LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 20 Marzo 2010 <

Giovedì 18 Marzo 2010

Venerdì 19 Marzo 2010

Sabato 20 Marzo 2010

Domenica 21 Marzo 2010

Lunedì 22 Marzo 2010

Martedì 23 Marzo 2010

Mercoledì 24 Marzo 2010

Giovedì 25 Marzo 2010

Venerdì 26 Marzo 2010

Sabato 27 Marzo 2010


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  Sabato della IV settimana di Quaresima

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Feria
Colore liturgico: Viola
EQ046 ;
Gesù prese su di sé le sorti del profeta rifiutato e quelle di tutti gli esclusi e gli abbandonati. Egli ha preso su di sé le sorti delle nazioni perseguitate per aver combattuto per la libertà, le sorti dei militanti condannati per la loro fede, sia che essi siano perseguitati da un potere laico ateo, sia dai seguaci di un’altra confessione. Il Vangelo di oggi ci mostra le poche persone che hanno tentato di difendere Gesù. Le guardie del tempio non hanno voluto arrestarlo, e Nicodemo l’ha timidamente sostenuto, argomentando che non si può condannare qualcuno senza aver prima ascoltato il suo difensore. Nel mondo di oggi, anche noi cerchiamo timidamente di prendere le difese di quelli che sono ingiustamente perseguitati. A volte è l’esercito che rifiuta di sparare sui civili, come è successo di recente nei paesi baltici. A volte è nell’arena internazionale che viene negato - assai timidamente - ad una grande potenza il diritto di opprimere un popolo. Il dramma del giudizio subito da Cristo, seguito dal suo arresto e dalla sua crocifissione, come riporta il Vangelo di oggi, perdura ancora nella storia umana. Ogni uomo ha, in questo dramma, un certo ruolo, analogo ai ruoli evocati nel Vangelo. Gesù è venuto da Dio per vincere il male per mezzo dell’amore. La sua vittoria si è compiuta sulla croce.
La sua vittoria non cessa di compiersi in noi, passando per la croce. Dobbiamo osservare la scena del mondo attuale alla luce del processo a Gesù e del dibattito suscitato dalla sua persona, quando viveva e compiva la sua missione in Palestina. Siamo capaci di percepire Gesù e il suo insegnamento nella Chiesa? Non rifiutiamo davvero nessuno, e non giudichiamo nessuno ingiustamente? Siamo capaci di vedere Gesù nei poveri e nelle vittime della terra? Chi è ognuno di noi oggi nel dramma dei profeti contemporanei rifiutati, e nel dramma odierno di Gesù Cristo e del suo Vangelo? Gesù? Nicodemo? Le guardie del tempio?

Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Flutti di morte mi hanno circondato,
mi hanno stretto dolori d’inferno;
nella mia angoscia ho invocato il Signore,
dal suo tempio ha ascoltato la mia voce. (Sal 18,5-7)


Colletta
Signore onnipotente e misericordioso,
attira verso di te i nostri cuori,
poiché senza di te
non possiamo piacere a te, sommo bene.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Ger 11,18-20
Come agnello mansueto che viene portato al macello.

Dal libro del profeta Geremìa

Il Signore me lo ha manifestato e io l’ho saputo; mi ha fatto vedere i loro intrighi. E io, come un agnello mansueto che viene portato al macello, non sapevo che tramavano contro di me, e dicevano: «Abbattiamo l’albero nel suo pieno vigore, strappiamolo dalla terra dei viventi; nessuno ricordi più il suo nome».
Signore degli eserciti, giusto giudice,
che provi il cuore e la mente,
possa io vedere la tua vendetta su di loro,
poiché a te ho affidato la mia causa.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 7

Signore, mio Dio, in te ho trovato rifugio.

Signore, mio Dio, in te ho trovato rifugio:
salvami da chi mi perseguita e liberami,
perché non mi sbrani come un leone,
dilaniandomi senza che alcuno mi liberi.

Giudicami, Signore, secondo la mia giustizia,
secondo l’innocenza che è in me.
Cessi la cattiveria dei malvagi.
Rendi saldo il giusto,
tu che scruti mente e cuore, o Dio giusto.

Il mio scudo è in Dio:
egli salva i retti di cuore.
Dio è giudice giusto,
Dio si sdegna ogni giorno.

Canto al Vangelo (Lc 8,15)
Gloria e lode a te, o Cristo, Verbo di Dio!
Beati coloro che custodiscono la parola di Dio
con cuore integro e buono
e producono frutto con perseveranza.
Gloria e lode a te, o Cristo, Verbo di Dio!

>

Vangelo

Gv 7,40-53
Il Cristo viene forse dalla Galilea?


+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, all’udire le parole di Gesù, alcuni fra la gente dicevano: «Costui è davvero il profeta!». Altri dicevano: «Costui è il Cristo!». Altri invece dicevano: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: “Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo”?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui.
Alcuni di loro volevano arrestarlo, ma nessuno mise le mani su di lui. Le guardie tornarono quindi dai capi dei sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: «Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!». Ma i farisei replicarono loro: «Vi siete lasciati ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente, che non conosce la Legge, è maledetta!».
Allora Nicodèmo, che era andato precedentemente da Gesù, ed era uno di loro, disse: «La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa?». Gli risposero: «Sei forse anche tu della Galilea? Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!». E ciascuno tornò a casa sua.

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Gesù entra nella storia come segno di speranza, ma non sempre gli uomimi lo accolgono nella verità e nell'amore. Consapevoli delle nostre infedeltà e fiduciosi nella misericordia divina, preghiamo:
Perdonaci, Signore, e noi vivremo!

Padre, ci hai donato il tuo Unigenito perchè fossimo Chiesa: rendici uniti nella carità e testimoni credibili del tuo amore. Ti preghiamo:
Padre, hai inviato Gesù per dare inizio al tuo Regno fra gli uomini: aiutaci a rinnovare la faccia della terra. Ti preghiamo:
Padre, hai suscitato un Salvatore che sciogliesse tutte le nostre catene: fà che gli consentiamo di operare in profondità nella nostra vita. Ti preghiamo:
Padre, hai mandato il Messia perchè guidasse il tuo popolo sulle vie del diritto: insegnaci a vivere con gli altri con la virtù della misericordia. Ti preghiamo:
Padre, hai permesso che il tuo Agnello fosse immolato per la nostra salvezza: aiutaci ad accorrere con generosità dove c'è una vita da salvare. Ti preghiamo:
Per le vittime dell'arroganza.
Per il dialogo con chi è alla ricerca della verità.

O Dio di clemenza, aiuta i tuoi fedeli nel cammino quaresimale. Rinnovati dall'amore di Cristo, per noi crocifisso e risorto, ti riconosciamo come Padre d'immensa bontà e ti rendiamo grazie a nome di tutta la Chiesa. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera sulle offerte
Accogli, o Dio, quest’offerta di riconciliazione,
e con la forza del tuo amore
piega a te, anche se ribelli, le nostre volontà.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO DI QUARESIMA IV
I frutti del digiuno

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo,
Dio onnipotente ed eterno.
Con il digiuno quaresimale
tu vinci le nostre passioni, elevi lo spirito,
infondi la forza e doni il premio,
per Cristo nostro Signore.
Per questo mistero si allietano gli angeli
e per l’eternità adorano la gloria del tuo volto.
Al loro canto concedi, o Signore,
che si uniscano le nostre umili voci
nell’inno di lode: Santo...


Antifona di comunione
Siamo stati riscattati a prezzo del sangue prezioso di Cristo,
Agnello senza difetti e senza macchia. (1Pt 1,19)


Preghiera dopo la comunione
Padre misericordioso,
il tuo Spirito operante in questo sacramento
ci liberi dal male e ci renda degni della tua benevolenza.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 05-04-2014)
Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei?
Nessun uomo potrà mai proclamarsi principio di fede per un altro uomo. Principio di fede è la Parola del Signore, santamente ascoltata, rettamente vissuta, secondo verità insegnata. San Pietro si ribella a questi uomini che si autoproclamano principio di verità, obbedienza, santità, ascolto per ogni ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 05-04-2014)
Commento su Gv 7, 41-42
«Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: "Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui. Alcuni di loro volevano arrestarlo, ma nessuno mise le mani su di lui». Gv 7, 41-42 Come vivere questa P ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 16-03-2013)
Questi è davvero il profeta!
Tanti sono stati profeti e qualcuno pensa che Gesù sia stato uno dei tanti. La cosa che mi ha sempre colpito è come si faccia a giudicare Cristo come uno dei tanti. Isaia, Geremia, lo stesso Giovanni il Battista e gli altri grandi profeti dicevano "verrà il Figlio di Dio", mentre Lui ha detto "Io s ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 16-03-2013)
Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!
L'arroganza, la prepotenza, la superbia dei capi e dei farisei è pari alla loro ignoranza della Legge e dei Profeti. Più in alto si è nella superbia e più ci si serve del proprio stato per confondere semplici e puri di cuori, facendo un uso cattivo anche della rivelazione. Poiché nessuno osa contrad ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 16-03-2013)
Commento su Geremia 11,20
Signore degli eserciti, giusto giudice, che provi il cuore e la mente, possa io vedere la tua vendetta su di loro, poiché a te ho affidato la mia causa. Ger 11,20 Come vivere questa Parola? Geremia si è fatto umilmente portavoce di Dio spendendosi senza riserve per il popolo, anzi intercedendo ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 24-03-2012)
Commento su Giovanni 7,40-53
Chi sei veramente, Gesù? Ancora oggi intorno alla tua figura si scatenano i dibattiti, si arrovellano gli storici, inveiscono gli scettici e i saccenti. Chi sei, oscuro ebreo marginale che ha diviso in metà la storia? Chi sei veramente? Non dobbiamo spaventarci se, a distanza di millenni, siamo anco ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 24-03-2012)
Commento su Giovanni 7,47
Ma i farisei replicarono loro: "Vi siete lasciate ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente che non conosce la Legge, è maledetta Gv 7,47 Come vivere questa parola? Perché le guardie mandate ad arrestare Gesù non lo fanno? Molta era la simpatia ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 24-03-2012)
Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei?
La profezia di Isaia annunziava che una grande luce sarebbe spuntata proprio dalla Galilea. Gesù inizia il suo ministero proprio da questa terra paganeggiante: "In passato umiliò la terra di Zàbulon e la terra di Nèftali, ma in futuro renderà gloriosa la via del mare, oltre il Giordano, Galilea dell ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 09-04-2011)

Dalla Parola del giorno Mai un uomo ha parlato così! Come vivere questa Parola? Gesù si trova al centro di polemiche e di posizioni divergenti. Chi si interroga sulla possibilità che sia lui il Messia e chi lo esclude a priori. Sta di fatto che nessuno può negare che "mai un uomo ha parlato cos ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 09-04-2011)
Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!
Gesù muove le onde della storia. Tutti gli altri si lasciano travolge da esse. Lui però vi cammina sopra finché non giungerà la sua ora. Gesù muove le onde della storia perché vuole che ogni persona si pronunzi su di Lui. Solo così i cuori possono essere svelati, secondo la profezia di Simeone: «Ecc ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 20-03-2010)

Dalla Parola del giorno "All'udire queste parole, alcuni fra la gente dicevano: Costui è davvero il profeta!. Altri dicevano: «Costui è il Cristo!. Altri invece dicevano: Il Cristo viene forse dalla Galilea? [...] E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui." Come vivere questa Parola? È i ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 20-03-2010)
Tra le chiacchiere e la fede
Se ci fosse consentito di trasformare in lenti da una parte l'intelligenza e la ragione umana e dall'altra la fede, potremmo costatare di persona la diversità degli spazi e degli ambiti che l'una e l'altra ci consentirebbero di vedere. Potremmo così confrontare i due diversi orizzonti, quello propri ...
(continua)
padre Lino Pedron     (Omelia del 20-03-2010)

La parola "Cristo" indica il "consacrato" di Dio, che avrebbe realizzato le attese definitive del popolo di Dio, portando la pace e la pienezza dei beni della salvezza. Non tutti gli ascoltatori di Gesù vedono in lui il Cristo: alcuni ritengono impossibile tale riconoscimento per la sua provenienza ...
(continua)
don Luciano Sanvito     (Omelia del 20-03-2010)
Uno strano tipo
Gesù esce dagli schemi delle carte d'identità stabilite dagli uomini. Non corrisponde alle aspettative e alle condizioni prefissate da tempo. Crea scompiglio attorno a sè e non si attiene alle attese prestabilite. Il potere umano non sa più come affrontarlo: non ne trova gli strumenti. Un drappe ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 28-03-2009)

Quella di oggi è una pagina cupa, a tinte fosche. Il dissidio concernente Gesù, ormai, è globale. Litigano le persone riguardo alla vera identità di Gesù, litiga il Sinedrio con le guardie mandate ad arrestarlo e che tornano quasi convertite, litigano i saggi del Sinedrio tra di loro per questioni p ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 28-03-2009)
Il Cristo è segno di contraddizione
Ci avviciniamo alla Settimana Santa e la liturgia odierna ci presenta il conflitto tra Gesù e i capi della sua nazione; è un momento di controversie, di ostilità verbali, prima che l?ostilità si manifesti con azioni concrete. Alcuni ascoltatori di Gesù si convincono: ?Questi è davvero il profeta?, o ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 28-03-2009)
Commento su Giovanni 7,45-46
Dalla Parola del giorno Le guardie tornarono quindi dai sommi sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: ?Perché non lo avete condotto?? Risposero le guardie: ?Mai un uomo ha parlato come parla quest?uomo?. Come vivere questa Parola? C?è ancora tanta confusione tra la gente riguardo l?ident ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 08-03-2008)

Gesù è segno di contraddizione. Al culmine della disputa con i farisei e i capi del Sinedrio troviamo il divertente episodio di oggi dei soldati che quasi si convertono, dimenticando di arrestare l'ingombrante profeta di Nazareth. Il povero Nicodemo, che nel vangelo di Giovanni fa la parte del giust ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google