LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 31 Maggio 2009 <

Venerdì 29 Maggio 2009

Sabato 30 Maggio 2009

Domenica 31 Maggio 2009

Lunedì 1 Giugno 2009

Martedì 2 Giugno 2009

Mercoledì 3 Giugno 2009

Giovedì 4 Giugno 2009

Venerdì 5 Giugno 2009

Sabato 6 Giugno 2009

Domenica 7 Giugno 2009


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

  DOMENICA DI PENTECOSTE - MESSA DEL GIORNO (ANNO B)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: SOLENNITA'
Colore liturgico: Rosso
EP090B ;

Lo Spirito Santo è lo Spirito di Cristo ed è la Persona divina che diffonde nel mondo la possibilità di imitare Cristo, dando Cristo al mondo e facendolo vivere in noi.
Nell’insegnamento e nell’opera di Cristo, nulla è più essenziale del perdono. Egli ha proclamato il regno futuro del Padre come regno dell’amore misericordioso. Sulla croce, col suo sacrificio perfetto, ha espiato i nostri peccati, facendo così trionfare la misericordia e l’amore mediante - e non contro - la giustizia e l’ordine. Nella sua vittoria pasquale, egli ha portato a compimento ogni cosa. Per questo il Padre si compiace di effondere, per mezzo del Figlio, lo Spirito di perdono. Nella Chiesa degli apostoli il perdono viene offerto attraverso i sacramenti del battesimo e della riconciliazione e nei gesti della vita cristiana.
Dio ha conferito al suo popolo una grande autorità stabilendo che la salvezza fosse concessa agli uomini per mezzo della Chiesa!
Ma questa autorità, per essere conforme al senso della Pentecoste, deve sempre essere esercitata con misericordiae con gioia, che sono le caratteristiche di Cristo, che ha sofferto ed è risorto, e che esulta eternamente nello Spirito Santo.

Scarica il foglietto della Messa >
Scarica le Letture del Lezionario >
Scarica il Salmo Responsoriale Cantato >
Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Lo Spirito del Signore ha riempito l’universo,
egli che tutto unisce,
conosce ogni linguaggio. Alleluia. (Sap 1,7)

Oppure:
L’amore di Dio è stato effuso nei nostri cuori
per mezzo dello Spirito,
che ha stabilito in noi la sua dimora. Alleluia. (Rm 5,5; 8,11)


Colletta
O Padre, che nel mistero della Pentecoste
santifichi la tua Chiesa
in ogni popolo e nazione,
diffondi sino ai confini della terra
i doni dello Spirito Santo,
e continua oggi, nella comunità dei credenti,
i prodigi che hai operato
agli inizi della predicazione del Vangelo.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

At 2,1-11
Tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare.

Dagli Atti degli Apostoli

Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.
Abitavano allora a Gerusalemme Giudei osservanti, di ogni nazione che è sotto il cielo. A quel rumore, la folla si radunò e rimase turbata, perché ciascuno li udiva parlare nella propria lingua. Erano stupiti e, fuori di sé per la meraviglia, dicevano: «Tutti costoro che parlano non sono forse Galilei? E come mai ciascuno di noi sente parlare nella propria lingua nativa? Siamo Parti, Medi, Elamìti; abitanti della Mesopotamia, della Giudea e della Cappadòcia, del Ponto e dell’Asia, della Frigia e della Panfìlia, dell’Egitto e delle parti della Libia vicino a Cirene, Romani qui residenti, Giudei e proséliti, Cretesi e Arabi, e li udiamo parlare nelle nostre lingue delle grandi opere di Dio».

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 103

Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra.

Benedici il Signore, anima mia!
Sei tanto grande, Signore, mio Dio!
Quante sono le tue opere, Signore!
Le hai fatte tutte con saggezza;
la terra è piena delle tue creature.

Togli loro il respiro: muoiono,
e ritornano nella loro polvere.
Mandi il tuo spirito, sono creati,
e rinnovi la faccia della terra.

Sia per sempre la gloria del Signore;
gioisca il Signore delle sue opere.
A lui sia gradito il mio canto,
io gioirò nel Signore.

>

Seconda lettura

Gal 5,16-25
Il frutto dello Spirito.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Gàlati

Fratelli, camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare il desiderio della carne. La carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste.
Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete sotto la Legge. Del resto sono ben note le opere della carne: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere. Riguardo a queste cose vi preavviso, come già ho detto: chi le compie non erediterà il regno di Dio. Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c’è Legge.
Quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri. Perciò se viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito.

Parola di Dio

Sequenza
Vieni, Santo Spirito,
manda a noi dal cielo
un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.

Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.

Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto.

O luce beatissima,
invadi nell'intimo
il cuore dei tuoi fedeli.

Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa.

Lava ciò che è sórdido,
bagna ciò che è árido,
sana ciò che sánguina.

Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato.

Dona ai tuoi fedeli,
che solo in te confidano
i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna.

Canto al Vangelo ()
Alleluia, alleluia.
Vieni, Santo Spirito,
riempi i cuori dei tuoi fedeli
e accendi in essi il fuoco del tuo amore.
Alleluia.

>

Vangelo

Gv 15,26-27; 16,12-15
Lo Spirito di verità vi guiderà alla verità tutta intera.


+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.
Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Apriamo il nostro cuore ad accogliere il dono dello Spirito, che suscita in noi la preghiera e ci spinge ad essere attenti alle necessità e alle sofferenze di tutti gli uomini del mondo.
Preghiamo insieme e diciamo: Vieni, Spirito Santo.

1. Spirito Santo, fuoco, luce, calore, vieni in noi con forza e potenza, per diffondere a tutti i popoli il messaggio di salvezza di Gesù.
2. Spirito del Padre, che ci rivesti del suo splendore, rendici capaci di amare anche i nemici, per donare a tutti i segni della sua bontà.
3. Spirito del Figlio, che in Gesù ti sei manifestato pienamente, rendi anche noi obbedienti al Padre e sottomessi gli uni gli altri.
4. Spirito di verità, che ci sveli i segreti dell'amore divino, plasma il mondo, perché impari a lasciarsi guidare docilmente dalla tua voce e si orienti verso autentiche scelte di bene.
5. Spirito Consolatore, tu che unisci i fedeli in un solo corpo, donaci unità perfetta e continua, perché siamo in Cristo un corpo solo e un'anima sola.
6. Spirito d'amore, luce benevola del Padre, guida chi soffre ad abbandonarsi con fiducia alla tua azione consolatrice, per trovare in te conforto e speranza.
7. Spirito, dono del Cristo, anima della Chiesa, dona ai tuoi fedeli i tuoi santi doni, la forza della fede, la gioia dell'amore, il coraggio della speranza.

Esaudisci, o Signore, le nostre preghiere e, per la potenza del tuo Santo Spirito, trasforma i nostri desideri nel compimento della tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Preghiera sulle offerte
Manda, o Padre,
lo Spirito Santo promesso dal tuo Figlio,
perché riveli pienamente ai nostri cuori
il mistero di questo sacrificio,
e ci apra alla conoscenza di tutta la verità.
Per Cristo nostro Signore.


PREFAZIO
La Pentecoste epifania della Chiesa.

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.
Oggi hai portato a compimento il mistero pasquale
e su coloro che hai reso figli di adozione
in Cristo tuo Figlio hai effuso lo Spirito Santo,
che agli albori della Chiesa nascente
ha rivelato a tutti i popoli il mistero nascosto nei secoli,
e ha riunito i linguaggi della famiglia umana
nella professione dell’unica fede.
Per questo mistero, nella pienezza della gioia pasquale,
l’umanità esulta su tutta la terra,
e con l’assemblea degli angeli e dei santi
canta l’inno della tua gloria: Santo...


Antifona di comunione
Tutti furono ripieni di Spirito Santo
e proclamavano le grandi opere di Dio. Alleluia. (At 2,4.11)

Oppure:
“Come il Padre ha mandato me,
anch’io mando voi.
Ricevete lo Spirito Santo”. Alleluia. (Gv 20,21.22)


Preghiera dopo la comunione
O Dio, che hai dato alla tua Chiesa
la comunione ai beni del cielo,
custodisci in noi il tuo dono,
perché in questo cibo spirituale
che ci nutre per la vita eterna,
sia sempre operante in noi la potenza del tuo Spirito.
Per Cristo nostro Signore.

Nel congedare l’assemblea, si dice:

V. La Messa è finita: andate in pace. Alleluia, alleluia.

Oppure:
Portate a tutti la gioia del Signore risorto. Andate in pace. Alleluia, alleluia.

R. Rendiamo grazie a Dio, alleluia, alleluia.

Con la solennità di Pentecoste termina il Tempo di Pasqua. È bene portare il cero pasquale nel battistero e lì conservarlo con il debito onore. Alla fiamma del cero si accendono, nella celebrazione del battesimo, le candele dei neo-battezzati.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Paolo Curtaz     (Omelia del 27-05-2012)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
È iniziato il tempo della Chiesa: siamo noi, ora, a rendere visibile il Regno. Ma sentiamo il peso di questo incarico, abbiamo bisogno di un aiuto, di un soccorritore. Abbiamo bisogno dello Spirito Santo. Luca descrive l'evento rimandando esplicitamente alla teofania di Dio sul monte Sinai: i tuon ...
(continua)
don Mario Campisi     (Omelia del 27-05-2012)
La lingua del cuore
Mai come oggi si sente la necessità di unire, di coordinare, di armonizzare. Non si contano gli incontri a tutti i livelli: dai grandi del mondo, ai grandi dell'Europa, ai governi nazionali, ai responsabili dell'economia, ai capi dei partiti, alle conferenze episcopali, agli abitanti dei condomini. ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 27-05-2012)

Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 27-05-2012)
Consumarsi, amando
E' una bella solennità quella che celebriamo in questa domenica: una festa dell'universalità, e come domenica scorsa possiamo dire che è una festa missionaria. L'universalità emerge prepotentemente dalla prima lettura, grazie alla forza dell'annuncio. Lo immagino così l'annuncio dei discepoli que ...
(continua)
don Luca Orlando Russo     (Omelia del 27-05-2012)
Quando verrà il Paràclito
Tre aspetti mi toccano in maniera profonda nell'avvicinarmi alla Pentecoste di questo 2012: lo Spirito rende i discepoli capaci di parlare a tutti; nello Spirito i diversi non entrano in conflitto, ma sono ricondotti all'unità; e, infine, lo Spirito accompagna la comunità dei discepoli ad una compre ...
(continua)
don Marco Pozza     (Omelia del 27-05-2012)
Dal vangelo secondo loro. Un bestseller
La roccia è forte, ma il ferro può spezzarla. Il ferro è forte, ma il fuoco può snervarlo. Il fuoco è forte, ma l'acqua può spegnerlo. L'acqua è forte, ma le nubi possono trasportarla. La nube è forte, ma il vento può disperderla. Il vento è forte, ma l'uomo può sopportarlo. L'uomo è forte, ma la pa ...
(continua)
don Luigi Trapelli     (Omelia del 27-05-2012)
Aperti alla novità dello Spirito Santo
La domenica di Pentecoste è la naturale conclusione del tempo di Pasqua. Solo con la discesa dello Spirito Santo, la Chiesa si espone al mondo e parla le lingue diverse degli uomini come ci ha detto la prima lettura. Lo Spirito è quella persona che rende Cristo presente nel cuore di ogni uomo. Lo ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 27-05-2012)
Pericolo di conversione
No, non siamo in grado, siamo seri. Né tu, amico lettore, né io, né nessuno che abbia un po' di sano realismo lo può (veramente) fare. Non siamo capaci di annunciare il Regno con sufficiente trasparenza, con coerenza minima, con passione necessaria. Il peccato è il nemico da combattere, come ci ha ...
(continua)
Giovani Missioitalia     (Omelia del 27-05-2012)
L'Umanità è il sogno di Dio
Un sogno eterno che niente e nessuno sono capaci di distruggere totalmente. Un sogno che Dio ha partecipato, rivelato all'umanità perché il sognante e il sogno potessero essere una sola cosa. Anche quando l'umanità ha tentato di uscire dal suo abbraccio amoroso, dal sognare insieme, lui non si è a ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 27-05-2012)
In preghiera con Maria Ss. accogliamo lo Spirito Santo
Stiamo celebrando la Pentecoste, giorno nel quale la Chiesa commemora il momento indimenticabile in cui gli Apostoli riuniti in preghiera con Maria Santissima, ricevettero il potere dello Spirito Santo con molti e diversi segni che manifestavano gli effetti derivanti da questa unzione dello Spirito ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 27-05-2012)
Vedere è ben più di guardare
Oggi la chiesa celebra la festa di Pentecoste. Il centro delle letture non è, come al solito, il vangelo, ma la prima lettura dagli Atti degli Apostoli, in cui si racconta l'evento fisico della Pentecoste. Pentecoste è una parola greca e significa cinquantesimo giorno; si celebra cinquanta giorni do ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 27-05-2012)
Nuove lingue per nuovi popoli
Clicca qui per la vignetta della settimana Parti, Medi, Elamiti... abitanti di Frigia e Panfilia... Ogni anno sentiamo il racconto di Pentecoste con questa serie di luoghi e popoli sconosciuti. Ci vorrebbe uno storico per capire dove si trovano... e se esistono ancora. Il giorno nel quale nasce ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 27-05-2012)
Lo Spirito che dà vita alla Parola
Cinquanta giorni dopo Pasqua, la discesa del­lo Spirito santo, rac­contata dagli Atti degli Apo­stoli con la mediazione dei simboli. La casa, prima di tut­to. Un gruppo di uomini e donne nella stanza al piano superiore (Atti 1,13), dentro una casa, simbolo di interio­rità e di accoglienza; nella sta ...
(continua)
padre Paul Devreux     (Omelia del 27-05-2012)

Oggi è Pentecoste: Gesù ci manda lo Spirito Santo, detto anche consolatore. Già l'aveva donato ai discepoli durante la sua prima apparizione, la domenica di Pasqua, e soprattutto dalla croce stessa, quando dona lo Spirito. Gesù ci manda sempre lo Spirito; basta domandarlo, non perché ce lo mandi, ma ...
(continua)
Gaetano Salvati     (Omelia del 27-05-2012)
Concordia e ascolto
Nella celebrazione dell'eucaristia, la comunità cristiana vive nella fede il mistero d'amore attuato da Cristo con la sua morte e risurrezione. Non si tratta di ripercorrere con la mente un evento accaduto duemila anni fa: l'"ora" irripetibile della salvezza si presenta, nella forza dello Spirito Sa ...
(continua)
don Alberto Brignoli     (Omelia del 27-05-2012)
La vita nello Spirito
È così comodo avere una religione che ti dica tutto quello che devi fare... Non ti devi proprio preoccupare di nulla: è sufficiente che osservi le norme e i precetti che essa ti indica, e tutto il resto viene da sé. Nessuna responsabilità, nessuna scelta, nessun problema di coscienza: per te, ci pen ...
(continua)
mons. Giuseppe Giudice     (Omelia del 27-05-2012)
Il linguaggio dell'amore
Un colpo di vento, una carezza leggera, un soffio, una lingua di fuoco e lo Spirito spazza via tutte le paure dal cuore dei discepoli: ora sono uomini pasquali, abilitati a portare il grande annuncio. Veni, Sancte Spiritus! Vieni! Viene e dona e dona il dono delle lingue: tutti parlano e tutti com ...
(continua)
mons. Gianfranco Poma     (Omelia del 27-05-2012)
Egli vi guiderà alla verità tutta intera
Celebriamo la Pentecoste, la "regina festivitatum", come la chiama S.Giovanni Crisostomo: è, infatti, il compimento del progetto di Dio sulla creazione. La creazione è frutto dell'amore di Dio: la sua caratteristica fondamentale non può che essere la fragilità, ma è una fragilità amata. La fragilità ...
(continua)
don Giorgio Zevini     (Omelia del 27-05-2012)
Video commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
You need to install or upgrade Flash Player to view this content, install or upgrade by clicking here. ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 27-05-2012)
Nuova primavera...
Settimana piena. Ripenso agli intrecci di questi ultimi giorni: una bellissima coppia di fidanzati che dalla Germania segue le mie mail e di passaggio dalla Valtellina passa a trovarmi, un' amica preziosa ritrovata dopo anni di distanza, una mamma che dopo anni si apre al mistero del perdono, alcune ...
(continua)
dom Luigi Gioia     (Omelia del 27-05-2012)
Lo Spirito di verità vi guiderà a tutta la verità
Clicca qui per scaricare il commento in formato MP3.Per ascoltare il commento, clicca sul play sulla sinistra del lettore: ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 27-05-2012)
Commento su Gv 15,26-27; 16,12-15
Il "venire" di Dio a noi dice che nel mistero di Dio, ma anche nella realtà dell'uomo immagine di Dio, nessuno viene per se stesso. Nel mistero di Dio e in quello dell'uomo, ognuno è "per l'altro". Credere, allora, non è sottomissione cieca ma libera risposta d'amore. Il Consolatore viene dal Pad ...
(continua)
Ileana Mortari - rito romano     (Omelia del 27-05-2012)
Lo Spirito vi guiderà alla verità tutta intera
Il brano tratto dal vangelo di Giovanni fa parte dei cosiddetti "discorsi di addio" contenuti nei capp.13-17. Gesù parla per l'ultima volta ai suoi discepoli e dice loro: "Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso" (v.12). Egli si riferisce alla grave situ ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 27-05-2012)
Lo Spirito Santo scende in noi
È necessario riaccendere il Fuoco dell'Amore. C'è un passo di estrema importanza per la nostra vita cristiana, nella lettera di S. Paolo, che scrive ai cristiani di Corinto: "Fratelli, nessuno può dire 'Gesù è il mio Signore' se non sotto l'azione dello Spirito Santo". (I Cor. 12, 3) e, nella stessa ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 27-05-2012)
Commento su Giovanni 15,26-27
Quando verrà il Paraclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Gv 15,26-27 Come vivere questa Parola? Il contesto in cui si collocano questi due versetti, ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 27-05-2012)

COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Giampaolo Perugini Anno zero Da molti secoli in Occidente si misura il tempo avendo come anno zero la nascita di Cristo. In effetti, l'incarnazione di Gesù è un evento senza precedenti che ha cambiato per sempre il corso della storia. Un evento impensabile ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 27-05-2012)

Per prima cosa, dobbiamo cambiare l'ordine delle letture che ci sono state proposte questa settimana: dobbiamo spostare il Vangelo al posto della prima lettura, perché solo dopo aver ascoltato il racconto dell'evangelista Giovanni, possiamo capire bene quello che raccontano gli Atti degli Apostoli. ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 27-05-2012)
Il soffio di Dio destabilizza l'io
Lo Spirito soffia dove e quando vuole, ma anche con l'intensità che vuole. Marie Noel, scrittrice francese dice: "quando Dio ha insufflato l'anima nel mio corpo, ha soffiato troppo forte: io non mi sono ancora riavuta da quel soffio e vacillo di qua e di là come il lume di una candela". Questa poi! ...
(continua)
don Claudio Doglio     (Omelia del 27-05-2012)
Video commento a Gv 15, 26-27; 16,12-15
...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 27-05-2012)
Video commento a Gv 15, 26-27; 16,12-15
...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 27-05-2012)
Di ogni nazione che è sotto il cielo
Prima del suo ritorno al Padre, appena celebrato con la festa dell'Ascensione, Gesù ha raccomandato ai suoi di non allontanarsi da Gerusalemme, dove avrebbero presto ricevuto lo Spirito Santo. Ne aveva parlato anche in precedenza (vangelo di oggi: Giovanni 16,12-15): "Molte cose ho ancora da dirvi, ...
(continua)
don Domenico Luciani     (Omelia del 27-05-2012)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15
...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 27-05-2012)
Araldo di verità e di vita
C'è gioia a Gerusalemme mentre il tempio viene preso d'assalto da parte di tanti pellegrini che provengono da ogni parte del mondo (allora conosciuto) per celebrare la Pentecoste ebraica. E' il cinquantesimo giorno dalla mietitura del primo covone di grano, sono passate sette settimane e adesso, sec ...
(continua)
don Luciano Cantini     (Omelia del 27-05-2012)
Parti, Medi, Elamiti
Erano stupiti e, fuori di sé per la meraviglia Ecco la pentecoste... diversità di popoli e di etnie... fuori di sé per lo stupore perché sentono nelle loro lingue annunziare le grandi opere di Dio. Questo evento ci racconta le contraddizioni che viviamo, molti aspetti dell'oggi farebbero pensare a ...
(continua)
padre Fernando Armellini     (Omelia del 27-05-2012)
Video commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 27-05-2012)
Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità
Lo Spirito Santo è il testimone perenne di Cristo Gesù presso ogni suo discepolo. La sua testimonianza non consiste nel ripetere ciò che Cristo ha fatto, detto, insegnato, vissuto, subìto. Sarebbe questa una testimonianza alla maniera di tutte le altre testimonianze che vengono fatte tra gli uomini. ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 27-05-2012)
Commento su Genesi 11,1-9; Giovanni 7,37-39
Pentecoste...una ricorrenza "standard" nel panorama delle festività religiose domenicali, se non ci poniamo la domanda " chi è e che cosa fa lo Spirito Santo?" Bella domanda direte voi... Siamo così abituati a pronunciarlo che non ci facciamo più caso a chi Egli sia e che cosa Egli faccia, se non ...
(continua)
Monastero Domenicano Matris Domini     (Omelia del 31-05-2009)
Commento su Giovanni 15,26-27; 16,12-15
Lectio Contesto Il vangelo di Giovanni nei discorsi della cena di addio di Gesù con i suoi (in particolare nei capitoli 14-16), offre numerose indicazioni sul dono dello Spirito Santo e sull'opera che egli compie; per uno sguardo di insieme dei passi vedere lo schema riportato nella traccia di med ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 31-05-2009)

Consapevole della fragilità e ottusità dei suoi (e di noi) Gesù dona lo Spirito, colui che ci guida alla verità tutta intera. Rischiamo di fermarci alla verità parziale, alla nostra piccola verità, anche di fede. Oggi chiediamo allo Spirito di prendere in mano la nostra vita e di condurci verso l ...
(continua)
Wilma Chasseur     (Omelia del 31-05-2009)
Lo spirito consolatore
Il buio della notte è stato squarciato dalla luce pasquale che continua ad illuminarci nel cammino. E dopo 50 giorni ci viene data la pienezza della luce, cioè lo Spirito Santo. E, mediiamo ancora su quel bellissimo e solenne discorso di Gesù, semplice e maestoso allo stesso tempo, iniziato domenic ...
(continua)
padre Sergio Tellan, OFM cap.     (Omelia del 31-05-2009)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15
...
(continua)
don Valentino Porcile     (Omelia del 31-05-2009)
Video commento a Gv 15,26-27; 16,12-15
...
(continua)
don Daniele Muraro     (Omelia del 31-05-2009)
L'ambone
È già da qualche settimana che nell?omelia stiamo esaminando i vari elementi che compongono la liturgia. Non tante domeniche fa ho parlato dell?altare; oggi invece prendiamo in considerazione l?ambone, cioè il luogo da dove si proclamano le letture e da dove vi parlo. Nell?Antico Testamento troviam ...
(continua)
Monastero Janua Coeli     (Omelia del 31-05-2009)
La verità tutta intera
Nel soffio dello Spirito che sussurra il Nome di Colui che è nell'oggi umano ritroviamo le nostre voci: come palpito di eternità il Verbo resta con noi e ci accompagna fino al compimento del tempo. Il dono che viene dall'Alto faccia di noi nuove creature! Buona Pentecoste... La verità tutta inte ...
(continua)
LaParrocchia.it     (Omelia del 31-05-2009)
Un modo nuovo di parlare
Siamo arrivati alla conclusione del tempo pasquale e siamo chiamati a meditare sul grande e immenso dono dello Spirito Santo fatto alla chiesa nascente. Il testo di riferimento può essere tranquillamente la prima lettura tratta dal libro degli Atti. In questo brano, dove viene descritto il fenomeno ...
(continua)
don Maurizio Prandi     (Omelia del 31-05-2009)
La "lingua nuova" della misericordia
Si conclude, con questa domenica, il tempo di Pasqua e si conclude anche il percorso che abbiamo cominciato circa i segni della misericordia divina che la liturgia della parola domenicale ci ha proposto. Domenica scorsa sintetizzavo nella promessa che Gesù fa della sua presenza (sono con voi tutt ...
(continua)
padre Ermes Ronchi     (Omelia del 31-05-2009)
Nati dal respiro di Dio, mandati a costruire fraternità
La Bibbia è un libro pieno di strade e di vento, come Pentecoste: vento impe­tuoso e respiro leggero, strade che convergono e ripartono. «Gesù venne a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro» e con un gesto inusuale mai registrato prima «alitò» su di loro. Soffiò il suo respiro su ciascuno e su tut­t ...
(continua)
don Giovanni Berti     (Omelia del 31-05-2009)
Lo Spirito Santo ha la verità in tasca... non noi
Clicca qui per la vignetta della settimana Il tempo della Chiesa, si dice, è il tempo dello Spirito Santo. E? lo Spirito di Dio ad agire nella storia dopo che Gesù, Figlio di Dio ha fatto la sua parte, venendo al mondo, predicando il Regno, morendo in croce ed infine risorgendo dai morti. Nel lib ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 31-05-2009)
Commento su Gal 5,22-23
Dalla Parola del giorno ?Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé: contro queste cose non c?è legge.? Come vivere questa Parola? La Pentecoste segna il vertice dell?anno liturgico. Celebra il grande evento promesso da Gesù: la d ...
(continua)
padre Antonio Rungi     (Omelia del 31-05-2009)
Spirito Santo, purifica il mondo dai suoi gravi peccati
Celebriamo oggi la Solennità della Pentecoste, memoria ed attualizzazione della discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli e la Vergine Maria riuniti in preghiera nel Cenacolo. E? la solennità che chiude liturgicamente il lungo periodo di 50 giorni dalla celebrazione della Pasqua e che dalla Pasqua ...
(continua)
don Roberto Rossi     (Omelia del 31-05-2009)
Pentecoste: con Maria Santissima nella comunione della Chiesa e nella missione per il mondo
Vorrei sottolineare, in questo giorno che conclude il mese di Maggio, il legame tra il giorno grande di Pentecoste e la Madonna. Maria Ss. era presente come Madre in quei primi giorni della Chiesa; Chiesa animata dallo Spirito Santo per testimoniare al mondo l?amore di Dio Padre e la salvezza nella ...
(continua)
mons. Antonio Riboldi     (Omelia del 31-05-2009)
Vieni Spirito Santo
La solennità della Pentecoste, almeno per noi che viviamo la nostra vita di fede come un cammino verso la felicità, è l'immenso Dono dello Spirito Santo, che ispira, sorregge, conforta, si fa forza della nostra spiritualità. Potremmo definirla 'IL NATALE DELLA CHIESA'. In essa sembra di assistere a ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 31-05-2009)
Dio è amore
Dio è amore. È la sua essenza che ci viene rivelata come alito vivificante sin dalla creazione. Abbiamo scoperto che è fonte di vita, fonte di tutte le forme di vita, riempie di sé l?universo. Sappiamo che lo Spirito ci rende somiglianti a Dio. Sappiamo che nella pienezza dei tempi ha adombrato la v ...
(continua)
don Roberto Seregni     (Omelia del 31-05-2009)
Vieni, Spirito del Risorto
Vieni, Spirito del Risorto. Vieni, abbiamo davvero bisogno di Te! Spezza le corazze delle nostre divisioni. Preservaci dal pettegolezzo che sfigura e dai giudizi che feriscono più a fondo della spada. Con il fuoco del tuo amore sciogli i ghiacci dei nostri cuori e infiammaci di passione i ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 31-05-2009)
Liberate lo Spirito!
Il Signore ha detto e dato tutto: ha svelato il vero volto del Padre, ci ha rassicurati, egli è con noi per sempre, fino alla fine. È iniziato il faticoso tempo della Chiesa, serva del vangelo, incoerente e fragile perché fatta di uomini e donne incoerenti e fragili (io che scrivo, tu che leggi, fr ...
(continua)
mons. Roberto Brunelli     (Omelia del 31-05-2009)
Un dono preannunciato
Il fatto celebrato dalla festa di oggi, una delle maggiori dell?anno liturgico, è narrato come sempre dalla prima lettura della Messa (Atti degli apostoli 2,1-11). Invece il vangelo, composto da due brevi passi dei discorsi che l?evangelista Giovanni colloca durante l?ultima cena di Gesù, mette in e ...
(continua)
padre Mimmo Castiglione     (Omelia del 31-05-2009)
Arriva Gagliardo! Con petali di rosa!
Che dall?alto di Santa Maria dei Martiri nella bella Roma cascano giù come fiammelle, come lingue di fuoco! Ingovernabile come il vento che non si può ammansire. Incontrollabile come il fuoco che non si può domare. Inarrestabile come l?acqua che non si può fermare. Avanza per la sua strada ch ...
(continua)
don Remigio Menegatti     (Omelia del 31-05-2009)
Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra
PREGHIERA DI COLLETTA O Padre, che nel mistero della Pentecoste santifichi la tua Chiesa in ogni popolo e nazione, diffondi sino ai confini della terra i doni dello Spirito Santo, e continua oggi, nella comunità dei credenti, i prodigi che hai operato agli inizi della predicazione del Vangelo. Per ...
(continua)
padre Romeo Ballan     (Omelia del 31-05-2009)
Lo Spirito apre cuori e frontiere
Riflessioni La Pentecoste cristiana celebra il dono dello Spirito, ?che è Signore e dà la vita?. Inizialmente, la festa ebraica di Pentecoste -sette settimane, ossia 50 giorni dopo la Pasqua- era la festa della mietitura del frumento (cf Es 23,16; 34,22). Ad essa si unì, più tardi, il ricordo della ...
(continua)
don Marco Pedron     (Omelia del 31-05-2009)
Varcare la soglia della materia
Oggi la chiesa celebra la festa di Pentecoste. Il centro delle letture non è, come al solito, il vangelo, ma la prima lettura dagli Atti degli Apostoli, in cui si racconta l?evento fisico della Pentecoste. Pentecoste è una parola greca e significa cinquantesimo giorno; si celebra cinquanta giorni d ...
(continua)
Omelie.org - autori vari     (Omelia del 31-05-2009)

PRIMO COMMENTO ALLE LETTURE a cura di don Paolo Ricciardi Vieni, Santo Spirito, riempi i cuori dei tuoi fedeli e accendi in essi il fuoco del tuo amore. La Pentecoste è la Festa dello Spirito ed è Festa della Chiesa. Oggi contempliamo il fuoco dell?amore che ha costituito la Chiesa rendendola ...
(continua)
Omelie.org (bambini)     (Omelia del 31-05-2009)

Come ci siamo detti domenica scorsa, stiamo attraversando l?ultimo pezzettino del tempo di Pasqua, ed è un tempo pieno di feste e di solennità, ogni domenica ne abbiamo una diversa da celebrare. Domenica scorsa la Chiesa ci ha invitati a ricordare l?Ascensione del Signore, il ritorno definitivo di G ...
(continua)
padre Gian Franco Scarpitta     (Omelia del 31-05-2009)
Nello Spirito la Trinità è nostra vita
Pentecoste era per gli Ebrei una delle feste più importanti per la quale tutti ci si trovava a Gerusalemme provenendo da ogni parte di Israele, Giuda e da ogni nazione del mondo in cui vi fossero Giudei. In quel giorno erano infatti passate sette settimane dalla raccolta del ?primo covone? (Lv 23, 1 ...
(continua)
Suor Giuseppina Pisano o.p.     (Omelia del 31-05-2009)

C'è un'antica preghiera che recita: "Il mio povero corpo è affranto sotto il peso dei miei peccati. O Signore, perché non mi prendi per mano? Nelle mie opere non c'è quello che è dovuto a te e alla tua gloria, ma nel tuo Spirito Santo c'è quello che può guarire e trasformare me!" (Abu l-Khair); l'an ...
(continua)
Agenzia SIR     (Omelia del 31-05-2009)

Le cose di Dio hanno un peso che oltrepassa le nostre potenze. Per comprenderle occorre un aiuto dall'alto: lo Spirito. Anche per capire Gesù ci vuole lo Spirito. Ecco perché la Pentecoste è la Pasqua completa. Oggi, infatti, lo Spirito Santo rende presente il Risorto e questa presenza dà inizio al ...
(continua)
CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)     (Omelia del 31-05-2009)

Gli Atti raccontano, secondo lo stile sobrio e poetico del loro redattore, Luca, quel giorno eccezionale vissuto dagli Apostoli e da coloro che li stavano ascoltando, a Gerusalemme, cinquanta giorni dopo la Pasqua. L?eccezionalità di quell?evento è data dalla capacità, dono dello Spirito, di sentire ...
(continua)
Il pane della domenica     (Omelia del 31-05-2009)
Uno spirito che vuole solo ?sprigionarsi?
Lo Spirito di verità vi guiderà alla verità tutta intera Vivere come Gesù! Sarebbe bello, ma si può? Non è una domanda oziosa o impertinente. È una questione, anzi ?la? questione che ha animato tutta la vicenda terrena dello stesso Gesù di Nazaret. 1. Era venuto per insegnarci a vivere da uomi ...
(continua)
   > Translate this page (italian > english) with Google