia una sfida a ogni uomo e a ogni donna direttamente e personalmente: “Tu, chi dici che io sia?”.
La nostra risposta possa essere quella di Pietro: “Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente”. La nostra risposta possa essere quella della Chiesa, che fu fondata da Cristo su Pietro come su una pietra, affinché il “credo” diventasse un “crediamo”: Crediamo in Dio, Padre onnipotente..., in un solo Signore Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio..., per opera dello Spirito Santo... incarnato nel seno della Vergine Maria.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Tendi l’orecchio, Signore, rispondimi:
mio Dio, salva il tuo servo che confida in te:
abbi pietà di me, Signore;
tutto il giorno a te io levo il mio grido. (Sal 86,1-3)


Colletta
O Dio, che unisci in un solo volere le menti dei fedeli,
concedi al tuo popolo di amare ciò che comandi
e desiderare ciò che prometti,
perché fra le vicende del mondo
là siano fissi i nostri cuori
dove è la vera gioia.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
O Padre, fonte di sapienza,
che nell’umile testimonianza dell’apostolo Pietro
hai posto il fondamento della nostra fede,
dona a tutti gli uomini la luce del tuo Spirito,
perché riconoscendo in Gesù di Nazaret
il Figlio del Dio vivente,
diventino pietre vive
per l’edificazione della tua Chiesa.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Is 22,19-23
Gli porrò sulla spalla la chiave della casa di Davide.

Dal libro del profeta Isaìa

Così dice il Signore a Sebna, maggiordomo del palazzo:
«Ti toglierò la carica,
ti rovescerò dal tuo posto.
In quel giorno avverrà
che io chiamerò il mio servo Eliakìm, figlio di Chelkìa;
lo rivestirò con la tua tunica,
lo cingerò della tua cintura
e metterò il tuo potere nelle sue mani.
Sarà un padre per gli abitanti di Gerusalemme
e per il casato di Giuda.
Gli porrò sulla spalla la chiave della casa di Davide:
se egli apre, nessuno chiuderà;
se egli chiude, nessuno potrà aprire.
Lo conficcherò come un piolo in luogo solido
e sarà un trono di gloria per la casa di suo padre».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 137

Signore, il tuo amore è per sempre.

Ti rendo grazie, Signore, con tutto il cuore:
hai ascoltato le parole della mia bocca.
Non agli dèi, ma a te voglio cantare,
mi prostro verso il tuo tempio santo.

Rendo grazie al tuo nome per il tuo amore e la tua fedeltà:
hai reso la tua promessa più grande del tuo nome.
Nel giorno in cui ti ho invocato, mi hai risposto,
hai accresciuto in me la forza.

Perché eccelso è il Signore, ma guarda verso l’umile;
il superbo invece lo riconosce da lontano.
Signore, il tuo amore è per sempre:
non abbandonare l’opera delle tue mani.

>

Seconda lettura

Rm 11,33-36
Da lui, per mezzo di lui e per lui sono tutte le cose.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

O profondità della ricchezza, della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto insondabili sono i suoi giudizi e inaccessibili le sue vie!
Infatti,
chi mai ha conosciuto il pensiero del Signore?
O chi mai è stato suo consigliere?
O chi gli ha dato qualcosa per primo
tanto da riceverne il contraccambio?
Poiché da lui, per mezzo di lui e per lui sono tutte le cose. A lui la gloria nei secoli. Amen.

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mt 16,18)
Alleluia, alleluia.
Tu sei Pietro e su questa pietra
edificherò la mia Chiesa
e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa.
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 16,13-20
Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti».
Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».
E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».
Allora ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che egli era il Cristo.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Signore, la tua bontà dura per sempre, tanto che non abbandoni l’opera delle tue mani. Ascolta le nostre preghiere e accresci la nostra fede, perché possiamo essere cristiani fedeli e coerenti.
Preghiamo dicendo: Ascoltaci Signore.

1. Perché la Chiesa non si allontani mai da Cristo, sua sorgente e fine, ma attraversi la storia annunciando il Vangelo. Preghiamo.
2. Per il Papa, perché confermi con la parola la fede della Chiesa e ne testimoni al mondo la coerenza. Preghiamo.
3. Perché le Chiese e le comunità ecclesiali, divise in varie confessioni, riscoprano Cristo come unico salvatore e redentore e superino le difficoltà che ancora esistono verso una piena comunione. Preghiamo.
4. Per tutti i battezzati che vivono una fede tiepida e “impolverata”, perché riscoprano che solo il Cristo è il Figlio di Dio e solo in lui c’è la salvezza dell’uomo. Preghiamo.
5. Per la nostra comunità, perché le attività, l’organizzazione e l’attenzione alle strutture siano sempre espressione della fede in Cristo salvatore. Preghiamo.

Ti rendiamo grazie, o Padre, perché ascolti le parole della nostra bocca e consideri le nostre preghiere. Fa che siano secondo il tuo volere e il tuo disegno provvidente. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
O Padre, che ti sei acquistato una moltitudine di figli
con l’unico e perfetto sacrificio del Cristo,
concedi sempre alla tua Chiesa il dono dell’unità e della pace.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
Con il frutto delle tue opere sazi la terra, o Signore,
e trai dai campi il pane e il vino che allietano il cuore dell’uomo.
(Sal 104,13-15)

Oppure:
Dice il Signore: “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna,
e io lo risusciterò nell’ultimo giorno”.(Gv 6,55)

Oppure:
“Voi, chi dite che io sia?”
“Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente” (Mt 16,15-16)


Preghiera dopo la comunione
Porta a compimento, Signore,
l’opera redentrice della tua misericordia
e perché possiamo conformarci in tutto alla tua volontà,
rendici forti e generosi nel tuo amore.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

padre Fernando Armellini     (Omelia del 24-08-2014)
Video commento su Mt 16,13-20
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 24-08-2014)
Audio commento alla liturgia
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 24-08-2014)
Gesù comincia ad edificare la sua Chiesa
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 24-08-2014)
Voi chi dite che Io sia?
Sappiamo tutti come il termine ?cristiano' il più delle volte sia semplicemente ?un aggettivo' e non un ?modo di essere', che testimonia e interpreta il dono della vita, ossia, come afferma Paolo: ?Per me vivere è Cristo'. Eppure ci troviamo di fronte ad un presente che conosce tanti che vivono sul ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 24-08-2014)
Commento su Rm 11,33-36
Collocazione del brano Termina oggi la nostra lettura della sezione 9-11, i capitoli in cui Paolo parlava della sorte di Israele nel piano della salvezza. Proprio l'atteggiamento di Dio nei confronti del popolo eletto, ribelle e ostinato nel non accogliere la rivelazione in Gesù Cristo, svela nuovi ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 24-08-2014)
Commento su Mt 16,13-20
Collocazione del brano I vangeli di questa domenica (21a) e di quella seguente (22a) fanno parte di una sezione molto importante e ben strutturata del vangelo di Matteo. Questa sezione va da Mt 16,13 e termina con Mt 17,27. Il culmine è il racconto della Trasfigurazione (Mt 17,1-13) alla quale fann ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 24-08-2014)
L'uomo si salva facendo le cose di Dio
Cosa dice la gente? E voi che cosa dite? Ge­sù usa il metodo delle domande per far crescere i suoi amici. Le domande di Gesù nel Vangelo hanno davvero una funzio­ne importantissima, non sono interrogazioni di catechismo, ma scintille che accendono qual­cosa, mettono in moto trasformazioni e cre­scit ...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 24-08-2014)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 24-08-2014)
Né carne, né sangue
Per noi cristiani cattolici, ancora più per noi che viviamo una certa familiarità con la Chiesa di Roma, l'iconografia di due chiavi antiche, da portone, incrociate tra loro, con una certa immediatezza ci rimanda alla figura del Sommo Pontefice, al Papa e a tutto ciò che con il Papa ha a che vedere. ...
(continua)
don Luca Garbinetto     (Omelia del 24-08-2014)
Chi sono io?
Probabilmente si inizia a vivere la vita davvero solo il giorno in cui si lascia sgorgare dal profondo del proprio cuore una domanda cruciale: chi sono io? È una domanda che porta con sé tanti altri interrogativi, un corollario di dubbi e paure, un miscuglio di aspettative e di speranze, una miriade ...
(continua)
don Michele Cerutti     (Omelia del 24-08-2014)
Gesù vero Dio e vero uomo
Gesù oggi pone una domanda ai suoi discepoli che sicuramente avrà portato sconcerto quando Gesù l'ha proferita: "Chi pensa la gente che io sia?". Vuole sondare il terreno comprendendo bene qual è l'opinione che hanno di Lui i suoi contemporanei. Non si limita a domande superficiali e chiede: "Voi ch ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 24-08-2014)
Video commento su Mt 16,13-20
...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 24-08-2014)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24-08-2014)
Fede e chiavi
Ci sono mille volti di Dio, come ci sono mille volti di Cristo. Basta fare una breve carrellata nelle rappresentazioni artistiche della storia recente per vedere quanti "Gesù" ci siano le nostre vite. Ho in mente la litografia che mia nonna teneva sopra il lettone matrimoniale, la raffigurazione d ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24-08-2014)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 24-08-2014)
A te darò le chiavi del regno dei cieli
L'uomo che vive nella carne di peccato, secondo la carne di peccato, possiede una mente anch'essa di carne, di peccato. Con essa pretende di entrare nella più pura verità del suo Dio, leggere la sua Parola e interpretandola, osservare le sue opere e offrire agli altri il significato del mistero. Que ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 24-08-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Marco Simeone Questa domenica siamo chiamati a rispondere ad una domanda che penso dovremmo farci ogni volta che entriamo in una chiesa: chi è veramente Gesù per me? Eppure penso che non sia questo il centro della messa di oggi: secondo me, come dic ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 24-08-2014)
Infallibili nel manifestare l'amore
"O profondità della ricchezza, della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto insondabili sono i suoi giudizi!" Questa celebrazione della superiore sapienza divina apre la seconda lettura di oggi (Romani 11,33-36) e trova un esempio clamoroso nell'episodio del vangelo (Matteo 16,13-20), in cui ved ...
(continua)
fr. Massimo Rossi     (Omelia del 24-08-2014)

Mentre riguardo alla donna non sappiamo più nulla, di Pietro conosciamo invece parecchie notizie: la sua vicenda ha molti aspetti comuni alle nostre; un misto di slanci e cadute, facili entusiasmi e crisi repentine, audacia e avvilimento, fiducia e diffidenza... Alla luce dei fatti riportati nei Va ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 24-08-2014)

Questo Vangelo è una vetta per la conoscenza e la sapienza della fede sul mistero della persona di Gesù. La sapienza e la fede non si conquistano con i meriti né con i ragionamenti. La fede è dono di Dio Padre. La fede ha accompagnato tutta la storia della salvezza: Giovanni il Battista, Elia, Gerem ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 24-08-2014)
Legare e sciogliere in terra e in cielo
Il Vangelo di oggi ci fa meditare sul potere spirituale che Gesù assegna a Pietro, dopo la sua professione sincera di fede in Lui, che è il potere evangelico della misericordia e del perdono di Dio per l'umanità. Questo speciale compito spetta a Pietro e alla barca di Pietro alla Chiesa di Cristo, c ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 24-08-2014)
Ruminare i Salmi - Salmo 138,1-2 (XXI domenica del tempo ordinario, anno A)
Ruminare i Salmi - Salmo 138 (Vulgata / liturgia 137),1-2 (XXI domenica del tempo ordinario, anno A) CEI Non agli dèi, ma a te voglio cantare, mi prostro verso il tuo tempio santo. TILC A te voglio cantare davanti ai potenti. M'inchino al tuo tempio santo. NV e V In conspectu angelorum psalla ...
(continua)
padre Giuseppe De Nardi     (Omelia del 24-08-2014)
Sulla Tua Parola - Mt 16,13-20
...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 24-08-2014)
Il passato, il presente, il futuro
«La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?» Cesarèa di Filippo alle falde del monte Hermon, dove sono le sorgenti del Giordano, è un luogo dalle fresche acque, un luogo di riposo e tranquillità per la piccola comunità di discepoli. In questo ambito familiare Gesù chiede cosa la gente pensa di ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 24-08-2014)
Pietro, l'unità e la verità
"Un solo Signore, una sola fede, un solo Battesimo" (Ef 4, 4) Con questa espressione Paolo richiama gli Efesini ad evitare la dispersione e a ravvivare la comunione di intenti professando tutti quanti un solo Credo per sottostare a "un solo Dio che è Padre di tutti, agisce per mezzo di tutti ed è pr ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 24-08-2014)
Commento su Is 22,19-23; Mt 16,13-20
Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti». Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Gesù entra in confidenza co ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 21-08-2011)
Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 21-08-2011)
Il passato, il presente, il futuro
Cesarèa di Filippo un luogo dalle fresche acque, un luogo di riposo e tranqullità per la piccola comunità di discepoli... Gesù chiede, non per aver informazioni, al contrario è per trasmettere un'idea, per provocare nei suoi interlocutori una intuizione nuova. «Alcuni dicono Giovanni il Battista, a ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 21-08-2011)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 21-08-2011)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 21-08-2011)
La Chiesa su Pietro è come Pietro
È difficile accettare il modo di pensare di Dio, come da molte domeniche la parola di Dio ci sta ricordando. Ed è molto più difficile accettare i suoi pensieri quando essi si concretizzano in opere concrete, come la Chiesa fondata su Pietro. ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 21-08-2011)
Tu mi fai vivere!
Siamo nel capitolo 16 di Mt. Prima di questo vangelo Gesù ha detto agli apostoli: "Fate bene attenzione e guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei" (16,12). Perché questa frase? Gli apostoli stavano con lui, avevano visto miracoli e guarigioni, avevano visto morti ritornare in vita, ciechi ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 21-08-2011)
Cristo mi chiede: chi sono io per te?
Voi chi dite che io sia? Anzi, la domanda è preceduta da un «ma»: Ma voi... come se i Dodici, e con loro i cristiani tutti, fossero diversi, non appiattiti sul pensiero dominante, gente che non parla mai per sentito dire. Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente. Figlio: nella Bibbia «figlio» è ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 21-08-2011)
Voi chi dite che io sia?
Gesù, a Cesarea di Filippo, propone un sondaggio. Non è uno dei tanti sondaggi che vengono offerti oggi. Vuole sapere, tramite i discepoli, il pensiero della gente. Chi è Gesù secondo la gente? Per il popolo, Gesù è visto come un profeta tipo Giovanni il Battista, Elia, Geremia e niente di più. Sar ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 21-08-2011)
Non vergognarsi del Signore: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente".
Quando Gesù chiese ai suoi discepoli: "La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?", le loro risposte rispecchiarono le diverse teorie e speculazioni riguardo Gesù diffuse nella loro cultura. Se la stessa domanda fosse posta da Gesù oggi, le risposte sembrerebbero forse più colte, ma sarebbero m ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 21-08-2011)
Commento su Is 22,19-23; Rm 11,33-36; Mt 16,13-20
L'immagine delle chiavi della casa del re, la casa di Davide, riferita dal profeta Isaia alla funzione di Eliakim il maggiordomo del re Ezechia (I lettura), è ripresa dalle parole di Gesù a Pietro, mentre gli affida il mandato di guidare la sua comunità (III lettura). E di quale casa quella reggia ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 21-08-2011)
Smettetela di prenderlo per i fondelli
Così la smetteranno di pigliarti per i fondelli, simpatico ed eclettico pigliapesci di Galilea. Tutti a ridere delle tue buffe promesse, a ridicolizzarti per quel tuo essere spavaldo in amore, a renderti sberleffo per la tua incapacità di prendere le misure giuste. La paura di camminare sull'acqua ( ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 21-08-2011)
Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente
La "confessione di Pietro a Cesarea" è un brano-cardine del Nuovo Testamento, presente in tutti i quattro vangeli, e di altissimo valore Cristologico. Gesù chiede ai suoi discepoli che cosa dice la gente, che non appartiene al suo seguito, circa la Sua identità; essi rispondono che egli è ritenut ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 21-08-2011)
Perché pretendere di "dire" Dio?
Nelle riflessioni di queste domeniche sto un po' lasciando da parte Paolo con i bellissimi brani tratti dalla lettera ai Romani e propostici dalla Liturgia nella seconda lettura. Ma il testo di quest'oggi merita particolare attenzione, anche perché può aiutarci a comprendere meglio il tema generale ...
(continua)
don Nazareno Galullo (giovani)     (Omelia del 21-08-2011)
Dire o non dire? Questo il dilemma!!!
Davvero se ci pensiamo bene siamo vittime del pensiero globale: per essere considerati pensiamo così come tutti. E ci perdiamo davvero il succo della verita delle cose. Se andessimo in giro a chiedere chi è Gesù pe rte ne sentiremmo di cose! Alcuni risponderebbero come bambini con reminiscenze di ca ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 21-08-2011)
Video commento a Mt 16, 13-20
...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 21-08-2011)
Voi chi dite che io sia?
Vorrei fare precedere la riflessione, partendo da un incontro, avuto pochi giorni fa. Chi mi stava davanti, per un colloquio a tu per tu, era un giovane uomo, che ha fatto una drammatica esperienza da terrorista, seguita da tanti anni di carcere. Nel racconto della sua vita, terribile, neppure lui r ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 21-08-2011)
Insondabili sono i suoi giudizi
"O profondità della ricchezza, della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto insondabili sono i suoi giudizi e inaccessibili le sue vie!" Queste parole dell'apostolo Paolo, comprese nella seconda lettura (Romani 11,33-36), sono il più adeguato commento al vangelo odierno (Matteo 16,13-20) che app ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 21-08-2011)
Video commento a Mt 16,13-20
...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 21-08-2011)
Chi è?
Ecco che dopo una breve capatina all'estero, Gesù ritorna in patria e precisamente a Cesarea di Filippo, regione situata ai piedi del monte Hermon, e lì riunitosi con i suoi discepoli fa loro quella fatidica domanda: "La gente chi dice che io sia?" Dopo aver udito la risposta non molto unanime della ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 21-08-2011)
Garante di verità e di unità
Da come lo descrivono i Vangeli, Pietro mostra parecchie carenze come uomo del Mistero di Dio e stenta ad interpretare la figura di Gesù sotto l'ottica della salvezza. Qualche settimana fa' lo abbiamo visto vacillare nella fede mentre camminava sui flutti marini, barcollando e cadendo in acqua al pr ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 21-08-2011)
Video commento a Mt 16, 13-20
...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 21-08-2011)
Chi sono per te oggi?
Al centro del vangelo una domanda. Siamo più o meno a metà percorso, anche dal punto di vista della stesura del racconto ci troviamo al capitolo sedicesimo sul totale dei ventotto capitoli matteani. L'esperienza di Gesù a Cesarea di Filippo è un punto di non ritorno, e lo comprenderemo ancor megli ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 21-08-2011)
Chi sono per te?
Il Vangelo di questa Domenica annunzia che il ministero del Maestro era arrivato ad un punto cruciale, in quanto si era conclusa l'attività in Galilea (Mt 4,17-16,20) e iniziava il Suo cammino verso Gerusalemme e il Calvario (16,21-28,20). Molti lo abbandonarono perché non vedevano nel profeta di Na ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 21-08-2011)
Commento su Mt 16,13-20
La risposta di Pietro non è la deduzione di un discepolo che ha una maggiore e diretta conoscenza del Maestro. Nessun discepolo potrebbe arrivare a una dichiarazione simile. Nonostante i profeti e l'intera preparazione dell'antica alleanza sulla figura del Messia, tutto il popolo è disorientato di f ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 21-08-2011)
Commento su Isaia 22, 19-23; Salmo 137, 1-3; 6-8 Romani 11, 33-36 Matteo 16, 13-20
La liturgia dell'odierna domenica, nell'ufficio delle letture, contiene due delle affermazioni più importanti dell'intero Evangelo e che costituiscono il nocciolo della nostra fede Cattolica, distinguendoci dagli altri credenti in Cristo: " Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente" e "Tu sei Piet ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 21-08-2011)
Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa
Molte sono le chiese, una è però quella vera nella quale sussiste la pienezza della verità e della grazia di Cristo Gesù. Questa unica chiesa vera è quella fondata su Pietro, la roccia viva che riesce a superare tutte le intemperie. A questa unica chiesa vera si può applicare la similitudine di Cris ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24-08-2008)

Puntuale come ogni anno, alla fine dell'estate arriva una delle pagine più provocanti del Vangelo. Gesù chiede ai suoi, e a noi, di schierarci: chi è lui per noi? Cosa rappresenta? Cosa ne abbiamo fatto del suo annuncio? Che idea ha la gente di Gesù? Se ne parla, spesso, forse mai nessun personag ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 24-08-2008)
Professione di fede
Gesù Gesù entra nella storia umana attraverso le conoscenze storiche, umane: "...la carne e il sangue". Cristo Il Cristo entra nella storia attraverso la Rivelazione del Padre, operata nello Spirito. Noi Il discepolo entra nella storia attraverso l'atto di fede, la professione. Mentre diciamo ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 24-08-2008)
La professione di fede a Cesarea di Filippo
Ai nostri giorni ci sono molte opinioni, ma poca fiducia. Si cerca di costruirsi un'opinione su molti argomenti, ma si è disposti a concedere fiducia a poche persone. I mezzi di comunicazione sociale permettono di sentire il parere di un esperto praticamente su tutti gli avvenimenti di attualità, ma ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 24-08-2008)
Su questa pietra
Le chiavi del regno dei cieli. Sei costruito sulla roccia? Le chiavi per aprire e gustare la vita ti sono date... Preferisci continuare a tirar su costruzioni improvvisate sulle sabbie incostanti delle vicende del momento? Sei libero di scegliere ma di certo non potrai varcare la soglia dell'oltre. ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 24-08-2008)
L'identità del discepolo
Quello che oggi comincia è un cammino che deve tenere presente anche quanto la chiesa ci chiederà di meditare domenica prossima. Siamo al capitolo sedici del vangelo di Matteo, ed in palio c'è una posta molto importante: l'identità del discepolo. Si perché se domenica scorsa il discorso sull'identit ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 24-08-2008)
Il primo sondaggio di opinione in chiave cristiana
Celebriamo oggi la XXI domenica del tempo ordinario dell'anno liturgico e la parola di Dio ci presenta nel Vangelo una singolare intervista di Gesù Cristo e su Gesù Cristo. Possiamo ritenerlo il primo vero sondaggio di opinione sulla persona di Cristo e quindi in chiave cristiana. La percezione dell ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24-08-2008)
L?essenziale
Arriva ogni anno, puntuale. È una delle pagine più famose del Vangelo, quella di Pietro che scopre di essere papa. In realtà è molto di più: è la manifestazione dell'immenso rispetto che Dio ha per ciascuno di noi. E che noi, troppe volte, non abbiamo di lui. Una volta all'anno ci capita si sent ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 24-08-2008)
Risposta esatta (suggerita!) e passaggio di consegne!
Dopo il ministero in Galilea, Gesù ormai è solo, le folle lo hanno abbandonato, un fallimento! Sono rimasti i Dodici, inadatti ancora ad annunciare l'evangelo. Eppure di loro avrà bisogno il Maestro, soprattutto in questo momento, per aiutarlo a compiere la missione, accompagnarlo nella via del ...
(continua)
padre Raniero Cantalamessa     (Omelia del 24-08-2008)
Non basta credere nella divinità di Cristo
C'è, nella cultura e nella società di oggi, un fatto che ci può introdurre alla comprensione del Vangelo di questa domenica, ed è il sonda! ggio di opinioni. Lo si pratica un po' dappertutto, ma soprattutto in ambito politico e commerciale. Anche Gesù un giorno volle fare un sondaggio di opinioni, m ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 24-08-2008)
Alla Chiesa è affidato il Regno dei cieli
Gesù pone la domanda fondamentale, sulla quale si decide il destino di ogni uomo: "Voi chi dite che io sia?". Dire chi è Gesù è collocare la propria esistenza su un terreno solido, incrollabile. La risposta di Pietro è decisa e sicura. Ma il suo discernimento non deriva dalla "carne" e dal "sangue" ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 24-08-2008)
Il nostro rapporto con ?Pietro? e la Chiesa
"La gente chi dice che sia il Figlio dell'Uomo". Gli apostoli riportano le risposte, spesso entusiaste della gente. Ma Gesù si fa più stringente: "E voi, chi dice chi io sia?" Per voi chi sono? La risposta di Pietro, per rivelazione del Padre, "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente!" E' la fe ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 24-08-2008)
Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli
Il Vangelo che abbiamo ascoltato riporta due domande di Gesù. Ma non slegate l'una dall'altra. La prima riguarda gli altri, la folla di uomini e donne verso la quale provava compassione: "La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?". L'altra, la stessa domanda, è rivolta a ciascuno di noi: "Voi c ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 24-08-2008)

Gesù, maestro relazionale, con il suo "savoir-faire", porta i discepoli ad esporsi e dire ciò che pensano di lui. Finché si rimane sul vago, sul cosa dicono di lui, tutti chiacchierano; ognuno tiene a dire la sua, ma quando la domanda diventa diretta e personale, cala il silenzio, interrotto poi da ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 24-08-2008)
Un amore che sfugge alle parole
La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo? La risposta­ bella e al tempo stesso sbagliata: dicono che sei un profeta, voce di Dio e suo respiro. Gesù pone la seconda domanda, preceduta da un ma: Ma voi ? come se i Dodici fossero di un altro mondo, mai omologati al pensiero dominante ? voi chi d ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 24-08-2008)
"Voi chi dite che Io sia?"
Sappiamo tutti come il termine 'cristiano' il più delle volte sia semplicemente 'un aggettivo' e non un 'modo di essere', che testimonia e interpreta il dono della vita, ossia, come afferma Paolo: 'Per me vivere è Cristo'. Eppure ci troviamo di fronte ad un presente che conosce tanti che vivono sul ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 24-08-2008)
"Voi chi dite che io sia?"
Tranquilli, cari amici! Gesù non ha una crisi di identità! La duplice pungente domanda che oggi il Vangelo ci propone in questo brano non è un segno di squilibro del nostro maestro, ma una svolta decisiva dell'intero racconto di Matteo. I discepoli seguono Gesù incantati dalla sua parola così diver ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 24-08-2008)
Commento su Matteo 16,13-20
Fin da bambini capiamo che, nel corso della nostra vita, siamo costantemente in relazione con gli altri. Vi ricordate, da piccoli come erano importanti le "classifiche" degli affetti? La mia mamma, il mio papà, i fratelli, le sorelle, i nonni e poi gli amici: il mio migliore amico/a, l'altro amico e ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 24-08-2008)
La casa sulla roccia
Nella vicenda di Gesù e di tutto quanto da lui è derivato, il passo odierno è di quelli basilari. Comincia con una sua domanda agli apostoli: "Chi sono io, secondo la gente?" Il Battista, rispondono, o uno degli antichi profeti. "E voi, chi dite che io sia?" chiede poi, e stavolta risponde Simone, c ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 24-08-2008)
Pietro-pietra che dà solidità alla missione
Riflessioni Gesù fa un sondaggio d'opinione sulla sua Persona, ma va oltre i risultati del sondaggio. Chi è Gesù? Qual è la sua identità vera? Che ne pensa la gente?... Sono le domande che ci rimbalzano dal passato e sono sempre attuali. L'affermazione centrale di questa domenica è la risposta di S ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 24-08-2008)
Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente
Nel vangelo di oggi Gesù si rivolge si suoi discepoli. All'inizio fa un discorso generico, da giornali, da opinionisti, quasi da gossip: "Cosa dice la gente su di me?". A noi può suonare strano che Gesù si interessi di che cosa la gente dica o pensi di lui. Ma non dobbiamo mai dimenticare in quale s ...
(continua)
mons. Ilvo Corniglia     (Omelia del 24-08-2008)

Nell'itinerario formativo, che i discepoli percorrono alla scuola di Gesù, questo episodio è di capitale importanza. Lo è per Gesù stesso. L'entusiasmo della folla si è piuttosto raffreddato e molti, anche aderenti, si stanno allontanando da Lui (cfr. Gv 6,66-71). Gesù desidera "sbloccare" la situaz ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 24-08-2008)
Chi è per te Cristo?
Sono innumerevoli gli autori di immagini, di icone e di scritti che nei secoli hanno tentato di raffigurare Gesù, nel suo volto umano e nei momenti diversi della sua vita tra noi. Tutti sono stati animati da un unico desiderio, quello di far conoscere il vero volto di Gesù, di rispondere all'urgente ...
(continua)
don Stefano Varnavà     (Omelia del 24-08-2008)

In questo Vangelo ci sono tanti insegnamenti. Il primo è un "feedback", cioè un ritorno di conoscenza: una verifica di quello che la gente vede e comprende di noi. Noi possiamo illuderci di dire delle cose bellissime ma... bisogna vedere cosa la gente recepisce. Molte volte si pensa di parlare in ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 24-08-2008)

Siamo a Cesarea di Filippo, nell'estremo Nord, in zona pagana, il punto più lontano da Gerusalemme. Qui Gesù chiede ai discepoli, con umiltà, "chi sono io per voi?". La domanda non nasce da una crisi di identità, ma si offre come strada per portare i discepoli dentro il suo mistero. È la risposta a ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 24-08-2008)
A tu per tu con Cristo, ma nella Chiesa
Ma voi, chi dite che io sia? 1. L'episodio che riporta il vangelo di questa domenica è molto conosciuto e ha accompagnato costantemente la riflessione teologica sulla Chiesa e sul primato del Papa. Mi pare che anche ai nostri giorni sussista l'atteggiamento di coloro che rivendicano la capacità d ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 24-08-2008)
La chiave della casa di Davide
Isaia ha vissuto con intensità le vicende politiche del suo tempo, e la prima lettura ci testimonia il suo ministero alla corte del re Ezechia (sul trono dal 716 al 687 a. C.): il prefetto della casa reale Sebna sarà presto sostituito da Eliakim. Il motivo della sostituzione non è chiaro, ed è inuti ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 24-08-2008)
Ministero per la nostra fede
Centinaia sono oggi i movimenti religiosi alternativi e le Sette Religiose che pullulano nel panorama cultuale contemporaneo e la quasi totalità di essi è scaturita e scaturisce dalle divisioni e dai contrasti intestini che si verificano all'interno delle singole chiese protestanti, anche in forza d ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 24-08-2008)

«E voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro:«Tu se, il Cristo, il Figlio del Dio vivente.»; in precedenza, Gesù aveva chiesto ai suoi discepoli quale fosse l'opinione della gente sulla sua persona, non, perché egli non cogliesse, da sé, l'intensità della fede delle persone che incontrava; co ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 24-08-2008)

Nella prima lettura Isaia sostituisce un funzionario con un servo, anticipazione di Gesù che si fa servo per regnare. Questa lettura offre molti spunti di riflessione sul significato del mettersi al servizio. In una mentalità così secolarizzata come la nostra, è dovere di ogni cristiano riflettere ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 21-08-2005)
Commento Matteo 16,13-20
Ancora la figura di Pietro nel vangelo di oggi, e ancora il tema della fede. Fede, ci avverte il vangelo, che può essere carnale, quindi venire dalla carne e dal sangue, (né la carne né il sangue te lo hanno rivelato) o spirituale, quindi venire dallo Spirito di Dio che abita in noi (ma il Padre mio ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google