LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 9 Gennaio 2011 <

Venerdì 7 Gennaio 2011

Sabato 8 Gennaio 2011

Domenica 9 Gennaio 2011

Lunedì 10 Gennaio 2011

Martedì 11 Gennaio 2011

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Giovedì 13 Gennaio 2011

Venerdì 14 Gennaio 2011

Sabato 15 Gennaio 2011

Domenica 16 Gennaio 2011


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  BATTESIMO DEL SIGNORE (ANNO A)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: FESTA
Colore liturgico: Bianco
AO010 ;

Gesù chiede a Giovanni di battezzarlo, ma non ha bisogno alcuno di tale battesimo di penitenza perché, dall’inizio, tutto si realizzi e perché si manifesti la Santa Trinità che egli è venuto a rivelare. Giovanni invitava il popolo a prepararsi alla venuta imminente del Messia. A lui è concesso di contemplare ciò a cui aspira ogni uomo che prega e che contempla: Giovanni percepisce e insieme accoglie il mistero di Dio, quello del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Giovanni vede il Figlio, il Verbo eterno di Dio, e lo indica già come il Salvatore. Sente il Padre, che nessuno riesce a vedere, testimoniare e attestare che quello è davvero suo Figlio (Gv 5,36-37). Percepisce poi la presenza dello Spirito che si posa sulla superficie dell’acqua, madre di ogni vita (Gen 1,2). È lo Spirito che è sceso su Maria, generando in lei la vita umana e divina (Lc 1,35). È lo Spirito che scenderà un giorno sugli apostoli perché fecondino la terra e le diano vita eterna(At 2,4). E, pur avendo avuto un altro battesimo, altrimenti efficace (Mc 10,39), anche noi siamo stati battezzati “nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” (Mt 28,19). E, secondo la promessa, la Santa e Divina Trinità pone in noi la sua dimora (Gv 14,23). Essa trasforma la nostra vita, affidandola a Dio e attirandoci verso di lui con la forza di attrazione della risurrezione.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Dopo il battesimo di Gesù si aprirono i cieli,
e come colomba
lo Spirito di Dio si fermò su di lui,
e la voce del Padre disse:
“Questo è il Figlio mio prediletto,
nel quale mi sono compiaciuto”. (cf. Mt 3,16-17)


Colletta
Padre onnipotente ed eterno,
che dopo il battesimo nel fiume Giordano
proclamasti il Cristo tuo diletto Figlio,
mentre discendeva su di lui lo Spirito Santo,
concedi ai tuoi figli, rinati dall’acqua e dallo Spirito,
di vivere sempre nel tuo amore.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
O Padre, il tuo unico Figlio
si è manifestato nella nostra carne mortale,
concedi a noi,
che lo abbiamo conosciuto come vero uomo,
di essere interiormente rinnovati a sua immagine.
Egli è Dio e vive e regna con te...

Oppure:
Padre d’immensa gloria,
tu hai consacrato con potenza di Spirito Santo
il tuo Verbo fatto uomo,
e lo hai stabilito luce del mondo
e alleanza di pace per tutti i popoli;
concedi a noi che oggi celebriamo
il mistero del suo battesimo nel Giordano,
di vivere come fedeli imitatori
del tuo Figlio prediletto,
in cui il tuo amore si compiace.
Egli è Dio, e vive e regna con te...

>

Prima lettura

Is 42,1-4.6-7
Ecco il mio servo di cui mi compiaccio.

Dal libro del profeta Isaìa

Così dice il Signore:
«Ecco il mio servo che io sostengo,
il mio eletto di cui mi compiaccio.
Ho posto il mio spirito su di lui;
egli porterà il diritto alle nazioni.
Non griderà né alzerà il tono,
non farà udire in piazza la sua voce,
non spezzerà una canna incrinata,
non spegnerà uno stoppino dalla fiamma smorta;
proclamerà il diritto con verità.
Non verrà meno e non si abbatterà,
finché non avrà stabilito il diritto sulla terra,
e le isole attendono il suo insegnamento.
Io, il Signore, ti ho chiamato per la giustizia
e ti ho preso per mano;
ti ho formato e ti ho stabilito
come alleanza del popolo
e luce delle nazioni,
perché tu apra gli occhi ai ciechi
e faccia uscire dal carcere i prigionieri,
dalla reclusione coloro che abitano nelle tenebre».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 28

Il Signore benedirà il suo popolo con la pace.

Date al Signore, figli di Dio,
date al Signore gloria e potenza.
Date al Signore la gloria del suo nome,
prostratevi al Signore nel suo atrio santo.

La voce del Signore è sopra le acque,
il Signore sulle grandi acque.
La voce del Signore è forza,
la voce del Signore è potenza.

Tuona il Dio della gloria,
nel suo tempio tutti dicono: «Gloria!».
Il Signore è seduto sull’oceano del cielo,
il Signore siede re per sempre.

>

Seconda lettura

At 10,34-38
Dio consacrò in Spirito Santo Gesù di Nazaret.

Dagli Atti degli Apostoli

In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: «In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga.
Questa è la Parola che egli ha inviato ai figli d’Israele, annunciando la pace per mezzo di Gesù Cristo: questi è il Signore di tutti.
Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui».

Parola di Dio

Canto al Vangelo (Mc 9,9)
Alleluia, alleluia.
Si aprirono i cieli e la voce del Padre disse:
«Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!».
Alleluia.

>

Vangelo

Mt 3,13-17
Appena battezzato, Gesù vide lo Spirito di Dio venire su di lui.


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Fratelli e sorelle, uniti nella gioia di chi si sente amato da Dio, nella speranza di una vita compiuta, nell’attesa della manifestazione gloriosa di Cristo, chiediamo al Padre che ascolti le nostre umili preghiere.
Preghiamo dicendo: Ascoltaci Signore.

1. Manda il tuo Spirito, o Signore, affinché gli uomini sappiano discernere quali vie portano alla schiavitù del peccato e quali invece alla pienezza dell’incontro con te. Preghiamo.
2. Dacci il coraggio e la forza, Signore, per intessere la nostra vita di opere buone, conformi alla tua volontà e al tuo disegno d’amore sul mondo. Preghiamo.
3. Fa, o Padre, che la Chiesa sappia operare nella storia e aprirti una strada nel deserto del mondo, per collaborare alla realizzazione del tuo Regno. Preghiamo.
4. Tuo Figlio, Signore, si è fatto uomo, povero tra i poveri. Non ha disdegnato la compagnia degli ultimi. Rendi anche noi solidali con i poveri, affinché tutti gli uomini si sentano fratelli. Preghiamo.
5. Padre, infondi in ogni uomo, ed in particolare in chi soffre, la gioia di chi si sente amato, perché l’incontro con te ci permetta di affrontare le prove della vita con la consapevolezza di essere dei salvati. Preghiamo.

O Padre, alle volte anche le nostre preghiere sono inquinate dalla pretesa di far girare il mondo così come lo vogliamo noi. Ma tu sai che nelle nostre parole di oggi c’è l’autenticità di chi spera in te, di chi ti ama, di chi vuole ciò che tu vuoi. Ascoltaci, te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Preghiera sulle offerte
Ricevi, o Padre, i doni che la Chiesa ti offre,
celebrando la manifestazione del Cristo
tuo diletto Figlio,
e trasformali per noi nel sacrificio perfetto,
che ha lavato il mondo da ogni colpa.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
Consacrazione e missione di Gesù .

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.
Nel battesimo di Cristo al Giordano
tu hai operato segni prodigiosi
per manifestare il mistero del nuovo lavacro:
dal cielo hai fatto udire la tua voce,
perché il mondo credesse
che il tuo Verbo era in mezzo a noi;
con lo Spirito che si posava su di lui come colomba
hai consacrato il tuo Servo
con unzione sacerdotale, profetica e regale,
perché gli uomini riconoscessero in lui il Messia,
inviato a portare ai poveri il lieto annunzio.
E noi, uniti alle potenze dei cieli,
con voce incessante proclamiamo la tua lode: Santo...


Antifona di comunione
Questa è la testimonianza di Giovanni:
“Io l’ho visto, e ho attestato
che egli è il Figlio di Dio”. (Gv 1,32.34)

Oppure:
Giovanni disse: “Io ho bisogno d’essere battezzato
da te e tu vieni da me?”. “Lascia fare per ora”
gli rispose Gesù,
“poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia”. (Mt 3,14-15)


Preghiera dopo la comunione
Dio misericordioso, che ci hai nutriti alla tua mensa,
concedi a noi tuoi fedeli
di ascoltare come discepoli il tuo Cristo,
per chiamarci ed essere realmente tuoi figli.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Agenzia SIR     (Omelia del 12-01-2014)

Al fiume Giordano s'incontrano i due vertici della storia della salvezza: la preparazione (Giovanni il Battista) e il suo adempimento (Gesù), la profezia e l'evento. Gesù è fortemente deciso a farsi battezzare da Giovanni insieme ai peccatori, consapevole dell'opera di salvezza che è venuto a compie ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 12-01-2014)
Confusione all'ingresso
Il deserto l'aveva preparato a tutto. Ma forse non s'attendeva che quel gran Genio del suo Amico Gli capitasse un giorno sotto gli occhi travestito e aggrovigliato in mezzo ai pezzenti di Galilea. "Battezzami, Giovanni, ora è il mio turno!". Giovanni: l'uomo che addomesticava le antilopi, che reggev ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 12-01-2014)
Audio commento a Mt 3,13-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 12-01-2014)
Commento su Matteo 3,13-17
Lectio Questa domenica fa da raccordo tra il tempo di Natale e il tempo ordinario. In questa domenica ricordiamo il battesimo di Gesù ad opera di Giovanni. Comincia la vita pubblica, la missione che Gesù è stato incaricato di compiere. Matteo dopo aver dedicato i primi due capitoli all'infanzia di ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 12-01-2014)
Commento su Atti 10,34-38
Collocazione del brano Questo brano è posto all'interno dell'episodio della conversione del centurione Cornelio, che occupa tutto il capitolo 10 degli Atti. Cornelio è l'esempio di un pagano che si converte alla via predicata dagli apostoli. All'interno della prima comunità cristiana di radice eb ...
(continua)
mons. Vincenzo Paglia     (Omelia del 12-01-2014)
Commento su Isaia 42,1-4.6-7; Salmo 28; Atti degli Apostoli 10,34-38; Matteo 3,13-17
Introduzione Gesù chiede a Giovanni di battezzarlo, ma non ha bisogno alcuno di tale battesimo di penitenza perché, dall'inizio, tutto si realizzi e perché si manifesti la Santa Trinità che egli è venuto a rivelare. Giovanni invitava il popolo a prepararsi alla venuta imminente del Messia. A lui è ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 12-01-2014)
Battezzati perché immersi in Gesù
Clicca qui per la vignetta della settimana. Questa domenica sono invitato a partecipare ad un battesimo. E' la prima figlia di una coppia di carissimi amici, che mi hanno chiesto, non solo di esser presente al rito, ma di prepararlo insieme una sera. Posso affermare che il battesimo della bambin ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 12-01-2014)
Tu sei l'amato. Vivilo
La festa di oggi, il Battesimo di Gesù, chiude il tempo natalizio. Domenica prossima incomincerà il tempo ordinario fino alla Quaresima. Il vangelo di oggi ci presenta il Battesimo di Gesù. Gesù certamente è stato battezzato dal Battista. Per i primi cristiani questo era un episodio imbarazzante ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 12-01-2014)
Video commento a Mt 3,13-17
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 12-01-2014)
Video commento a Mt 3,13-17
...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 12-01-2014)
Commento su Matteo 3,13-17
Nel battesimo di Gesù tutti noi, comunità credente, possiamo riconoscere l'inizio di una nuova storia per l'umanità. Quest'evento, infatti, conferma che nel profeta di Galilea, Dio si è fatto presente come Padre e come Figlio, che solo conosce il Padre e può rivelarlo (Mt 11,27). È il Padre che cost ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 12-01-2014)
Il Battesimo di Gesù
Leggendo il Vangelo che la Chiesa ci offre da meditare, credo che molti si chiederanno come mai il battesimo veniva amministrato da Giovanni Battista, prima di Gesù. Cosa voleva allora ed oggi essere battezzati? Che senso ha il mio battesimo? Sappiamo che nel piano di salvezza di Dio, Giovanni il ...
(continua)
mons. Giuseppe Giudice     (Omelia del 12-01-2014)
Gesù, re umile e obbediente
Ecco il mio servo... il mio eletto, il mio spirito è su di lui... porterà il diritto alle nazioni senza gridare, senza alzare il tono, senza farsi sentire in piazza, senza spezzare la canna incrinata, senza spegnere la fiamma smorta... non si abbatterà e non verrà meno... egli è il Signore di tutti, ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 12-01-2014)
Figlio Mio Amato
Ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui così viene istituito il sacramento del Battesimo, il segno attraverso cui anche noi siamo chiamati "figli". Fino allora Giovanni battezzava con acqua: chi lo richiedeva confessava i ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 12-01-2014)
Portatori di una speranza nuova
Celebriamo il Battesimo del Signore. Questo mistero della vita di Cristo mostra che la sua venuta nella carne è l'atto sublime di amore delle Tre Persone divine. Possiamo dire che da questo solenne avvenimento l'azione creatrice, redentrice e santificatrice della Santissima Trinità sarà sempre più m ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 12-01-2014)
E si aprirono per lui i cieli
In questa domenica, prima del tempo ordinario, la Liturgia ci invita a celebrare il Battesimo di Gesù prolungando il mistero dell'Epifania, manifestazione al mondo del Figlio di Dio. Celebrando il Battesimo di Gesù, siamo invitati a ricomprendere e a rivivere il nostro Battesimo come partecipazione ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 12-01-2014)
Servi del Dio della Vita
Non ho alcun motivo di dubitare che chiunque, nella Chiesa, accetti di vivere in maniera attiva la propria testimonianza di fede in virtù del Battesimo che ha ricevuto, lo faccia con uno spirito di servizio e non certo di comando. Che poi riesca ad essere servo più che padrone, o umile discepolo più ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 12-01-2014)
Commento su Matteo 3,14
«Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Mt 3, 14 Come vivere questa Parola? Molti di noi, il proprio battesimo non riescono nemmeno a ricordarselo: rimane un rito tra le pieg ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 12-01-2014)
Ognuno di noi è figlio prediletto di Dio
Gesù si mette in fila con i peccatori, lui che era il puro di Dio, in fila, come l'ultimo di tutti. Ed entra nel mondo dal punto più basso, perché nessuno lo sen­ta lontano, nessuno si senta escluso. Gesù tra i peccatori appare fuori posto, co­me se fosse saltato l'ordine normale delle co­se. Giova ...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 12-01-2014)
Video commento a Mt 3,13-17
...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 12-01-2014)
Volare alto
Giovanni però voleva impedirglielo Nella prospettiva giudaica il Messia è uomo forte: Tiene in mano la pala e pulirà la sua aia e raccoglierà il suo frumento nel granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile (Mt 3,12), non può mescolarsi ai peccatori, fare un gesto penitenziale: questa ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 12-01-2014)
Video commento su Mt 3,13-17
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 12-01-2014)

COMMENTO ALLE LETTURE Commento a cura di don Mauro Manganozzi «Appena battezzato, Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: "Questi è il Figlio mio, l'amato: ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 12-01-2014)

Il Battesimo di Gesù al Giordano, è narrato da tutti e quattro gli evangelisti (anche se il Vangelo di Giovanni vi allude soltanto), segno evidente dell'importanza di questo evento. Non dobbiamo pensare a questo Battesimo come quello che abbiamo ricevuto noi, cioè come il Sacramento che ci unisce al ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 12-01-2014)
Ascoltiamo il Figlio di Dio che parla a noi nell'oggi della chiesa e del mondo
L'ascolto è fondamentale in ogni vera comunicazione. Chi non ascolta non conosce il pensiero e il cuore dell'altro. Nella festa odierna del Battesimo di Gesù al Giordano, per la mano santa e purificatrice di Giovanni il Battista, viene rivelata la natura di Gesù Cristo, definito qui il Figlio amato ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 12-01-2014)
In vista dell'incontro di maggio a Gerusalemme
"Dalla Galilea", cioè dal villaggio di Nazaret dov'era vissuto sino ad allora, Gesù, ormai adulto (i biblisti ritengono avesse trentatré o trentaquattro anni), "andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui". Fu l'esordio della sua vita pubblica, che dopo tre anni si sarebbe conclusa con ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 12-01-2014)
Umiltà ordinaria prima che straordinaria
Riti di abluzione esteriore con acqua erano tipici anche al di fuori dal cristianesimo in tutti i tempi antichi, e anche quella di Giovanni era una prescrizione puramente formale, che prevedeva l'avvenuto ravvedimento dai peccati. Il Battista prevedeva infatti che chi si avvicinava a lui avesse già ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 12-01-2014)
Conviene che adempiamo ogni giustizia
La giustizia, cui Gesù è chiamato a sottoporsi, è la consegna della sua volontà a Dio. Non si tratta però di una consegna momentanea, passeggera, occasionale e neanche per un periodo più o men lungo della sua vita. Questa consegna deve essere totale, non parziale, per sempre e non per qualche istant ...
(continua)
don Marco Pratesi     (Omelia del 12-01-2014)
Ruminare i Salmi - Salmo 29,3 (Battesimo del Signore, anno A)
CEI La voce del Signore è sopra le acque, (tuona il Dio della gloria) il Signore sulle grandi acque. TILC La voce del Signore rimbomba sulle acque, (scatena il tuono il Dio della gloria,) il Signore domina gli immensi flutti. Atti 10,38 Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 12-01-2014)
Commento su Isaia 42,1-4.6-7; Salmo 28; Atti 10,34-38; Matteo 3,13-17
Siamo sulle rive del Giordano. Un profeta sta battezzando, sta cioè immergendo nelle acque del Giordano coloro che vengono a lui, che lo cercano, che lo seguono. Un rito di purificazione, una promessa di cambiamento di mentalità, l'attesa di una liberazione... Chi è un profeta? Uno che prevede il fu ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 12-01-2014)
Video commento su Mt 3,13-17
...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 09-01-2011)
Video commento su Mt 3,13-17
...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 09-01-2011)
Appena battezzato, Gesù vide lo Spirito di Dio venire su di lui
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 09-01-2011)
Battesimo del Signore (Anno A)
Difficile dire carissimi, carissime a persone che mai abbiamo visto. Eppure suona bene questo "Carissime, carissimi". C'è comunque qualcosa che circola nelle nostre vene, nei nostri geni che ci fa essere comunque "carissimi" gli uni gli altri. E questo viene dalla Buona Notizia che Gesù ci regala qu ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 09-01-2011)
Vide lo Spirito discendere su di Lui
La festa del battesimo continua il ciclo delle manifestazioni del Signore, iniziato nel giorno di Natale con la nascita del Salvatore a Betlemme, adorato e contemplato dalla Sacra Famiglia e dai pastori, e che ha avuto un momento fondamentale nell'Epifania, quando il Messia, per mezzo dei Magi, si è ...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 09-01-2011)
La fraternità
Nel motto che proviene dalla rivoluzione francese troviamo tre parole d'ordine: libertà, uguaglianza, fraternità. È stato acutamente osservato che mai i tre valori sono stati realizzati assieme. Dove si è cercata l'uguaglianza a farne le spese fu la libertà, mentre la libertà senza regole incrementa ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 09-01-2011)
Audio commento su Matteo 3,13-17
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 09-01-2011)

LEGGIAMO Il breve brano che Matteo riserva al battesimo di Gesù (per i paralleli cfr. Mc 1,9-11; Lc 3,21-22; Gv 1,29-34) ha uno spiccato carattere Cristologico e segue immediatamente la presentazione di Giovanni il Precursore e della sua predicazione. Questi due episodi e il tempo di quaranta gio ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 09-01-2011)
Con il Battesimo diventiamo figli di Dio
La Chiesa, dedicando questo momento dopo il S. Natale, al Battesimo di Gesù, ci vuole quasi richiamare a quello che potremmo anche noi definire il nostro Natale da Cristiani, cioè il Battesimo, dove deposte le vecchie spoglie da esclusi dal Regno di Dio, torniamo ad essere il 'sogno' che il Padre av ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 09-01-2011)
Audio commento su Matteo 3,13-17
Gesù è nato da una stirpe di peccatori - ricordiamo gli ascendenti di Gesù nel brano della genealogia di Matteo e Luca: lasciano spesso a desiderare - e non esita a collocarsi tra i peccatori; da questo momento appartiene a loro, ricercherà la loro compagnia, attirandosi critiche e calunnie; giustif ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 09-01-2011)
Vita nuova in Cristo
Le Letture di questa domenica ci presentano il duplice aspetto del mistero che celebriamo: il Battesimo di penitenza che Gesù volle gli fosse conferito da Giovanni Battista per esprimere la sua partecipazione alla condizione peccatrice e penitente dell'umanità, e l'investitura di Gesù a Messia da pa ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 09-01-2011)
Commento su Is 42,1-4.6-7; At 10,34-38; Mt 3,13-17
Isaia 42,1-4,6-7 Questi primi versetti fanno parte del primo dei 4 brani, conosciuti come "canti del servo del Signore". Dove il Signore presenta questo servo come un profeta, oggetto di una missione, animato dallo Spirito. Alcuni attribuiscono la parola "servo" al popolo di Israele, per altri la ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 09-01-2011)
Nelle acque della vita
Dio è sceso sulla terra e ha vissuto con gli uomini. Non come un uomo speciale, distinto e separato, privilegiato. Ha condiviso tutto di noi, eccetto il peccato. Sì, perché lui ha sempre detto di Sì al Padre suo, mentre noi uomini alle volte diciamo i nostri NO secchi all'amore eterno. Non perché si ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 09-01-2011)
Tale e quale!
S'apre il Seno di Dio! Che offre generoso il Figlio. L'Orante invoca lo Spirito abbondante per essere capace d'eseguire il ministero: comunicare il Padre, ed operare il bene. Rimanga, dopo di lui, sui suoi fratelli, che prima ribelli avevan deprecato. Son giunti i tempi ultimi! Viene il più ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 09-01-2011)
Cristo Gesù: Alleanza del popolo, luce delle nazioni
Celebriamo la festa del Battesimo di Gesù. E' la grande manifestazione di Gesù salvatore al fiume Giordano, quando si presenta davanti a Giovanni Battista. La manifestazione di Gesù avviene in uno stile che è tipico di Dio. Il Signore si fa conoscere nella sua umiltà e nei segni del suo amore verso ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 09-01-2011)
Battezzati e protagonisti!
"Ma scusi...lei è il parroco, lei è sacerdote, ha certamente studiato più di noi: come possiamo esserle utili nel preparare quell'incontro di catechesi? Noi dovremmo chiedere aiuto a lei, ed invece è lei che chiede aiuto a noi?"; "Io non sono degno di fare il ministro straordinario dell'Eucaristia, ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 09-01-2011)
I cieli aperti
1) La Parola che scaturisce dal silenzio Concluse le festività natalizie, iniziamo il tempo ordinario ricordando il battesimo di Gesù che volle dimostrarsi totalmente solidale con gli uomini, sottoponendosi, Lui, il Figlio dell'Altissimo, l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, al battesim ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 09-01-2011)
Il sovvertitore di regole
Clicca qui per la vignetta della settimana. Questa scena di Giovanni Battista che cerca di impedire a Gesù di farsi battezzare da lui mi ricorda molto la scena nel Vangelo di Giovanni, al capitolo 13, quando Pietro vuole impedire a Gesù di lavargli i piedi. Davvero singolare questa specie di "pu ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 09-01-2011)

Il racconto dell'evangelista Marco, questa domenica ci conduce dalla Galilea, dove si trova Nazareth e dove abitava Gesù, alle rive del fiume Giordano, dove Giovanni stava battezzando. C'era tanta folla che chiedeva di ricevere il battesimo, che era un invito a cambiare vita, un invito alla conversi ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 09-01-2011)
E poi?
Ho avuto la fortuna di iniziare questo 2011 in compagnia di una dozzine di famiglie della mia comunità e di trascorrere questi primi giorni dell'anno con una cinquantina di ragazzi della mia zona pastorale in un bellissimo campo invernale sulle nevi della "concorrenza" trentina. Ringrazio il buon D ...
(continua)
don Luca Orlando Russo     (Omelia del 09-01-2011)
«Questi è il Figlio mio, l'amato»
La parola e la condotta di vita del Battista non lasciano di certo indifferenti quanti gli si accostano e la sua fama deve essere davvero grande. Lo stesso Gesù apprezza e stima l'opera di Giovanni. Gesù, che ha imparato negli anni di Nazareth ad ascoltare e conoscere Dio, si reca volentieri sulle r ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 09-01-2011)
Video commento a Mt 3, 13-17
...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 09-01-2011)
Spirito e acqua per la vita che sorge
Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono i cieli, e vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba sopra di lui. Lo Spi­rito e l'acqua sono le più antiche presenze della Bibbia, entrano in scena già dal se­condo versetto della Gene­si: la terra era informe e de­serta, ma «lo Spirito di Dio ale ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 09-01-2011)
La gioia di essere battezzati
Oggi è la festa del Battesimo di Gesù. Per noi è un momento di riflessione forte sul significato del nostro battesimo e dell'importanza di tale segno nella comunità cristiana. Ripensare al giorno del nostro battesimo significa dare importanza a questo giorno e non solo a quello del nostro comp ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 09-01-2011)
Video commento a Mt 3, 13-17
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 09-01-2011)
Video commento a Mt 3, 13-17
...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 09-01-2011)
Video commento a Mt 3, 13-17
...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 09-01-2011)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di Padre Gianmarco Paris Nella Chiesa mozambicana sono molto rari i battesimi dei bambini con pochi mesi di vita. La società e la cultura locale non hanno assorbito il cristianesimo al punto da considerare normale battezzare un bambino poco tempo dopo la sua nascita ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 09-01-2011)
La fonte della serenità
E' trascorso appena qualche giorno dall'Epifania, e non sarà inutile ricordare che quella non è la festa dei Magi: in realtà vuole celebrare, come dice il nome, la "manifestazione" del Figlio di Dio al mondo; egli è venuto per farsi conoscere, e i misteriosi sapienti orientali recatisi a Betlemme ne ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 09-01-2011)
Commento su Mt 3,13-17
Il tempo di Natale si chiude col Battesimo del Signore.In realtà, nella storia di Gesù di Nazareth, il tempo tra la sua nascita e il battesimo al Giordano è di circa 30 anni. Di questi decenni poco dicono i Vangeli, poco la tradizione. Col Battesimo inizia la "vita pubblica" di Gesù per le strade di ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 09-01-2011)
Conviene per noi portare a compimento tutta la giustizia
Nella domenica dopo l'Epifania la Liturgia celebra il "Battesimo del Signore" continuando a ripresentarci il mistero dell'incarnazione di Dio che nasce nel figlio di Maria, si rivela ai Magi che sono venuti a cercarlo, è investito della sua missione nel momento del Battesimo nel Giordano. Celebrando ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 09-01-2011)
Il Battesimo di Gesù, scuola di umiltà
Riconoscere i propri torti è molto spesso alla base della soluzione dei nostri problemi con gli altri. Se anziché imporre ad ogni costo le nostre ragioni da parte nostra si scrutasse nel profondo della propria coscienza obiettiva, non di rado si scoprirebbe come molte lacune o omissioni di cui solid ...
(continua)
don Carlo Occelli     (Omelia del 09-01-2011)
Accanto a te
...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 09-01-2011)
Questi è il Figlio mio, l'Amato
Mentre Isaia, ben otto secoli prima, ci profetizza: "Ecco il mio Servo che io sostengo, il mio Eletto di cui mi compiaccio. Ho posto il mio Spirito su di Lui...", oggi vediamo Gesù, silenzioso, mite e umile, che si incammina, solo, verso il fiume Giordano. Anche Lui, come i peccatori, va a farsi bat ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 09-01-2011)
Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento
Ogni evento che Gesù vive è rivelatore del suo mistero. Chi vuole conoscere Gesù deve possedere la perfetta verità di ognuno di questi eventi. Uno solo ignorato, non compreso, non riportato nella verità tutta intera, ostacola di molto la comprensione del suo essere, che è insieme divino ed umano, et ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 13-01-2008)
Commento su Matteo 3,13-17
Il tempo liturgico di Natale si conclude con la festa del Battesimo del Signore: il Dio che è nato a Betlemme nasce nel cuore di ogni discepolo che si fa battezzare. "Tu sei il mio figlio bene-amato, nel quale mi sono compiaciuto" ."Prediletto", traduce la nostra Bibbia, ma preferisco il più lett ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 13-01-2008)
I cieli aperti
Concludiamo le festività natalizie, ricordando il battesimo di Gesù che volle dimostrarsi totalmente solidale con gli uomini, sottoponendosi, Lui, il Figlio dell'Altissimo, l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, al battesimo di penitenza amministrato da Giovanni Battista. L'umiltà di Dio è ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 13-01-2008)
Segni battesimali
Spesso le sorti e i compiti nella fede si ribaltano, e con sorpresa. Invece di essere battezzato da Gesù, Giovanni Battista battezza Gesù. Quello che ci aspettiamo che Gesù faccia per noi, Lui si aspetta che noi lo facciamo per Lui. Quando attendiamo Dio, è inutile: è Lui che sta attendendo noi ...
(continua)
don Ezio Stermieri     (Omelia del 13-01-2008)
Il ?trittico? dell?Incarnazione
Questa liturgia ci invita a contemplare in pienezza il ?trittico? dell?Incarnazione, il disegno stupendo della nostra salvezza che Dio stesso ha colorato per noi. Colui che è nato a Betlemme è proprio un Dio di carne per noi, un Dio attraente con la sua luminosità tutti i popoli e le culture, il Dio ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 00-00-0000)
Battesimo di Gesù
Sono passati trent'anni dalla visita dei magi d'oriente e il piccolo Gesù è cresciuto ed è diventato un uomo. Dopo anni di nascondimento e di normalità, Gesù decide di uscire allo scoperto, di iniziare la sua missione, di rivelare il vero volto di Dio. E da dove inizia? Dopo millenni di attesa qual ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google